Issuu on Google+

edizioneEDI’ MERCOL ANNO XXIV - N° 1192 MERCOLEDI’ 23 GENNAIO 2013 Santa Emerenziana

Oggi4

Bisettimanale di Colleferro, Valle del Sacco, Lepini, Area Metropolitana Sud

COLLEFERRO

Consuntivo 2012 del Commissariato di Polizia di Stato

CULTURA

a pag. 4

Le belle sculture di Jacopo Cardillo in mostra a Sora

a pag. 7

Colleferro. Le opposizioni insorgono contro la decisione di Cacciotti

«Incarichi ai consiglieri illegittimi» Il sindaco di Colleferro Mario Caccotti entra nel mirino delle contestazioni dell’opposizione

Vibrata lettera di protesta a Prefetto, Giunta, consiglieri e dirigenti comunali a pag. 7

Artena. Dai mezzi provenienti da Colleferro...

A Macere gli studenti lasciati a terra dai bus di LUCIANA VINCI

STUDENTI APPIEDATI. Agli studenti frequentanti le scuola di Macere d’Artena non resta che farsi venire a prendere dai genitori...

ARTENA - Moltissimi studenti diretti alle Scuole di Velletri, in attesa alla fermata delle Macere di Artena, provenienti anche dai Castelli romani, al mattino vengono lasciati molto spesso a terra dai pullman provenienti da Colleferro, e che transitano alle 07,25, 07,30 e 07,40. Alcuni autisti si fermano, ma magari è impossibile salire per troppo affollamento, altri , anche se non a pieno carico, proseguono la corsa.

E agli studenti non resta che telefonare ai genitori per farsi accompagnare a scuola. Ma, tranquillo non è neanche il ritorno a casa, per la ressa degli studenti, svariate centinaia, per salire sui mezzi, con, oltre i disagi, anche danni fisici. Si potrà certamente ovviare a questi inconvenienti, magari istituendo corse particolari per raccogliere i numerosi studenti che dai Castelli si recano a Velletri per frequentare vari corsi scolastici compreso l’Istituto Alberghiero, come hanno fatto altri Centri? Se lo chiedono genitori e alunni.

GIOTel. e fax 0697305038 AG post@cronachecittadine.it M www.cronachecittadine.it O


2

n° 1192 23 GENNAIO 2013

ATTUALITA’

REGIONALE DEL LAZIO E DI ROMA

•BREVI

LAziO. Eleggibili ora venti rappresentanti in meno...

Tar conferma il numero di consiglieri a cinquanta ROMA - Ora i consiglieri della Regione Lazio saranno 50 e non più 70. Come previsto dal decreto della presidente uscente Renata Polverini, alle prossime elezioni regionali che si terranno il 24 e 25 Febbraio insieme alle politiche, verranno eletti per la regione Lazio 50 consiglieri. Lo ha deciso il Tar del Lazio, respingendo le richieste di Radicali e Verdi che sollecitavano la sospensione del decreto della Polverini. “Data la singolarità della questione e i complessi profili di interesse pubblico rilevanti nella specie – si legge nell’ordinanza del Tar – in questa fase occorre avere particolare riguardo alla necessità di non pregiudicare le esigenze di certezza inerenti al procedimento elettorale in corso”. Il Tar ha ritenuto inoltre “che non possa considerarsi pienamente acquisita la prova del fatto che l’eventuale fissazione in via cautelare del numero dei consiglieri da eleggere in 70 comporti con certezza l’esclusione della necessità di ripetere le elezioni nell’ipotesi di reiezione del ricorso nel merito. Già fissata il 7 Marzo prossimo l’udienza di merito.

Roma

Caritas, Quattro Ruote di bontà

Una seduta del consiglio regionale del Lazio

LAziO. Contro il Ministero dll’Economia www.cronachecittadine.it e-mail: post@cronachecittadine.it

Settimanale dell’A.C.A.S. - Associazione Nazionale Culturale Amici della Stampa Ed. Colleferro, Valle del Sacco, Lepini, Metropolitana Sud

DIRETTORE RESPONSABILE

GIAN LUCA CARDILLO CONDIRETTORE

GIULIO IANNONE VICE DIRETTORE

LUCIANA VINCI

DIRETTORE P.R. & MARKETING

BEATRICE CARDILLO

SEGRETARIA di REDAZIONE

MIRIAM D’EMILIA

Direzione, Redazione c/o sede dell’A.C.A.S. Associazione Culturale Amici della Stampa - Club Amici della Stampa - Via Artigianato 61- 00034 Colleferro (Roma) - Telefoni: 06 97305038 (anche Fax) Pubblicato dall’ A.C.A.S., Codice Fiscale n° 95008710584 - Iscrizione al Tribunale di Frosinone n° 200 del Marzo 1990 - Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa n° 2950. Foto: Archivio Cronache Cittadine e A. Mele. Stampa in proprio: c/o ass. Tip. Bonanni - Colleferro (Rm). Il contenuto degli articoli, dei servizi, le foto ed i loghi nonché quello voluto da chi vi compare rispecchia esclusivamente il pensiero degli artefici e non vincola mai in nessun modo Cronache Cittadine, la direzione, la redazione, la proprietà, l’Acas, che si riservano il pieno ed esclusivo diritto di pubblicazione, modifica e stampa a propria insindacabile discrezione senza alcun preavviso, né autorizzazioni. Articoli, foto ed altro materiale, anche non pubblicato, non si restituiscono. La collaborazione a qualsiasi livello e sotto qualsiasi forma è soltanto gratuita e riservata ai soci e simpatizzanti del sodalizio rientrando nelle norme statutarie dell’Acas che non persegue fini di lucro. Tutti i collaboratori e sostenitori sono considerati per libera scelta ed automaticamente soci ed il loro contributo è volontario per l’affermazione dei valori culturali ed informativi e sociali, insiti nelle finalità associative. In nessun caso esiste esiste un rapporto di tipo lavorativo e/o subordinato diretto o indiretto a qualsiasi livello e con chiunque. Le inserzioni sono riservate ai soli associati e simpatizzanti ed hanno carattere divulgativo - promozionale nel loro stesso ambito. Ogni inserzione dà automaticamente diritto alla qualifica di socio comprendendo le regolari quote associative annuali. E’ vietata ogni tipo di riproduzione di testi, foto, disegni, marchi, etc... Si avvisano i soci che le date, i formati, i contenuti, possono subire variazioni di ogni tipo. Copia omaggio ceduta senza alcun corrispettivo ad associati e simpatizzanti. Esente IVA e bolla di accompagnamento ai sensi di legge. Oltre 200.000 contatti. Spazi inserzioni sempre proporzionali.© Copyright 1995-20092010-2011-2012-2013. Testata iscritta al Registro Nazionale della Stampa N. 2950 eal Registro degli Operatori della Comunicazione (ROC) N. 1394.

Presentato dall’Anci il ricorso per l’Imu ROMA - L’Anci Lazio, tramite lo studio del prof. avv. Enrico Michetti, ha presentato al Tar del Lazio il ricorso per l’Imu contro il ministero dell’Economia e Finanze, per gli atti che hanno determinato la differenza Ici-Imu e la variazione del Fondo sperimentale del riequilibrio. Lo comunica, in una nota, l’Anci Lazio. I comuni del Lazio che hanno aderito gratuitamente all’iniziativa con spese legali a carico dell’Associazione sono ben 19 e precisamente: Barbarano Romano, Fiamignano, Canale Monterano, Casalattico, Gorga, Villa San Giovanni in Tuscia, San Vito Romano, Sermoneta, Terelle, Castelliri, Oriolo Romano, Maenza, Torri in Sabina, Salisano, Monteleone Sabino, Configni, Settefrati, Roccagorga, San Donato Val di Comino.

ROMA - “Quattro ruote di bonta”, è questo il nome dell’inizitiva, promossa dalla Caritas, che vede in questi giorni un autocarro circolare tra i supermercati di Roma per raccogliere alimentari da donare alle famiglie in difficoltà. L’iniziativa è stata presentata dal direttore della Caritas, monsignor Enrico Feroci, e dall’assessore alle Attività produttive di Roma Capitale, Davide Bordoni. Il tour itinerante sta facendo tappa nei supermercati della catena Emmepiù e nei centri commerciali romani per sensibilizzare i consumatori ad aderire alla raccolta di beni di prima necessità per le famiglie assistite dall’Emporio della solidarietà della Caritas.

Rifiuti

Sottile: Lazio, quattro “Tmb” ROMA- Il commissario per l’emergenza Rifiuti nella Capitale, Goffredo Sottile, ha individuato quattro impianti Tmb nel Lazio che dovranno trattare i rifiuti indifferenziati di Roma, Fiumicino, Ciampino e Stato della Citta' del Vaticano. I siti degli impianti indicati si trovano ad Albano Laziale (Roma), a Viterbo, a Colfelice (Frosinone) e a Castelforte (Latina).

Frattocchie

Pilastro misura mondo ritrovato ROMA - Ritrovato a Frattocchie, vicino Marino, il cosiddetto caposaldo B, uno dei due pilastri utilizzati nel 1855 dall’astronomo italiano Angelo Secchi per determinare la “misura del Mondo”. La scoperta del caposaldo, individuato da un gruppo di ricercatori italiano coordinato dall’Università Roma Tre, permetterà di determinare la precisione delle misure realizzate all’epoca lungo l’Appia Antica, nel tratto compreso tra il monumento di Cecilia Metella e la torre in località Frattocchie di Marino.


n° 1192 23 GENNAIO 2013

COLLEFERRO

3

VALLE DEL SACCO - MONTI LEPINI

COLLEFERRO. Le opposizioni insorgono e contestano ufficialmente la decisione di Cacciotti

«Incarichi consiliari illegittimi»

I consiglieri Girolami e Gessi e la responsabile del Crc Ina Camilli inviano una lettera al Prefetto COLLEFERRO - Dai consiglieri comunali d’opposizione Emanuele Girolami e Claudio Gessi nonchè da Ina Camilli responsabile del Comitato Residenti Colleferro riceviamo e pubblichiamo il testo di un comunicato stampa inviato al sindaco di Colleferro Mario Cacciotti, al Prefetto Dott.Pecoraro, al viceprefetto di Roma Dott. Caporale, al Difensore Civico Dott. Filocamo, ai membri della giunta comunale colleferrina, al presidente del consiglio comunale De Ferraro, al vicepresidente dello stesso Stendardoi, ai consiglieri comunali di Colleferro e capigruppo e al segretario comunale Rocca e ai dirigenti dell’ente locale , avente come oggetto “....Illegittimità degli atti sindacali. Affidamento compiti di collaborazione amministrativa a Consiglieri comunali (6.12.2012).”. Eccone il testo: “...In merito alle lettere di conferimento di incarichi a sette consiglieri di maggioranza, formuliamo le seguenti osservazioni in ordine alla legittimità ed opportunità politica della decisione assunta dal sindaco Cacciotti. Nella suddetta lettera, egli si richiama l’art. 50 del TUEL (L.18.8.2000, n. 267), il quale non riconosce tra le prerogative del sindaco quella di incaricare consiglieri a collaborare direttamente con lui, salvo che a delegarli non sia il Consiglio comunale. Non è quindi individuabile nel TUEL il fondamento di un generale potere di affidamento di compiti di collaborazione amministrativa a consiglieri da parte del sindaco. Detta norma, infatti, concerne esclusivamente una specifica fattispecie relativa alla delegabilità dell’esercizio di funzioni di competenza statale. Il TUEL peraltro distingue le funzioni spettanti agli organi locali: al consiglio comunale la funzione di indirizzo e controllo

Una recente manifestazione con la presenza di alcuni consiglieri delegati

politico-amministrativo (art. 42), alla giunta compiti di collaborazione con il sindaco nella gestione del Comune (art. 48) ed al sindaco la responsabilità e la rappresentanza dell’Ente comunale (art. 50). E’ opinione condivisa e supportata dalla giurisprudenza che il sindaco non possa incaricare consiglieri a collaborare allo svolgimento di attività amministrative di governo dell’Ente, non potendo costoro gestirle direttamente per conto del sindaco. Ne deriverebbe sia una impropria commistione del ruolo di controllore-controllato del consigliere, che si troverebbe in una illegittima situazione di vantaggio rispetto agli altri componenti del consiglio, sia una vigilanza “attenuata” sulla gestione dei servizi pubblici resi ai cittadini. Peraltro anche quando la giurisprudenza ammette la delegabilità di alcune competenze, si richiama sempre alle previsioni dello Statuto e limitatamente per approfondimenti collaborativi, per riferire e/o relazionare al consiglio comunale su materie di sua competenza. Pertanto, il sindaco potrà esercitare tale potere solo se previsto in via generale e unicamente nei limiti prefissati dallo Statu-

to dell’Ente. Giova qui richiamare l’art. 41, comma 2, dello Statuto comunale di Collferro, che consente al sindaco di delegare funzioni di “direzione e di indirizzo”, limitatamente agli assessori, in quanto membri di un organo esecutivo: tale previsione conferma in capo al sindaco la conferibilità solo agli assessori di funzioni ad esso attribuite per uffici e servizi...Nel caso in questione, la Legge statale e lo Statuto comunale non contengono previsioni normative che consentano al sindaco di conferire una delegaincarico, né disciplinano la delega interorganica a consiglieri. Tali possibilità devono essere previste nello Statuto: senza una specifica previsione eegli non può incaricare singoli consiglieri, pena la violazione e lesione delle competenze e delle prerogative dell’organo cui appartiene (parere del Ministero dell’interno del 17.12.2009). Il sindaco cacciotti, inoltre, non ha attribuito ai sette Consiglieri “affari di propria competenza” o rientranti nella sua attività di Ufficiale di Governo, come previsto dagli artt. 31 e 54 del TUEL, ma, all’opposto, ha trasferito funzioni appartenenti ad altri, con la probabilità di conflit-

ti di competenza e di poteri tra il suo ruolo, gli assessori, i dirigenti ed i consiglieri delegati, scelta foriera di gravi conseguenze, paralizzanti l’operatività della stessa giunta e del consiglio comunale, che sono espressione di democrazia . Anzi, lo Statuto comunale di Colleferro non consente nemmeno di affidare ad essi “funzioni istruttorie”, salvo il ricorso al criterio generale ammesso dal parere del Ministero dell’Interno del 13/09/2006 . L’applicazione di tale criterio ammette, infatti, che il consigliere possa essere “incaricato di studi su determinate materie, di compiti di collaborazione circoscritti all’esame e alla cura di situazioni particolari, che non implichino la possibilità di assumere atti a rilevanza esterna, né di adottare atti di gestione spettanti agli organi burocratici.” Il consigliere, in quanto membro di un organo collegiale, eletto dal corpo elettorale, svolge attività di indirizzo e controllo politico-amministrativo, anche nei confronti del sindaco... La motivazione dei suddetti incarichi, coincidenti con il rimpasto della giunta, oltre alle violazioni suesposte, non sembra rispondere alle esigenze funzionali dell’Amministrazione comunale, dato il carattere disomogeneo delle materie e l’assenza di un criterio razionale nell’attribuzione delle competenze. Se, infatti, si ammettesse la legittimità di tale incarico in favore di Consiglieri si allargherebbe surrettiziamente il numero degli Assessori...Pertanto i sottoscritti invitano l’amministrazione, nella persona del sindaco Cacciotti, nell’ambito del principio dell’autotutela, a voler adottare tutti i provvedimenti necessari a ristabilire il pieno rispetto della normativa e dei principi statutari”.

Cell. 334.9695671 Cell. 348.3097074


4

n° 1192 23 GENNAIO 2013

COLLEFERRO - VALLE DEL SACCO - MONTI LEPINI

COLLEFERRO. il 2012 è stato costellato di importanti risultati operativi

Il gran lavoro della Polizia Il Commissariato di Colleferro ha registrato un lusinghiero e positivo bilancio COLLEFERRO - Il Commissariato della Polizia di Stato di Colleferro, egregiamente diretto dal Vice Questore Aggiunto dr. Antonio Giordano, ha reso noti i dati operativi relativi al 2012. «Si è trattato di un anno di intenso lavoro - ha dichiarato il dr. Giordano - nel corso del quale i risultati operativi sono stati soddisfacenti e tutto sommato in linea con quelli dell’anno precedente, a coronamento degli sforzi di tutti gli uomini del nostro commissariato compiuti nel segno della prevenzione, con la predisposizione di mirati servizi straordinari di controllo del territorio, e della polizia giudiziaria, a seguito della commissione di fatti reato». Questi i dati operativi relativi all’anno 2012. Controlli registrati in banca dati effettuati durante i servizi: totale controlli 790, persone controllate 1098, veicoli 763, documenti 876. Delitti denunciati all’Autorità Giudiziaria: 212, persone denunciate in stato di libertà 23, persone arrestate 5, stupefacenti sequestrati 7,5 Kg., perquisizioni 10. Controlli amministrativi 120, sanzioni amministrative 5, passaporti rilasciati 1478, porto d’arma rilasciati 445, autorizzazioni varie 550, trasporti esplosivi 300, inserimento Sdi 500. Trattati ben 831 permessi di soggiorno, effettuati 439 segnalamenti dattiloscopici, accompagnamento Ufficio Immigrazione Roma 6, accertamenti effettiva convivenza 10, ricezione pubblico (media) 20 persone al giorno. Trattati inoltre 50 esposti, 40 sfratti, 1 sgombero, 20 informazioni arruolamento, 10 informazioni adozioni, 15 ispezioni case famiglia, 5 informazioni antimafia 200 corrispondenze uffici per segnalazioni varie. Un plauso dunque agli uomi-

ni del Commissariato di Colleferro diretti dal Dott. Giordano per la dedizione con la quale, nonostante alcune ristrettezze e limitazioni oggettive sono risuciti anche nel 2012 a svolgere una concreta azione di legalitàa tutela dei cittadini.

CONSUNTIVI La Polizia di Stato di Colleferro registra un 2012 assai denso di positiva attività. A destra il Dott. Giordano, dirigente del commissariato di C.so Garibaldi (foto sotto)

COLLEFERRO. “Da Vinci”, “Urbani” “Barchiesi”

Musica e poesia di scena al “Comprensivo 1” COLLEFERRO - Nei giorni scorsi ha avuto luogo, presso la chiesa Immacolata di Colleferro, un emozionante appuntamento dedicato alla musica ed alla poesia. Protagonisti della serata sono stati l’ Orchestra “Leonardo da Vinci”, formata da cento ragazzi provenienti dall’indirizzo musicale dell’omonima scuola media, ed il coro di voci bianche, composto dai bambini delle classi quinte provenienti dalle scuole primarie G.P.D., Urbani e Barchesi con la collaborazione di alcune sezioni della L. da Vinci. In tutto erano ben duecentocinquanta i piccoli “musicisti” dai dieci ai quattordici anni, i quali, con grande impegno ed entusiasmo, hanno dato vita ad un programma piuttosto impegnativo considerando la giovane età. Infatti, ai più significativi brani musicali della tradizione natalizia, ha fatto seguito la toc-

cante recitazione di poesie e testi letterari ispirati a questo particolare momento dell’anno. I suoni degli archi (violini e violoncelli), dei fiati e delle tastiere dell’orchestra, le belle melodie intonate dal coro e l’alternarsi delle voci recitanti hanno suscitato l’entusiasmo del numeroso pubblico presente. Il saluto della dirigente scolastica, dott. ssa Antonella Romani (in foto) ha concluso la manifestazione. E’ stato insomma un risultato importante per il neo istituto comprensivo, all’insegna della collaborazione e della professionalità. Da non dimenticare l’altrettanto ben riusicta replica del concerto, con organico ridotto, presso l’ospedale di Colleferro ed il Saggio della Classe di Pianoforte .


COLLEFERRO - VALLE DEL SACCO - MONTI LEPINI

COLLEFERRO. “Consulta le Donne” si incontra col sindaco

Donne in giunta, Cacciotti per ora risponde “picche” COLLEFERRO

Dall’Ugi: ancora niente porta a porta COLLEFERRO - Dall’Ugi, Unione Giovani Indipendenti riceviamo il seguente comunicato stampa. “A 428 giorni dalla delibera del Consiglio Comunale di Colleferro, approvata nel lontano 14 Novembre 2011, la raccolta differenziata dei rifiuti urbani porta a porta non ha ancora preso il via in nessun quartiere del territorio comunale, nonostante l’amministrazione si fosse impegnata a procedere in tal senso entro la fine dell’oramai concluso 2012, dopo un voto unanime del consiglio comunale. Tale ritardo, frutto di negligenza e disinteresse, assume un connotato di preoccupante gravità, considerato l’allarme rifiuti in cui versa la Capitale e lo smantellamento della Provincia (principale finanziatore della raccolta porta a porta). Il mancato adempimento della delibera impedisce alla differenziata comunale di partire e decollare, così da limitare drasticamente il conferimento di rifiuti nella vicina discarica di Colle Fagiolara e da gettare le basi per la chiusura dell’impianto, giunto ormai ben oltre la sua capienza e prorogato ad oltranza nella più completa indifferenza ed irresponsabilità. Una criticità, una ferita aperta nel territorio che espone la Valle del Sacco alla minaccia dei rifiuti romani la cui gestione, dovuta all’incompetenza del sindaco Alemanno, rischia ora di danneggiare ulteriormente il territorio della Provincia e del resto della Regione. L’Unione Giovani Indipendenti rinnova con forza la sua richiesta alla giunta Cacciotti affinché in maniera seria supplisca con urgenza alle proprie mancanze per iniziare la dismissione di impianti pericolosi, dannosi ed inutili che hanno reso Colleferro tristemente nota.

COLLEFERRO - Nei giorni scorsi una delegazione del gruppo Consulta le Donne ha incontrato il sindaco di Colleferro Mario Cacciotti per ricevere la risposta alle richieste precedentemente avanzate sulla composizione del “Comitato unico di garanzia (Cug)”, sulla delega alle politiche per le pari opportunità e sul riequilibrio della rappresentanza di genere in Giunta. “In merito al Cug - affermano le responsabili della consulta in un comunicato stampa - sappiamo che si stanno completato le designazioni da parte delle rappresentanze sindacali. Sulla rinnovata richiesta di delega alle pari opportunità, il sindaco si è impegnato a conferirla ad uno degli assessori e, qualora non vi sia da parte loro disponibilità, potrebbe trattenerla per sé, ipotesi che va valutata favorevolmente, perché ci consentirebbe di instaurare un rapporto diretto con l’amministrazione ed avere risposte comunque immediate. E’ stata affrontata infine la questione della Giunta e ribadita la richiesta di nominare almeno un assessore donna, in quanto, l’attuale composizione viola le norme vigenti in materia di pari opportunità . A tal riguardo il sindaco, irremovibile nella sua posizione di non accogliere la nostra richiesta, ha assicurato, a conclusione dell’incontro, che la sottoporrà all’esame dei capigruppo con l’intento di trovare con loro una soluzione alternativa”.

n° 1192 23 GENNAIO 2013

5

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER LA PROPAGANDA ELETTORALE Cronache Cittadine, Quotidiano Sera e CronacheCittadine.it nell’ambito della propria autonomia ed in esecuzione delle leggi vigenti e degli emanandi regolamenti di attuazione, per la raccolta di propaganda elettorale per le elezioni Politiche 2013, le elezioni Regionali del Lazio 2013, porta a conoscenza degli utenti il seguente Codice di Autoregolamentazione: 1 - Nei trenta giorni consentiti dalla legge 10/12/1993 n. 515, l’Editore raccoglierà inserzioni elettorali da pubblicare sulle proprie testate, secondo le regole tutte sottoindicate. 2 - Le inserzioni di propaganda elettorale dovranno essere relative a: a) annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze e discorsi, b) pubblicazioni destinate alla presentazione dei programmi, delle liste, dei gruppi di candidati e dei candidati; c) pubblicazioni di confronto tra i candidati. Tutte le inserzioni dovranno recare la seguente dicitura: “Propaganda elettorale”. Non saranno accettate inserzioni pubblicitarie elettorali pure e semplici e cioè le pubblicazioni esclusivamente di slogan positivi o negativi, di foto o disegni, di inviti al voto non accompagnati da adeguata, ancorché succinta, presentazione politica dei candidati e/o di programmi e/o di linee, ovvero non accompagnati da una critica motivata nei confronti dei competitori. Per tali inserzioni vi è un espresso divieto legislativo. (art.2 legge 515/93).

Il palazzo comunale colleferrino e, nel riquadro il sindaco Cacciotti

ARTENA

COLLEFERRO

Villa Borghese Stanzani sul diventerà pessimo stato parco pubblico delle strade ARTENA - L’amministrazione comunale artenese ha recentemente deliberato l’approvazione del contratto di locazione per l’affitto di Villa Borghese. Si tratta di una parte del parco delimitata dalla vecchia via Latina, dalla zona conosciuta come “Prato Deo”, con la zone “Le Coste” e con la strada comunale Porta Vecchia che arriva fino a via Garibaldi. Il Comune pagherà alla famiglia un canone annuo, per i prossimi sei anni, con possibilità di rinnovare la locazione per altri sei. La concessione di questa parte di Villa Borghese consentirà all’Ente Locale di realizzare un parco fruibile ai cittadini.

COLLEFERRO - Diana Stanzani dirigente del Pd colleferrino interviene sulla situazione delle strade locali maggiormente trafficate che definisce “è pessima”. «Il cattivo tempo - afferma Stanzani - evidenzia il degrado di molti tratti a cui manca la manutenzione ordinaria da tempo. Cosa aspetta l’amministrazione per intervenire? Il brutto tempo di queste ultime ore sta mettendo in evidenza ancora di più la situazione di degrado in cui versano le strade di Colleferro a maggior traffico ...Non ho memoria dell’ultimo intervento di manutenzione ordinaria effettuato ...».

3 - La richiesta di inserzione elettorale dovrà essere rivolta direttamente alla redazione, contattando il n. 06.97305038 oppure via e-mail all'indirizzo post@cronachecittadine.it 4 - Le richieste di inserzioni elettorali, con gli specifici dettagli relativi alla data di pubblicazione e le eventuali posizioni di rigore, etc., dovranno pervenire (anche in formato elettronico e via e-mail) di norma quattro giorni prima della data richiesta per la pubblicazione. Il materiale dovrà essere inviato già pronto per la pubblicazione in formato JPG o PDF. 6 - In osservanza delle regole di cui alla legge 10/12/93 n. 515 e degli emanandi regolamenti in attuazione, al fine di GARANTIRE LA POSSIBILITÀ DI ACCESSO IN CONDIZIONI DI PARITA’ e l’equa distribuzione degli spazi tra tutti i soggetti interessati che ne abbiano esigenze informative e che ne abbiano fatto tempestiva richiesta: a) l’Editore comunicherà ai richiedenti l’eventuale mancanza di disponibilità alla pubblicazione per la data o le date indicate. L’Editore concorderà con l’inserzionista i tempi e gli spazi, se diversi da quelli richiesti, per la pubblicazione in altra data; se ciò non fosse possibile l’Editore procederà ad una riduzione proporzionale degli spazi richiesti onde garantire l’accesso a tutte la categorie interessate. b) Analogamente, qualora dovessero verificarsi fenomeni di accaparramento di spazi, l’Editore si riserva, per garantire concretamente la possibilità dell’accesso in condizioni di parità nonché l’equa distribuzione degli spazi tra tutti i soggetti che ne abbiano fatta richiesta, di ristabilire una pari condizione per i richiedenti, procedendo nel modo indicato nel precedente punto a). L’Editore Associazione Culturale Amici della Stampa


6

n° 1192 23 GENNAIO 2013

METROPOLITANA HINTERLAND CASTELLI ROMANI - PRENESTINI

ROCCA PRiORA.Al locale Santuario “Madonna della Neve”

Ottavario dell’Epifania e tante lodevoli iniziative di LUCIANA VINCI

ROCCA PRiORA - L’Ottavario dell’Epifania, manifestazione che da oltre un secolo si ripete nel Santuario della Madonna della Neve di Rocca Priora, ha avuto luogo anche quest’anno, con delle belle cerimonie serali, che hanno richiamato tantissimi fedeli. Questo rito religioso è stato ideato dal fondatore dei Padri Pallottini, don Vincenzo Pallotti, e per molti decenni è stato officiato nella bella Chiesa di Sant’Andrea della Valle in Roma. Attualmente sono solo tre le città che hanno conservato questa suggestiva tradizione. Tra queste Rocca Priora, grazie al rettore, don Leonardo D’Angelone, che ama

TRADIZIONI. Le coppie che hanno rinnovato, quest’anno, il loro “Si” davanti a Dio, per i 25, 50 e 60 anni, con il rettore Don Leonardo D’Angelone

fortemente la Madonna della Neve Oltre a questa tradizione religiosa, altre manifestazioni legano, da sempre, il Santuario alla popolazione di Rocca Priora, tra queste in particolare, il Festival “Bim-

•BREVI Frascati

Dizionario locale dei personaggi FRASCATi (Luciana Vinci) - Il Centro Studi e Documentazioni Storiche di Frascati ha edito, con il contributo della Banca di Frascati, la “Prima Appendice 2006 - 2012” del Dizionario Biografico di personaggi nati o vissuti nella città castellana, e realizzata da Lucio De Felici e Valentino Marcon, con la revisione di Bianca Maria De Felici. Venti i nuovi nominativi (storici, archeologi, politici, artisti ed altro), del passato e contemporanei, che vanno idealmente aggiunti al Dizionario Biografico pubblicato nel 2006, e che ne integrano, o meglio, ne completano il contenuto. Tra i più noti ricordiamo: Lucrezia Borgia, mons. Giovanni Busco, Tonino De Juliis, Adolfo Foligni, Bruno Martellotta, Mario Tamburrano, Roberto Tomei e padre Secondino Zelli.

Ariccia

Ristampa di “Castelli Romani” bincanto” e numerosi spettacoli, la cui direzione artistica è stata affidata al soprano Maria Angela Boni, che ha dato vita anche ad un riuscitissimo “Concerto di Natale”, con attiva partecipazione personale, del Gruppo

Musicale “Pentagramma” e di tanti piccoli da tre a sei anni. Dobbiamo anche ricordare il notevole lavoro svolto da tutti i membri dell’attivissimo Comitato con in testa il suo vice presidente Leopoldo Zocconali.

ARiCCiA (Luciana Vinci) - E’ stata edita, ad Ariccia, la ristampa anastatica della interessante ed importantissima storica rivista “Castelli Romani - Vicende - Uomini - Folclore”, fondata nel 1956 da Vincenzo Misserville, assiduo frequentatore dell’area castellana, e che ha avuto, tra i Direttori Responsabili illustri e noti storici (Tito Basili, Nello Nobiloni e Renato Lefevre). La rivista, veramente unica nel suo genere, per gli studiosi ed appassionati , è una vera ed inesauribile miniera di notizie. Info: 06/9330456


n° 1192 23 GENNAIO 2013

CULTURA

7

SOCIETA’ - ARTE - SPETTACOLI - EVENTI...

MOSTRE. Grandissimo successo della personale inaugurata da Vittorio Sgarbi

Le straordinarie sculture di Jacopo Cardillo a Sora

S

i sarebbe dovuta concludere Domenica 6 Gennaio scorsa, ma, visto il notevolissimo successo di critica e di presenze (migliaia e migliaia di visitatori!) la singolare mostra personale di scultura di Jacopo Cardillo, organizzata da Mauna Loa sotto il patrocinio del Comune di Sora e promossa dall’Associazione Culturale Sothis, presso il Museo della Media Valle del Liri di Sora., si è deciso di prolungarla fino al 31 Gennaio per poter vedere o rivedere ancora le opere. La Mostra era stata inaugurata prima di Natale alla presenza del noto critico d’arte Vittorio Sgarbi e di numerosi amministratori locali e di rappresentanti del mondo della cultura e dell’arte a vari livelli, tra cui Maria Teresa Benedetti, importante storico dell’arte che segue Jacopo con grande attenzione e che di lui ha detto:«...Nel panorama complesso, spesso problematico dell’arte contemporanea, Jacopo Cardillo si connota come giovane, coraggiosa presenza. La sua speculazione svaria dall’amore per la grande tradizione scultorea (si dichiara emulo della sublime perfezione di Adolfo Wildt) alla curiosità per la sperimentazione in materiali insoliti, utilizzati con abilità ricca di ironia. Così la fedele iconografia del Ritratto di Benedetto XVI, testimone di acuta penetrazione psicologica oltre che di sicura abilità esecutiva, si affianca alla bizzarria di immagini suscitate da mondi improbabili, germogliate dall’inconoscibile. La passione altresì per la musica induce l’artista a ipotizzare contaminazioni feconde, dalle quali ci attendiamo esiti sicuramente esaltanti...». Artista giovanissimo Cardillo, originario di Anagni, che già vanta un curriculum di tutto rispetto, tra cui spicca la partecipazione alla 54° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia al Padiglione Italia (Regione Lazio) presso Palazzo Venezia a Roma e il conferi-

Jacopo Cardillo nel corso della confernza stampa di presentazione della mostra delle sue sculture a Sora. A fianco l’eccezionale busto marmoreo raffigurante il Papa Benedetto XVI

Cardillo illustra a Sgarbi le sue sculture alla presenza di citici ed amministratori

mento dell’Onorificenza della Santa Sede “Croce Pro Benemerenti”, Medaglia Pontificia per la realizzazione del busto in marmo di Papa Benedetto XVI, non solo è un abile scultore, ma anche musicista, cantante e compositore. Grazie al suo spiccato ed eclettico talento, riesce a dare forma alla materia come alla musica con il fine di esprimere la propria creatività in modo libero, in una società contemporanea ormai quasi omologata. Alla presentazione della riusscitissima e singolare mostra, oltre all’artista Cardillo, erano presenti l’organizzatore dell’evento, Gaetano La Rocca, il sindaco di Sora, Ernesto Tersigni, il presiden-

te del consiglio sorano Iula, Mons. Bruno Antonellis, la dottoressa Benedetti, l’assessore alla cultura della provincia di Frosinone Antonio Abbate e il sopracitato critico Vittorio Sgarbi, che è stato anche il suo primo scopritore. «Una mostra straordinaria quella di Jacopo Cardillo che evidenzia la enrome fertilità culturale ed artistica della provincia di Frosinone, territorio in cui sbocciano e crescono talenti eccezionali ha dichiarato l’assessore Abbate - e Jacopo Cardillo ne rappresenta un validissimo esempio essendo un artista brillantissimo, scultore e musicista al tempo stesso,

capace di saper fondere e far dialogare due forme d’arte, appunto la scultura e la musica, apparentemente distanti, ma che lui riesce a far dialogare sapientemente. La presenza di Sgarbi, ormai un amico del nostro territorio - ha conlcuso Abbate - ha conferito all’evento ancor più rilievo e prestigio per favorire ancora la massima partecipazione di visitatori, anche dopo le festività, all’insegna della cultura di qualità».

Sgarbi e il sindaco di Sora Tersigni inaugurano la mostra di Jacopo Cardillo

Altre suggestive ed importanti opere d’arter esposte alla mostra di Sora



Cronache Cittadine n. 1192 del 22 Gennaio 2013