Issuu on Google+

photographers Alessandro Scarpa - Carlo Albertini make up & hair Letizia Cordella model Stefano Girardini text Chiara Foffano


Sto correndo, ma non mi muovo, sono fermo. Annuso l’aria, ma non ho direzione. Il mirino mi è addosso in questa battuta di caccia.


Tra la terra mi nascondo. Una foresta di pensieri, di pregiudizi, di condanne mi circonda. Mi avvolge e mi soffoca. Silenzioso non fiato, ma le risa che sento sono per me. Questo posto non è il mio, ma il mio turno non tarderà ad arrivare.


Non so piÚ chi sono e dove sono. Per chi sono. Il mio volto non è il mio, questa mia pelle mi stringe. Spoglio di me valgo ancora qualcosa?


Sono scovato, violato, privato. Questo è quello che sono. La voce è la mia arma, tanto quanto la resa. Canto di dolore e di rabbia, per un pubblico buio, che non vuole vedermi. E sordo, che non vuole stare a sentirmi.


Sono la tua preda. Salvami o finiscimi.



LA PREDA