Page 1

edizioneI’ VENERD ANNO XXIV - N° 1222 VENERDI’ 31 MAGGIO 2013 Visitazione B.V.M.

Oggi4

Bisettimanale di Colleferro, Valle del Sacco, Lepini, Area Metropolitana Sud COLLEFERRO

REGIONE

Accrediti più veloci nella sanità

a pag.7

All’Unitrè si parla del “Vega”

SCRITTORI

a pag. 4

Onorati, pagano o cristiano? FRUTTALDO a pag. 6

AMMINISTRATIVE. I risultati del voto di Domenica

I nuovi Sindaci già al lavoro... A Valmontone è stato eletto sindaco Alberto Latini ERANO 42 i Comuni del Lazio che, alle elezioni di domenica e lunedì scorsi, dovevano rinnovare il Sindaco ed il Consiglio Comunale. Anche nella nostra regione, come nel resto d’Italia, il dato rilevante è stato l’astensionismo: nel Lazio ha votato il 55,79% degli aventi diritto contro il 75,13% della precedente consultazione elettorale.Il dato di Roma ha chiaramente influito in maniera molto pesante facendo registrare un calo analogo anche a livello provinciale. Meno drammatico il dato partecipativo dell’elettorato nelle altre province: Frosinone 75,83% contro l’81,49% (6%); Latina 70,33% contro il 79,74% (-6%); Rieti 73,06% contro l’80,83% (-8%); Viterbo il 68,54% rispetto all’86,37% (-8%) fatto registrare nelle precedenti consultazioni elettorali.

Abbastanza rapide le operazioni di spoglio in tutta la regione

Nella Provincia di Roma erano chiamati alle urne 16 Comuni: Affile, Anzio, Cerreto Laziale, Cervara di Roma, Fiumicino, Gallicano nel Lazio, Magliano Romano, Nettuno, Pomezia, Roccagiovine, Roma,

Sacrofano, San Cesareo, Santa Marinella, Valmontone e Velletri. Nella Provincia di Frosinone erano chiamati alle urne 11 Comuni: Amaseno, Aquino, Arsegue a pag. 2

REGIONE

Settimana dei parchi nel Lazio ROMA - Montagne suggestive, antichi borghi, paesaggi collinari, laghi e boschi secolari. Sono le aree protette del Lazio: quasi 2320 Km quadrati di natura e cultura di rara ed eccezionale bellezza. Per difendere e rilanciare il suo patrimonio, la Regione Lazio ha aderito alla Settimana Europea dei Parchi dal 24 Maggio al 2 Giugno. La manifestazione è promossa da Eroparc, e in Italia da Federparchi, per festeggiare l'istituzione del primo Parco europeo, avvenuta in Svezia il 24 maggio nel 1909. Sono molte le iniziative per permettere ai cittadini di vivere i parchi in maniera gratuita e sostenibile. Durante la “Settimana” è possibile conoscere più da vicino il patrimonio naturalistico della regione, che conta orsi, lupi, camosci, aquile ma anche spettacolari elementi del mondo vegetale. Le sole orchidee, tra i fiori più belli e vistosi, sono presenti nel Lazio con oltre 60 specie (su circa 100 in Italia). Vi sono poi gli alberi millenari, le foreste impenetrabili, le tradizioni locali, i prodotti tipici ...

Tel. e fax 0697305038 GIO AG post@cronachecittadine.it M www.cronachecittadine.it O


2

AMMINISTRATIVE 2013

n° 1222 31 MAGGIO 2013

dalla prima pagina pino, Atina, Boville Ernica, Ferentino, Filettino, Pico, Serrone, Torrice, Villa Santa Lucia. Nella Provincia di Latina erano chiamati alle urne 8 Comuni: Aprilia, Bassiano, Campodimele, Formia, Lenola, Priverno, Sabaudia, Sonnino. Nella Provincia di Rieti erano chiamati alle urne 3 Comuni: Belmonto in Sabina, Borgorose e Varco Sabino. Nella Provincia di Viterbo erano chiamati alle urne 4 Comuni: Sutri, Vallerano, Vignanello ed il capoluogo Viterbo. Per quanto riguarda in particolare i Comuni rientranti nella nostra area di competenza i risultati sono stati i seguenti. Ad Affile (votanti 78,8%, 87,17% nelle precedenti elezioni) è stato confermato sindaco Ercole Viri (Lista Insieme) che ha ottenuto 647 voti (61,26%) contro i 409 della sfidante Anna Peperoni (Lista Civica Affile - 38,74%). A Ferentino è stato eletto Antonio Pompeo (centrosinistra) con 8519 voti (65,25%),

il centrodestra di Marco Valeri 3849 voti (29,48), Corrado Caiti del M5S ha fatto registrare 686 preferenze (5,25%); la percentuale di votanti è stata del 75,07% in calo di circa 10 punti percentuali. A Filettino il nuovo sindaco è Paolo De Meis (260 voti - 55,43%) che ha battuto il sindaco uscente, Luca Sellari, per 54 voti (206 - 43,92%); gli altri quattro candidati hanno totalizzato, tutti insieme, 3 voti… A Gallicano nel Lazio è stato eletto sindaco Marcello Accordino con 1667 voti (50,90%), mentre Mario Galli si è fermato a quota 887 (27,08% - 2 seggi) e Lucia d’Offizi a 533 (16,27% - 1 seggio); nessun consigliere per M5S di Franco Cerquetani (188 - 5,74%). A Gallicano ha votato il 70,70% degli aventi diritto contro l’87,32% delle precedenti elezioni. A Serrone il nuovo sindaco è Natale Nucheli (Lista Insieme) che ha totalizzato 1142 voti (54,69%) contro i 946 (45,30) dell’unico sfidante, Andrea Moscetta (Lista Per Serrone); votanti l’84,08%

degli aventi diritto contro il 90,01% delle precedenti. A San Cesareo è stato confermato sindaco Pietro Panzironi votato da 4651 (64,65%) concittadini che lo hanno preferito ad Arianna Bellia (Lista Voglia di cambiare) con 2021 voti (28,09%) e a Dario Pasqualini (M5S) che in ogni caso con i suoi 522 voti (7,25%) entrerà in Consiglio comunale. Anche qui il crollo dei votanti è stato evidente: 67,84% contro l’86,94% prec. A Valmontone il nuovo sindaco è Alberto Latini (per i dati e gli approfondimenti vedi all’interno del giornale). A Velletri è stato confermato il sindaco di centrosinistra Fausto Servadio (13951 voti - 51%) che ha battuto Salvatore Ladaga (centrodestra 9121 voti - 33,34%) e tutti gli altri candidati le cui liste non raccolgono alcun segglio in Consiglio Comunale: Paolo Trenta (M5S), Fabio Taddei (Velletri Libera + Centro democratico), Paolo Felci (Casapound Italia), Fabio Pontecorvi (Cuore Nuovo).

Il nuovo Sindaco di Valmontone: Alberto Latini

Il nuovo Sindaco di Ferentino: Antonio Pompeo

Il nuovo Sindaco di Serrone: Natale Nucheli

Il nuovo Sindaco di San Cesareo: Pietro Panzironi


n° 1222 31 MAGGIO 2013

ROMANA SUD

3

CASTELLI - PRENESTINI - VALLE DEL SACCO - AREA EST

VALMONTONE. Sull’esito delle elezioni intervengono i candidati sconfitti...

Colucci: «Opposizione costruttiva», Attiani: «Una vittoria mancata...» VALMONTONE – Mentre il neoeletto sindaco Alberto Latini è già a buon punto per quanto riguarda la procedura d’insediamento, le altre liste concorrenti tirano le somme di una campagna elettorale dura e per più di qualche verso, evidentemente, deludente. Nel computo dei voti espressi dai cittadini valmontonesi, appare subito palese una spaccatura sommaria in tre parti dell’elettorato. Il movimento 5 Stelle, che candidava sindaco Francesco Colasuonno, si è fermato al 3,4%... 313 voti che non sembrano aver raccolto il consenso di chi “ha sposato” l’antipolitica... A tal proposito il consigliere comunale della Lista Ora, Francesco Colucci, ha affermato che «l’antipolitica ha vinto,

I candidati sindaco non eletti: Francesco Colucci e Piero Attiani

ma evidentemente i cittadini valmontonesi l’hanno identificata nella lista “Libera Valmontone” di Alberto Latini. E Latini e i suoi sono stati bravi ad intercettare quell’onda

COLLEFERRO

Appuntamento con “Boccaccio in Arte”... COLLEFERRO - Domenica 2 Giugno dalle ore 16:30 fino a tarda sera, a Largo Boccaccio si terrà un entusiasmante appuntamento tra enologia e arte. “Boccaccio in Arte” vedrà ben quattro cantine provenienti da Cori, Piglio e dal Friuli, presentare i loro vini e molti artisti locali giovanissimi ed emergenti, esporre più di cento opere di quadri innovativi. Un appuntamento nuovo, che coinvolgerà molti appassionati di arte, enologia e di musica; sarà infatti possibile degustare degli ottimi vini, tra rossi e bianchi mentre si ascolta musica e si passeggia tra le opere esposte lungo la strada principale adiacente al Bar Boccaccio che, per questa occasione si è fatto promotore di questa iniziativa che merita sicuramente particolare attenzione sia dal punto di vista culturale che enologico.

lunga del grillismo che si è tradotta in un moderato astensionismo ed in consensi positivi nei suoi confronti. Sono stato il primo a congratularmi con lui perché, al di là della

sfida elettorale siamo amici, ma il nostro ruolo all’interno del Consiglio comunale sarà quello di un’opposizione seria e senza sconti, anche se costruttiva e senza “bastoni tra le ruote” pregiudiziali. Non mi sembra che la futura amministrazione abbia le competenze per fare bene il tanto lavoro amministrativo di cui la città ha bisogno: laddove possibile daremo una mano, ciascuno nel proprio ruolo...». Di “opposizione costruttiva” ha parlato anche Piero Attiani, il quale ha comunque definito la propria campagna elettorale «un’esperienza emozionante e significativa per tutta la squadra. Volevamo costruire una proposta politica basata su trasparenza, condivisione e collegialità e sull’impegno

a formare un gruppo unito, attivo, impegnato, rivolto a realizzare il meglio per il bene comune. E questo - ha aggiunto Attiani - è un obiettivo che abbiamo sicuramente raggiunto. Il voto non ha avuto l’esito che aspettavamo, ma comunque quasi un terzo dell’elettorato ci ha dato fiducia: un consenso importante che non bisogna disperdere». I buoni propositi dunque non sembrano mancare, anche alla luce delle affermazioni dello stesso sindaco Alberto Latini, il quale ha assicurato che intende essere il sindaco di tutti (vedi articolo a pag. 5)... Ed ora è evidente che, almeno i due terzi dei valmontonesi, si aspettano interventi decisi, rapidi e di rottura con il passato...

COLLEFERRO. Domenica al teatro Vittorio Veneto

Tributo a Franco Califano COLLEFERRO - Una serata in musica per ricordare Franco Califano. Domenica 2 Giugno al teatro Vittorio Veneto si terrà uno spettacolo in onore del grande cantautore recentemente scomparso. La manifestazione, che si tiene con il patrocinio del comune, vedrà la partecipazione di tanti artisti locali. A partire dalle ore 21 sul palco del teatro si alterneranno gruppi, cantanti ed atleti che si esibiranno sulle note di indimenticabili canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana. Gran parte della serata sarà impegnata dal concerto di Giampaolo Colapietro e la Tac Live Band, che vedrà come special guest Juan Carlos Albelo Zamora, musicista che ha

collaborato con lo stesso Califano oltre che con altri artisti di grande calibro. Accanto alla band tributo di Califano si esibiranno i musicisti dell’Associazione Ars Nova, diretta da Alessandra Fralleone e alcuni giovani di polisportive locali con le coreografie di Anna Maria Colombaretti e Francesca Tortora. Condurrà la serata Stefano Raucci. Parte del ricavato della manifestazione, che è ad ingresso con offerta, sarà devoluto alla Unitalsi di Colleferro per il progetto “Insieme è possibile”, e all’Associazione Tuluile Bantu, in sigla A.TU.BA., per la promozione e la difesa dei diritti umani in Africa, di Padre Clemente Kayembe Lubombo.

Il compianto Franco Califano

LABICO

Approvato il rendiconto e istituito il mercato LABICO - Nei giorni scorsi si è svolto un lungo ed importante consiglio comunale nel quale è stato approvato il rendiconto di Bilancio 2012 e d istituito all’unanimità il mercato contadino che come avviene nei paesi limitrofi darà la possibilità di acquistare frutta e verdura a kilometri zero dai produttori locali. Il punto principale della discussione durata in tutto oltre 5 ore è stato ovviamente quello sul rendiconto di Bilancio 2012 durante il quale il vice sindaco ed assessore al ramo Giorgio Scaccia ha spiegato come l’amministrazione comunale si sia mossa per risolvere l’annoso e costoso problema derivante dal sequestro dei depuratori avvenuto nei primi mesi del 2012. «“Abbiamo messo in bilancio 280 mila euro per la manutenzione degli impianti di depurazione - ha detto Scaccia - che vengono quasi del tutto compensati dall’attivo di gestione (circa 250 mila euro) del servizio idrico integrato e dalla politica di risparmio che stiamo attuando da diversi mesi. Abbiamo cercato in tutti i modi di trattare con l’Acea ma la trattativa non è andata a buon fine per i troppi tentennamenti della stessa società, quindi siamo stati costretti a spalmare nel tempo il debito...».


4

ROMANA SUD

n° 1222 31 MAGGIO 2013

COLLEFERRO. Dotto incontro con l’ Ing. Mastria di Avio

All’Università delle Tre Età si parla del lancio “Vega”

Colleferro, “A scuola di buona politica” al Liceo Marconi

L’intervento della Dott.ssa Antonella Romani

Primo piano dei partecipanti all’incontro sul lancio “Vega” all’Unitrè di Colleferro

di ELEDINA LORENZON

COLLEFERRO – Grande è stata la soddisfazione all’Unitre-Università delle Tre Età per l’incontro con l’Ing. M. Mastria di Avio, ospite dell'ateneo colleferrino per parlare del successo del primo lancio commerciale del VEGA (Vettore Europeo di Generazione Avanzata), avvenuto il 7 Maggio, a poco più di un anno dal primo lancio di qualifica, dalla base europea di Kourou nella Guyana Francese. Nel suo intervento l’Ing. Mastria ha riassunto la storia del Vega, il piccolo lanciatore dal cuore italiano, concepito dall’Agenzia Spaziale Italiana già dagli anni novanta. Ci sono voluti più di dieci anni di studi ed applicazioni per arrivare ai risultati oggi ottenuti che vede la Società Avio, detentrice, in Europa, delle competenze e capacità per sviluppare un lanciatore e questo rappresenta sicuramente motivo di grande orgoglio. Grazie al primo lancio, avvenuto con successo nel febbraio 2012 con il rilascio in orbita del satellite LARES, si è potuto qualificare il lanciatore, ossia certificare con una prova in volo, il funzionamento del VEGA. Con il secondo lancio, il primo di cinque voli commerciali, si è ulteriormente certificato il corretto funzionamento del sistema, riuscendo a porre

L’Ing. Mastria di Avio e il presidente dell’Unitrè di Colleferro Dott. Torti

in orbita ben tre satelliti e precisamente il satellite ProbaV dell'ESA, che effettuerà un censimento globale della vegetazione della Terra, il satellite vietnamita VNREDSat ed una piccola missione di ricerca dell'Estonia basata sul concetto dei CUBEsat.. L’Ing. Mastria ha poi illustrato dettagliatamente la struttura del lanciatore, che pesa ben 138 tonnellate al decollo per un’altezza di 30 metri. Quattro sono gli stadi che compongono il VEGA, i primi tre sono a propellente solido, l’ultimo e più piccolo a propellente liquido. Il primo stadio, denominato P80 viene caricato a Kourou perché la massa di propellente è troppo grande per essere effettuata in

Stabilimento e poi trasportata via mare. Grazie a slides molto dettagliate ha poi spiegato come i satelliti da porre in orbita vengono alloggiati nella parte alta del lanciatore, ricoperta da un guscio atto a proteggere i satelliti durante il volo negli strati bassi dell’atmosfera. Alto quasi dieci metri, è formato da due semi-gusci in carbonio, fabbricati da una società svizzera, che poi vengono sigillati. Nel prosieguo dell’incontro sono state poi evidenziate tutte le operazioni di controllo che vengono effettuate, nella base di Kourou, prima di procedere al lancio, così come è stata evidenziata la traiettoria seguita dal lanciatore e le successive fasi di accensione e spegnimento dei motori per il rilascio dei satelliti a 800 km circa di distanza dalla terra. Il primo volo operativo di VEGA è ancora più “italiano” del volo inaugurale, infatti adesso anche il ‘cervello’ del lanciatore, cioè il suo programma di guida, navigazione e controllo è interamente Made in Italy. Un ulteriore ele-

mento che incrementa il ruolo del nostro Paese, che attraverso l’Agenzia Spaziale Italiana finanzia oltre il 65% del programma. Il successo di VEGA conferma il ruolo di eccellenza dell’Italia nel settore spaziale, e può rappresentare uno sviluppo dal punto di vista economico notevole. Infatti l’era commerciale iniziata con questo secondo lancio, può permettere la programmazione di diversi lanci in un anno, visto il potenziale di questo piccolo lanciatore, agile, versatile e competitivo a livello internazionale in un settore in continuo sviluppo; VEGA può portare infatti in orbita piccoli satelliti di alta tecnologia per l’osservazione ambientale. Il costo di ogni lancio è di 35 mil di euro, ma in Avio si sta cercando di attuare miglioramenti tendenti alla riduzione dei costi di lancio, così come, grazie agli ingegneri, ai tecnici e ai lavoratori tutti, si assicurerà una progressione tecnologica che porterà a nuovi successi per il nostro paese e per la nostra Nazione.

COLLEFERRO - presso la Sala Video del Liceo Scientifico G. Marconi di Colleferro, si è tenuto un interessante quanto emozionante incontro sul tema “A scuola di buona politica. Ricordando Angelo Vassallo”, a chiusura di un interessante progetto didattico che ha interessato gli studenti della Scuola Media Leonardo da Vinci dell’Istituto Comprensivo Colleferro 1 in collaborazione con il presidio di Libera Colleferro. Ad aprire i lavori è stato il saluto e l’intervento del dirigente scolastico prof. Antonio Sapone che ha illustrato le finalità dell’incontro, volto soprattutto a ricercare il senso vero della politica che è mettersi a disposizione degli altri, con le proprie capacità, per perseguire il ben comune. Dopo un intermezzo musicale eseguito dai giovani musicisti della Scuola Media, è stato presentato un estratto dello spettacolo teatrale di Luca Pagliari dal titolo “Angelo Vassallo storia di un uomo coraggioso”, che ripercorre le fasi più significative della sua vita e soprattutto del suo impegno politico . La prof. Amalia Perfetti ha poi illustrato nel dettaglio il progetto didattico, sviluppato con l’Ass. Libera, “ La scuola adotta una vittima di mafia “ che ha avuto quale finalità primaria il ricercare e porre in risalto l’esempio di tanti cittadini, vittime di mafia, attivi e responsabili ed il loro impegno nei confronti della giustizia contro il prevalere della cultura mafiosa. I ragazzi della III G hanno realizzato un video che , attraverso frasi ed immagini , ricostruisce la storia del “sindaco-pescatore” del paese di Pollica, Angelo Vassallo, ucciso il 5 Settembre 2010 , ricordando il suo profondo attaccamento al territorio, alla tutela dell’ambiente e alla legalità. I ragazzi hanno scelto, quale colonna sonora del video, la canzone “Ruga antica” del gruppo folk “Sparvieri”, artisti salernitani impegnati in una musica saldamente legata al territorio ed alle tradizioni. Fabio Natella, voce del gruppo, nel suo commovente intervento ha parlato della canzone dedicata proprio ad Angello Vassallo. Il dr. Del Prete, consigliere con delega alla Cultura, ha sottolineato come manifestazioni che parlino di legalità e di giustizia ai ragazzi, siano ampiamente condivise e sostenute dall’amministrazione comunale perché l’illegalità non si sconfigge solo con lo strumento normativo , ma anche e soprattutto con il coinvolgimento dei cittadini. E’ stata poi presentata da parte degli studenti la richiesta di intitolare un parco, una strada o una piazza proprio ad Angelo Vassallo e il dr. Del Prete ha assicurato che, nel prossimo Consiglio Comunale previsto per il 6 Giugno, sarà data lettura della richiesta. Ha preso poi la parola l’ospite più atteso dell’incontro, Antonio Vassallo che nel suo intenso ed appassionato intervento, ha parlato di suo padre, dell’uomo, del sindaco che amava la sua terra, il suo lavoro e la sua gente. Pollica, questo piccolo paese del Cilento ha guadagnato numerosi riconoscimenti, tra bandiere blu e cinque vele. Grazie a lui è oggi conosciuta in tutto il mondo come esempio di buona amministrazione . In chiusura di manifestazione la dott.ssa Antonella Romani, dirigente scolastica del Distretto Colleferro 1, ha ringraziato gli ospiti intervenuti e gli studenti che con passione si sono dedicati a sviluppare il progetto, sottolineando come la collaborazione con le tante associazioni presenti nel territorio, come Libera, U.G.I., Gruppo Logos e lo scambio di esperienze tra i vari Istituti Scolastici possano migliorare ed arricchire la scuola nel suo impegno per formazione delle future generazioni.

Eledina Lorenzon


ROMANA SUD

VALMONTONE. Il sindaco ringrazia tutti e prepara la Giunta

Latini: «Adesso si lavori per il bene della città...» VALMONTONE - «Passata la sbornia dei festeggiamenti e la fatica di una campagna elettorale molto dura, è tempo di metterci al lavoro per far sì che, nel più breve tempo possibile, si inizi a dare le risposte che i cittadini ci hanno chiesto. Abbiamo detto che siamo diversi dagli altri e lo dimostreremo mantenendo gli impegni assunti». Esordisce così il neo sindaco di Valmontone, Alberto Latini, già al lavoro da martedì per sistemare le diverse formalità e partire con il governo del paese. Oltre ad incontrare i dirigenti degli uffici comunali, per conoscere il quadro della situazione, Latini sta lavorando per comporre il proprio esecutivo e giungere, nei prossimi giorni, alla convocazione del primo Consiglio comunale. «L’ho detto appena eletto e lo ribadisco con forza oggi – afferma Latini – voglio essere il sindaco di tutti i valmontonesi. La vittoria è stata netta ma dobbiamo comunque riconoscere un paese diviso quasi in tre ed è giusto, anche questo in discontinuità con il passato, che l’Amministrazione comunale guardi con uguale attenzione tutte le situazioni, senza le solite distinzioni tra amici e nemici. Le cose da fare sono tante ma siamo convinti che possiamo farle perché, come ribadito più volte nei giorni scorsi, abbiamo sempre avuto il sostegno di tanti amici al di fuori del Comune e sappiamo che la Regione Lazio guarda con grande interesse alle problematiche di Valmontone: raccolta differenziata, parcheg-

n° 1222 31 MAGGIO 2013

5

Colleferro, a presto la riapertura di “rianimazione”

In alto: il sindaco Latini incontra i dipendenti. A fianco: Latini “saggia” la poltrona di Sindaco...

gi alla stazione, viabilità, edilizia popolare al Villaggio, cimitero. Ci sono cose importanti che possono avere risposte in tempi brevissimi».

«Colgo l’occasione – ribadisce il sindaco Alberto Latini – per ringraziare tutti i valmontonesi che hanno condiviso il nostro progetto, che hanno avuto il coraggio di buttarsi alle spalle un passato poco felice e scommettere su una squadra molto giovane, con diverse donne di spessore e competenze certe, che dimostrerà che Valmontone può essere governata in modo serio, onesto e trasparente guardando esclusivamente al bene collettivo, avendo come punto cardine della nostra Amministrazione quan-

to scritto all’art. 1 del programma elettorale: ‘Ogni azione politico-amministrativa degli eletti della lista Libera Valmontone verrà posta in essere nell’esclusivo interesse pubblico’. L’incontro con i dipendenti è stato molto positivo e sono convinto che è proprio grazie alla loro collaborazione che Valmontone avrà un cambio di passo notevole». «Un grazie speciale – conclude Latini – va a tutti gli amici che ci sono stati vicini in questa campagna elettorale: da Marco Vincenzi a Michele Civita, da Renzo Carella a Fabio Bellini, da Gino De Paolis a Gianluca Quadrana e agli altri consiglieri e assessori della Giunta Zingaretti che ci hanno fatto sentire la loro vicinanza. Un grazie particolare va anche ai segretari regionali del Pd e di Sel che, dinanzi alla cancellazione di Primarie già convocate, hanno preso le distanze da una scelta che ci privava di uno strumento di grande democrazia. Oggi che i veleni sono archiviati, sono certo che in Consiglio comunale potremo lavorare tutti insieme per il bene esclusivo di Valmontone».

Mario Cacciotti e Nazareno Renzo Brizioli

COLLEFERRO – Nei giorni scorsi il sindaco Mario Cacciotti si è incontrato a Tivoli, presso la sede della Asl Rm G, con il direttore generale Nazareno Renzo Brizioli, per affrontare le problematiche dell’ospedale generale di zona “L. Parodi Delfino”. «Il direttore Brizioli - dice in proposito il sindaco Cacciotti - mi ha dato la massima rassicurazione sul veloce proseguimento del programma di rinnovamento dell’ospedale, già in atto da tempo, che prevede tra l’altro l’apertura della rianimazione. In questi giorni presenterà la richiesta per l’autorizzazione regionale e, quindi, a breve sarà possibile dare il via ai quattro posti letto previsti». «Sono indispensabili - continua il sindaco Mario Cacciotti - per far sì che il nostro ospedale rimanga quel punto strategico di enorme importanza, quale è, per i cittadini di questo comprensorio, molti dei quali sono anziani. Un ospedale di eccellenza che da sempre è il punto di riferimento per migliaia di persone, anche grazie alla professionalità e alle grandi doti umane del personale medico e paramedico che, nonostante le problematiche che spesso si sono trovati ad affrontare, continuano a lavorare con grande abnegazione. Per questo li ringrazio e li invito a continuare così». A. C. S.

Tre maestre in pensione a Colleferro COLLEFERRO (B.C.) - Dopo tanti anni di onoratissimo servizio tra gli alunni della scuola elementare Dante Alighieri di Colleferro, andranno in pensione tra qualche giorno lasciando a malincuore le loro amate cattedre, le “maestrissime” Carla Morbioli, Maria Antonietta Vittori e Anna Maria Proia. Andranno in pensione dopo aver trascorso una intera vita tra i banchi della scuola e dopo aver dedicato anima e corpo a tutti i cicli scolastici che negli anni si sono susseguiti. Le mestre Morbioli, Proia e Vittori sono state delle vere maestre, a trecentosessanta gradi, amate e soprattutto rispettate dagli alunni e dai loro genitori che molto devono a queste tre donne per l’educazione, i sani principi e le cose belle che hanno trasmesso ai loro bambini. A loro vanno i sinceri auguri degli alunni, dei loro genitori, di tutto il personale della loro scuole e, naturalmente di Cronache Cittadine!!!


6

n° 1222 31 MAGGIO 2013

CULTURA & SOCIETA’ LIBRI-SPETTACOLI-STORIA-ARTE-MUSICA-PERSONAGGI

INTERVISTA. Il famoso scrittore castellano risponde direttamente sull’interrogativo

Onorati, pagano o cristiano? Analisi introspettiva dei due libri “La saga degli ominidi” e “Le tentazioni di Frate Amore” di LUCIA FRUTTALDO

La pittura di Italo Turri ad Alatri

L

o scrittore Aldo Onorati è conosciuto soprattutto per “La saga degli ominidi”(un affresco picaresco dell’ultimo lembo della civiltà contadina nei Castelli Romani) giunto alla settima edizione, un long-seller che da quarant’anni occupa l’attenzione dei critici (da Solange De Bressieux a Giorgio Bàrberi Squarotti, da Han Hyeong Kon a Domenico Rea, da Evgenij Solonovich a Sergio Quinzio che parlò d’un immemorabile paganesimo vivo in quest’opera), e degli studenti che compilano tesi di laurea in Italia e all’estero sul libro. Lo scrittore di Albano ha scavato - per primo nell’antropologia culturale dei Castelli Romani, nel paganesimo che qui convive da duemila anni con il cristianesimo. Però, questo autore ha scritto pure testi di indubitabile religiosità cristiana: “Il Dio ritrovato”, “Incontro con Zaccaria Negroni”, biografia spirituale del personaggio ora in via di beatificazione (l’allora Vescovo di Albano, Mons. Dante Bernini, dichiarò pubblicamente che il breve testo di Onorati lo aveva incoraggiato nell’idea di aprire la causa di avvio agli altari del suscitatore di energie spirituali Zaccaria Negroni), “Quando Dio scommette sugli umili” (biogra-

ALATRI - L’Amministrazione Comunale di Alatri ospita nella suggestiva cornice del Chiostro di San Francesco una mostra dedicata ad Italo Turri, in arte “Monzon”, dal titolo “La Poetica della Testimonianza”. Una mostra assai vasta e completa che consentirà di immergersi nelle emozioni dell’artista e permetterà di scoprire il mondo di “Monzon”, il “pittore anagnino dei cartoni”, la sua visione poetica, istintiva e genuina del “quotidiano” e l’immediatezza della sua arte affidata a materiali poveri e di scarto. L’apertura della mostra, con ingresso libero, è prevista per questo Sabato 1 Giugno alle ore 18,30, fino al 20 Giugno in piazza R. Margherita. La presentazione è a cura della prof.ssa Maria Teresa Valeri. Giorgio Barberi Squarotti ed Aldo Onorati

fia di suor Teresa Maria Maggiori), opere tradotte in varie lingue, dall’inglese al portoghese etc. Si aggiunge a questi scritti, ora, “Le tentazioni di Frate Amore” (editrice Tracce di Pescara, già dal nostro giornale recensito quasi all’apparire in libreria), un romanzo immerso interamente in un misticismo sostanziale, infitto nel mistero della vita, del cosmo, in una ricerca di Dio palpitante e vibratissima nella visione del protagonista, un frate cappuccino, Stefano, combattuto fra le attrazioni delle cose ter-

rene e l’inesplicabile mistero dell’universo, della materia in sé quale grandiosa opera di Dio. Allora ci si chiede da più parti: com’è possibile una frattura così diametrale nel sentire e nel pensare di Aldo Onorati? In realtà, risponde l’autore, non si tratta di alcuna frattura, bensì di complessità del vedere la vita e il mondo nelle loro feconde contraddizioni, per cui in una sola persona si possono sintetizzare le molteplici spinte dell’essere, formate dal bene e dal male, dalla terra e dal cielo, dai contrasti eterni della Storia che cade e risorge continuamente in un inesplicabile moto di vita che tutto contiene e sviluppa attraverso una forza che spesso prescinde dalla ragione e non trova spiegazioni se non nel lievito dei sentimenti opposti, e per ciò stesso inafferrabile. «Ad ogni modo - continua Onorati- in tutti i miei libri c’è sempre un riferimento (ora esplicito ora implicito, qui più ampio, altrove sfuggente), a Cristo, anche negli “Ominidi”. Non c’è contraddizione in me: c’è nella vita. Io sono uno scrittore che vive e descrive con passione l’esistenza, abbandonandomi al Mistero», conclude Aldo Onorati.


ROMANA SUD

n° 1222 31 MAGGIO 2013

ROMA-REGIONE

7

ATTUALITA’ DELLA CAPITALE E DEL LAZIO

REGIONE LAzIO. zingaretti procede a ritmi sostenuti

Sanità, procedure veloci per accreditare le imprese

ROMA - Prosegue a ritmi sostenuti lo smaltimento delle pratiche di accreditamento definitivo per le strutture sanitarie della Regione. La velocizzazione delle procedure voluta dal presidente Nicola Zingaretti, in qualità di Commissario ad acta, inizia a produrre risultati concreti. Nei giorni scorsi hanno ricevuto il via libera definitivo altre 50 strutture che così, dopo anni di attesa, escono dal limbo della precarietà normativa ed istituzionale. Si tratta di cliniche, case di cura, poliambulatori centri psichiatrici. Tra i centri interessati ci sono le strutture psichiatriche di Colle Cesarano, gestite dall’Italian Hospital Group a Guidonia Montecelio, il laborato-

rio Pasteur a Roma, la Comunità Maieusis a Capena (Rm), la Comunita il Chicco Onlus a Ciampino, il presidio Carvital a Roma, la Casa di Cura Città Bianca a Veroli (Fr), il S. Raffaele di Trevignano, Villa delle Querce, la Rsa Villa Clara a Fiumicino, il presidio Capodarco di via Lungro a Roma. Complessivamente nella Capitale le strutture che con gli ultimi provvedimenti hanno avuto l’accreditamento definitivo sono 21, di queste 18 quelle con sede nei comuni della provincia romana, 3 nell’area del frusinate, 6 a Latina e 2 nella nell'area di Viterbo. A questi si aggiungono 27 centri accreditati lo scorso aprile. In totale dal 9 Aprile sono stati firmati 104 decreti.

www.cronachecittadine.it e-mail: post@cronachecittadine.it

Settimanale dell’A.C.A.S. - Associazione Nazionale Culturale Amici della Stampa Ed. Colleferro, Valle del Sacco, Lepini, Metropolitana Sud

DIRETTORE RESPONSABILE

GIAN LUCA CARDILLO CONDIRETTORE

GIULIO IANNONE VICE DIRETTORE

LUCIANA VINCI

DIRETTORE P.R. & MARKETING

BEATRICE CARDILLO

SEGRETARIA di REDAZIONE

MIRIAM D’EMILIA

Direzione, Redazione c/o sede dell’A.C.A.S. Associazione Culturale Amici della Stampa - Club Amici della Stampa - Via Artigianato 61- 00034 Colleferro (Roma) - Telefoni: 06 97305038 (anche Fax) Pubblicato dall’ A.C.A.S., Codice Fiscale n° 95008710584 - Iscrizione al Tribunale di Frosinone n° 200 del Marzo 1990 - Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa n° 2950. Foto: Archivio Cronache Cittadine e A. Mele. Stampa in proprio: c/o ass. Tip. Bonanni - Colleferro (Rm). Il contenuto degli articoli, dei servizi, le foto ed i loghi nonché quello voluto da chi vi compare rispecchia esclusivamente il pensiero degli artefici e non vincola mai in nessun modo Cronache Cittadine, la direzione, la redazione, la proprietà, l’Acas, che si riservano il pieno ed esclusivo diritto di pubblicazione, modifica e stampa a propria insindacabile discrezione senza alcun preavviso, né autorizzazioni. Articoli, foto ed altro materiale, anche non pubblicato, non si restituiscono. La collaborazione a qualsiasi livello e sotto qualsiasi forma è soltanto gratuita e riservata ai soci e simpatizzanti del sodalizio rientrando nelle norme statutarie dell’Acas che non persegue fini di lucro. Tutti i collaboratori e sostenitori sono considerati per libera scelta ed automaticamente soci ed il loro contributo è volontario per l’affermazione dei valori culturali ed informativi e sociali, insiti nelle finalità associative. In nessun caso esiste esiste un rapporto di tipo lavorativo e/o subordinato diretto o indiretto a qualsiasi livello e con chiunque. Le inserzioni sono riservate ai soli associati e simpatizzanti ed hanno carattere divulgativo - promozionale nel loro stesso ambito. Ogni inserzione dà automaticamente diritto alla qualifica di socio comprendendo le regolari quote associative annuali. E’ vietata ogni tipo di riproduzione di testi, foto, disegni, marchi, etc... Si avvisano i soci che le date, i formati, i contenuti, possono subire variazioni di ogni tipo. Copia omaggio ceduta senza alcun corrispettivo ad associati e simpatizzanti. Esente IVA e bolla di accompagnamento ai sensi di legge. Oltre 200.000 contatti. Spazi inserzioni sempre proporzionali.© Copyright 1995-20092010-2011-2012-2013. Testata iscritta al Registro Nazionale della Stampa N. 2950 eal Registro degli Operatori della Comunicazione (ROC) N. 1394.

•BREVI ANCI

Rischio emarginazione under 30 ROMA - «Il rischio concreto è che un’intera generazione venga spinta ai margini della società e dello Stato, con conseguenze gravi sull’economia, com’è evidente, e sulla fiducia nei confronti del futuro e del proprio paese, conseguenze che possono anche minare la coesione sociale». Lo afferma il coordinatore nazionale di Anci Giovani e sindaco di Dogliani, Nicola Chionetti, commenta al sito dell’Anci il rapporto annuale dell’Istat, secondo cui l’Italia ha «la quota più alta d’Europa» di giovani tra i 15 e i 29 anni che nè lavorano nè studiano».

PROVINCE

Delrio incontra l’Upi

Sanità del Lazio: procedure di accreditamento velocizzate

ROMA - «Il Ministro Delrio ci ha confermato di considerare indispensabile per il Paese mantenere una istituzione di area vasta, con funzioni chiare di amministrazione del territorio, e di condividere la nostra richiesta di definire una proposta di riordino complessivo che passi dall’eliminazione degli enti strumentali inutili e dalla riorganizzazione degli uffici periferici dello Stato sui territori. Da questo partiremo per cercare di costruire un percorso comune». Lo dichiara il Presidente dell’Upi, Antonio Saitta, al termine dell’incontro avuto oggi con il Ministro delle Regioni e delle Autonomie, Graziano Delrio, insieme al vicepresidente Vicario Upi, Angelo Vaccarezza, ai presidenti della Provincia di Padova, Barbara Degani, di Firenze Andrea Barducci, di Potenza Piero Lacorazza e Sondrio, Massimo Sertori. «La riforma delle Province - ha detto Saitta - non può più essere affrontata all’insegna delle banalità».

PROCREAZIONE

Test per sconfiggere malattia... ROMA - Nascerà tra due mesi il primo bambino al mondo concepito in provetta da genitori portatori sani di Niemann-Pick, gravissima malattia rara che causa un’inesorabile degenerazione del tessuto nervoso. Il piccolo non ha ereditato però questa patologia grazie all’impiego della diagnosi degli embrioni effettuata prima di impiantare quelli sani, privi dell’anomalia genetica. Ne da’ notizia Ermanno Greco, responsabile delcentro di biologia e medicina della riproduzione dell’European Hospital di Roma. «La coppia si è rivolta a noi perchè non si riteneva in grado di sostenere psicologicamente la sofferenza legata alla nascita di bimbo malato, che non avrebbe mai goduto nè di salute nè di qualità di vita accettabile - afferma Greco - parliamo di una malattia attualmente non curabile e con limitate prospettive di sopravvivenza. Noi abbiamo proposto la tecnica della diagnosi preimpianto». La metodica, vietata dalla legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita, è stata riammessa nel 2009 da una sentenza della Corte Costituzionale che l’ha dichiarata legittima per i casi di infertilità.

LAZIO

Documentario premiato a New York ROMA - “Women Workers War”, realizzato con il contributo della Regione Lazio, ha ottenuto il premio come miglior documentario al Workers Unite Film Festival di New York. Un riconoscimento prestigioso in un festival internazionale che ogni anno premia le migliori produzioni tra un ventaglio di proposte provenienti da tutto il Mondo. E’quanto si legge in una nota della Regione Lazio. “Per l’edizione di quest'anno - continua la nota nella sezione documentari, il premio è stato assegnato agli autori Gaia Capurso, Massimo Ferrari (che è anche regista) e a Maurizio Di Loreti”.


Cronache Cittadine n. 1222 del 31 Maggio 2013  

Bisettimanale di informazione locale

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you