Page 1

DOMENICA 22 GIUGNO 2014

Settimanale di Informazione

Distribuzione gratuita - E-mail: info@printinghousesrl.it

1

ANNO XIV - N° 23 - DOMENICA 22 GIUGNO 2014

Farmacia Zenatto s.a.s Aperta 24 ore su 24 365 giorni l’anno Anche tutte le domeniche e festivi Sempre al servizio del cittadino con cortesia e competenza

Via Naz.le delle Puglie n°9 Casoria (Arpino) Tel. 081.7590590 email. f.zenatto@virgilio.it

OTTICA AURIEMMA

Il grande circo della politica non tira

VIA CORSO kENNEDY, 19 AFRAGOLA


2

DOMENICA 22 GIUGNO 2014


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

3

NANDO TROISE

IL GRANDE CIRCO DELLA POLITICA NON TIRA

Vitaminizzata da sponsor e danari, la Fiera dei Sogni illude ed esalta i seguaci dei “politicanti”. Non c’è spettacolo al mondo che richiami tanta gente. Specie i gruppi dei disoccupati organizzati che aspettano il “progetto Vedelago” o altre assunzioni. Dietro la facciata millanta interessi. La corsa al governo della “cosa pubblica” è, e resta, un grande affare che prende a pretesto tutti coloro che si candidano. Ad ogni tornata amministrativa le loro evoluzioni per sviluppare altri affari: la diffusione del partito, la pubblicizzazione di marchi e marchietti, distintivi, magliette, foulard, bandiere e cappellini oltre a tanti, tantissimi bigliettini e manifesti. CREDEVO E SPERAVO Credevo e speravo che Casillo “nascesse di nuovo” e che Carfora, la persona per bene e serio professionista, si comportasse nella maniera adeguata al mandato avuto da amici, pazienti e fedeli elettori, che “le opinioni del tignola” fossero consequenziali nella gestione del personale comunale e della nettezza urbana, che i rapporti

con “silvietto” fossero netti e chiari e non condizionati da strategie politiche, invece, tutto e il contrario di tutto. La preparazione di un altro biscotto (simile più o meno a quello del turno di ballottaggio) intriso di nutella, a discapito di chissàchì, “per il bene della Città”. Consiglieri Comunali dimissionari pur di diventare Assessori prima ancora che si insediassero, lo sperpero di danaro pubblico per contrattizzare per “intuiti personae” Dirigenti di Settore e “finzionari pubblici”, lo Stadio San Mauro con i lavori fermi, lo scandaloso fitto passivo di migliaia di euro al mese per un locale abusivo, non condonato e non condonabile finalmente risolto con l’interminabile sfratto di via Ada Negri, il muro della vergogna costruito in via Enrico Caruso, con l’innocente affermazione da parte di molti degli attuali amministratori di una DIA non proprio regolare, finalmente risolto, “la stampa fuorviante che crea contrasti tra la Chiesa e l’Amministrazione”, il concorso per VV.UU., quello delle

guardie giurate pubbliche ed ambientali, l’inquinamento atmosferico, la discarica nella strada provinciale Cantariello, via Po ed i Servizi alla Persona e le politiche sociali sia dell’Ambito che dell’Ufficio di Piano; la disgustosa contrapposizione tra soggetti femminili sviluppatesi all’interno di questa Amministrazione; la guerra mediatica (specie sul social network fb) alla persona soggetto femminile Luisa Marro, poi Assessore alla Pubblica Istruzione, alla Cultura ed al Tempo Libero e da qualche mese anche alla Polizia Locale. Un fatto molto ma molto strano. Le scelte emotive dei nomi alle sale della Biblioteca sono in compartecipazione tra le parti e non certo di una sola persona. Ed, a proposito di Biblioteca Comunale, mai mi stancherò di elogiare i veri ed unici fautori della sua apertura: i ragazzi di Azione Giovani e del Circolo Culturale dedicato al grande Magistrato Paolo Borsellino. CONTINUA A PAG. 5


4

DOMENICA 22 GIUGNO 2014


DOMENICA 22 GIUGNO 2014 SEGUE DA PAG. 3 Morale e disfattistica risultanza di questo brutto reality sono: lo Stadio San Mauro; un cantiere mai terminato aperto per la gioia dei cittadini che ci vanno a correre. Il cattolico muro di via Caruso finalmente abbattuto! Infine c’è e persiste in tutti noi (anche in quelli più critici) la preoccupazione dell’Arrivo in questa nostra sfortunata, martoriata, struprata, violentata dal cemento e dal danaro, invasa (30mila persone con altro idioma linguistico ndc) Città, per fortuna, benedetta e protetta dai suoi Santi e dai suoi Beati, di altri Commissari Prefettizi, pur straordinari che siano. I RAGAZZI Quante volte sono d’accordo con la giovane collega, la giornalista Maria Antonietta Milano, iscritta all’Ordine dei Giornalisti il 7 luglio del 2009, per tutto quanto scritto nel suo articolo “I ragazzi”, pubblicato sul quindicinale Maiden. “Noi non sappiamo com’era avere vent’anni vent’anni fa, o trenta, o quaranta, quando eravate voi ad essere ragazzi”. La domanda è rivolta anche a me, marchiato dal potere democristiano con l’illegale marchio di fascista solo per avere avuto la fortuna di frequentare colui che è oggi è, finalmen-

5 te, riconosciuto come la Persona con le più alte capacità culturali di questa Città. “…..a rendersi conto che, visto da qui, il futuro non abbia un granché di prospettiva”. Un’amara considerazione che mi riporta a quando avevo questa età, quella di Maria Antonietta ma anche di Ciro, Daniela, Gianluigi: mai avrei pensato quando ai concorsi non mi facevano passare nemmeno gli scritti per quel marchio che portavo che tanti anni dopo i giovani, quelli di oggi, avrebbero avuto più problemi addirittura da chi, come me, era definito fascista. A quei tempi l’appartenenza alla DC, al Psi o a qualunque partito del Pentapartito, consentiva posti in banca o cattedre universitarie. Ecco, poi, la parte che più mi ha emozionato, vecchio nostalgico: “Voi, i baroni delle poltrone ereditarie, i presidenti e i dirigenti dell’incompetenza, i paladini della legalità con la fedina penale sporca. Siete i latitanti, gli azzeccagarbugli, i deputati poco onorevoli. Siete gli evasori: delle tasse, delle responsabilità, delle verità. Soprattutto della verità: sono vent’anni che aspettiamo la verità delle bombe di vent’anni fa, di quell’estate di fuoco, che alcuni di noi neanche erano nati. Neanche erano nati” . Non eravate nati neanche quando in questo pa-

ese si truccavano concorsi, si costruivano, con mania verticale, i grattacieli. Un paese dove una grigia cappa giudiziaria ha consentito tangenti, imbrogli, commissariamenti a iosa e scioglimento per camorra. “Neanche eravamo nati – continua Maria Antonietta – e già dovevamo imparare come vanno le cose in questo Paese: il cinismo e la rassegnazione, la capacità di essere sordi, ciechi e muti all’occorrenza che servono per viverci. Siete ancora quelli del “tutto cambi perché niente cambi”. Siete i Gattopardi, voi. E noi chissà se avremo mai riconosciuto il merito, la reputazione all’estero, il diritto di eleggere rappresentanti che ci siamo scelti davvero, una pensione che inizieremo a godere forse quando avremo già un piede dentro la cassa da morto ma una pensione almeno, le verità di cui dicevamo poco fa. Ci avete fregato: siete sempre gli stessi e vi state mangiando tutto. Vi state mangiando tutto. Ma una cosa sola no: l’indignazione. E forse questa basterà a fare passo alla “morale del furbetto di turno” e alle “regole che valgono per tutti gli altri tranne me”. Grazie a Maria Antonietta. Semplicemente grazie! Per quanto hai liberamente espresso.

Offerta

Pavimenti & Rivestimenti a partire da

€ 3,99

Marmi Colorati e Graniti Tavoli - Camini Lavorazione Artistica, IntarsI e Mosaici Personalizzati Marmeria Autorizzata OKITE PAvimenti e rivestimenti in Ceramica, sanitari, box doccia, Rubinetteria, mobili da bagno Via Giovanni Pascoli, 20 - 80026 Casoria (NA) (nei pressi dell’aereoporto) Tel. 081.7584381 - Fax 081.7572786 email. delpretemarmiceramica@virgilio.it www.delpretegroup.it


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

6

STIMA

STIMACASA

FRANCHISING

IMMOBILIARE

CASORIA In

STIMA

www.stimacasa.it

A S S O C IATO

VENDE

Parco, appartamento ben rifinito, composto da ampio ingresso, soggiorno con cucina a vista, due camere da letto, doppi servizi e lavanderia. Con ampie balconate e posto auto. Euro 185.000

AFRAGOLA C.so

STIMA

Napoli, in piccola palazzina, appartamento composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere da letto, bagno e ripostiglio. Con posto auto e cantinola. Euro 120.000

CASORIA In

AFRAGOLA A ridosso di Via Amendola, delizioso ed esclu-

STIMA

STIMA

elegante palazzina, delizioso appartamento con terrazzo a livello, composto da ingresso, salone con camino, cucina abitabile, due ampie camere, doppi servizi, lavanderia e con posto auto coperto. Euro 270.000

sivo appartamento su due livelli, con terrazzo, box e posto auto. Ben rifinito, come nuovo e realizzato con materiale di alto pregio. Da non perdere. Euro 275.000

CASORIA Via Indipendenza, appartamento composto da AFRAGOLA Via

STIMA

accogliente salone, cucina abitabile, due ampie camere da letto, doppi servizi e ripostiglio. Duplice esposizione, con ampie balconate e posto auto. Euro 180.000

STIMA

Galliano, soluzione semidipendente con all’interno grazioso appartamento ben rifinito di circa 90 mq, con terrazzo di copertura, posto auto e cantinola Euro 175.000

CASORIA Zona

AFRAGOLA Via

STIMA STIMA

STIMA

Gallery, in palazzina signorile, appartamento ben rifinito, composto da ingresso, soggiorno con cucina a vista, due camere da letto, studio, bagno e lavanderia. Euro 185.000

D. Alighieri, soluzione indipendente composta da appartamento posto al piano rialzato di circa 120 mq, con giardino privato, un locale seminterrato di 150 mq e terrazzo di copertura. Euro 165.000

CASORIA Grazioso app.nto ristrutturato e composto da AFRAGOLA Adiacente

STIMA

ampio soggiorno, cucina abitabile, due camere da letto, bagno e lavanderia. Ben rifinito, come nuovo, con duplice esposizione e posto auto Euro 150.000

STIMA

al C.so A. De Gasperi, appartamento composto da ingresso, soggiorno, cucina, due ampie camere da letto e bagno. Con duplice esposizione e posto auto Euro 150.000

CASORIA

AFRAGOLA A

STIMA

STIMA

Via Bruno Buozzi, in piccola palazzina, appartamento di 128 mq, composto da ingresso, salone doppio, cucina abitabile, due ampie camere, bagno e ripostiglio. Con posto auto.Euro 160.000

pochi passi dal V.le S. Antonio, in piccola palazzina, ampio appartamento composto da ingresso, salone doppio, cucina abitabile, due ampie camere, bagno e ripostiglio. Euro 160.000

CASORIA

AFRAGOLA Corso

STIMA

STIMA

In parco, appartamento ristrutturato e composto da accogliente soggiorno, cucina abitabile, due camere, bagno e ripostiglio. Duplice esposizione con ampie balconate e posto auto. Euro155.000

Napoli, in piccola palazzina, appartamento ristrutturato e composto da soggiorno con cucina a vista, tre camere, e doppio servizio. Con cantinola e posto auto. Euro 150.000

AFRAGOLA A ridosso di C.so A. De Gasperi, appartamento AFRAGOLA A ridosso di Via Amendola, appartamento

STIMA

in buono stato, composto da soggiorno con cucina a vista, due ampie camere da letto, cameretta, doppi servizi e 1/3 del cortile, cantinato e terrazzo di copertura. Euro 145.000

STIMA

posto al 3’ piano e composto da ingresso, soggiorno con cucina a vista, due camere e bagno. In buono stato e indicato anche per uso investimento. Euro 87.000

AFRAGOLA Zona Gelsomino, ampio app.to con terraz- VILLE E SOLUZIONI INDIPENDENTI

STIMA

zo a livello di circa 180mq e composto da accogliente salone doppio, cucina abitabile, due camere da letto, doppio servizio, rispostiglio e cantoniola Euro 290.000

Splendita villa bifamiliare con all’interno due appartementi di circa 150 mq. cadauno, arricchiti da ampi spazi esterni e terrazzo a livello. Da non perdere!!!

AFRAGOLA C.so A.De Gasperi delizioso app.to ac- Esclusiva Villa bifamiliare valorizzata da ampi spazi

STIMA

curatamente ristrutturato con materiale di alto pre- esterni, come terrazzi e cortile privato di 350 mq, gio di 4 vani oltre accessori. Accogliente, moder- con al suo interno due appartamenti di 140 e 170 mq, no e ben rifinito. Da non perdere Euro 235.000 oltre a locale cantinato e tavernetta attrezzata.

AFRAGOLA Appartamento

STIMA

di 4 vani, composto da Prestigiosa villa su 4 livelli, accuratamente realizzata ingresso, soggiorno, tre camere da letto, cucina con materiale di alto pregio, con piscina privata, giare doppio servizio. Luminoso, con duplice espo- dino, patio e tavernetta attrezzata. Una vera rarità. sizione, posto auto e cantinola. Euro 165.000 Trattative riservate

Ag. CASORIA Gallery Shopping Center - Tel. 0817577497 - Fax 0817308691 Ag. AFRAGOLA - Corso Napoli, 31/33 - Tel. 0817577497 - Fax 0817308691


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

7

COMPLEANNO DI CASORIADUE

Un altro anno di battaglie (e ne sono 20!), di fatti, volti e storie, ma soprattutto un anno di informazione libera. Il settimanale a distribuzione gratuita “Casoriadue”, festeggia il 27 di giugno con la redazione al completo, lettori e simpatizzanti il suo 20° compleanno alle ore 20 presso Business Cafè sulla

Statale Sannitica. Insieme alla redazione di questo piccolo ma importante caso editoriale che ha conquistato la fiducia di un numero sempre crescente di casoriani, ci saranno i redattori, collaboratori e naturalmente il direttore responsabile Ferdinando Troise: “Abbiamo portato

avanti tra difficoltà e grande passione un giornalismo fatto di valori coerenti, siamo contenti di tagliare questo traguardo”. A Casoriadue è abbinato come iniziativa editoriale un quotidiano on line, www.casoriadue.it, nato nel novembre 2010 ha raggiunto, nel solo anno 2014 (gen-

naio – giugno) l’incredibile numero di 200.000 visualizzazioni, con una media quotidiana sempre in crescita. Nel corso dell’iniziativa “C come Casoriadue” saranno presentate le novità e i progetti che il settimanale di Casoria più diffuso in edicola ha già in serbo per i suoi estimatori.


8

DOMENICA 22 GIUGNO 2014


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

9

DANIELA ABBATE

DISPERSIONE SCOLASTICA E COMPORTAMENTI A RISCHIO: Psicologi a scuola

Si è conclusa in maniera esemplare l’importante iniziativa del Servizio Comunale di Psicologia svoltasi in collaborazione con le istituzioni scolastiche, avente come destinatari gli adolescenti. Oggetto di analisi, infatti, sono state le dinamiche dello sviluppo cognitivo e intersoggettivo dei più giovani. La scuola si configura come l’esclusiva e più importante agenzia educativa che ha, per mandato istituzionale, il compito di predisporre gli strumenti necessari affinché ciascun alunno possa sviluppare al meglio le proprie potenzialità. Al fine di garantire e assicurare a ciascun adolescente la possibilità concreta di esprimere se stesso, l’amministrazione di Casoria, primo comune in Campania, ha istituito il Servizio Comunale di Psicologia creando uno sportello di consulenza psicologica e sociologica in collaborazione con l’istituto Superiore “Andrea Torrente”. Lo sportello, aperto a utenti interni ed esterni alla scuola e destinato alla prevenzione della dispersione scolastica e alla promozione del benessere psicofisico, nasce per arginare i comportamenti a rischio sempre più emergenti tra i giovani, per valutare i problemi più frequenti presenti sul territorio e offrire uno spazio di consulenza ai ragazzi, sempre più vittime di un sistema sociale permeato da computer, social network e ritmi frenetici a discapito della sana comunicazione delle emozioni. L’equipe di esperti che ha preso parte all’iniziativa è stata composta da un valido team di psicologi, quali la dott.ssa Marilena La Rosa, la dott.ssa Gabriella Giustiniani, dal dott. Lino Ferone, dal sociologo dott. Emilio Gardini e da una pedagogista clinica, la dott.ssa Stefania Laurino, responsabile della consulenza a docenti e famiglie sui disturbi specifici dell’apprendimento. Il progetto è stato realizzato anche grazie al significativo coinvolgimento delle professoresse Virginia De Robbio e Paola Cinque, docenti e collaboratrici del Dirigente scolastico del “Torrente”, il dott. Giovanni De Rosa: a loro è stato affidato il delicato compito di individuare, attraverso il coordinamento dei Consigli di classe, i ragazzi da indirizzare allo sportello

di ascolto, di stabilire i primi contatti con le famiglie, tesi al superamento di diffidenze e resistenze, e di seguire, nel rispetto del segreto professionale e in sinergia con i professionisti, l’intero percorso, fino al colloquio finale con i genitori e all’analisi dei risultati del successo formativo dei partecipanti all’iniziativa. Un ruolo centrale e particolarmente rilevante è stato svolto dalla dott.ssa Marilena La Rosa, psicologa ad orientamento teorico cognitivo-comportamentale, a cui è stato affidato il compito più impegnativo: interagire con i ragazzi del settore alberghiero, che rappresentano la stragrande maggioranza degli studenti dell’istituto. Nello specifico, la dott.ssa Marilena La Rosa ha lavorato sull’accettazione e sulla normalizzazione della diversità sessuale, sul riconoscimento dell’omofobia interiorizzata accompagnata da pregiudizi sociali e culturali, sulle difficoltà interpersonali relative alla mancata integrazione con il gruppo dei pari, sull’individuazione di pensieri e repertori comportamentali disfunzionali, sulla gestione appropriata di emozioni specifiche come l’ansia (generalizzata e prestazionale), la rabbia e la vergogna, sull’elaborazione di eventi traumatici come: divorzio dei genitori, famiglie allargate, lutti, adozioni, malattie dei genitori ed esperienze relazionali negative, sul miglioramento dell’autostima e dell’autoefficacia, sensibilizzando, alla fine del ciclo dei colloqui, le famiglie ad un approccio più consapevole del disagio. La dottoressa La Rosa ha predisposto anche la scheda di segnalazione del disagio, destinata ai docenti componenti i consigli di classe e tutto il materiale di supporto ai colloqui clinici. I risultati positivi di questa importante iniziativa sono stati confermati da genitori, docenti e staff dirigenziale. Notevole è il contributo della ricerca psicologica nel conoscere l’adolescente, individuare e comprendere la presenza di problematiche intersoggettive, relazionali o legate a specifici disturbi dell’appren-

dimento che ostacolano la sua crescita personale e scolastica, rischiando di strutturare esperienze negative e comportamenti poco opportuni. L’adolescenza rappresenta sicuramente la stagione della vita più incerta e problematica. Durante questa fase tutti i parametri che il bambino aveva stabilito come suoi punti di riferimento oggettivi cambiano a velocità estremamente elevata e tutte le problematiche già presenti durante l’infanzia si acuiscono, creando un inevitabile stato di disagio, paura e instabilità. K. Lewin ha paragonato la condizione di un adolescente “a qualcuno che si trova, improvvisamente in una situazione sconosciuta, non familiare… l’incertezza sarà tanto più grande quanto più l’individuo è stato, in precedenza, tenuto ‘fuori’ e all’oscuro del mondo adulto”. Il periodo che va dagli undici ai diciotto anni è all’insegna del cambiamento fisico, comportamentale e psicologico: il corpo si sviluppa repentinamente, il modo di muoversi diventa spesso goffo, si evidenziano i caratteri sessuali primari, aumenta l’interesse per l’altro sesso, si trasforma di fatto l’aspetto così come il modo di pensare se stesso e gli altri. È questo il periodo in cui lievi difetti fisici diventano problemi apparentemente insormontabili, aumenta il bisogno di sentirsi accettati dal gruppo dei coetanei. Questa ricerca continua di conferme supera nettamente la necessità degli adulti di integrarsi e di sentirsi importante in un gruppo. Cambia, insomma, il modo di percepire tutta la realtà. In questa delicatissima fase di transizione risulta fondamentale la traduzione delle potenzialità di ogni alunno in reali abilità e competenze, sgombrando il campo da possibili ostacoli di natura psicologica. La nota sensibilità mostrata dall’amministrazione comunale di Casoria e la costante attenzione del Dirigente scolastico Giovanni De Rosa mostrano la consapevolezza che le attività sociali e ambientali sono strettamente collegate al benessere psicologico. È evidente che la scuola assume un ruolo significativo nella vita dell’adolescente, poiché lo mette in gioco sul piano personale, relazionale e della riuscita sociale.


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

10 FEDERICA D’APUZZO

Convegno di studi: “ Vi lascio l’amore di Dio ” Si è tenuto a Casoria nella Basilica di San Mauro Abate il giorno 17 Giugno c.a. il Convegno di studi” Vi lascio l’amore di Dio” un’incontro questo, non per discutere dell’oramai decisa Santificazione di Padre Ludovico, che avverrà il 23 novembre c.a., ma per capirne i reali motivi, del perché quest’uomo dapprima Beato, ora verrà Santificato. Come tutti i più importanti eventi le danze sono state aperte dal Parroco Rev. Don Mauro Zurro; la prima parte curata da Sua Em.za Rev.ma il Sig. Cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi ha ripercorso un po’ le tappe fondamentali

legata alla carità. Non vi tedierò oltre con la ricostruzione storica degli eventi che hanno segnato la vita di Padre Ludovico, non sono le date ed i luoghi a dover parlare per Lui, ma soprattutto non è di certo questo il messaggio che vorrebbe lasciarci; una parte importante però è quella riguardante il contesto storico nel quale il Beato Ludovico ha vissuto, e questo in particolare per capire quanto dura sia stata la vita e le scelte di quest’uomo, ma in particolar modo quanto grande, forte e salda sia stata la Sua fede. La seconda parte del suddetto incontro ha infatti visto l’intervento del Prof. Rev. Fra

della storia di Padre Ludovico, nato a Casoria l’11marzo del 1814, battezzato, nella stessa Parrocchia che oggi ospitava l’evento, proveniva da una famiglia di artigiani, una famiglia del popolo. Avviato al lavoro di artigiano decise a diciotto anni di entrar a far parte dei Frati Minori per il suo noviziato. Insegnante e uomo di scienza si prodigò sempre per lo studio, fino a quando un’episodio non rivoluzionò i suoi pensieri, durante l’adorazione del Gesù Sacramento egli cadde in terra nella Chiesa di San Giuseppe dei ruffi e capì che la sua missione era tutta

Giuseppe Buffon docente di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Antonianum di Roma; solitamente la storia non è argomento felice per gli studenti, ed anche per i non più studenti, ma la ricostruzione dell’epoca in cui ha vissuto il Beato Ludovico, operata da Fra Buffon è stata realmente accattivante e soprattutto illuminante, arricchita da numerose testimonianze che non ci sogneremmo mai di trovare in un comune testo di storia. La sua analisi riguarda infatti il periodo delle soppressioni liberali in Italia, e come questa abbia inciso nella

vita dei frati di quel tempo, in particolar modo attraverso le lettere di Bernardino da amico di Padre Ludovico, questi gli anni in cui i frati venivano mandati via dai conventi, dove le biblioteche erano sequestrate e non si poteva garantire a quei frati che venivano dal popolo un’istruzione, anni in cui veniva perso il porto sicuro di un consiglio da parte di un superiore che potesse indirizzare i frati nelle scelte da prendere in tempi cosi difficili quelli del XIX secolo. La legge del 19/07/1866 precisava non solo che non veniva riconosciuta personalità giuridica, ma precisava un fatto a dir poco sconcertante, tutti coloro che prima del 18 bgennaio del 1864 avessero nello stato regolare professione di voti avevano diritto ad una pensione, uno sconcerto se si pensa che fino a quel momento i frati facevano vita comune, abbandonando tutti i propri beni materiali.Un altro punto analizzato è proprio quello della guida da parte di un superiore per questi frati che appare assai difficile, non si riescono a trovare persone che abbiano la voglia di “correggere e confortare i vari religiosi che vivono dispersi nel secolo”, anche se la Congregazione a Roma spinge nella ricerca di tali uomini. Punto rilevante anche quello che riguarda la questione della temporanea secolarizzazione, molti frati dopo un primo momento di standby si sono abituati a percepire un’entrata personale e chiedono di avere questa temporanea secolarizzazione per non tornare in convento e non percepirla più dando quindi i propri averi ad i superiori del convento “ Se non vogliono tornare in convento significa che non sono degni( non erant digni) Iddio provvederà” cito. Menzionato anche un caso particolare ma non unico di un frate che accortosi di un difetto di forma negli incartamenti legati alla professione solenne, e che quindi scrive al suo Vicario provinciale quasi contento di non dover rientrare in convento, la risposta del vicario è emblematica, pone infatti l’accento sul perché costui non si preoccupi di rimediare a


DOMENICA 22 GIUGNO 2014 questo vizio di forma, ma non davanti a lui (nel senso della sua autorità) ma di fronte a Dio. Queste piccole testimonianze su tutto quello che hanno vissuto i frati in quegli anni, ma soprattutto per riflettere su come in quel tempo più che una crisi per le soppressioni si assisteva ad una crisi della coscienza, di cosa fosse veramente la vita religiosa, motivo per il quale oggi dopo la Riforma operata da Papa Pio IX il noviziato non dura più un anno, ma tre, proprio perché deve essere una decisione matura, consapevole e salda; e cito “ che la Santità è una questione importante, non è un’idea spumosa.” Ultimo intervento quello del Prof. Michele Ortaglio Ministro Regionale dell’Ordine Francescano Secolare il quale non volendosi ripetere su quanto era già stato detto fa una speciale riflessione sull’operato di Padre Ludovico, che molto dedicò alla cura del prossimo, egli avviava le opere di carità e poi le lasciava camminare autonomamente, il prof. Ortaglio paragona la figura del Beato a quella del buon samaritano, che porta il fratello ferito alla

11 locanda e lo lascia li, perché sa che lì ne avranno cura. “ Padre Ludovico è stato l’uomo della Provvidenza “. Un momento dedicato anche a Ida Iadevaia la giovane, miracolata, guarita per intercessione del Beato Padre Ludovico. Un piccolo quadro d’insieme per tutti coloro che non erano presenti, non erano al corrente di

Via G. Rocco, 2 - 80026 Casoria (NA) Cell. 335.8157475 email. servizitecnicidanna@virgilio.it www.servizitecnicidanna.it

questo importante evento e per ricordare sull’insegnamento del nostro Beato che fare qualcosa per gli altri, vivere per mettere in comune, impegnarsi non solo per se stessi, non essere sempre pronti nel dire IO, IO, IO, IO, forse non darà una ricompensa pecuniaria, ma potrà di sicuro alleggerirci l’animo.


12

DOMENICA 22 GIUGNO 2014


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

13

LUIGI IPPOLITO

Ciao mister Cresci, grande maestro di calcio Nel primo pomeriggio di domenica 15 giugno si è spento a settantotto anni il grande Giuseppe Cresci. Un uomo che ha vissuto tutta la vita nel calcio e per il calcio: il rettangolo di gioco era come una seconda casa e il pallone era un amico di sempre. La sua carriera sportiva inizia a

ruolo di presidente. Dopo trent’anni d’attività, fra la fine del 1970 e gli inizi del 1980, appese gli scarpini al chiodo ma non volle assolutamente abbandonare questo sport. Così, partì la sua nuova avventura, da allenatore: tra le esperienze più significative e importanti, sono da

diciotto anni quando, nonostante si fosse arruolato nell’aeronautica, decise di non abbandonare la passione principale, avuta sin da bambino, ed entrò a far parte della nazionale militare, ruolo attaccante. Ciò gli valse il soprannome che avrebbe mantenuto poi nel tempo: “Il Maresciallo”. Capace di unire l’attività agonistica e il rispetto per la divisa, giocò anche in quel di Bergamo tra le fila dell’Albinoleffe. Negli anni ’60 fonda, insieme a tre storici allenatori quali Nereo Rocco, Fulvio Bernardini e Ferruccio Valcareggi, l’Associazione italiana calciatori a Coverciano; per alcuni anni ne ricopre anche il

elencare quelle con il Giugliano (che nel ’74 grazie soprattutto al suo operato arrivò in Serie D per la prima volta), la Sarnese, il Capua, il Savoia, la Battipagliese, la Palmese (dove gli venne assegnato il premio “Seminatore d’oro”) e l’Aesernia. Proprio ad Isernia, nel’76, portò con sé il nostro direttore Nando Troise, allora venticinquenne, e gli insegnò il calcio nei minimi particolari. Un vero maestro del settore e molti ricordano tuttora le sue grandi doti da mister: la favolosa capacità nello spiegare dettagliatamente e in modo semplice la materia calcistica, gli schemi e le tattiche. Fu addirittura uno

dei precursori della difesa a zona: le famose “casarelle” che predicava contro le serrate marcature a uomo altro non erano che le aree dove i difensori erano soliti stanziarsi per poi occuparsi degli avversari che correvano lì intorno. I suoi insegnamenti riecheggiano ancora oggi nel panorama calcistico. Poi, è col Napoli che arriva l’esperienza forse più importante: qui ottiene l’incarico di Responsabile del Settore Giovanile e scopre, insieme a Nicola D’Alessio, un giovanissimo Paolo Cannavaro. Più recentemente, ha ricoperto la carica di Presidente Onorario dell’A.A.C.I. (Allenatori Associati Calcio Italiano) fondata nel 2013 e quella di giornalista sportivo/opinionista in televisione. I funerali si sono svolti nella chiesa di Santa Lucia a Sant’Antimo, sua città d’origine, nella mattina di lunedì 16. A dirgli addio, oltre ai familiari, anche tanti amici ed ex colleghi e calciatori che hanno vissuto con lui tante vicende: oltre al direttore Troise, c’erano anche i giornalisti Paolo Buonanno del Corriere dello Sport e Mimmo Malfitano della Gazzetta, Alfredo Paturzo e Carmine Testa; ex giocatori come Pasquale Cannavaro, Peppe Delvecchio, Gianni Improta e tanti altri. Tantissima l’emozione che ha accompagnato il feretro fino al cimitero. Tutta la redazione di Casoriadue si stringe attorno alla famiglia Cresci per la grave perdita, porgendole le più sentite condoglianze. Il mondo del calcio piange uno dei suoi pezzi storici più pregiati, una persona speciale che rimarrà per sempre nella mente di ognuno con l’immagine di quell’immenso sorriso, dell’umiltà e della spontaneità che lo hanno caratterizzato. Ciao mister Peppino.


14

DOMENICA 22 GIUGNO 2014


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

15

ALESSIA DIANO

“Garanzia Giovani” un’ (ardua) impresa per il futuro

L’Italia è un paese per i giovani? Se si leggono i dati emersi dagli ultimi rivelamenti Istat, la risposta a questa domanda è amaramente negativa: il tasso dei senza lavoro tra i 15 e i 24 anni è al 46%, una percentuale da record mai registrata prima e a farne le spese sono soprattutto i giovani del Sud, dove la percentuale dei ragazzi senza impiego arriva al 60,8%. Numerosi Paesi europei hanno avviato strategie di prevenzione alla disoccupazione ed anche l’Italia si sta adeguando. Il governo ha infatti aderito al progetto “Youth Guarantee” (Garanzia Giovani), un’iniziativa promossa dall’Unione Europea che mira ad aiutare i giovani tra i 15 e i 29 anni ad entrare nel mondo del lavoro. Questo progetto prevede azioni di informazione, orientamento e supporto da realizzare dalle Regioni in collaborazione con i Centri per l’Impiego (CPI), dove sono stati installati degli appositi sportelli. Per aderire al progetto basta iscriversi online attraverso il portale dedicato all’iniziativa. Entro 60 giorni dall’iscrizione, il giovane viene convocato

dal CPI scelto in fase di registrazione per essere aiutato nella costruzione di un percorso individuale professionale, e al massimo in quattro mesi dal colloquio orientativo – formativo riceve una proposta lavorativa concreta. “Garanzia Giovani” si propone come risposta alla crisi della disoccupazione giovanile, dunque è un progetto molto ambizioso, che tra l’altro ha finanziamenti di grande portata, basti pensare che solo in Campania (dove è partito lo scorso 1° maggio) sono stati stanziati 650 milioni di euro! Ma riuscirà nel suo intento, soprattutto nei tempi stabiliti? Nella nostra regione c’è stato un boom di adesioni, sono circa 16.000 i giovani campani iscritti al progetto e c’è da chiedersi come i CPI, che ricoprono prevalentemente solo un ruolo di tipo burocratico (attestazione e riconoscimento dello stato di disoccupazione, iscrizione agli elenchi delle categoria protette, cessazioni dei rapporti di lavoro presso Enti pubblici ed aziende private), riusciranno a gestire la cosa. Per ora non solo i colloqui non sono ancora iniziati, ma gli impiegati

che “dovrebbero” fornire ai giovani informazioni e delucidazioni in merito al progetto sembrano essere confusi e poco aggiornati. “Garanzia giovani” si presenta come “un’impresa per il futuro” ma lo sarà davvero? Per ora il suo corretto funzionamento sembra un’ impresa… Vi terremo aggiornati nei prossimi mesi

Centro Diagnostico Ferrara

Chimica clinica Ematologia Batteriologia Immunologia Citologia

LABORATORIO ANALISI SALUS

Aut. n. 97 del 10/06/2011

Dott. Raimondo Ferrara

Direttore Sanitario

Istologia Dosaggi ormonali Markers epatici e tumorali Dosaggio farmaci Diagnostica allergologica

Via Principe di Piemonte 131 - 80026 CASORIA palazzo di vetro a 200 mt. da Tufano elettrodomestici 80026 Casoria (Na) - E-mail: salus.casoria@alice.it

Per info e prelievi domiciliari - Tel. 081 7585776 - 081 19189297


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

16 ROSA DAVIDE

Partito Democratico: presentate 50 interrogazioni all’amministrazione Carfora

Si è svolta Giovedì 12 Giugno, in piazza Cirillo, presso l’associazione culturale Francesco Bruno, la conferenza stampa indetta dal PD di Casoria. Erano presenti il segretario cittadino Pasquale Amoroso e i consiglieri comunali Pasquale Fuccio, Giovanni Marigliano, Giuseppe Balsamo e Nicola Laezza. Questa volta sono 50 le interrogazioni, presentate dal gruppo consiliare del PD, a cui il sindaco Vincenzo Carfora e la sua maggioranza dovranno rispondere. Riguardano gli argomenti più disparati: nomine dirigenziali, questione Cantariello, consorzio cimiteriale, urbanistica, bilanci e Casoria Ambiente. “Avevamo chiesto una riduzione del numero dei dirigenti. Sono stati nominati invece nove dirigenti, molti esterni. Questo è un atto illegittimo che ha determinato un notevole aggravio dei costi. Abbiamo poi realizzato un pacchetto di interrogazioni su Casoria Ambiente. E’ noto che l’ispettore ministeriale ha ritenuto illegittima la nomina del CDA, con una spesa di 367 mila euro, ma nonostante questo nulla è cambiato. L’aggettivo illegittimo spesso caratterizza l’operato di questa amministrazione. Un’amministrazione che ancora non è riuscita ad affrontare la questione Cantariello. Salvatore Graziuso, ex candidato al consiglio comunale nelle liste del PDL, è stato nominato alla direzione del consorzio cimiteriale. Un personaggio noto, che ha sostenuto Tabacci e altri candidati del PD. In pochi mesi ha usato la sua posizione per distribuire incarichi ai membri del sistema, in

maniera clientelare. E ancora abbiamo presentato delle interrogazioni in merito all’urbanistica. In un territorio già urbanizzato per oltre il 93%, il commissario Leonardi riteneva che non si potessero più costruire nuove case. L’amministrazione non è dello stesso parere.” Ha spiegato il consigliere comunale Pa-

è assolutamente organizzata dal Partito Democratico. Il PD non è un taxi, lo ha affermato il segretario nazionale Matteo Renzi. Non lo è, e non può neanche diventarlo qui a Casoria”. Ha affermato il segretario cittadino, Pasquale Amoroso. “Il nostro non è un attacco personale alla figura dell’assessore Tommaso Casillo. Il nostro è un attacco assolutamente politico. Ci poniamo all’opposizione, nei confronti di un’amministrazione che non fa altro che alimentare un sistema che si caratterizza per uno sbagliato e molte volte illegittimo utilizzo delle risorse”. Ha

squale Fuccio. Una piena sfiducia, quella del PD locale, nei confronti del ruolo del consiglio comunale e del suo presidente, Stefano Ferrara, accusato di comprimere il dibattito, impedendo la libertà di pensiero ai consiglieri comunali. “Siamo pronti a ricorrere alla magistratura, alla corte dei conti, qualora non dovessimo avere delle risposte. Il PD si colloca all’opposizione in maniera compatta, senza alcun tentennamento. Oggi si svolge un’altra manifestazione che non

dichiarato il consigliere comunale Pasquale Fuccio. Ancora una volta è chiara, netta e univoca la posizione degli organismi dirigenti locali del Partito Democratico: si deve avere il coraggio di operare delle scelte rispetto ai tentativi di scalata dei soliti personaggi noti. Gli organismi dirigenti regionali e nazionali devono “dire NO alla solita logica basata sull’acquisto di pacchetti di voti”, in un’ottica di rinnovamento e di vera rottamazione.


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

17

ALESSIA FRAIESE

PINA DELLA ROSSA: PITTURA E FOTOGRAFIA... RIFLESSIONE E INTROSPEZIONE Paul Klee diceva “l’arte non riproduce ciò che è visibile ma rende visibile ciò che non sempre lo è”... E’ molto simile a questo il concetto contemplato da Pina Della Rossa, la quale mette al primo posto della sua ricerca artistica la capacità di riuscire, attraverso la pittura e la fotografia, a far trasparire dal subitaneo reale ciò che non perviene immediatamente alla vista. La sua arte è arte della riflessione, dell’in-

trospezione, dell’analisi. Un’arte capace di avvolgere emotivamente lo spettatore. Un’arte non da guardare, ma da gustare, toccare con la mano del più profondo io. Il Mattino ha scritto di lei in questi termini: “ L’artista Pina Della Rossa prosegue nella sua ricerca creativa attraverso la fotografia che diviene sempre più contemplativa, la sua è un’indagine interiore che parte dal reale per giungere ad una dimensione dell’anima visionaria e silenziosa in uno spazio che diviene infinito, meta-temporale” Il curriculum vitae di questa artista nostrana è ricco di esperienze emozionanti, invidiabili, soprattutto per chi, come lei, ama l’arte in tutte le sue sfaccettature fin dalla tenera età. Nata e cresciuta in una famiglia di artisti, Pina della Rossa, si è ben presto appassionata sia alla pittura che alla fotografia. E con maestri come Mimmo Iodice per la fotografia e Armando De Stefano per la pittura e Carlo Alfano, ha iniziato la sua

scalata professionale. La prima reflex acquistata con i propri risparmi per avvalorarne ancor di più l’esclusivo possesso, è stata il primo strumento di ricerca, quella ricerca artistica che ha condotto l’artista a considerare la fotografia come sorella della pittura, due forme artistiche inscindibili l’una dall’altra. Il colore, l’effetto rilievo sono elementi immancabili nelle sue fotografie che cercano di rievocare le spatolate di colore tipiche del campo pittorico. Dopo un trascorso da architetto, attualmente è insegnante di storia dell’arte e la sua attività artistica va a gonfie vele. Nell’ultimo periodo sono state ben tre le mostre che l’hanno vista tra i protagonisti. Alcuni dei suoi lavori legati alla serie “Dopo la battaglia” presentati al museo PAN di Napoli, sono stati esposti a Roma, in America e nella galleria napoletana Area 24 Space. Filo conduttore di quest’ultima mostra in cui è esposta l’opera Apparizioni e che vede la Della Rossa membro della Tribù, collettiva di arte contemporanea, è l’unione di esperienze e sperimentazioni diverse in una prospettiva collettiva, in cui l’arte riduce la distanza dallo spettatore, facendosi interattiva con le tribù di ultima generazione, quelle del web. Le stesse opere saranno, tra non moltissimo tempo, protagoniste di una mostra itinerante che toccherà le città di Roma, Milano e Torino, per poi approdare in ambiente internazionale a Parigi. Altra importante esperienza che la vede protagonista riguarda la nostra città. Antonio Manfredi direttore del museo

Cam di Casoria ha voluto che nella sua collezione permanente ci fosse l’opera di Pina della Rossa “Inabitabile”. La fotografia per lei, non è imitazione del reale, essa parte dal reale, dal visibile ma punta a toccare l’invisibile, attraverso un continuo ritorno ideale alla pittura. Un’artista poliedrica, propositiva, sperimentale, che mette in evidenza il continuo contatto delle sue più amate forme d’arte: la pittura e la fotografia. Un’artista capace di sfiorare l’animo degli amatori d’arte.


18

DOMENICA 22 GIUGNO 2014


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

19

ANTONIO BOTTA

La città di Casoria protagonista dello spettacolo delle classi quinte della scuola primaria dell’I.C. Casoria 1° “Ludovico da Casoria

“ CE STEVA ‘NA VOTA” La città di Casoria è stata la protagonista del gradevolissimo spettacolo, dal titolo “Ce steva ‘na vota”, messo in scena nella sala teatro del Madrinato “S. Placido” dagli alunni delle classi quinte della scuola primaria dell’I.C. Casoria 1° “Ludovico da Casoria”. L’originale escamotage di un confronto fra Napoli e la nostra Città, rappresentate da due bravissime bambine, che hanno interpretato magnificamente il loro ruolo, ha permesso di ricostruire, con mano leggera, le origini di Casoria e di alcune sue tradizioni e leggende (‘A bella ‘mbriana, Janara, ‘o Munaciello, ‘o lupremannaro) che talvolta si mescolano e si fondono con quelle partenopee. Il folto pubblico ha potuto così rinfrescarsi la memoria con la storia di Jacopo Torello, lo sviluppo del Centro agricolo intorno alle chiese di S. Mauro e di S. Benedetto e la nascita della devozione per questi due Santi nell’Agro Gentiano. Ciò che ha molto divertito gli spettatori sono stati i dialoghi assai spassosi espressi in lingua napoletana. Vale la pena di menzionare la risposta di “Casoria” a “Napoli” che la umilia ostentando nei confronti della “provinciale zappaterra”un atteggiamento spocchioso di superiorità: “E’ overo, io nun tengo ‘o mare, ma tengo chella piazzetta Santa Croce, cù ll’albere mmiezo, addò tant’anne fa passava ‘o tramme, cantanno e alluccanno: “Ohe, ca io passo!; tengo a piazza Cirille, ca a chillu tiempo ‘a na parte priava dint “a chiesa d’’a Madonna d’o Carmine e

a chell’ata parte chiagneva cu’ ‘e carcerate; tengo chilli palazzielle ch’erano belle sulo lloro, cu’ ‘e ciardinelle arravugliate attuorno ‘e terrazze; e tengo dduie sante ca me vonno bbene, mentre ca tu sultanto a San Gennare. Nonna Maria, un altro simpaticissimo personaggio , rievoca il “paesino” Casoria, prima dell’industrializzazione e dell’abusivismo edilizio, facendo riferimento ad alcuni luoghi caratteristici, quali ’o vico d’ è ciucciuvettole, ‘o vico ‘e casa Russo, ‘o vicariello ‘a spuntatora. Nostalgia di un tempo che fu, quando si viveva ancora a misura d’uomo, tempo in cui i bimbi, seduti intorno al braciere o al focolare, ascoltavano dai nonni storie che alimentavano la fantasia, gustando, nel contempo, la gioia dell’intimità familiare. Due scene, in particolare, hanno riscosso scroscianti applausi: nella prima, la ragazzina che ha interpretato ‘a capera si è distinta per abilità recitativa, mentre nella seconda alcuni scugnizzi, muovendosi con disinvoltura, hanno raccontato la loro vita errabonda per le strade di Napoli. Le parti recitate sono state intervallate da danze eseguite con eleganza e scioltezza ( Quadriglia, Rumba degli scugnizzi, Tarantella luciana) e da brani musicali (Dduie paravise, That’s amore, Io, mammeta e tu, ‘O ccafé) cantati da un coro ben intonato. Da lodare anche i due bambini che hanno ottimamente interpretato la parte dei due relatori invitati alla conferenza su “Napoli e Casoria” e i baby artisti che hanno

impersonato i vari personaggi delle leggende, includendo tra essi il bambino che ha interpretato Totonno ‘e Quagliarella. A conclusione dello spettacolo, l’autrice del copione e regista della rappresentazione, ins. Giovanna Bocchetti, ne ha evidenziato il valore culturale e formativo, ponendo in rilievo che obiettivo del lavoro è stato quello di far conoscere agli alunni alcune tappe salienti del cammino della città di Casoria. “E’ noto” ha spiegato “che il disamore per il proprio territorio, l’indifferenza verso il proprio habitat sono generati anche dalla mancata conoscenza della storia locale, dall’ignoranza delle tradizioni culturali, religiose e di costume, attraverso cui si acquisisce la consapevolezza di appartenere a un passato comune”. La Dirigente, prof. ssa Maria Grazia Puzone, dopo essersi complimentata con gli alunni per la pregevole manifestazione, ha sottolineato che il progetto è stato realizzato con i fondi PON della Comunità europea. Alla fine ha fatto salire sul palco tutti gli insegnanti delle classi quinte, congratulandosi, in particolare, con le docenti che hanno permesso la realizzazione dello spettacolo (Giovanna Bocchetti, Adele Esposito, Luisa Ferriero, Carmela Florio, Brunella Giusto, Pina Rocco) e con l’esperta esterna, dott.ssa Antonella Ferraiuolo, che ha preparato il coro. Ringraziamenti di cuore al sig. Giuseppe Fiorentino per il suggestivo video sulle città di Napoli e soprattutto di Casoria.

PER LA TUA PUBBLICITA’ CHIAMA AL 3384356954


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

20

SPECIALI VIAGGI IN BUS.... - - - - - - - - - -

Rainbow 15 Giugno € 45.00 Costiera Amalfitana e Maiori 22 Giugno € 30.00 Isole Tremiti 26 – 29 Giugno € 250.00 Sorrento Tarantella 29 Giugno € 50.00 Padre Pio , Pietrelcina e Incoronata 05- 06 Luglio € 95.00 Puglia- S.M. di Leuca, Otranto, Gallipoli, Lecce Ostuni 01 – 03 Agosto € 195.00 Medjugorije e soggiorno mare in Croazia 9 – 17 Agosto € 490.00 Lourdes, Parigi e Disneyland 9- 17 Agosto € 790.00 Lourdes, Fatima, Madrid, Barcellona, Lisbona e Santiago 9- 24 Agosto € 1450.00 Lourdes, Montecarlo e Nizza 25- 31 Agosto € 550.00

SOGNA LE TUE EMOZIONI, TE LE ORGANIZZIAMO NOI! E MOLTO ALTRO ANCORA…. TI ASPETTIAMO IN AGENZIA!!!!

email: iviaggidelleoncino@yahoo.it Tel-081.7576847 Fax-081.0145895 Via Principe di Piemonte n° 34 - 80026 Casoria (NA)


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

21

GIUSEPPE NAVARRA

Historia di un casatiello mancato Chi non ha familiarità con computer, navigazione, web ed internet può attingere informazioni sulla propria città solo dai giornali locali, regionali, da scarni comunicati-stampa o da conferenze stampa che di tanto in tanto vengono annunciate dagli addetti ai lavori. Conferenze quasi sempre deserte o poco frequentate. Giusto per sapere, la Regione Campania ha assegnato a Casoria con il Più Europa la somma di euro 20.141.666,76 a cui va aggiunto il 10% di cofinanziamento comunale (due milioni circa) ed altri due milioni per 4 interventi a totale carico delle casse comunali. In totale i soldi disponibili assommano a 24.646.157,12. C’è da dire che il finanziamento originale era di 30.987.179 euro oltre al 10% di cofinanziamento, 3.100.000. Per conoscere il motivo della riprogrammazione e della decurtazione del Più Europa occorrerebbe leggere (e capire) la Delibera di G.R. 726 del 6/12/2011. Dalla lettura dello Stato di Attuazione del Più Europa del 14/04/2014 a firma del dirigente Lavori Pubblici, Responsabile Unico del Procedimento (RUP), si rileva che gli interventi effettuabili sono tredici di cui 4 a carico delle disponibilità economiche comunali, 4 con i fondi europei e 5 cofinanziati (Europa e Comune). Poiché lo scopo di un giornale è quello di informare, data la mole degli interventi da illustrare, si appalesa (perdonatemi il buro.politichese) la necessità di trattarli

singolarmente. Si parte dai lavori siglati 002 (ID181): “Predisposizione di nuovi luoghi urbani di partecipazione sociale: Biblioteca multimediale –lavori di restauro del fronte esterno della Chiesa della Madonna del Carmine, dei locali di proprietà comunale ad esso addossati e sistemazione dell’area compresa tra le due sedi comunali di Piazza Cirillo”. Nel 2008 con la delibera 81 la Giunta Ferrara incarica l’arch. prof. F. La Regina di redigere il progetto. Nel 2010 il progetto è pronto, ma ahinoi, il progetto non risulta né istruito, né verificato, né approvato. Non è l’unico. In qualche progetto che prevede degli espropri manca anche la dichiarazione di Pubblica Utilità. E nonostante queste carenze viene inserito nel Programma. Allora si corre ai ripari. Si affida alla società DFP Engineering il Servizio delle Attività di Verifica per tutti quei progetti le cui “attività sottese alla loro attuazione apparivano anomale e/o quanto meno confuse (sic)”. Specificamente: Isola ecologica, Area Mercati e Fiere, Incrocio Marconi-Pio XII e via Giolitti. La soc. DFP trasmette i verbali di verifica tra dic. 2013 e marzo 2014. Il vulnus è sanato. Cosa prevede il progetto? L’abbattimento dei manufatti addossati alla parete, la costruzione in PIAZZA di un edificio bipiano, illuminazione, alberature, parcheggi per taxi e disabili, ecc.. Al pianterreno, denominato area mercatale, saranno sistemati gli ex affittuari dei manufatti da abbattere e al primo piano i

servizi di partecipazione sociale: emeroteca, infopoint, archivio e mediateca. Qualcuno in Giunta protesta. Eliminiamo i ruderi e ci piazziamo un “casatiello”? Urge incaricare il progettista di variare il progetto. Detto fatto. La variante consiste nello spostare il casatiello sui 478 mq del suolo recintato di proprietà degli eredi di A. Maglione in Via G. D’Anna. La Giunta approva la variante con delibera 107 del sett. 2013. Il costo preventivato dell’opera sfiora i 3 milioni. La gara è di competenza della Stazione Unica Appaltante (SUA). Il 20 marzo 2014 la documentazione dell’intervento è pronta e viene inviata alla SUA che mediamente impiega dieci mesi per espletare l’appalto, indicare la ditta vincitrice e rispedire la documentazione. Bene, direte voi, nella peggiore delle ipotesi entro marzo 2015 si potrà stipulare il contratto e dare inizio ai lavori. Eh no! Siamo sicuri che la ditta è a posto con il fisco? Si dovrà scrivere all’Agenzia delle Entrate per averne conferma. E con la giustizia, in che rapporti è? Va interpellata la Procura della Repubblica competente per sapere se la ditta è sconosciuta al casellario giudiziale e se ha carichi pendenti. Quindi per la stipula del contratto serviranno le risposte dell’Agenzia e della Procura. E se i proprietari del suolo non accettano l’indennizzo e ricorrono al TAR? Altri mesi di attesa. Quanto tempo passerà ancora? Chissà! Sarà una fortuna se i lavori inizieranno a settembre 2015.


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

22

e non solo.... Anche GPL

Chevrolet TRAX Tua a €16.800,00 • FULL OPTIONAL • 2 TAGLIANDI GRATUITI • RATE A PARTIRE DA € 140,00 AL MESE

TRAX

Chevrolet SPARK Tua a €7.100,00

Anche GPL

• CLIMA - SERVOSTERZO • 5 PORTE • RADIO CD/MP3 • RATE DA 70 EURO AL MESE SU TUTTA LA GAMMA CHEVROLET 10 ANNI DI FURTO INCENDIO E RAPINA SPARK

New Panda Lounge

Tua a €8.900,00

PANDA

• DUE ANNI DI GARANZIA • DUE ANNI DI FURTO INCENDIO E RAPINA • RATE DA EURO 80 AL MESE

VIA A. DIAZ, 91/93 - CASORIA (NA) - WWW.AUTODIAZ.IT - TEL 081.540.26.43

IMMAGINE X SCOPO ILLUSTRATIVO SU TRAX LTZ FWD 1.7 DIESEL CONUMO CICLO COMBINATO (L/100KM)4.5 EMISSIONI DI CO2 (G/KM)120 PREZZO CON AUTO DA ROTTAMARE, SPARK LTZ 1.2 BENZINA CONSUMO CICLO COMBINATO (L/100KM)5.1 EMISSIONI DI CO2 (G/KM)119, PANDA LOUNGE 1.2 BENZINA CONSUMO CICLO COMBINATO (L/100KM) 5,5/5,2/5,2-EMISSIONE CO2 (G/KM) 120/120/120


DOMENICA 22 GIUGNO 2014

Augurissimi 24 Giugno Natività di San Giovanni Battista: Gianni Bianco, Giovanni Cerbone (Afragola ’92), Giovanni Concas (Unica Channel), Gianfranco Coppola (TGR), Avv. Giovanni Cresci, Giovanni Daino, Giovanni De Rosa (Preside Torrente), Giovanni Del Prete, Giovanni Di Lista, Giovanni Ferrara (Le Maschere), Giovanni Davino (fisioterapista Napoli), Gianfranco Lusuardi, Giovanni Manco, Giancarlo Marocchi, Gianluca Meola, Giovanna Mitilini, Giovanni Parlato, Giovanni Rullo (Itegas), Dr. Giandrea Sarnacchiaro, Giovanni Spina, Giancarlo Vinci, 29 Giugno: Ss. Pietro e Paolo: Paolo Esposito, Pietro Iodice, Pier Paolo Marino, Paola Consoletti e Paolo Molino, Paolo Animato, Pietro Romano (Sorrento), Paolo Salonis, Paolo Viscovo,

Augurissimi Congratulazioni al Dott. Ciro Altamura, che il giorno 10 giugno ha conseguito la laurea in Economia Aziendale presso l’Università Federico II. A lui l’augurio che il suo futuro sia ricco di traguardi e di successi sempre più ambiti! Con affetto e stima Viviana, Gianni, Patrizia, Alessia e Roberta

ALLEGRETTO - TUCCI

AVVOCATI CIVILE - MATRIMONIALE - CANONICO (nullità di matrimonio presso i Tribunali Ecclesiastici) Via Milano, 24 - 80021 Afragola (NA) Cell. 3209723980 - 3333000896

23

Augurissimi

25 Giugno 2014 Hai raggiunto i 17 anni e non sappiamo più nulla di Te. Fiduciosi ti aspettiamo, perchè non disperiamo MAI di poterti rivedere.Preghiamo ogni giorno perché tu possa ritornare fra noi. Sarebbe la gioia e la felicità di mamma Carmela, che è molto molto malata, ed ha bisogno di Te. Augurissimi, mamma Carmela e papà Roberto.

SUCCESSO DELLA SPEI CON ANTONIO COPPOLA AL FESTIVAL TEATRO TOTO’ La compagnia teatrale LA SPEI diretta da Antonio Coppola ha partecipato alla VI edizione del festival teatro Totò, esibendosi con la commedia “Miracolo a Montecotto”, riscuotendo uno strepitoso successo sia di pubblico che di critica. Bravi e volenterosi: Enzo Silvestro, Fabio Ruggiero, Rosario Granata, Rossella Marino, Nunzia Vaccaro, Vito Musella, Livia Norcia, Dora Galiero, Pasquale Silvestro e Mariapia Langella. Un plauso speciale va ad Antonio Coppola, Patrizia Efficie, Enzo Granata, Fabio Coppola e Teresa Ghilardi. La serata di gala del 27 maggio vede premiato come migliore regia del festival teatro Totò Antonio Coppola, per aver diretto mirabilmente con originalità e modernità, un lavoro della tradizione partenopea.

Autorizzazione del Tribunale di Napoli n. Reg. 5116 del 28/02/2000

Editore CASORIA DUE s.a.s Direttore Responsabile: Ferdinando Troise Stampa: PRINTING HOUSE - CASORIA Tiratura 7000 copie. Distribuzione gratuita. Questo numero è stato chiuso il 19 GIUGNO 2014 21 FEBBRAIO 2013 Impaginazione Grafica di Giuseppe Mascioli Direzione, Redazione, Amministrazione e Pubblicità Via Capri, 2 - 80026 Casoria (NA) - Tel./Fax 0817597271 email: info@printinghousesrl.it


24

DOMENICA 22 GIUGNO 2014

Casoria2web (1)  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you