Page 1

Formaconsult Società Cooperativa Via D. Milelli, 14 - 88100 Catanzaro Tel. 0961.743791 e-mail info@formaconsult.com web: www.formaconsult.com

Anno XXXV - N. 17

Campionato Prima Divisione Girone B

Omaggio

PERIODICO DELL’ASSOCIAZIONE CATANZARO CLUB

Domenica 27 aprile 2014

GIORNALE E NOTIZIE ON LINE SUL SITO WWW.CATANZAROCLUB79.IT

RIECCOLI! Rieccoli. Li ritroviamo dopo la farsa del 2010 con la Cisco Roma. Ma sarà il primo play off della storia del Catanzaro in prima divisione e settimo in totale se consideriamo i sei disputati in seconda divisione. La coda del campionato chiamata play off, per la tifoseria del Catanzaro un vero incubo. Perdere due semifinali (Benevento e Pescina V.G.) e tre finali (Sora, Acireale e Cisco Roma) al Ceravolo è stata una cosa inimmaginabile. Una ferita che ancora sanguina. Chi li ha vissuti, ancora riesce a stento a credere cosa sia successo in quelle partite. Fermo restando che almeno due (questo il mio pensiero) Acireale e Cisco Roma dovevano essere vivisezionate dall’Ufficio Inchieste e dal Procuratore Palazzi. Ma lasciamo perdere le sventure del passato e pensiamo all’oggi. Oggi la Paganese e domenica quattro maggio si chiude con L’Aquila vs Catanzaro, poi solo e solamente play off. Nell’anno della ristrutturazione dei campionati otto squadre si contenderanno l’altro posto disponibile per la serie B. Primo play off in gara unica in casa della meglio classificata, poi semifinali e finale come negli anni passati. Unica continua a pag. 7

ULTIMI VERDETTI! Ci siamo. Play off conquistati, ora non resta che attendere l’esito delle ultime due gare (Paganese al Ceravolo e L’Aquila in terra d’Abruzzo) per capire chi affrontareranno i giallorossi da quarti o chi da quinti. Dati per scontati i tre punti contro gli azzurro stellati campani e

quasi sicuramente farà il pieno. Il pari con il Catanzaro porterebbe gli abruzzesi al quinto posto visto il vantaggio con i sanniti di Brini negli scontri diretti. Rischieranno il favore dell’incontro casalingo al T. Fattori nel primo play off ad eliminazione diretta? Noi pensiamo che vista la

quindi dovrebbe essere raggiunta quota 54 oggi. Bisognerà attendere l’esito della gara dell’Aquila a Frosinone e capire a fronte di una sconfitta degli uomini di Pagliari in ciociaria, se gli abruzzesi nell’ultima partita contro gli uomini di Brevi si accontenteranno del pari, che li porterebbe a quota 53 e quindi quasi certamente appaiati al Benevento che nelle ultime due gare con Viareggio e Prato

forza del reparto difensivo dei giallorossi e visto il rendimento esterno degli uomini di Brevi (solo due sconfitte e di contro 6 vittorie e 7 pareggi) la squadra abruzzese saggiamente affronterà la partita decisiva prima per non perdere e poi eventualmente cercherà di colpire la difesa giallorossa. Siamo comunque convinti che sarà una bella partita. Ma già oggi si potrebbero avere dei verdetti impor-

tanti sia per la prima posizione che per la griglia play off. Vedremo stasera, visti i risultati, se bisognerà attendere l’ultima giornata per saperne di più. Ma veniamo alla gara di oggi. Al Ceravolo arriva la Paganese, penultima con diciassette punti. In trasferta comunque la squadra, oggi affidata a mister Belotti, non è andata affatto male. Tre vittorie e tre pareggi con nove sconfitte. In casa un vero disastro con dodici sconfitte. Ma i giallorossi che soffrono di mal d’attacco, non devono assolutamente sottovalutare l’avversario, anzi devono cercare in questa partita di ritrovare(come a Barletta) nuove soluzioni per il reparto avanzato. Una partita da vincere assolutamente per evitare brutte sorprese. Una vittoria per garantirsi la possibilità in terra di Abruzzo di battersi per il quarto posto. Poi il quattro di maggio sapremo chi scenderà al Ceravolo per cominciare la lotteria dei play off. Forza ragazzi tutti insieme sfatiamo la maledizione che in questa lotteria ci accompagna da quel lontano primo giugno 1997. Catanzaro Club


pag. 2

Catanzaro Club

Domenica 27 aprile 2014

2013/2014: I NUMERI I numeri dopo la trentaduesima dodicesima di ritorno Presenze: Alessandro Orchi (3 presenze e 2 subentri) ceduto a Gennaio; Eugenio Calvarese (8 presenze, 7 subentri); Fabio Catacchini (23 presenze e 1 subentro); Gennaro Mallamaci (0); Loris Bacchetti (3 presenze e 3 subentri); Michele Rigione (26 presenze); Salvatore Ferraro (26 presenze); Domenico Germinale (18 presenze, 5 subentri e 1 sostituzione); Emiliano Tortolano (2 presenze, 11 subentri e 1 sostituzione) ceduto a Gennaio; Giordano Fioretti (25 presenze, 13 sostituzioni e 1 subentro); Riccardo Martignago (8 presenze, 7 sostituzioni e 10 subentri); Alessandro Marchi (23 presenze, 12 sostituzioni e 1 subentro); Alessio Benedetti (25 presenze, 4 sostituzioni ); Andrea Russotto (25 presenze, 3 subentro e 10 sostituzioni); Francesco Uliano (4 presenze, 3 subentri e 1 sostituzione) ceduto a Gennaio; Leandro Vitiello (24 presenze, 2 sostituzioni); Nicola Fiore (2 presenze, 13 subentri e 2 sostituzioni) ceduto a Gennaio; Riccardo Casini (3 presenze, 12 subentri e 2 sostituzioni); Sergio Sabatino (15 presenze e 9 sostituzioni); Tommaso Squillace (1 presenza) ceduto a Gennaio; Giacomo Bindi (27 presenze e 1 subentro); Loris Cannizzaro (0 presenze); Tommaso Scuffia (2 presenze); Giuseppe Madonia (7 presenze, 3 subentro e 7 sostituzioni); Antonio Vacca (8 presenze, 1 subentro e 1 sostituzione); Gianluca Di Chiara (3 presenze e 2 subentro). Tommaso Morosini (1 presenze, 2 sostituzione e 4 subentro) Panchine: Orchi (12) ceduto a Gennaio; Calvarese (13); Germinale (5); Tortolano (16) ceduto a Gennaio; Russotto (3); Uliano (11) ceduto a Gennaio; Vitiello (1); Fiore (14) ceduto a Gennaio; Casini (21) ; Sabatino (8); Squillace (2) ceduto a Gennaio; Scuffia (25); Bacchetti (15); Martignago (19); Marchi (3); Fioretti (4);

Bindi (1); Madonia (5); Cannizzaro (1); Vacca (1); Morosini(7); Catacchini(4); Rosania (3); Ammonizioni: Marchi (7); Catacchini (4); Ferraro (5); Martignago (2); Benedetti (9); Vitiello (7); Fiore (3) ceduto a Gennaio; Rigione (5); Fioretti (1); Russotto (5); Germinale (7); Orchi (1) ceduto a Gennaio; Casini (4); Ferraro Calvarese (2); Bacchetti (1); Di Chiara (1); Bindi(1); Vacca(2); Sabatino (2); Madonia(1);

Bindi

Lamezia Terme via Timavo Tel. 0968.441358

Diffidati: Fiore (3) ceduto a Gennaio; Squalifiche per ammonizioni: Marchi (2); Benedetti (3); Germinale (1); Vitiello (1); Ferraro (2). Russotto(1) Casini(1) Rigione(1) Espulsioni e squalifiche: Germinale 1 (4); Vitiello 1 (1); Ferraro 1 (1); Vitiello Rigione 1 (2); Scuffia 1 (1). Vacca 1(1) Marcatori: Fioretti (11); Martignago (2); Marchi (2); Tortolano (1)ceduto a Gennaio; Uliano (1)ceduto a Gennaio; Benedetti (2); Fiore (1)ceduto a Gennaio; Germinale (3); Russotto (2); Madonia (1); Sabatino (2); 3 reti a tavolino con la Nocerina

Centro Sportivo: Traversa Cassiodoro, snc 88100 Catanzaro Campi Calcetto: Info e prenotazioni 339-1937361

Vittorie: 12; Pareggi 15; Perse 3 Reti fatte: 31 di cui tre a tavolino gara Nocerina; Reti subite: 17; Rigori a favore: 4 (4); Rigori contro: 4 (3).

Trav. B. da Seminara, 133/I - 88100 CATANZARO Uff.: Tel. 0961.777536 FAx 0961.777253 www.dimardisinfestazione.com / info@dimardisinfestazione.com


Catanzaro Club

Domenica 27 aprile 2014

pag. 3

CATANZARO VS Gubbio Benevento VS CATANZARO Barletta VS CATANZARO Le immagini delle ultime tre partite CATANZARO VS Gubbio

CATANZARO VS Gubbio

La barriera si apre... e l’ex Radi batte Bindi. Finisce dopo 712 minuti la sua imbattibilità

Germinale brucia i difensori del Gubbio e batte Pisseri

Benevento VS CATANZARO

Benevento VS CATANZARO

Sotto lo sguardo di Germinale Vitiello contrasta un’avversario

Vacca e Madonia nel cuore della difesa Sannita

Barletta VS CATANZARO

Barletta VS CATANZARO

La risposta della curva bianco rossa

Il saluto della Capraro agli amici Barlettani...

Barletta VS CATANZARO

Sabatino colpisce in tuffo... per Liverani niente da fare

Barletta VS CATANZARO

Germinale con freddezza spiazza il portiere del barletta siglando il raddoppio


pag. 4

Catanzaro Club

Domenica 27 aprile 2014

LE PAGELLE DI CATANZARO CLUB Stagione 2013/2014 – Campionato Prima Divisione Lega Pro Girone B Trentesima 12a Giornata di Ritorno – Domenica 30 Marzo 2014 Stadio Nicola Ceravolo ore 15,00 CATANZARO – Gubbio 1 - 1 Marcatori: 9’ st Germinale (CZ), 17’ st Radi (Gu) Note: Giornata primaverile, campo in splendide condizioni. Spettatori 3500 circa di cui 1822 abbonati, incasso non comunicato. Angoli: 7 a 2 per il Catanzaro. Recupero: 2’ pt; 4’ st. Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze: Nel complesso molto buona la sua gestione della partita. Ammoniti: Benedetti al 35’ pt, Madonia al 10’ st (Cz), Sarr al 36’ pt (Gb).

abbiamo quasi aspettato l’avversario nella nostra metà campo. Poi nel secondo dopo aver sbloccato il risultato e beccato il pari dell’ex Radi, abbiamo assistito alla confusione totale. Potevamo far goal, ma di gioco niente. Per onestà lo dobbiamo dire. Anche in vista dei play off.Bindi subisce goal dopo 712’ minuti di imbattibilità.

Germinale a due passi dalla porta si fa murare il tiro

In Panchina ne.: Scuffia, Bacchetti, Catacchini, Casini. Gubbio: Pisseri; Bartolucci; Tartaglia; Radi; Ferrari; Sarr (dal 37’ st Giuliacci); Baccolo; Addae; Schetter (dal 27’ st Caccavallo); Falconieri; Falzerano (dal 20’ st Belfasti). A disposizione: Gozzi, Laezza, Molinelli, Luparini. All. Roselli. Il Commento: Una bella giornata di sole. Una di quelle giornate che le persone sensate cominciano a passare al mare dopo il lungo letargo invernale. Invece il pubblico giallorosso risponde ancora una volta al richiamo della sua squadra. Peccato che la partita è stata specchio fedele dell’intero campionato. Buona organizzazione di gioco, ma poco spettacolo e pochi goal. Per un intero tempo

Benevento: Baiocco; Dicuonzo, Padella, Mengoni, Som, Davì, Doninelli (dal 54’ Di Deo), Melara, Mancosu (dal 68’ Montiel), Negro (dall’80’

Tifoseria: Dopo Salerno e dopo il poco gioco espresso dalla squadra nelle gare casalinghe il tifoso ha risposto alla grande. Società: Non possiamo che confermare il nostro giudizio positivo sulla campagna di gennaio.

Bindi anticipa gli attaccanti del Benevento

Campagnacci), Evacuo. A disposizione: Piscitelli, Milesi, Celjak, Guerra. All.: Brini.

Stagione 2013/2014 – Campionato Prima Divisione Lega Pro Girone B Trentunesima 14° Giornata di Ritorno – Domenica 06 Aprile 2014 Stadio Ciro Vigorito di Benevento ore 15,00 Benevento - CATANZARO 0 - 0

Il Tecnico: No comment!

Note: Pomeriggio di sole, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 4300 circa (un centinaio i tifosi del Catanzaro) 1752 paganti e 2514 abbonati. Angoli: 6 a 0 per il Benevento. Recupero: p.t. 1’; s.t. 4’.

Tifoseria: Non ci sono più aggettivi. Alla prossima!

Ammoniti: Vacca e Sabatino (CZ) ; Padella , Melara, Di Cuonzo e Mengoni (BN). CATANZARO: Bindi 7; Marchi 6,5; Rigione 7; Vitiello 7,5: Ferraro; Russotto 6,5; Sabatino 6; Vacca 6,5; Casini; Madonia 5 (dal 70’ Martignago sv), Germinale 5,5. A disposizione: Scuffia, Bacchetti, Catacchini, Morosini, Di Chiara, Fioretti. In Panchina: Scuffia, Bacchetti, Catacchini, Morosini, Di Chiara,

Ammoniti: Benedetti (Cz); Camilleri (Ba)

CATANZARO: Bindi 6; Catacchini 6; Ferraro 6.5; Rigione 6.5; Sabatino 7 (31' st Di Chiara sv); Martignago 6.5; Vitiello 6.5 (22' st Morosini 6); Benedetti 6.5 (37' st Casini sv); Russotto 7.5; Fioretti 7; Germinale 7.

Il Commento: Obiettivo pareggio (come sempre in questa stagione), pareggio è arrivato. Solita prestazione del Catanzaro. Copertissimo e senza nessuna intenzione di offendere. La difesa ha tenuto alla grande sotto la regia del trio Bindi,Vitiello e Ferraro. In avanti grande impegno di Russotto. Assente ingiustificato Madonia. Comincia a preoccupare,in vista dei play off, la sua latitanza.

Arbitro: Serra di Torino (Assistenti: Cecconi di Empoli e Granci di Città di Castello). Nel complesso soddisfacente la direzione di gara del fischietto piemontese.

Recupero: 2' pt.2 st. Arbitro: Manuele Verdenelli di Foligno: buono nel complesso

Espulsi: 24’ pt. Liverani (BA)

Il Tecnico: Ci siamo rassegnati. Non lo commentiamo più. Speriamo che nei play off la sua tattica paghi. Altrimenti saranno dolori.

Espulsi: Espulso al 49’ Radi (Gb) per gioco falloso. CATANZARO: Bindi 6; Rigione 5,5; Vitiello 6; Ferraro 6,5; Marchi 6,5; Morosini 5 (dal 1’ st Fioretti 5); Benedetti 5,5; Sabatino 5,5 (dal 27’ st Di Chiara 6); Russotto 6,5; Madonia 5(dal 37’ st Martignago sv); Germinale 6.

Fioretti.

Società: Ci siamo già espressi sul lavoro di questa società.

Stagione 2013/2014 – Campionato Prima Divisione Lega Pro Girone B Quindicesima Giornata di Ritorno – Domenica 13 Aprile 2014 ore 15,00 Stadio Comunale Cosimo Puttilli di Barletta Barletta - CATANZARO 0 -3 MARCATORI: 10’ pt. Sabatino (CZ), 39’ pt. Germinale (rig. CZ), 51’ st. Fioretti (CZ) Note: Giornata di sole, campo in discrete condizioni. Spettatori: 1772 (1051 abbonati) di cui 200 ospiti. Incasso totale 7598 euro. Solito spettacolo fra le due tifoserie, gemellate da quasi trent’anni. Fuorigioco: 2 Barletta e 5 Catanzaro. Angoli: 5 a 3 per il Catanzaro.

In Panchina ne.: Scuffia, Bacchetti, Marchi, Madonia Barletta: Liverani 4.5; Ferreira 5; Camilleri 5; Maccarone 5; Pippa 5; Bijimine 5; D'Errico 5.5; Innocenti 5 (44' st Albanese sv); Ilari 5.5; Cascione 5.5 (25' pt Cilli 6); Campagna 5 (29' st

I giallorossi salutano gli UC...

Cane 5.5). A disp: Lettieri, Zigon, Cicerelli, Ganz. All: Carrara 5,5. Il Commento: Buon allenamento per il Catanzaro di Brevi. Barletta inesistente ed in dieci per l’espulsione del portiere Liverani (fallo di mano fuori area) dopo venticinque minuti. In grande evidenza Russotto e buona notizia il ritorno al goal di Fioretti dopo oltre tre mesi (ultima rete a Viareggio il cinque di gennaio su rigore). Il Tecnico: No comment! Tifoseria: Non potevano mancare gli Ultras a Barletta. Solita festa ad inizio gara e solita grande accoglienza degli amici barlettani. Società: Ottima stagione. Vedremo se riuscirà a crescere nei prossimi mesi.

... e raccolgono l’applauso anche dalla curva barlettana


Catanzaro Club

Domenica 27 aprile 2014

pag. 5

Dopo la quindicesima di ritorno

Il punto

Il Frosinone cade a Lecce ( 0 a 2) resta a 59 e si fa scavalcare dai giallorossi salentini ora a quota 61 ma con il riposo da osservare all'ultimo turno. Scatta in testa a quota 62 il Perugia che davanti ad 11000 spettatori liquida il Pontedera (1 a 0) e tenta lo strappo decisivo a 180 minuti dal termine. Decisivi gli ultimi due turni. Detto del riposo del Lecce all'ultima giornata, i giallorossi di Lerda oggi si recano in toscana all'Arena Garibaldi dove si giocheranno le residue speranze di promozione diretta e sperando sempre nel suicidio di Perugia e Frosinone. Lecce che non può arrivare appaiato a nessuna delle due rivali in quanto negli scontri diretti risulta svantaggiato. E veniamo alle due favorite. Perugia che con due pari Salernitana e Frosinone si ritroverebbe in serie B a quota 64. Frosinone che deve vincerle tutte e due. Con L'Aquila in casa e con il Perugia in trasferta. Ecco l'ultima giornata in caso di sconfitta a Salerno per gli umbri di Camplone e pari in casa con il Frosinone, il Lecce senza giocare l'ultima e sul filo di lana befferebbe entrambe le favorite di oggi. Veniamo alle altre. Catanzaro che si allena a Barletta (3 a 0) ora a quota 51 e L'Aquila che senza giocare muove la classifica (3 a 0 a tavolino con la Nocerina) si contenderanno nel capoluogo abruzzese il quattro di maggio, il quarto e il quinto posto. Anche in questo caso solo un suicidio delle due consentirebbe al Benevento(3 a 0 ad Ascoli) oggi a quota 47 e vincente nelle ultime due gare con Viareggio e Prato di salire in classifica e scalzare Catanzaro o L'Aquila. Per le altre tre piazze Pisa (che ha osservato il turno di riposo) a quota 46, Pontedera sconfitto a Perugia a quota 46 e Salernitana a quota 45 sconfitto incredibilmente a Prato tre a due. Grosseto a quota 41, fermato a Viareggio (0 a 0) vede sfumare le ultime e residue speranze a meno di miracoli in questi ultime due gare.

GLI ULTIMI 180 MINUTI PERUGIA punti 62 Salernitana punti 45 fuori e Frosinone punti 59 casa LECCE punti 61 Pisa punti 46 fuori e riposo all'ultima FROSINONE punti 59 L'Aquila punti 52 casa e Perugia punti 62 fuori L'AQUILA punti 52 Frosinone punti 59 fuori e Catanzaro punti 51 casa CATANZARO punti 51 Paganese punti 17 casa e L'Aquila punti 52 fuori BENEVENTO punti 47 Viareggio punti 28 casa e Prato punti 39 fuori PISA punti 46 Lecce punti 61 casa e Viareggio punti 28 fuori PONTEDERA punti 46 Riposo alla penultima e Gubbio punti 37 casa SALERNITANA punti 45 Perugia punti 62 casa e Paganese punti 17 fuori GROSSETO punti 41 Prato punti 39 casa e Barletta punti 21 fuori Poi si parte domenica 11 maggio con gare tutte alle ore 16,00. I play off si svolgono ad eliminazione diretta, articolati in tre turni: quarti di finale, semifinali e finale. Gli accoppiamenti sono determinati da un tabellone di tipo tennistico in base ai piazzamenti in classifica. I quarti di finale si svolgono in gara unica, in casa della squadra meglio classificata. Le semifinali e la finale si svolgono invece con gare di andata e ritorno, con la squadra meglio classificata che ha diritto a giocare in casa la gara di ritorno. In tutti e tre i turni sono previsti tempi supplementari e calci di rigore a parità del computo dei gol complessivi.

Stampa

Direttore Responsabile Francesco Rotella

graficheLucia sas

Redazione Via Panella, 4 - 88100 Catanzaro Tel. 0961 726792

Viale degli Angioini, 143/B Catanzaro Tel. 0961 752601

Autorizzazione del Tribunale di Catanzaro n. 5 del 16.11.1979

Distribuzione Consarino

LOC. CAMPO, 64 - SETTINGIANO CZ - TEL. 0961.722766 - CELL. 339.6800164 - 333.6391547

di Scarfone Massimiliano

Impianti Termoidraulici Forniture Edili Viale Isonzo, 394 - 88060 S. Maria di Catanzaro - Tel. e Fax

0961. 780378

I numeri della prima divisione Girone B 2013/2014 PRIMA DIVISIONE GIRONE B XXX° GIORNATA 13° DI RITORNO DOMENICA 30 - 03 - 2014 Barletta - Benevento 1-6 Paganese - Grosseto 0-2 Catanzaro - Gubbio 1-1 Lecce - Nocerina 3-0 (Tav) Ascoli - Perugia 0-1 L'Aquila - Pontedera 0-2 Pisa - Prato 5-0 Frosinone - Salernitana 2-2 Riposa: Viareggio

PRIMA DIVISIONE GIRONE B XXXI° GIORNATA 14° DI RITORNO DOMENICA 06 - 04 - 2014 Prato - Ascoli 0-3 Pontedera - Barletta 3-1 Benevento - Catanzaro 0-0 Gubbio - L'Aquila 0-4 Grosseto - Lecce 0-1 Nocerina - Paganese 0-3 (Tav) Salernitana - Pisa 1-0 Perugia - Viareggio 2-1 Riposa: Frosinone

PRIMA DIVISIONE GIRONE B XXXII° GIORNATA 15° DI RITORNO DOMENICA 16 - 04 - 2014 Ascoli - Benevento 0-3 Barletta - Catanzaro 0-3 Lecce - Frosinone 2-0 Viareggio - Grosseto 0-0 Paganese - Gubbio 2-2 L'Aquila - Nocerina 3-0 (Tav) Perugia - Pontedera 1-0 Prato - Salernitana 3-2 Riposa: Pisa

PRIMA DIVISIONE GIRONE B XXXIII° GIORNATA 16° DI RITORNO DOMENICA 27 - 04 - 2014 Gubbio - Ascoli Nocerina - Barletta Frosinone - L'Aquila Pisa - Lecce Catanzaro - Paganese Salernitana - Perugia Grosseto - Prato Benevento - Viareggio Riposa: Pontedera

PRIMA DIVISIONE GIRONE B XXXIV° GIORNATA 17° DI RITORNO DOMENICA 04 - 05 - 2014 Prato - Benevento L'Aquila - Catanzaro Perugia - Frosinone Barletta - Grosseto Pontedera - Gubbio Ascoli - Nocerina Viareggio - Pisa Paganese - Salernitana Riposa: Lecce

Fioretti festeggia dopo tre mesi di astinenza il ritorno al goal

CLASSIFICA MARCATORI Ciofani - Frosinone (3 rig.) Arma - Pisa (6 rig.) Arrighini - Pontedera (1 rig.) Grassi - Pontedera (9 rig.) Evacuo - Benevento (2 rig.) Miccoli - Lecce (2 rig.) Eusepi - Perugia (4 rig.) Mazzeo - Perugia (1 rig.)

16 15 14 14 13 13 13 12

Fioretti - Catanzaro (2 rig.) Curiale - Frosinone (1 rig.) Tripoli - Ascoli (1 rig.) De Sousa - L’Acquila (3 rig.) Germinale - Catanzaro (2 rig.) Martignago, Marchi, Benedetti, Russotto - Catanzaro Uliano, Fiore, Madonia, Sabatino Tortolano - Catanzaro

11 11 11 10 3 2 1


pag. 6

Catanzaro Club

Domenica 27 aprile 2014

PLAY OFF: incubo…sogno o realtà! Ormai siamo agli sgoccioli della stagione. In due settimane si conosceranno gli otto nomi delle squadre che si contenderanno nella lotteria dei play off la seconda promozione in serie B. E si conoscerà la posizione in griglia delle otto squadre. Per i play off 2013/2014 non sbagliamo se elenchiamo le otto squadre già pronte a contendersi il secondo posto per la B. Le due che resteranno fuori per la lotta al primo posto a seguire Catanzaro o L’Aquila quarto o quinto, Benevento, Pontedera, Pisa e Salernitana. Sono stati cancellati i vecchi vantaggi del doppio pareggio, con il passaggio della squadra meglio classificata. Nella stagione in corso il vantaggio della posizione sarà quello di giocare la prima partita in gara

Re Giorgio Corona

unica in casa e gli eventuali altri turni la seconda in casa. A parità di tutto (risultati e goal) non varrà più la vecchia regola della posizione, ma si andrà avanti con tempi supplementari ed eventuali calci di rigore. Veniamo al Catanzaro ed alla storia dei play off. Storia drammaticamente negativa. L’unica cosa che ci da speranza resta il fatto che i play off non sono stati mai disputati in prima divisione dalla squadra giallorossa. Il Catanzaro in questi ultimi venticinque anni, dal drammatico e disgraziato spareggio di Lecce contro il Nola 16 giugno 1991 ha vissuto ben 18 tornei in seconda divisione(prima serie C2). Seconda divisione vinta solo nella

stagione 2011/2012, primo anno della presidenza Cosentino. Rammentiamo anche, che dopo il play off 2002/2003 perso con l’Acireale il Catanzaro fu ripescato in prima divisione per la cancellazione del Cosenza Calcio che era stato retrocesso dalla B in C1. Tre le stagioni vissute in prima divisione(prima serie C1) con una sola ed esaltante promozione nel 2003/2004 l’anno di Braglia e Corona. Solo due invece le apparizioni in serie B con due amarissime retrocessioni, la prima annullata dalla FIGC, con retrocessione di altre squadre coinvolte in scandali vari. In questi venticinque anni ci mettiamo pure due fallimenti e la bellezza di otto presidenti (più qualche altro prestanome). E torniamo alla storia dei play off. Introdotti nel lontano 1994 nella seconda divisione(in prima erano stati introdotti l’anno precedente) hanno visto protagonista (in negativo, un vero record) il Catanzaro in sei play off. Tre volte eliminato in semifinale (Benevento due volte stagioni 1996/1997 e 1998/1999 e Pescina V.G. stagione 2008/2009) e tre volte sconfitto in finale e tutte e tre le partite di ritorno giocate al Ceravolo. Stagione 2000/2001 in semifinale passato il turno con la Puteolana, in virtù del miglior piazzamento dopo due pari ad occhiali. Finale contro il Sora. Pari in Lazio zero a zero e sconfitta incredibile al Ceravolo davanti a ventimila spettatori per uno a tre nei tempi supplementari. Una sconfitta che ancora oggi nel ricordarla vengono i brividi. Stagione 2002/2003 semifinale con la Nocerina. Pari al Ceravolo zero a zero e impresa al S. Francesco di Nocera Inferiore uno a zero con rete di Ferrigno. Finale contro l’Acireale di Pulvirenti e Lomonaco. Gara di andata in

Sicilia e pari sempre per zero a zero. Entusiasmo alle stelle e altri ventimila al Ceravolo per festegLa curva Capraro in Catanzaro vs Acireale

giare con lo slogan magico “Fohra Gabbu”. Ma ancora una volta la beffa era dietro l’angolo. Due a zero per i siciliani. La stagione però si chiuse con l’arrivo di Braglia come allenatore e di Giorgio Corona. Che diventò da subito per i tifosi giallorossi re Giorgio. Ma il fatto eclatante fu il ripescaggio in C1. E quindi il dramma si trasformò in festa. Dopo le due stagioni disastrose in B, arrivò il fallimento dell’US. Sulle ceneri nacque la nuova FC Catanzaro. Per ritrovare il Catanzaro nei play off dobbiamo aspettare la stagione 2008/2009 era Pasquale Bove. Sulla strada dei giallorossi dopo il Sora un’altra squadra di un paese ai più sconosciuto. Pescina Val di Giovenco, squadra abruzzese. Si gioca ad Avezzano l’andata. Pari ad occhiali. Ancora in casa il ritorno e dopo il fulmineo vantag-

La tifoseria del Catanzaro al Flaminio di Roma per Cisco vs Catanaro

gio (come contro il Sora) il crollo. Sconfitta per tre a due ed ancora play off stregato. Ma non finisce

qui! I tifosi giallorossi dovevano subire la più pesante delle umiliazioni. Dopo una stagione esaltante sul campo, ma drammatica dal punto di vista economico, che vede il Catanzaro protagonista di un lungo braccio di ferro con la Juve Stabia di Rastelli, la squadra di Auteri si deve accontentare del secondo posto. Si parte per l’ennesimo play off, ma questa volta da grande favorita. Semifinale contro il Barletta e doppio uno a zero a favore dei ragazzi di Auteri. Sembrava tutto pronto per festeggiare una promozione sul campo che mancava dalla stagione 86/87 anno di Tobia sulla panchina e del ritorno in giallorosso dell’imperatore Massimo Palanca. Sei giugno 2010, stadio Flaminio di Roma. La più grande umiliazione per i cinquemila sostenitori giallorossi presenti. Un quattro a zero che resterà negli almanacchi. Una pagina nera incancellabile, come un fallimento. Il ritorno ed il 4 a 2 non servono a niente. Sulla gara ombre sinistre. Ancora oggi la tifoseria giallorossa resta convinta che qualcosa di losco influenzò l’esito della gara di andata. Qui finisce la storia dei play off del Catanzaro. Stagione 2013/2014 altro play off alle porte. Sfateremo il tabù?


Domenica 27 aprile 2014

pag. 7

Catanzaro Club

dalla prima

Cosa va Ci eravamo lasciati alla vigilia della gara casalinga con il Gubbio. Dopo un mese ci ritroviamo al quinto posto a quota 51 punti ad una sola lunghezza dal quarto posto occupato dalla squadra di G. Pagliari. Solo due partite e poi parleremo solo e soltanto dei play off. Importante comunque aver occupato una posizione favorevole in griglia. Posizione che ci consente di giocare la prima gara unica in casa o con la sesta o con la settima classificata. La tifoseria è in fibrillazione. La speranza che finalmente dopo ben sei play off persi tre in semifinale (due in casa) e tre in finale (tutte in casa) si possa anche noi gioire e finalmente sfatare questo tabù. Le premesse ci sono e vi elenchiamo i motivi per cui sperare di vincere non rappresenta più una utopia. Le tre gare disputate (Gubbio, Benevento e Barletta) ci hanno fatto gioire e portato in dote cinque punti. Dall’altra parte si è fermata a 712’ minuti l’imbattibilità di Giacomo Bindi. Peccato che la punizione dell’ex giallorosso Radi non gli abbia permesso di andare avanti. Oggi saremmo quasi a mille minuti. COSA VA I motivi per cui sperare... la difesa continua a non subire goal. Solo diciassette quelli subiti in 32 gare disputate. Un vero record inferiore solo a quello della Pro Vercelli nel girone A con 16 reti incassate. Bindi non si discute. La coppia centrale poi rappresenta una vera sicurezza. Coppia centrale rafforzata dal-

... cosa non va l’arretramento di Vitiello. Sulla sinistra poi dopo l’infortunio (ormai superato) di Di Chiara è esploso Sabatino. Altro motivo importante la scoperta di Vacca come regista. Un ragazzo talentuoso che potrebbe rappresentare una delle sorprese. Per non parlare della gioia per Giordano Fioretti. Finalmente dopo il goal su rigore il cinque di gennaio a Viareggio è ritornato a scuotere la rete, con uno splendido pallonetto al Puttili di Barletta. Finiamo poi con i due assi da play off. Madonia e Russotto. Madonia è stato fino ad oggi la vera delusione. Arrivato per dare grande consistenza all’attacco giallorosso fino ad oggi ha raccolto la miseria di una rete(ad Ascoli). Lo aspettiamo nelle gare spareggio, potrebbe rappresentare l’arma decisiva. Andrea Russotto ci sembra in grande spolvero e lui sui campi asciutti sarà certamente lo spauracchio delle difese avversarie. Forza Ragazzi regalateci un sogno! Il gruppo, altro punto di forza per i ragazzi di Brevi, la solidità del gruppo. Per l’intera stagione non abbiamo mai sentito chiacchiericci su questo o quel giocatore. Non abbiamo mai avuto sentore di bisticci e litigi. Quindi un gruppo unito e feroce pronto ad azzannare gli avversari. La tifoseria, ragazzi (e ci rivolgiamo a tutti, ma proprio a tutti) dobbiamo per questo mese di maggio e le prime due domeniche di giugno, ritrovare unità e numeri. Dobbiamo rappresentare un muro insormontabile per le squadre avversarie. Facciamoli tremare tutti.

COSA NON VA

Lo stadio, ancora non riusciamo ad avere notizie certe sui lavori al Ceravolo. Molte chiacchiere e molti dubbi. Noi stiamo aspettando che qualcuno parli e ci dica come stanno le cose. Al nuovo Assessore allo Sport Avvocato Sgromo (a proposito auguri e che il suo arrivo sia di buon auspicio per le aquile, ricordiamo che lei era l’Assessore ai tempi dell’ultima promozione in B) chiediamo un incontro chiarificatore, che possa tranquillizzare tutto l’ambiente. Restiamo in attesa… viste anche le ultime notizie che hanno allarmato tutta la tifoseria. La magistratura ha aperto una inchiesta sull’assegnazione dei lavori. La telenovela sembra non finire mai…! Speriamo si tratti di un atto dovuto. In genere in questa rubrica puntavamo il dito su qualche negatività. Oggi alla vigilia dei play off vogliamo dare un segnale di grande serenità. Vogliamo che tutti si pensi in positivo per un risultato che aspettiamo da molti anni. Per vincere per la prima i play off e per sbarcare in serie B a dieci anni esatti dall’ultima promozione. Facciamo blocco tutti per raggiungere un risultato storico. Per il Presidente Cosentino sarebbe una seconda vittoria storica in soli tre anni di presidenza. Aver vinto la seconda divisione (campionato 2011/2012) e aver sfatato per la prima volta la maledizione play off.

RIECCOLI!

differenza non è previsto il passaggio per il miglior piazzamento. Se tutto alla fine dei due incontri sarà pari allora supplementari e rigori. Ora parliamo del mio e del vostro Catanzaro. In generale dobbiamo essere più che soddisfatti. Una squadra rivoluzionata rispetto al campionato 2012/2013 con salvezza all’ultima giornata e quindi quarto o quinto posto deve essere salutato con grande soddisfazione. Una squadra tosta con una difesa al limite della perfezione con sole diciassette reti subite. Unico neo di contro la grande difficoltà in fatto di reti fatte. Solo un calciatore in doppia cifra (Fioretti 11) e gli altri solo da tre reti in giù. Nel corso del torneo tanti pareggi, ad oggi 15 di cui otto in casa e otto a reti inviolate. Ma nei play off tutto cambia. Sono partite speciali che vanno affrontate con lo spirito delle finali. Quindi la difesa potrebbe essere l’arma vincente per sfatare il tabù play off. Resta qualche rimpianto che una squadra così solida con qualche goal in più poteva rappresentare la vera sorpresa in chiave primo posto. Chiudiamo il campionato alla grande e poi ragazzi regalateci il sogno chiamato serie B. Noi saremo al vostro fianco fino alla fine… e comunque vada grazie! Franco Rotella

La Formaconsult Società Cooperativa informa che sono aperte le iscrizioni ai Corsi di Formazione Professionale per le seguenti qualifiche: • Estetista (percorso formativo triennale o annuale di abilitazione) • Acconciatore (percorso formativo triennale o annuale di abilitazione) • Sarto/a (percorso formativo biennale) • Aiuto cuoco (percorso formativo annuale) • Cameriere di sala (percorso formativo annuale) • Pizzaiolo (percorso formativo annuale) • Amministratore di Condominio (percorso formativo bimestrale) • Corsi sulla sicurezza, qualità, settore commerciale, ECDL – Patente Europea del Computer I corsi si svolgono in aule e laboratori attrezzati con moderne tecnologie idonei alla qualificazione prescelta. Possibilità di pagamenti mensili personalizzati. Consulenza individuale sulla scelta del percorso formativo e visita guidata delle aule / laboratori. Per maggiori informazioni e per pre-iscrizioni contattare la Formaconsult Società Cooperativa sita in Via D. Milelli, 14 a Catanzaro o telefonare al n. 0961.743791 – e-mail info@formaconsult.com web: www.formaconsult.com Possibilità di usufruire di un voucher formativo gratuito, per info telefonare al n.° 0961.743791


pag. 8

Catanzaro Club

fantasie d始arte

Domenica 27 aprile 2014

LE PROBABILI FORMAZIONI

di Giuseppe Angotti Catanzaro

CLASSIFICA

CATANZARO Bindi Marchi Sabatino Vitiello Rigione Ferraro Vacca Benedetti Fioretti Russotto Germinale

Vietato ai minori

Stadio NICOLA CERAVOLO CAMPIONATO PRIMA DIVISIONE GIRONE

B

Domenica 27 aprile 2014 ORE 15,00

PANCHINA Scuffia Di Chiara Morosini Casini Bacchetti Madonia Martignago

PAGANESE Marruocco Masi Panariello Toppan Monopoli Grillo Acampora Deli Palomeque William De Sena PANCHINA Volturo Perrotta Fossa Velardi Palma Pugliese De Risi

Arbitro: Alessandro Greco di Lecce

All. Brevi

All. Belotti

T

F.lli Tassoni Tel.

0961 72.40.67

Via G. Schipani, 170 - 88100 Catanzaro Fax 0961 70.97.76 - Cell. 337.98.93.94 - 337.87.16.78

Schedina Totocalcio n潞 33 del 27/04/2014 RISULTATI PRIMO TEMPO

Stabilimento di Marcellinara (Cz) Tel. 0961.996095/6 Strada due mari uscite Km 19-23

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

Cagliari Livorno Sampdoria Torino Carrarese U.Venezia Vicenza Benevento Pisa Feralpisalo Virtus Entella Frosinone Grosseto Atalanta

Parma Lazio Chievo Udinese Como Cremonese Reggiana Viareggio Lecce Savona Pro Vercelli L'aquila Prato Genoa

RISULTATI FINALI

COLONNA VINCENTE

Cz club n 17 1  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you