Issuu on Google+

l e m a r c h e c o n s t i l e . c o m

LE MARCHE CON STILE L E M A RC H E T H E I DE A L PL AC E F OR A BE T T E R L I F E

V E D I Z I O N E


59 € 99 € 139 € 199 € 249 €


V

E D I Z I O N E

LE MARCHE CON STILE

F E E D

Y O U R

N E E D

O F

M A R C H E

L E M A RC H E T H E I DE A L PL AC E F OR A BE T T E R L I F E

www.lemarcheconstile.com

LE MARCHE CON STILE

3


social network


SOMMARIO summary

12 Luca Ceriscioli, Presidente Regione Marche Luca Ceriscioli, Governor of Marche Region

13 Moreno Pieroni, Assessore Regione Marche

Cultura e Turismo Moreno Pieroni, Counselor of Culture and Tourism at Marche Region

14 Le Marche: The ideal place for a better life 26 Il territorio / Territory 29 Come raggiungere le Marche How to find Marche

30 Temi di viaggio / Clusters

57 The Art 62 Itinerary Le Marche in musica Marche to music

65 Itinerary Il genio delle Marche Genius of Marche 68 Urbino 70 Fabriano 72 Camerino 74 Urbisaglia

77 The Villages 82 Itinerary

35 The Sea 40 Itinerary

Bellezze del Piceno Beauties of Picenum

Mare selvaggio Wild coast

43 Itinerary

85 Itinerary

46 48 50 52 54

88 90 92 94

Relax & Movida

Marche terra di castelli Marche land of castles

Ancona Portonovo Porto Sant’Elpidio Grottammare San Benedetto Del Tronto

LE MARCHE CON STILE

10

Mondavio Camerano Cingoli Treia


97 The Nature 102 Itinerary Meraviglie sotterranee Wonders underground

105 Itinerary La magia della Sibilla The magic of the Sibilla 108 Acqualagna 110 Serrapetrona 112 Sarnano 114 Acquasanta Terme

117 The Faith 122 Itinerary Sulla via Lauretana Along the via Lauretana

154 Loro Piceno 156 Visso

163 The Craft 168 Itinerary

Dall’abbigliamento al merletto From clothing to lace

171 Itinerary

Dalla carta alla ceramica From paper to ceramic 176 178 180 182

Cagli Fano Ostra Monte Urano / Montegranaro

185 The Day WEDDING

125 Itinerary

Tour delle feste religiose Religious celebration tour 128 130 132 134

Corinaldo Osimo Loreto Tolentino

137 The Food 142 Itinerary

193 Strutture ACCOMMODATION

194 Marche Maraviglia CHI SIAMO / ABOUT US LA NOSTRA MISSIONE / OUR MISSION

238 Ristoranti RESTAURANTS

Tra Docg e tipicità Quality certifications and specialities

145 Itinerary

I sapori del Montefeltro The flavours of Montefeltro 150 Cupramontana 152 Morro D’Alba LE MARCHE CON STILE

11


LUCA CERISCIOLI

E

Marche Region Governor

conomia nelle Marche è anche cultura e turismo. Il tre per cento del bilancio regionale lo abbiamo stanziato per le attività culturali. Una scelta di campo: siamo la regione che investe di più in percentuale. E con qualità, puntando su nuove formule. Fare sistema significa mettere in rete eventi, iniziative, con la nostra storia e la nostra cultura. Le grandi mostre del Giubileo 2016, i 150 anni della morte di Gioacchino Rossini, la candidatura di Recanati capitale della cultura 2018 e nel 2020 le celebrazioni per i 500 anni di Raffaello Sanzio. Questo il biglietto da visita con cui ci presentiamo al grande pubblico nei prossimi anni. Con il brand Marche, fatto di eccellenze, accoglienza, strette sinergie tra i territori. Abbiamo il mare, un importante patrimonio di borghi, le colline. È arrivato il momento di mostrare quello che siamo. Abbiamo cominciato a farlo con i percorsi integrati delle mostre del Giubileo, con un impegno del quale già troviamo riscontro e riconoscimento. La stampa, anche internazionale, ci dedica infatti spazi importanti, nel segno dell’interesse crescente e della buona reputazione ormai raggiunta. Hanno parlato recentemente delle Marche le più prestigiose riviste, raccontando le nostre montagne, i parchi, le bandiere blu, i pregiati prodotti vitivinicoli e la possibilità concreta di integrare sempre, nel segno della bellezza, turismo e cultura. Perché noi siamo anche la regione dei cento teatri, della lirica eccellente, dei conservatori. Questa è la nostra offerta turistica, che può rendere le Marche destinazione di tendenza di tutti i mercati. La sfida è raccontarci. La storia, che fonde alla perfezione cultura, natura, tradizioni, cibo e laboriosità, è unica e affascinante.

LE MARCHE CON STILE

12

E

conomy in Marche is also culture and tourism. Three percent of the regional budget has been allocated to cultural activities. A crucial choice, we are the region with the highest investment on culture and tourism in terms of percentages. We aim at quality and new formulas. Networking means the interconnection between events and initiatives, with our history and our culture. The great exhibitions of the Jubilee for the year 2016, the 150th anniversary of Gioacchino Rossini’s death; the candidacy of Recanati as Capital of Culture for the year 2018 and, in 2020, we will commemorate the 500th anniversary of Raffaello Sanzio’s death. This is personal card with which we will introduce ourselves to the general public in the next few years. Marche is a brand, a brand of excellence, hospitality, and close synergies among its dwellers. We take pride in our Adriatic Sea, our impressive heritage of most historical boroughs, our rolling hills. We look forward to showing what we are and we take action; we have already integrated the routes of the exhibitions for the Jubilee for this year. Our commitment has already found acknowledgement. The press, even internationally, devotes significant articles to Marche; there is a showing and growing interest in our region. Some of the most prestigious magazines have already written about Marchigian hills, parks, Bandiere blu certifications, fine wines and the concrete possibility of integrating under the sign of beauty b0th, tourism and culture. And this can be so, also because we are the region of the hundred theatres, excellent opera and conservatories. This is our tourist offer, an offer which can make Marche, a destination trend amidst every market. The challenge is to tell about ourselves. Let’s tell how our history perfectly blends culture, nature, traditions, food and hard work. Our fascinating story.


MORENO PIERONI

Culture and Tourism Regional Councillor

D

eclinare insieme il concetto di Turismo e Cultura, integrare i diversi settori e promuovere le eccellenze del territorio per costruire ricchezza continua ad essere il filo conduttore delle scelte di politica turistica della Regione. Insieme ad un’altra parola d’ordine: qualità progettuale. Le Marche investono circa 7 milioni di euro in Cultura, aumentando lo stanziamento rispetto agli anni scorsi. E infatti, secondo il Rapporto Symbola siamo la prima regione italiana per incidenza della spesa turistica e culturale sul totale della spesa turistica attivata dal suo territorio. Il metodo di lavoro adottato ha dunque saputo far camminare insieme, oltre al turismo e cultura, le politiche di valorizzazione del territorio, l’ambiente, l’agricoltura, le eccellenze di prodotto, la pratica sportiva e molti altri settori che, finalmente, si stanno rapportando sempre più alla promozione turistica come consapevole e ormai imprescindibile fattore di sviluppo. L’approvazione in tempi più brevi rispetto al passato del Piano triennale di promozione turistica ne è un esempio per consentire agli operatori di programmare in tempi utili la loro attività. Accanto alla riqualificazione delle strutture ricettive si è lavorato con costanza a nuovi progetti, come ad esempio la rete regionale delle piste ciclabili, gettando le basi per la realizzazione di un progetto di effettivo turismo sostenibile. Inoltre è motivo di orgoglio la conferma delle 17 Bandiere Blu e delle 20 Arancioni che sempre più lavorano insieme per armonizzare l’offerta integrata tra costa e entroterra. Le Mostre del Giubileo, che invito tutti a visitare a Osimo, Loreto e Senigallia, entrano a pieno titolo tra gli eventi di maggior successo turistico-culturale promosse dal nostro territorio e opportunità prestigiose di destagionalizzazione dell’offerta. Aver puntato sulla vacanza di qualità che suscita emozioni ed è moltiplicatrice di esperienze, consolida quindi una reputazione turistica positiva e conferma la tendenza che le Marche vanno veramente di moda.

M

erging the concepts of Tourism and Culture, integrating the various sectors, and promoting the excellences of the region in order to enhance our richness, continues to be the common thread when making the choices regarding our tourism policies in Marche. These concepts closely connect with other two watchwords at the moment: quality planning. The region has recently invested almost 7 million euros in Culture; the allocation has been bigger than in past years. In fact, according to the Symbola Report, Marche is the Italian region which ranks first in terms of tourism and cultural budget allocations. The adopted working methodology has set in parallel motion different promoting policies of enhancement regarding our environment, agriculture, production excellence, sports, and many other sectors, which have started to converge promotionally as part of a tourism offer on the understanding that tourism is an inescapable factor of development. The quick approval of the Triennial Plan for Tourism Promotion has been part of this new working approach; this is why local operators have been able to plan their actions in good time. Together with the requalification of the accommodation facilities, there has been consistent work on new projects, such as the regional net of cycling paths, which involved stating the pillars for an effective sustainable project within tourism. Besides, the 17 Bandiere Blu and 20 Bandiere Arancioni, which have been confirmed, are a good reason to take pride in; they contribute to harmonize an integrated tourism offer between the seaside and the inland. The Jubilee exhibits, which I invite everyone to tour in Osimo, Loreto, and Senigallia, definitely constitute part of the most successful cultural and tourist events which have been promoted in the region; prestigious off-season opportunities for Marche. Having aimed at a quality tourism offer involving significant multiple experiences reinforces a positive reputation which has already set Marche as a trend. LE MARCHE CON STILE

13


LE MARCHE THE IDEAL PLACE FOR A BETTER LIFE

L

e Marche. Luogo dell’anima e del corpo. Della bellezza che si fa materia in molteplici forme: nei paesaggi splendidi di cui è ricca questa terra, per esempio, e nei piatti della grande tradizione enogastronomica locale. Una regione al plurale che contiene in sé tanti volti, tante anime, tutti unitari, tutti in grado di rimandare a un unico concetto: quello dell’altissima qualità della vita che vi si può vivere. Le Marche sono ‘The ideal place for a better life’, come recita il payoff di promozione ideato per il 2016 dalla Regione. Perché in ogni luogo, in ogni angolo, le Marche celano saperi e tesori preziosi, che non solo le rendono uniche, ma contribuiscono anche a far vivere bene e vivere più a lungo. Sì, perché un’altra prerogativa di questa terra è che qui, rispetto all’intera Europa, vive il più alto numero di ultracentenari (506 secondo gli ultimi dati ISTAT 2013, + 411% in soli 20 anni) e le prospettive di vita sono tra le più alte in Europa. Ma qual è il segreto di questo elisir di lunga vita? Difficile individuarlo, sono tanti i fattori. Sicuramente ci fanno riflettere le parole dei tanti turisti e visitatori che ogni anno si avvicinano a questa regione e alla fine scelgono di abitarci. Uno stile di vita senza fretta e il gusto per le piccole buone cose. Il contatto con una campagna sempre curata e con una natura armoLE MARCHE CON STILE

14

M

arche. Place for the soul and body. Beauty materializes in multiple forms: its splendid landscapes and panoramic views; traditional dishes. A region which gets a plural name among locals: Le Marche, the region of various landscapes, so many souls, so much uniqueness; all able to converge in one single concept: the very high quality of life that is possible to experience here. Marche is ‘The ideal place for a better life’, as stated by its promotional motto. In every corner, Marche has maintained knowledge and hidden treasures throughout time; its own savoir fair makes its uniqueness; and of course, the secrets of good life. When compared with the rest of Europe, Marche keeps record of over-100 year olds (over 500 people according to 2013 statistics, over 400% more in the last 20 years); life expectancy in Marche is among the highest in Europe. But what is the secret of this elixir of life? In fact, it is difficult to mention just one element, there are a variety of factors contributing to this. What makes us ponder about this? The many comments, articles, blogs, reflections by the tourists and visitors who come to this region every year and who, eventually, end up moving here. Marchigian life is about a lifestyle without


Campagna marchigiana

LE MARCHE CON STILE

15


Monti Sibillini

niosa, da cui si respira pace, bellezza e serenità, insieme ad aria pulita. Un’abbondanza e varietà di prodotti sani che prolificano in questa regione baciata dal sole, tra il riparo delle montagne e la mite brezza marina. Un olio extravergine di oliva pregiatissimo (quello di Cartoceto vanta la D.O.P., ma tutta la regione in verità produce abbondante olio di qualità) che accompagna abitualmente le tavole marchigiane insieme ad un buon bicchiere di vino. Ettari ed ettari di terreno (ben due terzi della regione) pregevolmente coltivati e puntellati da centinaia di piccole aziende agricole che assicurano al territorio prodotti freschi e a km0 e tutti gli ingredienti per una sana dieta mediterranea. Una volta principale “magazzino” dell'Impero romano, la regione è da secoli un giacimento di vigneti, uliveti, frutteti, girasoli e campi di grano, ondeggianti su dolci sinuose colline. Tanti piccoli appezzamenti, tante piccole pennellate di colore. È una regione che si trova vicino al mare, e il pesce fresco non manca mai, e vicino alla montagna, LE MARCHE CON STILE

16

haste, indulgence for the good small things, the contact with the fields and nature in the countryside, an attentive look in their gardens and crop fields; harmony and balance; beauty and fresh air. A wide variety of healthy produce, the invariable millennial responses of this blessed and protected stretch of land between the Apennines and the mild breeze of the Adriatic. Marchigian extra virgin olive oil is precious; the entire region boasts an excellent production of extra virgin olive oil of different kinds and varieties. The variety from Cartoceto has been awarded a DOP quality certification: Protected Denomination of Origin. Marchigians sit at tables with excellence served on them, and this happens on a daily basis; extra virgin olive oil and most precious wine never fail to be there. 2/3 of Marchigian lands are devoted to the cultivation of fields; hundreds of small farms ensure fresh produce and fair trade conditions for the healthiest of Mediterranean diets. The-


che coi suoi parchi naturali è fonte preziosa di acque pure e laboratorio privilegiato di bontà gastronomiche come tartufi, salumi, carni e formaggi artigianali. Questa grande varietà di paesaggio si fa apprezzare anche nella ricchezza di esperienze che qui si possono vivere nel raggio di pochi chilometri: si può passeggiare sulle rive del Mare Adriatico, fare il bagno o acquistare il pescato del giorno, la mattina, e poi andare a fare trekking, se non a sciare, sui Monti Sibillini, il pomeriggio, fermandosi infine per la cena in uno dei tanti deliziosi borghi medievali di collina, sulla strada di ritorno. “Terra dei Cento Teatri” e dell’arte diffusa e culla di grandi artisti come Raffaello, Bramante, Gentile da Fabriano, Gioacchino Rossini e Giacomo Leopardi, solo per citarne alcuni, pur non avendo grandi metropoli il territorio offre tutto l’anno concerti musicali, rappresentazioni teatrali, mostre d'arte e varie occasioni di divertimento e di arricchimento culturale, nonché una bellezza permanente e diffusa di

se lands used to be the big storage room of the Roman Empire. For almost two thousand years the region has always kept fields of vineyards, olive groves, orchards, sunflowers and wheat fields, swaying on gentle rolling hills. So many parcels, plots of land of varied colour shades; the mountains are also there with its natural parks and other colour strokes which include the blues of water. And then, the vast straight line of the horizon with its orange shades of dawns and sunsets. Marche is located right on the Adriatic. This natural, venerated context of invaluable scenerties made of valleys, rolling hills, mountains and sea give origin to culinary delights such as truffles, sausages, meats and artisan cheeses and of course, fish, another constant of these lands. This land is most varied in its landscape and this has given origin to most varied options of outdoors activities among its dwellers, the options may include walking along the fine sandy shores for kilometres, getting the catch of the day, trekking, skiing down the Sibylline LE MARCHE CON STILE

17


PRIMATO DI LONGEVITÀ PER LE MARCHE Secondo i più aggiornati dati ISTAT (dati 2013), gli uomini marchigiani vantano il primo posto nella classifica delle regioni italiane più longeve, davanti a Trentino e Toscana, con 80,4 anni, contro una media nazionale di 79,4. Netta la differenza anche con gli altri paesi europei dove i più longevi sono gli svedesi, con 79,9 anni per gli uomini. Le donne si collocano in seconda posizione dopo le trentine, con 85,4 anni, contro una media nazionale di 84,5. Se l’età media è di almeno un anno sopra a quella nazionale, la regione Marche vanta anche il primato di ultracentenari: al 2013 se ne contano 506, record assoluto in Italia e in Europa.

RECORD OF LONGEVITY IN MARCHE According to the Italian Institute of Statistics, Marche registers the record of men longevity in Italy; the regions of Trentino and Tuscany come next in the ranking. The difference is still marked with the rest of Europe, including the Scandinavian countries where Swede boasts European longevity records. The average age is at least one year above the national average; within Europe, Marche also boasts old age records. There are over 500 people who are over 100 years old in Marche (1.5 million inhabitants)

chiese millenarie, di borghi medievali e di palazzi rinascimentali che dischiudono inestimabili gioielli d’arte da far brillare lo sguardo e riempire lo spirito, insieme a continui scorci sul paradisiaco paesaggio circostante. Una immensa eredità che è parte del DNA marchigiano e che ispira la sua innata predisposizione al bello, alle cose fatte bene, alla qualità, al design. Un sistema storico e culturale millenario, solido e affascinante, che è alla base anche di un rinomato ‘Made in Marche’. E ancora, la regione è un territorio urbanizzato con città e servizi, ma mai troppa popolazione, troppo traffico, troppo inquinamento che infliggano la vita quotidiana. È un ambiente a misura d’uomo, un luogo dove le vecchie tradizioni regnano ancora mentre la nuova tecnologia avanza, un luogo dove l’industria e i servizi si sviluppano ma preservando sempre angoli incontaminati di natura e il benessere della persona. Ecco, già, forse è proprio questo il segreto profondo del “buon lungo vivere” marchigiano: un’innata saggezza di

slopes, shopping, or wandering about on foot within the heart of historic centres protected by medieval defensive walls. ‘Land of a Hundred Theatres’ and widespread art. Marche has been the birthplace of great artists such as Raffaello, Bramante, Gentile da Fabriano, Gioacchino Rossini e Giacomo Leopardi, just to name a few of them. In spite of not having examples of big metropolis, Marche has an incredibly rich and busy year-round agenda of concerts, theatre performances, art exhibitions and entertainment; rich cultural agenda. Besides, the sights, the monuments that have been there for hundreds of years telling about Marchigians’ identity; these are invaluable local cultural expressions which tell about the region as well: an immense heritage that is part of the Marchigian DNA, external inspiring evidence of their innate predisposition to beauty, righteousness, quality, and design. A historical and cultural millennial networking system, solid and fascinating, which is also the basis of a well-known ‘Made in Marche’.

LE MARCHE CON STILE

18


Grottammare

LE MARCHE CON STILE

19


fondo che caratterizza la gente marchigiana, equilibrata, creativa, protesa alla modernità e allo sviluppo, ma sempre con i piedi ben radicati a terra e non dimentica dei buoni sani valori e delle tradizioni ereditate dalle generazioni precedenti. Perché i marchigiani hanno saputo tenere assieme la bellezza e la crescita economica, il territorio agricolo e l'industria, la tradizione e l’innovazione. Parsimoniosi e operosi, pongono al centro della loro vita la famiglia e l’impresa (che spesso è la piccola-media impresa di famiglia), si dimostrano custodi di solidi valori umani e spirituali (complice una millenaria cultura religiosa cattolica) e assicurano all’individuo, in ogni sua fase dell’esistenza, la forza di un saldo e collaborativo sistema sociale. Anche gli anziani, simbolo dello spirito di questa laboriosa terra e depositari della memoria e della sapienza locale, in questa regione sono un’importante e vitale parte attiva nella scena sociale. Rappresentanti più di un terzo della popolazione, invece di affrontare la solitudine e l'isolamento che spesso vivono gli anziani in regioni più urbane, hanno frequentemente vite impegnate, collaborano attivamente nella vita della famiglia estesa e non trascurano comunque il divertimento per sé, prendendo parte a lezioni di ballo, praticando sport, frequentando feste e sagre e apprezzando la vitalità delle località costiere. Le Marche con Stile 2016 saranno il racconto di tutto questo, e anche di più. Saranno una guida a quelle eccellenze della regione che ci distinguono nel mondo e che sono fonte del nostro buon vivere. Saranno un ventaglio di percorsi che vi aiuteranno a scoprire e a scovare a fondo la regione, affinché anche voi possiate assaporare questo ideale stile di vita marchigiano e farlo alla fine un po' vostro. Il pay off ‘the ideal place for a better life’ sarà dunque il nostro filo conduttore e, per semplificazione narrativa, per raccontarvi tutte le molteplici particolarità e sfaccettature del territorio, ricorreremo all’aiuto di sette grandi Cluster, ovvero sette grandi collettori tematici LE MARCHE CON STILE

20

The region has been urbanized with its many efficient services; however, it is never overwhelmingly much; never too many people or too much traffic, or too much pollution. It is a protected and liveable environment made also of the harmonious co-existence between uncontaminated nature and people’s wellbeing. Here lies maybe, the deepest secret of Marchigian good long lives: an innate thrust for balance between the new of the necessary creativity for development on the one hand, and their values clinging to the old traditions which have been handed down from generation to generation on the other. In fact, Marchigians have been able to hold together beauty and economic growth; agriculture and industry; tradition and innovation. Thrifty and industrious, they place at the centre of their lives their families and their enterprises (often SMEs). Marchigian people are guardians of a particular millennial Marchigian value system of their own which includes a sound collaborative social networking. More than one third of this social net is constituted by old people. The eldest are an important active part of Marchigian social network. They are the symbol of hard work, industriousness and local wisdom. Instead of living old age with loneliness and in isolation, as it is often the case with old people in the big metropolis, the eldest in Marche take active part within their own families and they certainly know how to entertain themselves, they do not neglect their own need for love, fun and social life: they take part in courses such as dance lessons, or play sports, attend parties and festivals; they appreciate the liveliness of sunshine and spring; pets and children. Le Marche con Stile 2016 is about this identity. A book companion to understand locals, their idiosyncrasy, their lands and products; their mysterious balance; their love for traditions; this is a guide to Marchigian ways. You’ll be into them, you’ll make them yours.


di eccellenze. I Cluster del Mare, dei Borghi, dell’Artigianato, della Fede, dell'Arte, dell’Enogastronomia e della Natura: sette percorsi ideali per attraversare e scoprire le Marche. Sette percorsi che vi coinvolgeranno e arricchiranno con le loro chicche e curiosità. Sette universi diversi, ma uniti e complementari, che tutti insieme spiegano la grande bellezza di questo Luogo Ideale. Delle utili mappe illustrate vi aiuteranno a muovervi e a scegliere nell’ambito del singolo percorso, nonché ad individuare facilmente piccole deviazioni e intersezioni di interesse con altri percorsi. Allora, non resta che invitarvi a provare assieme a noi tutte le emozioni di una storia unica, ‘camminando’ attraverso i Comuni della regione, gustando la loro storia e le loro tradizioni, appassionandovi alla scoperta degli itinerari turistici più affascinanti, immergendovi nell’atmosfera unica di questo Luogo Ideale, dove vivere diventa un atto di Bellezza.

Our motto for this year, ‘The ideal place for a Better Life’, will be the concept that will lead each and every page. In order to organize our task we have decided to divide the work in what we call ‘distretti’, the equivalent to ‘clusters’ in English. The reading of this guide will be focus on the Sea, our Villages, our Faith, Art, Traditional food and Wine, and Nature. 7 routes, 7 themes, 7 most Marchigian topics: 7 different approaches to the same heart, the heart of Italy. With the maps, you will find how different routes and shortcuts are always possible. This is a place where you can make your life better. Staying here, enjoying these lands can be described even as an act of beauty. Let yourself go into the experience.

Sarnano

Due Sorelle, Sirolo

Teatro della Fortuna, Fano LE MARCHE CON STILE

21


AS SEEN IN OCTOBER 2012

BUYING GUIDE


Via Casone, 4 – 62029 Tolentino MC Tel. +39 0733 961989 Fax +39 0733 973889 www.ilpollenza.it lacantina@ilpollenza.it


Caffè Centrale di nome e di fatto. Il fulcro della vita sirolese è rappresentato dall’animato locale di Iosilito Gioacchini. Oltre alla posizione strategica nella splendida balconata naturale di Sirolo, tra i punti di forza del bar spiccano uno staff giovanile pieno di brio e i numerosi posti a sedere all’aperto. Gelati artigianali, frappè, frullati e tisane nel menu. Molto ricchi e sofisticati gli aperitivi serviti al tavolo, così come i cocktail nel pieno rispetto del rapporto tra qualità e prezzo. Frequentato prevalentemente da una clientela tra i 25 e i 40 anni, può contare su un’atmosfera coinvolgente e un arredamento minimale, ma accattivante. D’estate si esibiscono non di rado complessi musicali della zona. LE MARCHE CON STILE

24

Caffè Centrale in name and fact. The heart of Sirolo movida is surely represented by the busting local of Iosilito Gioacchini. In addition to its strategic location in the beautiful natural balcony of Sirolo, the strenghts of the bar are a staff young and full of verve, and a plenty of seating outdoor. Ice creams, milkshakes, smoothies and herbal teas on the menu. Riche and sophisiticated pre-dinner drinks served at the table, as well as cocktails, all respecting the quality and price report. Popular with guests bethween 25 and 40 years, Caffé Centrale relies on an engaging atmosphere on a minimalist but captivating décor. In summer time music bands often perform in front of the bar.

Via Italia, 8, 60020 Sirolo AN T. 071 933 1831 i.gioacchini@tin.it


LE MARCHE

LE MARCHE CON STILE

25


IL TERRITORIO THE LAND

B

aciate, sulla costa, dalla brezza e dalle onde del Mare Adriatico, ricche, al loro interno, di boschi e parchi dell’Appennino, le Marche celano un inestimabile tesoro paesaggistico che rende indimenticabile il soggiorno di ogni visitatore, perché ideali per l’amante del mare come per l’appassionato della montagna. Il viaggio nelle Marche è un connubio unico tra passato e presente, paesaggio e borghi (spesso piccoli, sempre magnifici), natura e storia, archeologia e arte, segni diffusi delle civiltà che si sono succedute, sin dalle lontanissime origini picene, o alle tracce millenarie lasciate dagli antichi Greci e dai Romani. Una regione che nei secoli ha saputo unire cultura e civiltà del fare, con quei prodotti enogastronomici, artigianali e della micro e piccola industria “Made in Marche” che ne fanno terra di eccellenze, proiettate in una dimensione internazionale. In tutte le cinque aree, o province, in cui è articolato il territorio, da Pesaro, ad Ancona, da Macerata a Fermo e Ascoli Piceno, la ricchezza e la varietà del patrimonio naturale, storico e artistico è sempre in grado di stupire con piccole meraviglie, spesso ancora poco note ai grandi flussi turistici. Proprio per questo Le Marche con Stile 2016 vogliono raccontare i gioielli segreti della regione e mettere a disposizione del lettore una gamma di itinerari per scoprirli e apprezzarli

M

arche stretches between the breeze and waves of the Adriatic Sea and the woods and parks of the Apennines. Sea, gentle rolling hills and then up there, the mountains. Dawns and sunsets colours on the fields, on the hills and mountains, or at sea, make visitors surrender in awe: unforgettable stunning views of the sun merging with terracotta and stucco shades, greens and blues. Travelling around Marque synthesises in a unique blend of past and present, towns and landscapes, history and nature, archaeology and art. Ever since ancient times, civilization has been moulding these lands; Picentes, Greeks and Romans have succeeded in leaving their featuring traits. Marche has been able to balance civilization and culture with the surrounding nature. A savoir faire that has not only respected nature, but also taken advantage of its precious hidden secrets; then, a local regional brand was born: “Made in Marche”. Excellence products reaching international dimensions were created in these lands. The region is divided in 5 provinces: Pesaro e Urbino (PU), Ancona (AN), Macerata (MC) Fermo (FM) and Ascoli Piceno (AP). Each and every province enjoys plenty of cultural and natural riches. Here and there, the amazing hidden riches of invaluable local traditions attract the attention of visitors.

Piazza del Popolo, Ascoli Piceno LE MARCHE CON STILE

26


al meglio. Insieme alle località più celebri, saranno svelate anche le realtà molto meno conosciute, talora persino più ricche di emozioni, tradizioni, eventi e curiosità. Un percorso che si presenta come una vera guida alla ricerca della bellezza, dell’autenticità e delle gemme più nascoste di questo incantevole territorio marchigiano.

Le Marche con Stile 2016 will tell about these secret jewels of the region. This book companion will provide the reader with a variety of itineraries to discover and appreciate the best corners of the region. There are some unveiled secrets to the common eye; then, to make the most of your visit to Marche, do not forget to take your manual with you. A manual for the pursuit of Marchigian beauty and authenticity.

MARCHE IN NUMBERS

• 180 km di costa e spiagge e 17 Bandiere Blu (Portonovo, Sirolo, Numana, Senigallia, Cupra Marittima, San Benedetto del Tronto, Grottammare, Porto San Giorgio, Pedaso-lungomare centro, Porto Sant’Elpidio-lido, Marina Palmense, Porto Potenza Picena, Civitanova Marche, Mondolfo-Marotta, Pesaro, Fano e Gabicce Mare); • 1 porto marittimo e 9 porti turistici; • 2 parchi nazionali (Monti Sibillini, Gran Sasso e Monti della Laga) e 4 parchi regionali (Monte Conero, Gola della Rossa e Frasassi, Sasso Simone e Simoncello, Monte San Bartolo);

• 22 comuni tra “I Borghi più belli d’Italia” e 19 Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano; • 113 teatri, di cui 72 di grande valore architettonico ospitanti opera, teatro e concerti; • 106 castelli e oltre 200 antiche fortezze e torri che spiccano tra le cime montuose; • 400 musei, 7 parchi archeologici e 34 siti archeologici; • più di 96 abbazie e 183 santuari;

MARCHE IN NUMBERS

• 180 km of coastline and beaches and 17 Blue Flags (Portonovo, Sirolo, Numana, Senigallia, Cupra Marittima, San Benedetto del Tronto, Grottammare, Porto San Giorgio, Pedaso-downtown waterfront, Porto Sant’Elpidio-lido, Marina Palmense, Porto Potenza Picena, Civitanova Marche, Mondolfo-Marotta, Pesaro, Fano and Gabicce Mare); • 1 seaport and 9 marinas; • 2 national parks (Sibylline Mounts, Gran Sasso and Monti della Laga) and four regional parks (Monte Conero, Gola Rossa and Frasassi, Sasso Simone and Simoncello, Monte San Bartolo);

• 22 towns among “The Most Beautiful Villages of Italy” and 19 Bandiera Aracione quality certification awarded by the Italian Touring Club; • 113 theatres, of which 72 are of great architectural value and host opera, play performances and concerts; • 106 castles and over 200 ancient fortresses and towers tanding out among mountain peaks; • 400 museums, 7 archaeological parks and 34 archaeological sites; • more than 96 abbeys and 183 sanctuaries

LE MARCHE CON STILE

27


SS 16

Cesena

Rimini Verucchio

Riccione

Aeroporto Federico Fellini

Cattolica

Pesaro

Gradara

chia

rec

Ma

Gabicce

A 14

S. MARINO

Montefiore Conca

S. Leo

lia

Fog

Novafeltria

Fano

Montegrimano Terme Macerata Feltria Sassocorvaro Montefabbri

Pennabilli

Marotta

Mondolfo

Frontino Serrungarina S. Angelo in Vado

ta

Me

SS 3

Cartoceto

Urbino

uro

Montemaggiore al Metauro

Fossombrone

Fermignano

SS 16

Senigallia A 14

ano

Ces

Mondavio a

Gola del Furlo Acqualagna

Urbania

Mercatello sul Metauro

Mis

Corinaldo

Ancona

Falconara Maritt.

Ostra Pergola Morro d’Alba

Cagli

Arcevia

Apecchio

SS 3 Città di Castello

Offagna

o

Esin

SS 76

Numana

Osimo

e

son

Mu

Cupramontana Staffolo

Sasso Ferrato Genga

Loreto Porto Recanati

Parco del Monte Cucco

SS 3 bis E 45

Jesi

Serra S. Quirico

Gola della Rossa

Eremo di Fonte Avellana

Portonovo S. Maria di Portonovo Badia di S. Pietro Sirolo

Parco del Monte Conero

Aeroporto Raffaello Sanzio

Grotte di Frasassi

Fabriano

Gubbio

S. Vittore D. Chiuse

Recanati

Cingoli

SS 16

Montecassiano

Cerreto d’Esi

S. Claudio al Chienti Esanatoglia Matelica

Gualdo Tadino

Rambona Basilica di S. Nicola

Castelraimondo

Abb. di Fiastra

Porto S. Elpidio Corridonia

Tolentino

Porto S. Giorgio

Fermo

Chie

Camerino

Perugia

Civitanova Marche

Montecosaro

SS 77

nti

SS 318

Torre di Palme

Urbisaglia a

SS 16

n Ten

Caldarola S. Giusto

Assisi Aeroporto S. Francesco d’Assisi

S. Severino Marche

Porto Potenza Picena

nza Pote Montelupone

Macerata

Treia

Pievebovigliana

SS 77

SS 75

Colfiorito

Pedaso Monterubbiano

S. Ginesio

Muccia

Moresco

Servigliano Fiastra

Sarnano

Aso

Pieve Torina

Grottammare

Ripatransone

Spello Bolognola Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Foligno Bevagna

Visso

Acquaviva Picena

Amandola Offida

Montemonaco

Trevi

Roccafluvione

Ascoli Piceno

San Benedetto del Tronto Monteprandone to

n Tro

A 14

Norcia Spoleto Castelluccio

Arquata del Tronto

Porto d’Ascoli

SS 4

Abb. S. Eutizio Todi

Cupra Marittima

Montefiore dell’Aso

Alba Adriatica

Acquasanta Terme

Giulianova

Cascia

A 24 Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

SS 16

Roseto d. Abruzzi

Teramo

Terni A 14

Rieti L’Aquila A 24 A 25 E 80


COME RAGGIUNGERE LE MARCHE

HOW TO REACH OUR REGION Nel cuore dell’Italia, al centro di tutto: arrivare nelle Marche è semplice e veloce. Con qualsiasi mezzo. Right in the middle, at Italy’s heart: you can easily reach Marche, also in a fast way, by all means of transports.

ROMA-MARCHE In treno, dalla stazione ferroviaria Roma-Fiumicino (all’uscita dall’aeroporto) è possibile raggiungere le principali città delle Marche in circa 2 ore e 30 minuti: San Benedetto del Tronto, Ancona, Civitanova Marche, Pesaro e altre città lungo la direttrice adriatica, nonché nell’entroterra Jesi, Fabriano, Macerata, Camerino.

ROME - FIUMICINO TRAIN STATION Availability of regular rail services from Fiumicino Train station (at Fiumicino airport) to all of the main towns in Marche. Depending on the service, Adriatic beaches can be reached in approximately 2 and a ½ hours. Coastal cities: San Benedetto del Tronto Ancona, Civitanova Marche, Pesaro. Inland cities: Jesi, Fabriano, Macerata, Camerino.

MILANO-MARCHE In treno, dalla stazione ferroviaria di Milano Centrale è possibile raggiungere le principali città delle Marche in circa 3 ore con i treni ad alta velocità. Su richiesta sono sempre disponibili servizi transfer privati in autoblu, mini-bus e Bus GT.

MILAN - CADORNA TRAIN STATION From Milano Centrale Railway Station it is possible to reach all the main towns in Marches in approximately 3 hours by high speed trains. On request, transfer services including cars, min-vans and GT buses, with drivers, are always available.

VOLI DIRETTI DA: Roma, Cagliari, Catania (periodo estivo), Barcellona (periodo estivo), Londra, Bruxelles Charleroi, Dusseldorf, Alghero, Tirana, Monaco Di Baviera, Trapani, Mallorca (periodo estivo), Ibiza (periodo estivo), Olbia (periodo estivo), Saplato.

DIRECT FLIGHT FROM: Roma, Cagliari, Catania (during summer), Barcellona (during summer), Londra, Bruxelles Charleroi, Dusseldorf, Alghero, Tirana, Monaco Di Baviera, Trapani, Mallorca (during summer), Ibiza (during summer), Olbia (during summer), Saplato. LE MARCHE CON STILE

29


TEMI DI VIAGGIO Clusters

C

ome anticipato, nell’edizione Le Marche con Stile 2016, ispirata al payoff della Regione “the ideal place for a better life”, il racconto delle tante eccellenze e peculiarità marchigiane passa attraverso sette grandi filoni tematici (Cluster): Mare, Arte, Borghi, Natura, Fede, Enogastronomia e Artigianato. Tante sfaccettature di una stessa realtà emblema di elevata qualità di vita. Tante chiavi di lettura di come le Marche siano, appunto, il posto ideale per vivere bene la vita. Anzitutto il Cluster Mare. Le Marche, tra le regioni più “blu” d’Italia, vi stupiranno per le numerose opportunità balneari, tante, diverse, ma tutte sostanzialmente raggruppabili in due tipologie: il “mare selvaggio”, da un lato, e il “mare relax e movida”, dall’altro. L’itinerario del “Mare Selvaggio” tocca quelle località balneari che si affacciano su suggestive falesie rocciose e dorsali montuose, offrendo ripide calette, ardui sentieri, paradisi nascosti e scorci mozzafiato. Così, nel tortuoso andare sui Colli del San Bartolo, nel pesarese, vi racconteremo dei tramonti di Gabicce Monte, dei vicoli e delle terrazze a picco sul mare di Castel di Mezzo e Fiorenzuola di Focara. Scendendo nell’anconetano, veleggeremo lungo la Riviera del Conero, con i suoi scogli, le sue grotte, le sue “perle” sul mare: Portonovo, Sirolo e Numana. Se invece preferite “Relax e Movida”, allora vi aspetta la dinamica e spensierata Senigallia che, dalla sua soffice “spiaggia di velluto”, si veste da pin up anni ‘50 per il Summer Jamboree, o la Riviera delle Palme che da San Benedetto del Tronto, a LE MARCHE CON STILE

30

L

e Marche con Stile 2016 has been systematise according the motto of the region: “The Ideal Place for a Better Life”. In this book companion the story of the region is told in 7 theme chapters: Sea, Art, Boroughs, Nature, Faith, Food & Wine, and Crafts; several approaches to the high balanced standard of living of Marchigians: the keys to understand this ideal place which can definitely help better our lives. Our Sea. Marche is among the bluest regions of Italy; there are many seaside resorts and they meet visitors expectations and can be grouped in two categories: ‘wild seaside resorts’ overlooking mountain ridges of stunning calm and beauty and the ‘relaxation & movida’ seaside resorts offering a more dynamic approach to enjoyment. The options which have been called the ‘Wild seaside’ resorts are located amidst enchanting nature: cliffs, coves, steep slopes, wood trails, astonishing sights. The winding paths on the hills of San Bartolo in Pesaro-Urbino make us possible some astonishing sights of dawns and sunsets. Such is the case of the panoramic sunsets from Gabicce Monte. Such is the case of the narrow alleys and the sheer terraces of Castel di Mezzo and Fiorenzuola di Focara. Going south along the beaches of Ancona: sheer cliffs overlooking the Adriatic, caves, and promontories emerging from sea; also, towards south, three subsequent charming bays and their historical fishers’ villages: Portonovo, Sirolo and Numana. The possibility of contemplation. On the other hand, there is another approach to Marchigian seaside resorts which has been called ‘Relaxation and Movida’.It refers to a more dynamic


Salame Fabriano

Loreto

Marina Dorica, Ancona

Grottammare, a Cupra Marittima è un continuum di viali palmati, piste ciclabili, chalet e locali alla moda dove gustare aperitivi, musica all’aperto, disco e vivace vita notturna. Nel Cluster Arte, non può mancare un itinerario su “Le Marche in Musica”, dedicato a quei festival la cui celebrità spicca sul panorama internazionale: dal Rossini Opera Festival di Pesaro, al Macerata Opera Festival nella straordinaria cornice dell’arena Sferisterio, per arrivare infine alla musica classica del Pergolesi Spontini Festival a Jesi. Un altro itinerario è dedicato a “il Genio delle Marche” e alle sue eccellenze artistiche: si parte da Urbino per toccare le radici del Rinascimento, con il meraviglioso Palazzo Ducale e le opere di Raffaello e Piero della Francesca, per poi arrivare alla “poesia a cielo aperto” nei vicoli di Recanati, tra i versi di Giacomo Leopardi, e infine soffermarsi nell’incantevole “salotto” di Piazza del Popolo, ad Ascoli Piceno, per sorseggiare un buon caffè tra torri medievali, capolavori crivelleschi e bianco travertino.

and active beach. Visitors can enjoy the colourful sunny ‘velvet’ beaches of Senigallia and its incredibly busy and lively waterfront, which becomes even busier when Senigallia stages its Summer Jamboree celebrating the fashion and music of the 50s. Other incredibly lively resorts are located along the Riviera delle Palme: San Benedetto del Tronto, Grottamare, Cupra Marittima. A continuum of palm trees boulevards, cycling paths, seaside villas on the beaches to enjoy drinks and music under the stars. Active and joyful nightlife. Our Art. It is impossible not to include music when we tell about Marche. ‘Marche in Musica’ is dedicated to those festivals which are renowned internationally: The Rossini Opera Festival in Pesaro, the Opera Festival and the extraordinary settings of the arena of the Sferisterio in Macerata, the classical music of the Pergolesi Spontini Festival in Jesi. There is an itinerary dedicated to “the Genius of Marche” and its artistic excellence. We start from Urbino where we can experience the roots of the Renaissance, with the wonderful Ducal LE MARCHE CON STILE

31


Il Cluster Borghi si apre con un itinerario sulle “Bellezze del Piceno” (Sant’Elpidio a Mare, Fermo, Torre di Palme, Moresco, Petritoli, Ripatransone e Acquaviva Picena), svelandovi piccoli veri gioielli d’arte adagiati su dolci colline, piccoli scrigni di antiche tradizioni e atmosfere autentiche. Con l’itinerario “Marche terra di castelli”, invece, scoprirete alcune delle rocche e fortificazioni più suggestive della regione, quelle di Gradara, di Mondavio, di Offagna e di Caldarola in primis. Nel Cluster Natura, vi porteremo nel cuore di due magnifiche aree verdi. “Dal sottosuolo al cielo” è il percorso che farete nel Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, immergendovi fin nel ventre della terra, nel più grande e affascinante complesso carsico d’Europa, le Grotte di Frasassi, per poi riaffiorare tra le pareti della Gola, dove avrete l’imbarazzo della scelta tra climbing, percorsi avventura e bagni in acque sulfuree. Con “Le magie della Sibilla”, invece, vi avventurerete in percorsi trekking impegnativi ma favolosi Urbino

LE MARCHE CON STILE

Palace and the works by Raffaello and Piero della Francesca. Then the festival called ‘Poetry Outdoors’ along the alleys of Recanati, amidst the verses by Giacomo Leopardi. We can also linger in the charming ‘open living room’ of Piazza del Popolo, the central square in Ascoli Piceno where to enjoy a good coffee amidst medieval towers, Crivelli’s masterpieces and white travertine. Our towns. One of the itineraries is called ‘Beauties of the Piceno’ (Sant’Elpidio a Mare, Fermo, Torre di Palme, Moresco, Petritoli, Ripatransone and Acquaviva). Some of the most precious art works are nestled upon the fabled rolling stones of this region. Treasure chests full of antique traditions and authentic atmosphere. With the itinerary ‘Marche, land of castles’ visitors can immerse back in time into most evocative environments, castles and fortresses such as those of Gradara, Mondavio, Offagna and Caldarola. Our Nature. It is possible to get right into the heart of two magnificent green areas. The itinerary called ‘From underground to heaven’ is the route leading amidst the Regional Park of Artigiano

32


sul Parco dei Monti Sibillini, con i panorami mozzafiato del Lago di Pilato, della Valle del Fiastrone o della Gola dell’Infernaccio. Il Cluster Fede tocca gli aspetti più curiosi, pittoreschi e folcloristici della regione con il “Tour delle feste religiose”, insieme alla spiritualità dei santuari e alle tappe più significative nel percorso de “La Via Lauretana”, verso la Santa Casa di Loreto. Infine, il Cluster Enogastronomia vi stuzzicherà l’appetito con due itinerari: il primo “I sapori del Montefeltro”, con i tartufi, il prosciutto di Carpegna, l’olio e.v.o., la crescia e i formaggi dell’urbinate; il secondo “Tra DOCG e tipicità”, con le eccellenze e chicche vinicole della regione, che ben si accompagno ai salumi tipici e ad un buona Oliva fritta all’Ascolana. Mentre il Cluster Artigianato vi stuzzicherà lo shopping, con l’itinerario sugli outlet e le eccellenze della moda, “Dall’abbigliamento al merletto”, da Fermo a Macerata, e con quello sulle lavorazioni più antiche, “Dalla carta alla ceramica”, da Fabriano e Urbania. Serrapetrona

Gola della Rossa and Frasassi. It will be possible to dip down into the heart of earth, into one of the largest karstic complexes in Europe: the Frasassi Caves, but only to re-emerge through the walls of the Gorge (Gola della Rossa). Then the choices vary: climbing, adventure trails and baths in sulphurous thermal waters. With the proposal called “The magic of the Sibyl”, the challenge is trekking along trails with higher level of difficulty. The backgrounds for this adventure are the Sibylline Mounts: breath-taking views of the Pilate Lake, the Valley of the Fiastrone or Gorge of the Infernaccio. Our Faith. This itinerary touches the most curious and picturesque aspects of folklore of the region. It is called the “Religious Holidays Tour”, It combines the spirituality of the sanctuaries with the most significant milestones of the paths of the “ Via Lauretana” towards the Holy House of Loreto. Our Wine & Food. Two itineraries to indulge into most delicious local specialties: ‘The flavours of the Montefeltro’ with truffles, ham from Carpegna, extra virgin olive oil, the crescia bread and cheeses from the province of Pesaro-Urbino. The second option is ‘Among DOCG and local specialties’ (Controlled and Guaranteed Denomination of Origin quality certification). With the excellence of our vineyards accompanying the typical cold cuts and fried Ascolan stuffed olives. Our craft. Tantalizing shopping experiences are to be found in the itineraries through the outlets and the excellence of fashion: ‘From fashion to lace’ from Fermo to Macerata. The second proposal: From ‘paper to ceramics’ with more antique craftsmanship takes place between Fabriano and Urbania. Torre di Palme

LE MARCHE CON STILE

33


RIVIERA DEL CONERO E COLLI DELL’INFINITO Il Conero offre uno scenario unico in tutto l’Adriatico: spiagge e acque cristalline premiate con la Bandiera Blu. Un territorio che nello spazio di pochi chilometri riassume al suo interno un’offerta unica e variegata: mare e cittadine adagiate su morbide colline e borghi medievali arroccati. Il tutto attorno ad un parco naturale che da un promontorio verde sul mare si estende fino all’entroterra, con una flora e una fauna del tutto particolari. Spiagge attrezzate miste a selvagge; mete spirituali e centri culturali; l’effervescenza di una movimentata vita notturna e la serenità di un pomeriggio in collina. Un territorio da assaporare anche tra mercati locali e ristoranti che servono cucina tradizionale. Tra degustazioni di vini in cantina e sagre scoprirete infinite possibilità di gusto. www.rivieradelconero.info LE MARCHE CON STILE

34

RIVIERA DEL CONERO E COLLI DELL’INFINITO The Mount Conero (Ancona) offers a stunning and unique landscape: beaches and crystal waters have been prized with the Blu Flag Award. In just few kilometres coast sea and picturesque medieval hamlets castled on the surrounding hills frame the ecological reserve of Monte Conero with its typical flora and fauna. Along the coast there are both equipped and free beaches, worship and cultural places, night life and relax. The Conero area is all to be tasted: local markets, restaurants proposing typical products and wine tastings a feast offering all the regional flavours. www.rivieradelconero.info


THE SEA

“Uomo libero, amerai sempre il mare!

Il mare è il tuo specchio: contempli la tua anima nel volgersi infinito dell’onda che rotola”.

“Free man, you’ll love the ocean endlessly! It is your mirror; you observe your soul In how its billows endlessly unroll

Your spirit’s bitter depths are there to see”. (Charles Baudelaire)


THE SEA

U

na regione dai mille colori. Il giallo dei campi di girasole, il verde delle colline e dei parchi naturali, il rosso delle tradizioni, del folklore e della cultura. E il grande blu, quello intenso del Mare Adriatico. Ma anche dei laghi, dei fiumi e di tutte le manifestazioni dedicate a questa eccezionale risorsa. Ben 180 chilometri di costa, 26 località che si affacciano mare, il porto marittimo di Ancona e numerosi porti turistici. Queste sono le Marche marinare, da sempre crocevia di scambi con la costa balcanica e i paesi mediterranei. Sulla costa marchigiana è possibile attraccare in nove porti turistici, distribuiti in tutto il territorio regionale: Gabicce Mare, Pesaro e Fano per quanto riguarda la provincia di Pesaro-Urbino. Mentre nella provincia di Ancona le strutture sono situate a Senigallia, Ancona e Numana. Scendendo più a sud: nella provincia di Macerata i diportisti possono ormeggiare a Civitanova Marche, e nella provincia di Fermo a Porto San Giorgio. Infine la provincia di Ascoli Piceno, dove il porto turistico di San Benedetto del Tronto accoglie ogni estate centinaia di turisti. La capacità complessiva è di circa 5mila posti barca. Inoltre le Marche offrono una peculiare varietà di spiagge per tutti i gusti e le preferenze. Si va dalla sabbia finissima, caratteristica del litorale nord della regione, alla roccia e gli scogli LE MARCHE CON STILE

36

A

region of thousand colours. The yellow of sunflower fields, the green of the hills and natural parks, the red present in traditions and folklore… and the amazing blue of Marchigian water, the intense blue of the Adriatic Sea, lakes and rivers; 180 km of coastal stretch, with its 26 towns overlooking the Adriatic, the port of Ancona and numerous tourist ports. This is coastal Marche, a busy area of exchange with the Balkan shores and other Mediterranean countries. It is possible to dock at nine tourist ports along the Marchigian coast: Gabicce Mare, Pesaro and Fano are the docks in the Pesaro-Urbino Province. More to the south, Senigallia, Ancona and Numana are the docks belonging to the Province of Ancona. Further South, in the Province of Macerata: Civitanova Marche; and in the Province of Fermo we find Porto San Giorgio. Finally in the Province of Ascoli Piceno where the tourist port of San Benedetto del Tronto welcomes hundreds of tourists every summer. Altogether this Adriatic stretch of dock facilities offers room for 5 thousand vessels. Besides, Marche offers a variety of beaches to suit most varied tastes: finest sandy beaches, cliffs and palm trees. Water and sea are often celebrated in Marche and there are different festivals and celebrations throughout the year which include seafood dishes. These are the


Mare Adriatico

della Riviera del Conero, fino alle tipiche palme della costa sanbenedettese. Nelle Marche numerose sono le feste e le manifestazioni dedicate al mare, all’acqua e alla gastronomia tematica. Occasioni uniche per gustare il pescato tipico dell’Adriatico, cucinato secondo le antiche ricette. Il profondo legame tra le Marche e il suo mare si manifesta anche attraverso le tradizioni di arti e mestieri che da esso derivano: ecco perché sono diffusi in tutto il territorio i Musei dedicati al mare, come ad esempio il Polo Museale del Mare di San Benedettto del Tronto che, articolato in tre sezioni, permette un affascinante viaggio nella memoria, nelle tradizioni e nella cultura marinara. Oppure il Museo Malacologico Piceno di Cupramarittima, dove si possono ammirare oltre settecentomila esemplari esposti e più di sette milioni di conchiglie. Mentre a Pesaro il Museo della Marineria Washington Patrignani illustra la storia del porto della città dalle origini ai giorni nostri. Ma, per molti, soprattutto i più giovani, mare non è solo cultura. L’estate e la sua atmosfera travolgente è soprattutto sinonimo di “movida”. E nelle Marche, di certo, non manca. Dai grandi festival musicali, come il Summer Jamboree di Senigallia, eccellenza di settore per turisti da tutto il mondo, fino agli chalet sulla costa che ogni weekend si animano di note e colori.

most appropriate occasions to give a try to the typical Marchigian dishes based on fresh fish and seafood from the Adriatic. Antique recipes take a leading role during those celebrations. The deep bond between Marche and its sea materializes as well through the art traditions and trades which derive from everything which involves the ports, the trade, its fishing villages, and the passion for sailing. There are museums dedicated to these sea activities all throughout the region. An example of this is the Sea Museums Pole of San Benedetto del Tronto offering plenty of traditional evidence of Marchigian sea culture. Also, the Malacological Piceno Museum of Cupramarittima, where over 7 million shells are exhibited or the Marine Museum of Washington Patrignani in Pesaro which tells about the history of the port of Pesaro from its origins to present. However, for many, mainly young people, the beach does not only mean traditions and local typical dishes but also, it is synonym for ‘movida’. And in fact, Marche booms with ‘movida’ on its beaches. Great Music Festivals, such as the Summer Jamboree in SenigalliaHere, excellence is offered not only to Italians but also to tourists from all over the world. Beach parties at beach chalets are also a must among the young.

THE SEA

37


CE BIC

GA

RE

MA

GRADARA MONTEGRIMANO TERME

TAVULLIA TAVOLETO

MACERATA FELTRIA CARPEGNA

MONTEFABBRI DI VALLEFOGLIA

CARTOCETO

PEGLIO

TA ROT

MA

MONDOLFO

FOSSOMBRONE URBANIA ACQUALAGNA

PIOBBICO

CORINALDO

PARCO REGIONALE NAT MONTE CO

OFFAGNA

JESI

SERRA SAN QUIRICO

STAFFOLO

CANTIANO

SASSOFERRATO

LEGENDA / KEY 17 Bandiere Blu / BLUE FLAGs Certificano la qualità ambientale del mare e della costa e la cultura dell'accoglienza marchigiana. Certify the environmentally well-kept beaches and the culture of the Marche’s hospitality.

C

CASTELPLANIO

SERRA SANT’ABBONDIO

THE SEA

OSTRA VETERE

CASTELLEONE DI SUASA

ARCEVIA

FRONTONE

FALCONARA

OSTRA

SAN LORENZO IN CAMPO

PERGOLA

CAGLI

APECCHIO

LIA

GAL

I SEN

MONDAVIO

FERMIGNANO

SANT’ANGELO IN VADO

O FAN

SAN COSTANZO

SALTARA

URBINO

FRONTINO

MERCATELLO SUL METAURO

CARIGNANO DI FANO

PETRIANO DI URBINO

SASSOCORVARO

BORGO PACE

PARCO REGIONALE MONTE SAN BARTOLO

ARO PES

MONTECASSIA

GENGA

APIRO

CINGOLI

FABRIANO

TREIA MACERATA

MATELICA FIUMINATA

TOLENTINO SAN SEVERINO MARCHE

URBISAGLIA

CAMERINO SAN GINESIO

Porto Turistico Tourist Port

FIASTRA

PIEVEBOVIGLIANA

SARNANO SASSOTETTO

ACQUACANINA BOLOGNOLA

Parco Acquatico

AMANDOLA

USSITA

Water Park

S

SARNANO

M

VISSO

Parco Archeologico Archaeological Park

CASTELSANTANGELO SUL NERA

Centro IAT

IAT Tourist Information Centre

Punto IAT Info Point

Borghi più belli d’Italia

The Most Beautiful Villages in Italy

ACQUASANTA ARQUATA DEL TRONTO


DON’T MISS...

PARCO SAN BARTOLO

SENIGALLIA - LA SPIAGGIA DI VELLUTO

A

ON ANC

LE NATURALE NTE CONERO

OVO

TON POR

OLO SIR

PORTONOVO - LA SPIAGGIA DI MEZZAVALLE

NA

MA NU

CAMERANO OSIMO

I

NAT

ECA

R TO POR

LORETO RECANATI

ZA

EN POT

ASSIANO

ENA

PIC

C

MONTELUPONE MONTECOSARO

FALERONE ALTIDONA

O

MORESCO

ASO PED

MONTEFIORE DELL’ASO

MONTEDINOVE

ANTA TERME

OFFIDA ASCOLI PICENO

RA

CUP

MA

TTI

RI MA

ACQUAVIVA PICENA

RE

MA

M TTA GRO

RIPATRANSONE

ROTELLA

NUMANA - LA SPIAGGIA DEI FRATI

O ERM O DI F IORGI O D G . LI OS T R E PO ALM DI P RE R O T

FERMO

MONTERUBBIANO

IDIO

’ELP

T SAN TO POR

RATA

SERVIGLIANO

HE

ARC

M VA ANO IVIT

TO DET E N O BE NT SAENL TRO D

RIVIERA DELLE PALME


Riccione Baia di Vallugola Gradara Morciano di Romagna

San Leo

Pesaro SS 16

Candelara

Fano

Vallefoglia

Macerata Ferltria Sassocorvaro

SS 16 SS 73bis

SS 73bis

Urbino SS 73bis

Sant’Angelo In Vado

SS 73bis

Senigallia

Corinaldo

Furlo Acqualagna

A14

Ancona

Ostra

San Lorenzo In Campo

Piobbico

6 7

Monte Porzio Mondavio

Fossombrone

Fermignano

Urbania

5

A14

Montemaggiore Al Metauro

Chiaravalle

Jesi Moie

SS 76

Cupramontana

Sirolo Numana

Polverigi Osimo

Cantiano Pietralunga

Loreto

Filotrano

Sassoferrato

Montefano Mocaiana

Cingoli Gubbio

Portonovo

A14

Serra dei Conti Arcevia

9

Mezzavalle

Pergola

Apecchio

8

A14

Recanati

Appignano

Porto Potenza Picena

Fabriano Fossato di Vico

Cerreto D’Esi

Elcito

Matelica

SS 16

Treia

Macerata Piediripa SS 77

Civitanova Marche SS 77

Corridonia Montegranaro

Itinerary WILD COAST | Mare selvaggio

C

iottoli o scogli? A qualcuno il mare piace goderselo assecondando la natura selvaggia, lontano da spiagge affollate e da lunghe file di ombrelloni. Per chi vuole immergersi in scenari suggestivi, tra insenature a picco sul mare e baie accarezzate da una ricca vegetazione, in sentieri ideali su due ruote o in rotte percorribili in vela, le Marche offrono un’ampia varietà di soluzioni. A nord troviamo la Baia di Vallugola (1), a 6 km da Gabicce e 6 km dalla Rocca di Gradara. È un’insenatura naturale affascinante, all’interno del Parco del Monte San Bartolo, LE MARCHE CON STILE

40

S

and, pebbles, cliffs? There are those who are into enjoying beaches immersed in isolated wild surroundings, away from the crowded beaches For Those seeking off-the-beatentrack places with plenty of Mediterranean natural vegetation, sheer cliffs, detached bays, fishers’ villages, or may be ancient coastal places full of history; Marche is their destination in Italy. In northern Marche, beautiful Baia di Vallugola (1), pebble beaches and a small tourist port 6 km away from Gradara Caslte. In the area between Gabbice Mare and Pesaro,

Porto Sant’Elpidio A14


o

caratterizzata da una spiaggia di ciottoli e da un piccolo porto turistico. Da qui inizia un percorso di 20 chilometri lungo la strada panoramica del San Bartolo che lambisce pittoreschi borghi di pescatori con terrazze a picco sul mare, come Casteldimezzo (2) e Fiorenzuola di Focara (3), e si conclude a Pesaro con la Baia Flaminia (4). Alcune chicche lungo il percorso: • una bella area pic-nic con barbecue e forno in pietra per braciolate fai da te, a Santa Marina Alta; • un bellissimo percorso trekking sino al mare, dalla torre di Fiorenzuola; • i giardini all’italiana di Villa Caprile e Villa Imperiale a Pesaro, con visite guidate.

in the heart of the Regional Park of San Bartolo Mount, a road of about 20 km offering stunning panoramic views, goes past some lovely fishers’ villages such as Casteldimezzo (2) and Fiorenzuola di Focara (3). San Bartolo has become an area similar to an outdoors sport centre. It is very popular with bikers. There are cycling paths connecting Gabbice Mare and Pesaro. Then, in Pesaro, the Baia Flaminia (4) Some suggested stops along this ride: • a pic-nic area with barbecue and stone ovens in Santa Marina Alta; • A wonderful trekking trail from Fiorenzuola Tower; •The Italian gardens of Villa Caprile and Villa Imperiale in Pesaro, also with guided visits.

A un’ora d’auto da Pesaro, ancora più variegata e selvaggia è la Riviera del Conero, caratterizzata da fondali profondi e limpide acque, sassi bianchi e bianche scogliere a picco sul mare. Al centro della Riviera sorge Ancona. È la sua spiaggia cittadina, quella del Passetto (5), che tra grandi scogli bianchi svela una delle più grandi curiosità, ovvero le decine e decine di pittoresche grotte di pescatori, costruite nel dopoguerra dagli anconetani per ricavare nella roccia personali ormeggi di imbarcazioni e attrezzature per la pesca. Ma il vero gioiello della Riviera si trova leggermente più a sud, nella Baia di Portonovo (6), che, oltre a mare stupendo, è anche te-

An hour’s drive from Pesaro, we find a more varied and wild area with a range of choice: The Conero Riviera. Beaches, creeks, fishers towns, art, religious, cultural centres, medieval boroughs and a great variety of local traditional dishes at typical small restaurants. Ancona lies at the centre of this coastal Adriatic stretch, the capital of the region. The city has different beaches; among them, the Passetto (5) beach with its white cliffs and fishers’ caves, dock areas carved in the rock by fishers from Ancona for their fishing equipment and ships. The ultimate gem of these beaches; however, lies slightly further south: Baia di Portonovo (6): superb seaside, site of past

Sirolo THE SEA

41


Sirolo

San Bartolo

stimonianza di antiche civiltà, con l’Abbazia romanica di Santa Maria di Portonovo, la settecentesca Torre di Guardia e il Fortino Napoleonico. Accanto alla Baia, facilmente accessibile in auto, si segnala la spiaggia di Mezzavalle (7), assai caratteristica seppur meno nota ai turisti poiché raggiungibile esclusivamente tramite un tortuoso e ripido sentiero panoramico. Tra le chicche della zona: • i fanghi di Mezzavalle: qui si usa prendere un pezzetto dell’argilla alle pendici del monte per beneficiare di estemporanei bagni di fango; • i moscioli di Portonovo (ovvero le succulente cozze selvatiche, presidio Slow Food), che possono essere pescate dallo scoglio del Trave o più semplicemente gustate nei tanti ristorantini sul mare. Proseguendo verso sud, troviamo un’altra perla della Riviera, Sirolo (8), antico borgo in bianca pietra del Conero, caratterizzato da stretti vicoli, botteghe artigiane, graziosi ristoranti e continui pittoreschi scorci sul mare. Sirolo offre tre bellissime spiagge: la spiaggia Urbani con l’omonima grotta, proprio sotto l’abitato; la spiaggia di San Michele e dei Sassi Neri; e infine la spiaggia delle Due Sorelle, la più emblematica del Conero. A soli 2 km da Sirolo sorge Numana (9). Le ampie spiagge dorate e il porto turistico, insieme a una certa vitalità notturna, sono i punti di forza di Numana. Tra le spiagge più rappresentative spiccano la “Spiaggiola”, che sorge da una insenatura della costa alle spalle del Porto turistico, e la “Spiaggia dei Frati”, una delle più riservate e affascinanti spiagge di Numana dove il solo rumore è quello del mare. LE MARCHE CON STILE

42

cultures. There are constructions that prove this; such is the case of the medieval church of Santa Maria from Portonovo and the Guard Tower of the XVIII century and the Napoleon Fortress. Next to the bay, accessible by car: the beach of Mezzavalle (7), an unknown beach among tourists which can be reached only by going down a winding detour to the beach from the main coastal road. Curiosities: • the clay muds from Mezzavalle are used for therapy baths. • the mussels from Portonovo can be caught from the Trave cliff or simply, ordered at a seaside restaurant. Further south we come across Sirolo (8), an antique fishers’ town nestled in the typical white calcareous rocky bays of the Conero Mounts. The small town features narrow alleys where visitors can find artisans’ shops, restaurants and bars. Sirolo is characterised by lovely beaches: the Urbani beach with its homonymous cave, San Michele beach, Sassi Neri beach (Black Pebbles beach) and Due Sorelle beach, is a hallmark on the Riviera. 2 km away from Sirolo, Numana (9) outstands with its clear waters, its wide golden beaches and an well-equipped port. The tourist port is very popular with sea sports people from all over the world. Among the most popular beaches of Numana, we can mention “Spiaggiola” which is located at a bay at the back of the port. Also, the “Spiaggia dei Frati”, a more reserved beach where the sea is the only sound which can be heard.


SS 73bis

Montemaggiore Al Metauro

Urbino SS 73bis

SS 73bis

A14

1

Senigallia

Fossombrone

Urbania

Corinaldo

Furlo

A14

Falconara Marittima Chiaravalle

Ostra Pergola

Cagli

Serra dei Conti

Ancona

A14

Polverigi

Jesi Moie

SS 76

Sirolo Osimo

Cupramontana Montefano Recanati Cingoli Gubbio

A14

Appignano

Fabriano

SS 16

Treia

Civitanova Marche

Macerata SS 77

Gualdo Tadino

Matelica

SS 77

Corridonia Montegranaro

Tollentino

A14

Porto San Giorgio

4

Camerino

Assisi

3

Cupramarittima Grottammare

Spello

2

San Benedetto del Tronto

Comunanza

Foligno

Trevi

Ascoli Piceno

Itinerary RELAX & MOVIDA | Relax & movida

P

er il turista che preferisce il relax, la comodità e il divertimento, le Marche offrono anche chilometri e chilometri di costa sabbiosa, con lidi attrezzati e locali alla moda, musica in spiaggia e animati passeggi, comode aree ciclabili e spassosi sport acquatici, nonché spiagge spaziose e fondali bassi e tanti giochi e spettacoli anche per i più piccini. Una varietà dunque di mete ideali per i giovani così come per le famiglie, tra le quali fra tutte vi segnaliamo Senigallia e la Riviera delle Palme. Lungo la costa nord delle Marche, troviamo anzitutto Senigallia (1), che con la sua “spiag-

F

or those seeking relaxation, comfort and fun, Marche offers kilometres and kilometres of sandy beaches with well-equipped seaside resorts. Marche suits most varied tastes: water sports, cycling paths, wide beaches, fashion shops, music on the beach, shows and events for the youngest in the family. Ideal resorts for families and young people: Senigallia and Delle Palme Riviera. Along the northern beaches of Marche, there is Senigallia (1). This beach location takes pride in its “velvet beaches”. It has been awarded a European Blue Flag qualification. Its white, finest sandy beaches offer most THE SEA

43


Senigallia

gia di Velluto”, Bandiera Blu d’Europa, si fa apprezzare per la finissima sabbia dorata: un piacere da calpestare! Adattissima per famiglie e ricca di strutture ricettive a misura di bambino, nella prima decade di agosto Senigallia si trasforma in un palcoscenico dedicato alla musica e alla cultura dell’America degli anni ’40 e ’50. Dalle vie del centro sino al lungomare, è uno spettacolo di mercatini, auto e moto d’epoca, concerti e balli strepitosamente in outfit rock’n roll. È il Summer Jamboree, l’attrazione più grande dell’estate marchigiana, con richiamo di turisti da tutto il mondo. Alcune chicche da non perdere: • un aperitivo attorno alla Rocca Roveresca o sotto ai portici del Foro Annonario, con prelibatezze locali; • relax e sole tra divani di bamboo e palme ombreggianti ai Bagni 77, con stupenda vista sulla Rotonda a Mare; • la mostra “Maria. Mater Misericordiae”, dal 29 ottobre 2016 al 29 gennaio 2017 presso Palazzo del Duca, nell’ambito del circuito di mostre dedicate al Giubileo della Misericordia nelle Marche All’estremo sud della regione, troviamo invece la Riviera delle Palme, esotica, rigogliosa e particolare, con le sue ben 7000 palme ad adornare il lungomare. Ampie spiagge sabbiose incorniciate da un curatissimo sfondo di giardini, palme e oleandri: questo tratto di spiagge è la meta prediletta da famiglie e non solo. Una piLE MARCHE CON STILE

44

comfortable relaxation to visitors. Senigallia becomes a stage of fun, art and music in summer. The biggest attraction of the Senigalliese summer is the Summer Jamboree Festival. It is a musical and cultural festival dedicated to the American ‘40s and ‘50s. Antique cars parades, people dressed for the occasion in suitable fashion of the 40s and 50s. Some of the attractions not to be missed: • An aperitif around the area of the iconic fortress in Senigallia: the Rocca Roveresca, or under the porticos at the Foro Annorario, trying some local delicacies; • relaxation and sunshine amidst bamboo armchairs and the shadows of the palm trees of seaside resort number 77 (Bagni 77 Senigallia) overlooking the Rotonda a Mare. • At Palazzo del Duca, from the 29th of October, 2016 until the 29th of January, 2017 there will be 4 exhibitions called “Maria Mater Misericordiae” in the context of the Jubilee 2016. On the south area of the region 7000 palm trees flank the beaches along the Riviera delle Palme (Palm Trees Riviera) - unusual trees for this part of the world. This stretch of beaches is popular with families for its beautiful pine groves, its soft sands and the relaxed calm atmosphere. San Benedetto del Tronto (2) is the pearl of the Riviera and the hub of the movida of the southern beaches. Beaches and


sta ciclabile di circa 15 km costeggia la spiaggia ed unisce i comuni della Riviera, da San Benedetto del Tronto, a Grottammare, a Cupra Marittima. Tra tutti spicca San Benedetto del Tronto (2), perla della Riviera e centro della movida ascolana. Un lungomare dove ci si diverte, con balli, musica e aperitivi on the beach. Un lungomare anche per famiglie, dove le serate scorrono spensierate lungo le vie dei mercatini sino alle vetrine del centro con negozi stupendi. Un lungomare da incanto... lunghissimo, bellissimo, servitissimo, pieno di locali, bar, gelaterie, piste da pattinaggio e giochi per bambini. Consigliamo di percorrerlo in bicicletta o in risho per goderne a pieno tutta la bellezza! Alcune chicche da non perdere: • aperitivo, cena e dopo cena ai Bagni Medusa; • “Scultura viva” al Molo Sud, le sculture realizzate da artisti contemporanei sugli scogli che costeggiano il molo, come il Monumento al Gabbiano Jonathan o il Monumento al Pescatore. La zona settentrionale della Riviera è un pochino più pacata, ma egualmente consigliatissima. C’è Grottammare (3), con i suoi alberi d’arancio e il bellissimo centro medievale del Borgo Antico, e infine c’è Cupra Marittima (4), con le sue caratteristiche dune marittime.

waterfront with plenty of fun, music, dancing and aperitifs. But it is also suitable for families, there are playgrounds for children and cycling paths, shops and open market, ice-cream shops and roller-skating rinks. Cycling along its paths is highly recommendable to get to understand its atmosphere. Some not to be missed attractions: • aperitif, dinner and after dinner at the seaside resort Bagni Medusa; • “Living Sculpture” at Molo Sud, the sculptures made by contemporary artists upon the rocks on the beach, such as the Monument to Jonathan Livingston Seagull, or the Fisher Monument. The northern shores of the Riviera offer a more relaxed ambience and the ideal medieval surroundings of Borgo Antico, for example, in Grottammare (3), or the lovely sandy dunes of Cupra Marittima (4).

San Benedetto del Tronto

THE SEA

45


ANCONA Il capoluogo di regione sorge nella costa dell’Adriatico centrale, su un promontorio formato dalle pendici settentrionali del Monte Conero. Da esso ha origine il golfo di Ancona e il suo porto naturale. Una città millenaria: nata nel 387 a.C., data di fondazione della colonia di Ankòn (dal termine greco antico che significa “gomito”) da parte dei Greci siracusani di stirpe dorica, esisteva già come villaggio nel’Età del bronzo. Il monumento più rappresentativo è la Cattedrale di San Ciriaco, splendida basilica romanico-gotica sul colle Guasco, con elementi bizantini, costruita sulle fondamenta di un tempio italico del IV secolo a.C. e di una successiva chiesa paleocristiana. Tra i principali siti di interesse turistico c’è la Chiesa di Santa Maria della Piazza, capolavoro di arte romanica; l’Arco di Traiano, arco romano eretto nel I sec. d.C; la Mole Vanvitelliana (Lazzeretto), splendida isola artificiale a pianta pentagonale all’interno del porto, costruito su progetto dell’architetto papale Luigi Vanvitelli; la scenografica Fontana del Calamo o delle Tredici Cannelle; lo spettacolare Monumento ai Caduti, collegato alla sottostante spiaggia del Passetto da due grandi scalinate. Per vivere a pieno la città, non possono mancare un aperitivo in piazza del Papa; lo shopping lungo corso Garibaldi; la vita notturna e le tante rassegne, musicali, artistiche e culturali organizzate, specie in estate, al Lazzaretto; una passeggiata nel nuovissimo percorso pedonale che attraversa il porto antico e all’Arco di Traiano; lo spettacolo del tramonto dal colle Guasco. I maggiori eventi sono la fiera patronale di San Ciriaco (1-4 maggio) e il festival internazionale Adriatico Mediterraneo (dal 27 agosto al 3 settembre) che coinvolge artisti provenienti dai Paesi dell’Adriatico e del Mediterraneo.

LE MARCHE CON STILE

46


The capital of the region is situated on the central part of the Marchigian Adriatic coast, on a promontory formed by the northern foothills of Mount Conero. The Gulf of Ancona and its natural harbour lie here. It is a twice millennial city founded in the year 387 BC. It was founded by the Greeks, who gave it its name ANKON: elbow. The Syracuse Doric Greeks already existed in Ancona in the age of bronze (IX BC). The most representative sight of Ancona is the Cathedral of San Ciriaco, a splendid Romanesque-Gothic basilica on the Guasco hill, with Byzantine elements, built on the foundations of an Italic temple of the IV c. BC and a subsequent early Christian church. The Church of Santa Maria della Piazza is among the main tourist attractions in Ancona, a masterpiece of Romanesque art; the Arch of Trajan, a Roman arch erected in the first century AD; the Vanvitelliana Mole (an ex leper hospital), a beautiful pentagonal artificial island within the port of Ancona, built on a project by architect Luigi Vanvitelli; another famous sight of the city is the stunning Fountain of Calamus or Tredici Cannelle (a stone construction with 13 taps); the spectacular Monument of the Fallen, the memorial monument connected to the beach below the Passetto by two enormous staircases. To fully experience the city, visitors are to have a drink in Piazza del Papa; a shopping area along Corso Garibaldi; also, visitors are to experience the nightlife and the many exhibitions: the various musical, artistic and cultural activities organized especially in summer at the Vanvitelliana Mole; another must: a walk along the brand new walkway which cuts through the old port and the Arch of Trajan; last but not least: the spectacular view of the sunsets from the Guasco hill. The main events are the Ancona’s patron’s celebration: the Fair of San Ciriaco (form May 1 to May 4) and the International Festival of the Adriatic Mediterranean Sea (August 27-September 3) which involves artists from the coastal towns of the Adriatic and other parts of the Mediterranean. THE SEA

47


PORTONOVO

Spiagge bianchissime ai piedi di un Monte che tutto domina, un’acqua cristallina e la bellezza della macchia mediterranea, con i suoi corbezzoli, i boschi di leccio e i pini marittimi: un unicum di indescrivibile bellezza, un’eccezione di meraviglia. Portonovo è un angolo di Paradiso disegnato a mano libera dalla Natura con un’eleganza unica, con il profilo del Conero che dolcemente digrada fino al mare e si incontra con il blu dell’acqua, creando una mistione di colori intensi e dando vita a riflessi che incantano. Il cuore e la vista danzano leggeri, di fronte a questo spettacolo, e al tramonto i colori rosso-oro del cielo che si adagia sull’acqua, come a prepararsi al riposo notturno, riscaldano il cuore. All’alba il sole torna a brillare sulle spiagge della Baia, che si risvegliano accarezzate morbidamente dai suoi raggi: splendono quella del Molo, con l’antico approdo delle barche dei pescatori oggi ancora intatto, e la meravigliosa Mezzavalle, ancora selvaggia; poi la spiaggia della Torre, con il suo bastione fortificato che da oltre 300 anni veglia sulla costa, e quella della Capannina, illuminata dalla bellezza della Chiesetta romanica di Santa Maria, un piccolo gioiello bianco incastonato nel verde. Qui l’anima si ferma a contemplare la mano dell’Uomo che si è unita a quella della Natura in un connubio perfetto: e ogni cosa ha trovato il suo posto.

LE MARCHE CON STILE

48


Portonovo is a unique example of wonder: a beautiful Mediterranean escape at the feet of an iconic mountain, with white beaches, crystal blue waters, strawberry trees and groves of oaks and marine pines. A corner of paradise, designed freehand by nature with elegance and style: the Conero Mountain slopes gently into the ocean meeting the blues in an explosion of intense colours with fascinating reflections. At sunset, shades of red and gold of the skies meeting the water create an extraordinary play to seduce your eyes and heart. In the morning, the sun returns to shine and awakes the Bay, gently stroking the beaches with its rays. Splendid beaches include Molo beach, with ancient docks of fishing boats that remained unchanged until our days. Others include Mezzavalle beach and its intact nature, Torre beach where an ancient fortified tower has guarded the coast for over 300 years and Capannina beach with Santa Maria church - a beautiful white jewel nestled within the green. Take a break to admire the masterpiece created by men and mother nature in a perfect symphony.

THE SEA

49


PORTO SANT’ELPIDIO

Porto Sant’Elpidio è un comune lungo la costa in provincia di Fermo, noto per il distretto delle calzature. Lo storico borgo marinaro, che ebbe origine come scalo marittimo di Sant’Elpidio a Mare, è ora diventato un’attrezzata stazione balneare. Caratterizzato da una spiaggia di sabbia e ghiaia di oltre sette chilometri, tra l’abitato e il mare. L’ampia pineta vicina al mare è costeggiata da una pista ciclabile. Tra le strutture ricettive presenti si segnalano soprattutto i villaggi turistici che sorgono lungo il litorale: vaste aree immerse nel verde perfettamente attrezzate rappresentano un ambiente ideale per gli amanti delle vacanze all’aria aperta. Meritano una visita: l’antica Torre dell’Orologio, simbolo della città, eretta a difesa dalle invasioni dei pirati, la Chiesa dell’Annunziata e le nobili ville, come Villa Murri e Villa Barrucchello, utilizzate soprattutto d’estate, per manifestazioni a carattere culturale. Anche la cultura fa spettacolo a Porto Sant’Elpidio, con un’intensa attività riservata in primo luogo ai giovani ma anche alle altre fasce di età. L’annuale Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi, allestito in luglio, è una manifestazione unica in Italia. Sono poi da aggiungervi il Premio Nazionale di Poesia, i festeggiamenti sul lungomare per il primo Maggio e le esposizioni d’arte a Villa Murri. Un cartellone che non conosce pause, lungo tutto l’arco dell’anno e che fa di Porto Sant’Elpidio un centro vivacissimo per un’idea della cultura come momento di crescita e divertimento. Porto Sant’Elpidio è al centro del distretto delle calzature offre grandi opportunità per associare alla vacanza interessanti programmi-shopping. Uno spirito d’iniziativa senza eguali, un dinamismo e una vitalità orientati al nuovo, ma sempre attenti alla tradizione. LE MARCHE CON STILE

50


Porto Sant’Elpidio is a coastal town in the province of Fermo, well-known for its shoemaking industrial cluster. The historic fishing village, which originated as a seaport, has now become a well-equipped seaside resort featuring a sand and pebble beach of over seven kilometres between the town and the sea. The wide pine grove close to the sea is flanked by a cycling path. The most popular accommodation facilities are the tourist resorts located along the beach with its large areas surrounded by the greenery; they are perfectly equipped and represent an ideal environment for outdoors vacations lovers. Among the sights worth visiting in Porto Sant’Elpidio: the old Clock Tower, a symbol of the city which was originally built as a defensive tower against pirate invasions; also, the Church of the Annunciation and the noble villas, such as Villa Murri and Villa Barrucchello, which are used mainly in the summer for cultural events. Some cultural events involve also the youngest in Porto Sant’Elpidio, varied activities are reserved primarily for young people and children such as The annual International Theatre Festival for Children, set up in July, a unique event in Italy. There is another important event in Porto Sant’Elpidio, the National Poetry Prize Festival, the celebrations take place on the waterfront on May 1 every year. Locals prepare throughout the year for this cultural event; poetry as a means of expression but also of growth and fun. Porto Sant’Elpidio is at the centre of the shoemaking industrial cluster and it offers great opportunities for those on holidays here. Shopping for shoes in Porto Sant’Elpidio can be a great experience of fun, good taste, and convenience. THE SEA

51


GROTTAMMARE

Definita la Perla dell’Adriatico, Grottammare si trova al centro della Riviera delle Palme, a sud delle Marche. La cittadina sorprende il visitatore per il verde delle pinete e delle palme, lo spettacolo degli oleandri e degli aranceti, le ville liberty e le spiagge di sabbia finissima attrezzate con numerosi stabilimenti balneari. La località è ideale per gli amanti dello sport. In particolare l’ampia pista ciclabile, che per alcuni tratti è a ridosso del mare, la collega a sud con San Benedetto del Tronto-Porto d’Ascoli e a nord con Cupra Marittima e Pedaso, per un totale di circa 20 km. La cittadina è adagiata ai piedi dell’altura del Monte Castello su cui si trova il nucleo medievale. Il borgo medievale si sviluppa attorno a piazza Peretti, sulla quale si affacciano il Palazzo Priorale, l’Altana dell’Orologio, il Teatro dell’Arancio, l’elegante loggia e lo splendido belvedere. Nella passeggiata lungo le mura si può visitare il restaurato Torrione della Battaglia. Le acque pulite, il litorale di sabbia finissima, l’incanto dei suggestivi scorci del borgo antico e la rigogliosa vegetazione, compongono un affresco di colori e profumi dimenticati che rendono unica la nostra cittadina. La concomitante presenza di questi elementi, insieme con la funzionalità e la qualità dei servizi hanno assicurato a Grottammare l’importante riconoscimento della Bandiera Blu. Un importante riconoscimento al quale negli anni si sono affiancati altri titoli prestigiosi come le 3 Vele della Guida Blu del Touring Club e l’inserimento del vecchio incasato, aggrappato sulla collina, tra “I Borghi più belli d’Italia”.

LE MARCHE CON STILE

52


Grottammare is called the Pearl of the Adriatic. It is located in the centre of the southern Riviera of Marche. The town surprises visitors for the pine groves and palm trees, the great arrangements of oleanders as well as orange groves; the Art Nouveau villas, and fine sandy beaches with its numerous deckchairs, sun umbrellas and food stands services on the beach. The location is ideal for sports lovers. Very popular has become the wide cycling path along the seafront, which in some parts runs very close to the sea and connects towards the south with San Benedetto del Tronto and Porto d’Ascoli and to the north with Cupra Marittima and Pedaso, covering a total of about 20 kilometres. The town lies at the foot of Monte Castello on which the medieval core of the town is nestled. The historic centre has central Piazza Peretti and on its flanks: the Palazzo Priorale, the Turret of the Clock, the Dell’Arancio Theatre, the elegant loggia and a splendid terraced area from which to enjoy spectacular views. Following the medieval defensive walls we reach the restored Torrione della Battaglia. Clear sea water, fine sandy beaches, the charm of evocative views of the old town and lush vegetation, they are all the elements which make Grottammare a wonderful composition of colours and scents which make it unique. The combination of this precious composition along with its operative practicality and quality of local services has ensured Grottammare the certification of a Bandiera Blu. An important acknowledgement which was the first one of a list, Grottammare has also been awarded the 3 sails of the Guida Blu of the Touring Club and also it was incorporated in another important list: “One of the Most Beautiful Boroughs of Italy”. THE SEA

53


SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Importante cittadina della riviera marchigiana, attivissimo centro peschereccio e una delle maggiori stazioni balneari del medio Adriatico e tempio della “movida”. San Benedetto del Tronto possiede una lunga spiaggia di sabbia finissima, che degrada dolcemente nel mare, caratterizzato da bassi fondali. Il lungomare si distingue per la ricca vegetazione, formata essenzialmente da innumerevoli palmizi che crescono anche sulla spiaggia. San Benedetto del Tronto è particolarmente apprezzata dai giovani per la varietà di proposte legate all’intrattenimento: dai festival musicali, agli chalet sulla spiaggia dove ascoltare le selezioni dei dj dall’aperitivo a notte fonda. La vocazione all’intrattenimento, infondo, questa città l’ha sempre avuta. Infatti tra gli anni ’50 e ’60 la storica Palazzina Azzurra, fu uno dei dancing più rinomati della costa adriatica dove si sono esibiti, tra gli altri, anche Mina, Gino Paoli, Charles Aznavour, Peppino Di Capri, Celentano, Sergio Endrigo. Oggi questa costruzione è stata interamente restaurata e riconsegnata alla movida locale. La consistenza ricettiva di San Benedetto del Tronto, tra esercizi alberghieri e villaggi è tra le maggiori delle Marche. La sua vicinanza a verdeggianti colline con importanti borghi di origine medievale permette interessanti escursioni per gli appassionati d’arte e di storia nel raggio di pochi chilometri. San Benedetto è anche la patria del “Brodetto alla sambenedettese”, la cui originalità consiste nell’uso dell’aceto, peperone e pomodoro verde. Ma è anche una zona di vini DOC: il Falerio dei Colli Ascolani e Rosso Piceno Superiore. E rimanendo sempre in ambito enogastronomico, ogni anno nel mese di luglio, si tiene il Festival del Pesce Azzurro, dedicato al pesce massivo dell’Adriatico. LE MARCHE CON STILE

54


It is one of the most important seaside resorts of the Marchigian Riviera; a very active fishing centre and the “temple of the movida” on the Adriatic. San Benedetto del Tronto has a long beach of the finest sand which slopes gently into the sea; it is characterized by shallow waters. The waterfront shows lush vegetation of countless palm trees that grow on the beach. San Benedetto del Tronto is particularly popular with young people for the variety of proposals related to entertainment ranging from music festivals and the beach chalets where you listen to dj selections, to aperitifs at night. This town has always had an entertainment proposal. In fact, between the 50s and 60s the historical Palazzina Azzurra was already one of the most renowned dance clubs on the Adriatic Riviera where some of the most famous singers have performed Mina, Gino Paoli, Charles Aznavour, Peppino Di Capri, Celentano, Blanche Dubois. Today this building has been completely restored and has returned to its historical local nightlife. The accommodation offer of San Benedetto del Tronto, including hotel and seaside resorts, is among the largest of Marche. The fact that is near wonderful greenery and hills with important medieval villages makes it a very interesting tourist destination; it allows interesting excursions and visits regarding art and history within a few kilometres. San Benedetto is also home of the “Sambenedettese Broth Fish” whose originality lies in the use of vinegar, peppers and green tomatoes. It is also a wine region of DOC wines (Controlled Denomination of Origin certification): the Falerio of Ascolani and the Rosso Piceno Superiore. Every year in July, it is held the Festival of Blue Fish, dedicated to massive fish from the Adriatic.

THE SEA

55


6 12


THE ART

“Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché

ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro”.

“Without culture, and the relative freedom it implies, society, even when perfect, is but a jungle.

This is why any authentic creation is a gift to the future”. 

(Albert Camus)


THE ART

U

nire lo spirito imprenditoriale al genio dell’arte. Le Marche, unica regione in Italia con un nome al plurale, rivelano un’anima multiforme e al contempo unica, con i suoi 239 comuni a dimensione d’uomo. Grazie a questi antichi luoghi d’arte e di cultura si svela una regione che si contraddistingue per la rara bellezza che l’ha resa terra di poeti, artisti e musicisti, che ha ispirato Giacomo Leopardi, Raffaello da Urbino, Gentile da Fabriano, Bramante, Federico Barocci, Gioachino Rossini, Giovan Battista Pergolesi, Gaspare Spontini, Padre Matteo Ricci. Una regione che offre un cartellone culturale ricco di manifestazioni note in tutta Italia e non solo, come il Rossini Opera Festival a Pesaro, lo Sferisterio Opera Festival a Macerata e il Festival Pergolesi Spontini a Jesi. Accanto a musei, biblioteche, archivi e teatri, il patrimonio culturale è ricco di beni monumentali religiosi: abbazie, monasteri, chiese sono distribuiti in tutto il territorio. Inoltre le Marche infatti sono ricche di castelli, centri murati, fortezze che raccontano un passato glorioso, vivace, i cui tratti salienti si sono mantenuti intatti in tutti i comuni. Urbino, una delle capitali del Rinascimento dove il duca Federico da Montefeltro volle realizzare il Palazzo ducale, dimora principesca tra le più belle d’Europa, è città Unesco e canLE MARCHE CON STILE

58

J

oining the entrepreneurial spirit to the artistic genius. Marche, with its 239 utterly liveable towns, is the only region in Italy with a plural name; this actually reveals its twofold soul of plural forms and unity at the same time. These ancient sites of cultural interest explain an outstanding region of rare beauty, historically acknowledged as a land of poets, artists and musicians. Marche meant an inspiring corner for Giacomo Leopardi, Raffaello da Urbino, Gentile da Fabriano, Bramante, Federico Barocci, Gioachino Rossini, Giovan Battista Pergolesi, Gaspare Spontini, Padre Matteo Ricci. Marche offers a wide range of cultural choice which is well-known not only in Italy but also internationally; such are the cases of the Rossini Opera Festival in Pesaro or the Sphaeristerium Opera Festival in Macerata and the Pergolesi Spontini Festival in Jesi. Together with museums, libraries, archives and theatres, the Marchigian cultural heritage is rich in ancient religious constructions such as abbeys, monasteries, churches which can be found all over the region. Marche also enjoys plenty of castles, medieval-walled villages and fortresses which tell about a busy and glorious past. In every corner of the region, these constructions have kept their beautiful features intact. Urbino is one of the capitals of Renaissance, here Duke Federico from Montefeltro had his ducal pala-


didata a città europea della cultura. Loreto è sede di uno dei santuari mariani più celebri d’Europa e nel contempo è ricca di opere d’arte. Ascoli Piceno è una città medievale tra le più belle d’Italia, con le sue torri e i palazzi in travertino. Fabriano, è la città dell’ingegno e dell’arte, nota per la fabbricazione della carta, per i natali che diede a Gentile da Fabriano, protagonista del Gotico Internazionale, ricca di testimonianze del periodo medievale e città d’arte tra le più belle d’Italia. Le Marche sono quindi una regione dove la cultura è a monte della catena del valore perché, essendo millenaria, è stata interiorizzata nel “modus operandi”, nello stile di vita, nei prodotti finali del tessuto economico regionale. Infatti il territorio ha saputo coniugare, grazie alle personalità che ne hanno reso grande la storia, la tradizione d’un tempo e la modernità e innovazione. Una regione aperta al cambiamento, ma allo stesso tempo legata ai propri valori e tradizioni da cui continua a trarre nuove ispirazioni. Una regione dove la qualità della vita e dell’ambiente la rendono la terra in Italia dove si vive più a lungo. Un territorio dove la connessione storica tra cultura e civiltà del fare, arte e ingegno, creatività e artigianato, hanno fatto del “Made in Marche” un sistema riconoscibile a livello mondiale.

Raffaello

Teatro Rossini, Pesaro

ce built; one of the most beautiful royal constructions in Europe. Urbino has been declared Unesco World Heritage Site and it is candidate city as European City of Culture. The city of Loreto is not only one of the most famous European Marian shrines but also a city enjoying plenty of art. Ascoli Piceno, with its towers and palaces, is one of the most beautiful medieval cities in Italy. Fabriano, an industrious example, is a city of engineering and art. Fabriano is renowned internationally for its production of paper and for being the birthplace of Gentile from Fabriano – one of the most famous protagonists of International Gothic style in the world. In Marche, culture plays a crucial role in the production value chains. Being a millennial region, this “modus operandi” has long been permeating not only the lifestyles of Marchigians but also, their entrepreneurial and marketing policies. In fact, Marchigians have understood how to conjugate ancient traditions and innovation; and they owe this mainly to the great figures who have made its history. Marche is a region open to change and bound to traditional values at the same time; and it is these traditions and values where Marchigians take inspiration from. Longevity is one of the main features of this region. Marchigians’ high quality of life and incredible environment make people live long healthy lives. These lands are the result of an integral connexion between traditional local culture and the will of local doers, art and engineering, creativity and art crafts; integral combinations which have turned “Made in Marche” into an internationally recognizable system. THE ART

59


ARE

EM

ICC

GAB

ARO PES

GRADARA TAVULLIA MONTEGRIMANO TERME

O FAN

TAVOLETO

MACERATA FELTRIA PIETRARUBBIA CARPEGNA

CARTOCETO

FRONTINO

BORGO PACE

SASSOCORVARO

SANT’ANGELO IN VADO

URBINO

CORINALDO

FERMIGNANO FOSSOMBRONE

SERRA DE’ CONTI

CASTELBELLINO MONTE ROBERTO MAIOLATI SPONTINI

FRONTONE

CANTIANO

ARCEVIA SERRA SAN QUIRICO SASSOFERRATO

THE ART

MUSIC

LIRICA

GENGA

CIVIC AND PRIVATE MUSEUMS

CASE MUSEO

MONTECASSIAN

CINGOLI TREIA

FABRIANO MATELICA

CENTRO IAT

CASTELRAIMONDO

IAT TOURIST INFORMATION CENTRE

MACERA

POLLENZA

SAN SEVERINO MARCHE

URBISAGLIA TOLENTINO

CALDAROLA CAMERINO

PUNTO IAT INFO POINT

PIEVEBOVIGLIANA SERRAVALLE DEL CHIENTI

MONTAPPONE

SAN GINESIO PENNA S. GIOVANNI

SARNANO

OPERA

MUSEI CIVICI E PRIVATI

OSIMO

CASTELFIDARDO

STAFFOLO

CUPRAMONTANA

APIRO

LEGENDA / KEY

MUSICA

POLVERIGI

JESI

MONTECAROTTO SERRA SANT’ABBONDIO

CHIARAVALLE

SAN MARCELLO

CASTELLEONE DI SUASA

PERGOLA

MONTEMARCIANO

MONTE SAN VITO

OSTRA VETERE OSTRA

SAN LORENZO IN CAMPO

ACQUALAGNA

CAGLI

UNESCO CITY

A

LLI

IGA

SEN

MONDAVIO

PEGLIO

APECCHIO

CITTÀ UNESCO

MA

SALTARA

URBANIA MERCATELLO SUL METAURO

TA ROT

SAN COSTANZO

AMANDOLA

VISSO

MONTEFORTINO MONTEMONACO

HOUSES-MUSEUM

MUSEI ECCLESIASTICI

ECCLESIASTICAL MUSEUMS

MUSEI E LUOGHI ARCHEOLOGICI STATALI STATE ARCHAEOLOGICAL MUSEUMS

TEATRI STORICI

HISTORICAL THEATRES

ACQUASANTA


PESARO - ROSSINI E LA MUSICA

DON’T MISS... URBINO - RAFFAELLO E IL RINASCIMENTO

A

ON ANC

NO

OVO

RECANATI - LEOPARDI & LOTTO

TON POR CAMERANO

OLO SIR NA MA U N

RIGI

MO

I

NAT

ECA

ARDO

R TO POR

LORETO

RECANATI

ZA

TO POR

MONTELUPONE

ASSIANO

EN POT

ENA

PIC

HE ARC

M VA ANO IVIT

C

MONTECOSARO

ERATA

SANT’ELPIDIO O RM A MARE IO I FE ORG OD . GI LID S O T R PO

CORRIDONIA PETRIOLO MOGLIANO

NE

FERMO

MONTERUBBIANO

PETRITOLI S. VITTORIA IN MATENANO

NA

IDO

GROTTAZZOLINA MONTE GIORGIO

ALT

ASO PED ONE L OFI P CAM

A TIM RIT MONTEFIORE MA A R DELL’ASO CUP ARE MM RIPATRANSONE TTA GRO

MONT’ALTO COSSIGNANO DELLE MARCHE

CASTIGNANO

ACQUAVIVA PICENA

OFFIDA

MONSAMPOLO DEL TRONTO

ASCOLI PICENO

ANTA TERME

MACERATA - SFERISTERIO

TTO EDE BENONTO N A S L TR DE

ASCOLI PICENO - LA CITTÀ DELLE 100 TORRI


Pesaro

1

SS 16

Candelara

Fano

Vallefoglia

SS 16 A14

SS 73bis

SS 73bis

Montemaggiore Al Metauro

Urbino SS 73bis

SS 73bis

Fossombrone

Senigallia

Monte Porzio Mondavio Corinaldo

Acqualagna

2

A14

Falconara Marittima Chiaravalle

Ostra

Ancona

A14

Serra dei Conti Jesi Moie

Polverigi

SS 76

Sirolo Osimo

Cupramontana

Filotrano

Loreto

Montefano Cingoli

Recanati

3

A14

Porto Potenza Picena

Appignano

SS 16

Treia

Civitanova Marche

Macerata

Piediripa

SS 77

Corridonia SS 77

Porto Sant’Elpidio

Montegranaro

A14

Fermo

Porto San Giorgio

Itinerary LE MARCHE IN MUSICA | Marche to Music

O

pera, lirica, classica e non solo: le Marche sono terra di teatri e di musica, una regione che può vantare oltre cento teatri e, tra le innumerevoli occasioni concertistiche e teatrali, anche tre Festival rinomati in tutto il mondo: il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Macerata Opera Festival di Macerata e il Pergolesi Spontini Festival di Jesi. Emozioni uniche da vivere seguendo il nostro itinerario sulle “città della musica”. Da Nord, troviamo Pesaro (1), che ha dedicato il museo Casa Rossini al grande Gioachino, il compositore che ebbe qui i natali, e che al Teatro Rossini dal 1980 ospita la rassegna LE MARCHE CON STILE

62

O

pera, classical music, concerts and performances: Marche is a land of theatre and music, a region which boasts over a hundred theatres and countless yearly concerts and performances, including three renowned international festivals: the Rossini Opera Festival in Pesaro, the Opera Festival of Macerata and the Pergolesi Spontini Festival in Jesi. New found emotions leading our itinerary through the “cities of music” We travel from north to south: Pesaro (1), a town dedicated to the great Gioachino Rossini. Pesaro was his birth place and his house is now a museum house. The Rossini Theatre has housed


di musica lirica “Rossini Opera Festival” (in agosto). Nel 2016, sono iniziate le celebrazioni per il 150 bicentenario della morte di Gioachino Rossini (l’anniversario sarà nel 2018) e Pesaro già da quest’anno inaugura un ricco programma di eventi sino al 2019. Da non perdere: • Il MU.N - Music in Notes in Pesaro (luglio - agosto, Chiesa dell’Annunziata), rassegna di classica che coinvolge interpreti locali e internazionali, con musiche di Rossini, Paganini, Mozart, Schubert, Ravel e altri ancora. • Le ricette del Rossini gourmet et bon vivant, come l’Aperitivo Rossini (champagne e fragole) o il Tournedos (filetto di manzo con foie gras e tartufo). Scendendo nell’anconetano, si arriva a Jesi (2). In piazza della Repubblica, il Teatro Pergolesi è dedicato al noto compositore Giovan Battista Pergolesi, che proprio a Jesi nacque nel 1710, così come il Festival Pergolesi Spontini, che si tiene qui in autunno. Giunto alla sedicesima edizione, quest’anno ha scelto il tema cavalleresco di “Papi, imperatori, armi e amori sotto l’aquila sveva” (1-25 settembre 2016), un viaggio in musica attraverso l’albero genealogico di Federico II. Oltre a Jesi, sono coinvolti anche le piazze, i teatri e i giardini di Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Castelbellino, Cupramontana, Loreto, Ostra e Serra de’ Conti: uno spettacolo diffuso di opere e concerti. Curiosità: • A Jesi ebbe i natali anche l’imperatore Federico II di Svevia, nella piazza che poi prese il suo nome. • Il Monsano Folk festival è manifestazione itinerante di musica popolare che si sviluppa tra vari paesi nei dintorni di Jesi (in agosto). Ultima tappa è Macerata (3), dove ha luogo lo Macerata Opera Festival. Il festival è un vanto non solo per l’importanza del suo cartellone artistico, ma anche per la straordinaria cornice neoclassica che lo ospita, l’Arena Sferisterio, e per la sorprendente acustica. L’esperienza nell’Arena durante gli spettacoli travolge qualunque immaginazione: al di là del palco, sullo scendere della sera, tutto intorno diventa magico e più bello. Dall’alto della balconata lo sguardo abbraccia i particolari

the “Rossini Opera Festival” since 1980 (on August). Pesaro has already begun to organise the celebrations for the 150th anniversary of Gioachino Rossini’s death which will take place in 2018 and Pesaro already this year opens a rich program of events until 2019. Attractions not to be missed: • The MU.N - Music in Notes in Pesaro (July-August, Church of the Annunciation), a festival of classical musical involving local and international performers, with music by Rossini, Paganini, Mozart, Schubert, Ravel and others. • The Recipes of Rossini gourmet et bon vivant, such as the Rossini Aperitif (champagne and strawberries) or the Tournedos (beef tenderloin with foie gras and truffle). Going south, Jesi (2). In Piazza della Repubblica , the Pergolesi Theatre is dedicated to the famous composer Giovan Battista Pergolesi. He was born in Jesi in 1710. The town homages its artist with a yearly festival: the Pergolesi Spontini Festival, held in Jesi every fall. 2016 is its sixteenth edition. For this year the theme is the chivalry: “Popes, emperors, arms and loves under the Swabian eagle” (1-25 September 2016), a journey through the music of the family tree of Federico II. In addition to Jesi, other squares, theatres and gardens are involved in the festival such is the case of Maiolati Spontini, Monsano, Montecarotto, Castelbellino, Cupramontana, Loreto, Ostra and Serra de ‘Conti: a widespread event of concerts and performances. Attractions not to be missed: • Jesi was the birthplace of the emperor Federico II of Swabia, right where the square with his name lies. • The Monsano Folk Festival is traveling exhibit of popular music that develops between various towns around Jesi (on August). The last stop is Macerata (3), where the Macerata Opera Festival takes place. The festival is a source of pride not only for the importance of his artistic proposal, but also for the extraordinary neoclassical frame that houses it: the Arena Sferisterio and its amazing acoustics. The experience in the Arena during the performances is overwhelming. After sunset everything becomes magical and more enchanting. From the top of the balcony stands, the view embraces the THE ART

63


della città. E poi le note iniziano a carezzare, accompagnate dalla brezza di tramontana. Quest’anno in cartellone: il 21 e 29 luglio e il 4 e 13 agosto, la Turandot di Giacomo Puccini; il 22 e 28 luglio e il 6 e 12 agosto, Madama Butterfly di Giacomo Puccini; il 30 luglio e il 5, 11 e 14 agosto l'Aida di Giuseppe Verdi. Da non perdere: • Musicultura, a giugno, allo Sferisterio, concorso per cantanti emergenti italiani con grandi ospiti d’onore.

details of the city. And then the performances begin, music inundates the open-air ancient stadium; then, the breeze from the north. This year on the programme: on 21 and 29 July and 4 and August 13: Turandot by Giacomo Puccini; on 22 and 28 July and on 6 and 12 August, Madama Butterfly by Giacomo Puccini; 30 July and on 5, 11 and 14 August Aida by Giuseppe Verdi. No to be missed: • Musicultura, in June, at the Sferisterio, a competition for emerging Italian singers with great guests of honor.

Gioacchino Rossini

Jesi

Teatro Pergolesi, Jesi

Sferisterio, Macerata

LE MARCHE CON STILE

64


Fano

Vallefoglia

SS 16 SS 73bis A14

1

Urbino Senigallia SS 73bis

Monte Porzio Mondavio Corinaldo

SS 73bis

Sant Angelo Urbania In Vado

Furlo

A14

Falconara Marittima Ancona Chiaravalle

Ostra

Cagli

Pergola

Serra dei Conti

A14

Jesi

Moie

Polverigi

SS 76

Cupramontana

Sirolo

Osimo Filotrano

Loreto

2

Recanati Cingoli Fabriano

SS 16

Civitanova Marche

Macerata SS 77

Matelica

SS 77

Porto Sant’Elpidio A14

Tolentino Porto San Giorgio Camerino

3 Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Comunanza

San Benedetto del Tronto

SS4

Asoli Piceno

Itinerary IL GENIO DELLE MARCHE | Genius of Marche

U

na corte fucina della più sublime arte rinascimentale. Una terra sull’Infinito celebrata in una delle più belle e famose poesie di tutti i tempi. La magia di una città che diventa “scultura parlante”. Ecco l’essenza di Urbino, Recanati e Ascoli Piceno, le tre tappe del nostro itinerario sul Genio delle Marche. Si parte da Urbino (1). Patrimonio UNESCO, questo piccolo borgo divenne “culla del Rinascimento” sotto la Signoria di Federico da Montefeltro (1444-1482). Alla sua corte, richiamo di intellettuali come Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Luciano Laurana, o Francesco di Giorgio Martini,

The cradle of most sublime renaissance art. A land celebrated in Infinity, one of the most beautiful and famous poems of all times. The magic of a city that may as well be considered “self-explanatory art”. Here is the essence of Urbino, Recanati and Ascoli Piceno, the three stages of our journey into the Genius of Marche. Starting point: Urbino (1). UNESCO Heritage Site, this small village became was the cradle of the renaissance under the Dukedom of Federico from Montefeltro (1444-1482). At his court were summoned intellectuals such as Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Luciano Laurana and Francesco di Giorgio Martini, mathematics and geometry shaped the THE ART

65


la matematica e la geometria plasmano l’arte. I dipinti si illuminano con le luci e le forme della Prospettiva. Anche i palazzi, le piazze, l’organizzazione urbanistica risentono dei nuovi dettami delle scienze esatte e diventano emblema di un nuovo modo di garantire il buon governo. È l’albore del “Rinascimento Matematico”. Il dipinto della “Città Ideale” ne è l’opera simbolo; il Palazzo di Federico una forma concreta. In questo grande fervore culturale, nasce e fa i primi passi anche Raffaello Sanzio. La sua pittura diventa presto l’incarnazione dell’ideale supremo di serenità e bellezza del Rinascimento. La Galleria Nazionale delle Marche custodisce due opere di Raffaello, tra cui La Muta, mentre nel cuore di Urbino si può visitare la sua casa natale. Curiosità: • Lo Studiolo di Federico è una meraviglia di tarsie dense di simboli e giochi prospettici: le immagini vi seguono mentre camminate! • Dietro la Gioconda c’è il paesaggio della Valmarecchia, • i paesaggi della Val Metauro nei dipinti di Piero della Francesca. Alcuni balconi sono stati allestiti a Urbania per consentirne l’osservazione. • Il 2020 saranno 500 anni dalla morte di Raffaello. Urbino si sta già preparando a celebrare l’anniversario. Scendendo nel maceratese, scopriamo poi il Genio di Recanati (2), nota al mondo per il colle de L’Infinito e per la poesia di Giacomo Leopardi. I “luoghi leopardiani” costituiscono un percorso turistico indimenticabile: la piazzetta del Sabato del villaggio, su cui si affacciano la casa di Silvia e Casa Leopardi, la casa dove il poeta nacque (nel 1798) e si formò nella biblioteca paterna; il “colle de L’Infinito”, appunto, ovvero la sommità del Monte Tabor che ispirò l’omonima poesia; la torre de Il Passero Solitario, nel cortile del chiostro di Sant’Agostino. Curiosità: • Appesi ai muri i versi di Leopardi aiutano il viaggiatore a ripercorre con l’anima ciò che catturava lo sguardo del poeta. • La città 2014 è stata immortalata nel pluripremiato film Il Giovane Favoloso, sulla vita LE MARCHE CON STILE

66

arts. Paintings bore light and forms in a new approach of perspectives. Buildings, squares, urban planning, every construction was affected by the new dictates of the exact sciences. They became a symbol of a new way to ensure good governance. It is the dawn of the “Mathematic Renaissance “. The painting of the “Ideal City” can be said to be the work symbol of this new artistic new approach; the Ducal Palace being another concrete example. It was amidst this feverish ambience of Renaissance in Urbino where Raffaello Sanzio was born and learnt to walk. His works soon became the embodiment of the ideal of supreme serenity and beauty of the Renaissance. The Marche National Gallery houses two works by Raphael, including La Muta, while in the heart of Urbino you can visit his birth home. Attractions: • The Small Studio of Federico is a marvellous dense inlay work of symbols and perspectives which follow the visitors as they go past. • The panoramic views which can be admired from here are the ones present in the background of most famous painting: the Mona Lisa, the landscapes of the Valmarecchia hills. • while the landscapes present it the works of Piero della Francesca are those of the valley of the Metauro River. • In 2020 Urbino will commemorate the 500th anniversary of Raffaellos’ death, an event of international interest . Going south into Macerata, we discover the Genius of Recanati (2), known to the world for the hill which inspired Giacomo Leopardi for his poem: ‘Infinite’. Giacomo Leopardi’s birth town is made of an unforgettable places which have to do with the poet’s life and work: the square of Sabato del villaggio , flanked by Silvia’s home and the Leopardis’ home, the house where the poet was born (in 1798) and was brought up; the hill which gave birth to ‘Infinite”, in fact: Tabor Mount; the tower of the Passero Solitario, in the courtyard of the cloister of St. Augustine. Attractions: • Leopardi’s verses are written on the walls and help the travellers to understand what caught the eyes of the poet and inspired him. • The film Il Giovane Favo-


del poeta. L’itinerario termina ad Ascoli Piceno (3). Da Piazza del Popolo, una della più belle d’Italia, si apre tutt’intorno un lungo prospetto merlato di palazzi rinascimentali, torri medievali, portici e loggiati, armonizzati nell’elegante compostezza del bianco travertino. È proprio nel travertino il genio di Ascoli, che “prende voce” dalle incisioni sugli architravi dei palazzi: frasi e motti in latino e in volgare, a volte ironici e irriverenti, a volte filosofici, comunque sottili espressione di saggezza popolare. Sono espressione del forte spirito di indipendenza ascolano e del fervente clima culturale che si sviluppò ad Ascoli nella seconda metà del ‘400 intorno alla figura dell’eretico Cecco D’Ascoli. Da non perdere: • Assaporare l’anima di Ascoli seduti al Caffè Meletti, nel “salotto” cittadino. • I capolavori di Crivelli nella Pinacoteca Civica. • Un matrimonio nel meraviglioso atrio medievale di Palazzo dei Capitani. • Una foto con gli sbandieratori della Quintana che si allenano in piazza per il Palio di luglio e agosto.

loso (The Fabulous Young Man) -portraying the poet -made the city famous in 2014. The itinerary ends in Ascoli Piceno (3). Piazza del Popolo, one of the most beautiful squares in Italy, opens up to the battlements of Renaissance palaces and medieval towers, arcades and loggias, which harmonize in the elegant poise of white travertine. It is exactly in travertine where the Genius of Ascoli lies. History can be told from the engravings on the lintels of the palaces: phrases and mottos in Latin and vernacular language; sometimes with ironic and irreverent tones, sometimes philosophical and subtle wisdom. They are a way of expression which tell about the strong spirit of Ascoli and the fervent cultural climate which developed at Ascoli in the second half of the XV century around the figure of the heretic Cecco d’Ascoli. Not to be missed attractions: • Try the soul of Ascoli sitting at Caffè Meletti, at the ‘city lounge’ (Piazza del Popolo). • Masterpieces by Crivelli in the Civi Art Gallery. • A wedding in the beautiful medieval hall of the Palazzo dei Capitani. • A photo with the flag-wavers of the Quintana who train in the square for the Palio taking place in July and August.

Ascoli Piceno

Urbino

Recanati THE ART

67


URBINO

Urbino è uno dei centri più importanti del Rinascimento italiano, di cui ancora oggi conserva appieno l’eredità architettonica. Dal 1998 il suo centro storico è patrimonio dell’umanità UNESCO. E’ sede di una delle più antiche ed importanti università d’Europa, fondata nel 1506. Palazzo Ducale è uno dei più interessanti esempi architettonici ed artistici dell’intero Rinascimento italiano. Il palazzo, caratteristico per i suoi torricini, è sede della Galleria Nazionale delle Marche. Sono presenti splendide pitture di artisti quali Raffaello, Piero della Francesca di cui spicca la famosa Flagellazione di Cristo, Paolo Uccello e Tiziano. Lo studiolo del duca Federico all’interno del Palazzo custodisce pregevoli stucchi sulla volta ed è rivestito nella fascia inferiore di legni intarsiati da Baccio Pontelli su disegni di Botticelli, Giorgio Martini e Bramante. Tra gli edifici di rilevanza si segnalano: la Casa Museo di Raffaello Sanzio, dove visse il celebre pittore, il Duomo realizzato in stile neoclassico e l’annesso Museo Diocesano Albani, il Teatro Sanzio, l’Oratorio di San Giovanni, dove è possibile ammirare un imponente ciclo d’affreschi realizzati dai fratelli Salimbeni, l’Oratorio di San Giuseppe, dove è conservato il complesso scultoreo raffigurante la Natività di Cristo, opera di Federico Brandani. La Fortezza Albornoz, realizzata nella seconda metà del XIV secolo per volontà del cardinale Egidio Alvares de Albornoz, ospita oggi al suo interno il Museo “Bella Gerit”. Gli eventi di maggior rilievo che hanno luogo a Urbino durante l’anno sono: il Festival di Musica Antica (luglio), la Festa del Duca (agosto) e la Festa dell’Aquilone (settembre)

LE MARCHE CON STILE

68


Urbino gets its name from its original Roman name: Urbinum Mataurense “the little city on the river Mataurus”. Urbino was one the most important Renaissance cities in Italy. Renaissance architecture is extant in the city. In 1998 its historic centre was declared World Heritage Patrimony by the UNESCO. The University of Urbino is one of the most prestigious Universities in Europe. It was founded in 1506. The Ducal Palace of Urbino has always been internationally recognizable for its torricini: narrow round towers on one of its main façades. Nowadays, the palace houses the National Gallery of Marche which exhibits invaluable art such as works by Raffaello, Piero della Francesca (e.g. “The Flagellation of Christ”), Paolo Ucello and Tiziano. Duke Federico’s small personal studio in the Palace has precious stuccos on its vault and most invaluable inlaid wood walls. These beautiful invaluable wooden art works were done by Baccio Pontelli and the designs were by Botticcelli, Giorgio Martini and Bramante. Among the most impressive buildings of Urbino we find: the Raffaelo Sanzio’s Museum Home, where the artist actually lived; the Cathedral in neoclassic style and the annexed Albani Diocesan Museum, the Sanzio Theatre, St John the Baptist (where it is possible to admire a stunning series of frescoes carried out by the Salimbeni brothers); St Joseph Oratory (where there is a sculpture composition depicting the Nativity of Christ by Federico Brandani). The Albornoz fortress - built in the second half of the XIV century by initiative of Cardinal Egidio Alvares de Albornoz – houses the “Bella Gerit” Museum. There are different relevant events taking place during the year in Urbino: The Antique Music Festival (July), the Celebration of the Duke (August) and the Kite Celebration (September). THE ART

69


FABRIANO

Fabriano è nota per la produzione della carta e per la filigranatura dei fogli, invenzione introdotta dai mastri cartai fabrianesi nella seconda metà del XIII secolo. È, oltre a Bologna, l’unica città italiana appartenente alle Città creative dell’UNESCO. Nel 2013 è stata inserita nella categoria Artigianato e Arti popolari, titolo riconosciuto soprattutto grazie alla produzione della carta fatta a mano. Nella storia della carta occidentale Fabriano rappresenta una vera peculiarità della civiltà europea, essendo un centro di antica tradizione manifatturiera e mercantile che ancora oggi persegue il recupero della sua autentica matrice culturale da oltre sette secoli intimamente connessa all’Arte cartaria. La Città di Fabriano, avvalendosi anche di materiali di proprietà della Cartiere Miliani, ha istituito nel 1984 il Museo della Carta e della Filigrana all’interno dello splendido complesso monumentale di S. Domenico. L’allestimento museale, recentemente arricchito, è articolato in sezioni tra cui una fedele ricostruzione di una Gualchiera medievale dove è possibile assistere alla lavorazione a mano di carte filigranate. Al visitatore viene inoltre proposta l’esposizione di antichi fogli filigranati (dal 1293 in poi) e la visualizzazione del viaggio storico della carta dal lontano Oriente all’Europa. E proprio per questa storica tradizione, la città si è meritata il titolo di Città Creativa dell’Unesco. Lanciato nel 2004 dall’Unesco, il Network delle Città Creative ha come obiettivo quello di creare una sinergia e un legame tra città in grado di promuovere la creatività culturale e di farne un elemento cruciale per il proprio sviluppo economico, offrendo agli operatori del settore una piattaforma internazionale su cui convogliare l’energia creativa delle proprie città.

LE MARCHE CON STILE

70


Fabriano is well-known for its high-quality paper production on an industrial scale which started in the XIII century, and it has a world-known reputation for fine watermarked paper creations; a Fabrianese invention introduced by the paper maestros of the second half of the XIII century.. Fabriano and Bologna are the only two Italian cities declared as Creative Cities by the UNESCO. In 2003, UNESCO included Fabriano in the Crafts & Folk Art field (there are 7 fields for the UNESCO Creative Cities) and declared it Creative City, mainly for its hand-made paper craft. In fact, the making of paper has determined not only Fabriano’s history but the Western Culture’s history itself. Fabriano represents an iconic hallmark in the history of the European civilization. Paper making, together with its trading, has marked these lands culturally and economically for over seven centuries now. The Paper and Watermarked Paper Museum was opened in 1984 within the incredible monumental complex of Santo Domenico. And it has received the support and help from the Miliani Mill for this. The museum has recently been enriched with further developments of its exhibitions. One of its sections shows a medieval gualchiera, a pre-industrial kind of woollen water mill, where it is possible to watch part of the original medieval watermarked-paper making. The museum also has an exhibition of old watermarked paper, with exhibits which date back as far as 1293. Also, an exhibition for the historical paper route from the Far East to Europe. The UNESCO Creative Cities Network (UCCN) was created in 2004 to promote cooperation with and among cities that have identified creativity as a strategic factor for sustainable urban development. The 116 cities which currently make up this network work together towards a common objective: placing creativity and cultural industries at the heart of their development plans at the local level and cooperating actively at the international level. THE ART

71


CAMERINO Camerino vanta un centro antico pressoché inalterato nel suo impianto medievale e nobili architetture di quella che fu la capitale del ducato dei Da Varano. Situata su Sibillini a circa 50 km da Macerata, vanta la bandiera arancione. Piazza Cavour, al centro della quale si trova la statua di Sisto V, è delimitata da vari edifici tra cui il Palazzo Ducale, che ospita la celebre e antica Università. Al suo interno meritano una visita il cortile a portico, del XV secolo, la Sala degli Sposi, con affreschi quattrocenteschi e la Biblioteca Valentiniana, che vanta un prestigioso patrimonio librario. Ai piedi del Palazzo si trova l’Orto Botanico, di impianto ottocentesco. Oltre a Palazzo Ducale, nella piazza sorgono il rinascimentale Palazzo Arcivescovile che ospita il museo diocesano e la Cattedrale. Molto caratteristica è la Rocca da Varano, piccola fortificazione arroccata su di uno sperone di roccia. Fu edificata intorno al XII secolo ed aveva lo scopo di residenza fortificata della nobile famiglia dei Varano. Successivamente fu trasformata in una fortezza difensiva. Svetta a picco, maestosa e possente, sulla valle del fiume Chienti in una posizione strategicamente perfetta per la salvaguardia e difesa del territorio. I Signori di Camerino, infatti, contavano molto su questo avamposto per difendere la città da eventuali attacchi. Camerino è conosciuta anche per specialità gastronomiche come il ciauscolo IGP, il torrone camerinese (entrato nel Guinnes dei primati), il pan nociato e le pizze pasquali. Gli eventi di maggiori rilievo che hanno luogo a Camerino nel corso dell’anno sono: la Corsa alla Spada e Palio (maggio), il Camerino Festival e la Rassegna Internazionale di Musica e Teatro da Camera (agosto).

LE MARCHE CON STILE

72


Camerino takes pride in its ancient historic centre which has been there ever since the Middle Ages. It was the capital of the Dukedom of the Da Varanos and the architectural traits of constructions still show the past existence of these nobles in the area. Piazza Cavour, the square where we find the statue of Sisto V, is flanked by different important buildings, among which the Ducal Palace, today housing the Faculty of Jurisprudence of the famous University of Camerino. Inside this outstanding building we find its magnificent courtyard and portico of the XV century, the Spouses’ Room with frescoed walls from the XV century, and the Valentiniana Library with its prestigious collections.At the foot of the Palace there lies the Botanical Garden from XIX century. Among the other buildings flanking the square we also find the Renaissance Archbishop’s Palace, today housing the Diocesan Museum and the Cathedral. The Da Varano Fortress (Rocca Da Varano) is a very typical construction: a small fortress perched on a rocky spur. Originally, the construction -which was built in the XII century- was meant for the Da Varanos as their fortified family residence and it was only later that it became an ordinary fortress. It has dominating position upon sheer rocks overlooking the valley of the Chienti River. The dominant position of the fortress was critically strategic for the defence of the whole territory, and the Lords of Camerino counted on this fact. Camerino is well-known for its food specialties such as a kind of soft salami called ciauscolo IGP (Indicazione Geografica Protetta: a European certification: Protected Geographical Status), the Cameronese Nougat (Guinness record), nutted bread and Easter breads. Among the best-known festivities and re-enactments: la Corsa alla Spada and Palio (Sword Race and Palio) in May; the Camerino Festival, and the International Season of Chamber Music and Theatre in August. THE ART

73


URBISAGLIA Urbs Salvia fu un’antica e grande città del Piceno, colonia e municipio romano. Oggi Urbisaglia, su cui sventola la Bandiera Arancione, è una cittadina che domina la valle del Fiastra, cinta da mura, degna erede di quella lontana e gloriosa città romana, testimoniata nel Parco archeologico. Il Parco archeologico si estende per circa 40 ettari ed è il più importante e spettacolare delle Marche. Si può così cogliere nella sua interezza la struttura della città romana, che digrada a partire dal colle di San Biagio fino a raggiungere il fondovalle pianeggiante. Sono visitabili il Serbatoio, il Teatro, l’Edificio a nicchioni, il complesso Tempio-criptoportico dedicato alla Salus Augusta e l’Anfiteatro fatto costruire da Lucio Flavio Silva. Ben visibile anche la cinta muraria, conservata per parecchie centinaia di metri su tre dei suoi quattro lati. Nel paese attuale, fondato nel Medioevo sulla collina sovrastante, notevole è la Rocca, costruita tra il XIII e il XV sec., di forma trapezoidale con quattro torri e un mastio con merli ghibellini. Poco lontano dal centro abitato sorge l’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, con la chiesa, dalle forme architettoniche cistercensi, il Monastero e il palazzo dei principi Giustiniani Bandini, che nel 1773 subentrarono ai monaci cistercensi nel possesso delle terre. L’abbazia è oggi sede della Riserva Naturale Abbadia di Fiastra, che copre 1825 ettari di terra, mette a disposizione dei visitatori, oltre ad ampi e accoglienti spazi verdi, numerose strutture tra cui il Museo Archeologico ed il Museo del Vino. Nella riserva si possono percorrere tre sentieri: “La Selva”, “Il Lago e le Vene”, “Il bosco e il fiume”. Tra i prodotti tipici del territorio ricordiamo: il vino Rosso Piceno DOC, la carne IGP, il miele e la birra artigianale.

LE MARCHE CON STILE

74


Urbs Salvia was once a big city of the Picenum -a Roman colony first, and municipium later. Urbisaglia has been awarded the Bandiera Arancione (Orange Flag) certification; it is a small town nestled upon a dominant position over the Valley of Fiastra. The Archaeological Park in Urbisaglia shows the remains of that ancient original Roman municipium called Urbs Salvia. We find the most important and stunning archaeological park in Marche. The entire, complete structure of the original Urbs Salvia can be spotted all the way down the hill of San Bagio to the flat area of the valley since some of the ancient Roman facilities are still there to be admired: the water tank, the theatre, a building constructed in niches; also, a complex consisting of a cryptoportico and temple (in Ancient Roman architecture a crytpoporticus -from Latin crypta and porticus- was a covered corridor or passageway) which was built for the Salus Augusta (the phrase Salus Augusta may refer to the well-being of Livia, the Augustan family, the state, or all of these simultaneously). There, at the archaeological park, it is also possible to see the amphitheatre, built by Lucio Flavio Silva in the first century of our era. Twelve centuries later, in the middle ages, Urbisaglia was founded upon ancient Urbs Salvia on the most elevated part or the hill. The defensive wall, the fortified tower and the fortress with its Ghibelline battlements and merlons are also still there. Not far from the town stands the Abbey of Chiaravalle of Fiastra, with the church with Cistercian architectural forms; the monastery, and the stunning palace of the Giustiniani Bandini Princes - who took over in 1773 in the possession of the lands.- once the Cistersians monto the Cistercian monks in the possession of the land. The abbey is now the seat of the Natural Reserve of Abbadia Fiastra, which covers 1,825 hectares of land and offers visitors spacious and welcoming green spaces, numerous facilities, including the Archaeological Museum and the Museum of Wine. In the reserve visitors can follow three paths: “La Selva”, “The Lake and Veins”, “The forest and the river.” Among the local typical products: Rosso Piceno DOC wine (Quality certification: Controlled Denomination of Origin), IGP meat (Quality certification: Protected Geographical Indication), honey and beer. THE ART

75


THE VILLAGES

“C’è un piacere nei boschi senza sentieri, c’è un’estasi sulla spiaggia desolata,

C’è vita, laddove nessuno s’intromette, accanto al mar profondo, e alla musica del suo sciabordare: non è ch’io ami di meno l’uomo, ma la Natura di più”.

“There is pleasure in the pathless woods, there is rapture in the lonely shore, there is society where none intrudes, by the deep sea, and music in its roar; I love not Man the less, but Nature more”.  (Lord Byron)


THE VILLAGES

R

ocche, castelli e borghi medievali arrampicati sulle colline marchigiane, teatro di storie d’amore antiche che risvegliano passioni e sensi: ecco le Marche romantiche, una regione che si scopre attraverso la letteratura e la storia. I borghi delle Marche sono luoghi che sembrano provenire da un’altra dimensione. Scorci che rimandano ad una vita in equilibrio con i ritmi naturali delle stagioni e in armonia con la natura. Sono luoghi di storia e tradizione, di relazione con uno spazio e un tempo a misura d’uomo. L’accoglienza, inoltre, è una peculiarità di questi piccoli angoli di paradiso, sospesi tra antichità e contemporaneità. Non per niente sono 22 i borghi marchigiani riconosciuti fra “I borghi più belli d’Italia” dall’’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Ma il ricco entroterra marchigiano è anche costellato di riconoscimenti prestigiosi come le Bandiere Arancioni e le Bandiere Verdi. La Bandiera Arancione è un marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano ai piccoli comuni dell’entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità. Nelle Marche la Bandiere Arancioni sono ben 20: Acquaviva Picena, Camerino, Corinaldo, Frontino, Genga, Gradara, Mercatello sul Metauro, Mondavio, Montecassiano, Montelupone, Monterubbiano, Offagna, Ostra,

LE MARCHE CON STILE

78

F

ortresses, castles, and medieval villages nested atop the Marchigian hills are the perfect scenario for old love stories awakening passion and senses. This is the romantic Marche, an approach to the region through literature and history. The medieval villages in Marche seem to have come from other times and dimensions. Wondering around these timeless boroughs you can feel the harmony of past times, the natural pace of seasons, and balance with nature. These are lands of commitment to history and traditions where families enjoy their lives. Hospitality is a major distinguishing trait in these enchanting time-stilled corners. Not surprisingly, 22 of the Marchigian boroughs have been qualified as “The Most Beautiful Boroughs of Italy” by the National Association of Italian Boroughs. Further inland, Marchigian lands have also been awarded prestigious acknowledgements such as the Bandiere Arancioni and the Bandiere Verdi (Orange and Green Flags). The Bandiera Arancione is a distinction for environmental and tourism quality; it is awarded by the Italian Touring Club to small inland boroughs which outstand for their excellent tourism offer and high quality hospitality. In Marche there are 20 towns which were awarded Bandiere Arancioni: Acquaviva Picena, Camerino, Corinaldo, Frontino, Genga, Gradara, Mercatello sul Metauro, Mondavio, Montecassiano,


Morrovalle

Pievebovigliana, Ripatransone, San Ginesio, Sarnano, Staffolo, Urbisaglia, Visso. Mentre la Bandiera Verde Agricoltura è un riconoscimento che premia aziende agricole, regioni, province, comuni, comunità montane e parchi che si sono particolarmente distinti nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio, anche a fini turistici, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita ed economiche degli operatori agricoli e più in generale dei cittadini. I comuni che hanno ricevuto tale riconoscimento sono: Acquaviva Picena, Appignano, Arcevia, Barchi, Belvedere Ostrense, Borgo Pace, Cartoceto, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Cossignano, Fratte Rosa, Loro Piceno, Mondavio, Monte San Vito, Montecarotto, Morro d’Alba, Ripatransone, San Lorenzo in Campo, Senigallia, Serra de’ Conti, Staffolo e Trecastelli. Terra di passaggio, posta da sempre fra confini di entità politiche forti le Marche mostrano ancora oggi, con le sue numerose rocche, i segni della sua storia politica. Una storia di aspre difese ed offese, testimoniata dalla distribuzione di strutture militari edificate a presidio delle città e del territorio, che può essere oggi ripercorsa in un percorso affascinante che abbraccia tutta la regione.

Montelupone, Monterubbiano, Offagna, Ostra, Pievebovigliana, Ripatransone, San Ginesio, Sarnano, Staffolo, Urbisaglia, Visso. The Bandiera Verde (Green Flag) constitutes an award to agricultural firms, regions, provinces, towns, mountain communities and parks which have distinguished for green policies regarding the environment and their natural surroundings. These policies may tackle different aspects including the virtuous use of the soil, added value to local produce; policies aiming at boosting local economies and promoting their local products; as well as measures aimed at bettering people’s lifestyles. The towns which have received this acknowledgement are: Acquaviva Picena, Appignano, Arcevia, Barchi, Belvedere Ostrense, Borgo Pace, Cartoceto, castelleone di Suasa, Corinaldo, Cossignano, Fratte Rosa, Loro Piceno, Mondavio, Monte San Vito, Montecarotto, Morro d’Alba, Ripatransone, San Lorenzo in Campo, Senigallia, Serra de’ Conti, Staffolo e Trecastelli. These lands of landscapes -historically marked by political mattershave shown a positive strength for their historic development throughout the years. The military fortressed constructions spread throughout the territory can be visited in a fascinating tour with plenty of historic details and wonders.

THE VILLAGES

79


ARE

EM

ICC

GAB

ARO PES

GRADARA MONTEGRIMANO TERME TAVOLETO Montecerignone

CARPEGNA

SASSOCORVARO

URBINO

FRONTINO

LEGENDA / KEY

SANT’ANGELO IN VADO

APECCHIO

ACQUALAGNA PERGOLA

Nidastore

Palazzo

CAGLI

Caudino

FRONTONE

22 BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA THE MOST BEAUTIFUL VILLAGES IN ITALY

Loretello

S. Pietro

Piticchio

OSTRA VETERE

Montale

ARCEVIA

Serra de’ Conti

Montecarotto Poggio S. Marce Castelplanio

Castiglioni

Cupramontana Serra S. Quirico

CANTIANO SASSOFERRATO

GENGA

San Donato

Precicchie Castelletta

Poggio San Romualdo

FABRIANO

I

Bastia

Il marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano ai piccoli comuni dell’entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un'accoglienza di qualità. A quality award for tourism and environment conferred by the Touring Club Italiano to small inland towns, that offer first class services and hospitality.

Elcito Serr

Albacina Collamato

Belvedere

S.Elena

MATELICA

Serradica

SAN SEVE

Esanatoglia

Gagliole

Campodonico

Castelraimond

• Itinerario dei Castelli di Caldarola Itinerary of Caldarola’s Castles Bistocco, Croce, Pievefavera, Valcimarra, Vestignano • Itinerario dei Castelli di Fabriano Itineray of Fabriano’s Castles Albacina, Bastia, Belvedere, Campodonico, Castelletta, Collamato, Precicchie Poggio San Romualdo, San Donato, Serradica • Itinerario dei Castelli di San Severino Marche Itineray of San Severino Marche’s Castles Elcito, Pitino, Isola, Aliforni, Carpignano, Colleluce, Serralta, Sant’Elena

• Itinerario dei Castelli di Jesi Itinerary of Jesi’s Castles Comuni di / Municipality of: Belvedere Ostrense, Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Majolati Spontini, Mergo, Monsano, Montecarotto, Monte Roberto, Morro D’Alba, Poggio San Marcello, Rosora, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Serra dei Conti, Serra San Quirico, Staffolo

CENTRO IAT

BORGHI AUTENTICI D’ITALIA

ROCCHE E CASTELLI

PUNTO IAT

AUTHENTIC VILLAGES IN ITALY

FORTRESSES AND CASTLES

IAT TOURIST INFORMATION CENTRE INFO POINT

CAMERINO

Muccia

Serravalle di Chienti

Val

Bi

P

Pieve Torina Fiordimonte

Monte Cavallo

• Itinerari Ducali. Architetture e luoghi dei Montefeltro e dei Della Rovere Ducal Itineraries. Architectures and places of Montefeltro and Della Rovere families Comuni di / Municipality of: Apecchio, Cagli, Castelleone di Suasa, Fossombrone, Frontino, Frontone, Gradara, Mondavio, Montecerignone, Pesaro, Piandimeleto, Piobbico, Sassocorvaro, Senigallia, Urbania, Urbino

RIEVOCAZIONI STORICHE

UNESCO CITY

Sefro

• Itinerari ducali. Architetture e luoghi dei Da Varano Ducal Itineraries. Architectures and places of Da Varano family Comuni di / Municipality of: Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Esanatoglia, Fiuminata, Fiastra, Fiordimonte, Gagliole, Montecavallo, Muccia, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Sefro, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Tolentino, Visso

CITTÀ UNESCO

Serrap

Pioraco

Fiuminata

• Itinerario dei Castelli di Arcevia Itinerary of Arcevia’s Castles Avacelli, Castiglioni, Caudino, Loretello, Montale, Nidastore, Palazzo, Piticchio, San Pietro

MAIO M

Mergo

Avacelli

20 BANDIERE ARANCIONI 20 ORANGE FLAGS

ITINERARI TEMATICI THEMATIC ITINERARIES

Belvedere Ostrense

Rosora

SERRA S.ABBONDIO

I borghi più belli d'Italia è un club che raccoglie piccoli centri italiani di spiccato interesse artistico e storico. The Most Beautiful Villages in Italy is a club that gathers small Italian towns boasting art and historic treasures.

CO

Castelleone di Suasa

SAN LORENZO IN CAMPO

Piobbico

TRE CAS (MONTE

MONDAVIO

FERMIGNANO

URBANIA

MERCATELLO SUL METAURO

MONDOLFO

SALTARA

FOSSOMBRONE

PEGLIO

R

MA

SAN COSTANZO CARTOCETO

PIANDIMELETO

THE VILLAGES

MOMBAROCCIO

MACERATA FELTRIA

PIETRARUBBIA

BORGO PACE

O FAN

MONTEFABBRI DI VALLEFOGLIA

VISSO


DON’T MISS...

CASTELLO DI GRADARA

CORINALDO

MA

TA ROT LLIA

IGA

SEN

E CASTELLI ONTERADO) A

FALCONARA

CORINALDO

ON ANC

TON POR

Morro d’Alba

S. Marcello Monsano

OLO SIR ANA M NU

CAMERANO

JESI

tto S. Marcello lanio Castelbellino MAIOLATI SPONTINI Monte Roberto

MONTECASSIANO

OVO

OSTRA

dere ense

OFFAGNA

S.Maria Nuova

OSIMO

LORETO

FILOTTRANO

S.Paolo di Jesi

STAFFOLO

MONTECASSIANO POTENZA

ENA TO PIC POR ENZA E T RCH PO MA

RECANATI

PICENA

CINGOLI

MACERATA

Pitino

SEVERINO MARCHE

Aliforni raimondo Serrapetrona

O

Colleluce

CALDAROLA

Valcimarra

O RM IO I FE OD ORG LID . GI S O T R PO

SANT’ELPIDIO A MARE

TOLENTINO

URBISAGLIA Camporotondo di Fiastrone

Bistocco Pievefavera Croce Vestignano Cessapalombo

SAN GINESIO

PIEVEBOVIGLIANA SARNANO

TORRE SAN PATRIZIO LORO PICENO

ALTIDONA

MONTERUBBIANO CARASSAI

MONTEDINOVE ROTELLA

SSO

MONTEFIORE DELL’ASO

ASCOLI PICENO

ARQUATA DEL TRONTO ACQUASANTA TERME

RIPATRANSONE

OFFIDA

CASTIGNANO Castelsantangelo sul Nera

MORESCO

PETRITOLI

FIASTRA

AMANDOLA

MORESCO

FERMO

GROTTAZZOLINA

SERVIGLIANO

IDIO

’ELP

T SAN TO POR

MONTECOSARO

Elena

VA NO

ITA

CIV

MONTELUPONE

TREIA

Isola Elcito Serralta

I

NAT

ECA

R TO POR

ACQUAVIVA PICENA

C

A UPR

A

TIM

RIT

MA

ARE

MM

TTA GRO

TO

T EDE BEN NTO SANL TRO E D

OFFIDA


SS 16 Civitanova Marche

Treia Macerata

SS 77

Piediripa

SS 77

Porto Sant’Elpidio

Corridonia Sant’Elpidio a Mare

A14

Tolentino

1

Urbisaglia Porto San Giorgio

Belforte del Chienti

Fermo

Caldarola

2

Torre di Palme

Montegiorgio Grottazzolina

3

Moresco

Servigliano

Gualdo

Petritoli

4

Sarnano Montelparo

5

Ripatransone Amandola San Benedetto del Tronto

Comunanza Offida

6

Montemonaco Martinsicuro

Venarotta

Ascoli Piceno

Itinerary BELLEZZE DEL PICENO | Beauties of Picenum

A

mato da tanti stranieri anzitutto per la sua schietta autenticità, il territorio piceno è un’area intrisa di tradizioni, di dialetti e di folclore che si fondono con straordinaria armonia con la modernità. Fermo, Torre di Palme, Moresco, Petritoli, Ripatransone e Offida sono i “luoghi da vivere” del nostro itinerario. Partiamo dal centro nevralgico del piceno, la città di Fermo (1). Antica colonia romana, poi “signora” di castelli e città di studi, oggi capoluogo di importanti distretti produttivi, tutto ne narra la lunga e ricca storia: le piscine romane, il duomo, la piazza rinascimenta-

LE MARCHE CON STILE

82

T

hese Picentes’ lands are full of history, traditions and culture which have merged in extraordinary harmony with modernity. Fermo, Torre di Palme, Moresco, Petritoli, Ripatransone and Offida are some of the towns where visitors are invited to thoroughly experience liveability. We start our journey from the hub of this part of Marche. Fermo (1) is the capital of the Province of Fermo. An ancient Roman city. The heart of the Fermo is the Piazza del Popolo square, -once called Piazza Grande-. Up the Girfalco Mount we find the Cathedral, it keeps intact its incredible Romanic-Gothic façade


le, il teatro dell’Aquila. Se cuore della città è la rinascimentale Piazza del Popolo, con le insegne antiche dei negozi e i caffè sotto ai portici, l’anima della città sorge in cima al colle Girfalco, nei giardini della Cattedrale romanico-gotica. Chicche: • Le cisterne romane sono una mirabile opera di ingegneria idraulica di età augustea (40 d.C.), ben 2.000 metri quadrati nel sottosuolo di Fermo per approvvigionare acqua a tutta la città. • Oltre 300 anni, più di 300mila volumi antichi: benvenuti nella splendida sala del Mappamondo, in Palazzo dei Priori. A soli 12 km da Fermo ci immergiamo poi nella magia di Torre di Palme (2): un fantastico balcone panoramico sulla cima di un colle dominante il mare. Chicche e curiosità: • Fiero castello medievale, • Torre di Palme deve ai religiosi agostiniani la costruzione di gran parte del nucleo urbano e per questo passeggiando vi stupirete dello strabiliante numero di chiese in un paesino così piccolo. • Curatissime e fatte del sorriso di gente accogliente, nelle sere d’estate le piazzette del borgo si trasformano in ristoranti all’aperto. Altri 10 km e siamo a Moresco (3). Da non perdere la Torre Eptagonale, la Torre dell’Orologio ed il Castello, con le sue strette vie e la piccola piazza porticata. Vi avvolgerà in un’atmosfera medioevale e magica, riportandovi ai tempi di cavalieri e dame, d’amori e d’armi. Poco distante è il borgo di Petritoli (4). Perle del paese sono la Torre Civica (dai suoi 40 metri di altezza offre un panorama incredibile) e i tre Archi di accesso al centro storico. Chicche e curiosità: • Centinaia di sposi stranieri scelgono Petritoli per le nozze nel borgo. E l’amministrazione si è ben attrezzata per mettere a disposizione gli angoli più suggestivi. Se vai a Petritoli non puoi non conoscere Sergio, simpatico cuoco e titolare dell’Osteria delle Cornacchie (un menù che è sempre lo stesso, per autentiche emozioni), e il giornalista Giancarlo Fabiani, che vi apre il cuore nel raccontarvi la sua famiglia e la sua Antica Stamperia Fabiani (un museo dove

from 1227. Attractions: • The Roman cisterns of the year 40 A.D. are invaluable treasures of ancient Roman history in Fermo. In order to collect rain water, the Romans built 3 parallel rows of 30 deposits altogether, completing a 2000 sqm. Surface. • Over 300 years old, and over 300 thousand books; the Priors Palace (XVI century); the building houses the Civic Art Gallery. 12 km away from Fermo, we get to the magic of Torre di Palme (2), a panoramic natural terrace atop a dominant hill overlooking the Adriatic. Torre di Palme owes great part of its constructions to Augustinian religious movement. Attractions: • Torre di Palme enjoys its own Medieval castles, • a great number of churches can be visited all around the city. • In the summer, there is a wide choice of outdoor restaurants at the squares of the borough. 10 km away Torre di Palma we get to Moresco (3), another typical medieval town in this area. Not to be missed here: the Heptagonal Tower, the Tower of the Clock, and the Castle; its most narrow town streets, the town square with its portico and its perfectly well-kept frescoes. A magical atmosphere of cavalry and ladies, love and war. Not far away, there lies Petritoli (4). The heart of the town is the 40-meter Civic Tower, from here it is possible to admire an incredible panorama. Other architectonic gems of Petritoli are the three neo-gothic access Arches to the historical centre. Attractions: • When in Petritoli, it is inescapable to pay a visit to Sergio, the owner and cook of the Osteria delle Cornacchie ; another figure of the town is the journalist Giancarlo Fabiani. He loves telling about his family and their old family business: . views. Curiosity: the Antica Stamperia Fabiani (Print House). Going down into the province of Ascoli Piceno, we reach Ripatransone (5). It is often called the balcony of the Piceno for its stunning panoramic. Cursiosity: • Try to walk along the narrowest alley of Italy! The town also has become well-known for owning the narrowest abbey in Italy: 43 cm. THE VILLAGES

83


Fermo

Petritoli

Offida

le macchine ancora vivono per l’allegria dei bambini). Scendendo nell’Ascolano, raggiungiamo Ripatransone (5), il “balcone del piceno”, con una visuale altissima sui vigneti sino alla costa di Grottammare. Curiosità: • Provate ad attraversare il Vicolo più stretto d’Italia, largo solo 43 cm! Ed eccoci infine ad Offida (6). La paziente e laboriosa arte del merletto al tombolo si tramanda qui da generazioni e vive per i vicoli del borgo. Suggestiva è la Chiesa di S. Maria della Rocca, che si affaccia sui vigneti della Passerina. Chicche: • Il Carnevale Storico di Offida è un esempio unico di folklore dove a farla da padrone è “Lu Bov Fint” (il bove finto). LE MARCHE CON STILE

84

Eventually, we arrive in Offida (6), located atop a rocky spur where some Italian most famous traits lie: an art craft: bobbin lace; a most precious wine: Docg Passerina (Docg: Italian wine quality certification). Attractions: • Often called Offida’s trademark: “Lu Bov Fint” (dialect for the fake bull) a most folkloric local festival in white and red. We strongly recommend a visit to the historical centre with its beautiful Piazza del Popolo, the Church of Santa Maria della Rocca in Romanic-Gothic style. A must: a visit to the Regional Winehouse of Marche to try some other delicious Marchigians wines.


Gradara

Pesaro

1

SS 16

Fano SS 16 SS 73bis SS 73bis

SS 73bis

Senigallia

Monte Porzio

SS 73bis

2

A14

Urbino Mondavio

Urbania

Corinaldo

Furlo

A14

Ostra Cagli

Pergola

3

Ancona A14

Serra dei Conti

Offagna

Moie

Sirolo Osimo

SS 76

Cupramontana

Loreto Recanati

A14

Cingoli SS 16

Fabriano Treia

Macerata

Civitanova Marche

4

SS 77

Matelica

SS 77

Tolentino

A14

Porto San Giorgio

Caldarola

5 Comunanza

Acquaviva Picena

Itinerary MARCHE TERRA DI CASTELLI Marche lands of castles

D

agli antichi borghi ai castelli, i dolci crinali delle Marche si coronano di un fascino sospeso nel tempo: un corollario di antiche rocche e fortificazioni, come quelle di Gradara, Mondavio, Offagna, Caldarola e Acquaviva Picena, mete del prossimo itinerario. Partendo da nord, sulla sommità di un colle tra Marche e Romagna incontriamo anzitutto Gradara (1). Tra i borghi più belli d’Italia, Gradara vanta uno dei castelli più imponenti e meglio conservati d’Italia. È un luogo fiabesco dove arte e leggenda si fondono per raccontarci amori e storie del Medioevo, come quella di Paolo e Francesca, resa celebre da Dante nel-

C

astles, walled medieval villages atop green hills, small villages and fortresses give Marche a fabled atmosphere. Ancient stunning constructions such as those in Gradara, Mondavio, Offagna, Caldarola and Acquaviva Picena are part of our next itinerary: From North to South, the first typical fortressed borough is Gradara. The Gradara Castle fills the atmosphere of myth, history and legend. Nestled on a hill between the Romagna and Marche, Gradara (1) is one of the most beautiful boroughs of Italy which has kept intact the fascinating ambience of its artistic and historical contexts. Thousands of tourists are curious about one of the best-known international love stories. Paolo and Francesca lived their tormented love story within THE VILLAGES

85


Caldarola

la Divina Commedia. Nei dintorni: la Rocca di Sassocorvaro, con la sua particolare pianta a forma di testuggine, e la Rocca di Frontone, che ospita un caratteristico mercatino di Natale. Scendendo più a sud, un’altra rocca splendidamente conservata ci attende, quella di Mondavio (2). La maestosa fortezza si presenta come una poderosa macchina da guerra, in cui ogni forma e struttura è studiata per resistere agli attacchi con qualsiasi arma dell’epoca. Chicche e curiosità: • Il camminamento e la torre semi-circolare formano se visti dall’alto la figura di una balestra. Tale stravaganza architettonica è la firma del progettista Francesco di Giorgio Martini. • Dal 13 al 15 agosto la Rocca fa da cornice alla rievocazione della “Caccia al Cinghiale”, con banchetto rinascimentale, spettacoli e cortei. Proseguendo nell’anconetano, raggiungiamo la Rocca di Offagna (3). Realizzata nel ‘400 dagli anconetani a difesa dei confini occidentali, la rocca domina oggi il borgo medievale e a luglio si anima con le famose Feste Medievali. Addentrandoci quindi nel maceratese, scopriamo il Castello dei Conti Pallotta a Caldarola (4). Il Castello nella forma attuale LE MARCHE CON STILE

86

these walls. Dante Alighieri includes their love story in the V canto of the Inferno in the Divine Comedy. Nearby atractions: • Among the fortressed constructions in the area of the Montefeltro, there are some fortresses which are impressive such is the case of the tortoise-like fortress of Rocca of Sassocorvaro, and the Rocca of Frontone. Going south, we get to Mondavio (2). Mondavio is one of the best kept historical boroughs in Marche; it is located between the valleys of the rivers Metauro and Cesano. The defensive medieval walls are 780 m long. It has been certified with a Bandiera Arancione quality award. Also, it takes pride in its “One of the most Beautiful Boroughs in Italy” certification. Not to be missed: • The powerful Italian family Della Rovere left there traits in the fortress known as Rocca of Mondavio. • In August a very traditional hunting excursion takes place: “The Boar Hunt”. There are sumptuous Renaissance banquets and parades, games and Renaissance shows and re-enactments. Further South and into the inlands of the province of Ancona we get to the Rocca of Offagna (3), a XV-century fortress which dominates the medieval borough lying at its foot. The fortress was built on the west side of the province as a defensive construction on that


Gradara

Offagna Acquaviva Picena

risale alla fine del ‘500, quando il Cardinale Evangelista Pallotta lo trasformò nella sua residenza estiva. Ben preservato e gestito, ogni arredo, ogni soprammobile, ogni minimo dettaglio è collocato nel proprio contesto originale. Curiosità: Il castello fa parte del circuito delle Rocche Celesti, ovvero un sistema integrato di rocche e fortificazione presenti nel territorio della Comunità Montana di Camerino, del Potenza e dell’Esimo, di cui fanno parte anche il Castello della Rancia di Tolentino, la Rocca Borgesca di Camerino, il Castello di Lanciano, la Rocca D’Ajello e la Rocca Varano. Ultima tappa, non lontano da Ascoli Piceno incontriamo il Castello di Acquaviva Picena (5). La fortezza, di origine trecentesca e poi ricostruita nel Quattrocento, racchiude un’ampia corte centrale, con vertici rafforzati da alti torrioni. Davvero suggestivo è il panorama che si apre allo sguardo del visitatore dalla sommità del Mastio, cogliendo in un ampio orizzonte mare, colli e le imponenti vette del Gran Sasso. Da non perdere: a 50 km Castel di Luco, considerato uno dei più rari e singolari castelli del Piceno per via della sua forma circolare.

boundary of the territory. Today, the fortress houses the Arms Museum. In Offagna there are medieval festivities and re-enactments in July. In the province of Macerata, in the town of Caldarola (4), we discover the Castle of the Pallottas Counts. The castle oozes romantic ancient ambience. It holds dominating position upon the city of Caldarola. The construction of Caldarola goes back to the XVI century when Cardinal Evangelista Pallotta decides to change the whole aspect of the village. The new aspect of Caldarola has remained the same to these days. Atractions: • The Castello Pallotta is part of an itinerary called Rocche Celesti: a group of castles and fortresses which once integrated a system aimed at protection. The other constructions belonging to this group are Castello della Rancia of Tolentino, the Rocca Borgesca of Camerino, the Castle of Lanciano, the Rocca D’Ajello and the Rocca Varano. Continuing with the itinerary towards the south we reach the area of Ascoli Piceno where we found the Castle of Acquaviva Picena (5): a medieval construction of the XIV century and rebuilt in the XV century; it is one of the most fascinating castles to be visited in this area. The panoramic view from its fortified tower is simply stunning. Not to be missed: • considered one of the rarest and unusual castles of Piceno because of its circular shape THE VILLAGES

87


MONDAVIO

Adagiato su una collina a 280 metri di altezza, fra le valli dei fiumi Metauro e Cesano, con vedute che spaziano dall’Adriatico all’Appennino, questo borgo vanta un centro storico fra i meglio conservati delle Marche che lo rende uno tra “I Borghi più belli d’Italia”, Bandiera Arancione e Bandiera Verde (riconoscimento nazionale delle eccellenze che si distinguono per l’agricoltura e la tutela dell’ambiente). Ancora oggi il nucleo urbano originario è racchiuso in una cinta muraria che si estende per 780 metri. La Rocca è il monumento più rappresentativo: fu commissionata da Giovanni della Rovere all’architetto senese Francesco di Giorgio Martini, e costruita tra il 1482 e il 1492. Non avendo mai subito attacchi è ancora in ottimo stato. Oggi è sede del museo di rievocazione storica e armeria, con manichini in costume e armi dal ‘400 al ‘700, mentre nel fossato della Rocca è stato allestito il parco di “macchine da guerra” di Francesco di Giorgio Martini, con fedeli ricostruzioni, in dimensione reale, di catapulte, trabucchi, bombarde e altre macchine da assedio. Oltre alla Rocca, in centro storico si possono visitare: il Palazzo dei Malatesta; la chiesa di San Francesco; il Palazzo municipale, che conserva, nella sala consiliare, la preziosa pala della Madonna con Bambino di Carlo da Camerino del 1385; la collegiata dei Santi Pietro e Paterniano; il trecentesco Palazzo della Comunanza; e il teatro Apollo, realizzato alla metà del Settecento sui resti di una chiesa quattrocentesca. In estate viene organizzato l’evento più caratteristico del borgo: è la fantastica “caccia al cinghiale”, la festa, organizzata dal gruppo arcieri storici di Mondavio, che inizia il 13 agosto con un sontuoso banchetto rinascimentale, e termina il 15 con cortei, giochi e spettacoli pirotecnici.

LE MARCHE CON STILE

88


Standing on a 280 meters hill, between the valleys of Metauro and Cesano rivers, with views ranging from the Adriatic to the Apennines, this village boasts an old town center among the best preserved in the Marche Region which makes it one of "The most beautiful villages in Italy ", Orange Flag and Green Flag (national recognition toward the excellences that stand out for agriculture and environmental protection). Even today, the original urban unit is enclosed in a surrounding wall which extends for 780 meters. The Rocca is the most representative monument: it was commissioned by Giovanni della Rovere to the architect Francesco di Giorgio Martini from Siena, and it was built between 1482 and 1492. Due to the fact that it was never subjected to attacks it is still in excellent condition. Today it houses the history and armory museum, with costumed mannequins and weapons from the 15th and 18th century, while in the stronghold moat was set up the Francesco di Giorgio Martini "war machines" fleet, with faithful reconstructions, in real size, with catapults, trebuchets, mortars and other siege machines. Besides the stronghold, in the old town center you can visit: the Malatesta Palace; the church of San Francesco; the Town Hall Palace, that keeps, in the council chamber, the precious Madonna con Bambino altarpiece painted by Carlo da Camerino in 1385; the collegiate church of Saints Pietro and Paterniano; the fourteenth-century Palazzo della Comunanza; and the Apollo Theater, built in the middle of 18th century on the ruins of a 15th century church. In summer the most characteristic event of the village is organized: it is the fantastic "boar hunting", the festival, organized by the historical archers group of Mondavio, which starts on August 13 with a sumptuous Renaissance banquet, and ends on August 15 with parades, games and fireworks. THE VILLAGES

89


CAMERANO

Celebre per le sue grotte, Camerano, paese immerso nel Parco del Conero, dove si può scoprire una seconda città, è costituita da cavità scavate che corrono e si ramificano nel sottosuolo. Assai numerose, scavate nell’arenaria e anche comunicanti percorrono il centro storico con andamento labirintico. Volte a cupola, a vela, a botte, sale circolari e colonne dal particolare gusto architettonico, decorazioni con fregi, motivi ornamentali e simboli religiosi costituiscono una delle costanti dell’intero percorso. La funzione originaria di queste grotte è ancora ignota, l’ipotesi più accreditata è che siano state costruite a scopo abitativo: questo spiegherebbe le meravigliose decorazioni e gli elementi architettonici all’interno di esse. Ma Camerano non è nota solo per la particolarità della città sotterranea. Infatti una delle principali peculiarità è la produzione del vino tipico della zona: il Rosso Conero. Tanto che ogni anno la città omaggia il “nettare degli Dei” con un importante festival interamente dedicato al vino prodotto in questo territorio. Il primo week end di settembre tutta Camerano e dintorni brinda con il Rosso Conero: l’ideale connubio tra la classica festa che esalta l’uva e il vino e un incontro divertente di generazioni legato a spettacoli, tipicità e buona cucina.

Il centro storico di Camerano si anima con stand gastronomici, degustazioni, concerti, balli, musica, spettacoli, teatro di strada, performance e artigianato artistico per brindare insieme con il famoso Rosso Conero, prodotto d’eccellenza della zona.
 LE MARCHE CON STILE

90


Famous for its caves, Camerano is nestled in the Park of the Conero Mount. Camerano offers a second town, a town lying underground which is made of carved caves that branch here and there underground; the pattern is labyrinthine and runs beneath the historic centre. They have style, architecture, decorations, ideas, expressed taste on its walls and ceilings, architectural vaults of different kinds including sail ceilings, barrel and dome vaults. Circular rooms and columns with special architectural styles and decorated with friezes, ornamental and religious symbols which constitute one of the constants of the entire complex.The original purpose of these caves is still unknown; the most likely hypothesis is that they were built for residential purposes, since this would explain the wonderful decorations and architectural elements within them. Camerano is not only known for its particular underground town. In fact, there is a typically local wine production: the Rosso Conero wine. Every year the city pays homage to this “Nectar of the Gods”-as it is called- with a major festival entirely devoted to the wine produced in these lands. Every year on the first weekend of September, Camerano toasts with Rosso Conero. The “Grape Festivity” takes place amidst celebration, fun and traditions passing down from generation to generation. There are shows, typical traditional dishes and good Rosso Conero wine: the historic centre is filled with concerts, dances, music and street performances, arts and crafts.

THE VILLAGES

91


CINGOLI

Adagiata sulla sommità del Monte Circe a 631 metri, per la sua posizione panoramica sul territorio marchigiano, Cingoli è chiamata il “balcone delle Marche” e rientra tra i 22 Borghi più belli d’Italia nella regione. Sulla vasta terrazza, nelle mura castellane di origine medievale, con la cornice naturale, all’orizzonte, la vista arriva al mare Adriatico e al Monte Conero. Dalla originaria struttura urbanistica di municipium romano, il suo centro si caratterizza per il susseguirsi di palazzi nobiliari dai colori caldi degli intonaci e dai portali rinascimentali. Nel suo patrimonio monumentale ci sono numerose chiese da visitare: la Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta, la Chiesa barocca di San Filippo Neri, la Chiesa di San Niccolò e la Chiesa di San Domenico, che custodisce la grande tela della Madonna del Rosario di Lorenzo Lotto. Fra gli edifici di architettura civile, Palazzo Municipale, Palazzo Conti, Palazzo Puccetti e Palazzo Castiglioni (nel quale nacque papa Pio VIII). Fuori dalle mura cittadine sorgono la Collegiata di Sant’Esuperanzio, dalla bella facciata romanica, e il santuario di Santa Sperandia, la cui struttura originaria risale al XIII secolo: all’interno si conserva il corpo della santa, monaca benedettina nata a Gubbio e vissuta e morta a Cingoli nel 1276. Nel territorio comunale è possibile compiere escursioni naturalistiche nel bosco, alle pendici del Monte San Vicino e al Lago di Castreccioni. Il paese diede i natali al generale Tito Labieno e, in epoca più vicina a noi, appunto, a Papa Pio VIII. Tra gli eventi più significativi, i Giovedì dell’Arte (luglio-agosto) e la rievocazione storica “Cingoli 1848” (luglio).

LE MARCHE CON STILE

92


Cingoli is nestled on the summit of Mount Circe (631 m). Due to this dominant position overlooking the rest of Marche, Cingoli is called the “Balcony of the Marche” and it is among the 22 “Most Beautiful Boroughs in Italy” in the region. From upon this natural terrace dominating the views of the region we can enjoy stunning panoramas which include the Adriatic Sea and the Conero Mount. There are some special places upon this natural balcony where Cingoli stands out, for example its medieval defensive walls, the sight from here, is ashtonishing. The original urban structure upon which Cingoli developed used to be a Roman municipium. Its historic centre boasts noble palaces in warm colours and Renaissance architecture in its gates. The monumental and constructions heritage in Cingoli is varied: there are numerous churches to visit such as the Cathedral of Santa Maria Assunta, the baroque Church of San Filippo Blacks, the Church of St. Nicholas and the church of San Domenico, which houses a large painting of the Madonna of the Rosary by Lorenzo Lotto. Among the civil architecture buildings: the Town Hall, Palazzo Conti, Palazzo Puccetti and Palazzo Castiglioni (birthplace of Pope Pius VIII). Outside the town walls: the Collegiate Church of Sant’Esuperanzio with its Romanesque façade; the sanctuary of Santa Sperandia, whose original structure dates back to the XIII century, it contains the tomb of the saint: a Benedictine nun who was born, lived in Gubbio and died in Cingoli in 1276. In the municipal area we can go for walks amidst nature in the woods, on the slopes of Mount San Vicino and by Castreccioni Lake. Cingoli was the birthplace of the Roman General Tito Labenio, and Pope Pius VIII. Among the most significant yearly events: the Giovedi dell’Arte (Thursday’s Art) (July-August), and the historical re-enactment “Cingoli 1848” (July). THE VILLAGES

93


TREIA Treia, Borgo più bello d’Italia, è un comune situato a nord della valle del fiume Potenza. L’etimologia del nome deriva da quello della dea Trea-Jana, divinità di origine greco-sicula, che qui era venerata. Fondata dai Romani, Treia fu dapprima colonia, poi municipio. La scenografica piazza della Repubblica è incorniciata su tre lati dalla palazzina dell’Accademia Georgica, opera del Valadier, dal Palazzo Comunale (XVI XVII sec.) ospita il Museo Civico e dalla Cattedrale (XVIII sec.), uno dei maggiori edifici religiosi della regione. Dedicata alla SS. Annunziata, la chiesa custodisce una pala di Giacomo da Recanati. Oltre alla cattedrale da non perdere sono: la Chiesa di San Michele, la Chiesa barocca di Santa Chiara e la Chiesa di Santa Maria del Suffragio. L’estremo baluardo del paese verso sud è la Torre Onglavina, parte dell’antico sistema fortificato, dal quale si gode un panorama che spazia dal mare ai monti Sibillini. In località San Lorenzo, fuori dal centro abitato, sorge il Santuario del Crocefisso dove troviamo reperti della Trea romana, tra cui un mosaico con Ibis. La specialità di Treia è il “calcione”, che vanta il marchio DOP, un dolce tipicamente pasquale con il ripieno al formaggio; al calcione è dedicata una sagra che ha luogo nel mese di maggio. Tra fine luglio e inizio agosto imperdibile è la rievocazione storica “Disfida del Bracciale”, la rievocazione storica più particolare dell’intero, ricco panorama di rievocazioni non solo marchigiane, ma italiane. Si pensi che il gioco della Palla col Bracciale, derivato dalla Pallacorda, era considerato in Italia lo sport nazionale fino al XIX sec., ovvero l’avvento del calcio moderno. Durante i giorni di rievocazione, ogni sera il centro storico è animato da spettacoli, musica, animazione, appuntamenti con il teatro.

LE MARCHE CON STILE

94


Treia, a town which has been qualified as one of the “Most Beautiful Boroughs of Italy”, it is a municipality located towards the north of the valley of the Potenza River. The etymology of the name comes from the goddess Trea-Jana, a Greek-Sicilian origin deity, who used to be venerated here. Founded by the Romans, Treia was first a Roman colony; then, it became a Roman municipium. The spectacular Piazza della Repubblica is flanked on three of its sides by three stunning constructions: the Palazzina of the Accademia Georgica, work by Valadier; also, the Palazzo Comunale (XVI- XVII c.) which houses the Civic Museum and the Cathedral (XVIII sec.), one of the largest religious buildings in the region. Dedicated to the Santissima Annunziata, the church houses an altarpiece by Giacomo Recanati. In addition to the cathedral, there are other sights not be missed in Treia: the church of San Michele; the baroque Church of Santa Chiara and the Church of Santa Maria del Suffragio. However, the hallmark of the town is located in the south of Treia: the Onglavina Tower. It used to be part of a very effective ancient fortification system. From here the panorama gets stunning, a spectacular 180-degree view going from the sea to the Sibylline Mounts. In San Lorenzo, on the outskirts of Treia, is the Sanctuary of the Crucifix where we can find invaluable remains of the Roman municipium Trea, including a mosaic with the image of an ibis. The specialty of Treia is the “calcione”, which boasts the DOP quality certification (Protected Denomination of Origin), typical Easter sweet bread with stuffed cheese; a Festival is dedicated to the calcione in May. Between late July and early August there is another festival not to be missed in Treia: the re-enactment “La Sfida del Bracciale” a most ancient game going back probably to Roman times. It is one of the oldest and most traditional and typical games representing not only Marche, but also Italy itself. One thinks that the game of ball with the bracelet, derived from Pallacorda, was considered the national sport in Italy until the nineteenth century., That the advent of the modern game. During the re-enactment days, every night the center is animated by shows, music, entertainment, meetings with theater. THE VILLAGES

95


GROTTE DI FRASASSI UNO SPETTACOLO UNICO AL MONDO Il 24 e il 25 settembre 2016 il Consorzio Frasassi celebra i 45 anni dalla scoperta delle Grotte di Frasassi, con una serie di eventi da non perdere: la sera del 24 dalle 19.00, all’interno delle Grotte di Frasassi si svolgerà “Gocce d’argento”, un evento che vedrà premiati illustri personaggi del mondo dello spettacolo e del giornalismo. La serata si aprirà con la spettacolare discesa degli speleologi dal foro della scoperta all’interno dell’Abisso Ancona: un momento magico che lascerà gli spettatori senza fiato. Per tutta la giornata del 25 invece, visite speciali delle grotte: gli speleologi protagonisti della scoperta accompagneranno i visitatori lungo il percorso turistico, ricordando i momenti più emozionanti della loro avventura. 25 Settembre 2016

LE MARCHE CON STILE

96

GROTTE DI FRASASSI (FRASASSI CAVES) A UNIQUE SIGHT IN THE WORLD On September 24th and 25th 2016 the “Consorzio Frasassi” (Frasassi Consortium) celebrates 45 years since the Frasassi caves discovery, with a series of not to be missed events: on September 24th in the evening from 7:00PM, inside the Frasassi caves will take place “Gocce d’argento “ (Silver Drops), an event where eminent entertainment and journalism personalities will be rewarded. The evening will open with the speleologists spectacular descent from the discovery hole inside the “Abisso Ancona” (Ancona Abyss): a magical moment that will leave the viewers breathless. On September 25th throughout the whole day, will be organized special tours of the caves: the speleologist who discovered the caves will lead visitors along the Tourist Trail, remembering the greatest moments of their adventure.


THE NATURE

“E’ nel cuore dell’uomo che la vita dello spettacolo della natura esiste;

per riuscire a vederlo, bisogna sentirlo”.

“It is in man’s heart that the life of nature’s spectacle exists, to see it, one must feel it”. 

(Jean-Jacques Rousseau)


THE NATURE

uasi 90mila ettari del territorio marchigiano sono ricoperti da parchi e aree protette, pari a circa l’ 8% del totale. La regione ha un paesaggio di notevole interesse naturalistico tutelato da un sistema di aree protette composto da due Parchi Nazionali, quattro Parchi Regionali e due Riserve Naturali. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è ricco di specie vegetali particolari ed interessante a livello faunistico, mentre il Parco Nazionale Gran Sasso e dei Monti della Laga è uno dei più grandi d’Italia e coniuga patrimonio naturalistico con suggestive testimonianze storico-architettoniche. Di grande bellezza sono il Parco Regionale del Monte Conero a picco sul mare e in perfetta simbiosi con le città di Ancona, Camerano ed i centri turistici di Sirolo e Numana, il Parco Naturale Regionale Sasso Simone e Simoncello operativo dal 1996, il Parco Naturale Regionale del Monte San Bartolo che, istituito nel 1994, si estende lungo il tratto di “costa alta” compresa tra Gabicce e Pesaro, infine il Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi che rappresenta il tipico paesaggio appenninico, fatto di rilievi calcarei profondamente incisi da strette gole. Sono davvero tante le aree naturali nelle Marche: tra quelle più importanti ci sono l’OLE MARCHE CON STILE

98

A

lmost 90 thousand hectares of the Marchigian region are covered by parks and protected areas, 8% of the total surface. The region enjoys scenery of great natural interest which have been included by law to a system of protected areas. The system consists of two National Parks, four Regional Parks and two Natural Reserves. The National Park of Sibylline Mounts is rich in natural Mediterranean flora and fauna. The National Park of Gran Sasso and Monti della Laga is one of the biggest in Italy and it conjugates not only natural riches but also constructions of historical and architectural interest. Great natural beauty is offered by the National Park of Conero Mount, its sea cliffs fitting perfectly well with the city of Ancona; also, the city of Camerano and the tourist fishing villages of Sirolo and Numana, the Regional Natural Park of Sasso Simone and Simoncello -open to the public since 1996; the Regional Natural Park of San Bartolo Mount, which opened in 1994 and extends along the “high coast” on the Adriatic between Gabicce and Pesaro. Last but not least, the Regional Natural Park of Gola della Rossa and Frasassi, the typical Apennine landscapes made of calcareous soil and amazing karst topography and narrow canyons. The protected areas are numerous in Marche: among the most renowned, the


Foro degli Occhialoni, Parco Regionale della Gola Rossa

asi WWF Ripa Bianca di Jesi (AN) nata nel 1997 come area didattica e naturalistica, la Riserva Naturale di Montagna di Torricchio e Oasi WWF, ovvero la prima area protetta delle Marche istituita nel 1977 dalla Stato per iniziativa dell’Istituto di Botanica dell’Università di Camerino, la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra che, con un’estensione di ben 1.800 ettari, ha come finalità fondamentali quella di proteggere il territorio e le sue risorse e quella promuovere la ricerca scientifica e le attività di educazione ambientale, l’Oasi WWF bosco di Frasassi all’interno del Parco Regionale della Gola della Rossa, che presenta anche un vincolo archeologico in quanto custodisce testimonianze neolitiche, celtiche e romane. Le Marche possono quindi offrire ai turisti attrazioni uniche e straordinarie: escursioni, visite guidate, percorsi in mountain-bike e a cavallo che soddisfano le esigenze di chi ama la simbiosi arte-natura. Una vacanza, quindi, diversa dal solito, senza trascurare uno stile di vita ecosostenibile. Le Marche non potevano rimanere indifferenti di fronte all’avanzare della green economy. Tanto che le piccole e medie imprese locali stanno sempre più investendo in innovazione e tecnologie pulite applicate al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili, al riciclo dei rifiuti e alla mobilità, ai servizi ambientali e all’edilizia sostenibile.

WWF oasis Ripa Bianca of Jesi in the province of Ancona. It was declared a natural area for studies in 1997 by request of the Botany Institute of the University of Camerino. The purpose of the Natural Reserve of Fiastra Abbey -with its 1800 hectares- is the protection of nature and the promotion of scientific research in environmental education. The WWF osasi of Frasassi within the Regional Park of Gola della Rossa represents an archaeological site with Neolithic, Celtic and Roman remains. Marche offers unique Mediterranean art-nature symbiotic attractions, unique and extraordinary attractions which can be enjoyed on excursions, guided visits, mountain-bike or horse rides. Off-the-beaten-track holidays in sync with an echo-sustainable lifestyle. Marche has set up a leading role in green economy. SMEs are investing in innovation and green technology with the purpose of sustainability. Their policies include recycling, energy saving and sustainable environmentally friendly urbanization programmes.

THE NATURE

99


ARE

EM

ICC

GAB

ARO PES

GRADARA MONTEGRIMANO MONTECOPIOLO TERME EREMO CARPEGNA E VILLAGRANDE PARCO NATURALE MACERATA FELTRIA INTERREGIONALE SASSO SIMONE E SIMONCELLO CARPEGNA

SASSOCORVARO

FRONTINO PEGLIO SANT’ANGELO IN VADO BORGO PACE

URBANIA

MERCATELLO SUL METAURO

PARCO REGIONALE MONTE SAN BARTOLO CARIGNANO DI FANO

MONTEFABBRI DI VALLEFOGLIA

PETRIANO DI URBINO

RISERVA NATURALE STATALE GOLA DEL FURLO

LLIA

IGA

SEN

MONDAVIO FOSSOMBRONE

CORINALDO

PARCO ARCHEOLOGICO FORUM SEMPRONII

CAGLI

CASTELLEONE DI SUASA

PERGOLA

PARCO REGION NATUR MONTE CON

RISERVA NATURALE REGIONALE RIPA BIANCA

PARCO ARCHEOLOGICO SUASA SENONUM

JESI

ARCEVIA

FRONTONE

FALCONARA

OSTRA

SAN LORENZO IN CAMPO

ACQUALAGNA MONTE NERONE

TA ROT

MA

CARTOCETO

URBINO

PIOBBICO

APECCHIO

O FAN

C

MONTE CATRIA

PARCO NATURALE REGIONALE GOLA DELLA ROSSA CANTIANO E DI FRASASSI SASSOFERRATO SERRA SANT’ABBONDIO

THE NATURE

PARCO ARCHEOLOGICO SENTINUM

LEGENDA / KEY

BORGHI AUTENTICI D’ITALIA AUTHENTIC VILLAGES IN ITALY

PARCO ARCHEOLOGICO ARCHAEOLOGICAL PARK

PARCO AVVENTURA DIVERTIMENTO

SAN SEVERINO MARCHE

PARCO ARCHEOLOGICO SEPTEMPEDA

PIEVEBOVIGLIANA

URBISAGLIA

FIASTRA

SARNANO SASSOTETTO SANTA MARIAMADDALENA

SARNANO

ACQUACANINA

RISERVA NATURALE STATALE MONTAGNA DI TORRICCHIO

SKI RESORTS

IAT TOURIST INFORMATION CENTRE INFO POINT

RISE STAT ABB DI F

PARCO ARCHEOLOGICO URBS SALVIA

PIANI DI RAGNOLO

BOLOGNOLA

PINTURA DI BOLOGNOLA

AMANDOLA

USSITA

FRONTIGNANO

M

PARCO NAZIONALE MONTI SIBILLINI

VISSO

CASTELSANTANGELO SUL NERA MONTE PRATA

MONTE VETTORE

MONTE P

ACQUASA TERM

IMPIANTI SCIISTICI

PUNTO IAT

WATER PARK

MACERAT

SAN GINESIO

BIKE PARK

TERME PARCO ACQUATICO

TREIA

TOLENTINO

CAMERINO

BIKE PARK

CENTRO IAT

SPAS

CINGOLI

RISERVA REGIONALE MONTE SAN VICINO E MONTE CANFAITO

FIUMINATA

ADVENTURE PARK

TERME CON CENTRO BENESSERE SPAS WITH WELLNESS CENTRE

APIRO

MATELICA

2 National Parks are the most striking parts of the Marche’s territory. 4 Regional Parks are part of the protected areas of the region, besides the nature reserves, the floristic areas and the state forests. 6 nature reserves featuring different areas as regards the environment (sea, inland) and the local history

UNESCO CITY

STAFFOLO

MONTECASSIA

GENGA

FABRIANO

PARCHI E RISERVE / PARKS AND RESERVES 2 Parchi Nazionali sono i pilastri dell’offerta naturalistica marchigiana. 4 Parchi Regionali che assieme alle riserve naturali, alle aree floristiche e alle foreste demaniali, costituiscono l’ossatura del patrimonio naturalistico marchigiano. 6 Riserve naturali che toccano territori diversi sia per contesto ambientale (il mare, l’entroterra) che per storia locale.

CITTÀ UNESCO

SERRA SAN QUIRICO

ARQUATA DEL TRONTO FORCA CANAPINE

PARCO NAZIONALE GRAN SASSO E MONTI DELLA LAG


DON’T MISS...

GOLA DEL FURLO

GROTTE DI FRASASSI

A

ON ANC

OVO

LAME ROSSE

TON POR

GIONALE ATURALE CONERO

OLO SIR NA MA NU

CAMERANO OSIMO

I

NAT

ECA

OR ORT

LORETO

P

RECANATI

ZA

EN POT

ASSIANO

ENA

PIC

C

MONTELUPONE MONTECOSARO

P

RISERVA STATALE ABBADIA DI FIASTRA FERMO FALERONE

ALTIDONA

ASO PED

MA TTI AROI LOGICO M A E A PR CH

RIPATRANSONE MONTEDINOVE ROTELLA

NTE PISELLI

UASANTA ERME

NALE SO A LAGA

OFFIDA ASCOLI PICENO

LAGO DI PILATO

O RM IO I FE G O D . GIOR D I L S TO R E O P ALM DI P E R TOR

MONTERUBBIANO

O

IDIO

’ELP

ANT OS ORT

ERATA

PARCO ARCHEOLOGICO FALERIO PICENUS

HE

ARC

M VA ANO IVIT

ACQUAVIVA PICENA

CURCO AR ARITTIM PA RA M ARE CUP MM TTA O R G TO DET ENE TO B N SANL TRO DE

RISERVA REGIONALE SENTINA

GOLE DEL GARRAFO


Arcevia SP14 SP9

SP44

Prosano

SS 76 SP14bis

Civitalba Avacelli

SP14

SP360

SP9

Unione Montana Dell’Esino Frasassi...

3

Serra San Quirico

Osteria di Colleponi

SP16

SP22 SP360

1

SP9

Valle Scappuccia SP14

Grotta del Vernino

Genga

Colcello

SS76

Pontebovesecco

Pierosara

2

Parco Naturale Regionale Gola della Rossa

SP2 SP4

Precicchie

Grotte di Frasassi

Precicchie Valtreara

Vallemontagnana

SS256 SP14

Poggio San Vicino Moscano

Lago sdi Cingoli

Poggio San Romualdo

SS76 SP14

Albacina borgo Tufico

Frontale Pian Dell’elmo

SP2

SS256

SS76

Elcito

Itinerary MERAVIGLIE SOTTERRANEE Wonders underground

G

rotte sotterranee, gole nella roccia, panorami unici immersi nel verde: il Parco della Gola Rossa e di Frasassi offre un patrimonio naturalistico vasto, “selvaggio” e incontaminato, ideale per escursioni a piedi (trekking, nordic walking e hiking) o a cavallo, così come per sport più adrenalinici (mountain bike, rafting, canoa, arrampicata o speleologia). Con i suoi 10.026 ettari di superficie e 35 sentieri segnalati, è la più grande area protetta delle Marche. Si compone di tre differenti biotipi: Gola di Frasassi, Gola della Rossa e Valle Scappuccia. LE MARCHE CON STILE

102

U

nderground caves, gorges in the rock, unique landscapes in the greenery: the Park of della Gola Rossa and Frasassi(1) offers a vast natural heritage, wild and uncontaminated, perfect for walks (hiking, Nordic walking and trekking) or horseback rides, as well as for the most demanding sports (mountain biking, rafting, canoeing, climbing or caving). With its 10,026 hectares and 35 marked trails, it is the largest protected area of Marche. It consists of three different biotypes: the Gorge of Frasassi, the Gorge of della Rossa and the Valley of Scappuccia.


Abisso Ancona, Grotte di Frasassi Stalagmite, Grotte di Frasassi

Le Grotte di Frasassi (1), nel comune di Genga, sono l’attrazione più nota di questo parco. Sono grotte carsiche sotterranee scoperte il 25 settembre 1971 dal gruppo speleologico del Cai di Ancona. All’interno delle cavità ipogee si possono ammirare pittoresche sculture naturali, formatesi in stratificazioni calcaree nel corso di 190 milioni di anni grazie all’opera dell’acqua e della roccia. L’acqua, scorrendo sul calcare, ne scioglie piccole quantità e, cadendo a terra, nel corso di uno stillicidio che dura millenni, le deposita sino a plasmare concrezioni di notevoli dimensioni e di forme talvolta bizzarre: stalagmiti (colonne che crescono dal basso verso l’alto) e stalattiti (che invece scendono dal soffitto delle cavità). L’aspetto e le dimensioni di queste “opere d’arte della natura” hanno stimolato la fantasia degli speleologi che le hanno scoperte e curiosamente “battezzate”: tra le più famose, la “Spada di Damocle” (stalattite di 7,40 metri di altezza e 150 centimetri di diametro), l’ “Obelisco” (stalagmite alta 15 metri al centro della Sala 200), le “Canne d’Organo” (che se colpite risuonano). La visita della grotta ha una durata di 75 minuti ed è effettuata in gruppo, con le guide professionali del Consorzio Frasassi. Il percorso, ben attrezzato

Canne d'organo, Grotte di Frasassi

The Frasassi Caves (1), in the municipality of Genga, are the best known attraction of this park. They are underground karstic caves discovered on the 25th September 1971 by the Speleological Group of Ancona, Cai. Inside these hypogea caves you can admire stunning natural sculptures (stalactites and stalagmites) are formed by layers of limestone over 190 million years old due to the work of water and rock. Water flows on limestone and in doing so, dissolves small amounts of the rock and then, falling to the ground in constant dripping for millions of years, deposits grow and shape shaping in bizarre huge size and forms: stalagmites (columns that grow from the bottom up) and stalactites (hanging from the ceiling of the caves). The appearance and size of these Nature’s works of art have stimulated the imagination of the speleologists who have discovered them; they gave these forms their names: "Sword of Damocles" (a 7.40-metre stalactite with a 150-cm diameter), the "Obelisk" (a 15- metre stalagmite in the middle of Room 200), the "Pipe Organ" (which resonates when hit). The tour to the cave lasts 70 minutes and is carried out in groups, with professional guides form the Frasassi Consortium. The route, well-equipped and easily accessible, is 1500 meters long and THE NATURE

103


Paesaggio

Valle Scappuccia

e facilmente accessibile, è lungo 1.500 metri e ha una temperatura interna costante di 14°. Da non perdere: • Un benefico bagno nelle acque sulfuree della stazione termale di San Vittore, ideale contro disturbi respiratori e reumatici. La Gola della Rossa è simile nell’aspetto a quella di Frasassi e racchiude ampie cavità carsiche, tra cui la Grotta del Vernino (2). Il percorso per raggiungerla, tra boschi a macchia mediterranea, muretti a secco, prati e alte pareti, è un’escursione per esperti (difficoltà E, EE). Dalla superstrada della Valle Esina (SS76) si prende l’uscita di San Vittore-Grotte di Frasassi. Allo stop si seguono le indicazioni per Falcioni e, arrivati al passaggio a livello, si continua fino al cancello che sbarra la strada. Un grosso cartello del Parco indica l’inizio del sentiero. Infine la Valle Scappuccia (3) custodisce un ambiente primitivo, ancora intatto negli esemplari della fauna in libertà protetta e nelle sue espressioni floristiche di notevole interesse come la Ephedra major del periodo Terziario. Per apprezzarne al meglio tutta la bellezza, vi è un facile percorso ad anello che parte dall’abitato di Capo la Villa e abbraccia tutta la verdissima valle. Consigliatissimo per gli amanti di botanica! LE MARCHE CON STILE

104

Grotta del Vernino

has a constant internal temperature of 14 °C. Not to be missed: • A beneficial bath in the sulphurous waters of the San Vittore spa, ideal treatment for respiratory and rheumatic disorders. The Gorge of della Rossa is similar in appearance to that of Frasassi and contains large karstic caves, including the Cave of the Vernino (2). The route to it - among woods and Mediterranean maquis, dry stone walls, meadows and high walls- is an excursion for experts (difficulty E1, E2). From the highway (trunk road) going through Esina Valley (SS76) take the San Vittore-Grotte di Frasassi Exit and, there, at the Stop sign, follow the road indication sings to Falcioni, when you get to the level crossing, continue until the gate that blocks the road: a large sign indicates the beginning of the path leading to the Gola della Rossa Park. Finally, the Scappuccia Valley (3) guarding a wild primitive environment, still intact and uncontaminated; wildlife specimens in protected freedom and floristic expressions of great interest such as the Ephedra major of the Tertiary Era. In order to appreciate all the beauty, there is an easy ring-like trail that starts from the village of Capo la Villa and embraces all the green valley. Highly recommended for flora lovers!


Lame Rosse Grotta dei Frati Lago di Fiastra Valle del Fiastrone

SS77 SP98

4

Vallato Fiastra

5

SP78

Sarnanno

Sassotetto Prati Ragnolo Pintura Parco Nazionale dei Monti Vallestretta Sibillini

3

SP209

Aschio

SP78

Garulla

SP237

Amandola Gola del Infernaccio Montefortino

Ussita

2

Cerretana Frontignano

Isola San Biagio Montemonaco

Castelsantangelo sul Nero

SP476

Preci

1

Foce

Piedivalle

Lago di Pilato

Campi

Abetito Montegallo Montevettore

Castelluccio SP476

SP89

SP477

SP475

SP89

Fontevena Norcia

Pretare

Tallacano

SP477

SP474

Acquarata del Tronto

SS685

Forca Canapine

SS4

SS685

Corneto

Acquasanta Terme

Cervara SP53

Valle Castellana

Umito

Nottoria SS4

SP54a

SP49

Leofara

Pietralta

Illica Accumoli

Itinerary LA MAGIA DELLA SIBILLA The magic of the Sibilla

C

i sono montagne dove la natura incontaminata diventa magia e mistero, come l’area del Parco Nazionale dei Monti Sibillini: i monti prendono il nome dalla Sibilla, mitico oracolo che, secondo antichissime leggende, abiterebbe nella grotta sulla sommità del Monte Sibilla (2.173 metri). Fra le numerose leggende, oltre a quella della profetessa Sibilla, una riguarda Pilato, da cui prende nome l’unico lago di origine naturale che c’è nelle Marche, il Lago di Pilato (1): il corpo esanime del celebre procuratore romano sarebbe stato trascinato da alcuni bufali nelle acque rosseggianti del “demoniaco” lago, nato nell’alta incisione della valle che attraversa il

M

ountains where nature has remained untouched bear magic and mystery and such is the case in The National Park of the Sibylline Mounts. These mounts (2,173 m) take their name after Sibyl, the sibyls were women who were considered oracles by ancient Greeks. In Medieval Latin, Sibylla became the term for “prophetess”. Among the numerous legends, apart from the legend of prophetess Sibyl, there is a legend regarding Pilate, after whom, the only natural lake in Marche, Pilate Lake(1), takes its name. The legend tells that the lifeless body of the famous Roman prefect was dragged by buffaloes to the red waters of the demoniac lake which THE NATURE

105

SP52

SS81


Castelluccio di Norcia

Prati di Ragnolo

Gola dell'Infernaccio

Monte Vettore. Al di là delle leggende, il Lago di Pilato è una delle mete escursionistiche più ambite e affascinanti della regione. Per raggiungerlo però occorrono gambe buone, poiché il percorso è impegnativo, sino a quota 1.940 s.l.m. Il tragitto più veloce è quello da Foce di Montemonaco (difficoltà EE), che porta direttamente al lago. Bellissimo, cammina dentro una vallata circondata da imponenti montagne, ma no sorgenti d’acqua, no rifugi in caso di pioggia. Più frequentato, ma meno panoramico, è quello da Forca di Presta (difficoltà E) che, in 4 km e possibile sosta al rifugio Tito Zilioli, sale piano piano sin sopra le creste. A voi la scelta! Curiosità: • Vive qui e in nessun’altra parte del mondo un piccolo Crostaceo Anostraco, il Chirocefalo del Marchesoni. Gli Anostraci sono i crostacei più primitivi e sono importanti costituenti del plancton di acque dolci. Poco distante dal Lago di Pilato si trova la Gola dell’Infernaccio (2), spettacolo della natura formato per erosione dal fiume Tenna. Il percorso attraverso la Gola, tra torrenti limpidi LE MARCHE CON STILE

106

lies longitudinally atop Mount Vettore nestled in a valley. Only well-trained and equipped climbers can reach the Lake since the route is rather demanding until it gets the 1940 metres above sea level. The fastest route is the one of Foce di Montemonaco (EE difficulty), it leads directly to the lake. Stunning scenery within a valley flanked by impressive mountains; however there are no water springs, no shelter in the case of rain or storms. More popular, but fare less panoramic, is the route of Forca di Presta (E difficulty) after 4 km the route gets to the Tito Zilioli shelter, it goes up steadily until the top. It is up to the climber. Curiosity: • A rare species, the Chirocephalus marchesonii , lives here. It is the only place in the world where it has been found in the planet. It was spotted for the first time in 1954 by Vittorio Marchesoni, director of the Botanical Institute of the University of Camerino. Not far from the Pilate Lake, there lies the Gola dell’Infernaccio (2), a gorge carved in the calcareous rocks by the river Tenna. The route goes through the gorge amidst transparent


Montefortino

Lago di Fiastra

Monti Sibillini

e cascate, è facile e adatto anche a bambini. Parte da Rubbiano, nei pressi di Montefortino, e si dirama in due bei sentieri: quello verso la sorgente del fiume Tenna e quello verso l’Eremo di San Leonardo. Nel “versante fiorito” del parco (quello nei pressi di Fiastra) spiccano per il loro valore floristico i Prati di Ragnolo (3). Siano a Pintura di Bolognola. Qui a inizio maggio si possono osservare splendide fioriture di orchidee, liliacee, narcisi ed altri interessanti specie, insieme ad una prospettiva mozzafiato sulla catena appenninica. Un’area meravigliosa anche per le due ruote! Altrettanto spettacolari dal punto di vista paesaggistico sono il Lago di Fiastra (4), ai piedi dell’omonimo borgo, che offre l’opportunità di bagni e relax in riva al lago, gite in barca o volo in parapendio, passeggiate con gli asini e giochi per bambini… …e la Valle del Fiastrone (5), tra il Monte Rotondo e il Pizzo Tre Vescovi. I luoghi più suggestivi della valle sono tre: la grotta dei Frati, le Lame Rosse e le Gole del Fiastrone. Ognuno di questi può essere raggiunto con una escursione distinta. Chi invece ha tempo e fiato può concatenare queste località, partendo dalla diga del Lago di Fiastra oppure da Tribbio. Noi proponiamo la prima ipotesi che ci sembra migliore, sia per il panorama (il lago) sia per la strada (si evitano parecchie buche). Curiosità: • Le Grotte sono chiamate “dei Frati” perché vi si stabilì, intorno all’anno 1.000, una colonia di Benedettini.

springs and water falls. It is easy and accessible to children. It starts in Rubbiano, near Montefortino, and it forks into two trails: the one leading to the soured of the Tenna River and the one towards the Hermitage of San Leonardo. The meadows of the Prati of Ragnolo(3)(ragnolo flowers prairies) stand out on the “flowery side” of the park. In summer we can admire wonderful blooms of orchids, lilies and other interesting species such as fritillaries, narcissuses and alpine asters. Spectacular landscapes are also offered by the valley of the river Fiatrone. Astonishing panoramic views. Going up the river, we get to the Fiastra Lake(4) which lies at the foot of the homonymous village. The lake and its surroundings offer different outdoor activities including excursions, hiking, horse rides, mountain bike rides, hang-gliding, paragliding, rock climbing, ice climbing. Children have also their share with donkey rides and games. ... And the Valley of Fiastrone (5), between Monte Rotondo and Pizzo Tre Vescovi. The most charming places of the valley are three: the Cave of the Friars, the Lame Rosse and the Gorges of the Fiastrone and the Gorges of Fiastrone. Each of these can be reached on separate different excursions. Those who still have time and breath can visit the three places in a row starting from the dam of Lake Fiastra or from Tribbio. Curiosity: • The “Caves of the Friars" gets this name after a colony of Benedictine monks who settled in these caves around the year 1000. THE NATURE

107


ACQUALAGNA

Sorge lungo l’antica via Flaminia, a sud-ovest della gola del Furlo a 35 km da Fano. Sullo sfondo, a nord-est, le ripide pendici dei monti Pietralata e Paganuccio, a sud-ovest, le cime appenniniche del Catria e del Nerone. La zona di Acqualagna è conosciuta non solo per la prelibatezza del tartufo. Ma assai apprezzati dai turisti sono anche i percorsi immersi nella natura, tra insenature mozzafiato e ampie aree boschive. Fra le ripide pareti di calcare dei monti Pietralata e Paganuccio si apre la spettacolare gola del Furlo, attraversata dalle acque del Candigliano. Sul luogo è ancora percorribile la galleria fatta scavare nella roccia da Vespasiano (anno 79 d.C.). La Riserva Naturale Statale Gola del Furlo è stata istituita nel 2001 e copre una superficie di quasi 4 mila ettari. In questa splendida gola calcarea incisa profondamente dal fiume Candigliano, il paesaggio e la morfologia permettono di ricostruire la storia geologica di più di 200 milioni di anni fa: nelle formazioni rocciose del Giurassico e del Cretaceo sono presenti diversi tipi di fossili, di cui i più abbondanti rappresentano ciò che resta di un gruppo di animali ora estinti. La fauna presenta numerose specie di interesse naturalistico come le aquile reali ed il falco pellegrino. L’ambiente boschivo è regno indiscusso del lupo appenninico: specie sociale e territoriale, si muove nel territorio della Riserva a caccia di caprioli, cinghiali, daini, e molto altro. In mezzo a tanta natura, il frutto prelibato della terra, ovvero il tartufo, rende il territorio di Acqualagna famoso in tutto il mondo. Ogni anno, tra la fine di ottobre e metà novembre, ad Acqualagna si svolge la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco. Una manifestazione che richiama migliaia di presenze da tutta Italia e anche dall’estero. LE MARCHE CON STILE

108


It rises along the ancient Via Flaminia, in the southwest of the Furlo Gorge 35 km away from Fano. In the background, to the northeast, the steep slopes of the Pietralata and Paganuccio Mounts, towards the south-west, the Apennine peaks Catria and Nerone. The area of Acqualagna is well-known not only for the production of truffles. Much appreciated by tourists as well, the trails and paths in the surrounding natural areas, among breath-taking scenery and extensive woodland areas. In the steep calcareous walls of the Pietralata and Paganuccio mounts, the spectacular Furlo Gorge opens carrying the waters of the Candigliano River. A tunnel was excavated in the rocks in the year 79 A.D by Emperor Vespasian we can still go through it today. The National Natural Reserve of the Gola of the Furlo was established in 2001. It covers an area of nearly 4000 hectares. In this beautiful limestone gorge carved by the Candigliano River, the landscape and its morphology together with several types of fossils, allow us to reconstruct the geological history of more than 200 million years ago throughout the rock formations of the Jurassic and Cretaceous. The fauna has numerous species of great interest such as the golden eagle and the peregrine falcon. The forest environment is the reign of the Apennine wolf, a social and territorial species which moves within the reserve on the hunt for roe deer, wild boar, fallow deer, and others. Amidst such nature, truffles - the delicious fruit of the earth- have turned the territory of Acqualagna famous all over the world. In Acqualagna, every year, between late October and mid-November, the National White Truffle Fair takes place; an event that attracts thousands of visitors from all over Italy and abroad. THE NATURE

109


SERRAPETRONA Il paese sorge sulla riva destra del torrente Cesolone e racchiude bellezze artistiche e paesaggistiche tutte da scoprire: un borgo a stretto contatto con la natura, tra passeggiate per i vicoli suggestivi ed escursioni in relax lungo le rive e i pendii dei colli circostanti, con il lago di Caccamo che si rivela un luogo ideale per la pesca sportiva, il canottaggio e la canoa. Una visita da non perdere è quella a Palazzo Claudi, sede storica della Fondazione Claudi, istituita a Roma nel 1999 dal medico chirurgo Vittorio Claudi per onorare la memoria del poeta Claudio, suo fratello maggiore, e della pittrice Anna, sua madre. Restaurato nel 2012, insieme a varie esposizioni temporanee e itineranti, ospita “Favole Pittoriche” di Anna Claudi e una ricca mostra permanente con reperti paleontologiciprovenienti da una collezione privata rinvenuta a Serrapetrona nel 2006. Qui, tra gli appuntamenti più attesi, c’è il “Festival d’estate”, una rassegna di musica da camera diretta dal celebre violinista Michele Torresetti, che si svolge la prima settimana di agosto, con l’assegnazione del prestigioso premio di poesia “Le stanze del tempo”. Nell’enogastronomia, famosissima la Vernaccia di Serrapetrona DOCG, vino spumante unico per qualità, caratteristiche e tradizione, apprezzato in Italia e all’estero, insieme al recente Serrapetrona DOC, vino prodotto anch’esso con il vitigno Vernaccia nera. Il suo evento principale, dedicato alla Vernaccia nera, racconta l’antica tradizione di mettere ad appassire le uve per mesi prima di procedere con la lavorazione: oltre alla tradizionale “Sagra della Vernaccia” che ha superato il mezzo secolo di storia e si svolge generalmente la settimana prima del Ferragosto, c’è “Appassimenti Aperti”, dove le varie cantine partecipanti, nella seconda e terza domenica di novembre, svelano al visitatore i segreti di un’eccellenza che ha reso celebre questo gioiello medievale. LE MARCHE CON STILE

110


The town rises up on the right bank of Cesolone creek and contains artistic and natural beauty to be discovered: it is a town in close contact with nature, including walks through the suggestive alleys and relaxing excursions along the shores and slopes of the surrounding hills, with the Caccamo lake that reveals itself as an ideal place for game fishing, rowing and canoeing. A visit not to be missed is that one at Palazzo Claudi, historical home of the Claudi Foundation, established in Rome in 1999 by the surgeon Vittorio Claudi to honor the memory of the poet Claudio, his older brother, and the painter Anna, his mother. Restored in 2012, along with various temporary and traveling exhibitions, it contains " Favole Pittoriche" by Anna Claudi and a rich permanent exhibition with paleontological finds that come from a private collection discovered in Serrapetrona in 2006. Here, among the most awaited events, there is the "Festival d’estate", a festival of chamber music conducted by the famous violinist Michele Torresetti, which takes place on the first week of August, with the assignment of the prestigious poetry award "Le stanze del tempo." In wine and food, is quite famous the Vernaccia of Serrapetrona DOCG, a sparkling wine unique for quality, characteristics and tradition, appreciated both in Italy and abroad, in addition to the new Serrapetrona DOC a wine produced as well with the black Vernaccia vine. Its main event, dedicated to the black Vernaccia, tells the old tradition of putting the grapes to dry up for months before continuing with the processing: in addition to the traditional "Sagra della Vernaccia" that has gone beyond the half-century of history and that generally takes place the week before mid-August, there is "Appassimenti Aperti", where the several participating wineries, in the second and third Sunday of November, reveal to the visitor the secrets of an excellence that has made renowned this medieval jewel. THE NATURE

111


SARNANO

La bellezza e la vivibilità di questo centro di villeggiatura e di sport invernali, hanno fatto meritare a Sarnano la Bandiera Arancione del Touring Club italiano. A Sarnano, tra i colori del cotto, vi aspettano la chiesa di S. Maria di Piazza, il palazzo del Popolo, il palazzo del Podestà, il palazzo dei Priori, le terme di San Giacomo, i campi da sci di Sassotetto e della Maddalena e molto altro ancora. Il comprensorio sciistico è situato nel cuore del parco nazionale dei Monti Sibillini. Durante la stagione invernale è possibile praticare sia lo sci alpino, che lo sci di fondo, lungo percorsi di varia lunghezza e difficoltà. Quando la stagione invernale volge al termine, l’arrivo della primavera lascia scoprire una rete di sentieri agli appassionati dell’escursionismo a piedi, a cavallo o in mountain-bike; ai visitatori più coraggiosi ed amanti del rischio sono dedicate altre attività sportive come l’arrampicata, il volo libero con deltaplano e parapendio. La fortuna di poter disporre di numerose sorgenti naturali di acque minerali di diversa natura, ha determinato le condizioni ottimali perché Sarnano si affermasse anche come Centro Termale, oggi, strutturalmente, forse il più attrezzato dell’intera Regione Marche. Le efficacissime oligominerali delle sorgenti di S. Giacomo e Tre Santi e delle Sulfuree Terro, Sassetto e Borghetti, hanno ampiamente dimostrato di conseguire ottimi risultati nella azione di prevenzione, cura e riabilitazione di molte affezioni sia dell’apparato respiratorio che osseo. Nello Stabilimento Termale, attrezzato con modernissimi impianti, le prestazioni curative vengono effettuate sotto il costante controllo di medici qualificati. LE MARCHE CON STILE

112


The beauty and liveability of this holiday resort and winter sports centre have made it obtain the Bandiera Arancione quality certification, awarded by the ItalianTouring Club. Among other sights, in Sarnano, amidst terracotta colours and shades: the church of Santa Maria di Piazza, the Palazzo del Popolo, the Palazzo del Podesta, the Palazzo dei Priori, the thermal waters of San Giacomo, and the skiing pistes of Sassotetto and Maddalena. The ski area is located in the heart of the National Park of the Sibylline Mounts. During the winter season you can enjoy both downhill skiing, and cross-country skiing along routes of various length and difficulty. When the winter season comes to an end, the arrival of spring allows finding a network of trails for hiking lovers, horseback rides or mountain biking; for more energetic visitors and risk takers there are other sporting activities such as climbing, hang gliding and paragliding. Mineral waters springs of different kinds have determined the optimal conditions for Sarnano’s fate as a Thermal Centre. Nowadays, it is one of the best equipped centres of the whole region.The very effective properties of the mineral springs of San Giacomo and Tre Santi, the sulphurous waters of Terro, Sassetto and Boghetti have largely proven to achieve excellent results in the prevention, treatment and rehabilitation of many diseases of the bones and respiratory system. At the Spas, cutting-edge technologies are applied and modern systems of the curative treatments are carried out under the constant supervision of qualified doctors.

THE NATURE

113


ACQUASANTA TERME Comune nell’area di Ascoli Piceno, si trova lungo la via Salaria, strada consolare del sale che collega Ascoli Piceno a Roma, dove il torrente Garrafo confluisce nel Tronto. La località, inserita nel parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, è immersa nel verde, tra le colline e le montagne dei Monti Sibillini: gli amanti delle escursioni possono trovare ristoro tra i suoi boschi di castagni, abeti, faggi e querce. Dalle frazioni Pito, Pozza e Umito, nel parco della Laga, si possono raggiungere le cascate della Volpara, Prata e Forcella, e la Macera della Morte. Conosciuta sin dal tempo dei Romani per le sue preziose acque termali, ancora oggi propone un ricco pacchetto di trattamenti (fangoterapia, centro benessere, centro estetico, piscina solfurea, ecc.). Il territorio, inoltre, è caratterizzato da importanti bacini estrattivi di travertino. Tra i monumenti di rilievo, l’affascinate Castel di Luco, una fortezza a pianta ellittica edificata nel XIV secolo, eretta sul bordo di uno sperone roccioso. Dell’epoca romana, la testimonianza più imponente è il ponte sul Garrafo, primo ponte in pietra della Salaria, a una sola arcata a tutto sesto che sorregge ancora un ponte sovrapposto nell’Ottocento. Nella frazione Ponte d’Arli si possono ammirare i muraglioni romani di sostegno della Salaria del periodo augusteo e il cinquecentesco Ponte Vecchio, singolare connubio tra architettura civile e ambiente naturale, con un mulino ad acqua del XVII secolo. Tra le feste tradizionali, il Carnevale storico del Piceno che fa tappa nelle frazioni di Pozza e Umito; in estate, il simposio di scultura “Le forme del travertino”; il 10 agosto, la festa di San Lorenzo, con la rievocazione storica in costume e la cena medievale nella piazza di Paggese; la festa d’autunno, una coloratissima mostra-mercato dei prodotti del bosco con mostre fotografiche e spettacoli a tema (terza domenica di ottobre); e, nel periodo natalizio, i presepi artigianali del piccolo borgo di Quintodecimo. LE MARCHE CON STILE

114


This is a town in the province of Ascoli Piceno, it is located by the antique Roman road Via Salaria, the antique “route of the salt” which connects Ascoli Piceno to Rome, where the waters of the Garrafo River meet the waters of the Tronto. The town is nestled in the National Park of the Gran Sasso and the Laga Mountains. It is surrounded by greenery, hills and the Sibylline Mountains. Hikers can find sanctuary among his chestnut, fir, beech and oak woods. From the villages of Pito, Pozza and Umito in the park of the Laga, visitors can reach the waterfalls of Volpara, Prata and Forcella, and the Macera della Morte. This area was already popular at the times of the Romans for its thermal waters. Nowadays the offer has changed into richer treatment options including mud therapy, spa, beauty centre, sulphurous water pools, etc. This area also characterizes for its major travertine extraction basins. Among the not to be missed sights of Acquasanta we can mention the charming Castel di Luco, a fortress with elliptical form of the XIV century, built on the edge of a rocky outcrop. The most impressive evidence of past Roman times is the bridge over the Garrafo River, the first stone bridge of the Roman salt route called the Salaria. It was built as one round arch that still supports a stacked-upon bridge of the XIX century. In the village of Ponte d’Arli, the Roman supporting walls of the Via Salaria can still be seen. They belong to the times of Emperor Augustus (23 September 63 BC – 19 August 14 AD). Also, the Ponte Vecchio (the Old Bridge), it is a stunning blend between natural and civil environment architecture, with a water mill of the XII century. Among the traditional festivals: the historic Carnival of the Piceno in the villages of Pozza and Umito; in summer, we enjoy the sculpture symposium “Travertine forms”; on August 10, the feast of San Lorenzo, (a night of falling stars in central western Italy) with historical re-enactment and the medieval dinner at the Piazza Paggese; also, the Fall Festival, a colourful exhibition market of products from the forest, which includes photographic exhibitions and theme shows (third Sunday in October); and, over Christmas , the craft Nativity scenes from the small village called Quintodecimo. THE NATURE

115


800 228800 www.lestanzesegretedivittoriosgarbi.it


THE FAITH

“La fede è la risposta a una Parola che interpella

personalmente, a un Tu che ci chiama per nome.”

“Faith is our response to a Word which engages us personally, to a “You” who calls us by name”.  (Papa Francesco)


THE FAITH

M

editazione, benessere spirituale e meravigliose abbazie. Le Marche sono terra di antica cultura religiosa. Molte architetture religiose, abbazie e monasteri sono visibili e perfettamente conservate. Le motivazioni storiche del proliferare degli edifici religiosi nelle Marche risalgono alla caduta dell’Impero romano quando la regione fu dominata dall’Esarcato bizantino a nord di Ancona e dai Longobardi del ducato di Spoleto, divenendo in seguito terra di contesa tra l’Impero e lo Stato della Chiesa, finché quest’ultima ne divenne unica titolare. Tra i molti primati che le Marche detengono va annoverato anche quello di essere state tra le prime aree geografiche della penisola ad aver accolto il fenomeno del Monachesimo. Questo movimento, nato in Oriente nel III sec. d.C., si diffuse in Occidente già nel VI sec. grazie alla carismatica personalità di S. Benedetto da Norcia. La Regola del santo è stata la prima vera costituzione scritta del Monachesimo, basata sulla dignità del lavoro e sulla santità della preghiera. Questo insieme di dettami ha rappresentato l’avvio di un nuovo modello di vita che ha avuto un enorme diffusione in Europa ed ha costituito uno dei pilastri nel processo di formazione della ci-

LE MARCHE CON STILE

118

M

editation, spiritual wellbeing and wonderful abbeys; Marche is a land of antique religious culture. Many perfectly well-preserved religious constructions, abbeys and monasteries, can be visited in the region. The historical reasons for the many religious buildings go back to the fall of the Roman Empire when the region was dominated by the Byzantine Exarchate in the north of Ancona, and by the Lombard people from the dukedom of Spoleto. At those times the region became a contested area between the Empire and the State of the Church, until eventually the latter remained in power. Among the various leading roles of Marche, it is worth mentioning the phenomenon of Monasticism. It was one of the first areas of the peninsula where this movement started. Originally, Monasticism had been born in III century A.C. and reached the West in the VI century thanks to the charismatic personality of St. Benedetto from Norcia. The Rule of the Saint was the first written constitution of Monasticism and it was based on the dignity of work and the sanctity of pray. This set of rules meant the launch of a new life model which was later largely spread all around Europe and which constituted one of the pillars of the educational and cultural processes of


Particolare, Loreto

viltà occidentale. Agevolate dall’accessibilità dei percorsi vallivi dal Foglia al Tronto, già fin dal VII e VIII secolo, le Marche si popolarono di cenobi e monasteri, collocati soprattutto lungo le vie percorse dai primi romei, i pellegrini che andavano a Roma. Una decisiva spinta alla propagazione del movimento viene impressa dall’edificazione di numerose abbazie. Queste strutture erano dei veri e propri baluardi di fede e di religiosità, che diedero origine al tempo stesso a cellule aggregative ed economicamente organizzate, connotate da forti contenuti sociali e culturali all’interno del lento e complesso processo di formazione della società medioevale. I monasteri e le abbazie sorsero soprattutto lungo le principali vie di comunicazione romane come la Via Flaminia e la Via Salaria, lungo le valli fluviali che dall’Adriatico risalgono verso l’Appennino come le valli dei fiumi Esino, Potenza, Chienti e Metauro. Oltre alla via Flaminia, l’altro asse viario importante era la Via Lauretana e le sue varianti: dalla Santa Casa di Loreto, meta di pellegrinaggi già dal XV secolo, si continuava l’itinerario romanico lungo la Valle del Chienti, fino alla Basilica di S. Nicola da Tolentino e al cinquecentesco Santuario di Macereto, circondato dalle splendide altezze dei Monti Sibillini.

western civilization. The itineraries enjoy easy accessibility throughout the valleys of the Foglia and the Tronto rivers. The first Monasteries and Convents in the region Marche go back to the VII and VIII centuries. Then many more were built along the paths the romei pilgrims took to go to Rome. The construction of monasteries and convents was a way to foster the religious movement. These buildings constituted real bastions of faith and religion which gave origin to social and economic organized cells which, in turn, were the base of more complex processes leading to the development of the medieval society. Monasteries and abbeys were built mainly along the antique Roman communication roads such as Via Flaminia and Via Salaria along the valleys of the rivers which go down from the Apennines to the shores such as the rivers Esino, Potenza, Chienti and Metauro. Apart from the Via Flaminia, the other important Roman road axis was the Via Lauretana and its other connexions: from the Holy House of Loreto – a Marian shrine since the XV century, the pilgrims’ itinerary continued along the valley of the the Chienti river towards the Basilica of St. Nicola from Tolentino and the Macereto Shrine, a religious corner belonging to the VI century and surrounded by the stunning heights of the Sibylline Mounts. THE FAITH

119


ARE

EM

ICC

GAB

ARO PES

GRADARA TAVULLIA

MONTEGRIMANO TERME

MACERATA FELTRIA

LLIA

IGA

MONDOLFO

SALTARA

URBINO

MA

SAN COSTANZO

CARTOCETO

SASSOCORVARO

FRONTINO

TA ROT

MOMBAROCCIO

PIETRARUBBIA CARPEGNA

O FAN

MONTELABBATE

TAVOLETO

SEN

PIANDIMELETO SANT’ANGELO IN VADO

PEGLIO

BORGO PACE

MONDAVIO

FOSSOMBRONE

FERMIGNANO

CORINALDO

FRATTE ROSA

MERCATELLO SUL METAURO

URBANIA APECCHIO

PIOBBICO

ACQUALAGNA

OSTRA

SAN LORENZO IN CAMPO

SERRA S.ABBONDIO

MAIOLATI SPONTINI

ARCEVIA

MONTEROBERTO CUPRAMONTANA

SERRA S. QUIRICO

GENGA

(Fabriano)

LEGENDA / KEY

CA

PIORACO

Muccia

ASSISI

SERRAVALLE DI CHIENTI

ABBAZIE, EREMI E MONASTERI ABBEYS, HERMITAGES AND MONASTERIES

SANTUARI

SANCTUARIES

ROMA

COLFIORITO

SPELLO

Bavareto

PIEVETORINA

CO

Abba

TOLENTINO URBISAGLIA CALDAROLA

Pievefavera

Pontelatrave

SFORZACOSTA

Camporotondo

SAN GINESIO Cessapalombo

PIEVEBOVIGLIANA

SARNANO

ACQUACANINA

AMANDOLA

MO

COMUNANZA MONTEFORTINO

PALMIANO VENARO

MONTEMONACO

ITINERARIO DELLA VIA LAURETANA

CITTÀ UNESCO

SECONDO ITINERARIO DELLA VIA LAURETANA

CENTRO IAT

CAMMINO FRANCESCANO DELLA MARCA

PUNTO IAT

LOCALITÀ DI INTERESSE STORICO COLLEGATE AL PELLEGRINAGGIO

INFO POINT

ZO

VISSO

MUSEI SISTINI DEDICATI AL PAPA SISTO V

TOURIST INFORMATION CENTRE

AR

PALE

CATHEDRALS

UNESCO CITY

OL

LF OR CA TE CC AM O RA

AR

Foligno

CATTEDRALI E DUOMI

SISTINE MUSEUMS DEDICATED TO POPE SIXTUS V

BE

VA LC IM

MP

Pollenza PASSO DI POLLENZA

GAGLIOLE

CAMERINO

ECCLESIASTICAL MUSEUMS

MACERATA

SAN SEVERINO MARCHE

CERRETO D’ESI

FIUMINATA

MUSEI ECCLESIASTICI

VILLA POTENZA

TREIA

Castelraimondo

FRANCISCAN PLACES

SAMBUCHETO

CINGOLI

MATELICA

I LUOGHI DI SAN FRANCESCO

FILOTTRANO

APPIGNANO MONTECASSIA

APIRO

FABRIANO

VALLEREMITA

OSIM

STAFFOLO

SASSOFERRATO

THE FAITH

CAMER

JESI

POGGIO S. MARCELLO CASTELPLANIO

FRONTONE

CANTIANO

MONSANO

BELVEDERE OSTRENSE

SERRA DE CONTI

PERGOLA

CAGLI

CHIARAVALLE

OSTRA VETERE

ITINERARY ALONG THE LAURETANA ROUTE www.camminilauretani.eu SECOND ITINERARY ALONG THE LAURETANA ROUTE FRANCISCAN ROUTES OF THE “MARCA” www.camminofrancescanodellamarca.it

HISTORICAL PLACES LINKED TO PILGRIMAGE

ACQUASANTA T


DON’T MISS...

SINAGOGA DI PESARO

EREMO DI FONTE AVELLANA

A

ON ANC

OVO

SANTA CASA DI LORETO

TON POR

OLO SIR NA MA U N

AMERANO

OSIMO

I

NAT

ECA

R TO POR

LORETO

ENA O PIC ORTENZA P E POTENZA RCH POT PICENA MA VA O N MONTELUPONE ITA CIV RECANATI

CASSIANO

ETO Madonna del Ponte

CORRIDONIA

O RM IO I FE OD ORG LID . GI S O T R PO

SANT’ELPIDIO A MARE

COSTA

Abbadia di Fiastra

FERMO

MOGLIANO

LIA

OLA

MONTERUBBIANO

MONTE GIBERTO PETRITOLI SANTA VITTORIA IN MATENANO MONTALTO MARCHE MONTEDINOVE FORCE ROTELLA

RIPATRANSONE

COSSIGNANO

CASTIGNANO

OFFIDA SPINETOLI

MIANO ENAROTTA

NTA TERME

ASCOLI PICENO

I

POF

CAM

MONTEFIORE DELL’ASO

TEMPIO DEL VALADIER

ASO PED LONE

ALTIDONA

o

IDIO

’ELP

T SAN TO POR

MONTECOSARO

C

A UPR

ACQUAVIVA PICENA

A

TIM

RIT

MA

RE

MA

M TTA GRO

TO

T EDE BEN NTO SANL TRO E D

MONTEPRANDONE MONSAMPOLO DEL TRONTO

SANTUARIO DI MACERETO


Moie

Arcevia

SS 76

Osimo

Fonte Avellana Sassoferrato

Cupramontana

Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di ...

Filotrano

Cingoli

A14

Recanati

Appignano

Porto Potenza Picena

Fabriano Cerreto D’Esi

4

Loreto Montefano

SS 16

Elcito

Treia

3

Macerata

SS256

SS 77

Matelica SS256

Montegranaro Tolentino

Castelraimondo

2

S. Claudio al Chienti Corridonia

SS 77

San Severino Marche

Urbisaglia Porto San Giorgio

Belforte Del Chienti Camerino

A14

1

Fermo

Caldarola

Montegiorgio

SS 16

Grottazolina

SS256

Muccia

Pedaso

Servigliano

Gualdo

SS 16

Fiastra

Sarnano

Cupra Marittima

Montelparo Amandola Visso

Ripatransone

Comunanza

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Castelsantangelo sul Nera

Montefalcone Appennino Offida

Grottammare

San Bendetto del Tronto

Montemonaco SS4

Venarotta Montegallo

Ascoli Piceno SS81

Sant Egidio Foignano alla Vibrata

Nereto

Itinerary SULLA VIA LAURETANA Along the Via Lauretana

C

’è un lunghissimo cammino della fede che da Roma arriva alla Santa Casa di Loreto, e che sin dal Medioevo è strada battuta da pellegrini da ogni parte d’Europa. È un tragitto ancora oggi percorribile. Partendo da Roma, il percorso inizialmente coincide con la Via Flaminia, toccando borghi come Civita Castellana, Narni, Spoleto e Foligno. Da qui, il percorso si separa e, attraverso il valico di Colfiorito (lungo la moderna SS77), piega verso le Marche e si immerge in scenari unici per giungere a Loreto. Ecco a voi le migliori tappe. Passato Colfiorito, la prima interessante tappa LE MARCHE CON STILE

122

T

Martinsicuro Villa Rosa

SS4

here is a long journey of faith which takes place from Rome to the Holy House of Loreto, and which, since the Middle Ages, has been walked by pilgrims from all over Europe and the whole world itself. It is still a viable way today. Starting from Rome, the initial route coincides with the Via Flaminia, reaching towns such as Civita Castellana, Narni, Spoleto and Foligno. From here, the route forks and, one of alternatives goes through the pass of Colfiorito (along the modern trunk road SS77), and turns to Marche and amidst unique scenery reaches Loreto. These are the different legs. Going past Colfiorito, near Visso, in the inlands

Alba Adriatica Tortoreto Lido


si trova vicino a Visso, sui Monti Sibillini, ed è il Santuario di Macereto (1). Situato a 1000 metri s.l.m., è uno straordinario esempio di architettura rinascimentale, realizzato su progetto di Bramante. Una bella cinta porticata offre acqua e riparo al viandante. All’interno c’è una piccola riproduzione della S. Casa di Loreto e una incisione che ricorda il miracolo all’origine dell’edificazione della chiesa. Curiosità: • Nel convento si può dormire con sacchi a pelo, chiedete alla parrocchia. Proseguendo verso Tolentino, la Basilica di San Nicola (2) è uno dei santuari più importanti dell’Italia centrale. S. Nicola da Tolentino (1245-1305) fu frate agostiniano, taumaturgo e grande predicatore: la basilica gli venne consacrata nel 1465. Di particolare pregio è il Cappellone, i cui affreschi di scuola giottesca rappresentano la più alta espressione della pittura del Trecento nelle Marche. Chicche: • Ben 400 tavolette ex-voto nel museo del santuario raffigurano i miracoli e le grazie ricevute dal Santo. • Un presepe permanente è esposto nei sotterranei. Sempre a Tolentino, l’Abbazia di Santa Maria di Chiaravalle di Fiastra (2) è uno dei più pregevoli, meglio conservati e ancora attivi monumenti cistercensi in Italia. L’interno ha caratteristici pilastri cruciformi coronati

Santuario di Macereto

of Macerata, we find the stunning Sanctuary of Macereto(1),1000 m above sea level, it is an extraordinary example of Renaissance architecture in Marche. The building is constructed on a Greek cross plan ( Bramante). The four arms end in apses which are flanked by niches. A beautiful enclosing wall with porticoes offers water and shelter to passers-by. Curiosity: • It is possible to stay the night in sleeping bags which are offered by the monastery. Then, there is the town of Tolentino, and St. Nicola Basilica(2). It is one of the most important sanctuaries of central Italy. The great preacher, St Nicola from Tolentino, (1245-1305) was an Augustinian friar who also worked miracles. The Basilica was consecrated to him in 1465. It has a rectangular central nave with a polygonal apse. The chapel is particularly precious because of its frescoes by Pietro, Giuliano and Baronzio (XIVc.) Attractions: • There are 400 ex-voto wooden boards depicting the miracles of the Saint. • A permanent Nativity is in the underground rooms. Also in Tolentino, there is the abbey called Santa Maria di Chiaravalle from Fiastra(2). It is one of the most precious and best preserved constructions in the Cistercian Italian architecture: the most perfected evidence of this monastic order in Marche. The church has three naves. The central nave is particularly high, and has ogive

Basilica San Nicola, Tolentino THE FAITH

123


Abazia San Claudio, Corridonia

da capitelli romanici, scolpiti dai cistercensi stessi. Inserito all’interno di una bellissima riserva, il luogo emana pace e serenità e attira tantissimi visitatori. Utilità: • Un’area camper, una foresteria e agriturismi nei dintorni offrono ristoro. Solo 16 km e siamo a Corridonia, all’Abbazia di San Claudio (3), splendida architettura romanica, di origini antichissime, secondo alcuni carolinge. Particolarità dell’edificio è la presenza di due chiese sovrapposte, inserite tra due torri-absidi circolari e collegate sulla facciata da una scala esterna. Attraversando Macerata si giunge finalmente a Loreto, alla Santa Casa di Nazareth (4). Si tratta di una reliquia unica al mondo, la casa dove, per i cristiani, la Vergine Maria nacque, visse e ricevette l’annuncio della nascita di Gesù. Secondo tradizione, nel 1291, i musulmani cacciarono definitivamente i crociati da Gerusalemme per riconquistare Nazareth. Qui un gruppo di angeli (o forse la nobile famiglia Angeli coi crociati) prese la casa e la portò in volo fino a Loreto. Studi confermano la provenienza dalla Palestina, sia per lo stile architettonico sia per l’uso di materiali sconosciuti nelle Marche. Da secoli pellegrini da tutto il mondo giungono a pregare la statua della Madonna Nera. Curiosità: • Nel Quattrocento, a difesa della preziosa Casa, Loreto fu fortificata e prese l’aspetto di un santuario-fortezza, con bastioni e camminamenti di ronda oggi visitabili. LE MARCHE CON STILE

124

Loreto

arches and cruciform pillars with Romanic capitals which were sculptured by the Cistercians themselves. Amidst incredible tranquil greenery, the place oozes peace and calmness. To bear in mind: • There is motorhome area and other agro-tourist centres offering accommodation and meals. 16 km from here, in Corridonia, there lays most ancient Abbey of San Claudio(3), one of the most important examples of the Romanic architecture in Marche. Its most peculiar feature is the construction of its two churches, one on top of the other. The base is square and it is flanked by semi-circular apses. There has been very serious research regarding the strange construction of these two churches. Going through the province of Macerata, there is Loreto and the Holy House of Nazareth(4), for Christians this was the home where Mary was born, lived and where the Annunciation took place. As history tells, in 1291, the Muslims expelled Christians from Jerusalem and tried to re-conquer Nazareth. The legend tells that a group of angels carried away the house with themselves to Loreto. The scientific research carried out on the house has confirmed that not only the building materials, but also the architectural style belong to Palestine. Thousands of pilgrims from all over the world reach the Madonna Nera (the Black Madonna) to offer her their pray at the Basilica. Curiosity: • In the XV, for defensive reasons, the Holy House was fortified; the construction took a sanctuary-fortification aspect.


Riccione Cattolia

Pesaro SS 16

Fano SS 16

1

SS 73bis

SS 73bis

A14

Urbino SS 73bis

Senigallia Monte Porzio Mondavio

SS 73bis

Urbania

Corinaldo

Furlo

A14

Falconara Marittima Chiaravalle

Ostra

Ancona

Pergola

Cagli

Jesi

A14

Sirolo

2 3

SS 76

Cantiano Fonte Avellana

Loreto

Genga

Porto Recanati A14

Fabriano

5 SS 16

Civitanova Marche

Macerata SS 77

Matelica

4

Porto Sant’Elpidio

SS 77

A14

Castelraimondo

Porto San Giorgio

Mogliano Camerino

6

Itinerary TOUR DELLE FESTE RELIGIOSE Religious celebration tour

A

ccanto alla silenziosa e meditativa preghiera in monasteri, abbazie e santuari, da secoli la cristianità marchigiana trova espressione anche nel clamore popolare, con tantissime manifestazioni di folklore e religiosità. Ecco alcune delle più significative. In un minuscolo paesino dell’entroterra pesarese, la Turba di Cantiano (1) si celebra ogni Venerdì Santo, quando la cittadinanza tutta prende appassionatamente parte ad una rappresentazione teatrale itinerante della Passione di Cristo. Le origini affondano nel XIII secolo, quando la “turba” (ossia la massa di-

Together with meditation and silent prayer, it is possible to attend folklore re-enactments and religious celebrations everywhere: there are different ways Christians have found to express themselves religiously, praying silently and meditating in isolation is only one of them. There have always been louder forms of expression in this sense: In Cantiano, a tiny medieval village in the north of Marche, the Turba di Cantiano(1) (The Mob from Cantiano) has been celebrated since the XIII century on Holy Fridays, to remember the Passion of Christ. Originally, the crowd walks along the streets praying for a better quality of life, a life with no hunger, no THE FAITH

125


Turba di Cantiano

sordinata del volgo, la popolazione in strada) invocava la santa intercessione di Dio e della Madonna per porre fine a una vita di miseria, guerre e carestie. Risalendo la valle del Cesano e lasciate alle spalle le colline di Pergola e Sassoferrato, a Serra Sant’Abbondio, immerso in una natura silenziosa e incontaminata ai piedi del Monte Catria, sorge il camaldolese Eremo di Fonte Avellana (2). Nota oasi per ritiri spirituali, dove anche Dante soggiornò, in estate l’anima si sublima con concerti di violino e pianoforte. Chicche: • Stupendo lo scriptorium del XIII secolo, intatto laboratorio dei monaci amanuensi. Scendendo nell’Anconetano, un altro importante evento della cristianità, quello della Natività di Gesù, trova grandiosa espressione nel Presepe Vivente di Genga (3). È per estensione il più grande al mondo: il suo allestimento copre una superficie di ben 30.000 metri quadri all’interno della grotta naturale dove trova dimora anche il bellissimo Tempio del Valadier. Un’atmosfera sorprendente, che mai come altri presenti ti fa sentire LE MARCHE CON STILE

126

war, no hardships; a better life with the mercy from God to live in peace and brotherhood was what people have prayed for ever since the Middle Ages in Cantiano. Going up the valley of the Cesano river and leaving behind the hills of Pergola and Sassoferrato, we reach Mount Catria. There, the impressive complex of the Camaldolese abbey of Santa Croce (XI century), mentioned by Dante Alighieri in the XXI Canto of Paradise. The hermitage of Fonte Avellana(2) or the Venerable Hermitage of the Holy Cross, is a complex which consists of a large square leading to a church. Atractions: • The cloister and the scriptorium date back to the XIII century. In the inlands of the province of Ancona, the Living Nativity of the city of Genga(3) is for its extension the largest in the world. It is carried out upon a surface of 30.000 sq. m. inside the natural caves of the Sanctuary of Frasassi where the beautiful Temple of Valadier is. Also, the Hermitage of Infra Saxa, carved into the walls of the cave. The idea of a Living Nativity inside the caves came up in


Presepe vivente, Genga

Bara de Notte, Porto Recanati

Infiorata, Castelraimondo

parte della Natività! Nel maceratese, la cittadina di Castelraimondo (4) ogni giugno celebra la festività del Corpus Domini con la tradizione dell’Infiorata. Documenti storici attestano già sin dal 1500 il grande culto per il Santissimo Sacramento, attraverso la citazione di numerose confraternite, che nel corso dei secoli, con riti e processioni, onorano il corpo e sangue di Cristo. Infine, segnaliamo altre due località sede di peculiari celebrazioni del Venerdì Santo e dei giorni antecedenti la Pasqua. La prima è Porto Recanati dove, dal 1713, data in cui nacque la Confraternita del Cristo Morto, si celebra la ‘Bara de Notte’ (5). Un feretro, in legno e tela, viene allestito ogni anno in quattro giorni, dal Lunedì al Giovedì Santo, per essere poi smantellato alla fine delle celebrazioni. La seconda è Mogliano con la Passione di Cristo (6). Le piazze e le vie del borgo si trasformano in scenografie e in atti che fanno rivivere le ultime ore della vita di Gesù.

1981. Local people, have been organizing this religious event ever since. In the province of Macerata, the town of Castelraimondo(4) has celebrated Corpus Christi with the traditional festivity of the Infiorata. Historical documents prove that this big religious celebration of the sacrament, honouring the body and blood of Christ, has been taking place since the year 1500 in Castelraimondo. Holy Friday has been celebrated with a very particular procession in Porto Recanati ever since 1713. The “Night Coffin”(5). A coffin made of fabric and wood is prepared during the four weekdays before Holy Friday. At the end of the celebrations this coffin is disassembled. In the South, in the inlands of the Region, in the town of Mogliano, there are processions to commemorate The Passion of Christ(6). The squares and the streets of Mogliano light up to experience the processions of Holy Friday.

THE FAITH

127


CORINALDO

Nell’entroterra di Senigallia, nell’Anconetano, sorge sopra un colle sulla riva sinistra del fiume Nevola. Dal 2007 è inserita tra i Borghi più belli d’Italia, è Bandiera Arancione nonché Destinazione Turistica d’Eccellenza Europea”. Venne ricostruita ex novo nel 1367, dopo l’autorizzazione concessa da papa Urbano V, con l’attuale cinta muraria, nella quale figurano elementi fortificativi attribuiti al genio del architetto militare senese Francesco Di Giorgio Martini. Fra i più pregevoli edifici di architettura religiosa, spiccano la barocca chiesa dell’Addolorata; il santuario di Santa Maria Goretti che conserva una reliquia (l’ulna) del personaggio più famoso che ebbe i suoi natali a Corinaldo, Maria Goretti; la chiesa del Suffragio e quella seicentesca di San Francesco; e, poco lontano dal borgo, la chiesa di Madonna del Piano, nella località omonima, la più antica testimonianza di architettura religiosa del paese. Molto interessante la visita alla “sala del costume e delle tradizioni popolari” che conserva maestosi abiti realizzati ogni anno dalle sartorie dell’associazione “Pozzo della Polenta”, in occasione della contesa del Pozzo della Polenta, che si tiene il terzo fine settimana di luglio: si tratta della più antica rievocazione storica nell’area di Ancona e fa rivivere la vittoria riportata dai corinaldesi nel 1517 contro l’esercito dello spodestato Duca di Urbino Francesco Maria I della Rovere che, per venti giorni, aveva assediato il borgo senza successo. In estate, c’è la raffinata rassegna Corinaldo Jazz, mentre dal fine settimana precedente fino al giorno di Halloween (31 ottobre), la festa delle streghe è tra le manifestazioni più pittoresche delle Marche, con il paese che si trasforma in “stile horror” per l’evento.

LE MARCHE CON STILE

128


Corinaldo is a multi-awarded medieval town located in the inlands of the Province of Ancona. It is nestled atop a hill on the banks of the Nevola River. In 2007 Corinaldo was certified as “One of the Most Beautiful Villages in Italy”. It also has the Bandiera Arancione quality certification. Moreover, Corinaldo has also been acknowledged as European Destination of Excellence. The city was completely rebuilt in 1367 with the authorization granted by Pope Urban V. Those were medieval times and villages were protected with defensive walls interested with other fortified constructions: a magnificent work by the military architect Giorgio Martini. Among the most valuable buildings of religious architecture, the baroque Church of the Addolorata stands out ; also, the sanctuary of Santa Maria Goretti, which houses the relics of Maria Goretti, a girl who was born in Corinaldo and who was murdered in the hands of her aggressor when she was trying to avoid being raped. Besides, the Church of Suffrage and Church of St. Francis (XVIIc.); and, not far from the village, the Church of the Madonna del Piano (flat land), located in the town having the same name, the oldest evidence of religious architecture in the area. The Room of Typical Costumes and Traditions houses the majestic outfits designed and sewed every year by the Association of Tailors for the ancient local contest festivity called “Pozzo della Polenta” (the well of cornmeal mush). The festivity is held the third week of July every year. It is the oldest historical re-enactment in the province of Ancona and it represents the victory of the Corinaldese people in 1517 against the army of the Duke of Urbino: Francesco Maria I della Rovere who, for twenty days, had besieged the village without success. In summer, the Corinaldo Jazz festival takes place. In October, young people and tourists from different parts of the region get to Corinaldo to celebrate Halloween. This event, here in Corinaldo, has turned into one of the most popular celebrations in Marche. THE FAITH

129


OSIMO

Arroccata su un colle vicino al Monte Conero, è immersa nella campagna. La struttura urbanistica ricorda l’impronta d’un gigantesco piede sinistro, come a simboleggiare le tracce che hanno lasciato qui popolazioni antichissime: dai Piceni ai Greco-Siculi, dai Celti ai Romani. Proprio questi ultimi, dal III secolo a.C., vi fondarono una colonia, dotata di mura possenti (174-175 a.C.). Tra i monumenti e gli edifici religiosi di maggiore rilievo, il Duomo di San Leopardo, del VIII secolo e più volte rimaneggiato; il santuario di San Giuseppe da Copertino, con le spoglie del santo, patrono della città e protettore degli studenti, che morì a Osimo nel 1663; la chiesa di San Nicolò, costruita nel XII secolo; la chiesa di San Marco, con la pala d’altare della Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina da Siena del Guercino. A Campocavallo, il santuario della Madonna di Campocavallo è dedicato alla Vergine Addolorata dopo il prodigio del 1892: secondo diversi testimoni, nel giorno del Corpus Domini, pianse il quadro che la raffigura, e il giorno seguente, per dieci anni consecutivi, la Vergine ritratta mosse gli occhi. Misterioso e affascinante il sottosuolo, percorso da una fitta rete di “grotte”: tra gallerie, cunicoli, si possono ammirare bassorilievi religiosi e simboli dei cavalieri Templari e del sovrano militare ordine di Malta. Tra gli eventi di rilevo la fiera di San Giuseppe da Copertino (settembre) e la festa del Covo in località Campocavallo (agosto).
 Quest’anno, dal 18 marzo al 30 ottobre, a Palazzo Campana sono esposte, per la prima volta in Italia, oltre 100 opere della collezione Cavallini-Sgarbi, nella mostra “ Lotto, Artemisia, Guercino: le stanze segrete di Vittorio Sgarbi”, curata dal famoso critico d’arte.

LE MARCHE CON STILE

130


Nestled atop a hill near the Conero Mount, Osimo is immersed in the countryside. The urban structure resembles the footprint of a giant left foot, as if to symbolize the traces they have left here very ancient populations: from Piceni to Greek-Sicilians, from Celts to Romans. The Romans founded a colony here with its massive walls (174-175 BC). Among the monuments and the most important religious buildings: the Cathedral of San Leopardo (VIIIc.) remodelled several times throughout the years; the shrine of San Giuseppe da Copertino (with the remains of the saint) patron saint and protector of the students who died in Osimo in 1663; also, the Church of St. Nicholas (XIIc.); the Church of San Marco, with the altarpiece by Guercino with his work: the Madonna of the Rosary with St. Dominic and St. Catherine of Siena. In Campocavallo, the shrine of Our Madonna of Campocavallo was dedicated to the Vergine Addolorata to commemorate the prodigy in 1892 on the day of Corpus Christi. According to several witnesses, the Virgin of the painting cried; 0n the following day, the same happened, and for ten consecutive years, the Virgin portrayed in the painting moved her eyes. A mysterious and fascinating dense network of “caves” including galleries, tunnels lies underground in Osimo. Here, visitors can admire religious bas-reliefs and symbols of the Knights Templar and the Sovereign Military Order of Malta. Among the most relevant events in Osimo: the Fair of St. Joseph from Copertino (September) and the Celebration of the Covo in Campocavallo (August). This year, from March 18 to October 30, for the first time in Italy, more than 100 works of the Cavallini-Sgarbi collection will be exhibited at the Palazzo Campana. The exhibition: “Lotto, Artemisia, Guercino: the secret rooms of Vittorio Sgarbi” will be curated by the renowned Italian art critic, Vittorio Sgarbi. THE FAITH

131


LORETO Deve la sua fama al santuario, per secoli e ancora oggi, uno dei luoghi di pellegrinaggio tra i più importanti e visitati del mondo cattolico.
La città è circondata da una cinta muraria eretta dal XIV secolo come difesa, soprattutto dalle incursioni turche: lo stesso Duomo è anche una fortezza, con camminamenti di ronda, torrioni, corpi di guardia e sistemi difensivi piombanti. La città si è sviluppata intorno alla Basilica che contiene la Santa Casa di Nazaret dove, secondo la tradizione, Maria è nata e vissuta, e dove ha ricevuto l’annuncio della nascita miracolosa di Gesù. Il 10 dicembre 1294, la preziosa reliquia fu portata in Italia dopo la caduta del regno dei crociati in Terra Santa: studi recenti, al di là degli elementi leggendari, attestano l’autenticità della Santa Casa. La Basilica è stata elevata fino al tamburo da Giuliano da Maiano e voltata nella calotta da Giuliano da Sangallo. Tra il 1610 e il 1615 fu affrescata dal Pomarancio. Deperiti quegli affreschi, la cupola fu nuovamente dipinta da Cesare Maccari tra il 1895 e il 1907. L’edificio è stato completato con la costruzione del campanile ad opera del Vanvitelli. Il lato nord est di piazza della Madonna è chiuso dal Palazzo Apostolico che ospita il museo dell’Antico Tesoro del santuario: fra le sue opere d’arte, pregevoli tele di Lorenzo Lotto, una splendida collezione di ceramiche rinascimentali e arazzi raffaelleschi. Tra le manifestazioni più significative bisogna ricordare il pellegrinaggio Macerata-Loreto che si tiene nella notte del secondo sabato di Giugno e conta oltre centomila presenze.
Dal 3 settembre 2016 al 8 gennaio 2017, al museo Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto, da visitare la mostra “Santa Maria Maddalena. Tra peccato e penitenza. Da Duccio a Canova”, a cura di Vittorio Sgarbi.

LE MARCHE CON STILE

132


Loreto owes its fame to its sanctuary; it has been a catholic religious destination for centuries among pilgrims from all over the world. Loreto is surrounded by its medieval walls built in the XIV century for protection against the Turkish raids at the time. Even the Cathedral was built as a defensive construction; it has patrol walkways, towers, gatehouses and vertical constructions of protection. The history of Loreto was built in relation to its Basilica containing the Holy House of Nazareth where, according to its legend, Virgin Mary was born and lived, and where he received the Annunciation. On 10 December 1294, the precious relic was brought to Italy after the fall of the Crusader kingdom in the Holy Land. Recent research, beyond the legendary elements, have proved the authenticity of the Palestinian materials and architecture that feature the Holy House The Basilica was elevated to the tambour of the columns by Giuliano da Maiano and vaulted in its dome by Giuliano da Sangallo. Between 1610 and 1615 the Basilica was frescoed by Pomarancio. Emaciated those frescoes, the dome was re-painted by Cesare Maccari between 1895 and 1907. The building was completed with the construction of the bell tower by Vanvitelli. The north east side of the Square of the Madonna is flanked by the Palazzo Apostolico which houses the Antico Tesoro Museum. Among the precious art exhibits we can find here the paintings by Lorenzo Lotto and a splendid collection of renaissance ceramics and tapestry by Raffaello Sanzio. Among the most significant events we can mention the Macerata-Loreto pilgrimage which takes place on the night of the second Saturday in June and has over one hundred thousand visitors every year. From September 3, 2016 to January 8 2017, the museum Antico Tesoro of the Holy House of Loreto will be exhibiting the “Santa Maria Maddalena. Between sin and penance. From Duccio to Canova “, curated by Vittorio Sgarbi. THE FAITH

133


TOLENTINO

Il suo centro storico è ancora oggi delimitato per lunghi tratti dalle mura duecentesche, in posizione strategica nella valle del Chienti, nell’entroterra di Macerata, è fu municipium romano e ancor prima centro piceno.
Il monumento religioso più significativo è la Basilica di San Nicola: nel portale della facciata, rivestita in travertino, si fondono mirabilmente elementi del gotico fiorito ed effetti spaziali tipici del primo Rinascimento. Il suo chiostro agostiniano risale alla prima metà del XIV secolo ed è il più antico tra quelli degli ordini mendicanti in Italia. Il “cappellone di San Nicola” è la parte più pregevole della basilica: la sala è rinomata per le sue decorazioni, tra le più vaste e meglio conservate dei primi anni del Trecento, opera delle maestranze riminesi guidate dal pittore Pietro da Rimini. In Piazza della Libertà si trova la torre campanaria della chiesa di San Francesco, divenuta il simbolo della città, con l’orologio a quattro quadranti, che rappresentano le fasi lunari, le ore italiche, l’ora astronomica e i giorni della settimana e del mese. Altre opere significative sono il Duomo di epoca romana dedicato al patrono San Catervo, che conserva il sarcofago del santo, e il settecentesco teatro Vaccaj. Le rassegne caratteristiche sono, tra la fine di aprile e i primi di maggio di ogni anno, la rievocazione storica “Tolentino 815”, in cui si rivivono combattimenti, accampamenti ed eventi militari della battaglia di Tolentino del 1815; e la Biennale dell’umorismo nell’arte con i migliori vignettisti e comici da tutto il mondo. LE MARCHE CON STILE

134


Its historic centre is still surrounded by long stretches of its defensive medieval walls (XIII). Tolentino is strategically located in the valley of the Chienti, in the inlands of the province of Macerata. Before becoming a Roman municipium it used to be an urban centre of the Picentes. Its most relevant religious monument is the Basilica of San Nicola. The portal of its travertine façade blends Gothic and Renaissance elements in a wonderful way. Its Augustinian cloister dates back to the first half of the XIV century and it is the oldest among those of the mendicant orders in Italy. The Chapel of St. Nichola is the most valuable part of the Basilica: the hall is renowned for its decorations, among the largest and best preserved of the early XIV century. It is the work of craftsmen from Rimini who were guided by artist Pietro from Rimini. The bell tower of the Church of San Francesco is located in Piazza della Libertà, it has become the symbol of the city: with its clock in four quadrants, representing the moon phases, the Italian time, the astronomical time, and days of the week and month. Other significant works are the Cathedral (from Roman times) dedicated to the patron saint San Catervo. It houses the relics of the saint, and the Vaccaj theatre (XVIIIc.). The most typically local event takes place between late April and early May of each year with the re-enactment called “Tolentino 815”. Visitors can experience fights, military camps and military circumstances of the Battle of Tolentino in 1815; also, the biennial called “Sense of Humour in Art” with the best cartoonists and comedians from all over the world. THE FAITH

135


T. +39 071.9715100


THE FOOD

“Nulla sarebbe più faticoso che mangiare e bere se Dio, oltre che una necessità,

non ne avesse fatto un piacere.”

“Nothing would be more tiresome than eating and drinking if God had not made them a pleasure as well as a necessity”. 

(Voltaire)


THE FOOD

E

sistono tanti buoni motivi per scoprire e visitare le Marche, una regione davvero sorprendente che ha saputo mantenere quell’atmosfera un po’ appartata che sa di tradizioni e rispetto del proprio passato, capace di stupire e affascinare anche il visitatore più esigente. Nella regione del mare azzurro e delle lunghissime spiagge, delle cento città, dei cento paesaggi e dei cento piatti, è un piacere inoltrarsi senza meta lungo le strade che salgono colline ammantate da olivi, vigneti, girasoli e lavanda, a due passi dagli antichi borghi murati che, alti sui colli, punteggiano il territorio. Quindici vini Doc e cinque Docg accompagnano i piatti tipici a base di pesce o di carne della cucina locale. Nelle Marche ogni collina ha il suo vino e ad ogni mutazione del paesaggio corrispondono aromi più o meno intensi e decisi: da quello del pesce fresco dell’Adriatico ai formaggi dal gusto più intenso, salumi, olio d’oliva, pasta e carni delle dolci colline, fino a giungere ai monti dell’Appennino dove predominano i forti sapori dei salumi, dei rinomati formaggi, dei pregiati tartufi e funghi. Il Verdicchio dei Castelli di Jesi, senz’altro il vino che gode di maggior prestigio nel mondo, vanta anche un singolare primato: è il primo nome di vino comparso nella più antica etichetta italiana. Ricca in tutta la regione è la produzione delle principa-

LE MARCHE CON STILE

138

T

here are many reasons why to indulge in being absorbed by Marche’s riches. This surprising Italian region has been able to keep a detached ambience, an environment oozing with traditions and respect for the past, a land which is able to fascinate most demanding visitors. In this Italian region of blue seas and long soft sandy beaches; the region of a hundred towns, a hundred landscapes and hundred traditional dishes; it can be most pleasurable, to wonder about roads which will inevitably be leading up the rolling hills to the soft Marchigian fields covered in olive orchards, vineyards, sunflowers, and lavender; a few steps away from medieval walled villages nested atop the hills and which spread all over these lands. Fifteen Doc wines (Italian certification meaning Controlled Designation of Origin) and five Docg wines (Controlled and Guaranteed Designation of Origin) accompany the local typical dishes based on fish or meat. In Marche, each and every hill takes pride in its own wine, and for every mutation in the landscape there are intense defining scents belonging to that particular area: from fresh fish from the Adriatic to strong-flavoured cheeses; from cold cuts, olive oil to pasta and meat produced in these rolling lands stretching from the beaches to the Apennines where we can also find precious truffle and mushrooms. The Marchigian wine called Verdicchio dei Castelli from Jesi, is undoubtedly the most renowned wine in the world,


li specie di tartufi, sia bianchi che neri. Il più pregiato è il Tartufo Bianco. Si trova ad Acqualagna e Sant’Angelo in Vado. Mentre per quanto riguarda i salumi, le Marche sono famose per la tipologia del Ciauscolo e per il tipico salame lardellato di Fabriano. Una particolarità esportata in molte parti d’Italia è l’oliva Ascolana ripiena e fritta. L’olio tipico marchigiano, invece, è caratterizzato dalla presenza di numerose varietà tipiche dell’ambiente regionale che si uniscono al Frantoio ed al Leccino in proporzione variabile, esaltandone le rispettive caratteristiche. Tra le paste fatte in casa, i Maccheroncini di Campofilone, prodotti nel fermano, sono conosciuti in tutto il Paese. Presenti su tavole e vetrine internazionali, sono particolarmente apprezzati perché conservano le peculiarità della lavorazione artigianale. Tra le ricette tipiche regionali spiccano i vincisgrassi, gustoso primo piatto nato da una variante della  pasta al forno. Molto rustico e tradizionale, è considerato il piatto della festa che viene preparato  nelle ricorrenze più importanti dell’anno.  E si dice siano stati preparati per la prima volta in onore del generale austriaco Windisch Graetz che si era fatto valere nella difesa della città di Ancona contro le truppe napoleoniche nel 1799.

and it also takes pride in having the most antique Italian wine label ever. White and black truffles find their best cultivating soils in this region. Most precious White Truffle can be found in Acqualagna and Sant’Angelo in Vado. When it comes to cold cuts, Marche is famous for its Ciauscolo and the larded salami from Fabriano. Another speciality is the Ascolan fried stuffed olives, a speciality which has been imported in other areas of Italy. The typical Marchigian olive oil features a great number of varieties as a result of the different environmental characteristics of the orchards where olive trees are cultivated. Olive presses and the different proportions in which Leccino olives are used, have as a result the different oil varieties. Home-made pasta and the Maccheronicini from Campofilone are local products which are reproduced all over Italy. Internationally well-known, Marchigian local pasta dishes are appraised for its home-made particular elaboration and preparation. Among the most typical regional pasta dishes, vincisgrassi have undoubtedly an outstanding leading role in oven-cooked pasta. Part of the so-called “poor cuisine” and typically local, it is considered the dish kept for the biggest and most important family celebrations and festivities throughout the year. This outstanding pasta dish is said to have been prepared for the first time to homage the Austrian General Windisch Graetz after fighting against Napoleon’s troops in the city of Ancona in 1799.

THE FOOD

139


ARE

EM

ICC

GAB

ARO PES

GRADARA TAVULLIA MONTEGRIMANO TERME TAVOLETO

O FAN

VALLEFOGLIA MONTECICCARDO

PIETRARUBBIA

CARTOCETO

CARPEGNA BELFORTE ALL’ISAURO

SAN COSTANZO

MACERATA FELTRIA SASSOCORVARO

BORGO PACE MERCATELLO SUL METAURO

SANT’ANGELO IN VADO

URBINO

URBANIA

LEGENDA / KEY

CORINALDO OSTRA

SAN LORENZO IN CAMPO

PERGOLA

CAGLI

THE FOOD

MONDAVIO

FOSSOMBRONE

FERMIGNANO

ACQUALAGNA

APECCHIO

MONTE PORZIO

ISOLA DEL PIANO

PEGLIO

FRONTONE

SERRA SANT’ABBONDIO CANTIANO

MONTESANVITO

I PRODOTTI DOP “DENOMINAZIONE D’ORIGINE PROTETTA” DOP OR PDO PRODUCTS “PROTECTED DESIGNATION OF ORIGIN”

JESI

MONTECAROTTO

ARCEVIA MAIOLATI SPONTINI

CASTELPLANIO MONTEROBERTO

OSIMO

SAN PAOLO DI JESI STAFFOLO

CUPRAMONTANA

CINGOLI

FABRIANO

APPIGNANO

TREIA

CERRETO D’ESI

FIUMINATA

SAN SEVERINO MARCHE TOLENTINO

SERRAPETRONA

URBISAGLIA

LORO PICENO SAN GINESIO

CAMERINO SERRAVALLE DEL CHIENTI

PRESIDI SLOW FOOD SLOW FOOD PRESIDIA

MUCCIA PIEVEBOVIGLIANA

MORRO

MACERA

POLLENZA MATELICA

MONTEFAN

MONTECASSIA

APIRO

SEFRO

• Casciotta di Urbino Urbino • Olio extravergine di Cartoceto Cartoceto (PU) • Oliva ascolana Ascoli Piceno • Prosciutto di Carpegna Carpegna (PU) • Formaggio Fossa Sogliano Carpegna (PU)

CESSAPALOMBO

MONTE SAN M

SARNANO

AMANDOLA

• Carciofo di Montelupone Montelupone (MC) • Cicerchia di Serra de’ Conti Serra de’ Conti (AN) • Lonzino di fico Zona dei Castelli di Jesi media Vallesina (AN) • Mele rosa dei Monti Sibillini Amandola (FM) • Mosciolo selvatico di Portonovo Portonovo di Ancona (AN) • Pecorino dei Monti Sibillini (province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno) • Salame di Fabriano Fabriano (AN)

VISSO

COMUNAN

MONTEMONACO

MONTEGALL

EVENTI ENOGASTRONOMICI ENOGASTRONOMIC EVENTS

CITTÀ DELL’OLIO OLIVE OIL CITIES

CITTÀ DEL VINO WINE CITIES

CITTÀ DEL PANE BREAD CITIES

CITTÀ DELLA BIRRA BEER CITIES

ENOTECA WINE SHOP

CITTÀ ED EVENTI TARTUFO TRUFFLE CITIES AND EVENTS

CITTÀ DEL MIELE HONEY CITIES

CHEF STELLATI STARRED CHEFS

CENTRO IAT IAT TOURIST INFORMATION CENTRE

CITTÀ UNESCO UNESCO CITY

PUNTO IAT INFO POINT

CITTÀ DEL BIO ORGANIC CITIES

AGUGLIANO

BELVEDERE OSTRENSE

SERRA DE’ CONTI

SASSOFERRATO GENGA

• Vitellone bianco appennino centrale IGP Ancona • Lenticchia di castelluccio IGP Visso (MC) • Ciauscolo IGP Visso (MC) • Agnello del Centro Italia IGP Ancona • Maccheroncini di Campofilone IGP Campofilone (FM) • Patata Rossa di Colfiorito IGP Serravalle di Chienti (MC)

MORRO D’ALBA

OSTRA VETERE

SERRA S. QUIRICO

I PRODOTTI IGP “INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA” IGP OR PGI PRODUCTS “PROTECTED GEOGRAPHICAL INDICATION”

LLIA

IGA

SEN

SALTARA

LUNANO PIANDIMELETO

TA ROT

MA

ACQUASANTA T ARQUATA DEL TRONTO


DON’T MISS...

TARTUFO DI AQUALAGNA

VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI

A

ON ANC

OVO

TON POR CAMERANO

I NAT

ECA

R TO POR

LORETO

EFANO

MOSCIOLO DI PORTONOVO

OLO SIR ANA M NU

RECANATI

ENA

POTENZA PICENA ORTO ZA PIC P EN

ASSIANO

MONTELUPONE

POT

HE

ARC

M VA ANO IVIT

C

T SAN TO POR

ERATA

MONTEGRANARO

FERMO

ICENO FALERONE

P

ASO E PED FILON O P CAM

LAPEDONA MONTERUBBIANO MONTEFIORE DELL’ASO

RIPATRANSONE SMERILLO MONTEFALCONE APPENNINO MONTEDINOVE

EGALLO

NTA TERME

ROTELLA CASTIGNANO OFFIDA

ASCOLI PICENO

VINCISGRASSI

GIO IOR

.G OS ORT

SERVIGLIANO

SAN MARTINO

O RM

I FE

OD

LID

UNANZA

IDIO

’ELP

ORROVALLE

C

A UPR

A

TIM

RIT

MA

RE

MA

M TTA GRO

TTO EDE BEN NTO N O A R S LT DE

MONTEPRANDONE

OLIVE ASCOLANE


nt’Angelo n Vado

Montemaggiore Al Metauro

Urbino SS 73bis

Senigallia

Monte Porzio Mondavio

SS 73bis

Urbania

Corinaldo

Furlo

Falconara Marittima Chiaravalle

Ostra

Cagli

Pergola

Sirolo

SS 76

Osimo

7

6

Loreto

Staffolo Cingoli

A14

Appignano SS 16

Treia

Civitanova Marche

Macerata SS 77

5

Matelica

9

A14

Jesi

Moie Cupramontana

Ancona Portonovo

Serra dei Conti

Fabriano

8

A14

Tolentino

Porto Sant’Elpidio A14

4

Serrapetrona

Porto San Giorgio

Camerino

3

2

Comunanza

Visso

1

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Offida

San Benedetto del Tronto

Ascoli Piceno

Itinerary TRA DOCG E TIPICITÀ Quality certifications and specialities

S

ono tantissimi i marchi di qualità e i prodotti tipici di cui si può fregiare l’enogastronomia delle Marche. Vi proponiamo un itinerario dedicato alle tipicità e Docg della regione partendo da una delle sue chicche più note. Parliamo dell’Oliva all’Ascolana (1) che, tipica di Ascoli Piceno, è entrata nel menù di tutta Italia come antipasto o stuzzicante finger food. Si tratta di teneri olive verdi (tipicità DOP della zona) che vengono riempite di carne e poi fritte. Spesso si accompagnano a verdure in pastella o a crema fritta (è il tipico Fritto Misto all’Ascolana) e a un buon calice di Pecorino o Passerina. LE MARCHE CON STILE

142

T

here are plenty of the typical food and wine products of which Marche can boast quality certifications. We propose an itinerary dedicated to the typical specialties in Marche and its DOCG qualified products ( Controlled and Guaranteed Denomination of Origin) starting in the City of the Hundred Towers: Ascoli Piceno. This city has a symbol speciality: the Ascolan Stuffed Olives(1) acknowledged as a PDO quality product (protected designation of origin) in 2005. These typical stuffed olives are great as an appetizer: they are fried and served hot or cold. Not to be missed: • Fritto Misto, a cuisine kermes-


Da non perdere: • Fritto Misto, kermesse gastronomica che si tiene ogni anno tra aprile e maggio ad Ascoli Piceno. Una piccola deviazione di 28 chilometri ci conduce proprio alle cantine del Pecorino DOCG e della Passerina DOCG, in Offida (2). Pecorino e Passerina sono due uve autoctone, proprie di Offida, e il vino Pecorino, in particolare, che ne deriva è il fiore all’occhiello: più aromatico, sapido, di corpo e carattere intenso. Da Ascoli, muovendosi invece verso l’interno, attraversando l’altipiano di Castelluccio sui Monti Sibillini (zona nota per le lenticchie e per le loro splendide fioriture), arriviamo a Visso. La cittadina è nota come capitale del Ciauscolo (3), un salame talmente morbido che si mangia spalmato su una fetta di pane, magari insieme a del buon Pecorino dei Sibillini. Da Visso scendendo lungo la Valle del Chienti, arriviamo poi a Serrapetrona, dove da un altro vitigno autoctono (la Vernaccia Nera) si produce la Vernaccia di Serrapetrona DOCG (4). È un vino spumante rosso: nella sua variante dolce esalta la pasticceria secca, come i tipici biscotti di mosto; mentre nella variante secca, si accosta bene persino a formaggi piccanti. A pochi chilometri da qui, ci fermiamo poi a Matelica a sorseggiare il Verdicchio dei

se which takes place every year between april and may in Ascoli Piceno. Among the wines awarded DOCG qualifications (Controlled and Guaranteed Denomination of Origin) that are produced in the province of Ascoli Piceno, we can mention the well-known Pecorino DOCG and the Passerina DOCG from Offida (2) Both are produced with autochthonous grapes from Offica. The Pecorino is aromatic, fruity with mineral notes; full-bodied with a good structure and good acidity, it is a wine to be enjoyed with seafood and shellfish. From Ascoli, towards the inlands, and across the plateau of Castelluccio on the Sibylline Monts (a well-known area for its lentil plantation and its stunning flowering landscapes), we arrive in Visso. This small town is called the capital of another typical cold cut, famous for its softness: the ciauscolo(3), it is a delicious spreadable specialty. The Pecorino dei Sibillini wine is excellent to pair this delicacy. From Visso, down the Valley of the Chienti River, we arrive in Serrapetrona, where an autochthonous vine variety, the Vernaccia Nera, is the raw material for the Vernaccia di Serrapetrona DOCG(4). This is an outstanding example of red Marchigian sparkling wine, its sweet version is an excellent match for dry pastry like typical Marchigian mosto cookies. Spicy cheeses are to be paired with its dry variant. A few kilometres away from here, we

Olive Ascolane

Uva da Vernaccia

Ciauscolo e Pecorino

THE FOOD

143


Castelli di Matelica DOCG (5). Da non confondere con il “cugino” e “vicino di casa” Verdicchio dei Castelli di Jesi DOCG (6). Il vitigno è lo stesso, ma le differenti condizioni geo-climatiche delle due zone di produzione, nonostante la continuità geografica, sviluppano sentori diversi. Chiusi tra le alture di Genga a est e le balze del Monte Catria a ovest, i vitigni “di montagna” di Matelica hanno un clima continentale e terreni calcarei che conferiscono al vino un’acidità più evidente e dominati sensazioni floreali; i vitigni “di mare” dei Castelli di Jesi (Staffolo, Cupramontana, Montecarotto, ecc.), lungo le valli del fiume Esino, respirano il mare e hanno una maturazione anticipata, segnando i vini con strutture più importanti e sentori di frutta matura. La sapidità di ambo i Verdicchi ben si sposa con un altro vicino: il Salame Felino di Fabriano (7), squisito salame di magra carne suina mista a lardelli (pezzettoni di grasso scelto). E infine continuando verso il mare, verso Ancona, verso il Conero, avvogliamo il palato con i profumi del vino Rosso Conero DOCG (8): persistenza aromatica e grande fruttato al palato sono le principali caratteristiche di questa eccellenza. Oppure, sediamoci a tavola in riva al mare a Portonovo per gustare un piatto di spaghetti con i Moscioli di Portonovo (9), saporita cozza selvatica pescata nel tratto di mare da Pietralacroce a Sirolo e tutelata come presidio Slow Food.

Salame di Fabriano LE MARCHE CON STILE

144

make a stop in Matelica to sip the Verdicchio dei Castelli di Matelica DOCG(5), which is not to be mistaken with the Verdicchio of the Castelli di Jesi DOCG(6)(Controlled and Guaranteed Denomination of Origin certification): the grape variety is the same, but the different geo-climate conditions of the two production areas in the inlands of the province of Ancona, develop different scents. Enclosed between the heights of Genga and the ridges of the Catria Mount in the west, the “mountain” grapes variety from Matelica have a continental climate and calcareous grounds which endow the wine a most evident acidity and dominant floral sensations; the vine varieties “from the sea”, froma the Castelli di Jesi (Staffolo, Cupramontana, Montecarotto, etc), along the valley of the Esino River, breath the sea breeze and have an early ripening, marking the wine with more important structures and ripened fruit scents. The flavours of both Verdicchio wines very well matches another outstanding local delicacy: the Salame Felino di Fabriano(7). A delicious salami made with low-fat pork meats and pieces of selected lard. Going further towards east, towards Ancona, our palate can experience the flavour and fragrances of the Rosso Conero DOCG(8). Aromatic persistence and fruitful to the palate are its main characteristics. Also, we can sit at table at the seaside waterfront and order a spaghetti with mussels dish, with Moscioli di Portonovo(9), tasteful wild mussels caught in the stretch of sea from Pietralacroce to Sirolo and protected as Slow Food area.


Marciano di Romagna

San Leo

Pesaro

SS 16

Candelara

Fano Vallefoglia

Macerata Feltria

Pennabilli

6

SS 73bis

Carpegna

1

Sassocorvaro

2

Mondolfo A14 Montemaggiore Al Metauro

SS 73bis Sant’Angelo In Vado

Maro

Cartoceto

SS 73bis

Sestino

Borgo Pace

5

Urbino

Monte Porzio

Fossombrone

Fermignano

Urbania

Mondavio

4

Furlo Lamoli

SS 16

Corinaldo

Acqualagna Piobbico Apecchio

Serravalle da Carda

O

San Lorenzo In Campo

3

Pergola Serra dei Conti

Cagli

Moie

Arcevia Cantiano

Fonteavellana

Sassoferrato

Cupramontana

Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di...

Itinerary I SAPORI DEL MONTEFELTRO The flavours of Montefeltro

D

i tutta la regione, l’area che ricade tra i confini del Montefeltro e l’alta Valle del Metauro, nell’entroterra pesarese, è forse il territorio più denso di “giacimenti golosi”. È una terra d’elezione per il più raffinato dei palati, un territorio nobilitato dalla ricca presenza di tartufi, pregiati salumi, formaggi e olio extravergini di oliva, che essi da soli meritano un viaggio gastronomico. Come ad esempio il Prosciutto di Carpegna (1), che ha ottenuto nel 1996 la Denominazione di Origine Protetta (DOP). Il suo aspetto al taglio è di colore rosato. Il gusto è delicato e fragrante, di carne stagionata in sa-

T

hroughout the region, the area lying within the boundaries of the Montefeltro and the high valley of the Metauro River, in the inlands near Pesaro, is perhaps where the largest ‘storage of specialties’. It is the land for the most refined palates, ennobled lands by the abundance of truffles, fine meats, cheeses and extra virgin olive oil; such inviting delicacies that they deserve an itinerary of their own. A good example to begin with is the Prosciutto from Carpegna (1). In 1996 it was certified with the Protected Designation of Origin (PDO) label. A slice of prosciutto from Carpegna looks golden pinkish. The taste is THE FOOD

145


lubre aria di montagna, di sole carni scelte, alcun additivo, solo antiche ricette e tempi pazienti. Scendendo verso sud, lungo la SS687, si incontra Sant’Angelo in Vado (2) prima, dopo 22 chilometri, e Acqualagna (3) poi, dopo altri 27 chilometri. Entrambe vantano un’eccezionale abbondanza di tartufo bianco pregiato e di tartufo nero. E Acqualagna, in particolare, detiene il primato quale capitale del tartufo e maggiore centro di produzione e commercializzazione mondiale. Da non perdere: • Un pasto da re in uno dei tanti ristoranti che offre tartufo fresco tutto l’anno, magari, nel magnifico scenario della Gola del Furlo. La 51^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco (30.31 Ottobre e 1.5.6.12.13 Novembre 2016 a Acqualagna) e la 53^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche (Ottobre 2016, a Sant’Angelo in Vado). Da qui una piccola chicca merita una deviazione verso Pergola: è il delizioso vino di visciola (4), ottenuto da una particolare varietà di amarene selvatiche, il Prunus cerasus, messe a fermentare con vino rosso. Si sposa bene con cioccolato, ciambella e pasticceria secca. La tradizione è molto forte anche a Cantiano. Sempre non lontano da Acqualagna, tra Urbania e Urbino, un’altra prelibatezza accompagna le tavole marchigiane: la Crescia Prosciutto di Carpegna

LE MARCHE CON STILE

146

delicate and fragrant, it is the result of fresh mountain air, selected meat, no additives, only original traditional recipes and patience. Heading south, 22 km along the trunk SS687 (trunk road), we get to Sant'Angelo in Vado (2). Other 27 km, and we get to Acqualagna (3). Both have an exceptional abundance of highly appraised white and black truffles. Acqualagna, is called the truffle capital: it is the largest centre of production and international trade in the world. Not to be missed: •A royal-feast-like meal in one of the many restaurants offering, all the year round, fresh truffle amidst the magnificent green scenery of the Furlo Gorge. .-o The 51st National White Truffle Fair (on the 30th and 31st October, and on the 1st, 5th and 6th, 12th and 13th of November 2016 in Acqualagna) and the 53rd National Fair of the White Truffle of Marche (October 2016, in Sant'Angelo in Vado). There is a precious small gem worth a detour to Pergola: most delicious sour cherry wine (vino di visciola) (4), made from a special variety of wild cherries, Prunus Cerasus, left to ferment with red wine. It pairs well with chocolate, ciambellas and pastries. The production of this traditional Marchigian wine is very strongly rooted also in Cantiano. Not far away from Acqualagna, between Urbino and Urbania, another delicacy lies on Mar-


Formaggio di Fossa Crescia Sfogliata

Visciole

sfogliata (5), una sorta di focaccia che si mangia calda con salsiccia, erbe di campo, prosciutto, lonza, o formaggio. Tra i formaggi qui anzitutto regna la Casciotta d’Urbino DOP (5) che, delicatamente dolce e gustosa, nel XVI secolo aveva già tra i suoi estimatori Michelangelo. Ma molto diffuse nel territorio sono anche le produzioni di Formaggio di Fossa che, come da usanza del non lontano Sogliano di Rubicone, escono dalle fosse con un colore ambrato e aroma intenso. Curiosità: • La tradizione, antichissima, nasce dall’arguzia dei contadini che, per difendere il formaggio dai saccheggi dei soldati, lo nascondevano in sacchi di tela e quindi in fosse nel suolo. E, dulcis infondo, l’oro della tavola: l’Olio extravergine di oliva di Cartoceto (6), insignito della DOP e tra i più pregiati oli d’oliva al mondo. Curiosità: • La cittadina, nelle prime due domeniche di novembre, organizza la mostra mercato dell’Olio DOP, con possibilità di visite ai frantoi.

chigian tables: the Crescia sfogliata (4), a kind of hot flat bread that is eaten with sausage, wild herbs, prosciutto, loin, or cheese. Among the cheeses, the Casciotta d'Urbino DOP(5) that, delicately sweet and tasty, in the XVI century it had Michelangelo already among its admirers. Widespread in the territory there are also productions of Fossa (pit) cheese, which as the custom is in the close town of Sogliano the Rubicone, come out of pits with an amber colour and intense flavour. Curiosity: • This tradition was born as a consequence of the peasants’ wit who, to defend the cheese from the soldiers’ looting, hid their cheeses in cloth bags in pits in the ground. Finally, one of the most precious products in Italy: the extra virgin olive oil of Cartoceto (6), awarded the Protected Denomination of Origin is one of the finest olive oils in the world. Curiosity: • In Cartoceto, on the first two Sundays in November, organizes the Exhibition Oil DOP Market, with the possibility of visits to the olive oil mills. THE FOOD

147


CUPRAMONTANA Il toponimo deriva dalla dea Cupra, la dea della fertilità adorata dalla popolazione preromana dei Piceni, e il paese divenne poi un importante municipio romano. Situata nell’entroterra dell’Anconetano è la meta ideale per il turismo enogastronomico e culturale. Infatti è la capitale del vino Verdicchio dei Castelli di Jesi: uno dei più premiati vini bianchi italiani. Tra i siti principali, la chiesa abbaziale del Beato Angelo, e le chiese di Santa Maria della Misericordia, di San Giacomo della Romita, di San Leonardo e di San Lorenzo. Nei dintorni di Cupramontana si trova l’eremo delle Grotte, conosciuto anche come “eremo dei frati bianchi” (dal candido saio indossato dai camaldolesi che lo abitarono per più di quattro secoli), fra le testimonianze più significative dell’insediamento religioso alle origini delle Marche cristiane. Qui non può mancare una visita al museo internazionale dell’etichetta del vino, che custodisce un’originale raccolta di etichette per bottiglie provenienti da tutto il mondo. Il museo si trova nelle grotte del monastero di Santa Caterina: è un nuovo spazio espositivo (“musei in grotta”) e include “la strada del gusto”, un percorso attraverso i sapori, le tradizioni e le aziende del territorio; “Enocupra”, enoteca per degustazione e ristorazione; e l’ “horto de i semplici”, area che, fin dalle origini, era la sede dell’orto monastico. Paese natale di Luigi Bartolini, grande incisore del Novecento e autore del romanzo da cui venne tratto il film Ladri di biciclette di Vittorio de Sica, qui la festa più importante è la Sagra dell’Uva (in genere, nella prima settimana di ottobre), tra le più antiche sagre vinicole in Italia. Foto Credits: Studio InFoto di Marika Bonci

LE MARCHE CON STILE

150


The name derives from the goddess Cupra, the goddess of fertility worshiped by the Picentes, a pre-Roman population of these lands. The town became later an important Roman municipium. Located in the inlands of the province of Ancona, Cupramontana is the ideal destination to taste some of the most typically local Marchigian dishes and wines. In fact, sometimes Cupramontana is called the capital of wine Verdicchio dei Castelli di Jesi, one of Italy’s most awarded white wines. Among the main sights: the Abbey of Beato Angelo, and the churches of Santa Maria della Misericordia, San Giacomo della Romita, San Leonardo and San Lorenzo. Near Cupramontana, there lies the Hermitage of the Caves, also known as “white friars hermitage” (for the white robe worn by Camaldolese friars who lived there for more than four centuries), one of the most significant evidences of the early Christian settlements in Marche. Here, visitors are not to miss a visit to the International Wine Labels Museum, which houses an original collection of bottle labels from all over the world. The museum is located in the caves of the Monastery of St. Catherine. It is a new exhibition space: “Cave Museums”. The museum includes “The Route of Taste”, a journey through local producers including wineries firms while trying some of Marchigian most traditional flavours; “Enocupra”, wine bar where to try not only wine but also some local specialties; and the “Vegetable Garden of Simple People”, an area which, since its origins, has been the vegetable garden of the monastery. Cupramontana was the birthplace of Luigi Bartolini, great twentieth-century’s engraver and author of the novel on which the film was based and adapted into “Thieves of Bicycles” by Vittorio de Sica. In Cupramontana, one of the most important festivals is the Grape Festival (usually in the first week of October). It has remained as one of the oldest wine festivals in Italy. THE FOOD

151


MORRO D’ALBA

Questo piccolo paese a 200 metri sul livello del mare, nell’Anconetano (tra Senigallia e Jesi), vanta un primato: è infatti l’unico borgo italiano fortificato ad avere una camminamento di ronda, la “Scarpa”, lungo tutte le mura, coperto e fiancheggiato da arcate. La cinta muraria, di andamento pentagonale irregolare, con sei bastioni, è il risultato di una serie di diverse ristrutturazioni databili tra il Duecento e il Quattrocento. Anche questa cittadina è annoverata tra le eccellenze dell’enogastronomia per il Lacrima di Morro d’Alba, vino rosso DOC, ottenuto dal vitigno autoctono “lacrima” e conosciuto già al tempo dei romani: deve il suo nome alla particolare goccia che fuoriesce dal grappolo d’uva quando essa giunge a maturazione. Tra i suoi monumenti principali, il palazzo del Comune e la sua pinacoteca, con la pala d’altare del veneto Claudio Ridolfi, raffigurante L’incoronazione della Vergine e Santi; la chiesa della Santissima Annunziata (oggi Auditorium); la parrocchiale di San Gaudenzio, bell’esempio di architettura religiosa marchigiana della seconda metà del Settecento; il museo “Utensilia”, allestito nei suggestivi sotterranei del castello, con una nutrita selezione di utensili e attrezzi agricoli che documentano lo stile di vita e la cultura dei mezzadri marchigiani. La principale manifestazione è proprio la sagra del vino Lacrima, che si tiene ogni primo fine settimana di maggio, insieme a Cantamaggio, il canto rituale di questua che celebra l’avvento della primavera e della nuova stagione agricola (ogni terzo fine settimana di maggio), e alla festa della Lacrima di Morro d’Alba e del tartufo di Acqualagna che si svolge ogni terzo fine settimana di ottobre LE MARCHE CON STILE

152


This small town is located in the inlands of the province of Ancona, 200 metres above sea level (between Senigallia and Jesi). It boasts a record: it is the only Italian town which has a complete original internal patrol walkway all along its medieval walls. The complex is called “the shoe” because of its shape and it is flanked by arches. The walls which keep an irregular pentagonal pattern have six bastions and have undergone a series of renovations between the XIII and XV centuries. This town is also considered a hallmark in Italian flavours for its excellent Lacrima di Morro d’Alba, a DOC (Controlled Denomination of Origin) red wine. It is obtained from a native grape called “tear” and known already at the times of the Romans. It takes its name after the particular drop coming out of the grape when it reaches maturity. Among its main sights: the Town Hall building and its Art Gallery housing the altarpiece depicting The Coronation of the Virgin and Saints by Venetian artist Claudio Ridolfi; the Church of the Santissima Annunziata (nowadays an Auditorium); the parish Church of San Gaudenzio, a fine example of Marchigian religious architecture of the second half of the XVIII century; the “Utensilia” museum, set up in the striking cellars of the castle, with a large collection of tools and farm equipment documenting the lifestyle and culture of Marchigian sharecroppers. The main event in town is the festival of its local wine: Lacrima. It is held every first weekend in May, along with Cantamaggio (the third weekend in May): the opening ritual song, which celebrates the advent of spring and the new agricultural season. Also, the Truffle Feast in Acqualagna, it takes place every third weekend of October.

THE FOOD

153


LORO PICENO Il suo nucleo urbano, dall’epoca pre-romana (il toponimo richiama l’antico Castrum lauri), si è sviluppato sulla sommità di una collina in lieve declivio, in una zona compresa tra Macerata e San Ginesio, a sud del torrente Fiastra. Questa è la patria del vino cotto: lo conferma anche il fatto che nei palazzi nobiliari e padronali, tra le splendide vie del paese, si è sviluppata una interessante architettura in funzione della pigiatura dell’uva e della bollitura del mosto nelle voluminose caldaie di rame. Il centro storico è pressoché intatto: unica eccezione, l’area posta a margine del castello dei Signori di Loro (denominato impropriamente castello dei conti Brunforte), nei pressi di Porta Pia, interessata da un intervento edilizio negli anni Ottanta del Novecento. Il castello Brunforte, appartenuto ai Farfensi, si erge sopra le antiche mura: sorto sui resti di un accampamento romano (castrum), è il monumento storico principale e costituisce la parte più alta del paese. Tra gli edifici religiosi più significativi, la chiesa di Santa Maria di Piazza, risalente al 1200 ed edificata dai monaci benedettini, e la chiesa di San Francesco, impreziosita da stucchi e dorature. L’antico nucleo fortificato comprendeva il palazzo dei Priori e il palazzo della Giustizia, adibito dal 1692 a monastero Corpus Domini. Dalla torre della Vittoria, un imponente costruzione di 21 metri, si può ammirare uno splendido panorama che si estende dal Monte Conero alla Maiella, dai Sibillini al Mare Adriatico. Le rassegne più importanti sono legate al suo prodotto simbolo, con la mostra permanente delle attrezzature e degli utensili per il vino cotto, allestita nei suggestivi ambienti adiacenti al chiostro della chiesa di San Francesco, e la sagra del vino cotto, che si svolge ad agosto in tutto il borgo. LE MARCHE CON STILE

154


Its urban core belongs to pre-Roman times; its name recalls the ancient Castrum lauri. Loro Piceno has developed on the top of a hill with a slight slope, in an area between Macerata and San Ginesio, towards the south of the Fiastra River. This is the home of the cotto wine, which is confirmed by the fact that in the noble palaces and residencies, among the beautiful streets of the town, an interesting architecture has evolved in agreement with the processes needed for the pressing of the grapes and the wort boiling in the enormous copper pots. The old historic centre is almost intact: the only exception is one of the flanks of the Castle of the di Loro Lords (improperly called the Castle of the Brunforte counts ), near Porta Pia. There were some constructions here carried out in the XX century. The Brunforte Castle belonged to the Farfensi monks, it rises above the ancient walls, the ruins of a Roman camp (castrum). It is the main historical monument and the highest part of Loro Piceno. Among the most significant religious buildings: the Church of Santa Maria di Piazza, dating back to the XIII century, it was built by Benedictine monks. Also, the Church of San Francesco, embellished with stucco and gilding. The ancient fortified settlement included the Palazzo dei Priori and the Palace of Justice, which has been used as a Corpus Domini Monastery since 1692 Corpus. From the Victory Tower, an impressive 21-meter high building, you can admire a splendid panorama that stretches from Monte Conero to the Maiella, from the Sibylline Mounts to the Adriatic Sea. The most important events are related to its signature product: there are permanent exhibitions of equipment and utensils used for making cooked (cotto) wine. The Feast of Cooked Wine (La Sagra del Vino Cotto), which takes place in August, all around the village, is set up amidst evocative environments in the adjacent area to the cloister of the church of San Francesco. THE FOOD

155


VISSO

Incantevole borgo sull’Appennino, nel Maceratese, è sinonimo di buon cibo e natura incontaminata: da una parte vanta autentiche delizie gastronomiche, eccelle infatti nella lavorazione dei formaggi e dei salumi, fra cui il ciauscolo, celebre salame spalmabile di carne suina, e produce altre prelibatezze come le lenticchie, il miele, le trote e il tartufo nero; dall’altra si trova nel cuore delle montagne e, per la sua posizione, è sede del parco nazionale dei Monti Sibillini. Insignito della Bandiera Arancione, tra “I Borghi più belli d’Italia”, il suo centro storico stupisce per il susseguirsi di imponenti mura, torri, case e balconcini medievali, palazzi gentilizi rinascimentali, portali in pietra scolpiti con stemmi di famiglia e motti latini. Lo scorcio più scenografico è piazza dei Martiri Vissani, luminosa e armonica, delimitata da eleganti palazzi del ‘400 e ‘500. La collegiata di Santa Maria, di forme romanico-gotiche, presenta un interessante portale con un’Annunciazione affrescata da Paolo da Visso nella lunetta, e custodisce all’interno preziose opere d’arte medievali. Sulla sinistra della collegiata, sorge l’ex chiesa di Sant’Agostino (XIV secolo), che oggi ospita il museo civico, con un gruppo di manoscritti leopardiani, e il museo diocesano, con circa 200 opere provenienti da alcune chiese del territorio. Tra gli edifici di pregio, Palazzo Leopardi, residenza estiva di parenti e familiari di Giacomo Leopardi, e Palazzo delle Guaite, rifugio per i pellegrini in visita al santuario di Macereto (prima metà del XVI secolo ) sorto a 9 chilometri dal centro, in un luogo meraviglioso, isolato tra i pascoli appenninici. Gli eventi da non perdere sono il torneo delle Guaite (luglio/agosto) e la sagra del formaggio pecorino con mostra dei prodotti locali (agosto). LE MARCHE CON STILE

156


A charming town on the Apennines, in Macerata, Visso is synonym with good food and nature. Firstly, it boasts authentic gastronomic specialties; secondly, it excels in the manufacture of cheeses and cold cuts, including the ciauscolo, famous spreadable soft pork salami. Visso also produces other delicacies such as lentils, honey, trout and black truffles; finally, Visso is located in the heart of the mountains and, because of its location, it is the seat of the spectacular National Park of the Sibylline Mounts. Visso has been awarded the Bandiera Arancione certification and declared as one of “The Most Beautiful Villages in Italy”. Its historic centre makes an impression due to the succession of impressive medieval walls, towers, medieval houses and balconies, Renaissance noble palaces and stone gates carved with family coats of arms and Latin mottoes. The most stunning sight is the Piazza dei Martiri Vissani, bright and harmonious, flanked by elegant palaces of the XV and XVI centuries. The collegiate Church of Santa Maria, in Romanesque-Gothic style, presents an interesting gate with the Annunciation frescoed by Paolo da Visso on the lunette. The church houses invaluable works of medieval art. On the left of the collegiate, lies the former church of Sant’Agostino (XIVc.), which now houses the Civic Museum, with a group of Leopardi’s manuscripts; also, the Diocesan Museum, with about 200 works from some nearby churches of the territory. Among the most precious buildings: the Leopardi Palace, the summer residence of relatives and friends of Giacomo Leopardi, and the Palazzo delle Guaite, shelter for pilgrims visiting the sanctuary of Macereto (first half of XVI century) built 9 kilometres away from the centre, in a wonderful detached place amidst Apennine grasslands. The events not to be missed are the Tournament of the Guaite (July / August) and the Feast of the Pecorino Cheese with a great displays of local products (August). THE FOOD

157


COLONNARA La Cantina Colonnara è una cooperativa che ha sede a Cupramontana, capitale del Verdicchio, nel cuore delle Marche, in provincia di Ancona. È la sintesi perfetta di tradizione e innovazione, guidati dalla passione per la viticoltura e per il vino e da un impegno costante. Fondata nel 1959, è una delle eccellenze della Regione, cantina dell’Ubaldo Rosi, primo spumante delle Marche ad essere premiato con i Tre Bicchieri del Gambero Rosso e classificatosi come terzo miglior spumante d’Italia 2013, e del Cuprese, Verdicchio doc Classico Superiore, una delle rare etichette marchigiane che vanta riserve di circa 20 anni. Colonnara effettua visite guidate e degustazioni dagli anni ’60, con l’esplicito proposito di condividere la propria storia. www.colonnara.it

THE COLONNARA WINE CELLAR Colonnara is a cooperative company that settled its seat in the Capital city of Verdicchio production, Cupramontana (Ancona), a small town in the hearth of Marches. Guided by passion for viticulture and wine, and pushed by a deep commitment, it represents the perfect synthesis between tradition and innovation. The wine cellar Colonnara was founded in 1959 and it is now one of the regional best practice and excellency. The ‘Ubaldo Rosi’ is the first regional sparkling wine to win the “Gambero Rosso Three Glasses” and third Best Sparkling Wine in Italy in 2013, and the ‘Cuprese’, Colonnara’s leading Verdicchio doc Classico Superiore, produced since 1985, is one of the few wine owing a 20 years reserve. Determined to share its history, Colonnara organizes, since the ‘60s, wine tastings and guided tours in its cellar. www.colonnara.it

MORODER L’azienda è di proprietà della famiglia Moroder fin dal XVII secolo; dal 1984 ha preso un deciso orientamento verso prodotti di alto livello qualitativo che valorizzano la spiccata vocazione per la coltivazione del Montepulciano. L’intera superficie vitata è compresa nel Parco naturale del Monte Conero e l’azienda viene condotta in regime biologico certificato. La produzione è incentrata soprattutto sul Rosso Conero DOC e sul Conero Riserva DOCG; circa 20 dei 28 ettari di vigneto aziendali, infatti, sono coltivati a Montepulciano. Olio extravergine d’oliva, tartufi e grappe completano la produzione aziendale.

MORODER WINE CELLAR Owned by the same-name family since the XVII, the Moroder wine cellar has started an intense development course to high quality productions to enhance the winery’s vocation to the growing of the Montepulciano grape (20 out of 28hectares). The plantation is location inside the Ecological reserve of Monte Conero and the wine making process is all biological. The Rosso Conero DOC and Conero Riserva DOCG are the main productions. Moroder also offers Extra virgin Olive Oil, truffle and Grappas.

LE MARCHE CON STILE

158


CANTINA CASALFARNETO Nel cuore delle Marche, tra dolci vallate e caratteristici borghi medievali, CasalFarneto domina un paesaggio ricco di fascino e suggestione. Proprietà del Gruppo Togni, nata nel 1995, attualmente costituita da tre casali antichi e una moderna cantina, prende il nome da una varietà di quercia secolare caratteristica della zona: la Farnia. Situata in una rigogliosa collina marchigiana a 350 metri sul livello del mare, circondata da ampie distese di verde che si stendono a perdita d’occhio, ha ben 60 ettari di terra di cui 32 riservati a vigneto. L’area in cui si inserisce è straordinariamente vocata alla vitivinicoltura. Passione e dedizione, rispetto per l’ambiente, metodi tradizionali si intrecciano sapientemente con le più innovative tecnologie e danno vita alla produzione di prestigiosi vini: è così che CasalFarneto porta avanti la sua storia, continuando ad investire sulla qualità per mirare all’eccellenza. Fiore all’occhiello dell’intera produzione è il Verdicchio dei Castelli di Jesi, uno dei vini bianchi secchi più pregiati al mondo. Tra i verdicchi pluripremiati della cantina spiccano Crisio, Cimaio, Fontevecchia e Grancasale, premiati con i maggiori riconoscimenti delle più importanti guide del settore. Prodotto in numero limitato ed esclusivamente nella zona collinare che circonda la provincia di Ancona, dove le dolci vallate presentano un terreno particolarmente argilloso, una buona esposizione al sole e risentono di una costante brezza marina, è uno degli esempi più significativi di vino italiano autoctono, indiscusso vanto della nostra regione. Il vino è una delle più grandi espressioni di questo territorio e rappresenta l’elemento che lo rende autentico facendosi narratore della storia dei luoghi in cui è stato prodotto.

CASALFARNETO WINE CELLAR In the hearth of Marche Region, among soft hills and picturesque hamlets, CasalFarneto wine cellar overlooks a fascinating and evocative scenario. Owned by the Gruppo Togni wine company, founded in 1995, CasalFarneto wine cellar is composed by three ancient farmsteads and a modern cellar. Its name derives from a local centennial oak variety: the Farnia. Being located on a blooming hill at 350 mt on the sea, CasalFarneto is surrounded by 60 hectares green sweeps, 32 of which are grape cultivated. The area where it grows is largely dedicated to wine cultivation. Passion and dedication, environment respect and traditional techniques perfectly matched with the innovative and up-to-date technologies, creating prestigious wine varieties: CasalFarneto keeps on growing and investing on its quality features aiming to become the best. Verdicchio dei Castelli di Jesi, one of the most refined white wines in the world, is the flagship of the entire production. Among the most awarded verdicchio wines in the winery the Crisio, the Cimaio, the Fontevecchia and the Grancasale are worth mentioning since they are the most renowned in the most important international wine guides. Produced in limited quantities and exclusively in the rolling hilly areas of the Province of Ancona, surrounding the capital, where the valleys have a particularly clay soil, a good sun exposure and are influenced by a constant sea breeze, it is one of the most significant examples of Italian native wine: a real pride for our Region. Wine is one of the regional highest expression and it represents a uniqueness symbol over the borders able to tell the story of the places where it is produced. THE FOOD

159


IMT - Istituto Marchigiano Tutela Vini Con circa 700 aziende associate per 16 denominazioni di origine - di cui 4 docg - l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini - IMT (www.imtdoc. it) è una realtà unica in Italia nel suo genere, che oggi esprime l’82% dell’export delle Marche e il 45% della superficie vitata regionale (oltre 8mila ettari tra le province di Ancona, Macerata, Pesaro-Urbino, Fermo). Gioco di squadra tra i produttori e con il territorio, capacità di investire i fondi Ue e regionali valorizzando le singole denominazioni, ma anche forte identità territoriale e grande motivazione delle cantine a puntare sulla qualità per vincere le sfide della globalizzazione. Questa in sintesi la ricetta del successo del maxiconsorzio attualmente presieduto da Antonio Centocanti e diretto da Alberto Mazzoni. Nato nel 1999 dalla volontà di 19 soci lungimiranti con 7 denominazioni tutelate, oggi IMT rappresenta 16 denominazioni su 20 marchigiane, contribuendo alla valorizzazione delle Marche del vino in Italia e nel mondo. Prodotto trainante, l’ambasciatore d’eccellenza, il Verdicchio, nel 2016 - per il terzo anno consecutivo - bianco fermo più premiato dalle guide italiane. A suggellarne il successo, il sodalizio con la pluricampionessa di scherma e ambasciatrice del Verdicchio nel mondo, Elisa Di Francisca, protagonista della campagna 2016 “Verdicchio: Storie di Carattere” promossa da IMT. LE MARCHE CON STILE

160

IMT - Istituto Marchigiano Tutela Vini With about 700 member companies for 16 designations of origin - including 4 DOCG - the Marche Institute of Wines Protection - IMT (www.imtdoc.it), it is a one-of-a-kind reality in Italy, which today expresses the 82% of Marche export and the 45% of the regional vineyard (more than 8 thousands hectares in the Ancona, Macerata, Pesaro-Urbino, Fermo provinces). The teamwork among the producers and with the territory, the ability to invest EU and regional funds enhancing the individual designations, but also strong local identity and the wineries great motivation to focus on quality to win the challenges of globalization. This is in brief the recipe for the success of maxi.consortium at present chaired by Antonio Centocanti and managed by Alberto Mazzoni. Born in 1999 from the will of 19 forward-looking members with 7 protected denominations, IMT today represents in the Marche Region16 denominations on 20, contributing to the enhancement of Marche wine brands both in Italy and worldwide. The leading product, the ambassador of excellence, is the Verdicchio, in 2016 - for the third consecutive year – it is the white still wine most awarded by Italian guides. The success is sealed by the partnership with the fencing multi-champion and Verdicchio ambassador in the world, Elisa Di Francisca, the protagonist of the 2016 campaign "Verdicchio: Stories of Character" promoted by IMT.


Oliva Ascolana del Piceno DOP ripiena

Da generazioni portiamo sulla tavola dei nostri clienti il frutto di un lavoro di selezione delle materie prime e di una sapiente preparazione

Piazza Arringo, 2, 63100 Ascoli Piceno AP | T. 0736 403787 www.miglioriolive.it | vendita@miglioriolive.it


Nutriamo la Voglia di Viver Sani

MARTARELLI FORMAGGI SRL VIA A. VOLTA 1/3 60020 CAMERATA PICENA (AN) info@martarelliformaggi.it Tel. 071946060


THE CRAFT

“Dopo tutto un’opera d’arte non si realizza con le idee, ma con le mani.”

“After all, a work of art is not made with ideas, but with the hands”. 

(Pablo Picasso)


THE CRAFT

L

e Marche offrono interessantissime opportunità di percorrere veri e propri itinerari attraverso i luoghi dell’operosità e dell’artigianato tipico, attraversando rinomati outlet della moda e dell’abbigliamento. La tipicità si incontra con lo shopping, in un’esperienza piacevole e vantaggiosa: un modo nuovo per esplorare il territorio e riscoprire le eccellenze delle migliori realtà produttive locali. Le Marche sono una terra ricca di arte e cultura e di antichi mestieri che si tramandano ancora oggi nelle botteghe artigiane. Le materie prime vengono lavorate con arte antica, nel rispetto delle tradizioni locali. Da questa sapienza, dal “saper fare”, nascono le produzioni tipiche marchigiane. L’artigianato è depositario di tradizioni, di idee, di valori e di tecniche professionali che tende a trasmettere ad altri avvicinando in tal modo i cittadini al mondo dell’impresa coniugando l’operosità con l’ingegno, la fantasia con il rigore, la tradizione con l’innovazione. Le Marche hanno assegnato un ruolo importante all’Artigianato Artistico e Tipico di Qualità, con l’obiettivo di salvaguardare e rilanciare lavorazioni artigianali di prestigio e, nel contempo, offrire opportunità professionali ai giovani, capaci di reinterpretare il passato attraverso le tendenze culturali ed estetiche del presente. Ma ciò che rende caratteristico questo settore produttivo LE MARCHE CON STILE

164

M

arche means an opportunity to go through a unique shopping itinerary amidst typically local industrious artisans working at their best. Marchigian fashion outlets are internationally renowned. An inviting shopping experience throughout some of the best of the Italian fashion industry; Marche offers a new way of exploring its riches; through the Marchigian talent and skills showing in its local productions. Marche is immerse in antique crafts and art techniques which have been passed down from generation to generation for centuries. The elaboration of raw materials hides most ancient local wisdom as well. Ancient Marchigian “savoir faire” combining traditions and the necessary innovation, values, techniques, industrious will and determination, rigors, discipline, and talent. Marche has always appraised Artistic and Typical Crafts of Quality; the goal has always been to protect and boost local typical crafts of ever-lasting prestige while at the same time these highly qualified elaborations give the chance to the youngest to reinterpret the past in the light of modern needs and trends. What features the industrious productive system in Marche is its incredible savoir fair of artisans and this knowledge is passed down from generation to generation in an unparalleled way. Musical instruments


marchigiano è la straordinaria abilità dei maestri artigiani, legati ad una tradizione secolare, spesso tramandata di famiglia in famiglia. Dagli strumenti musicali, con l’eccellenza del territorio di Castelfidardo e di Recanati, al distretto del mobile particolarmente sviluppato nel pesarese, fino al settore calzaturiero che ha visto l’area sud delle Marche diventare luogo di produzione prestigioso e riconosciuto a livello nazionale ed internazionale. L’artigianato spesso si è tramutato in vere e proprie esperienze industriali che hanno riscosso un certo successo imprenditoriale, grazie, proprio, al fatto di aver mantenuto inalterati i principi e i disciplinari su cui, da decenni, affonda le proprie radici la tradizione artigianale del territorio. L’artigianato marchigiano, ricco e vario, è frutto del patrimonio di esperienze tramandate di generazione in generazione dagli abitanti locali, e ancora oggi rappresenta una fonte di reddito e di attrazione della regione. Sempre molto apprezzati gli itinerari fra i tanti outlets che il turista avrà la possibilità di visitare, acquistando prodotti di ottima qualità a prezzi vantaggiosi. Mentre l’artigianato del cuoio si può incontrare spostandosi verso Tolentino, dove si trovano i migliori produttori di accessori moda in pelle e divani.

from Castelfidardo and Recanati, the furniture clusters in Pesaro, the shoe-making factories in the South of Marche are nationally and internationally renowned, other leather elaborations such as fashion accessories are also to be found in Tolentino. The fact that there are traditional elaboration techniques which have been passed down from generation to generation keeping unaltered principles and discipline in manufacturing is what makes Marchigian products outstanding. This varied ancient Marchigian “savoir faire” constitutes a very particular attraction in the region. The itinerary throughout the fashion outlets has even already become part of tourism packages for visitors. Convenient prices are the extra element which adds to Marchigian high quality and refined taste.

Artigiano Calzolaio THE CRAFT

165


ARE

EM

ICC

GAB

GRADARA

ARO PES

TAVULLIA MONTEGRIMANO TERME

O FAN

TAVOLETO

MACERATA FELTRIA PIETRARUBBIA

CARTOCETO

CARPEGNA

TA ROT

SAN COSTANZO

MA

FRONTINO

BORGO PACE

URBINO

SASSOCORVARO

SANT’ANGELO IN VADO

MONDAVIO

PEGLIO

FERMIGNANO

CORINALDO

FOSSOMBRONE

URBANIA MERCATELLO SUL METAURO

LEGENDA / KEY

ARCEVIA SERRA SAN QUIRICO SASSOFERRATO

POLVERIGI

JESI CASTELBELLINO MONTE ROBERTO MAIOLATI SPONTINI

FRONTONE

CANTIANO

SAN MARCELLO

SERRA DE’ CONTI MONTECAROTTO SERRA SANT’ABBONDIO

CHIARAVALLE

OSTRA

OSTRA VETERE

CASTELLEONE DI SUASA

PERGOLA CAGLI

MONTEMARCIANO

MONTE SAN VITO

SAN LORENZO IN CAMPO

ACQUALAGNA

APECCHIO

THE CRAFT

LLIA

IGA

SEN

SALTARA

FILOTTRANO

STAFFOLO

CUPRAMONTANA

OS

CASTELFIDARD

GENGA APIRO

APPIGNANO

CINGOLI

MORROV

TREIA

FABRIANO CITTÀ UNESCO UNESCO CITY

ABBIGLIAMENTO APPAREL

LAVORAZIONE CUOIO LEATHER CRAFTER

COSTRUTTORE STRUMENTI MUSICALI MUSICAL INSTRUMENTS CRAFTER

MACERATA

MATELICA

POLLENZA

CARTA E FILIGRANE PAPER AND FILIGREES

LAVORAZIONE VIMINI WICKERS CRAFTER

MOBILIFICIO FORNITURE FACTORY

CASTELRAIMONDO

SAN SEVERINO MARCHE

CALZOLAIO SHOEMAKER

LAVORAZIONE A TOMBOLO BOBIN LACE CRAFTER

CENTRO IAT IAT TOURIST INFORMATION CENTRE

OREFICI GOLDSMITH

PUNTO IAT INFO POINT

CERAMISTI CERAMISTS

MASSA FERMANA MONTAPPONE

VID SAN GINESIO

PIEVEBOVIGLIANA SERRAVALLE DEL CHIENTI

TOLENTINO

CALDAROLA

PIORACO

FALER PENNA S. GIOVANNI

SARNANO

AMANDOLA

VISSO

LAVORAZIONE FERRO BATTUTO WROUGHT IRON CRAFTER

M

URBISAGLIA

CAMERINO

CAPPELLERIE HAT CRAFTER

MONTECASSIAN

MONTEFORTINO MONTEMONACO

ACQUASANTA


URBANIA - CERAMICA E MAIOLICA

DON’T MISS... CASTELFIDARDO - LA FISARMONICA

A

ON ANC

NO

OVO

FABRIANO - CARTA & FILIGRANA

TON POR

OLO SIR NA MA U N

CAMERANO

RIGI OSIMO LORETO

RECANATI

ZA

TO POR

MONTELUPONE

ASSIANO

ORROVALLE

RATA

I

NAT

ECA

R TO POR

DARDO

EN POT

C

SANT’ELPIDIO A MARE

O RM IO I FE ORG OD . GI LID S O T R PO

MONTEGRANARO

E

FERMO

GROTTAZZOLINA MONTE VIDON CORRADO MONTOTTONE PETRITOLI S. VITTORIA IN MATENANO

FORCE

ANTA TERME

FASHION DISTRICT

MONTEURANO

MOGLIANO

FALERONE

IDIO

’ELP

T SAN TO POR

MONTE SAN GIUSTO

MANA

HE ARC

M VA ANO IVIT

MONTECOSARO

CORRIDONIA

ENA

PIC

NA

IDO

ALT

ASO PED NE ILO F O MP

CA A TIM RIT MONTEFIORE MA A R DELL’ASO CUP ARE MM RIPATRANSONE TTA GRO

MONT’ALTO COSSIGNANO DELLE MARCHE

CASTIGNANO

ACQUAVIVA PICENA

OFFIDA

APPIGNANO DEL TRONTO ASCOLI PICENO

MONSAMPOLO DEL TRONTO

TTO EDE BENONTO N A S L TR DE

OFFIDA - MERLETTO A TOMBOLO


A14

Serra dei Conti Jesi Moie

Arcevia

Polverigi

SS 76

Cupramontana

Sirolo Osimo

Montefano Cingoli

Cerreto D’Esi

1

Loreto

Filotrano

A14

Recanati

Appignano

Porto Potenza Picena SS 16

Elcito

Treia

SS 77

SP256

Corridonia

SS 77

Matelica San Severino Marche

Castelraimondo

2

Civitanova Marche

Macerata

SP256

Montegranaro Tolentino

Urbisaglia

Belforte del Chienti Caldarola

3

Porto Sant’Elpidio A14

Monte Urano

Porto San Giorgio

Fermo Montappone

5

Montegiorgio Grottazzolina

SP256

Serravalle di Chienti

Pedaso

Muccia Pieve Torina

4

Servigliano

Gualdo Fiastra

Sarnano

Cupra Marittima

Montelparo SP209

Amandola

Ripatransone

Montefalcone Appennino

Comunanza Offida

6

Grottammare San Bendetto del Tronto

Montemonaco Venarotta

Itinerary DALL’ABBIGLIAMENTO AL MERLETTO From clothing to lace

N

ella Marche la tipicità si incontra anche con lo shopping, in un’esperienza piacevole e vantaggiosa attraverso i rinomati outlet della moda: abbigliamento, accessori e soprattutto calzature. Il Made in Marche è sinonimo di qualità artigianale, di esclusivo design e di attenzione ai dettagli, di materiali mai scontati e di continua innovazione: un’eccellenza apprezzata a livello mondiale e alla base di intense collaborazioni con i marchi più blasonati dell’alta moda. L’uomo che ama l’abito sartoriale può trovare a Filottrano (1), in particolare, una lunga tradizione nel tessile che fa della città un punto LE MARCHE CON STILE

168

A

nother typically Marchigian trait is also found in their shopping habits. ‘Made in Marche’ is synonym of traditional craftsmanship, exclusive design, good quality raw materials, and particular attention to details and finishes, qualities which are appreciated worldwide. Balance between permanent innovation and most antique craftsmanship combine to produce excellent quality results; often, for most renowned international fashion brands. Those who love tailored men’s outfits can find, particularly in Filottrano (1), a long tradition in the textile industry that makes the city a


Sartoria

di riferimento mondiale per l’alta sartoria, con tante aziende oggi piuttosto note come Lardini e Luca Paolorossi. Per la maggiore densità di outlet e factory store di calzature, invece, bisogna raggiungere e girare la zona tra Macerata e Fermo: è il Distretto delle Calzature, tra i migliori al mondo. Tra le varie tappe, suggeriamo Civitanova Marche (2) per lo shopping all’ultima moda e per ogni età, con la miriade di negozi in centro e rinomati outlet in periferia come quelli di Cesare Paciotti, Fornarina, Naturino e Andrea Morelli-Walk Safari. Non lontano da Civitanova, Porto Sant’Elpidio (3) vanta una particolare specializzazione in scarpe da donna, come nel caso delle fantastiche “scarpe gioiello” di Loriblu o delle super femminili décolleté di Le Silla. Curiosità: • Qui indossare tacchi altissimi è un must e abilità innata delle donne locali! Per l’uomo invece consigliamo Montegranaro (4), nota anche per le calzature a mano su misura, come le scarpe ultra-morbide e flessibili di Franco Cimadamore e di Damiano Chiappini. Chicche e curiosità: • Lo shopping in famiglia si completa con Monte Urano e Monte San Giusto, specializzate in calzature per bambino. • Altri prestigiosi marchi del di-

world reference point of haute couture, with companies which have become well-known such as Lardini and Luca Paolorossi. In order to be in the area with the most shoemaking factories, outlets, and shops, it is necessary to reach to the shoemaking cluster lying between Macerata and Fermo, one of the most important in the world. Among the different stops in this shopping area, we suggest Civitanova Marche(2). Here we find the latest fashions for all ages, with a myriad of shops in the centre and very popular outlets on the outskirts such as Cesare Paciotti, Fornarina, Naturino e Andrea Morelli-Walk Safari. Not far from Civitanova, Porto Sant'Elpidio (3) has a particular specialization in women's footwear, as in the case of the fantastic shoes Loriblu, “the jewel shoes” or super feminine décolletés of Le Silla. Curiosity: • Wearing high heels is a must here, an innate ability of local women! For men, we recommend Montegranaro (4), also known for its hand-made footwear such as ultra-soft and flexible shoes Franco Cimadamore and Damiano Chiappini. Goodies and curiosities: • Children’s footwear is to be found in Monte Urano and Monte San Giusto. • Other prestigious brands of this cluster:

THE CRAFT

169


stretto: Tod’s (Casette d’Ete), Fabi (Monte San Giusto), Nero Giardini (Monte San Pietrangeli), Santoni (Corridonia) • Colossi della moda come Gucci, Prada, Fendi, Giorgio Armani e Sergio Rossi si affidano da tempo alle aziende della zona per lo sviluppo delle nuove collezioni. A poca distanza da Fermo, a Montappone, l’antica lavorazione artigiana del cappello di paglia si è trasformata negli anni in produzione su vasta scala e Montappone, sul fine Ottocento, fu il primo centro italiano a industrializzarne la fabbricazione. Oggi è il principale polo mondiale di produzione del cappello (5). Da non perdere: • Il “Museo del Cappello”, con pezzi unici e storici, come l’ultimo cappello indossato da Federico Fellini. • “Il Cappello di Paglia”, ogni anno a fine luglio: una festa di paese dove si possono ammirare artigiani al lavoro, visitare le aziende, scoprire anticipazioni moda, o costruire con le proprie mani un cappello. Ancora più antica è la tradizione artigianale del Merletto al Tombolo di Offida (6), che affonda nel XV secolo ed è tutt’oggi praticata dalle donne del paese, spesso sedute in piccoli gruppi davanti all’uscio di casa. Chicche: • Meravigliosa la Statua delle Merlettaie che si incontra accedendo al paese: rappresenta tre generazioni al lavoro, la continuità della tradizione. • Magica inoltre l’atmosfera del borgo a Natale, quando il merletto si fa addobbo, come le palline di cristallo e merletto che adornano alcune vetrine e si possono acquistare.

Merletto a Tombolo

LE MARCHE CON STILE

170

Tod's (Cassette d'Ete), Fabi (Monte San Giusto), Nero Giardini (Monte San Pietrangeli), Santoni (Corridonia) • Colossuses of fashion such as Gucci, Prada, Fendi, Giorgio Armani and Sergio Rossi rely on this cluster for the development of new collections. Not far from Fermo, in Montappone, an ancient artisan craft, the manufacturing of straw hats, has evolved into large-scale production over the years. Montappone became the first Italian centre to industrialise the making of straw hats in the XVIII century. Today, Montappone is the world centre for the hats production (5). Not to be missed: • The "Museum of the Hat", with unique and historic items, such as the last hat worn by Federico Fellini. • "The Straw Hat", every year in late July a local town festival takes place. It is possible to see craftsmen at work, visit manufacturing firms, and find out about the latest fashions. It is possible to learn to hand-make one’s own hat. The traditional craft of the Bobbin Lace (merletto al tombolo) of Offida (6), a craftsmanship that goes back to the XV century and has been part of the local traditions in Offida ever since. There are still groups of women working at their lace creations sitting in the sunshine in the front of their homes. Attractions: • The Statue of Bobbin Lacers that you come across when accessing the town represents three generations of bobbin lace work. • The Magic which arrives in Offida over Christmas , it is when lace becomes decoration, decoration made of crystal balls and lace are present in shop windows.


Pesaro

Candelara

3 SS 16

Fano

Vallefoglia

Macerata Feltria

SS 16 SS 73bis

Sassocorvaro

Urbino SS 73bis

Borgo Pace

SS 73bis

Fermignano Urbania

Fossombrone

2

Corinaldo

Acqualagna

A14

Ostra

San Lorenzo In Campo

PIobbico Apecchio

Senigallia

Monte Porzio Mondavio

Furlo

SS 73bis

Lamoli

A14

Montemaggiore Al Metauro

Falconara Marittima

Ancona

Chiaravalle

Pergola Serra dei Conti

Cagli

A14

Jesi Moie

Arcevia

Polverigi

SS 76

Sirolo Osimo

Cantino

Castelfidardo Cupramontana

Sassoferrato

1

Loreto

Filotrano Montefano Cingoli

Recanati

A14

Porto Potenza Picena

Appignano

Fabriano Cerreto d’Esi

Elcito

SS 16

Treia

SP256

Matelica SP256

San Severino Marche

Castelraimondo

Macerata Piediripa SS 77

Civitanova Marche SS 77

Corridonia Montegranaro

Tolentino

Itinerary DALLA CARTA ALLA CERAMICA From paper to ceramic

I

n viaggio per le Marche, sono davvero molti i manufatti artigianali che ci parlano dell’anima dei luoghi e che ci sorprendono in borghi spesso poco conosciuti ammiccando dalle botteghe di un vicolo riservato. Eccone alcuni nel prossimo itinerario. Iniziamo da Fabriano, nota in tutto il mondo per la produzione della carta (1). La lavorazione della carta, nata in Cina e tramandata poi ai Paesi Arabi, giunse a Fabriano intorno al 1283, quando mani sapienti si cimentarono nel riprodurre questo prezioso manufatto e finirono con l’ingegnare importanti innovazioni che migliorano profondamente il modo di fare la carta. Ne uscì una carta di pregevole fattu-

T

ravelling around Marche, we may unexpectedly come across the expertise of old traditional crafts which have been passed down from generation to generation. This often happens in small hamlets and towns with their workshops located in narrow internal alleys. A tour leading to some of these hidden corners becomes an out-ofthe-beaten-track itinerary around Marche. We start from Fabriano, a town which has become worldwide known for its production of paper (1). The production of paper originated in China and then passed to the Arabic countries, then it arrived in Fabriano around 1283; then, expert hands settled down here to reproduce this precious artefact and eventually started introducing THE CRAFT

171

Porto Sant’Elp

A14


Museo Carta e Filigrana, Fabriano

ra, che fu presto prediletta da papi e facoltosi di ogni dove, e una particolare tipologia di filigrana, espressione di un’arte vera e delicata. Chicche e curiosità: • La filigrana di Fabriano ha costituito il tratto distintivo delle carte valori e delle banconote. Presso la storica Cartiera Miliani stampava anche la Zecca dello Stato italiano. • Nello straordinario “Museo della Carta e della Filigrana” si possono conoscere, grazie ai mastri cartai di oggi, le antiche tecniche di lavorazione ed ammirare la meccanica degli strumenti di età medievale. Sempre nell’Anconetano, arriviamo poi a Castelfidardo, uno dei principali centri mondiali della fabbricazione della fisarmonica (2). Castelfidardo rappresenta a livello mondiale l’apice dell’evoluzione dello strumento, consentendo ai più importanti musicisti di “abbracciare” fisarmoniche curate e affidabili. Qui si possono trovare marchi storici come Scandalli, Paolo Soprani o Massimo Mazzantini. A questa antica tradizione sono dedicati: • il Museo Internazionale della Fisarmonica, nel palazzo comunale; • il Premio Internazionale della Fisarmonica (PIF), celebre festival che si svolge qui a settembre (quest’anno dal 22 al 25); • Castelfidardomusic, il canale YouTube dedicato. Salendo nella parte settentrionale delle Marche, anche qui si possono trovare numerose produzioni di nicchia, come la lavorazione LE MARCHE CON STILE

172

important innovations to which thoroughly improved the manufacturing of paper. The outcome was always more and more precious. Soon, the paper made in Fabriano became the favourite paper of Popes and the rich. Special attractions: • Fabrianese watermarked paper has become the rule for paper money and bills of different kinds. The historical paper mill Miliani used to be part of the Italian State Mint. • In the extraordinary "Museum of Paper and Watermark", the ancient medieval techniques can be learnt by the exhibited work of paper maestros They can show visitors how those old practices were carried out hundreds of years ago with the help of some medieval instruments which have also been reproduced at the museum.Still in the inlands of Ancona, we can then get to Castelfidardo, one of the world centres of the accordions production (2). Castelfidardo is worldwide acknowledged as the pinnacle of evolution of this instrument; the very source of most outstanding accordions. In Castelfidardo you can find classic brands such as Scandalli, Paolo Soprani and Massimo Mazzantini. There are some places to know more about this ancient traditon: • The International Accordion Museum, which is housed at the Town Hall; • The International Accordion Award (Premio Internazionale della Fisarmonica), a famous festival held here in September (this year 22-25 September); • Castelfidardomusic, its own YouTube channel.


manuale di pipe lavorate a mano (Pesaro), sculture su pietra arenaria (Sant’Ippolito), oro e preziosi (Fano) e, tra tutte l’arte più diffusa, ceramiche e maioliche (Pesaro, Urbania, Urbino). Pesaro, Urbania e Urbino vantano una tradizione antica e raffinatissima della maiolica (3). Favoriti dalla corte Roveresca, qui i maiolicari poterono giovarsi della collaborazione di pittori famosi, come Raffaello, dando vita allo stile “a raffaellesche” (con delicate grottesche, più tipicamente in blu), accanto a quello “istoriato” (con raffigurazioni di storie). I musei cittadini danno mostra degli splendidi capolavori realizzati nei secoli, ma la tradizione rivive ancora oggi nelle botteghe di molti ceramisti, come ad esempio Molaroni (via Luca Della Robbia 9/11, Pesaro) o L’Antica Casteldurante (Piazza Cavour 4, Urbania), e nelle nuove reinterpretazioni in chiave moderna, come quelle dell’Atelier Franco Bucci (Pesaro).

Going up to the northern part of the Marche, we can find different niche products, such as handmade smoking pipes (Pesaro), or sandstone sculptures (Sant'Ippolito), or gold and precious jewerly (Fano), and among the best-known and more widespread craft arts: ceramics and majolica (Pesaro, Urbania, Urbino). Pesaro, Urbania and Urbino boast an ancient tradition in the production of most refined majolica (3). Favoured by the Court of Della Rovere, the majolica craftsmen were able to take advantage of most famous artists such as Raffaello, for example. This is why there are productions that still today carry the name “raffaellesche” meaning they bear delicate grotesque and are typically blu, others take the name “istoriato” (with historical representations). The museums present exhibits of splendid masterpieces created over the centuries, and the traditional craft lives on today in the shops of many ceramists, such as Molaroni (Via Luca Della Robbia 9/11, Pesaro), or The Old Casteldurante (Piazza Cavour 4, Urbania ), and others, in new and modern reinterpretations, such as Atelier Franco Bucci (Pesaro).

Museo della Fisarmonica, Castelfidardo

Produttore Fisarmonica, Castelfidardo

Ceramiche di Urbino THE CRAFT

173


I VASAI CHE RACCONTANO LA STORIA DI UN TERRITORIO Potters tell the story of their tradition

A

I

Ora, ad Annamaria ed Emanuele, il giovane ma già affermato vasaio, è affidato il non facile compito di conservare e tramandare le “forme della loro terra”. Con esse, la bottega racconta la vita popolare di quelle verdi colline ma invita anche ad un nuovo, audace e sano, ritorno alle origini.

Now, to Annamaria and Emanuele, the young but established potter, is entrusted the difficult task of preserving and passing on the “shapes of their land”. With them they tell the folk life of those green hills but also invite you to a new, bold and healthy return to the roots.

Montottone, un piccolo borgo immerso nelle tonde e verdi colline del fermano, si trova una bottega di vasai. È posta ai bordi del centro storico, appoggiata alle mura di cinta. È umile, annerita dal tempo e dal fumo della fornace a legna. Una volta il luogo si chiamava “ Via Borgo Vasai”. Oggi, il nuovo titolo di quella strada, diventata Via Circonvallazione, tace e nasconde l’arte caratteristica del posto. A lavorare ancora l’argilla è la famiglia BOZZI. L’arte si tramanda da padre in figlio da 200 anni e da 165 (dal 1851) la loro manifattura appartiene a questo paese. Quello che un tempo veniva chiamato il “paese dei vasai” è comunque rimasto l’unico centro che conserva un antico laboratorio e mantiene la produzione del vasellame domestico usato fino a 50 anni fa nel territorio piceno. È grazie a Mario, l’anziano Mastro Vasaio, se ancora oggi si è mantenuta l’arte della sua bottega; la passione lo ha portato dapprima a diventare un abile figulo, poi a resistere agli attacchi della rivoluzione industriale e, arrivato il momento, ad insegnare ai propri figli la conoscenza teorica e gestuale che un bravo vasaio deve avere.

n Montottone, a small village nestled in the green hills around Fermo, there is a pottery workshop. It’s on the edge of the historic center, built against the town walls. It’ s humble ... blackened by time and smoke from the wood-burning kiln. Once the place was called “Potter’s hamlet street” but today it has become “Bypass street” in fact hiding the characteristic art of the place. Still working the clay is the Bozzi family. The art has been handed down from father to son for 200 years, and from 1851 (165 years) their manufacture belongs to this village. What once was called the “land of the potters”, has however remained the only center that preserves an ancient workshop and maintains the production of domestic pottery used up to 50 years ago in the Piceno territory. It’ s thanks to Mario, the Master Potter, if the art of his shop has lived on; his passion led him first to become a skilled potter, then to resist the attacks of the industrial revolution and, when the time came, to teach his children the theoretical knowledge and gesture that a good potter must have.

CERAMICHE BOZZI 63843 MONTOTTONE (FM) CELL. +39 3331081273 +39 338 3489879


PH CREDITS: Giancarlo Balboni - Bologna Mauro Giammarini - P,S.Giorgio -Milano, Sebastiano Del Gobbo - Montottone, Marco Biancucci - Cupramarittima

Montottone (AP)


CAGLI All’interno del territorio di Pesaro e Urbino, su un altopiano stretto dai fiumi Bosso e Burano confluenti al Metauro, questo borgo ha un’antica storia di artigianato, grazie ai suoi abilissimi fabbri, capaci di realizzare stupendi manufatti in ferro battuto. Abitata anticamente dagli Umbri e dai Romani, è inserita tra i capisaldi della pentapoli montana bizantina (con Fossombrone, Gubbio, Jesi e Urbino). Fu incorporata dal ducato di Urbino e Federico da Montefeltro la fece fortificare nel 1481 da Francesco di Giorgio Martini: il grande architetto militare costruì un’imponente Rocca, posta sul colle dei Cappuccini, oggi purtroppo scomparsa (restano pochi ruderi) e collegata con un passaggio sotterraneo al maestoso torrione a pianta ellittica, tuttora esistente a valle, e sede del recente centro per la scultura contemporanea. Tra gli edifici religiosi, le chiese di San Francesco e di San Domenico; la cattedrale, quasi interamente ricostruita nel XVIII secolo. Fra le opere di architettura civile, il quattrocentesco Palazzo Preziosi-Brancaleoni, il cinquecentesco Palazzo Tiranni-Castracane e l’ottocentesco teatro comunale, mentre un sito romano molto significativo è il Ponte Mallio sul torrente Bosso. Il “giuoco dell’oca”, il palio storico e goliardico che si disputava a Cagli già nel 1543, oggi viene riproposto la prima e la seconda domenica di agosto: i quattro rioni del paese si sfidano lanciando il dado, avanzando sulle caselle e mantenendo la posizione tra prove di destrezza e abilità, o tornando indietro, in caso di sconfitta. Si aggiudica il palio il quartiere che con un lancio preciso del dado giunge alla casella finale, raffigurante il patrono San Geronzio con i suoi simboli: un putto e un’oca bianca. Il trofeo, infatti, è un un’oca...rigorosamente in ferro battuto!

LE MARCHE CON STILE

176


Cagli is located inland, within the territory of Pesaro and Urbino, on a narrow plateau flanked by the Bosso and Burano Rivers, both flowing into the Metauro River. This village has a long history of wrought iron craftsmanship, a tradition which has survived thanks to Cagli’s highly skilled blacksmiths. These artists are able to create stunning work in wrought iron. Cagli was formerly inhabited by the Umbrians and Romans. It is sandwiched between the cornerstones of the Byzantine Pentapolis Mountain (the area where the cities of Fossombrone, Gubbio, Jesi and Urbino lie today). Cagli was included in the Dukedom of Urbino that is why Duke Federico from Montefeltro had it fortified in 1481 by Francesco di Giorgio Martini. The great military architect built an imposing fortress, located on the hill of the Cappuccini. The fortress is not there now and only some remains have been left. The fortress is connected with an underground passage to the majestic elliptical tower which still exists in the valley and it is the seat of today’s Centre for Contemporary Sculpture. Among the facilities which are worth visiting in Cagli we have religious buildings: the churches of San Francesco and San Domenico; the cathedral, almost entirely rebuilt in the eighteenth century. Among Cagli’s civil architecture we find the Palazzo Preziosi-Brancaleoni (XVc.), Palazzo Tyrants Castracane (XVIc.); and also, the municipal theatre (XIXc). A very significant Roman sight is the Mallio Bridge on the Bosso River. The “Goose Game” is a historical and fun competition which has been held in Cagli since 1543. Nowadays, it takes place on the first and second Sunday of August. For the occasion, the four of the districts which form the town challenge each other by throwing the dice and going forwards or backwards along the boxes of a board, or standing still in their position; this is determined by their success or failure in overcoming skill contests and ability stunts. A precise throw of the dice to reach the final box determines de winning neighbourhood. Saint Geronzio - holding his symbols: little angel and white goose- is depicted on this final box. The trophy is a goose ... a wrought-iron goose! THE CRAFT

177


FANO Località balneare verso Pesaro, nel nord delle Marche, è famosa per il suo Carnevale che il più antico d’Italia. Si festeggia con fuochi d’artificio, carri allegorici, maschere e costumi, tra il “getto”, ovvero il lancio di quintali di dolciumi; la “musica arabita”, con un gruppo di musicisti che, oltre ai normali strumenti, fa risuonare gli oggetti più disparati; e le sfilate dei carri, colossali costruzioni di cartapesta e gommapiuma (alte fino a 16 metri): sempre molto ironiche sono il frutto della straordinaria creatività e dell’abilissimo lavoro artigianale che si tramanda nei secoli. Il paese, poi, è noto per i suoi maestri orafi, in grado di lavorare con estrema precisione gioielli e preziosi, fino a realizzare veri e propri manufatti artistici. Nel centro storico, l’attrazione di maggiore interesse è l’Arco di Augusto, da sempre simbolo della città. Tra gli altri siti, sono pregevoli la cinquecentesca fontana della Fortuna; l’ottocentesco teatro della Fortuna; la Rocca Malatestiana, delimitata da cortine scarpate con robusti torrioni angolari e con il mastio; la Corte Malatestiana, sede del museo civico e della pinacoteca; le Tombe dei Malatesta, un vero e proprio capolavoro di arte neogotica. Tra le specialità gastronomiche, il delizioso brodetto alla fanese, piatto tipico della cucina marinara, a cui è dedicato il festival internazionale del brodetto e delle zuppe di pesce (settembre). Famosa è la “moretta fanese”, drink a base di caffè, rum, anice e brandy inventato da marinai e pescatori del porto, che la bevevano per “riscaldarsi” prima di andare in mare. Tra gli eventi di maggior rilievo, la fiera mercato dell’antiquariato, che tradizionalmente si svolge la seconda domenica di ogni mese e il sabato precedente; Fano Jazz by the Sea (luglio).

LE MARCHE CON STILE

178


Fano is a seaside resort city near Pesaro, in the north of the Marche region. It is famous for its Carnival, the oldest in Italy. The Carnival in Fano is celebrated with fireworks, floats, masks and costumes, including the “sweets throw” (the getto), the launch of hundreds of kilograms of sweets; also, the “arabita” music, played by musicians who, apart from playing ordinary musical instruments, they are able to play wonderful music by using most varied objects. Huge colourful float parades made of papier-maché and foam. Incredibly significant creations which can be up to 16 metres high represent different themes. They are the result of the extraordinary creativity and artistic skills of craft people who are excellent at including irony and sarcasm in their creations. This craft has been handed down from generation to generation in Fano for centuries now. The country, then, is also well-known for its goldsmiths, who are very skilled at producing precious jewels and crafts. The Arch of Augustus in the historic centre of Fano is one of the most stunning attractions of the city. It has become its symbol. There are other sights worth visiting such as the Fountain of Fortune (XVIc.); the Theatre of Fortune (XIXc.) ; the Malatesta Fortress, surrounded by huge vertical walls, robust corner towers and its main fortified tower; the Malatesta Court has become the seat of the Civic Museum and Art Gallery. Also, Fano is the seat of the Tombs of the Malatesta family, masterpieces of the Neo-Gothic movement. Among the typical local specialities we find in Fano is the delicious Broth of Fano . It is a traditional seafood dish which takes part in the international festival of broth and fish soups in September. It is also very well-known the so-called the “Moretta Fanese”: a hot drink based on coffee to which is added rum, anise and brandy in equal quantities. The drink was invented by sailors and fishermen in the port in order to “warm up” before going into sea. The Antiques Market in Fano traditionally takes place on the second Sunday of each month and the previous Saturday to that Sunday; also, a jazz festival: the “Fano Jazz by the Sea” festival which takes place in July. THE CRAFT

179


OSTRA Tra le colline, nelle aree interne dell’Anconetano, sopra la valle del fiume Misa, è riconosciuta come Bandiera Arancione, ed è da visitare per la sua lunghissima tradizione artigiana di restauratori e antiquari: uno degli eventi principali del paese è proprio la mostra nazionale dell’antiquariato e artigianato artistico che si tiene ogni anno nelle prime settimane del mese di agosto. Le botteghe, poi, sono legate strettamente al mondo rurale: famosissima la produzione artigianale del miele (qualità girasole, erba medica, melata, millefiori, sulla) dell’olio di oliva extravergine, ricavato dalle olive “raggia” tipiche della zona, e di formaggi e salumi. Fino al 1881 era chiamata Montalboddo e, secondo la leggenda, venne fondata dagli esuli della città romana di Ostra, distrutta dalle invasioni dei Goti. La città è circondata dalla cinta muraria medievale, lunga 1200 metri, intervallata da torrioni a pianta quadrata. Il cuore del centro è piazza dei Martiri, con il neoclassico Palazzo comunale, la torre civica e il teatro La Vittoria. La basilica Collegiata di Santa Croce è la chiesa principale del paese. Poco lontano dal centro sorge il santuario della Madonna della Rosa, risalente al 1754, che custodisce all’interno l’edicola miracolosa del XVII secolo dedicata alla Madonna, meta di numerosi pellegrinaggi: la tradizione vuole infatti che, nel 1666, un giglio posto da una fanciulla di fronte all’immagine della Vergine restò fresco e profumato per mesi, come appena colto. Appuntamento molto apprezzato dai turisti è la notte degli “Sprevengoli” che, a fine ottobre e alla notte di Halloween, avvolge il centro storico in un’atmosfera di streghe, zombie e fantasmi. Nel mese di ottobre, dal 1670, in occasione della festa di San Gaudenzio si tiene la fiera del patrono. LE MARCHE CON STILE

180


An old traditional antiquarians and restorers fair takes place every year amidst the Marchigian hills, in the inlands of the province of Ancona, in the valley of the river Misa and it shows off its Bandiera Arancione certification. It is an event which reaches national scope: The National Exhibition of Antiques and Articrafts takes place during the first weeks of August. In Ostra, the local groceries are closely linked to the rural world produce, that is the case of their famous handicraft productions of honey in its different versions: Sunflower, Alfalfa, Honeydew, Millefiori and Sulla; another renowned local production is that of extra virgin olive oil from “raggia” olives; it is typical of this area; and there are also cheeses and cold cuts. Until 1881 Ostra was called Montalboddo (Mons Bodio used to be the owner of these lands). The ancient Roman city of Ostra (today called “Le Muracce” in Ostra Vetere) was destroyed by the Visigoths and the citizens escaped to the near lands which belonged to one of their neighbours, Mons Bodio. He sheltered his fellow citizens in his lands. And that is how Ostra was born. The city has still intact 1200 metres of its medieval defensive walls spaced out by square fortified towers. The heart of Ostra is the Martyrs Square flanked by the Communal Palace, the Civic Tower and La Vittoria Theatre. The legend tells that in 1666, a little girl placed a lily in front of the image of the Virgin and the flower remained fresh for months, as it had been just cut. A very welcome festival among nationals and tourists is the “Night of the Sprengevoli” (the night of ‘despicable’ people). It is celebrated at the end of October, for Halloween. Witches, zombies and ghosts customs hunt the city of Ostra. Besides, every October since 1670, Saint Gaudenzio, Ostra’s patron is celebrated.

THE CRAFT

181


MONTE URANO MONTEGRANARO

Questi due paesi compongono, insieme a Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare, il distretto calzaturiero del Fermano e Maceratese, capace di produrre per le aziende di marchi della moda tra i più rinomati al mondo, emblema dell’artigianato nelle Marche che ancora oggi unisce la qualità delle lavorazioni manuali a tecnologie industriali all’avanguardia. Monte Urano è arrivato a fabbricare il 15% della produzione mondiale di calzature per bambino, e negli ultimi anni, sono cresciute anche le quote di mercato nel settore delle calzature da uomo e da donna. Si può solo stimare il numero delle numerosissime piccole o micro aziende calzaturiere, ma in generale, si tratta di centinaia di imprese artigiane: questo è il cosiddetto Consorzio artigiani monturanesi (Cam) che ha raggiunto i 52 ettari di estensione, dimensioni davvero ragguardevoli per un piccolo centro. Montegranaro è uno dei più grandi centri del Fermano. Si tratta di uno dei sistemi produttivi più importanti a livello mondiale: fa calzature sin dalla fine del secolo XVIII. Tradizione artigianale, maestranze tra le più qualificate del settore, cura dei dettagli e dei materiali impiegati, attenzione alla forma, sono fattori che hanno sempre contraddistinto il suo calzaturiero. Scarpe e non solo: il paese offre un evento davvero divertente. Si chiama Veregra Street Festival, ed è il rinomato festival internazionale degli artisti di strada, che riprende l’antico nome romano della cittadina: nell’ultima settimana di giugno, piazze, vicoli e strade del centro storico diventano un magico palcoscenico per giocolieri, mimi e acrobati. LE MARCHE CON STILE

182


These two towns form, along with Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio and Sant’Elpidio a Mare, the shoemaking industrial cluster of the provinces of Fermo and Macerata in the region of Marche. The cluster keeps up with their productions for some of the most renowned footwear in the world. Valuable traditional techniques and modern technology combine together to give way to most authentic Italian savoir faire. Monte Urano was once able to manufacture up to 15% of the world’s production of children’s footwear. And in more recent years, its worldwide market shares in men’s and women’s footwear have significantly grown. The shoemaking manufacturing cluster is formed by hundreds of small businesses and factories (SMEs) and they have consolidated together in the Consortium of Monturanese Artisans (CAM), which has already reached 52 hectares in size, quite a surface for such a small town. Montegranaro is one of the largest urban centres of Fermo. It constitutes one of the most important shoemaking production systems worldwide. This area has made footwear since the late eighteenth century. The cluster counts on highly qualified and skilled craft workers who master traditionally well-known techniques for shoemaking. The high quality of raw material and processes complete this successful cluster system of Marche. There is a very interesting and fun festival called Veregra Street Festival. It is an International Street Artists Festival. It is called Veregra after the original Roman name of the town. It takes place in the last week of June: squares, alleys and streets of the historic centre become a magical stage for jugglers, mimes and acrobats. THE CRAFT

183


Dreamy holidays in Villas & Luxury Properties

LIVING VILLAS MAKES YOUR HOLIDAY AN UNFORGETTABLE EXPERIENCE

Living Villas By Living Italy V. Passionisti, 43 - 62010 Morrovalle (Mc) Marche – Italy Tel +39 (0)733 222955 | Fax: +39 (0)733 223917 www.livingvillas.it | account@livingvillas.it | Follow us on Facebook


THE DAY

L’amore è la condizione in cui la felicità

di un’altra persona è essenziale a te stesso Love is that condition in which the happiness of another person is essential to your own. (Robert Heinlein)


DAI MONTI AL MARE, TUTTA LA BELLEZZA DI LOCATION DA SOGNO PER IL VOSTRO MATRIMONIO From the Mountains to the Sea, dream Venues for your Wedding Day

L

e Marche sono una terra nobile, antica, ricca di tradizione ma allo stesso tempo insolita per la varietà di territori e paesaggi che offre: spiagge incantate, colline sinuose e montagne che regalano panorami mozzafiato. E poi ancora l’arte, la cultura, le bellezze architettoniche e le specialità culinarie. Una regione che offre un’immensa varietà di scelta a LE MARCHE CON STILE

186

M

arche is an ancient, noble land, full of traditions and unusual because of the variety of its landscapes: charming beaches, lyrical rolling hills and mountains with their breathtaking view. Moreover: Art, Culture, architectural beauties and culinary delights. The region offers many opportunities to all those couples,


tutte quelle coppie che desiderano passare un giorno importante come quello del matrimonio in uno scenario da sogno, capace di fondere la genuinità della tradizione con l’originalità di uno stile che sa farsi anche moderno. Per chi ama l’eleganza e la raffinatezza, l’entroterra marchigiano offre rocche, castelli, fortezze, ville signorili e residenze d’epoca, location sofisticate e di classe, che fanno respirare la storia di una regione che è riuscita a mantenere intatto nei secoli il proprio retaggio culturale. Coppie alla ricerca di una cornice unica ed estremamente suggestiva, invece, possono optare per il calore, l’intimità e la convivialità di alcuni dei borghi più belli d’Italia, piccole gemme di storia dove il tempo sembra essersi fermato. Il territorio marchigiano è ricco di chiese e luoghi religiosi speciali per celebrare una cerimonia unica; vere e proprie perle architettoniche in grado di regalare suggestioni emozionanti, grazie alla vista sui laghi e sui monti. Gli agriturismi immersi nella folta vegetazione del Conero e dei Monti Sibillini, l’aria di campagna ed i sapori della tradizione, invece, possono soddisfare le coppie che preferiscono ambienti immersi nella natura, ma comunque in linea con le ultime tendenze provenzali e shabby chic. Spostandosi verso la costa, mutano i paesaggi, ma si incontrano ancora scenari pieni di romanticismo e poesia, con atmosfere calde e luminose. Qui il mare diventa padrone di ogni cosa e regala suggestioni uniche: lungo tutta la costa, dal Nord al Sud della regione, è possibile incontrare chalet meravigliosi e hotel di classe dove allestire il proprio ricevimento matrimoniale, e trascorrere il giorno più bello cullati dal moto dolce delle onde. La Riviera del Conero è uno dei luoghi più suggestivi per organizzare un matrimonio davvero eccezionale: spiagge bianchissime e acqua cristallina, una natura rigogliosa e un monte che digrada dolcemente fino al mare, rendono questo posto un vero e proprio gioiello romantico incastonato nel verde, in cui trascorrere momenti da ricordare per sempre.

who would like to spend their most important day in a wonderful setting. A setting, where traditions meet an original and modern style. For the ones who love an elegant and refined atmosphere, Marche’s hinterland offers fortresses, castles, noble villas and historic residences, along with sophisticated and smart venues, in which the traditional culture has remained intact over centuries. If the couple is instead looking for a unique and evocative framework, they could choose among the most beautiful villages in Italy, where time seems to stand still. Marche is also full of churches and sacred sites to celebrate a unique ceremony: these architectural gems evocate unforgettable emotions thanks to their magic view embracing the Sibillini Mountains and lakes. A huge number of “Agriturismi” located in the middle of the Conero or Sibillini combine the fresh air of the countryside with the flavour of the gastronomic tradition and could instead meet the requirements of those preferring an environment-friendly, shabby chic and Provence-inspired style. Moving toward the coast, although landscapes become different and different, the romantic and poetic settings remain the same. Here the sea influences daily life, giving unforgettable emotions and evocative impressions: up and down the coast, from the North to the South of Marche, wonderful Sea Resorts and smart Hotels allow the couple to organize a distinguished Wedding Reception, spending their most beautiful day lulled by the gentle waves. Conero Riviera is one of the most enchanting location for an exclusive Wedding Day: white, sandy beaches and crystal-clear water together with thriving nature and a mountain that gently slopes make this place a romantic gem offering a stunning seascape. A place to spend moments whose memory will last forever.

THE DAY

187


ITALIAN WEDDING LUXURY Un Maestro di cerimonia, un floral designer, un creativo, progettisti e coordinatori hanno unito il loro know how allo scopo di fornire una consulenza completa nell’ideazione e progettazione di eventi e matrimoni caratterizzati dall’inconfondibile stile “Made in Italy” partendo proprio dalla loro regione di origine: Le Marche. Lo stile Made in Marche, di cui la Regione orgogliosamente si fa portavoce, promuove ed esalta esclusivissimi paesaggi collinari, marini e montani non sempre noti al grande pubblico internazionale ricchi di ville, castelli, chiese e strutture ricettive eccezionali per l’organizzazione di eventi e matrimoni. Ecco perchè Italian Wedding Luxury, società con sede nelle Marche, che da ben 26 anni si è specializzata in servizi di  lusso per una clientela internazionale, ha deciso di partire da questi territori e dalle loro strutture per la proposta LUXURY. Animato da una grande passione per questo lavoro, lo staff è abituato a costruire gli eventi partendo da “un sogno”, disegnando ogni storia in modo unico ed esclusivo. L’obiettivo è, da sempre, quello di realizzare progetti di design creativi e originali, dagli allestimenti al tema conduttore, declinando ogni dettaglio, e pianificando accuratamente ogni aspetto organizzativo. Attraverso una selezione di location prestigiose e di fornitori qualificati, rigorosamente marchigiani, reinterpretiamo ogni volta lo Stile made in Italy, sinonimo di eleganza e raffinatezza in tutto il mondo, per “cucire”il giusto evento addosso ai nostri clienti. Non sono i numeri ciò che ci interessano ma le emozioni, la possibilità di interpretare e materializzare un desiderio che resterà un ricordo per tutta la vita.

LE MARCHE CON STILE

188

ITALIAN WEDDING LUXURY A master of Ceremony, a floral designer, art directors, managers and wedding planners joined their know hows in order to supply Brides and Grooms with a complete consulence starting from the concept of events and weddings until the very end of the party: Everything is realised according to the best Italian Style but starting from their territory of origin: Le Marche. “Made in Marche” style can be easily perceived while visiting the exclusive locations proposed by our event planners: there are so many beautiful country landscapes, small and exclusive beaches, villas, manor houses immersed in wide parks and woods.... very different from any other Italian landscape, but often unknown to the public . Here, an increasing number of people coming from all over the world loves spending its time its holidays, and this quietness is often considered the “plus” for a special event such as a wedding. This is the territory where - 26 years ago - “Italian Wedding Luxury” Company was born, developing its services and the skills of its staff in order to manage luxury events for people coming from all over the world. We are passionate people, proud of “building” our events starting from the first Dream of our customers, ready to draw each “story” as a unique event. Our aim has always been that of realising original projects thanks to our creativity, starting from the initial concept, harmonizing any single detail according to the “leitmotif” of the event , accurately planning each step of the organization. Thanks to an accurate selection of prestigious locations and highly qualified suppliers of the Regione Marche we perform the Italian Style that is synonymous with elegance and refinement all over the world. We offer “Marche” excellence exclusively mixing up starred chef sophisticated cuisine, accompanied by local wines and beers, providing the international perfect service which has always surprised and pleased our guests.


portonovo - ancona

eventi@excelsiorlafonte.it www.excelsiorlafonte.it

ancona

info@seeporthotel.com www.seeporthotel.com

THE DAY

189


Tenuta Santi Giacomo e Filippo

La Villa

San Severino Marche

Villa Lattanzi

LE MARCHE CON STILE

Urbino

Torre di Palme, Fermo

190


Hotel Excelsior La Fonte

Excelsior Hotel

Villa Tombolina

Portonovo, Ancona

Pesaro

Montemaggiore al Metauro

THE DAY

191


il

CARAVAGGIO

di Roberto Longhi

ANCONA Pinacoteca Comunale Francesco Podesti Vicolo Foschi 4

C: 42 M: 8 Y: 22 K: 1

100%

PANTONE 630U

100% 75% 25% 50%

promozione e organizzazione

con il patrocinio di

PANTONE 309U

Fondazione di Studi di Storia dell’Arte ROBERTO LONGHI 100%

100% 75%

25% 50%

C: 75 M: 51 Y: 43 K: 35

con il contributo tecnico di

anconaticket.it 071 2225047


STRUTTURE accommodation

“ll vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”.

“The real voyage of discovery consists not in seeking new landscapes but in having new eyes”. (Marcel Proust)


CHI SIAMO Complici dei vostri sogni

Marche Maraviglia è una Destination Management Company (D.M.C.) leader per il Tailor Made e per l’incoming nella Regione Marche, in grado di dare risposta a qualsiasi richiesta di viaggio, sia essa per viaggiatori individuali o per gruppi, per una vacanza culturale o romantica, balneare o avventurosa, con la garanzia di un’esperienza sempre originale, esclusiva e speciale. Organizzata in forma di Consorzio, Marche Maraviglia riunisce i migliori attori della filiera turistica regionale (dagli hotel ai ristoranti, dai produttori di tipicità ai servizi transfer, dai musei ai teatri, dai parchi alle agenzie di viaggio e turismo), offrendo un Circuito Garantito di Qualità e partner affidabili in tutto il territorio.

LA NOSTRA MISSIONE Alla ricerca del meraviglioso

Marche Maraviglia D.M.C. nasce dal sogno di fare scoprire a tutto il mondo il territorio straordinario e inaspettato delle Marche e di coinvolgere LE MARCHE CON STILE

194

ABOUT US Accomplice of your dreams

Marche Maraviglia is a leading incoming Destination Management Company in the Marche Region in Italy, able to respond to any travel request, whether for individuals or groups, for cultural, romantic, sea or adventurous holidays, always with the guarantee of an original, unique and special experience.

OUR MISSION Searching for marvel

Marche Maraviglia comes from the dream of making the extraordinary territory of Marche renowned worldwide, by engaging the traveller in a unique and memorable stay, in a real daydream. The name Marche Maraviglia wants to refer to the stunning beauty of the Marche region and the wonder of those who come to discover its hidden treasures, its secret and confidential places that are plenty of history, art, nature, knowledge, culture of soul and taste. Marche Maraviglia wants to reach


il viaggiatore in un soggiorno unico e memorabile, in un sogno ad occhi aperti. Il nome stesso Marche Maraviglia vuole parafrasare la straordinaria bellezza del territorio marchigiano e la meraviglia di chi si avventura a scoprire i suoi gioielli nascosti, i suoi luoghi spesso segreti e riservati che racchiudono invece una densità di storia, di arte, di natura, di saperi, di cultura dell’anima e del gusto. Marche Maraviglia vuole raggiungere questi luoghi eccezionali, immergersi in essi, accompagnando il viaggiatore in un viaggio dei sensi, dell’anima e della mente. La destinazione Marche, nel cuore dell’Italia, è anche una valida alternativa alle direttrici più affollate di Toscana, Umbria, Lazio, Veneto… in grado di aprire al viaggiatore nuovi orizzonti e offrire emozioni ancora genuine ed autentiche.

I NOSTRI PLUS Al fianco dei viaggiatori

• Completezza e Specializzazione di Prodotto • Circuito di Qualità • Programmi sempre Personalizzabili • Consulenza Pre- e In- Viaggio • Escursioni ed Itinerari suggeriti • Prezzi Competitivi • Centro Unico di Prenotazione • Eventi Speciali ed Aperture Straordinarie • Complimentary Benefits inclusi nei prezzi

LEGENDA - key

these exceptional places, immerse in them, accompanying the traveler in a journey of senses, soul and mind. The centrality of the Marche Region in the heart of Italy can also be the opportunity for a little off course by the busiest routes of Tuscany, Umbria, Lazio, Veneto ... able to open the traveller new original horizons and offer still genuine and authentic emotions.

OUR PLUS Standing by the traveller

• Product specialist • Quality circuit • Customized programmes • Suggested excursions and itineraries • Competitive prices • Unique Booking Centre • Special events and openings • Complimentary Benefits included in the prices

Mare / Sea Cultura / Culture

Ristorante / Restaurant

Benessere / Wellness

Piscina / Swimming pool

Lusso / Luxory

Garage / Garage

Romatico / Romantic

Wi-Fi libero / Free Wi-Fi

Lavoro / Business

Lavanderia / Laudrery

Natura / Nature

STRUTTURE / ACCOMODATION

195


hotel*****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Lungomare Nazario Sauro 30/34, Pesaro (PU) Tel. +39 0721 630011

www.excelsiorpesaro.it - info@excelsiorpesaro.it

OLD TOWN: 100 m Pesaro, 40 km Urbino AIRPORT: 35 km Rimini, 55 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 1 km Pesaro SEA: sea front

EXCELSIOR L’Excelsior è un boutique hotel che offre al cliente amante del buon vivere uno stile raffinato, ispirato alla glamour experience degli anni ‘50. Un lusso discreto e silenzioso permea tutti gli ambienti, caratterizzati da dettagli preziosi, oggetti di design e cromie calde e rilassanti del legno, del bianco e del grigio. CAMERE 52 camere concepite come fossero suite, con finezze e arredi ispirati alla tradizione velica dell’East Coast americana. Tutte le soluzioni sono tecnologicamente avanzatissime, con perfette insonorizzazione e climatizzazione. SERVIZI E ATTIVITÀ L’elegante ‘59 Restaurant reinterpreta la tradizionale cucina marchigiana, mentre il Bistrò è la cornice suggestiva per il momento della colazione, per un aperitivo o per un pasto veloce, con specialità realizzate dal forno interno, nel raffinato stile di una bakery newyorchese. La Spa si estende su un intero attico affacciato sul mare e comprende piscina riscaldata, idromassaggio, getti dorsali e geyser, sauna finlandese, Kneipp verticale in doccia emozionale, angolo relax con tisane, accoglienti sale massaggio con caminetto e vista mare. Di fronte all’hotel vi aspetta il Lido, una spiaggia privata con un’area dedicata al relax dotata di due vasche idromassaggio, salottini e baby corner. Sala congressi modulabile da 20 a 200 posti. LE MARCHE CON STILE

196

For those who love first-class and quality accommodations, Excelsior is a boutique hotel offering elegance, charm and intimacy, a refined style inspired by the 1950s. Precious details, shades of broken whites and grays. Pleasurable and comfortable ambience. ACCOMMODATION The hotel offers 52 rooms, all of them on a suite-based formula, with fine details inspired by East Coast Sailing in USA. They are all technologically equipped, sound-proofing, air-conditioning and heating, to make the guest feel comfortable. FACILITIES ’59 Restaurant reinterprets the traditional cuisine of Marche, while Bistrò offers oven-baked products like a New York bakery. Spa with heated swimming pool, hydro-massage, back massages, Finnish sauna, vertical Kneipp with emotional shower. Lido Beach with hydro-massage tubs, gazebo and baby corner. Congress area from 20 to 200 seats and customized Wedding & Events Service.


STRUTTURE / ACCOMODATION

197


residenza di charme*****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Contrada Cugnolo, Torre di Palme, Fermo (FM) Tel. +39 0734 53711

www.villalattanzi.it - info@villalattanzi.it

OLD TOWN: 10 Km Fermo, 6 km Porto San Giorgio AIRPORT: 80 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 6 km Porto San Giorgio SEA: 2 km Marina Parmense

VILLA LATTANZI Nel cuore del Fermano, a Torre di Palme, sorge Villa Lattanzi, uno splendido luxury refuge a cinque stelle che coniuga l’anima antica di una villa padronale del ‘700 con servizi moderni e funzionali. “Salve, Amico, godi dell’ospitalità che preparò per te il padrone di casa”, sono le parole che accolgono l’ospite in un bassorilievo in latino sulla soglia d’ingresso della villa e che ancora oggi definiscono l’idea di accoglienza di questo hotel: il piacere esclusivo di un servizio personalizzato, l’eccellenza di una cucina naturale, l’aristocratica bellezza delle stanze, l’assistenza professionale, discreta e mai invasiva, di un Ambassador personale a disposizione del suo ospite per ogni necessità. CAMERE Le 18 camere sono tutte finemente arredate in tinte pastello e dotate di ogni comfort: vasca idromassaggio, connessione Wi-Fi, TV satellitare, aria condizionata, cassaforte, minibar e menu di cuscini. Camere vista mare a disposizione su richiesta. SERVIZI E ATTIVITÀ Il ristorante, che può ospitare fino a 200 persone, propone pietanze a cottura espressa, prodotti a km0 e verdure dell’orto della villa, nel rispetto della tradizionale cucina marchigiana. L’area benessere Belvedere, situata nella torre all’ultimo piano della villa, è un angolo di relax concepito per la singola persona o la coppia, LE MARCHE CON STILE

198

Overlooking the sea, in Torre di Palme, there lies Villa Lattanzi. A 5-star accommodation gem merging an old soul of legends and facts together with modernity and practicality. An XVIII-century villa that has been renovated to become a charming hotel. “I greet you my Friend, enjoy the stay the owner himself has prepared for you.” A long time ago these words were carved on the threshold of villa and they still summarise the inner sense of hospitality services and welcoming disposition present in the villa: the mastery of chefs, the beauty of aristocratic ambience, the warm hospitality, the qualified staff at guests’ disposition. ACCOMMODATION There are 18 rooms finely furnished in pastel colours, with every comfort: hydro-massage, Wi-Fi connection. Satellite TV, air-conditioning, safe deposit box, minibar and a wide choice of pillows. It is possible to demand the sea-view. FACILITIES The restaurant (up to 200 seats) offers local products, express cooked dishes and vegetables from the garden, according to the traditional cuisine of Marche. The Belvedere Wellness Area is located within the tower of the villa, this is a special corner for couples and individuals. Meeting area (up to 100 seats), gym, and private chapel. American Bar,


con sauna, idromassaggio e terrazza panoramica. Area meeting (fino a 100 persone e modulabile in 3 sale da 30 persone), palestra, cappella privata, American Bar, Wi-Fi gratuito. Ampio giardino e bosco privato con 35.000 mq percorribili attraverso 5 sentieri tracciati. Su richiesta: limousine service, area balneare convenzionata, yacht service.

Free Wi-fi. Fantastic garden and 35.000 mq of woods surround the entire villa, with 5 paths for walking. On request: limousine service, affiliated beach, yacht service.

STRUTTURE / ACCOMODATION

199


hotel**** S

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Rupi di Via XXIX Settembre 12, Ancona - Tel +39 071.9715100

www.seeporthotel.com - info@seeporthotel.com

OLD TOWN: 0 mt Ancona AIRPORT: 18 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 1,5 km Ancona SEA: 13 km Portonovo

SEEPORT Il SeePort Hotel ha la doppia anima di un boutique hotel dotato di ogni comfort e di una nave in movimento, alla ricerca continua di emozioni da vivere. Il fascino di una struttura che dall’alto domina il porto e lo contempla e l’affidabilità di un’ancora gettata in mare. Una doppia anima, come quella della città di Ancona, l’unica della Riviera Adriatica dove il sole sorge e tramonta in mare. CAMERE 48 camere una diversa dall’altra, che garantiscono comfort e stile: la Comfort, con un ambiente intimo e accogliente, per chi vuole sentirsi re per una notte; la Superior; l’Executive, un rifugio confortevole per chi ama uno stile romantico e avvolgente; infine le Junior Suite, con spazi generosi, terrazza sulla città e vista a perdita d’occhio, vasca idromassaggio e letto king size per un soggiorno all’insegna del benessere. SERVIZI E ATTIVITA’ Il servizio di concierge è il fiore all’occhiello dell’accoglienza firmata SeePort, perché un bel soggiorno inizia dal benvenuto. Prodotti di stagione e cucina di altissima qualità sono gli ingredienti della cucina di Umberto Bentivoglio, Executive Chef del Ginevra Restaurant. Alla Terrazza-Roof Garden si possono gustare aperitivi e buffet gustosi, mentre al Lounge Cafè si LE MARCHE CON STILE

200

The Seeport Hotel has a double soul: a boutique hotel with every comfort and a sailing ship with the charm of a giant dominating the harbour. A double personality exactly like Ancona reveals to have: the only city fronts onto the Adriatic shore where the sun raises and goes down in the sea. ACCOMMODATION With 48 rooms all different one from the other. The Comfort Room offering a familiar and cozy atmosphere for those who like to spent a night as a king. The Superior and Executive room, toasty shelters for those who love a romantic style. The Junior Suites offer sea and harbour view, Jacuzzi and king size beds. FACILTIES The SeePort Hotel offers to its guests a lounge area, free Wi-Fi in every space and a careful and well-informed 24h concierge service. Seasonal products and a high quality cuisine are the main ingredients of Ginevra Restaurant Executive Chef Umberto Bentivoglio. On the roof garden, guests can enjoy aperitifs and the Lounge Cafè is a romantic cafeteria. For those who love staying fit, the SeePort Hotel provides a well-equipped gym and, on request, a private massage session. Private business and leisure event organization avai-


sorseggia un ottimo caffè. Per coloro che amano il fitness e il benessere, l’hotel offre un’attrezzata palestra, con presenza a chiamata di un massaggiatore professionista. Il SeePort è anche eventi, sia business che leisure, grazie alla disponibilità di una sala meeting modulabile, da 20 a 150 posti.

lable both outdoor and inside, thanks to the meeting room up to 150 seats.

STRUTTURE / ACCOMODATION

201


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Poggio 160 - 60129 Portonovo (AN) Tel. +39 071 801470

www.excelsiorlafonte.it - info@excelsiorlafonte.it

OLD TOWN: 8 km Ancona AIRPORT: 30 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 11 km Ancona SEA: 100 m Portonovo

EXCELSIOR LA FONTE A Portonovo, immerso nel Parco del Conero, tra monte e spiaggia, si trova L’Hotel Excelsior La Fonte. La sua bianca architettura mediterranea caratteristica lo rende un gioiello di grande fascino. Un grande giardino privato con piscina trasforma l’Hotel La Fonte in un piccolo tesoro, un luogo dove soggiornare per godere del relax più assoluto e di tutti i comfort di una eccellente struttura 4 stelle.

The Hotel Excelsior La Fonte is sited in Portonovo, surrounded by the Conero Park, between the mountain and the beach. Its characteristic white Mediterranean architecture makes it as a fascinating jewel. A large private garden with a swimming pool helps making the Hotel La Fonte a little treasure, a place to stay to enjoy the maximum of relaxation and all the comforts of an excellent 4 star Hotel.

SISTEMAZIONI All’Hotel Excelsior La Fonte, dotato di 72 camere, potrete trovare l’accoglienza genuina della gente di mare, fatta di amore per la propria terra e di attenzione all’ospite, per soddisfare tutte le sue esigenze. Affidatevi alla professionalità dello Staff di questa struttura: vi suggerirà la migliore sistemazione per voi e vi offrirà informazioni puntuali su ciò che c’è da vedere e da vivere nella splendida Baia di Portonovo.

ACCOMMODATION At Hotel Excelsior La Fonte, with 72 rooms, you will find the genuine atmosphere of sea-faring people, made of love for their own land and attention for the guest, to satisfy all his needs. Rely on the Hotel staff professionalism: they will suggest the best accommodation for you and provide precise information about what to see and what to live in the beautiful Bay of Portonovo.

SERVIZI Il fiore all’occhiello dell’Hotel Excelsior La Fonte è sicuramente il ristorante, che offre una cucina di mare genuina e di qualità, per la quale viene utilizzato il miglior pesce locale fresco e i prodotti eccellenti della Baia, come il Mosciolo di Portonovo, presidio Slow Food. Una cucina che risente dell’ispirazione delle antiche ricette dei pescatori di qui, che si tramandano di generazione in generazione. Oggi queste ricette rivivono sotto nuova veste e for-

FACILITIES The highlight of Hotel Excelsior La Fonte is definitely the restaurant, which offers genuine and quality seafood, for which it’s used the best fresh local seafood and the excellent products of the Bay, as the “Mosciolo di Portonovo”, which is a Slow Food protection. A cuisine that reflects the inspiration of the local fishermen ancient recipes, handed down from one generation to another. Today, these recipes are revived under a different form,

LE MARCHE CON STILE

202


ma, grazie alla reinterpretazione offerta dagli Chef dell’Hotel. A disposizione degli ospiti ci sono anche la piscina attrezzata con lettini e teli mare, il giardino e le aree comuni dell’hotel, il campo da tennis e quello di calcio a cinque, e un meeting center.

thanks to the re-interpretation offered by the Hotel Chefs. At guests’ disposal there are also the swimming pool with beach loungers and beach towels, the garden and the Hotel public areas, the tennis court and the five-a-side football field and a meeting center.

STRUTTURE / ACCOMODATION

203


relais****

UNO STILE DI VITA, UN’ALLEANZA CON LA NATURA, NOSTRA ISPIRAZIONE QUOTIDIANA

Via San Giacomo in Foglia 7 - Loc.Pantiere Urbino (PU) Tel. +39 0722 580305

www.tenutasantigiacomoefilippo.it - info@urbinoresort.it

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

OLD TOWN: 13 km Urbino AIRPORT: 48 km Rimini, 82 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 27 km Pesaro SEA: 28 km Pesaro

TENUTA SANTI GIACOMO E FILIPPO Uno stile di vita, un’alleanza con la natura, nostra ispirazione quotidiana. Situata nel cuore del Montefeltro, ai piedi di Urbino, città del Rinascimento, la Tenuta Santi Giacomo e Filippo è il luogo perfetto per un soggiorno tra natura, cultura, enogastronomia e benessere. Una parte di queste terre apparteneva alla nonna paterna di Raffaello Sanzio, Isabecta De Lominis, madre di Giovanni Santi e certa è la frequentazione di questi luoghi da parte del Duca di Montefeltro. Il cuore pulsante della Tenuta è l’albergo diffuso, Urbino Resort, con SPA, piscina e ristorante, che nasce dalla ristrutturazione di un antico borgo contadino e immerso nell’oasi faunistica protetta “La Badia”. Vincitore del Green Travel Award 2015 – Premio GIST migliore “Villaggio Eco” d’Italia

A lifestyle, an alliance with nature, our daily inspiration. Located in the heart of Montefeltro, at the foot of Urbino, the city of Renaissance, the Tenuta Santi Giacomo e Filippo is the perfect place for a stay between nature, culture, wine and food and wellness. Part of these lands belonged to the Raffaello Sanzio’s paternal grandmother, Isabecta De Lominis, Giovanni Santi’s mother and the attendance of these places by the Duke of Montefeltro is certain. The estate “beating heart” is the “Albergo Diffuso”, Urbino Resort, with a SPA, swimming pool and restaurant, that arises from the renovation of an ancient rural village, surrounded by the protected fauna oasis “La Badia”. It’s the winner of the Green Travel Award 2015 - GIST Award for the best “Eco Village” in Italy

CAMERE Il complesso ricettivo dispone di 33 unità abitative fra camere Classic, Suite e Appartemti Deluxe ricavate in sei edifici dell’antico borgo contadino. Ogni unità è stata reinterpretata perché ne scaturisse una personalità unica e originale. Tutte dispongono di aria condizionata, TV satellitare, Internet, minibar, cassaforte e asciugacapelli. Servizio in camera a richiesta.

ACCOMMODATION The complex has 33 units including Classic Rooms, Suites and Deluxe Apartments obtained by six buildings of the old farming village. Each unit has been reinterpreted in order to spring a unique and original personality. All the rooms are equipped with air conditioning, satellite TV, Internet, minibar, safe and hairdryer. Room service on request.

SERVIZI E ATTIVITÀ’ La Tenuta è anche un’azienda agricola e vitivinicola, biologica da venti anni.

FACILITIES The estate is also a winegrower farm, which is organic by twenty years.

LE MARCHE CON STILE

204


Novità di quest’anno è la nuova Cantina, dotata di anfore in cera d’api e autoclavi per la produzione di spumante metodo Charmat. Nella sua vasta estensione, la Tenuta comprende anche Urbino dei Laghi Ristorante e Naturalmente Pizza, per il secondo anno consecutivo vincitore dei tre spicchi da parte della Guida Gambero Rosso. Il ristorante propone una cucina tradizionale marchigiana e romagnola ed un concetto di pizza completamente naturale, pensata utilizzando farine di grani locali macinati a pietra e lievito madre. Le materie prime provengono per la maggior parte dall’azienda agricola. Infine, Urbino Horses, maneggio a disposizione per passeggiate a cavallo nell’Oasi.

This year news is the new wine cellar, equipped with beeswax amphoras and autoclaves for the sparkling wine production with Charmat method. In its vast expanse, the estate also includes Urbino dei Laghi Restaurant and Naturalmente Pizza, which is for the second consecutive year the winner of the “Tre Spicchi” Award assigned by the Gambero Rosso guide. The restaurant serves the traditional cuisine of Marche and Romagna Regions and has a completely natural concept of pizza, designed using flour made by local and stoneground wheats and sourdough . Raw materials come mostly from the farm. Lastly, in the estate there is Urbino Horses also, stables at disposal for horseback riding in the Oasis.

STRUTTURE / ACCOMODATION

205


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Falleroni 85, Recanati (MC) Tel. +39 071 981914

www.ghr.it - info@ghr.it

OLD TOWN: 0 m Recanati AIRPORT: 46 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 14 km Porto Recanati SEA: 14 km Porto Recanati

GALLERY HOTEL RECANATI Situato in pieno centro storico a Recanati, il Gallery Hotel Recanati è la base ideale per godere delle suggestioni leopardiane offerte dalla città della poesia e un ottimo punto di partenza per la scoperta della Riviera del Conero. Lo splendido panorama aperto sulle dolci colline marchigiane regala ogni giorno un piacevole risveglio e momenti di puro relax dalla terrazza-solarium. CAMERE Le 68 camere, tra cui 9 suites e 6 junior suites, sono ricavate dagli ambienti di un ex-seminario del 1700, riadattati per offrire il massimo comfort: aria condizionata autonoma, connessione internet gratuita, TV LCD con canali satellitari e pay-perview, minibar, cassaforte adatta per contenere computer portatili, asciugacapelli. Si può scegliere tra un arredamento classico e sofisticato o un design più moderno ed essenziale. Pavimenti in parquet nella maggior parte delle camere. Le suite e junior suite offrono anche un’ampia zona soggiorno, vasca o doccia idromassaggio. SERVIZI Ristorante, Bar, Reception 24 ore su 24, quotidiani, terrazza-solarium con vasca idromassaggio, Internet point e connessione internet gratuita in tutto l’hotel, camere non fumatori, Sala lettura. Garage o parcheggio privato su richiesta (a pagamento). L’hotel è dotato di impianti ad elevata tecnologia volti a garantire il risparmio energetico e la salvaguardia dell’ambiente. LE MARCHE CON STILE

206

Located in the heart of the famous Recanati, the Gallery Hotel Recanati is the ideal accommodation to enjoy the Leopardian atmosphere offered by the town of poetry and at the same time close to the Conero Riviera. The hotel provides a magnificent view on the gentle Marchigian hills and a wonderful terrace. ACCOMMODATION The hotel is a renovated palace from an historical building of the sixteenth century, it was actually a seminary in 1700. The 68 rooms, 9 suites and 6 junior suites, offer all comforts: individual air conditioning, Wi-fi connection, flat-screen satellite Tv, safe deposit box for storing laptops, hairdryer. Guests can choose between classic or sophisticated design for a modern and essential style. Suites and Junior Suites are bigger, they include a living room corner. It is also possible to choose between bathroom with shower or with hydro-massage and parquet. FACILITIES Restaurant, bar, reception 24h, newspapers, panoramic terrace with hydro-massage and sunbeds, internet point and free Wi-fi, reading lounge. Garage or private parking is available (for an extra fee). Moreover, the hotel is equipped with special high-tech systems that guarantee energy saving and help natural environmental conservation.


STRUTTURE / ACCOMODATION

207


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Loc. Pontebovesecco 14, Genga (AN) Tel +39 0732 972065

www.hotellegrotte.it - info@hotellegrotte.it

OLD TOWN: 4 km Genga, 10 km Fabriano AIRPORT: 50 km Falconara TRAIN STATION: 10 km Fabriano SEA: 70 km Senigallia, 76 km Portonovo

HOTEL LE GROTTE L’Hotel Le Grotte è un accogliente 4 stelle situato a soli 4 km dalle Grotte di Frasassi e immerso in uno splendido giardino con piscina e suggestivo scenario di rocce. Le Grotte è stato premiato come uno dei migliori hotel italiani a 4 stelle e come struttura attenta all’ambiente. CAMERE 23 spaziose camere e una suite, tutte studiate ed arredate con cura per divenire accoglienti rifugi. Alcune sono dotate anche di terrazza o balcone sul parco. Tutte dispongono di ampio bagno, Wi-Fi gratuita, TV satellitare, canali Mediaset Premium di cinema e calcio, frigobar, riscaldamento/aria condizionata indipendente, cassaforte, telefono diretto. SERVIZI Rinomato Ristorante dalla lunga tradizione gastronomica (su richiesta sono disponibili anche alimenti privi di glutine). Centro Benessere “Île Spa” con area umida (idromassaggio, sauna finlandese, bagno turco, docce emozionali, Kneipp, sala relax con tisane) e area trattamenti. Piscina esterna con acqua salata e postazioni idromassaggio e solarium. Ampio giardino con area giochi per bambini. Sala conferenze e sala per banchetti. LE MARCHE CON STILE

208

Le Grotte is a welcoming 4-star hotel among the best in Italy, located just a few kilometers from the Frasassi Caves and surrounded by a wonderful large garden with pool. Thanks to its commitment to improve the territory environment, the hotel was given the Ecolabel European logo. ACCOMMODATION There are 23 large rooms and 1 suite finely furnished with attention to details, to create welcoming places. Some of them include a terrace or a balcony overlooking the park. Each room has a large bathroom, free wi-fi, satellite TV, Mediaset Premium Cinema and Football channels, minibar, safe deposit box, independent air conditioning/heating, telephone. FACILITIES Famous restaurant with a long gastronomic tradition (Gluten-free food is available upon request). “Ile Spa” wellness center with massages and wellness area (hydro-massage, Finnish sauna, Turkish bath, aromatic and emotional showers, Kneipp, relax area, herbal teas. Outdoor salt-water pool with hydromassage and solarium. Large garden with a children’s playground. Conference room and banqueting.


STRUTTURE / ACCOMODATION

209


hotel**** S

HOTELHORI ZON Strada Provinciale Veregrense, 567, Montegranaro FM Tel. 0734 873864  

www.hotelhorizon.it - info@hotelhorizon.it

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

OLD TOWN: 5 km Montegranaro, 9 km Civitanova Marche AIRPORT: 90 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 15 km Civitanova Marche BEACH: 15 km Civitanova Marche

HOTEL HORIZON L’Hotel Horizon è studiato nei minimi particolari per offrire il massimo comfort sia alla clientela business che a quella leisure. Situato a pochi minuti d’auto dai fashion outlet delle migliori griffe della calzatura e abbigliamento a livello internazionale, l’hotel vanta una posizione comodissima per gli appassionati dello shopping. Soggiornare all’Horizon significa anche poter raggiungere in cinque minuti d’auto il mare ed in poco più di mezz’ora la montagna, rilassarsi in Riviera e degustare prodotti tipici dei Monti Sibillini. CAMERE 50 camere, luminose e spaziose, con dettagli all’avanguardia e 5 suite con giardino privato e angolo cottura che possono ospitare fino a 5 persone. Tutte le camere sono finemente arredate e dotate di connessione internet, TV satellitare LCD, frigo bar, cassaforte e ampia sala da bagno con spaziosa doccia o vasca idromassaggio Jacuzzi. SERVIZI La Spa è provvista di sauna finlandese, bagno turco, cabina mediterranea, docce emozionali, cascata di ghiaccio e sala relax. La piscina riscaldata con trattamento dell’acqua all’ozono è dotata anche di cromoterapia, idromassaggio, giochi d’acqua, solarium, palestra e tetto apribile durante la stagione estiva. L’elegante Ristorante Mediterraneo, aperto sia a pranzo LE MARCHE CON STILE

210

The Horizon Hotel is studied to offer the maximum comfort to the business guests and the leisure ones. Situated just minutes far from the fashion outlets of shoes and clothing, the hotel enjoys a convenient location for shopaholics. Staying at the Horizon Hotel means also going to the sea in five minutes and to the mountains in half an hour, to relax in Riviera and taste typical products of Sibillini Mountains. ACCOMMODATION 50 bedrooms, brights and spacious, with cutting-edge details and 5 suites with private garden and kitchenette that can accommodate up to 5 people. All rooms are elegantly furnished with Internet access, LCD satellite TV, minibar, safe, spacious bathroom and Jacuzzi. FACILITIES The spa includes a sauna, Turkish bath, emotional showers, ice fountain and relax room. The heated pool is equipped with colour therapy, massage, water games, solarium gym and openable roof during summer. The stylish Restaurant Mediterraneo, is opened at lunch and dinner, offering savours of the traditional cooking with international taste, is available for wedding and cerimonies. Loung Bar, Open Garden and Roof Terrace are available for events. Congress centre


che a cena, offre sapori che coniugano la tradizione marchigiana con il gusto internazionale e si presta particolarmente ad ospitare matrimoni e cerimonie. Lounge Bar, Open Garden e Terrazza Panoramica, sono a disposizione per suggestivi eventi. Infine il centro Congressi offre ampie sale meeting, che possono ospitare da 35 a 180 persone e sono dotate delle migliori soluzioni tecnologiche.

with spacious meeting room, that could contain from 35 to 180 people and include the best technological solution.

STRUTTURE / ACCOMODATION

211


relais****

Hotel & Spa Via Solferino 4, Staffolo (AN) Tel. +39 0731 779223

www.relaisdelborgo.it - info@relaisdelborgo.it

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

OLD TOWN: 0 m Staffolo AIRPORT: 32 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 19 km Jesi SEA: 47 km Ancona, 53 km Senigallia

RELAIS DEL BORGO Se con uno sguardo abbracci monti, dolci colline, vigneti, mura medievali, archi di pietra, vicoli stretti, alti campanili e riesci ad intravedere anche l’azzurro del mare, allora sei a Staffolo, un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato a quando ad essere importanti erano le cose semplici, il vino buono, la cucina casereccia, il contatto umano, l’amicizia e la parola data. Sulle mura che circondano la città, una vecchia villa signorile è stata completamente riportata al suo antico splendore e trasformata in un grazioso hotel. CAMERE Relais del Borgo accoglie i propri ospiti in confortevoli stanze dall’atmosfera calda e rilassante. 1 Suite, 3 Junior Suite e 4 Superior, dedicate ai colori del territorio e ai prodotti locali, vi accoglieranno con un cadeaux ispirato ai sapori marchigiani. Ogni piano è dotato di un diffusore di acqua rivitalizzata, per offrirvi un sorso di leggera armonia e ritrovare la poesia della natura. SERVIZI Una moderna Spa dotata di zona relax, sauna, vasca idromassaggio scavata nella roccia, tinozze per le immersioni singole e di coppia e sala trattamenti, ideali per il benessere psicofisico. Free Wi-Fi, servizio lavanderia 24h, servizio in camera 24h, area relax con tv e selezione di quotidiani nazionali, bar e sala meeting.

LE MARCHE CON STILE

212

If it happens to be the case that you come across rolling hills landscape, vineyards, medieval walls, stone arches, narrow alleys, tall towers and that you are able to take a glimpse of the blue sea, then you are in Staffolo, a place where time stood still at the times when simple things where the important things: good wine, homemade food, human contact, friendship and your given word. On the walls surrounding the city, an old manor house has regained its hidden old splendor and converted into a charming hotel. ACCOMMODATION The 8 rooms boast the colours of these lands and were decorated with the finest details regarding materials and finishes. All air conditioned, rooms offer a satellite flatscreen TV and a private bathroom with a hairdryer, slippers, bathrobes and free toiletries. They also offer a comfortable sitting area which includes a cupboard, a desk, a tea time corner and small vintage armchair. The Suite is also equipedwith a large double hydro massage tub. FACILITIES A modern SPA including a relaxing area, sauna, hydro massagewith two air beds operating soft massages to cervical vertebrae and ankles, two bath tubs (single and double) for immersion treatments with essences of wine, honey, hay, chocolate, spices, white moss, rose petals, citrus and milk. Finally a large treatment area for massages, scrubs and mud treatments. Free Wi-Fi. 24-hour front desk. Bar.


STRUTTURE / ACCOMODATION

213


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Grilli 26, Sirolo (AN) Tel. +39 071 9330665

www.hotel-sirolo.eu - info@hotel-sirolo.eu

OLD TOWN: 0 m Sirolo, 23 km Ancona AIRPORT: 33 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 23 km Ancona, 9 km Osimo SEA: 200 m Sirolo

HOTEL SIROLO Situato all’interno della splendida cornice del Parco del Conero, a pochi passi dal centro di Sirolo, l’Hotel Sirolo è dotato dei più moderni servizi per offrire ai propri clienti il massimo del comfort. Lo splendido mare del Conero è raggiungibile tramite sentiero a piedi, mediante scalinate o con comodo bus/navetta (disponibile da metà giugno a metà settembre). CAMERE Le 31 camere offrono un’atmosfera di raffinata eleganza e sobrietà, con pavimento in parquet e arredi luminosi firmati Cantori, e servizi all’insegna del massimo comfort: doccia idromassaggio, aria condizionata, minibar, TV LCD 26” con Pay TV e canali satellitari, telefono, cassetta di sicurezza, asciugacapelli, collegamento internet con tv e wi-fi gratuito. Le Junior Suite offrono in più vasca idromassaggio e televisore LCD 32”, mentre le camere Superior si distinguono per i loro grandi terrazzi dove rilassarsi prendendo il sole. SERVIZI E ATTIVITÀ Reception 24/24 ore. Bar. Ristorante à la carte, aperto da metà giugno a metà settembre, con sala interna climatizzata e giardino esterno, cucina Celiaca, Vegetariana e Vegana. Centro benessere dotato di sauna, bagno turco, vasca idromassaggio, solarium UVA e sala massaggi (su prenotazione). Wi-Fi gratuLE MARCHE CON STILE

214

The hotel is located inside the wonderful Park of Conero, very near the city centre of Sirolo. It offers modern services to give the clients every possible comfort. The beautiful beaches of Conero Riviera can be reached by footpath or by shuttle (from June 15th to September 15th). ACCOMMODATION There are 31 rooms, all offering a fine and elegant atmosphere, parquet floor, bright furnishings and services to make your stay comfortable: shower with hydro-massage, air-conditioning, minibar, LCD TV 26’’ with Pay TV and satellite channels, safe deposit box, telephone, hairdryer, internet connection and wide range of pillowcase. Junior Suites also offer hydro massage tub and LCD TV 32’’. Superior rooms are equipped with large terrace for relaxing and sunbathing. FACILITIES 24-hour front desk. Restaurant à la Carte (air-conditioned indoor and outdoor garden; Celiac, Vegetarian and Vegan cooking). Wellness center with sauna, Turkish bath, hydromassage tub, UVA solarium, massage area (on request). Outdoor swimming pool. Free Wi-Fi. Free private parking is possible at a location nearby (reservation is not needed). Airport/ Station Shuttle service (free). The hotel offer a discount at the beach 800 metres away, also


tito. Piscina esterna (non riscaldata). Ascensore. Spiagge convenzionate nelle vicinanze, anche con servizio navetta. Parcheggio privato disponibile gratuitamente in zona senza prenotazione. Servizio Transfert Stazione / Aeroporto (gratuito).

with shuttle service.

STRUTTURE / ACCOMODATION

215


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Viale Trieste 26, Pesaro Tel. +39 0721 30275

nautiluspesaro.edenhotels.it - info@hotelnautilus.it

OLD TOWN: 1 km Pesaro AIRPORT: 80 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 2 km Pesaro BEACH: sea front

HOTEL NAUTILUS Si trova in una posizione privilegiata, direttamente sul mare e con accesso diretto alla spiaggia, a pochi passi dal centro storico di Pesaro. Una struttura nuovissima (inaugurata nella primavera di quest’anno) che già vanta un primato: è infatti l’hotel in legno più alto d’Europa. Bioarchitettura e utilizzo di fonti rinnovabili (pannelli fotovoltaici che garantiscono il 60% del fabbisogno energetico dell’hotel) si uniscono a un raffinato design che richiama i viaggi marinareschi, oltre ad una grande armonia negli arredi.
All’esterno si può apprezzare la tranquillità e la bellezza del Nautilus nell’area verde che è impreziosita da una stupenda piscina riscaldata dalla forma curvilinea.

Situated in a privileged location directly on the sea and with a direct access to the beach, the Hotel is at a short walk from the Pesaro old town center. The brand new building, inaugurated this spring, already boasts a record: it is the highest made out of wood Hotel in Europe. An eco-friendly architecture and the usage of sustainable sources (solar panels provide the 60% of the Hotel energy needs) combine with a refined design that recalls seafaring trips, in addition to the great harmony in the furnishings. You can enjoy the Nautilus tranquility and beauty outside in the green area, enhanced with a beautiful heated and curvilinear shaped pool.

SISTEMAZIONI Nella struttura ci sono 111 camere, 59 Classic (di cui 4 comunicanti), 46 Superior (di cui 12 comunicanti) e 6 Family, tutte con possibilità di vista fronte mare, dalla doppia alla quintupla, sino alla Family Room per le famiglie più numerose. Sono tutte dotate di balcone, servizi privati, televisore a schermo piatto, televisione satellitare con canali Sky, telefono, aria condizionata autonoma, cassetta di sicurezza, asciugacapelli, frigorifero e wifi.

ACCOMMODATION In the Hotel there are 111 Rooms: 59 Classic Rooms (4 of which are adjoining rooms), 46 Superior Rooms (12 of which are adjoining rooms) and 6 Family Rooms. Every room has the possibility to have a seafront view, from double to quintuple Rooms up to Family Rooms for larger families. They are all equipped with balcony, en suite bathroom, flat screen television, satellite television with Sky TV, telephone, air conditioning, safe, hairdryer, refrigerator and wi-fi.

SERVIZI Ricchissima la gamma dei servizi offerti: ristorante vista mare NAU e dehor (spazio esterno) con cucina certificata Aic (Associazione italiana celiachia) e attrezzata per tutte le intolleranze e allergie alimentari; American Bar; piscina esterLE MARCHE CON STILE

216

FACILITIES The Hotel provides a wide range of services: the NAU Restaurant with sea view and dehor (outdoor area), an AIC (Italian Celiac Association) certified kitchen, equipped for all intolerances and food


na e solarium attrezzato con ombrelloni, sdraio e lettini; animazione e mini club; spiaggia privata e attrezzata con un ombrellone e due lettini per camera; reception h24; Baby & Teen Room; area giochi nell’area verde esterna; ludoteca interna; lavaggio bici con meccanica e rimessaggio custodito; lavanderia express; connessione wifi gratuita e climatizzazione in tutta la struttura; parcheggio esterno; utilizzo di biciclette dell’hotel. Il Nautilus, infine, è anche Pet Friendly: sono benvenuti gli amici a quattro zampe di piccola taglia (su richiesta, con pacchetto Pet Plus).

allergies; an American Bar; an outdoor swimming pool and a solarium equipped with beach umbrellas, beach chairs and beach loungers; animation and mini club; a private beach equipped with a beach umbrella and two beach loungers per room; 24h Reception; Baby & Teen Room; playground in the outdoor green area; indoor game room; mechanical bike washing and secure storage; express laundry; free wifi connection and central air conditioning in the whole building; outdoor parking; Hotel bicycles usage. Lastly Nautilus is also a Pet Friendly Hotel: four legs small friends are welcome (on request, with the Pet Plus package).

STRUTTURE / ACCOMODATION

217


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Faleriense Est 66, Montegiorgio (FM) Tel. +39 0734 967321

www.sanpaolohotel.net - info@sanpaolohotel.net

HISTORICAL CENTRE: 4 km Montegiorgio – 16 km Fermo AIRPORT: 81 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 24 km Porto San Giorgio SEA: 24 km Porto San Giorgio

SAN PAOLO HOTEL Il San Paolo Hotel è un moderno 4* recentemente ristrutturato e dotato di tutti i comfort. A pochi passi dall’Ippodromo SanPaolo e in posizione strategica rispetto al distretto calzaturiero marchigiano, al mare Adriatico e ai monti Sibillini, il San Paolo unisce la raffinatezza degli arredamenti alla praticità delle più moderne tecnologie. È il luogo ideale per importanti meeting aziendali ed eleganti eventi privati, perché ogni dettaglio è studiato per assicurare a tutti gli ospiti un soggiorno nel massimo comfort e nel più completo relax. CAMERE Le tre diverse tipologie di camere, Comfort, Superior e Deluxe sono dotate di ogni comfort: ampia doccia con cromoterapia, connessione wi-fi, Tv satellitare, aria condizionata, cassaforte e minibar. SERVIZI Il Ristorante Open propone pietanze nel pieno rispetto della migliore tradizione marchigiana. L’Hotel è attrezzato con sale moderne, luminose e funzionali, per poter ospitare piccole riunioni o meeting fino a 300 persone. Ampio parco con piscina dove poter fare rilassanti passeggiate nel verde. Nei dintorni dell’Hotel è possibile visitare suggestivi borghi medievali ricchi di storia e di fascino. LE MARCHE CON STILE

218

Modern recently renewed 4 stars hotel, the San Paolo is equipped with all comforts. Situated at few minutes walk from the San Paolo hippodrome and close to the shoe-manufacturing regional district, the Adriatic Sea and to the Mounts Sibillini, the San Paolo Hotel unites the elegance of its furniture to the functionality of the most innovative technologies. It is the ideal place to organize company meetings and private events because each details is designed to satisfy all guests’ needs. ACCOMMODATION The San Paolo Hotel offers three kind of accommodation: Comfort, Superior and Deluxe. All the rooms are equipped with colour-therapy shower, Wi-Fi, Cable TV, Air conditioning, safe and minibar. FACILITIES The ‘Open Restaurant’ offers traditional regional plates. The hotel provides modern, bright and functional halls where to organize meeting up to 300 persons. A wide park with swimming pool where strolling is recommended. It is also possible to visit the medieval hamlets in the surrounding area.


STRUTTURE / ACCOMODATION

219


hotel****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

via Bernini, 6 Urbino (PU) Tel. +39 0722 327742

www.hotelmamiani.it - info@hotelmamiani.it

OLD TOWN: 2 km Urbino AIRPORT: 50 km Rimini, 80 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 30 km Pesaro SEA: 30 km Pesaro

HOTEL MAMIANI L’Hotel Mamiani di Urbino è una moderna struttura alberghiera immersa nell’idilliaco paesaggio collinare del Montefeltro, circondata da splendide attrazioni turistiche e non solo, quali il Palazzo Ducale, la Casa Natale di Raffaello, il Palazzo Arcivescovile e l’Università. l’Hotel Mamiani offre ai suoi clienti la possibilità di rilassarsi e godere di un nuovissimo centro benessere Kì Spa con piscina con idromassaggio riscaldata a 38° per l’idroterapia, doccia emozionale, stanza del vapore ed angolo tisaneria. CAMERE Le sue 62 camere sono dotate di aria condizionata regolabile, TV a schermo piatto e connessione Wi-Fi gratuita. Le camere sono di tre diverse tipologie dalla Comfort, passando alla Deluxe con vista sulla vallata del Montefeltro fino alla più ricercata Junior Suite che vizia gli ospiti con un’ampia camera con salottino e doppi servizi, un cestino di frutta fresca come benvenuto, il quotidiano preferito e il room service incluso. SERVIZI L’hotel mette a disposizione dei suoi ospiti Il ristorante “Giardino della Galla” che propone piatti tipici della cucina marchigiana, nel rispetto dell’antica tradizione, scegliendo unicamente prodotti genuini e di altissima qualità: pasta lavorata a mano, carni cotte alla brace e una selezione di vini D.O.C. Proverbiali le ricette a base LE MARCHE CON STILE

220

Hotel Mamiani is a modern structure into the idyllic landscape of Montefeltro, surrounded by touristic attraction and more over: the “Palazzo Ducale”, the house of Raffaello, the “Palazzo Arcivescovile” and the University. The Hotel Mamiani offers to his clients the possibility to relax and enjoy the new wellness centre Kì Spa with Jacuzzi warmed up to 38° for hydrotherapy, emotional shower, and tea corner. ROOMS The 62 bedrooms have air conditioned, ledtv and free WiFi. There are three kind of rooms: the Comfort, the Deluxe with a beautiful seeing, and the Junior Suite with his big bedroom, living room and double services, fresh fruits as welcome, a daily and included room service. SERVICES The hotel has also his Resaturant “Giardin della Galla” which propose typical recipes from the local cuisine, choosing genuine product as: handmade pasta, grilled meats and a selection of wines DOC. In addition, you can have every morning a delicious American breakfast buffet with homemade cakes, which is accompanied by a Wellness Corner with light food. In the lobby are available newspapers, a shuttle service between the hotel and the cen-


di funghi porcini e tartufi. Inoltre, ogni mattina vi attende una deliziosa colazione americana a buffet con torte fatte in casa, a cui si affianca un Angolo Benessere con cibo leggero ed equilibrato. Nella hall sono a disposizione dei quotidiani gratuiti. Un servizio navetta collega l’hotel con il centro di Urbino ogni 20 minuti, ma gli ospiti possono usufruire anche di biciclette a noleggio gratuito e di un garage per bici con officina annessa.

tre of Urbino every 20 minutes. Guests can also take advantage of free bike rental and a garage for bikes with workshop attached

STRUTTURE / ACCOMODATION

221


relais****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Contrada S. Gregorio 16 Fraz. Trivio, Ripatransone (AP) Tel. +39 0735 987003

www.relaisdelcolle.it - info@relaisdelcolle.it

OLD TOWN: 10 km Ripatransone AIRPORT: 100 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 15 km Grottammare SEA: 16 km Grottammare

RELAIS DEL COLLE Nulla disturba la quiete assoluta di questo luogo. Armoniosamente inserito nel verde della campagna, tra le colline picene e lontano dal frastuono cittadino, Relais del Colle è una dimora di charme, uno spazio biodinamico dove il gusto per l’ospitalità si sposa alla perfezione con la naturale eleganza del luogo.

There is nothing to disturb the peacefulness of this place. Surrounded by the green of nature, among the hills and far from the noises of the city, Relais del Colle is a fascinating house, a biodynamic space where the love for welcoming the guests blends with the natural elegance of this place.

CAMERE 6 spaziose camere progettate seguendo i principi del Feng Shui e i più avanzati concetti di bioarchitettura. Eleganti e spaziose, le camere sono arredate con mobili antichi, parquet e raffinata biancheria certificata bio. Tutte dispongono di telefono, ADSL e di uno splendido terrazzo che volge verso i Sibillini.

ACCOMMODATION There are six large rooms designed following Feng Shui principles and the most modern concepts of bioarchitecture. Large and elegant, the rooms have period furniture, parquet, and fine bio linen. Each room has telephone, internet connection and a beautiful balcony overlooking the Sibillini Mountains.

SERVIZI E ATTIVITÀ Prima colazione a buffet, cucina tipica marchigiana con prodotti biologici e verdure dell’orto biodinamico. Su prenotazione, disponibili menu dietetici e per bambini. Centro benessere con piscina, idromassaggio, nuoto controcorrente. Su prenotazione, è possibile usufruire del bagno turco e di massaggi con pregiati oli essenziali. Si organizzano corsi di cucina, yoga e meditazione. È possibile noleggiare mountain bike. Nelle vicinanze sono presenti un maneggio e un piccolo campo da golf.

FACILITIES Buffet breakfast, typical regional cuisine with biological products and vegetables that come from the biodynamic garden. On request, dietetic menu and children menu. Spa with swimming pool, hydro-massage, swimming machine. On request, guests can also use Turkish bath and massages with essential oils. The Relais also organizes cooking, yoga and meditation classes. It is possible to rent mountain bikes. In the area you can find a riding school and a golf court.

LE MARCHE CON STILE

222


STRUTTURE / ACCOMODATION

223


villa****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via della Villa 20, loc. Cesolo, San Severino Marche (MC) Tel. +39 331 9336455  

www.lavillateloni.it - info@lavillateloni.it

OLD TOWN: 3 km San Severino Marche, 20 km Macerata AIRPORT: 60 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 3 km San Severino Marche BEACH: 50 km Porto Recanati

LA VILLA Villa Teloni è un’elegante dimora rurale del ‘700, con piscina, immersa in un parco privato su una collina panoramica a 3 km dal borgo storico di San Severino Marche. La villa, ristrutturata con stile ed eleganza, offre agli ospiti un ambiente rilassante e suggestivo, ideale per soggiorni rigeneranti in relax e tranquillità. La villa si trova a soli 15 minuti d’auto dalle Terme di Tolentino e a meno di un’ora di strada dal Mare Adriatico, dal Conero e dai Monti Sibillini.

Villa Teloni, situated at 3km away from the hamlet of San Severino Marche, is an elegant ‘700 country palace, with swimming pool, full immerged into a private park on a panoramic hill. The building, stylish renovated, offers to its guests a relaxing and picturesque atmospheres that perfectly serves regenerating stays. By car, Villa Teloni is at 15 minutes from the Terme di Tolentino and less than an hour drive from the Adriatic Sea, Mount Conero and Mounts Sibillini.

SISTEMAZIONI Le sistemazioni della Villa Teloni sono flessibili e personalizzabili, per soddisfare diverse esigenze di soggiorno: breve, medio o lungo, da 2 a 24 persone, in formula b&b o in completa  autonomia. Le camere e le suite sono confortevoli e rifinite con materiali di pregio, dal cotto, al legno, al ferro battuto. Arredate con gusto, regalano agli ospiti emozioni d’altri tempi, fra travi a vista, soffitti a volta o un’incantevole vista sul parco. Ospitano da 2 a 4 persone, e sono dotate di letto king size e lussuoso bagno in travertino, condizionamento autonomo caldo/ freddo, Wi-Fi, telefono, Tv. Due camere al piano terra sono accessibili ai disabili. Gli appartamenti, autonomi, funzionali ed eleganti, possono ospitare da 2 a 6 persone, in camere indipendenti con bagno privato, condizionamento caldo/freddo, Wi-Fi, telefono, Tv. Sono dotati di un’accogliente zona living e di cucina attrezzata a uso esclusivo. E sono arricchiti di dettagli unici, come camini in pietra e marmo o vetrate che si affacciano sulla campagna. Due appartamenti al piano terra sono acces-

ACCOMMODATION Villa Teloni’s rooms satisfy all kind of guest’s needs: short, middle or long term, from 2 up to 24 people, B&B and totally independent treatments. The rooms and suites are comfortable and decorated with prestigious materials, such as cotto tiles, wood, wrought iron. They are all elegantly furnished: oak-beamed, vaulted ceilings and a charming view on the park they donate guests old times emotions and atmospheres. Designed for 2 to 4 persons, they provide king size bed, travertine bathroom, independent air conditioning, Wi-Fi, telephone and TV. Two ground level rooms designed for disables. The independent, functional and elegant apartments can host from 2 to 6 people equipped with private bathroom, hot/cold air conditioning, Wi-Fi, telephone, TV. They provide a comfortable living room and an equipped kitchen decorated with unique details such as stone and marble fireplaces or impressive windows facing the countryside. Two apart-

LE MARCHE CON STILE

224


sibili ai disabili. Le ville sono ampie e prestigiose, pensate e allestite per il massimo confort in piena autonomia. Ospitano da 8 a 24 persone, in camere indipendenti con bagno privato, condizionamento caldo/freddo, Wi-Fi, telefono, Tv. Comprendono una zona living curata e signorile, cucina attrezzata e comodi spazi esterni a uso riservato, con salottini in vimini, tavoli da giardino e barbecue. Due ville, ai piani terra, sono accessibili ai disabili. SERVIZI Il parco è lo spazio del riposo e della contemplazione, con il suo scenografico terrazzo affacciato sulla piscina (13 x 7 mt) e sui colli, tra i profumi di tigli e gelsomini, e i colori sgargianti delle rose e dei limoni. Il buffet della colazione è molto curato, con prodotti dolci e salati del territorio. Nel complesso della villa si trovano inseriti anche una piccola chiesetta storica privata, dove è possibile celebrare matrimoni con rito civile e religioso, spaziose cantine storiche, ideali per accogliere banchetti, meeting ed eventi in uno spazio elegante e suggestivo. A disposizione degli ospiti vi sono inoltre: parcheggio esterno gratuito, palestra attrezzata, barbecue ad uso comune, spazio giochi per bambini, lavanderia attrezzata su richiesta, reception 24 ore su 24. Animali ammessi su richiesta.

ments on the ground level have been designed for disables. The wide and prestigious villas have been designed and furnished to offers the highest comfort level. They can host 8 to 24 persons in independent rooms with private bathroom, hot/cold air conditioning, Wi-Fi, telephone. They offer noble living room, equipped kitchen e reserved outdoor spaces with wicker living rooms and barbeques. Two villas, at the ground level, have been designed for disables. FACILITIES The park, for its scenic terrace on the swimming pool (13x7mt), the hill, among linden and jasmine perfumes and roses and lemon trees bright colours, is dedicated to the relax and meditation. Buffet breakfast offers typical sweet and sour local products. In the park there are also a small church, available for weddings (both civic and religious), ancient cellars where to organize banquets, meetings and private events. Available for guests a free outdoor parking, equipped gym, barbeque, playground for kids, equipped laundry on request, 24h conciergerie service. Pets allowed.

STRUTTURE / ACCOMODATION

225


villa

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Tombolina, Montemaggiore al Metauro (PU) Tel. +39 0721 891918

www.villatombolina.it - info@villatombolina.it

OLD TOWN: 8 km Mondavio, 19 km Fano AIRPORT: 60 km Ancona TRAIN STATION: 19 km Fano SEA: 19 km Fano

VILLA TOMBOLINA Immersa nel verde, a metà via tra mare ed entroterra, Villa Tombolina è un delizioso albergo diffuso di campagna, dall’atmosfera calda e accogliente, a pochi minuti d’auto dalle Gole del Furlo e dalle città storiche di Fano, Mondavio e Urbino. Antica residenza estiva degli Arcivescovi di Urbino, il complesso risale al ‘700 e ingloba all’interno una piscina all’aperto, una cappella privata e un’azienda agricola che produce ottimi salumi e olio extra vergine d’oliva. CAMERE Sono disponibili due diverse tipologie di sistemazione: in Casolare o in Villa. Il Casolare ospita 9 camere, tutte arredate in un raffinato stile rustico, con aria condizionata, TV LCD satellitare, vista sul giardino e ampi spazi comuni. La Villa è una raffinata dependance indipendente che può essere affittata anche interamente in esclusiva. Al piano superiore, intorno al salone centrale, si affacciano 4 Suite, di cui due dotate di un ampio terrazzo panoramico e una con spazioso bagno in marmo rosa del Portogallo e idromassaggio Jacuzzi. Al piano terra invece si trovano una grande cucina, un’ampia sala da pranzo con salotto e camino, una suggestiva cantina ed un salone capace di ospitare eventi fino a cento persone. SERVIZI Strepitoso buffet della prima colazione, con salumi nostrani e torte fatte in casa. Giardino LE MARCHE CON STILE

226

Midway between the sea and the hinterland, surrounded by breathtaking countryside: this is the setting for Villa Tombolina, a charming villa with refined rooms and a warm, welcoming atmosphere. In just a few minutes by car you can reach the spectacular Gola del Furlo (Furlo Canyon) or the town of Fano, Mondavio and Urbino. The origins of the Villa date back to the XVII century and for several years it had been the summer residence of the Archbishops of Urbino. Today the noble building includes also an outdoor pool with hydromassage, a gentle park, a private chapel and a farm producing meats like salami and lonza and olive extra-virgin oil. ACCOMMODATION You can choose between two different accommodations: the Casolare or the Villa. The Casolare houses 9 rooms. They all have a unique rustic atmosphere and a breathtaking view. They are all air conditioned and offer a view of the garden, an LCD TV with satellite channels. The Villa is an elegant dependence and you can rent it as an independent private villa. From the upper floor, four suites look onto the hall below; two of them have large, panoramic terraces. The main suite has a pink Portuguese marble tiled bathroom and a Jacuzzi tub. On the ground floor there are a large kitchen, a spacious dining room, a living room with fireplace, a striking wine cellar.


con barbecue, area giochi per bambini e tavolo da ping-pong. Piscina con idromassaggio. Mountain bike e campetto polivalente. Vendita diretta di prodotti agricoli. Wi-Fi gratuito. Spazioso parcheggio privato gratuito.

FACILITIES Rich buffet breakfast with genuine salami and home-made cakes. Out in the garden you will find a pool with hydromassage, a BBQ, children’s playground, table tennis and a polyvalent field. Mountain bikes on request. Free WiFi in public areas and free car-parking.

STRUTTURE / ACCOMODATION

227


centro turistico****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Trieste snc, Porto Sant’Elpidio (FM) Tel. +39 0734 9071

www.centroturistico.it - prenotazioni@centroturistico.it

OLD TOWN: 1 km Porto Sant’Elpidio AIRPORT: 60 km Ancona Falconara RAILWAY STATION: 1 km Porto Sant’Elpidio BEACH: sea front

HOLIDAY CENTRO TURISTICO Il Centro Turistico Holiday è il luogo ideale per una vacanza all’insegna del relax e del divertimento. Dotato di piscine adatte a grandi e piccini, parco giochi e impianti sportivi per il tennis, il calcetto e il beach volley, rappresenta la struttura ideale per tutta la famiglia. Durante il vostro soggiorno all’Holiday anche la noia andrà in vacanza. Grazie all’animazione, potrete ballare in gruppo e tenervi in forma con corsi di fitness e acqua gym, mentre i vostri bambini faranno amicizia e impareranno nuovi divertenti giochi, sotto l’occhio attento degli animatori del mini club. Il teatro all’aperto, circondato da una meravigliosa pineta naturale, vi regalerà l’emozione del grande spettacolo, mentre il Tiburon sarà lo spazio ideale per vivere notti da sogno, danzando fra il mare e le stelle.

The Holiday Tourist Centre is the perfect place to spend a relaxing and fun holiday. It is perfect for the whole family with adult and children’s swimming pools, a playground and sports facilities (tennis, five-a-side football and beach volleyball). Say goodbye to boredom when you stay at the Holiday Park: thanks to a wide range of activities, guests can enjoy group dance lessons or keep fit with fitness and aqua-gym classes, while kids make friends and learn new fun games under the careful supervision of our mini-club entertainers. Guests can also enjoy all the excitement of a great show at our openair theatre set in the heart of a magnificent natural pine forest, while the Tiburon is the perfect place to experience dreaming evening events, dancing between the sea and the stars.

SISTEMAZIONI Il Villaggio, immerso in centomila metri quadrati di verde perfettamente curato e coperto da connessione Wi-Fi, è situato a due passi dalla spiaggia privata. I 130 villini di cui è composto sono corredati di ogni comfort: TV, telefono, biancheria e stoviglie. I villini bilocale 5 posti e i villini bilocale 5 posti tipo A sono dotati di aria condizionata. L’Hotel Residence Holiday, con 24 camere e 54 appartamenti dotati di aria condizionata, Wi-Fi, Tv Sat, telefono, frigo bar e cassetta di sicurezza, soggiorno, angolo cottura e divano letto, rappresenta un ottimo punto

ACCOMMODATION Set in one hundred thousand square metres of immaculate parkland and covered by a WiFi connection, the village is located a stone’s throw from its own private beach. Its 130 chalets are equipped with every comfort: TV, telephone, linen and crockery. The small villas two-roomed 5 beds and the small villas two-roomed 4 beds type A are equipped with air conditioning. If you are looking for refinement and service, then the Holiday Hotel Residence is the perfect place for you, featuring 24 rooms and 54 apartments equipped with air condi-

LE MARCHE CON STILE

228


di riferimento per chiunque sia alla ricerca di cortesia e servizio. Il campeggio, con oltre 500 piazzole numerate, servite singolarmente con prese di corrente 220 V, scarichi e acqua corrente, è infine lo spazio ideale per gli amanti del camping. SERVIZI Il supermercato, il bazar, il bar, il ristorante, la pizzeria e il self service e le due sale conferenze, da 120 e da 40 posti, coperte da connessione Wi-Fi, fanno dell’Holiday Centro Turistico uno spazio in cui trovare servizio e intrattenimento a due passi dal mare e una location ideale per presentazioni e business meeting.

tioning, telephone, mini-bar, safe, living room, kitchenette and sofa bed. The campsite is the perfect place for camping lovers, featuring over 500 numbered pitches each served by a 220 V power supply, drainage and running water. FACILITIES With its supermarket, bazaar, bar, restaurant, pizzeria, self-service facilities and two 120 or 40-seater conference halls with Wi-Fi connection, the Holiday Tourist Centre is a space where you can can find service and entertainment a stone’s throw from the seaside and a perfect location for business meetings.

STRUTTURE / ACCOMODATION

229


villaggio****

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Faleria, 15 – 63821 Porto Sant’Elpidio (FM) Tel.: (+39) 0734 900604 / 993379 Cel. 366 651 2471

www.villaggiolemimose.it - info@villaggiolemimose.it

OLD TOWN: 2 km Porto Sant’Elpidio AIRPORT: 60 km Ancona Falconara RAILWAY STATION: 2 km Porto Sant’Elpidio BEACH: sea front

VILLAGGIO LE MIMOSE

Il Villaggio Le Mimose è un villaggio turistico a 4 stelle aperto tutto l’anno, direttamente sul mare Adriatico, ideale per le famiglie e per tutti coloro che vogliono concedersi una vacanza all’insegna del divertimento e del meritato relax. Spiaggia privata e spiaggia libera, due piscine panoramiche che si affacciano direttamente sull’arenile di sassi bianchi, grande parco giochi per bambini, staff di animatori a disposizione di adulti e bambini per rendere il vostro soggiorno ancora più divertente. SISTEMAZIONI Dotato di 118 appartamenti, tutti in muratura, da 2 a 6 posti letto, e di 60 piazzole da circa 80mq ognuna. SERVIZI All’interno del Villaggio è presente un ristorante dove è possibile degustare piatti della tradizione a base di pesce, pizza e specialità marchigiane. LE MARCHE CON STILE

230

Le Mimose Village is a 4 stars hotel open all year. Situated right on the beach is the perfect holiday place for families and for those who want to experience a fun and relaxing holiday. Both private and free beaches, two panoramic swimming pools facing the white rocky beach, a playground and animation staff for kids and adults will make the guest stay more and more pleasant. ACCOMMODATION 118 brick apartments holding 2 to 6 pax and 60 campsites of 80 sqm each. FACILITIES Inside the village there is a restaurant where guests can taste traditional meat and fish dishes and pizzas.


STRUTTURE / ACCOMODATION

231


hotel***

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Lungomare Mameli 47, Senigallia (An) Tel. +39 071 7927474

www.hotelniversal.it - info@hoteluniversal.it

OLD TOWN: 600 m Senigallia AIROPORT: 25 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 500 m Senigallia SEA: sea front

HOTEL UNIVERSAL Situato direttamente sul litorale sabbioso di Senigallia, la famosa “Spiaggia di velluto”, l’Hotel Universal dispone di spiaggia privata e di piccolo ma funzionale centro benessere. Fate pochi passi a piedi o una breve pedalata (…la bici la offre l’hotel) e vi troverete al porto turistico, di fronte alla famosa rotonda sul mare, oppure nel delizioso centro storico, sempre animato in ogni stagione. Aperto tutto l’anno, l’Hotel Universal è una struttura recentemente rinnovata con grande gusto e dotata dei più moderni comfort. CAMERE Le camere, spaziose, luminose e raffinate, sono tutte impreziosite da un ampio balcone con vista mare e offrono moderni comfort: TV LCD 32” con Mediaset Premium, doccia con cromoterapia, frigobar con consumazioni offerte, WI-FI, aria condizionata, accappatoio e ciabattine. SERVIZI Ristorante panoramico con servizio a buffet, cucina tipica regionale e piatti internazionali, angolo per celiaci e angolo per bambini. Spiaggia privata con area giochi e animazione per adulti e per bambini in estate. Nuovissimo centro benessere con sauna, palestra, doccia solare, bagno turco, trattamenti estetici, massaggi. Biciclette a disposizione. Terrazza con ombrelloni e lettini prendisole. Parcheggio privato. Ascensore. Aria condiLE MARCHE CON STILE

232

Set directly on the promenade in Senigallia (well-known as “Velvet Beach”), Hotel Universal features a private sandy beach and a small but very functional wellness centre. Take a short walk or a short ride (bike service complimentary) and you will be directly to the harbor, opposite to the famous “Rotonda Sul Mare”, or in the lovely center, always animated, in every season. Open all year round and recently stylishly renovated. With us you may enjoy a nice beach vacation (for couples and families), some days of sports, good food and relaxation. ACCOMMODATION The rooms are spacious, bright and elegant, they are all completed with a large balcony overlooking the sea and offer many amenities for your comfort: 32 “LCD TV with Mediaset Premium, chromotherapy shower, mini bar, WI-FI, air conditioning, bathrobe and slippers. FACILITIES Panoramic restaurant with refined dishes of our region and international dishes. Gluten-free meals are also available. Air conditioning and free Wi-Fi throughout the hotel. Internet point. Private parking. Lift. Private beach with Children’s playground with daily entertainers. Wellness center with sauna, gym, sun shower, turkish bath, beauty treatments for face / body, spa, massage. Terrace


zionata e free wi-fi in tutto l’hotel. Internet point. Bar. Portineria 24 ore su 24. Bus navetta gratuito per la stazione di Senigallia e per l’aeroporto di Falconara. Sala riunioni fino a 50 persone. Servizi dedicati ai bambini: spondine anticaduta in camera, scalda biberon, vaschette per il bagno, servizio di baby sitter, orari flessibili ai pasti, animazione sulla spiaggia, biciclette con seggiolini, sala TV con programmi dedicati.

with parasols and sunbeds. Bar. Concierge service 24 hours on 24. Bicycles available and free bike storage room. Free shuttle bus to the train station of Senigallia and the airport of Falconara. Meetings room up to 50 participants. For children: Safety rails Room, Bottle warmer, Baby bathtubs, Babysitting service, Flexible hours with meals, Entertainment on the beach, Bicycles with child seats, TV room with dedicated.

STRUTTURE / ACCOMODATION

233


hotel***

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Frazione Campodonico, 102 Fabriano (AN) Tel. +39 0732 259489

www.pinetahotel.com – info@pinetahotel.com

OLD TOWN: 17 km Fabriano AIROPORT: 76 km Ancona Falconara RAILWAY STATION: 18 km Fabriano SEA: 80 km Falconara Marittima

HOTEL PINETA RISTORANTE COUNTRY HOUSE Immerso nel cuore delle Marche, tra l’Appennino Umbro-Marchigiano, in una pineta in posizione panoramica, sorge l’Hotel Ristorante Pineta in località Campodonico a circa 15 km da Fabriano. Tre generazioni della famiglia Dell’Uomo hanno scelto di dedicarsi con passione ed entusiasmo a questa attività: “Una vacanza da noi significa rigenerarsi e vivere in simbiosi con la natura”. Il noto ristorante Pineta delizierà il vostro palato con piatti della tradizione particolarmente curati. La favorevole posizione dell’Hotel Pineta, immerso in una splendida vallata nel cuore delle Marche, permette di visitare aree ad alto interesse culturale come Gubbio (a soli 30 km circa), le Grotte di Frasassi, Matelica, il Parco dei Sibillini, Assisi, Sassoferrato, il Monte Cucco, la Riviera del Conero. Aperta tutto l’anno, la struttura potrà offrirvi ospitalità e tranquillità in un luogo di fascino naturalistico; completano il tutto camini accesi in ogni sala nei mesi più freddi, un bel bicchiere di vino e un’ottima compagnia!

In the hearth of Marche, on the Appennini mounts between Marche and Umbria, the hotel is surrounded by a pine forest situated closed to Campodonico, 15 km far from Fabriano. Three generations of the Dell’Uomo family chose to dedicate their life to the hotel activity with passion and devotion: “An holiday at the Hotel Pineta means regenerate body and soul and perfectly living together with nature”. The famous Pineta Restaurant will satisfy all tasted offering traditional dishes prepared with extreme attention. Thanks to its position, staying at the Hotel Pineta, make visits to beautiful and interesting locations very simple: Gubbio is only 30 km far; the Grotte di Frassasi; Matelica; the Parco del Sibillini; Assisi; Sassoferrato; the Monte Cucco and the Riviera del Conero are easily reachable. The Hotel Pineta is open the whole year offering the quietness of a splendid naturalist atmosphere also in wintertime when the fireplace crackles and chats are accompanied by a glass of a good wine.

CAMERE Le 40 camere del Pineta sono diverse l’una dall’altra negli arredi e tutte provviste di TV, Wifi e bagno privato. Alcuni alloggi vantano anche l’aria condizionata e un balcone con vista sulla vallata. Sono disponibili anche due nuovi romantici chalet nel bosco.

ACCOMMODATION Each one of the 40 rooms is different from the other as regarding furniture. They are all equipped with TV, Wi-Fi a bathroom. Some of them also have valley view balcony and air conditioning. Two new chalets situated in the surrounding forest are also available.

LE MARCHE CON STILE

234


SERVIZI Fornito di una gradevolissima zona giardino all’aperto, il noto Ristorante Pineta propone piatti regionali fatti in casa e, su richiesta, anche ricette senza glutine. Zona solarium con grande piscina per adulti (20x10 mt profondità 2,40 mt) e piscina per bambini (5x5 mt profondità 50 cm). Ampio parcheggio privato. Giardino con area giochi per bambini. Campo da tennis. Possibilità di noleggio mountain bike. A pochi chilometri dall’albergo è possibile praticare trekking, equitazione e pesca sportiva nelle strutture convenzionate. Per coloro che amano lo sport estremo c’è il Parco del Monte Cucco, dove si può praticare Discesa dei torrenti, Parapendio e Deltaplano.

FACILITIES Enclosed in a wonderful garden, the Pineta Restaurant proposes homemade traditional dishes and, on request, gluten free plates. A solarium area with a 20x10mt big swimming pool and a 5x5 mt kids swimming pool, playground, tennis court, bike renting, trekking, horse riding and game fishing activities available in agreed structures. For those who love extreme sports rafting, paragliding and hang-glider are available on Monte Cucco.

STRUTTURE / ACCOMODATION

235


country hotel

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Fosso Roberti, 1, Morro D’Alba (AN) Tel. 339 6098247

www.shantihousedalmago.com info@shantihousedalmago.com

OLD TOWN: 1 km Morro D’Alba, 12 km Jesi AIRPORT: 15 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 10 km Chiaravalle SEA: 16 km Senigallia

SHANTI HOUSE Shanti House è un country hotel racchiuso dalle dolci colline del vino rosso Lacrima, il luogo ideale per chi è alla ricerca di pace e serenità. I dintorni sono ricchi di sorprese: si può vagare tra le colline alla scoperta dei piccoli centri medioevali della Vallesina, come Jesi, Staffolo e Genga, o passare in pochi minuti al relax delle spiagge di Senigallia e della Riviera del Conero. Le stupende Grotte di Frasassi sono raggiungibili in pochi minuti d’auto.

Shanti House is a farm surrounded by the gentle hills of the prestigious “Lacrima” red wine, it is the ideal setting for those who are looking for peace and serenity. The surrounding area is full of surprises: you can wander among hills to explore Vallesina medieval villages or spend some time relaxing on the Senigallia beaches or in those ones of the Conero Riviera. Many villages are within a few minutes, like Jesi, Senigallia, Genga, Ancona.

CAMERE Lo stile Shanti House è caldo ed accogliente, con arredi semplici e moderni. Ciascuna delle 9 camere è contraddistinta da un colore diverso ed è dotata di climatizzazione e free Wi-Fi. Camere spaziose e luminose, capaci di ospitare fino a 4 persone. Le suite family dispongono di un ampio soggiorno con minikitchen, camera matrimoniale e ulteriore camera doppia separata, entrata indipendente e porticato. Spettacolare la colazione, con torte e crostate fatte in casa, biscotti appena sfornati, marmellate di produzione propria, frutta di stagione, freschissime spremute e centrifughe ma anche squisiti salumi locali. Prodotti sani e genuini per offrirvi solo il meglio per la vostra colazione.

ACCOMMODATION Shanti’s Style is warm and cosy with simple modern furniture. Each room is characterised by a colour and equipped with free Wi-Fi, Air conditioning, Tv, Telephone, Safe box, Mini bar, Bathroom, Hairdryer, Courtesy line. Bright and spacious rooms that can host up to 4 people. The family suites are provided with a spacious living room, minikitchen, and double bedroom, a twin room, private entrance and porch. Healthy and wholesome products to offer you only the best for your breakfast: homemade cakes and pies, freshly baked biscuits, jams from domestic manufacture, fresh fruits, juices and centrifuges and also delicious local cold meats.

SERVIZI Piscina all’aperto con angolo idromassaggio e solarium. Ampio giardino. Area giochi per bambini. Area relax con caminetto e libreria. Connessio-

FACILITIES Swimming pool with Whirlpool. Large garden. Play area for children. Free Wi-fi all through the hotel. Fireplace with relax area and

LE MARCHE CON STILE

236


ne Wi-fi gratuita in tutto l’hotel. A 600 mt dalla struttura si trova il rinomato ristorante Dal Mago, lo storico ristorante della famiglia Romiti che da generazioni custodisce e propone la vera e rara “cucina povera” marchigiana, fatta di materie prime genuine, di ricette uniche e di tanta buona convivialità.

library. Restaurant Il Mago (600 mt from the hotel).

STRUTTURE / ACCOMODATION

237


hotel***

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Lungomare C. Colombo, 127 - Marotta di Mondolfo (PU) - Tel. +39 0721 96533 

info@hotelambassadormarotta.it www.hotelambassadormarotta.it

OLD TOWN: 1 km Marotta, 8 km Senigallia AIRPORT: 33 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 1 km Marotta SEA: seafront

HOTEL AMBASSADOR L’Hotel Ambassador è situato direttamente sul mare, in una zona tranquilla e vicina al centro. Le camere, tutte con balcone vista mare, sono dotate di ogni comfort. L’ottima cucina del ristorante, con la sua terrazza panoramica direttamente sulla spiaggia, contribuirà a rendere il soggiorno ancora più piacevole. I bassi fondali del mare Adriatico e la posizione favorevole rendono l’hotel particolarmente adatto ad una vacanza in relax per tutta la famiglia.

The Ambassador is a seaside hotel, situated in a quiet area and close to the city centre. The bedroom, all with seaview balcony, are equipped with all the comforts; the excellent cuisine of the restaurant, with its panoramic terrace directly on the beach, will make your stay even more pleasant. The low sea bottom of the Adriatic and the good position make the hotel particularly suitable for a relaxing holiday for all family.

SISTEMAZIONI L’Hotel Ambassador dispone di 36 camere, tutte recentemente ristrutturate e dotate dei più moderni servizi. All’occorrenza, è anche possibile avere sistemazioni in camere triple, per esaudire le esigenze di ogni ospite, sia per viaggi di lavoro, sia per viaggi di piacere in compagnia della famiglia. Spaziose e luminose, le sistemazioni, dall’aspetto elegante e minimale ma all’avanguardia, sono tutte climatizzate, dotate di bagno moderno, tv led, cassaforte e balcone privato fronte mare, per ammirare alba e tramonto in tutta tranquillità.

ACCOMMODATION The Ambassador Hotel has 36 rooms, all recently renovated and equipped with modern facilities. If necessary, you can also have accommodation in triple rooms, to fulfill the needs of every guest, whether for business trips and for trips in the company of family pleasure. The rooms, spacious and bright, with an elegant and minimal style, are all air conditioned, equipped with modern bathroom, led tv, safe and private balcony facing the sea, to admire the sunrise and sunset in relax.

SERVIZI Il ristorante panoramico con vista sul mare all’interno dell’hotel è il fiore all’occhiello della struttura: la cucina della tradizione marchigiana, attualizzata dalla creatività degli chef Angelo e Cristina, è apprezzata per la bontà, la quantità, la varietà e la proposta di soluzioni alternatiLE MARCHE CON STILE

238

FACILITIES The panoramic restaurant with sea views inside the hotel is the highlight of the structure: the traditional Italian and Adriatic cuisine, updated by the creativity of the chef Angelo and Cristina, is appreciated for the quality, quantity, variety and alternative solutions for children. All the staff is always at the forefront


ve per i bambini. Tutto lo staff è sempre in prima linea nella costruzione di momenti di relax e di divertimento per gli storici ospiti, offrendo un servizio di animazione in spiaggia e serate a tema sia per grandi che per piccini.

to build moments of relaxation and fun for loyal guests by offering a beach entertainment and theme nights for adults and for children.

STRUTTURE / ACCOMODATION

239


hotel***

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Belvedere,1 - 63821, Porto Sant’Elpidio (FM) Tel. +39.0734.991712

www.hotelbelvederepse.it - info@hotelbelvederepse.it

OLD TOWN: 1 km Porto Sant’Elpidio, 15 km Fermo AIRPORT: 55 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 2 km Porto Sant’Elpidio BEACH: 100 m Porto Sant’Elpidio

HOTEL BELVEDERE L’hotel si trova in una posizione eccellente per gli amanti delle passeggiate estive, a pochi metri dal mare e dalla pineta che ne costeggia il litorale ed in prossimità di una splendida villa comunale del ‘900 ed il suo parco di alberi centenari. Dalle finestre dell’albergo si ammira il panorama che spazia dalle verdi colline circostanti al mare, con una visuale che permette di intravedere il Monte Conero. Aperto tutto l’anno, l’hotel è anche un’ottima base di partenza per escursioni di un giorno aventi come destinazione le più belle località marchigiane, come Ascoli Piceno, Recanati, il Santuario mariano di Loreto, la città medievale di Fermo, oppure per godersi qualche ora di shopping per visitare i numerosi outlet calzaturieri della zona. L’atmosfera tranquilla delle camere, la professionalità ed il calore del personale, sempre attento alle esigenze dell’ospite, l’attenzione ai dettagli, sono il migliore biglietto di presentazione di questo hotel.

The hotel is in an excellent location for walkers, a few meters far from the sea and from the pine forest that runs along the coast and near a beautiful villa of the ‘900 and its park. Through the hotel windows you can admire the view stretching from the green hills to the sea, with a view that allows to see Monte Conero. Open all year round, the hotel is also an excellent starting point for day trips having as destination the most beautiful location of Marche such as Ascoli Piceno, Recanati, the Santuario di Loreto and the medieval town of Fermo or to enjoy a few hours of shopping in the shoes outlets in the area. The quiet atmosphere of the rooms, the professionalism and warmth of the staff, always attentive to the needs of guests, the attention to details, are the best presentation of this hotel.

SISTEMAZIONI 32 camere, dotate di ogni comfort e recentemente rinnovate.

FACILITIES The restaurant is family-run and serves fish specialties and grilled meat. Car park, Wi-Fi throughout the hotel, possibility to rent a bike, laundry service are some of the many amenities of the hotel.

SERVIZI Il ristorante, a gestione familiare, vi delizierà con specialità di pesce e carne alla griglia. Parcheggio riservato, Wi-Fi in tutta la struttura, possibilità di noleggio bici, laundry service sono alcuni dei numerosi servizi della struttura.

LE MARCHE CON STILE

240

ACCOMMODATION 32 rooms, equipped with every comfort and recently renovated.


STRUTTURE / ACCOMODATION

241


villa

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Contrada San Martino, 21 – 63846 – Monte Giberto (FM) - Tel / Fax: (+39) 0734 633353

www.millequerce.it - agriturismo@millequerce.it

OLD TOWN: 15 km Fermo, 1 km Monte Giberto AIRPORT: 95 km Falconara TRAIN STATION: 25 km Porto San Giorgio BEACH: 25 km Porto San Giorgio

VILLA MILLE QUERCE Tra le incantevoli colline marchigiane con spettacolari viste dei monti Sibillini, l’agriturismo Villa Mille Querce si trova in una posizione tranquilla e privata. Dotata di tutti i comfort, con ampio giardino, piscina e vasca idromassaggio, rappresenta un’oasi di serenità e relax in mezzo al verde dove rigenerarsi al contatto con la natura. È il punto di partenza ideale per scoprire il territorio, dalle città d’arte, al mare, alle colline, agli ottimi ristoranti e produzioni locali. Da provare i prodotti di altissima qualità dell’agriturismo, tra cui l’olio di oliva, i tartufi e il miele. SISTEMAZIONI La casa colonica completamente ristrutturata ha 3 camere en-suite con aria condizionata indipendente e 1 studio, in grado di ospitare fino a 9 persone. Gli spazi interni includono cucina pienamente attrezzata, area lounge, sala da pranzo con camino e soggiorno con sistema audio-video-xbox. SERVIZI Ampio giardino curato e completamente recintato offre la piscina, vasca idromassaggio al coperto, area giochi per bambini, barbecue esterno e molto altro. Servizio wi-fi, biancheria completa, linea cortesia, cassaforte ma soprattutto l’ospitalità del team Mille Querce per rendere il vostro soggiorno indimenticabile. LE MARCHE CON STILE

242

Nestled within the beautiful hills of Le Marche, agritourism Villa Mille Querce offers magical views of the Sibillini mountains. Peaceful and private location, large garden, swimming pool, whirlpool tub and fully equipped and comfortable house make it a true oasis of relaxation and peace where to regenerate body and soul in contact with nature. A perfect starting place for discovering the territory – cities of art, beaches or mountains together with great restaurants and local produce to be experienced. Try the production of high quality olive oil, truffles and honey. ACCOMMODATION It is a fully restored traditional farm house with 3 en-suite bedrooms with air-conditioning and 1 study with capacity of up to 9 persons. Other indoor areas include fully equipped kitchen, lounge area, dining area with a fireplace and living room with audio-video system and x-box. FACILITIES Fully fenced garden includes swimming pool, covered whirlpool tub, children’s playground, outdoor barbecue and much more. Wi-fi coverage, bath and bed linen, amenities, safe box and great hospitality of Mille Querce team will make your stay unforgettable.


STRUTTURE / ACCOMODATION

243


villa

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Contrada Moline 11, San Ginesio (Mc), 62026 Italy - Tel. +39 331 3166662  

www.villacasanostra.it - info@villacasanostra.com

OLD TOWN: 4 km San Ginesio AIRPORT: 100 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 20 km Tolentino SEA: 50 km Civitanova Marche

VILLA CASA NOSTRA Casa Nostra è una Villa situata nel cuore delle Marche, nei pressi del borgo di San Ginesio. Nata dalla ristrutturazione di un antico casale del XVIII Secolo, è un luogo di pace e relax, ideale per chi desidera un soggiorno immerso nella tranquillità della natura. La Villa, che dispone anche di una zona piscina usufruibile d’estate, è situata in un’ottima posizione, vicina a molti altri centri urbani ricchi di storia e cultura e a soli 20 minuti dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, per gli amanti della montagna. Offre diverse soluzioni di soggiorno ed è affittabile anche interamente, sia per cerimonie, sia per eventi di varia natura.

Casa Nostra is a Villa situated in the heart of the Marches, in the vicinity of San Ginesio village. Born from the restoration of an ancient farmhouse in the XVIII century, it is a place of peace and relax, ideal for who desires an immersed stay in the tranquillity of nature. The Villa, which also gives a pool area that can be used in summer, is situated in an excellent position, near many other towns rich in history and culture and for mountain lovers, it is only 20 minutes from the National Park of Monti Sibillini. It offers different solutions of stays and it is also entirely reliable, both for ceremonies and for events of various nature.

SISTEMAZIONI L’opera di ristrutturazione ha mantenuto intatta l’armonia dell’architettura, con particolare cura agli arredi, che, nella modernità dei servizi, rievocano tempi ancestrali, grazie a materiali di pregio quali il legno e la pietra viva, scavata sul tetto per creare dei lucernai e nelle mura per realizzare dei ripiani. Grazie alle 6 camere da letto, matrimoniali e doppie, ed ai 7 bagni, Villa Casa Nostra è la soluzione ideale per famiglie o gruppi di amici per una vacanza economica ma tutto incluso!

ACCOMMODATION The renovation has maintained intact the harmony of the architecture, with particular attention to the furnishings, which, in modern services, evoke ancestral times, with fine materials such as wood and stone, carved out on the roof to create skylights and walls to make the shelves. Thanks to the 6 bedrooms, double and twin, and the 7 bathrooms, Villa Casa Nostra is ideal for families or groups of friends for a cheap holiday but all inclusive!

SERVIZI L’arredamento interno è specchio e conseguenza dell’ambientazione esterna, dove il verde e l’azzurro la fanno da padroni, tra prati, colline, cielo ed acqua. La piscina, infatti, LE MARCHE CON STILE

244

FACILITIES The interior décor is mirror and therefore of the outside setting, where the green and the blue are the masters, between meadows, hills, sky and water. In the summer you can enjoy the pool, by modern irregular shape, surroun-


dalla moderna fattura irregolare, circondata dal solarium, permette di godere in pieno relax del sole estivo e della caratteristica natura marchigiana fatta di campi che digradano dolcemente lungo i declivi delle colline in fiore. La posizione della villa permette, infatti, una totale e indisturbata privacy, per beneficiare a pieno di tutti i servizi della casa: parcheggio, patio con barbecue, piscina, parco.

ded by the solarium and the Marche nature characteristic, made of fields that slope gently down of the hills. The villa’s position allows, in fact, a complete and undisturbed privacy, to fully benefit from all the services of the house: parking, patio with barbecue, swimming pool, park.

STRUTTURE / ACCOMODATION

245


home holidays

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via Tagliamento (località Serripola), 62027 San Severino Marche (MC) Tel. +39 0733 645823

www.pinonero.it - info@pinonero.it

OLD TOWN: 3 km San Severino Marche AIRPORT: 65 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 4 km Severino Marche SEA: 55 km Porto Recanati

PINONERO

HOME HOLIDAYS Il residence è formato da un complesso di ville eleganti e funzionali, immerse nella natura e ideali per vacanze rilassanti, a pochi minuti dal centro di San Severino Marche. Ottima anche la posizione, a poca distanza dall’aeroporto di Ancona Falconara e dall’autostrada A14, a meno di un’ora dai Monti Sibillini e dalle spiagge dell’Adriatico. Qui il soggiorno diventa davvero rigenerante nel contesto naturalistico di Pineta di Serripola, luogo incantevole per escursioni naturalistiche e rilassanti passeggiate. Tutte le ville che compongono la struttura si distinguono per la ricercatezza nello stile di architettura, design e arredi, tutti curati nei particolari. Splendida, nell’area esterna, la piscina naturale ecompatibile, realizzata in sabbia di quarzo. SISTEMAZIONI Sono 10 le case vacanze di Pino Nero e ciascuna è strutturata come appartamento indipendente, per un’ospitalità modellata sulle esigenze di ogni ospite: tutte con giardino e barbecue, cucina e bagno attrezzati, wifi gratuito, allarme, tv con canali satellitari, biancheria per camera e bagno, balcone/veranda. SERVIZI Il centro benessere, riservato a uso esclusivo degli ospiti, è una spa attrezzata con sauna, vasca idromassaggio (con 4 poltrone idromassaggio, 4 LE MARCHE CON STILE

246

The residence is formed by a complex of elegant and functional villas, surrounded by nature and ideal for relaxing holidays, only a few minutes from the San Severino Marche city center. The location is good as well, at a short distance from the Ancona - Falconara Airport and from the A14 highway, and less than an hour far from the Sibillini Mountains and from the Adriatic beaches. Here the stay becomes truly rejuvenating in the natural environment of Pineta di Serripola, a lovely place for naturalistic hikes and relaxing walks. All the villas that compose the building are distinguished by the refinement in the architecture style, design and furnishings, with great attention to detail. In the outside area there is the beautiful eco-friendly and natural pool, made out of quartz sand. ACCOMMODATION There are 10 Pino Nero holidays houses and each one is structured as an independent apartment in order to pursue an hospitality modeled on the needs of each guest: every apartment has a garden and a barbecue, equipped kitchen and bathroom, free wifi, alarm system, TV with satellite channels, bed and bath linen, balcony/veranda FACILITIES The wellness center, at exclusive use of guests, is a fully equipped Spa with sauna, whirlpool bath


chaise longue con massaggio total body ad aria, 3 sedute con massaggio ad aria e una zona di effervescenza a pavimento), bagno di vapore e doccia emozionale (con cromoterapia e musicoterapia). Molteplici gli altri servizi offerti: parcheggio gratuito; allarme e videosorveglianza; reception; giardino; piscina residenziale; solarium; wifi gratuito; area giochi per bambini e area multifunzionale; utilizzo di mountain bike con officina bici; prenotazione a escursioni e ristoranti di eccellenza nei dintorni.

(with 4 chairs tubs, 4 chaise longue with total body air massage, 3 seats with air massage and an effervescence area on the floor) , steam bath and emotional shower (with chromotherapy and music therapy). The other services offered are many: free parking; alarm and video surveillance system; reception; garden; residential swimming pool; solarium; free WiFi; play area for children and multi-purpose area; mountain bike usage with a bike shop; tours and excursions booking and excellent restaurants in the surroundings.

STRUTTURE / ACCOMODATION

247


home holidays

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Piazza del Popolo 33, 62027 San Severino Marche (MC) - +39.0733.638384

www.palazzogentili.it - info@palazzogentili.it

OLD TOWN: 100 m San Severino Marche AIRPORT: 60 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 13 km Tolentino SEA: 55 km Civitanova Marche

PALAZZO GENTILI Palazzo Gentili è una residenza d’epoca del XVI secolo e appartenne a una delle più antiche e illustri famiglie marchigiane. Ristrutturato con cura, il Palazzo oggi si apre all’accoglienza, in sistemazioni originali e indipendenti: Suite e Appartamenti che coniugano comfort, funzionalità, tradizione ed eleganza. Nel nucleo più antico, volte e pareti originali in pietra e mattoni delineano una romantica SPA aperta non solo agli ospiti del Palazzo ma anche alla cittadinanza locale. La caratteristica grotta naturale rinvenuta all’interno nell’opera di ristrutturazione rievoca la storia dell’antica Septempeda e dell’omonimo complesso archeologico a San Severino Marche. SISTEMAZIONI Le 10 sistemazioni di Palazzo Gentili coniugano comfort, funzionalità, tradizione e bellezza, in ambienti particolari con dettagli unici: affreschi d’epoca, soffitti a volta, travi a vista, arredi signorili, vedute straordinarie. Per soggiorni indimenticabili da vivere nell’intimità di una dimora storica affascinante e accogliente. Le Suite e gli Appartamenti indipendenti ospitano da 1 a 5 persone in solo pernottamento per unità abitativa, e sono tutti dotati di bagno privato con set cortesia e phon, biancheria da letto e da bagno iniziali, riscaldamento autonomo, Tv LED, free Wi-Fi e cassetta di sicurezza. LE MARCHE CON STILE

248

Palazzo Gentili is a 16th century historic residence. It belonged to one of the oldest and most eminent families in the Marche Region. Carefully restored, the Palace now opens the reception, in original and independent accommodations: Suites and Apartments which combine comfort, functionality, tradition and elegance. In the oldest part, vaults and original walls made with stone and bricks delineate a romantic SPA opened not only for the guests but also for the local citizenry. The characteristic natural cave found inside the palace during the restructuring work recalls the story of the ancient Septempeda and the homonymous archaeological site in San Severino Marche. ACCOMMODATION The 10 Palazzo Gentili Rooms combine comfort, functionality, tradition and beauty, in particular settings with unique details: period frescoes, vaulted ceilings, showing beams, refined furnishings, amazing views. For unforgettable stays to be lived in the intimacy of a charming and cosy historic home. The Suite and the independent Apartments can accommodate from 1 to 5 people per unit on a Room Only basis, and they are all equipped with en suite bathrooms with toiletries and hair dryer, starting bed and bath linen, central heating, LED TV, free Wi-Fi and safe.


SERVIZI Al primo piano nobile del Palazzo, le eleganti sale d’epoca e il romantico giardino sono cornice di matrimoni intimi e raffinati, conferenze stampa, presentazioni di libri, esposizioni preziose. Ambienti luminosi e lussuosi. Perfetti per le occasioni speciali, per ricevimenti chic ed eventi esclusivi in ogni stagione. I servizi offerti dalla struttura sono: breakfast kit di benvenuto, reception diurna, free Wi-Fi, informazioni turistiche, prenotazione escursioni, prenotazione ristoranti, banqueting su richiesta, parcheggio pubblico gratuito a 150 metri dalla struttura.

FACILITIES On the first main floor, the elegant period rooms and the romantic garden are the background of intimate and refined weddings, press conferences, book presentations, valuable exhibits. Bright and luxurious settings are perfect for special occasions, for chic receptions and exclusive events in any season. The services offered are: breakfast welcome kit, daytime reception, free Wi-Fi, tourist information, tours booking, restaurant reservations, banqueting on request, public parking at 150m from the property.

STRUTTURE / ACCOMODATION

249


home holidays

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Via G. Garibaldi 167, 62017 Porto Recanti (MC) - +39 071 7591645

www.operaartesuiteapartments.com - info@operaarte.it

OLD TOWN: 0 m Porto Recanati AIRPORT: 39 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 500 m Porto Recanati SEA: 0 m Porto Recanati

OPERA ARTE SUITE APARTMENTS La struttura Opera Arte è situata sul lungomare di Porto Recanati, parallelamente alla zona pedonale e centrale del Paese, un vero angolo di paradiso a disposizione del vostro benessere. Con vista ineguagliabile, Opera Arte risponde agli elevati standard qualitativi degli alberghi di lusso, senza rinunciare al piacere di sentirsi a casa propria: un tout-court che esprime la confidenza e la familiarità riservata ad un luogo amico. Tutti i nostri Suite Apartments hanno diretto accesso alla spiaggia. La struttura, sottoposta a radicali lavori di ristrutturazione tra il 2015 e 2016, dispone di Suite Apartments con modernissimi comfort, collegabili tra loro, e di una Elegance Suite distribuiti su quattro piani serviti da ascensore.

The structure Opera Arte is situated on the seafront of Porto Recanati, parallel to the pedestrian and central zone of the Village, a true piece of paradise at disposal of your well-being. With incomparable view, Opera Arte meets the high quality standards of the luxury hotels, without sacrificing the pleasure of feeling at home: a tout-court that expresses the confidence and familiarity restricted to a friendly location. All of our Suite Apartments have direct access to the beach. The structure, subjected to radical renovation works between 2015 and 2016, has Suite Apartments with modern comforts, mutually connectable, and an Elegance Suite distributed on four floors served by elevator.

SISTEMAZIONI Ogni Suite Apartment dispone di tutto l’occorrente per un soggiorno confortevole con due Tv a schermo piatto, una camera matrimoniale ed una zona giorno con tavolo da pranzo che ospita fino a 4 persone ed un comodo divano che diventa all’occorrenza un letto matrimoniale. L’Elegance Suite, all’ultimo piano della struttura, è unica nel suo genere per la spettacolare terrazza arredata: un ambiente esclusivo e raffinato, dove sentirsi a proprio agio

ACCOMMODATION Each Suite Apartment offers everything needed for a comfortable staying with two flat screen TV, a bedroom and a living area with a dining table that seats up to 4 people and a comfy sofa that becomes a double bed if necessary. On the top last floor there is the prestigious Elegance Suite, unique in its genre for the spectacular terrace furnished: an exclusive and refined location where feeling comfortable to enjoy a breathtaking panorama

LE MARCHE CON STILE

250


ammirando un panorama mozzafiato che dal mare spazia fino alle appendici del Monte Conero. Proposta con una, due o tre camere comunicanti tra di loro, la particolarità di questa Suite è la SPA privata dotata di tecnologia ad ozono nella zona giorno. SERVIZI Parcheggio privato, Wi-Fi in tutta la struttura, possibilità di noleggio bici, Spa privata con tecnologia all’ozono ad uso esclusivo degli ospiti della Elegance Suite all’ultimo piano, Camere modulari e comunicanti sono alcuni dei numerosi servizi della struttura.

that sweeps from the sea to the Conero Mount. Proposed with one, two or three connecting rooms, the particularity of this Suite is the private SPA in the living area with ozone technology. FACILITIES Private parking, Wi-Fi free, bike rental, private Spa with ozone technology for the exclusive use of guests of the Elegance Suite on the top floor, modular and interconnecting rooms are some of the many services of the structure.

STRUTTURE / ACCOMODATION

251


fattoria

IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

C.da Maliscia di Porchia 50/1, Montalto delle Marche (AP) Tel. +39 392 8394033  

www.fattoriamarchetti.it - info@fattoriamarchetti.it

OLD TOWN: 7 km Montalto delle Marche, 16 km Offida AIRPORT: 100 km Ancona Falconara TRAIN STATION: 20 km Cupra Marittima SEA: 20 km Cupra Marittima

AGRITURISMO

FATTORIA MARCHETTI Estesa per 18 ettari di terreno, nel contesto naturale delle dolci colline marchigiane, a 400 metri di altitudine, nel comune di Montalto delle Marche (Ascoli Piceno), questa struttura è formata da un agriturismo e da una fattoria biologica. Nasce da un amore sincero per la terra e i suoi prodotti, dal desiderio per la vita sana e tranquilla di campagna e da una particolare attenzione per la salute dell’uomo. L’azienda, infatti, utilizza i metodi dell’agricoltura biologica per una produzione che rispetta interamente il ciclo della natura.

Extended in 18 hectares of land, in the natural context of the Marche Region sweet hills, 400 meters above the sea level, in the Montalto delle Marche (Ascoli Piceno) municipality, this construction is formed by a farmhouse and an organic farm and it was born from a sincere love for the land and its products, from the desire for the healthy and peaceful life of the countryside, and from a specific attention on human health. The company, in fact, uses organic farming methods for a production that fully respects the cycle of nature.

SISTEMAZIONI L’agriturismo è stato realizzato ristrutturando l’ottocentesco casolare di campagna della famiglia Marchetti, ricco di storia e di tradizione. Il soggiorno nella casa colonica Marchetti è un’esperienza fantastica: la struttura ha una suite familiare, un appartamento con angolo cottura e tre camere matrimoniali, arredate con semplicità nel tipico stile dei casali marchigiani dell’epoca. Le camere prendono il nome delle varie tipologie di olive qui coltivate: cornetta, mignola, carboncella, leccino e frantoio.

ACCOMMODATION The farmhouse was built renovating the Marchetti family’s old country house, full of history and tradition. The stay in the farmhouse dating back to 19th century is a fantastic experience: there are a family suite, an apartment with kitchenette and three double rooms, simply furnished (recovering the original settings of Marche Region farmhouses) which are named by the various kinds of olives grown here: Cornetta, Mignola, Carboncella, Leccino and Frantoio.

SERVIZI Per una vita in sintonia con l’ambiente, la Fattoria pratica il recupero di acqua piovana e ha una produzione di energia elettrica rinnovabile pari a 16,6 kw.
Ricca la produzione di olio, vino

FACILITIES For a life in harmony with the environment, the farm practices the rainwater recovery and has a production of renewable electrical energy equal to 16.6 kw. Rich is the production of

LE MARCHE CON STILE

252


e frutta (in particolare le specie più antiche e dimenticate di frutti come nespole, melograni, giuggiole, cachi, mandorle, noci e nocciole), insieme all’allevamento di animali che vivono in ambienti naturali e si nutrono di foraggio biologico.
 Funge anche da fattoria didattica certificata che si propone di educare allo stile del “mangiar sano”, per consolidare la conoscenza del territorio, delle produzioni, della storia e della vita rurale. Il personale sarà sempre disponibile a condurre l’ospite in visite guidate, con un percorso in campagna alla scoperta delle attività e degli animali della fattoria.

oil, wine and fruit (especially the oldest and forgotten species of fruits as loquats, pomegranates, jujubes, persimmons, almonds, walnuts and hazelnuts), in addition to the variety of animals living in natural environments and that are fed with organic food. The structure also serves as a certified educational farm that aims to educate to the “healthy eating”, to consolidate the knowledge of the territory, productions, history and rural life. The staff will always be available to lead guests in guided tours, with a path in the countryside to discover the farm activities and animals.

STRUTTURE / ACCOMODATION

253


amate l’acqua amategiocare giocare con con l’acqua amate giocare con l’acqua?? ? piùpdiùii di più d annainni anniità di adtttiiiavvtiittiààv di at

333000

tranquilli,fatevi fatevi coccolare tranquilli, coccolare tranquilli, fatevi coccolare dal1980 Blue pool by gramaglia, l’acqualità

®

dal1980 Blue pool by gramaglia, l’acqualità® dalrealizza 1980 Blue pool e bywellness gramaglia, l’acqualità piscine in tutta Italia ®

realizza piscine e wellness in tutta Italia realizza piscine e wellness in tutta Italia

Più di 1000 piscine piscine, le spa spa, le fontane fontane, i giochi e gli accessori su www www.gramaglia.it gramaglia it

blue pool piscine

®

Più di 1000 piscine piscine, le spa spa, le fontane fontane, i giochi e gli accessori su www www.gramaglia.it gramaglia it Più di 1000 piscine piscine, le spa spa, le fontane fontane, i giochi e gli accessori su www www.gramaglia.it gramaglia it

GRAMAGLIA blue pool piscine

11/12 11/12

11/12

by

®

blue pool piscine by GRAMAGLIA

®

GRAMAGLIA srl - Via d’Ancona, 67 - 60027 Osimo (An) Tel. 071.7108700 • info@gramaglia.it

by

GRAMAGLIA

GRAMAGLIA srl - Via d’Ancona, 67 - 60027 Osimo (An) Tel. 071.7108700 • info@gramaglia.it GRAMAGLIA srl - Via d’Ancona, 67 - 60027 Osimo (An) Tel. 071.7108700 • info@gramaglia.it


ANCONA MADONNINA DEL PESCATORE

RISTORANTE DAL MAGO

Senigallia AN - Via Lungomare Italia, 11

Morro d’Alba (AN) - Via Morganti, 16

tel. 071 698267

tel. 0731 63039

Cucina di pesce, creatività e tradizione in un connubio

Ottima cacciagione e piatti della tradizione

imperdibile

in un clima da “trattoria di una volta”

Seafood dishes, creativity and traditions in unmissable

Traditional dishes e tasteful game old fashioned style

matching

OPERA NOVA DELLA MARCA RISTORANTE ULIASSI

Ancona AN - Loc. Varano, Via Varano 127

Senigallia AN - Banchina di Levante, 6

tel. 071 2861093

tel. 071 65463

Sapiente utilizzo di erbe aromatiche

Cucina di pesce di altissimo livello,

ad esaltare una cucina stagionale

servizio impeccabile

Masterful use of aromatic herbs to enhance seasonal dishes

World class seafood dishes. Outstanding service

LA SCALETTA ANDREINA

Genga AN - via Sanvittore 12

Loreto AN - Via Buffolareccia, 14

tel. 0732 90061

tel. 071 970124

Cucina di carne, con prodotti locali e ricette tradizionali

Cucina di terra. 1 Stella Michelin 2013

Meat dishes on a base of local products and traditional

Land food dishes - 1 Michelin Star 2013

recipes

GINEVRA RESTAURANT

LA GROTTA DEL FRATE

Ancona AN - Via Rupi di Via XXIX Settembre, 12

Staffolo AN - Via Roma, 10

tel. 071 9715100

tel. 0731 779472

Un ristorante sul porto di Ancona dove gustare pesce e

Cucina marchigiana, imperdibile l’omonimo antipasto

carne di qualità

Marchigian dishes, unmissable house antipasto

A fine meat and fish restaurant overlooking the harbour

LA TORRE CLANDESTINO SUSCI BAR

Numana AN - Via La Torre, 1

Portonovo AN - Località Baia di Portonovo

tel. 071 9330747

tel. 071 801422

Cucina di pesce a picco sul mare

Cucina di pesce, con ricette introvabili altrove

Seafood dishes on a cliff

Seafood dishes, recipes not be found elsewhere

LA MORETTA

RISTORANTE HOTEL EXCELSIOR LA FONTE

Ancona - Piazza del Plebiscito, 52

Portonovo AN - Via Poggio

tel. 071 202317

tel. 071 801470

Uno dei templi dello stocafisso all’anconetana

Cucina di pesce, ambiente ricercato

One of the temple of Ancona’s cuisine.

Sea dishes, refined ambience


RISTORANTE EMILIA

RISTORANTE IL LAGHETTO

Portonovo AN - Località Baia Portonovo 149/A

Portonovo AN

tel. 071 801109

Tel. 071 801183

Superbi gli spaghetti con i moscioli

Il pesce fresco del Conero e la passione

gustati in riva al mare

per la cucina

On the seaside, exquisite spaghetti

Fresh fish of the Conero and the passion

and mussels

for cooking

AIÒN MORODER

RISTORANTE LE GROTTE

Ancona (AN) - Via Montacuto, 121

Genga (AN) - Loc. Pontebovesecca, 14

Tel. 071 898 232

Tel. 0732.972065

Prodotti a km 0 e sapori senza tempo

Piatti raffinati con eccellenze del territorio

Products at km 0 and timeless flavors

Fine cuisine with excellent local

PESARO MASTIN VECCHIO

ANTICO FURLO

Gradara PU - Via Dante Alighieri, 5

Acqualagna PU - via Furlo 60

tel. 333 660 2222

tel. 0721 700096

Carne e cacciagione con estrema attenzione ai prodotti

Ottime preparazioni a base di tartufo

del territorio

Excellent truffle-based dishes

Meat and game dishes, the very best local products

LA GROTTA DI BARBAROSSA 59 RESTAURANT

Pesaro PU - Strada S. Giovanni, 4 - Castello di Candelara

Pesaro PU - Via Nazario Sauro 30

tel. 0721 286953

tel. 0721 630008

Locale romantico, piatti del territorio

Il mare in tavola in un ambiente

Romantic settings, local dishes

di grande raffinatezza Seafood dishes served at an extremely

CASA DELLA TINTORIA

refined ambience

Urbania (PU) - Via Porta Mulino 4 tel: 0722 317412

IL GIRONE DEI GOLOSI

Grande cura nella presentazioni e abbinamenti origina-

Mercatello sul Metauro PU - Castello della Pieve, La Torre

li dall’antipasto al dolce. Una particolare menzione alle

tel. 0722 89525

proposte vegetariane.

Bellissima location, piatti della tradizione

Great care in the presentation and original

e ricette medievali

combinations from appetizers to desserts.

Beautiful place, traditional dishes,

A special mention to the vegetarian.

medieval recipes

URBINO DEI LAGHI LA GROTTA DI TUFO

Tenuta Santi Giacomo e Filippo - Urbino (PU)

San Costanzo PU - Stacciola Villa, 22

Via San Giacomo in Foglia, Loc. Pantiere

tel. 0721 930074

tel: 0722 589426

Cucina di terra, tradizione locale

Cucina caratterizzata da pasta fresca, pizza, salumi e formag-

con un pizzico di innovazione

gi di qualità e ottima carne proveniente agricoltura biologica

Land food dishes, local traditions

Homemade pasta, pizza, cold cuts, tasteful cheese and

with slight innovation

top quality meat from organic farming


ASCOLI PICENO MESSER CHICHIBIO

PICCOLO TEATRO RISTORANTE

San Benedetto del Tronto AP - Via Rinascimento, 143

Ascoli Piceno AP - Via Goldoni, 2

tel. 0735 584001

tel. 0736 261574

Cucina di pesce con grande attenzione

Piccolissimo, raffinato ed esclusivo,

alla presentazione

propone cucina di carne

Seafood dishes, special care on food

Refined and exclusive small restaurant,

presentation

meat dishes

FRANGIPANE

RISTORANTE CASTEL DI LUCO

Grottammare AP - Via Sant’Agostino, 36

Località Castel di Luco

tel. 0735 736111

Acquasanta Terme AP

Un osteria raffinata con proposte

tel. 0736 802319

di cucina tipica, ottima cantina

Cucina tradizionale in un ambiente fiabesco,

Refined tavern, traditional dishes,

visita del castello inclusa

optimum wine bar

Traditional cuisine, fabled ambience, a visit to the castle is included

IL DESCO Ascoli Piceno AP - Via Vidacilio, 10

IL TIGLIO

tel. 0736 250757

Montemonaco AP - Localita’ Isola Di San Biagio

Cucina di carne e pesce, servizio

tel. 0736 856441

impeccabile, ambiente raffinato

Dello Chef Enrico Mazzaroni

Meat and fish dishes, outstanding service,

By the Chef Enrico Mazzaroni

refined ambience

FERMO EMILIO

DAVIDE PALACE

Fermo FM - Via Andreottino Girardi, 1 - Loc. Casabianca

Porto S. Giorgio FM - Lungomare Gramsci Sud, 503

tel. 0734 640365

tel. 0734 676848

Cucina a base di pescato locale in bilico tra

Cucina di pesce tradizionale e 60 anni di storia

tradizione e innovazione

Traditional seafood dishes and 60 years story

Local-fish-based dishes merging traditions and innovation

JEMO A LU FUCARÒ Torre di Palme FM - Via Piave, 4

VILLA LATTANZI

tel. 0734 53883

Torre di Palme Fermo FM

Piatti della tradizione marchigiana,

tel. 0734 53711

incantevole vista sul mare.

Estrema attenzione alle cotture

Marche region traditional food,

che esaltano odori e sapori del territorio

enchanting sea view

Focus on flavours and scents of the local cuisine


MACERATA ENOTECA LE CASE

VILLA FORNARI

Macerata MC - Contrada Mozzavinci 16/17

Camerino MC - Loc Le Calvie 2

tel. 0733 231897

tel. 0737 637646

Cucina di carne, con prodotti locali e ricette tradizionali

Cucina di carne sapientemente abbinata

Meat dishes on a base of local products and traditional

ad ottimi vini, servizio e cortesia impeccabili

recipes

Meat dishes, masterly matched sides dishes, optimum wines, outstanding service and hospitality

CHALET GALILEO Civitanova Marche MC - Viale IV Novembre, 20

RISTORANTE LA GREPPIA

tel. 0733 817656

Civitanova Marche MC - Via 4 Novembre, 276

Cucina di pesce vista mare, strepitosi gli antipasti

tel. 0733 70113

Seafood dishes overlooking the Mediterranean, incredi-

Cucina marinara, pasta fatta in casa, ottimo vino bianco

ble antipasti

Seafood dishes, homemade pasta, optimum white wine

CAVALLINI

SIGNORE TE NE RINGRAZI

San Severino MC - Viale Bigioli 47

Montecosaro MC - Via Bruscantini, 1, 62010

tel. 0733 634608

tel. 0733 222273

Cucina di pesce e di terra, prevalenza

Primizie e verdure con estrema attenzione ai prodotti del

di preparazioni espresse

territorio, questa è la ricetta dello chef Michele Biagiola

Seafood and land food, quick dishes

Early vegetables dishes and the very best local products by chef Michele Biagiola

RISTORANTE LA GATTABUIA Tolentino (MC) - Piazza Martiri di Montalto

DA PIERO

Tel. 0733.471632

San Severino Marche MC - Viale Bigioli, 28

I piatti delle Marche conditi con Estro

tel. 0733 638495

The dishes of the Marche seasoned with flair

Ottimo pesce esaltato da una cucina leggera Excellent fish foods enhanced by light preparation dishes

IL PICCIOLO DI RAME Caldarola MC - Località Borgo Vestignano tel. 348 331 6588 Menù fisso a base di ricette del territorio, location suggestiva Fixed menus, traditional local recipies, striking construction

AGRITURISMO CORONCINA Belforte del Chienti (MC) - Contrada Da Fossa 16 tel. 366 9238075 Rigorosamente vegetariano con cucina naturale e cruelty free. Menu diverso per ogni mese dell’anno in base alle materie prime reperibili. Strictly vegetarian and natural cooking cruelty free. Different choice according to the according to the raw materials available each month of the year


LE MARCHE CON STILE V EDIZIONE Progetto editoriale

Via Albertini, 36 Gross Ancona Blocco I1 - 60131 Ancona Tel. (+39) 071 2850 www.ggfgroup.it Da un’idea di Guido Guidi Testi adattati da materiale della Regione Marche Traduzioni di: Liliana Rocconi Supervisione editoriale: Redazione ML Mondo Lavoro Hanno collaborato: Silvia Baldini, Andrea Maccarone, Michela Rossi, Stefano Strano Contenuti turismo: Consorzio Marche Maraviglia Contributi di Carlo Badioli e Sara Bonacucina Progetto grafico: GGF Group Srl Editing grafico: Tommaso Costantini e Claudia Giuliodori Copertina: Tommaso Costantini e Claudia Giuliodori Contributi fotografici di: Elena Leoni Archivio fotografico Regione Marche Editing fotografico: Tommaso Costantini Stampa realizzata da: Bieffe Spa,via Zona Artigianale P.i.p., Recanati, MC 62019

Finito di stampare nel mese di Ottobre 2016 È vietato l’uso anche parziale dei testi riportati all’interno della pubblicazione e del sito, nonché la loro traduzione, senza espressa autorizzazione del proprietario. Copyright: GGF GROUP


PER IL TUO VIAGGIO NELLE MARCHE SCEGLI MARCHE MARAVIGLIA CHOOSE MARCHE MARAVIGLIA, YOUR POINT OF REFERENCE FOR A PERFECT HOLIDAY IN LE MARCHE REGION

Il Consorzio Marche Maraviglia è la Destination Management Company leader per l’Incoming nella regione Marche IL TUO VIAGGIO NEL CUORE

DELL’ ITALIA

Marche Maraviglia is the Destination Management Company leader in incoming tourism in Le Marche region

Marche Maraviglia soc. cons. a.r.l. Via Albertini 36, 60131 Ancona (AN) www.marchemaraviglia.it | booking@marchemaraviglia.it | tel: +39. 071.21.33.845 - 800.65.00.65


Le marche con stile 2016 17