Page 1

Alchechengi

Eleonora Alberello Federica Cristiani Laura Pesenti

Caterina Petroni Alessio Sciascia Chiara Simoncelli

Politecnico di Milano Laurea Magistrale di Design della Comunicazione Laboratorio di Sintesi Finale A.a. 2013/2014


1. Progetto 2. Target 3. Strategia 4. Comunicazione 5. Format

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.1 Cos’è Plug Scopo del progetto è creare Plug, una social web tv dedicata alla Zona 9 di Milano. L’obiettivo del canale è coinvolgere i cittadini nella risoluzione di alcuni aspetti problematici del quartiere e nella riappropriazione del territorio.

In particolare, con Plug vogliamo creare una rete che metta in contatto i cittadini, le associazioni, i negozianti, gli enti comunali e li coinvolga in attività di condivisione e riqualificazione del quartiere.


1.2 Fasi del progetto

RICERCA

STRATEGIA

FORMAT

contrasto

creazione di Plug

Sordi & Baccani Investigations promo

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.3 Ricerca sul campo

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.4 Contrasti

VIVACE VS. SPENTO

ABBANDONO VS. INNOVAZIONE

STATICITà VS. PASSAGGIO

CAOS VS. VUOTO

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.4 Contrasti

vivace

reinvenzione

passaggio

vuoto

contrasto

caos

staticitĂ

abbandono

spento

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.5 Seconda ricerca sul campo

workshop “In un giardino�: confronto diretto con i cittadini

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.6 Punti di vista

Risultato emerso dalle due fasi di ricerca: il contrasto piÚ grande è quello tra i PUNTI DI VISTA delle persone che vivono il quartiere progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.7 Mission

MISSION Porre i cittadini di fronte ai contrasti del proprio ambiente di vita per far sì che da una maggior consapevolezza nasca una comunità attiva, vivace e partecipe

COLLISIONE DEI PRECONCETTI

CONFRONTO TRA PUNTI DI VISTA

AZIONE E CAMBIAMENTO

progetto | target | strategia | comunicazione | format


» Riserva ampio spazio alle opinioni delle persone, affrontando un range di tematiche molto vasto.

» Progetto dedicato a La Maddalena, un luogo problematico segnato da contrasti stridenti, fatto di luci e ombre in cui la creatività può diventare antidoto e rimedio al degrado.

città

» Riscopre Parigi attraverso reportage e interviste a commercianti, artigiani, gallerie d’arte e associazioni, offrendo loro un’occasione per raccontare la propria storia. D’interesse è anche la gestione del rapporto tra la metropoli e i quartieri che la compongono; a ciascuno di essi è infatti dedicata una specifica web-tv.

quartiere &

» È pensata e costruita da chi abita e lavora in questa fetta di città. L’approccio agli argomenti affrontati, inoltre, tende ad ironizzare su tutto e ad offrire alle persone una visione più positiva del proprio ambiente di vita.

ironia

1.8 Casi studio

contrasto &

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1.9 Reason why

La comunità non è soddisfatta della vivibilità del quartiere.

Il quartiere soffre della mancanza di cure da parte di molti dei suoi abitanti, della quale le iniziative locali non possono farsi carico da sole.

La zona 9 è ricca di potenzialità inespresse che meritano di essere valorizzate

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1. Progetto 2. Target 3. Strategia 4. Comunicazione 5. Format

progetto | target | strategia | comunicazione | format


2.1 Stakeholder

ABITANTI

POLITECNICO DI MILANO

ASSOCIAZIONI

INIZIATIVE ANALOGHE

primari secondari

NEGOZIANTI

COMUNE DI MILANO

STUDENTI & LAVORATORI

progetto | target | strategia | comunicazione | format


2.2 Target 1/3 I 50+

ROSSANA

- Adulti tra i 50 e i 65 anni - Pensionati o prossimi alla pensione - Residenti nel quartiere da molti anni - Interessati ad attività di risoluzione dei problemi del quartiere.

Età 57 anni Occupazione Assistente sociale

Needs Informazioni sulle iniziative del quartiere Key benefits Strumento per proporre le proprie idee.

Origini Nata in una famiglia meridionale, è cresciuta a Bovisa e conosce bene la storia e la geografia del quartiere.

Vorrei che l’opinione che molte persone hanno di Bovisa non fosse così negativa. Non è vero che è nessuno la cura, ci sono molte iniziative di gente che sta cercando di fare qualcosa.

Situazione A breve andrà in pensione. I figli sono andati via di casa da qualche anno, quindi vive sola col marito fruttivendolo. Nel tempo libero ama passeggiare, leggere e cucinare piatti etnici. Partecipa a numerose iniziative promosse nel quartiere, come Coltivando. Bisogni Poter proporre le proprie idee e dire la sua in merito alle dinamiche di quartiere. Più persone maggiormente coinvolte nella vita del quartiere. Riconoscimento e sfruttamento del potenziale inespresso della zona. progetto | target | strategia | comunicazione | format


2.2 Target 2/3 Studenti fuori sede

Martina

- Studenti del Politecnico di Milano - Trasferiti nella Zona 9 da poco. - Poche conoscenze nel quartiere.

Età 19 anni

Needs Gruppo di frequentazione Luoghi di intrattenimento vicini a casa. Key benefits Conoscere nuove persone Introduzione alle dinamiche del quartiere Informazioni su iniziative e punti di aggregazione.

Origini è una ragazza sarda trasferitasi a Bovisa per studiare al Politecnico

Occupazione studentessa di Design del Prodotto

Ho sentito parlare di iniziative interessanti come Coltivando, sarei curiosa di partecipare, ma non saprei con chi andarci e ho il timore di ritrovarmi con persone molto più grandi di me.

Situazione ha scelto di abitare in Bovisa per comodità, nonostante sia conscia dei rischi dell’abitare in una zona di periferia. Non conosce molte persone all’interno del quartiere, per svagarsi la sera ha bisogno di muoversi verso zone più centrali Bisogni Stringere amicizia con dei coetanei del quartiere Più punti di aggregazione e di svago Un quartiere più sicuro nelle ore di scarsa frequentazione

progetto | target | strategia | comunicazione | format


2.2 Target 3/3 Giovani 25-32 anni

FEDERICO E MARGHERITA

- Giovani che si trasferiscono nel quartiere per i bassi prezzi degli affitti. - Non hanno familiarità con la zona.

Età 28 e 26 anni

Needs Nuove relazioni Abitare in un quartiere vivibile, nell’ottica di mettere su famiglia nella zona Key benefits Strumento per partecipare in prima persona alle attività del quartiere Contatto con altre persone della zona.

Occupazione Federico scrive saltuariamente per una rivista di geopolitica ed è alla ricerca di un impiego fisso. Margherita lavora da due anni come infermiera.

Non è male, ma non siamo del tutto convinti che sia il luogo adatto dove mettere radici. Ci piacerebbe conoscerlo meglio per convincerci di aver fatto la scelta giusta...

Situazione Hanno appena cominciato a convivere in un bilocale a Dergano. Trascorrono poco tempo nel quartiere in quanto entrambi lavorano altrove. Non hanno quindi modo di stringere delle relazioni in zona ed hanno ancora una conoscenza superficiale del quartiere; tuttavia, desiderano ambientarsi meglio nell’area in cui risiedono. Bisogni: Informazioni su iniziative locali per costruire un ambiente più vicino ai loro desideri Entrare in contatto con persone simili a loro Capire se il quartiere sarà un luogo adatto dove poter crescere dei figli progetto | target | strategia | comunicazione | format


2.3 Target secondario

Associazioni legate al territorio

Negozianti

“Nuove” famiglie con bambini piccoli

» gruppi di persone, di sovente residenti nel quartiere in cui agiscono » azioni su aspetti sociali o ambientali problematici

» piccole attività commerciali » clienti abituali » punti di aggregazione e riferimento di comunità ristrette o gruppi etnici.

» famiglie trasferitesi nel quartiere da pochi anni » ancora non hanno molte conoscenze nella zona.

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1. Progetto 2. Target 3. Strategia 4. Comunicazione 5. Format

progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.1 Struttura di Plug

#

hashtag

TEMATICHE

Facebook fanpage

Canale Youtube

http:

condivisione link

post

Landing page

#

Profilo Twitter

verde urbano mobilità sostenibile multiculturalità smart cities memoria sociale identità e periferie

hashtag

commenti

http: video del canale

condivisione link

post

Community progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.2 Plug oggi

696 like

45

post a settimana

progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.3 Plug oggi

progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.4 Plug domani: obiettivi

Piano editoriale: promozione

Settimana dell’arte inconsapevole: fotografa nel quartiere un’opera d’arte che sembra dettata dal caso e pubblicala sulla pagina di Plug!

contest

eventi ad hoc

partecipazione ad eventi MULTICULURALITÀ di organizzazioni locali

contenuti ad alto interesse IDENTITÀ PERIFERIE per il Etarget

progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.4 Plug domani: obiettivi BREVE TERMINE

MEDIO TERMINE

LUNGO TERMINE

Community solida e vasta: dialogo reale nel quartiere. fine 2013

1000 1 like

fine gennaio 2014

fine marzo 2014

fine giugno 2014

utenti:

utenti:

5/10 post

10/20 post

a settimana

a settimana

Maggiore partecipazione dei cittadini alla vita del quartiere e ai suoi eventi.

progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.5 Timeline STRUMENTI » social network e web » distribuzione di materiale cartaceo » intervento sul territorio FASI »Social: viene trasmessa una grossa quantità di contenuti sulla pagina Facebook di Plug e vengono poste le basi della community. »Promozione sul territorio: - volantini nel quartiere (strade e negozi) - sticker al Politecnico di Milano - eventi di altre iniziative locali - installazioni

Conclusa questa fase, avendo raggiunto una maggiore awareness del canale, la comunicazione continua solo sul web.

16 dicembre 15 febbraio

15 febbraio 28 febbraio

1 marzo fine del mondo progetto | target | strategia | comunicazione | format


3.6 Promozione Âť legame con il territorio

Âť call to action

Âť contrasto progetto | target | strategia | comunicazione | format


1. Progetto 2. Target 3. Strategia 4. Comunicazione 5. Format

progetto | target | strategia | comunicazione | format


4.1 Tono di voce

ironico

colloquiale

fresco

progetto | target | strategia | comunicazione | format


4.2 Moodboard

innovazione cooperazione & scoperta

sporcarsi le mani reinvenzione & edutainment progetto | target | strategia | comunicazione | format


4.5 Media design FACEBOOK

» legame con il territorio » innovazione » costruzione

progetto | target | strategia | comunicazione | format


1. Progetto 2. Target 3. Strategia 4. Comunicazione 5. Format

progetto | target | strategia | comunicazione | format


Cercasi investigatori per casi straordinariamente banali


1 mondo narrativo


1.1. Bisogni del target SCOPRIRE LE INIZIATIVE

PUNTI DI VISTA

riflettere sullo stato del quartiere confrontandosi con punti di vista diversi

ADULTI 50-65 ANNI

(RI)SCOPRIRE IL QUARTIERE

vivere il quartiere con nuove esperienze per (ri) scoprirne lati nascosti o dimenticati

venire a conoscenza di iniziative di buon vicinato o di riqualificazione del quartiere

AVERE PIù VISIBILITà STUDENTI FUORI SEDE

agganciarsi a una community per comunicare a una maggiore quantità di persone

GIOVANI 25-32 AFFEZIONARSI AL QUARTIERE

DARE VOCE ALLE PROPRIE IDEE

fare pace col luogo nel quale vive

esprimere le proprie idee, proposte, osservazioni sul quartiere PADRONI DI CANI


1.2. Trama Alice, una giovane studentessa naive e ottimista e Carlo, un vecchio signore burbero e disilluso, si trovano a convivere sotto lo stesso tetto nel cuore di Bovisa. Inizialmente, i due personaggi si scontrano a causa delle loro differenze. Quando Alice, fan sfegatata di romanzi e film gialli, scopre che Carlo è un ex investigatore privato, insiste perché la affianchi nel suo hobby preferito: risolvere piccoli casi e misteri del quartiere. Inizialmente riluttante, Carlo decide di aiutarla perché impietosito dalla sua sbadataggine. I due diventano quindi informalmente i due investigatori del quartiere: in genere, si tratta di misteri talmente semplici da essere quasi ridicoli. Ma un caso in particolare toccherà Alice nel profondo e costringerà i due a fare i conti con un vero criminale...

Personaggi che influenzano a vicenda il proprio modo di vedere il quartiere

Contrasti tra i punti di vista dei personaggi che spingono lo spettatore a farsi delle domande

Personaggi che si muovono all’interno del quartiere, (ri)scoprendone i lati positivi

Setting della narrazione in luoghi dove hanno luogo eventi di quartiere o di iniziative legate al territorio


1.3. Casi autoconclusivi » Visbilità esercizi commerciali

scomparsa spaventapasseri Coltivando

scomparsa gomitoli Il Sabato della Bovisa

pedinamento volontaria DeDep

benefattore misterioso PCOfficina

spotted Scighera

» Visbilità associazioni

» Memoria storica

fantasma Armenia Film

scomparsa bandiera ANPI Dergano

sabotaggio Merende in Lingua di Mamusca

restauro bici ex-lavoratore Ceretti & Tanfani


1.4. Caratteristiche TITOLO

Sordi&Baccani Investigations

GENERE

Fiction di intrattenimento. Genere comico. Tema investigativo.

DURATA

20’ primo ed ultimo episodio 15’ episodi intermedi

EPISODI

10

PROGRAMMAZIONE

Settimanale, ogni martedì compreso tra il 15 aprile e il 17 giugno


1.5. I personaggi: Alice UNO TSUNAMI A BOVISA: ALICE BACCANI

» Arriva da un paesino di campagna per frequentare il Politecnico di Milano » Figlia illegittima dell’Ispettor Closueau e di Heidi, è una ragazza molto estrosa, naïve e ottimista; ma è ossessionata dagli intrighi e dai misteri

«È scritto in codice... è ovvio!»

» Combina spesso dei disastri ai quali Carlo deve puntualmente rimediare » È l’unica a non recepire i palesi segnali d’innamoramento di Martino (C’è chi dice che si droghi per essere sempre così gaia e felice, ma sono tutte malignità)

Per lei il quartiere è Sogno nel cassetto

Da scoprire e pieno di potenzialità Diventare una grande detective, come il suo idolo Veronica Mars


1.5. I personaggi: Alice


1.5. I personaggi: Carlo IL BURBERO DAL CUORE TENERO: CARLO SORDI

» Di origini meridionali ma nato e cresciuto a Milano. » È un ex-investigatore privato andato in pensione: a causa del suo lavoro, se un tempo era una persona allegra e positiva, ora è disilluso e ha una pessima opinione del quartiere e della gente.

«Si stava meglio quando si stava peggio.»

» Da quando la sua consorte se n’è andata, è asfissiato dalle premure dei parenti: sono stati loro a piazzargli in casa Bestia e Alice. » Non ama particolarmente gli animali, ma scoprirà di provare un inaspettato affetto per Bestia.

Per lui il quartiere è Sogno nel cassetto

Cambiato. In peggio. Starsene in santa pace.


1.5. I personaggi: Carlo


1.5. I personaggi: Martino AMORI, FIORI & DOLORI: MARTINO

» Lavora nella bottega del fiorista per pagarsi gli studi, sopportando i continui maltrattamenti del proprietario. » Abita da poco nel quartiere. Non lo vive molto: studia in Statale e tutti i suoi amici abitano in altre zone.

« Perchè non si accorge di me? »

» È segretamente innamorato di Alice dal primo momento in cui l’ha vista, ma non osa dichiararsi. » È timido e impacciato, fa spesso delle gaffe (soprattutto davanti ad Alice). » È un ecologista incallito. » Nel tempo libero scrive sul suo blog della sua passione per la natura, sfogandosi anche per le sue frustrazioni amorose. Nutre, nel frattempo, il suo animo sensibile ascoltando canzoncine sdolcinate su Spotify.

Per lui il quartiere è Grigio. Ci vorrebbero più parchi e più rispetto per l’ambiente. Sogno nel Conquistare Alice. cassetto


1.5. I personaggi: Martino


1.5. I personaggi: Bestia LA VITTIMA: BESTIA

» È la vera star della serie

« Bau. »

» È un cane molto allegro e affettuoso » È dotato di un fascino molto persuasivo » Nonostante sia un ghiottone, non si lascerà comprare dai deliziosi piatti di Daniela. Non dimenticherà mai, infatti, chi è il suo vero padrone; sotto le cui apparenze, lo sa, si cela un animo gentile.

Per lui il quartiere è Sogno nel cassetto

Un mondo di odori, avventure e tanti potenziali amici Avere un nome decente


2 STRUTTURA & produzione


2.1. Struttura multicanale

WEB EPISODES web series investigativa e parodistica gli spettatori saranno esortati a scoprire il proprio quartiere alla ricerca di elementi correlati alla web series

GAME

Installazioni fisiche (stickers)

canale che ospita la serie

pagina FB societĂ : dinamiche di gioco (indagini)

Su Plug: app per i fan della serie e iniziativa foto


2.2.1. Personaggi “veri” Sulla pagina Facebook di Plug vengono condivisi i webisode di Youtube. » Sulla pagina personale di Carlo e di Alice e su quella della loro “agenzia investigativa” vengono pubblicati status relativi alla quotidianità dei due personaggi. » Gli utenti possono interagire coi due personaggi.

durante e dopo la prima stagione


2.2.2 Cambiamento di prospettiva Alice e Carlo discutono del quartiere e della situazione in cui si trova. Alice invita Carlo a cambiare prospettiva: scatta quindi qualche foto dal basso, come se adottasse il punto di vista di un cane. Âť Sulla pagina Facebook di Plug viene creato un album apposito per le fotografie degli utenti che mostrano dettagli positivi del quartiere, scattate da un punto di vista insolito. In particolare, gli utenti sono invitati a mostrare anche il punto di vista del loro cane: cosa piace del quartiere al loro animale? Esistono spazi a misura di cane?

da metĂ alla fine della prima serie


2.2.3 #Troviamobestia Al termine dell’episodio, i due detective ricevono dal rapitore una foto di un luogo del quartiere. Per riavere il cane devono trovare questo luogo e chiedono dunque aiuto al pubblico per identificarlo. » Su Facebook gli utenti contribuiscono fornendo dettagli per riconoscere il luogo. Quando l’utente lo indovina, può recarsi sul posto. Se è quello giusto, trova uno sticker con un messaggio del rapitore diretto Carlo. » Può quindi scattare una foto allo sticker e postarla sulla pagina di Facebook. In cambio dell’aiuto, l’utente riceve un indizio sul colpevole.

episodio 1-9


2.2.4 I misteri delle iniziative Protagoniste delle puntate della serie saranno le iniziative del quartiere e le associazioni dei cittadini. » Esse hanno infatti la possibilità di impiegare la pagina di Facebook della Sordi&Baccani Investigations per annunciare un loro evento con un espediente narrativo: inventano un mistero inerente all’evento che è in programma, per la risoluzione del quale viene richiesto l’aiuto dell’agenzia.

dopo la prima stagione


2.2.5 Ma come mi Besti App interna alla pagina di Plug. Lo scopo è scegliere un outfit per Bestia, uno scenario in cui collocarlo e, infine, dare un volto alla misteriosa figura che lo sta tenendo al guinzaglio (il rapitore).

Ma Come Mi Besti?

» L’utente può selezionare uno scenario tra alcuni luoghi emblematici di Bovisa e come colpevole i volti di “personaggi” del quartiere: negozianti, organizzatori di iniziative... rimuovi oggetto

togli tutto

vedi esempi

salva

Crea un nuovo look per Bestia, scegli il volto del colpevole e prova a indovinare dove si trova...

» Gli scenari possono essere proposti dagli stessi utenti inviato foto di luoghi significativi, le quali verranno poi selezionate da Plug.

dopo le prime due puntate


2.2.5 Ma come mi Besti

Ma Come Mi Besti?

Ma Come Mi Besti? Martino

Vincenzo

il macellaio

il fruttivendolo

Sandra la vicina

Noemi Satta

Monica Ricci

Davide Fassi

Ji Li Yung

rimuovi oggetto

togli tutto

vedi esempi

salva

Crea un nuovo look per Bestia, scegli il volto del colpevole e prova a indovinare dove si trova...

il gasometro

parco ******

Piazza Bausan

il gasometro

via Andreoli

ex Armenia Film

Politecnico

Coltivando

Maciachini C.

rimuovi oggetto

togli tutto

vedi esempi

salva

Bestia è al Maciachini Center e il suo rapitore è... la vicina Sandra Crea un nuovo look per Bestia, scegli il volto del colpevole e prova a indovinare dove si trova...


2.2.6 Evento: trova Bestia Dopo l’ultima puntata (nella quale il rapitore promette di ridare Bestia ai suoi legittimi padroni) viene annunciato sulla pagina di Facebook la data e l’ora del rilascio; ma non ne si conosce il luogo. Gli utenti sono quindi invitati a partecipare a una grande caccia al cane. L’evento sarà pubblicizzato anche per mezzo di volantini distribuiti nel quartiere. » Il primo che lo troverà riceverà un premio (fornito dai nostri sponsor) ed entrerà a far parte della storia della serie. » Gli utenti potranno postare foto e video dell’evento sulla propria pagina di Facebook o su quella di Plug.

dopo le prime due puntate


2.3. Scheduling

MA COME MI BESTI

PROMOZIONE

PUNTI DI VISTA

EVENTO FINALE MISTERI DELLE INIZIATIVE

#1

#2

#3

#4

15 aprile 2 settimane

LUOGO DELL’INDIZIO

#5

#6

#7

#8

#9

#10

20 giugno


2.4. Modello di business

CROWDFUNDING

SPONSORSHIP

ADVERTISING

Modello di donazione

Collaborazione con i commericanti presenti nel quartiere: Âť location Âť premiazioni

Inserzioni pubblicitarie degli sponsor nel materiale cartaceo prodotto per la serie


3 descrizione format


3.1. Tono di voce

UMORISTICO divertente misterioso Soft

semplice


3.2. Moodboard


3.4. IdentitĂ visiva


3.5. IdentitĂ visiva PAGINA FACEBOOK

Cercasi investigatori per casi straordinariamente banali


3.6. Promo


grazie ;)

Plug Social Web Tv // Sordi & Baccani paper format  

» Plug nasce come una social tv di quartiere, volta a coinvolgere i cittadini nelle attività di miglioramento della zona 9 (periferia di Mil...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you