Page 38

Il Legno Natura ed artigianato insieme per creare uno dei più perfetti materiali Legno: materiale ricavato dai fusti delle piante, in particolare dagli alberi ma anche dagli arbusti, dicono le definizioni enciclopediche. Si tratta del materiale di origine vegetale che forse più ha influito sullo sviluppo delle tecnologie e della qualità di vita dell’uomo, e senza il quale non si sarebbero potuti raggiungere risultati nella fabbricazioni di utensili, di strutture abitative, di macchinari e mezzi di trasporto. Tale materiale si può classificare principalmente in due macrogruppi, a loro volta infinitamente suddivisibili. Ad ogni modo, inizialmente possiamo definirlo legna se fornisce combustibile, e legname da lavoro, costruzione, industria se indirizzato verso impieghi strutturali. La successiva suddivisione avviene tra legni morbidi e duri, anche se tale denominazione deriva dai termini inglesi softwood e hardwood, tesa a distinguere semplicemente fra conifere e latifoglie. Le caratteristiche di classificazione e valutazione del legno poi, sono essenzialmente tre: in base al colore, che può andare dal bianco del frassino al rosso scuro del mogano; sull’odore, diverso per ogni legname; e in relazione alle venature, ossia la direzione in cui sono disposte le fibre del legno. Le proprietà meccaniche prese in considerazione per la valutazione del materiale, invece, sono quattro: durezza, resistenza, elasticità e relisienza. La durezza riguarda la capacità del materiale nel resistere alla penetrazione di corpi più duri; la resistenza tratta invece alla capacità del legno nel sopportare flessioni e alle compressioni senza rompersi; elasticità e relisienza sono invece inerenti alle capacità del legno. Rispettivamente: di riprendere la forma primitiva dopo essere stati sottoposti a sollecitazioni; e di resistere a bruschi sforzi o cambi di stato. Queste quattro caratteristiche permettono bene di capire come mai oggi il legno sia al centro di studi che analizzano la possibilità di creare architetture antisismiche.

38

Oggi è interessante notare come la scienza e l’architettura si stiano orientando verso la creazione di progetti che studiano, oltre alla composizione chimica, anche le varie possibilità di applicazione innovativa del legno nelle costruzioni. In questi giorni, a Venezia, attualmente capitale dell’architettura futuribile, più di un progetto (Mostra Beyond Entropy, vari Padiglioni Nazionali) presenta strutture perfettamente stabili e resistenti costruite in legno e senza l’ausilio di un solo chiodo: questo avviene perché gli studiosi si sono soffermati ad analizzare l’energia potenziale del legno e delle sue caratteristiche elastiche, e a considerare lo spazio come risultante di forze opposte che si sostengono e si adattano all’ambiente circostante. Il legno comunque, di consistenza spugnosa o compatta, può essere utilizzato anche per creare strutture che vanno dai modellini ai mobili, agli intagli, a strumenti industriali.

Casainmente living way n.08 settembre-ottobre  

Casainmente living way n.08 settembre-ottobre

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you