Page 22

At tualita` Comunicato stampa

ARCHI di LUCE: Herzog & de Meuron firmano un progetto immobiliare di prestigio a Lugano Il progetto immobiliare ARCHI di LUCE, presentato al pubblico lo scorso 4 maggio a Lugano, nasce dal desiderio di creare un nuovo complesso residenziale che sappia inserirsi armoniosamente nel contesto urbanistico e paesaggistico del territorio in cui si colloca. Il promotore ha deciso di affrontare questa sfida collaborando con gli architetti Herzog & de Meuron, appartenenti al gotha dell’architettura a livello mondiale, voluti proprio per la loro capacità di esprimere un linguaggio contemporaneo nel pieno rispetto dell’ambiente e dell’architettura circostante. Un progetto ambizioso che desidera dare ancor più lustro all’area di Villa Favorita dando vita ad una realizzazione architettonica di grande pregio e valore con ricadute positive, a livello di immagine e di indotto economico, per la Città di Lugano. All’interno dell’area Villa Favorita, la proprietà ARCHI di LUCE si estende per circa 6'000 m2 e prevede la realizzazione di un complesso residenziale di sole 8 unità abitative, ciascuna con una superficie lorda da 360 a 660 m2, progettate per essere vissute come 8 singole ville indipendenti. Una visione che privilegia qualità di vita, privacy e quiete, a vantaggio dei futuri proprietari e dell’intera area residenziale. La collaborazione con lo studio di architettura svizzero Herzog & de Meuron è stata fortemente voluta dal promotore per la rinomata capacità di realizzare progetti che sono nello stesso tempo molto creativi e molto sensibili al sito, alla geografia e alla cultura della regione per la quale un edificio è concepito. I loro progetti incontrano un grande successo e si traducono in grossi incarichi internazionali, tra i quali: Tate Modern a Londra (2000, ampliamento previsto per 2012), Allianz Arena a Monaco di Baviera (2005), lo Stadio Olimpico Nazionale di Pechino (2008), la sala della filarmonica, Amburgo (realizzazione prevista 2011). Il progetto ARCHI di LUCE è stato concepito da Herzog & de Meuron seguendo un principio di non invadenza e di continuità rispetto agli elementi caratterizzanti l’area originaria, conservandone la sua struttura unitaria; grazie ad un approfondito studio della vegetazione ed anche alla collaborazione di Michel Desvigne, architetto paesaggista di fama internazionale e docente all’Accademia di Architettura di Mendrisio, è stato possibile valorizzare ulteriormente le aree verdi con il mantenimento delle essenze già presenti in loco e con l’apporto di nuovi alberi. I due terzi della proprietà sarà così caratterizzata da paesaggio naturale. Il team di progettisti è stato inoltre coadiuvato

22   Ticino Business

dall’Architetto ticinese Sergio Cattaneo noto per la sua conoscenza dell’area di Villa Favorita e per la grande attenzione al rispetto del patrimonio paesaggistico e culturale. La firma degli Architetti, che lo hanno concepito e progettato, rende ARCHI di LUCE un’opera assolutamente unica nel suo genere in grado di dare pregio e valore all’area di Villa Favorita e alla Città di Lugano. Grazie all’eco che la sua realizzazione potrà avere a livello internazionale, ARCHI di LUCE è in grado di generare ricadute positive a livello turistico e di valorizzazione territoriale. Ulteriori benefici potranno derivare dall’indotto economico che tale progetto potrà determinare in fase realizzativa e dagli introiti fiscali che Città e Cantone potranno trarne. www.archidiluce.ch

Ticino Business  
Ticino Business  

n. 05 - Giugno 2010

Advertisement