Issuu on Google+

DAL 1928

CASABELL A 795 2 EDITORIALE

2 Giocando con la natura/passeggiando nella natura Casabella

4 PERCORSI GIOCANDO CON LA NATURA

4 Percorsi Matteo Vercelloni

Victor Neves con João Nunes

Passeggiata lungo la foce, Esposende, Portogallo 6 Lungo le rive Matteo Vercelloni

Metcalfe A&D

12

Jensen & Skodvin

18

Germán del Sol

24

Avventura tra gli alberi, Morris Arboretum, Philadelphia, Stati Uniti 12 Giochi tra le foglie Matteo Vercelloni Parapetti e ponti sulle cascate, Gudbrandsjuvet, Norvegia 18 A spasso tra i troll Francesca Chiorino 24 UN PROFILO

58 CASE CEMENTO E SABBIA

a cura di Giovanna Crespi 25 Un originale progettista cileno Patricio Mardones Hiche 1. Termas Geométricas, Coñaripe, X Región, Cile 29 La geometria come necessità Giovanna Crespi 34 Termas Geométricas Germán del Sol

28

2. Hotel Remota, Puerto Natales, Patagonia, Cile 39 Il privilegio dell’essenziale Giovanna Crespi

36

3. Chiesa parrocchiale di Chépica, Colchagua, Cile 49 Dopo il terremoto Giovanna Crespi 51 Considerazioni informali Eduardo Castillo intervista Germán del Sol

48

Tadao Ando

60

Francisco e Manuel Aires Mateus

66

Ábalos+Sentkiewicz

76

Francesco Collotti

86

House in Utsubo Park, Osaka, Giappone 61 L’ordine discreto Jean-Marie Martin Casa a Comporta, Grândola, Portogallo 67 Canne e sabbia Carlotta Tonon 72 A piedi nudi Alberto Campo Baeza

74 MUSEI SIGNIFICATI NUOVI PER LUOGHI TRASCORSI

Ristrutturazione della Fundació Antoni Tàpies, Barcellona, Spagna 77 Il tempo breve delle novità Julio Garnica Museo della Grande Guerra Werk Gschwent, Lavarone, Trento 87 Il ferro dei vinti Nicola Braghieri

94 BIBLIOTECA DELL’ARCHITETTO 99 ENGLISH TEXTS

6

96 Architettura contemporanea, luoghi comuni e pregiudizi Francesco Dal Co


UN PROFILO

Germรกn del Sol a cura di Giovanna Crespi

24


TOREK

18


2

Hotel Remota Puerto Natales, Patagonia, Cile


GUY WENBORNE

19


Il privilegio dell’essenziale Giovanna Crespi Le recinzioni in legno e in filo metallico,

PROGETTO

Germán del Sol COLLABORATORI

José Luis Ibañez G. Francisca Schüler M. Carlos Venegas B. Rodrigo Arenas STRUTTURE

Pedro Bartolomé COSTRUTTORE

Salfa, Punta Arenas COMMITTENTE

Inmobiliaria Fiordos del Sur LOCALIZZAZIONE

al km 1,5 della strada che collega Puerto Natales a Torres del Paine, Provincia de Última Esperanza, Magallanes, Patagonia, Cile DATI DIMENSIONALI

4,31 ettari superficie terreno 5.300 mq superficie costruita CRONOLOGIA

2004–05: progetto 2004–06: realizzazione

39

i capanni per la tosatura dei greggi, le rimesse per la lavorazione delle pelli, i fienili, gli ovili e i ricoveri per gli animali, le cucce per i cani da pastore da queste e molte altre immagini tratte dalla quotidianità legata alla pastorizia della Patagonia sprigiona il mondo dei ricordi e dei segni dal quale prende forma l’hotel Remota di Germán del Sol. L’albergo si trova all’estremo meridionale dell’emisfero australe, nella parte più perduta del Cile, poco distante dalla cittadina portuale di Puerto Natales, capitale della provincia di Ultima Esperanza, nella regione antartica cilena. Il progetto non si costruisce in un unico volume, tutt’altro, la sua identità è rappresentata tanto dalle parti architettoniche che lo costituiscono quanto dagli spazi compresi tra gli edifici e il paesaggio, l’imponente natura che li circonda e non solo. Le costruzioni vere e proprie sono quattro alle quali si aggiungono le strutture che talvolta racchiudono, talvolta indicano i percorsi pedonali che collegano tra di loro le diverse unità. All’interno dei due volumi principali longitudinali disposti perpendicolarmente alla lieve pendenza del terreno trovano posto le 72 camere degli ospiti articolate su due livelli, mentre un terzo edificio, collocato nella parte più a monte del lotto, a nord-est, accoglie le funzioni collettive ad eccezione della piscina e del centro benessere che sono disposti in un piccolo volume isolato a poca distanza dalle acque del Golfo Almirante Montt. Tutti gli elementi che concorrono alla costruzione dell’identità architettonica del complesso alberghiero rimandano ad un mondo primigenio, costituito da elementi primari, semplici, dai tratti all’apparenza primitivi, che l’architetto cileno traduce in forme essenziali e ripetitive, volutamente irregolari e imperfette, a loro volta valorizzate e rese coerenti dall’utilizzo schietto e privo di ricercatezze formali di materiali naturali come il legno o l’erba sulle coperture degli edifici. Prevale in Germán del Sol la volontà di costruire l’idea del rifugio per eccellenza, in grado di offrire un ricovero al viaggiatore dopo le sue peregrinazioni, assolvendo così a un bisogno primario. Scrive Germán del Sol nella relazione di progetto «L’architettura, per me, non è né la forma degli edifici, né i materiali usati per costruirli. Per me, l’architettura è un regalo aggiuntivo. Il dono di suggestioni che possono riempire quello che di solito chiamiamo spazio vuoto. Il luogo sopra le nostre teste, che ci invita a fantasticare quando siamo distratti, lo sguardo perso in lontananza, privo di intenzione. Da lontano Remota ha l’aspetto di un grande fienile nero, con le sue calde luci gialle che brillano all’alba o nella notte.» La disposizione dei volumi attraverso i quali si articola l’hotel racchiude al centro un grande spazio aperto, una sorta di piazza verde, dove tra la vegetazione autoctona campeggiano numerosi massi erratici, memoria di luoghi dal re-

cente passato glaciale: «Apre uno spazio, come una radura si apre per osservare il bosco, e costruisce così un luogo, separandolo dalla pura estensione geografica. L’architettura trasforma l’estensione geografica della natura in un luogo adatto alla sosta, in grado di dare pienezza alla vita transitoria del viaggio». Dalle aperture verticali che disegnano i fronti degli edifici si colgono gli aspri e vasti spazi della Patagonia che irrompe con forza discreta nel centro dell’ampia corte verde impossessandosene. Annota del Sol al riguardo «L’architettura dell’hotel Remota cerca, proprio come una piazza, di aprire uno spazio che mostri ciò che vi è di unico e irripetibile nella cultura e natura della Patagonia; ciò che il viaggiatore curioso si aspetta possa strapparlo a se stesso e farlo tornare un bambino avido di scoperte, che gioca con quel che succede all’esterno. […] L’architettura dell’hotel, tra i pascoli e i poderi di Puerto Natales, è un luogo perfetto per riposare nell’andirivieni dei viaggi e contemplare la vastità maestosa che invade la piazza aperta, vuota di cose, ma colma di suggestioni che mostrano a ciascuno ciò che trae con sé. Si tratta di aprire una piazza nel cuore dell’albergo, alla ricerca della vastità a volte monotona della Patagonia che ha prestato il suo vuoto fecondo all’immaginazione di gente di tutto il mondo. […] L’architettura dell’hotel avviluppa il magnifico vuoto della Patagonia ed evita quegli elementi della città che non sono indispensabili, perché il viaggiatore possa assaporare l’essenziale come un privilegio». Ma l’idea tanto astratta quanto al contempo concreta di chiudere in uno spazio finito ciò che per sua natura non ha confini introduce nell’opera di del Sol la necessità di avvicinare il limite dell’uomo all’assolutezza della natura e dei suoi paesaggi. È così che dalla contemplazione attraverso gli spazi interni e confortevoli delle aree comuni e di soggiorno dell’hotel, l’ospite è spinto a un faccia a faccia con la sostanza di ciò che lo circonda; camminare attraverso i lunghi corridoi coperti che collegano il corpo principale agli edifici con le camere da letto gli impone di sentire su se stesso, sulla propria pelle il vento, il freddo, il silenzio. Le aperture seriali che bucano il lato rivolto verso la corte, totalmente sprovviste di serramenti, trasformano i percorsi pedonali in gallerie attraversate dal vento dove la bellezza e la durezza della natura amplifica la gioia del raggiungimento della meta, le stanze private calde e accoglienti. Interamente fabbricate con tavole di legno dipinte di nero, dalla superficie grezza e con una tecnica costruttiva semplice e ripetuta le gallerie pedonali sono il teatro di un’esperienza ancestrale dove le variazioni di quota del pavimento e della copertura, l’andamento rettilineo segmentato a brevi tratti, il punto di biforcazione del percorso rappresentano le variazioni di un luogo la cui reale identità non ha forma.


GUY WENBORNE

GUY WENBORNE

20

21

40


23

GUY WENBORNE

19 21 la forcella disegnata dai percorsi pedonali coperti che collegano il centro servizi con le ali delle residenze the fork formed by the sheltered walkways that connect the services center to the wings of the residences 20 la corte verde interna all’hotel rivolta verso il Parque Nacional de Torres del Paine the green courtyard inside the hotel, facing toward the Parque Nacional de Torres del Paine 22 l’hotel Remota visto da nord the Remota Hotel seen from the north 23 i percorsi pedonali coperti interamente realizzati in legno the sheltered walkways, entirely made with wood 24 il fronte sud-ovest dell’edificio dei servizi collettivi, in primo piano le pietre disposte casualmente nella corte aperta interna al complesso the southwest facade of the common services building; in the foreground, the stones arranged randomly in the open courtyard inside the complex

22

GUY WENBORNE

18 veduta notturna da est con l’edificio a oriente delle camere da letto e i volumi dei percorsi coperti nocturnal view from east of the eastern building with the guestrooms

GUY WENBORNE

24

41


25

1

4

4

2 2

5

26

27

42

3

25 pianta del piano terra del complesso. Legenda 1 centro servizi collettivi 2 edificio con le camere per gli ospiti 3 centro benessere 4 percorso pedonale coperto 5 percorso pedonale scoperto ground floor plan of the complex. Legend 1 common services center 2 building with guestrooms 3 fitness center 4 sheltered walkway 5 open walkway 26 piante del centro dei servizi collettivi: il livello principale con le aree di soggiorno e la sala da pranzo, il piano terra con i negozi, le coperture, il secondo piano con le sale riunioni e gli alloggi per i dipendenti plans of the common services center: main level with the lounge and dining areas, ground floor with the shops and the roofs, second floor plan with the meeting rooms and employee lodgings 27 prospetti del centro servizi collettivi: est, ovest, sud e nord elevations of the common services center: east, west, south and north 28 29 i fronti sud-est dei volumi con le camere per gli ospiti the southeastern facades of the volumes with the guestrooms


GUY WENBORNE

GUY WENBORNE

28

29

43


FELIPE CAMUS

FELIPE CAMUS

30

31

44


30 il volume separato del centro benessere visto da ovest the separate volume of the fitness center seen from the west 31 35 vedute dalla vasca d’acqua verso le vetrate aperte sul paesaggio views of the pool toward the windows open to the landscape 32 33 l’interno del volume con la piscina visto da sud-est e da nord-ovest interior of the volume with the swimming pool seen from southeast and northwest 34 pianta del piano terra del centro benessere e sezione longitudinale. Legenda 1 piscina 2 terrazza in legno 3 vasche idromassaggio 4 magazzino 5 deposito asciugamani 6 sauna 7 spogliatoi 8 bagni 9 sala massaggi 10 braciere ground floor plan of the fitness center and longitudinal section. Legend 1 swimming pool 2 wooden deck 3 hydromassage tubs 4 storage 5 towel room 6 sauna 7 dressing rooms 8 bathrooms 9 massage room 10 brazier

FELIPE CAMUS

33

FELIPE CAMUS

32

34

4

5

7 6

8

8

7

9 6

2 1

3

3

GUY WENBORNE

35

45

10


TOREK

37

GUY WENBORNE

39

GUY WENBORNE

38

GUY WENBORNE

41

46

40

GUY WENBORNE

TOREK

36

36 37 gli spazi di soggiorno lounge areas 38 39 la galleria di distribuzione al piano terra di uno degli edifici con le camere degli ospiti the circulation corridor on the ground floor of one of the buildings with the guestrooms 40 la galleria di distribuzione al primo piano the circulation route on the ground floor 41 veduta dagli spazi di soggiorno verso la corte aperta view of the lounge areas towards the open court 42 interno di uno dei percorsi coperti interior of one of the covered walkways


GUY WENBORNE

42

47


DAL 1928

CASABELL A 795 CASABELLA

rivista mensile monthly magazine numero 795 / issue 795 n. 11/2010 anno LXXIV / year LXXIV novembre 2010 / November 2010 redazione editorial staff tel 02 215631 fax 02 21563260 casabella@mondadori.it segreteria.casabella@mondadori.it (produzione) editor Francesco Dal Co segreteria di redazione editorial secretariat Silvia Sala coordinamento redazionale editorial coordinator Alessandra Pizzochero art direction e progetto art direction and design Tassinari/Vetta srl Paolo Tassinari con Francesco Nicoletti comitato di redazione editorial board Chiara Baglione Marco Biagi Marco Biraghi Nicola Braghieri Federico Bucci Francesco Cellini Francesca Chiorino Pippo Ciorra Giovanna Crespi Mercedes Daguerre Alberto Ferlenga Enrico Molteni Marco Mulazzani Ugo Rosa Carlotta Tonon Francesco Venezia comitato scientifico-editoriale scientific-editorial committee Nicholas Adams Julia Bloomfield Claudia Conforti Juan José Lahuerta Jacques Lucan Winfried Nerdinger Joan Ockman Sergio Polano corrispondenti correspondents Alejandro Aravena (Cile) Marc Dubois (Benelux) Luis Feduchi (Spagna) Françoise Fromonot (Francia) Andrea Maffei (Giappone) Luca Paschini (Austria)

ABBONARSI CONVIENE! www.abbonamenti.it/cb

traduzioni translations transiting_s.piccolo produzione, innovazione edilizia e design Livio Salvadori Cristina Menotti (grafica)

Arnoldo Mondadori Editore 20090 Segrate – Milano CASABELLA via D. Trentacoste 7 20134 Milano tel 02 215631 con 20 linee ra fax 02 21563260 rivista internazionale di architettura pubblicazione mensile / monthly review registrazione tribunale Milano n. 3108 del 26 giugno 1953 direttore responsabile Roberto Briglia blind-review I testi e le proposte di pubblicazione che pervengono in redazione sono sottoposti alla valutazione del comitato scientifico-editoriale, secondo competenze specifiche e interpellando lettori esterni con il criterio del blind-review. distribuzione per l’Italia e l’estero Distribuzione a cura di Press-Di srl pubblicità Mondadori Pubblicità spa 20090 – Segrate tel 02 7542 3091 – 02 7542 2675 – 02 7542 2203  fax 02 7542 3641 www.mondadoripubblicita.com stampato da Mondadori Printing spa via Luigi e Pietro Pozzoni 11, Cisano Bergamasco (Bergamo) stabilimento di Verona nel mese di ottobre 2010 copyright © 2010 Arnoldo Mondadori Editore Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. Manoscritti e foto anche se non pubblicati non si restituiscono. arretrati 15 € numero singolo, 20 € numero doppio (disponibile sino al n. 772/773, 1/2009). Modalità di pagamento: c/c postale n. 77270387 intestato a Press-Di srl “Collezionisti” (tel 199 162171) specificando sul bollettino il proprio indirizzo e i numeri richiesti. Carta di credito (Cartasì, American Express, Visa, Mastercard e Diners): inviare l’ordine via fax (02 95103250) o via e-mail (collez@mondadori.it) indicando il proprio indirizzo, numero e scadenza della carta. Per spedizioni all’estero, maggiorare l’importo di un contributo fisso di euro 5,70 per spese postali. La disponibilità di copie arretrate è limitata, salvo esauriti, agli ultimi 18 mesi. Non si effettuano spedizioni in contrassegno. back issues 15 € per single issue, 20 € per double issue (available up to no. 772/773, 1/2009). Please send payment to Press-Di srl “Collezionisti” (tel +39 02 95970334), postal money order account no. 77270387, indicating your address and the back issue requested. For credit card payment (Cartasì, American Express, Visa, Mastercard and Diners) send the order by fax (+39 02 95103250) or e-mail (collez@mondadori.it), indicating your address, card number and expiration date. For foreign deliveries, please add 5.70 euro for postage and handling. Availability of back issues is limited, while supplies last, to the last 18 months. No COD orders are accepted.

prezzo di copertina cover price € 12,00 in Italy, € 19,00 in Greece, € 25,00 in Germany, € 19,00 in Spain, €19,00 in Portugal (Cont.), Chf 30,00 in CH-Canton of Ticino, £ 14,00 in UK abbonamento annuale (12 numeri all’anno). Gli abbonamenti possono iniziare, salvo diversa indicazione, dal primo numero raggiungibile in qualsiasi momento dell’anno. Italia  90,00 euro estero via terra/mare  Europa 121,00 euro estero via aerea  Europa 138,00 euro, Usa e Canada 157,00 euro, resto del mondo 220,00 euro. yearly subscription  (12 issues). Subscriptions begin from the first available issue after request, unless otherwise specified by the subscriber. outside Italy surface mail  121,00 euro outside Italy air mail  Europe 138,00 euro, Usa and Canada 157,00 euro, rest of the world 220,00 euro. modalità di pagamento Inviare l’importo tramite c/c postale n. 77003101 a: Press-Di srl – Ufficio Abbonamenti. Se si usa la carta di credito, segnalare i dati necessari (nome e cognome, indirizzo, numero di carta di credito, data di scadenza e firma del titolare) per posta o via fax a: Press-Di srl Servizio Abbonamenti Casella Postale 97 – 25197 Brescia payment Payment may be made in Italy through any Post Office, order account no. 77003101, addressed to: Press-Di srl – Ufficio Abbonamenti. Subscriptions may also be requested by mail or fax using any major credit card; send card information (name, address, number, expiration date and signature) to: Press-Di srl Servizio Abbonamenti Casella Postale 97 – 25197 Brescia. tel +39 02 66814363 fax +39 030 3198202 From abroad, you can subscribe through: www.abbonamenti.it/casabellasubscription per contattare il servizio abbonamenti tel 199111999 (costo massimo della chiamata da tutta Italia per telefoni fissi: 0,14€ iva compresa al minuto senza scatto alla risposta. Per cellulari costo in funzione dell’operatore). tel 02 66814363 (utilizzabile per gli abbonati di Milano e Provincia) fax 030 3198202 email abbonamenti@mondadori.it www.abbonamenti.it/casabella garanzia di riservatezza per gli abbonati l’editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione ai sensi dell’art. 7 del D.L. 196/2003 scrivendo a Press-Di srl Direzione Abbonamenti – 20090 Segrate (Mi).

casabellablog.net


CASABELLA 795