__MAIN_TEXT__

Page 1

Anno III Settembre-Ottobre 2011 n. 5

in san marino

PERIODICO DI INFORMAZIONE A CURA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

S OMMARIO INTERVISTA Marco Arzilli, Segretario di Stato per l’Industria Registro Imprese Guida Titano 2012 Club Estero Spazio soci Internet e le imprese

Bozzetto emissione filatelica: 200° anniversario nascita Garibaldi Philatelic issue sketch: 200th anniversary of Giuseppe Garibaldi’s birth

E DITORIALE di Massimo Ghiotti - Direttore Generale

Sono convinto che il mondo sarebbe un posto migliore e più felice, se imparassimo a parlare più di ciò che funziona che di ciò che non va. Abbiamo così tanto da celebrare! Michael R. Parry

Siamo continuamente inondati da informazioni e messaggi: discorsi, radio, tv, giornali, libri, riviste, email. E sono veramente tante le parole che ogni giorno ci entrano in testa, se solo si pensa che in un’ora un relatore di un convegno potrebbe utilizzare circa 6.000 parole. Mai come in questi giorni però le parole che ci piovono addosso sono parole negative e si sa che la negatività porta alla negatività. Come fare allora a rimanere positivi e centrati sui propri obiettivi quando tutto intorno fa pensare che potrebbe andare male? Come fare a immaginare il proprio giardino fiorito la prossima primavera se oggi parliamo solo di erbaccia?

Dobbiamo cercare di eliminare i messaggi negativi che ci arrivano e fare più attenzione ai nostri input, ma soprattutto possiamo cercare ogni mattina di riempirci la mente con messaggi e letture positive. Possiamo cercare di fare più attenzione alle storie di chi riesce ad andare avanti anche in mezzo alla tempesta piuttosto che a quelli che la tempesta l’hanno creata facendoci rischiare di affondare nella stessa barca. Guardiamo a chi ce l’ha fatta e continua a farcela. Guardiamo alle imprese che nella crisi riescono a resistere e chiediamoci il perché. Proviamo ad emulare le eccellenze. Il modo migliore per essere creativi è farsi le domande giuste trovando le risposte a queste domande e non cercare le risposte a domande sbagliate. Non andiamo a cercare risposte al perché la nostra impresa ha chiuso, chiediamoci quali capacità abbiamo acquisito, cosa abbiamo imparato, e come possiamo valorizzare ciò, in un nuovo lavoro, qualunque sia.

San Marino é ancora pieno di tanti capitani coraggiosi pronti a farci saltare sulla loro barca per remare verso una rotta da tempo ben tracciata: quella del benessere di tutta l’azienda, da raggiungere con perseveranza, umiltà, onestà, ricerca dell’efficienza e della qualità. Mai come in questo periodo incontriamo imprese in difficoltà e il dispiacere è veramente grande, ma quello che ci conforta è vedere il coraggio con cui queste cercano di affrontare la crisi vedendo anche nella Camera di Commercio un partner a cui chiedere consigli, dal come inventarsi un nuovo lavoro avviando una nuova impresa in un settore innovativo, a come cercare di ampliare il proprio mercato all’estero. E’ questo che ci rende orgogliosi di lavorare per le imprese di San Marino e per i loro capitani coraggiosi. Quindi Auguriamo “Buon vento a tutte le imprese!”, il nostro obiettivo sarà sempre quello di essere il vostro faro offrendo sempre nuovi servizi e segnali per farci trovare da voi in mezzo al mare.

in san marino

settembre-ottobre 2011

1


S ERVIZI

BILANCI, STATUTI, LIBRI SOCI È attivo il servizio di pubblicazione on-line di atti o documenti IT non è solo l’acronimo di Information Technology ma anche di Informatizzazione e Trasparenza. Un binomio in cui la Camera di Commercio di San Marino ha sempre fortemente creduto; un obiettivo a cui mira ogni singolo progetto di promozione e supporto delle attività economiche sammarinesi. Per questo si è deciso di potenziare il Registro Imprese (https://registroimprese.cc.sm) – che già consente la consultazione delle visure e l’inserimento dei bilanci - con una nuova funzionalità che permette alle imprese di vedere pubblicati on line i propri atti o documenti e di renderli perciò facilmente consultabili ai loro clienti, ai fornitori, a potenziali partner commerciali.

COSA SI PUÒ PUBBLICARE ON LINE Ogni impresa può depositare presso la Camera di Commercio: - copia conforme dell’atto costitutivo e dello Statuto delle Società - copia conforme dei bilanci di esercizio depositati - copia conforme del libro soci - copie conformi degli atti di cessione quote - ogni altra copia conforme di atto che riguarda la vita dell’impresa

COME FARE PER PUBBLICARE ATTI O DOCUMENTI DELLA PROPRIA IMPRESA Sarà sufficiente recarsi presso gli uffici della Camera di Commercio e richiederne la pubblicazione versando € 5,00 per ogni atto o documento depositato (diritti di segreteria). E’ il regolamento camerale interno approvato dal Consiglio di Amministrazione il 5 ottobre 2011 a definirne le finalità e le modalità di deposito. Nel caso in cui gli atti o documenti siano già depositati presso gli archivi degli uffici pubblici, il regolamento prevede la possibilità per le imprese di delegare la Camera di Commercio al reperimento e pubblicazione, anche per gli anni a venire.

COME FARE PER CONSULTARE ON LINE ATTI O DOCUMENTI Fermo restando che il Registro Imprese includerà esclusivamente gli atti o documenti delle imprese sammarinesi che ne faranno esplicitamente richiesta alla Camera di Commercio, gli utenti già registrati potranno utilizzare lo stesso credito caricato per le visure (fino ad esaurimento). I nuovi utenti invece dovranno registrarsi al sito, caricare il proprio plafond (attraverso carta di credito o bonifico) con un importo da un minimo di € 15,00 fino a un massimo di € 250,00. Sarà poi sufficiente inserire il proprio nome utente e la password assegnata automaticamente dal sistema per poter visualizzare e stampare le visure camerali e gli atti o documenti (ove disponibili) relativi alle imprese nella Repubblica di San Marino. Ogni visura, atto o documento ha un prezzo di € 3,00.

SIMONA MICHELOTTI - Presidente Camera di Commercio di San Marino “La realizzazione di questo servizio è un vero e proprio concreto passo avanti sul percorso della semplifcazione e della trasparenza. Esiste ora l’opportunità reale di rendere disponibili i dati inerenti la vita dell’impresa 24 ore su 24, in una cornice istituzionale come quella offerta dalla Camera di Commercio”.

Via Cinque Febbraio - 47899 Serravalle Repubblica di San Marino Tel. (+378) 0549 900190 - Fax (+378) 0549 960125 info@palacehotelsanmarino.com

La Miglior Soluzione per il Tuo Evento 2

settembre-ottobre 2011

in san marino

www.palacehotelsanmarino.com


G UIDA TITANO

CERCHI UN’IMPRESA DI SAN MARINO?

su Guida Titano le trovi tutte! Repubblica di

Torna con un look completamente rinnovato Guida Titano, l’elenco ufficiale degli operatori economici sammarinesi. Una pubblicazione che porta nel mondo i protagonisti dell’economia della Repubblica di San Marino e che con il tempo ha arricchito i propri contenuti a seconda delle esigenze dei lettori, a volte addirittura anticipandole. Per questo la versione cartacea dell’edizione 2012 (disponibile da gennaio) è ancora più maneggevole e di più facile consultazione, pur avendo mantenuto la storica suddivisione in categorie merceologiche e ordine alfabetico. Per questo il sito www.guidatitano.com è stato totalmente ripensato e, grazie alla nuova veste grafica e alle nuove funzionalità, si colloca a pieno titolo tra gli strumenti più ef-

San Marino

ficaci messi in campo per la promozione delle attività economiche di San Marino. Tantissime le informazioni 2012 disponibili gratuitamente, 24 Guida Titano ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, la possibilità di scaricare e consultare le visure camerali grazie al collegamento diretto con il Registro Imprese on line della Camera di Commercio (servizio a pagamento), rende la ricerca ancora più efficace. m

no.co www.guidatita

o bblica di San Marin he della Repu attività economic San Marino Annuario delle the Republic of ess directory of Economic busin NE TELEFONI / TELEPHO FAX AND TELEX FAX E TELEX / IC OPERATORS I / PUBLIC OFFICES UFFICI PUBBLIC / ADDRESSES ECONOM OF THE MAIN ACTIVITIES RI ECONOMICI TO / DESCRPTION INDIRIZZI OPERATO IVITÀ E DEL PRODOT R CODE DESCRIZIONE DELL’ATT / ECONOMIC OPERATO RE ECONOMICO CODICE OPERATO ERS FATTURATI / TURNOV WEB SITE T / E-MAIL AND E-MAIL E SITI INTERNE IES LI / STAFF COMPAN ORGANI AZIENDA COUNTRIES TAZIONE / EXPORT PAESI D’ESPOR

QUANDO UTILIZZARE GUIDA TITANO? • Quando vuoi conoscere i contatti di un’impresa o operatore economico di San Marino • Quando vuoi conoscere le imprese o gli operatori appartenenti a una specifica categoria merceologica • Quando vuoi conoscere più dettagli: indirizzo, ragione sociale, codice operatore economico, mappa • Quando vuoi saperne di più e hai bisogno di altri dati: email, sito, descrizione dell’attività principale in italiano e inglese, Amministratori, numero dipendenti, fascia di fatturato, Paesi di esportazione. (Attenzione: questi dati sono disponibili solo se l’impresa sammarinese li ha comunicati in fase di aggiornamento) • Quando cerchi le imprese che vendono o producono green. Cerca questi simbolo stenibili certificate.

e conosci le imprese ecoso-

Guida Titano: molto più di un database! Guida Titano è un prodotto editoriale di

con la collaborazione di

in san marino

settembre-ottobre 2011

3


E STERO

SAN MARINO NELLA TASK FORCE ITALO-RUSSA Si sono svolti a Catania (Sicilia) i lavori della XIX sessione della task force italo russa. Istituita circa dieci anni fa dai Governi dei due Paesi, la task force opera con l’obiettivo di favorire l’accelerazione del processo di industrializzazione russo facendo leva sullo sviluppo di PMI e dei distretti/poli industriali, da realizzare sul modello di quelli italiani e con la partecipazione di aziende italiane. Grazie all’ottimo stato delle relazioni tra il Ministero dello Sviluppo Economico italiano e la Segreteria di Stato per l’Industria, l’invito a essere parte attiva della task force è stato, per la prima volta, esteso anche alla Repubblica di San Marino. La delegazione sammarinese composta da Silvia Della Balda, Segretario Particolare della Segreteria di Stato per l’Industria, e da Massimo Zani, per l’Ufficio Estero della Camera di Commercio, ha preso parte alla seduta plenaria e a tavole rotonde settoriali e tematiche.

4

settembre-ottobre 2011

in san marino

UNA FORMULA EFFICACE Natela Scengheliya, Presidente della Rappresentanza Commerciale della Federazione Russa in Italia ha confermato che, grazie ai progetti nati dai lavori della Task force, la Russia ha incrementato il numero delle piccole e medie imprese, portandolo a 5 milioni. Un numero considerato ancora basso per un Paese che sta concentrando risorse e energie per far crescere il comparto industriale La task force, che si incontra due volte all’anno (nel 2012 è previsto un incontro tra maggio e giugno), rappresenta un’opportunità importante per approfondire la conoscenza della realtà economica russa e per entrare in contatto con le principali realtà italiane e russe preposte allo sviluppo e all’internazionalizzazione: Istituzioni, Regioni, Associazioni di Categoria, Federazioni, Confederazioni, Consorzi, sistemi camerali e fieristici presenti assieme alle imprese che operano nei settori ogni volta individuati dal programma delle giornate di lavoro.


C LUB ESTERO

TRASFERTA IN ISRAELE PER LA CAMERA DI COMMERCIO Avere la possibilità di far conoscere le potenzialità della più antica Repubblica del mondo, il suo tessuto produttivo e le enormi opportunità che offre, nonostante le sue dimensioni, è sempre una sfida avvincente. Per questo la Camera di Commercio ha accettato con molto piacere l’appello del Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni, a prendere parte alla trasferta in Israele organizzata su invito delle Autorità israeliane.

INCONTRI ISTITUZIONALI E OPERATIVI Incontri ad alto livello per la delegazione sammarinese, ai quali ha partecipato anche Marco Macina, Assistente di Direzione della Camera di Commercio: dal Presidente d’Israele, Shimon Peres, per passare al Capo del Dipartimento Europa del Ministero degli Affari Esteri israeliano, Rafi Shutz, fino al Vice Primo Ministro e Ministro degli Affari Esteri, Avigdor Liberman. Oltre alla fondamentale parte istituzionale, non poteva mancare quella operativa. La riunione con i Dirigenti della Camera di Commercio d’Israele infatti, è stata l’occasione per presentare il nostro sistema Paese, dei vantaggi, delle opportunità di investimento e collaborazione con le imprese del Club Estero.

Foto Avi Dodi

BRASILE: LE IMPRESE DEL CLUB ESTERO INCONTRANO IL CORPO DIPLOMATICO Quando le imprese sammarinesi hanno l’opportunità di approfondire la conoscenza dei mercati esteri, il successo è garantito. Per questo la Camera di Commercio, con la collaborazione delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri e per l’Industria, continua a puntare sugli incontri tra il corpo diplomatico sammarinese e le imprese del Club Estero. Nel corso dell’ultimo incontro, il Console di San Marino in Brasile, Giuseppe Lantermo di Montelupo, e il neo Ambasciatore Filippo Francini, hanno presentato le opportunità e il sistema paese ai numerosi partecipanti, mettendo l’accento su alcuni dati fondamentali sull’economia brasiliana, sull’import-export e settori strategici.

COS’E’ IL CLUB ESTERO?

E’ un club creato dalla Camera di Commercio che raduna le imprese sammarinesi interessate a lavorare con i mercati esteri o che già operano a livello internazionale. Per loro, la Camera di Commercio mette in campo una serie di iniziative e attività di supporto specifiche per le loro esigenze di internazionalizzazione: seminari di formazione, convenzioni, incontri con le delegazioni, promozione attraverso i canali camerali sino alle informazioni nell’area riservata del sito internet www.cc.sm.

in san marino

settembre-ottobre 2011

5


S PAZIO SOCI

MARCO ARZILLI Segretario di Stato per l’Industria, l’Artigianato e il Commercio La crisi sta mettendo a dura prova le imprese sammarinesi. Quali sono le iniziative di sostegno intraprese dalla Segreteria di Stato?

Occorre prima di tutto partire dall’assunto per cui la crisi a San Marino è duplice. La prima, a livello internazionale, sta ancora dimostrando tutta la fragilità di un sistema economico che non è ancora uscito dal fallimento Lehman Brothers. La seconda, quella locale, affonda le sue radici nelle difficoltà del rapporto con l’Italia, che pian piano si sta normalizzando. La strada che stiamo percorrendo è quella del “dare risposte”. Alle imprese da un lato e alle politiche del lavoro dall’altro. Più concretamente?

Le politiche del lavoro hanno già cominciato a dare dei segnali. Così anche la riforma tributaria perché non va ad aumentare la parte della contribuzione ma anzi, rende il Paese ancora competitivo nonostante le difficoltà economiche e le difficoltà del bilancio dello Stato. Su questa direttiva la Segreteria di Stato per l’Industria sta lavorando per proseguire il percorso di riforma dei settori dell’impresa: abbiamo iniziato infatti l’anno scorso con la riforma del commercio, per continuare nel 2011 con la riforma delle licenze e nel 2012 con la riforma dell’artigianato. Entro un anno inoltre, vorremmo approdare alle riforme per la sburocratizzazione della Pubblica Amministrazione, per aumentarne la celerità nell’erogazione dei servizi alle imprese e al rilascio delle autorizzazioni. Dall’altro lato stiamo dando concretezza a iniziative come Confidi, a sostegno delle piccole imprese, e

alla grande azione di internazionalizzazione dell’economia. Ovvero aumentare le opportunità di crescita del mercato interno e, al tempo stesso, promuovere il nostro sistema Paese. E in questo la Camera di Commercio è partner della Segreteria di Stato. Qual è lo stato dei rapporti tra San Marino e Italia?

Sicuramente di netto avanzamento. Si è innescato in maniera ufficiale un rapporto storico tra i due Stati, considerato che se oggi possiamo parlare di cooperazione economica e di sinergia fra il Ministero dello Sviluppo Economico italiano e la Segreteria di Stato per l’Industria, è appunto grazie all’intensificarsi delle relazioni. San Marino è un’opportunità per l’Italia e viceversa, perciò è importante ripensare in termini concreti un rapporto che risulti soddisfacente da entrambe le parti, senza essere in antitesi. E come si traducono nella pratica questi intenti?

Condividendo una serie di progetti interessanti per entrambe le realtà economiche. Penso al Parco Scientifico Tecnologico, per cui l’Italia non solo sarà gestore dell’iniziativa insieme a San Marino ma

Nasce il progetto artigiani nel mondo L’Unione Nazionale Artigiani sta implementando la possibilità di conferire una associazione ad honorem a tutti i concittadini sammarinesi residenti all’estero che esercitano una attività artigianale o di piccola impresa nel paese dove sono emigrati. Il progetto, sottoposto anche alla consulta dei cittadini sammarinesi residenti all’estero ha trovano una forte e convinta attenzione per le importanti sinergie di import ed export che si possono creare attraverso contatti internazionali instaurati tra concittadini, ma anche per l’alto valore aggiunto dato dai sammarinesi nel mondo che possono diventare fruitori e convinti sostenitori delle nostre piccole imprese in tutti i cinque continenti. 6

settembre-ottobre 2011

in san marino


per ragionare sul da farsi. I politici devono imparare a pensare che le imprese hanno esigenze fondamentali per la loro sopravvivenza e che quindi hanno bisogno di risposte certe. E soprattutto impegnarsi per favorire la stabilità politica, un valore importantissimo che serve per dare fiducia al Paese. Cosa vede nel futuro della Camera di Commercio?

stanzierà considerevoli finanziamenti. Basti pensare che il Ministro Romani, nel corso dell’ultima visita in Repubblica, ha già messo sul tavolo tre milioni di euro. Un altro esempio concreto è quello dell’accordo, che sarà firmato a breve, per far partecipare le imprese sammarinesi agli incentivi relativi al settore delle energie alternative. L’analisi congiunturale di maggio mostra una lieve ripresa della fiducia delle imprese. O meglio una minore sfiducia. Come viene letto questo dato dalla politica?

Come uno stimolo a fare ancora di più. Nessun timido segnale di ripresa può essere considerato soddisfacente perché le cose da fare sono ancora tante, in primis la normalizzazione del rapporto con l’Italia. Anche se dovessero esserci miglioramenti, sedersi sugli allori com’è stato fatto in passato sarebbe un boomerang che ci riporterebbe a situazioni critiche. È importante quindi che le analisi siano costruttive, reali, come l’indagine statistica fatta dalla Camera di Commercio che è basata su valutazioni a volte difficili da digerire per un politico, ma comunque necessarie

Vedo un ente camerale assolutamente rinnovato, in un’evoluzione che da una parte premia il percorso fatto fino ad oggi e dall’altra ne integra le funzioni con tutta una serie di scelte non fatte in passato. Dovrà essere sempre più l’unico punto di riferimento per chi vuole fare impresa, in grado di dare consulenza ma anche di rilasciare licenze, visure soci e catastali. Quindi dobbiamo concentrare nella Camera di Commercio tutte queste nuove funzioni e farle acquisire “potere di pubblico ufficiale” con tutte le garanzie che servono alla Pubblica Amministrazione. E come si procederà verso questo obiettivo?

Uniformando la Legge con cui è stata creata l’Apse (Agenzia per la Promozione e lo Sviluppo dell’Economia) nel 2001 con quella che l’ha poi trasformata in Camera di Commercio nel 2004, dando vita ad un unico strumento legislativo che le permetta di diventare un ente “pubblico” autonomo, capace di sostenersi e camminare sulle proprie gambe. È uno dei progetti fondamentali per il rilancio dell’economia del Paese e dovrà essere condiviso da tutti, dalle associazioni di categoria, dalla società civile. È una sfida che mi entusiasma particolarmente, visto che si tratta di rimodellare e aggiornare i contenuti ridefinendo anche gli ambiti di collaborazione con la Segreteria di Stato, nelle missioni all’estero e in tutte quelle attività utili a dare nuovo impulso alle imprese sammarinesi.

Banca di San Marino e la Fondazione Ente Cassa di Faetano a servizio della Repubblica E’ stato inaugurato lunedì 26 settembre il primo dei due parcheggi dell’Ospedale di Stato: un progetto nato dalla sinergia tra pubblico e privato che comprende viabilità, cultura, arte, recupero delle tradizioni e sanità. L’investimento di circa 2 milioni e mezzo di euro è stato reso possibile grazie al lavoro svolto dalla Banca di San Marino e dalla altre società del gruppo che con professionalità e passione hanno generato negli anni ingenti risorse da reinvestire nel Territorio. in san marino

settembre-ottobre 2011

7


S TATISTICHE

IL 65% DI IMPRESE SAMMARINESI HA UN SITO WEB I dati dell’Analisi “Internet e le imprese” Grande attenzione delle imprese sammarinesi nei confronti dell’informatizzazione. Questo rivela, in sintesi, l’analisi elaborata dalla Camera di Commercio di San Marino. Su un campione di 500 imprese infatti, il 65% dispone di un proprio sito internet e il 17% di queste lo aggiorna ogni giorno. Ma per meglio comprendere la rilevanza di questi dati, occorre confrontarli con quelli messi a disposizione dall’Istat in Italia per l’anno 2010: tra tutte le imprese che hanno più di 10 addetti, quelle con un sito internet sono pari al 61,3% mentre a San Marino raggiungono quota 77%. Tra queste, quelle del settore industria rappresentano il 69,8% in Italia contro l’85% samma-

rinese. Sempre a parità di dimensioni, il settore commercio italiano conta il 62% di imprese con un proprio portale web mentre anche in questo caso San Marino raggiunge il 77%. Sembra quindi più vivace la realtà sammarinese in cui le aziende, si evince, utilizzano per lo più il loro spazio sul web come un vero e proprio biglietto da visita, considerato che solo il 12% di loro effettua vendite su internet. E appena il 10% di queste ultime (contro un 15% in Italia) realizza dal commercio online oltre il 50% del fatturato.

L’Analisi “Internet e le imprese” è ideata e elaborata integralmente dallo staff della Camera di Commercio di San Marino.

C AMERA DI COMMERCIO È una società per azioni a capitale misto pubblico e privato, detenuto per il 51% dallo Stato e per il 49% dalle Associazioni di Categoria (ANIS, OSLA, UNAS, USC e USOT), dalle banche (Banca Agricola Commerciale, Banca di San Marino, Cassa di Risparmio e Credito Industriale Sammarinese) e dall’Università degli Studi di San Marino. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Simona Michelotti - Presidente Camera di Commercio Silvano Andreani Paride Bugli Riccardo Cervellini Emanuel Colombini Giorgia Gasperoni Giorgio Petroni Vladimiro Renzi Gian Franco Terenzi

STAFF Massimo Ghiotti - Direttore Generale Evelina Guglielmi - Ufficio Qualità e Produzione Roberto Bucci - Consulente organizzazione fiere ed eventi Marco Macina - Assistente di Direzione e Ufficio IT Jessica Dell’Ominut - Ufficio Contabilità e Segreteria Federica Tonelli - Ufficio Legale Massimo Zani - Ufficio Acquisti e Vendite Marianna Bucci - Ufficio Marketing Nicola Michi - Ufficio Produzione e Pianificazione

Anno III - Settembre - Ottobre 2011 - n. 5 Direttore Responsabile: Massimo Ghiotti Redazione: Marianna Bucci Camera di Commercio di San Marino S.p.A. Strada di Paderna, 2 - 47895 Fiorina di Domagnano - RSM Tel. 0549-980.380 - Fax. 0549-944.554 - Mail: info@cc.sm

8

settembre-ottobre 2011

Tiratura 1500 copie Progetto grafico: 3 STUDIO Stampa: STUDIO STAMPA Giornale chiuso il 8 Novembre 2011 Autorizzazione: Segreteria di Stato per gli Affari Interni Copia registrata presso il Tribunale della Rep. di San Marino

Per le immagini di copertina si ringraziano l’Azienda Autonoma di Stato Filatelica e Numismatica e i Musei di Stato in san marino

n. 2011/5 Made in San Marino IT  

magazine della Camera di Commercio di San Marino

n. 2011/5 Made in San Marino IT  

magazine della Camera di Commercio di San Marino

Profile for ccrsm
Advertisement