Page 20

Saloni del mobile 2010 Suggestioni italiane in numero sempre crescente Le novità presentate all’edizione 2010 dei Saloni del Mobile di Rho, anche questa volta, hanno stupito con la loro capacità di essere sempre qualcosa “di più” che semplici complementi d’arredo. Anzi, hanno addirittura oltrepassato i confini del campo nel quale normalmente tendiamo ad inserirle, quello dell’oggettistica. Ad osservare l’evento, ora che si è concluso, possiamo affermare che le ispirazioni italiane non sono state al di sotto delle aspettative: le proposte del Bel Paese hanno dimostrato una volta ancora che l’eredità classica, l’attenzione alla Natura come primaria fonte di ispirazione, ma anche la conoscenza profonda delle nuove tecniche produttive e dell’utilizzo di nuovi materiali siano sempre tre colonne portanti del Made in Italy.

20

Gli stand dei Saloni del Mobile, inoltre, sono stati pensati e progettati per non essere semplici sale espositive, ma vere esperienze extra-oggettuali. E così, ecco che il marchio Kartell ha presentato uno spazio che traeva spunto più dalle innovative scelte di curatela museale che da quelle relative all’esposizione fieristica: grandi ambienti dotati di supporti in alluminio, sopra i quali svettavano le opere della ditta. Tutte, per questa edizione, rigorosamente nere. Se la varietà cromatica è sempre stata una caratteristica del brand Kartell, il nero non ha fatto eccezione, esprimendosi in moltissime variazioni sul tema: la sedia Masters di Philippe Starck e la famiglia di sedute Audrey in alluminio pressofuso di Piero Dissoni sono state due delle sue punte di diamante. Eccezione da non dimenticare invece i pezzi della serie “Invisibles”, una poltrona completamente trasparente dalle forme squadrate e dagli spessori importanti, firmata Tokujin. La firma Meritalia invece si è concentrata sulla Natura, attraverso la voce creativa di Gaetano Pesce. Il designer ha creato l’opera La Fiorita, un divano dedicato alla primavera, che ha continuato il viaggio nelle quattro stagioni che era iniziato l’anno scorso con l’imbottito Montanara, celebrante l’inverno.

Casainmente living way n.04 maggio/giugno 2010  

Casainmente living way n.04 maggio/giugno 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you