Page 31

personalità Quali sono le soluzioni energetiche per i prossimi 5-10 anni? In Italia puntare sulle fonti energetiche rinnovabili, ed in particolare su quella solare, eolica e geotermica, può rappresentare una straordinaria occasione per creare nuova occupazione e ridurre la dipendenza dalle importazioni di greggio, oltre a stimolare la ricerca e l’innovazione tecnologica. Può rappresentare anche una opportunità per ripensare e migliorare la qualità delle nostre città, per rinnovare e recuperare edifici che consumano troppa energia, caldi d’estate e freddi d’inverno. La strada da seguire è dunque quella di valorizzare le risorse naturali - sole, vento, acqua, biomasse - a seconda delle potenzialità locali.

In europa cosa si sta facendo per le fonti energetiche rinovabili? Attualmente, spinte dalla crisi energetica e dalla questione dei mutamenti climatici, le FER assumono un peso sempre più consistente nella bilancia energetica mondiale. Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo (R&D) tecnologico hanno sopportato negli ultimi anni un’ampia diffusione in diversi paesi, con il conseguente aumento di efficienza e potenza. Germania ad esempio, attualmente più del 10% dell’energia prodotta nel paese proviene da fonti di energia rinnovabili ed la percentuale è destinata ad aumentare. In Danimarca la percentuale di energia elettrica prodotta utilizzando fonti energetiche rinnovabili, in particolar modo da impianti eolici, supera il 25%. In Spagna, invece, le rinnovabili sono attualmente le prime fonti per la produzione di energia elettrica: il Paese ha raggiunto una potenza di energia da fonti eoliche pari al 27% della sua domanda, superando tutte le altre fonti energetiche. L’Europa si classifica quindi come prima entità politica al mondo per la valorizzazione delle fonti di energia rinnovabili, soprattutto per quanto riguarda quella eolica. Nell’ambito europeo si distingue al primo posto la Germania, seguita da Danimarca, Spagna e Italia. E l’Italia? Per quanto riguarda l’Italia, la scopriamo come quarta classificata nell’ambito europeo, con ben 52 TWh prodotte nello scorso anno. In ragione della sua posizione geografica, sono grandi le potenzialità del nostro paese per lo sviluppo dell’energia solare ed eolica e da biomassa. Dai dati in mio possesso questo business ha registrato nell’anno appena passato una crescita del giro d’affari di circa il 20% per un fatturato di 3,5 miliardi di euro raggiungendo una copertura pari al 3,5% del fabbisogno energetico. In questa prospettiva la realizzazione degli obiettivi europei potrà avere un effetto straordinario in termini di riduzione delle importazioni di fonti fossili e quindi di risparmio economico, in termini di innovazione e di creazione di nuovi posti di lavoro, nonché in termini di minor impatto ambientale favorendo un maggior benessere e una migliore qualità della vita per tutti.

31

Casainmente living way n.05 giugno-luglio  

Casainmente living way n.05 giugno-luglio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you