Page 1

HOUSE ORGAN DEL CLUB 41 ITALIA NOVEMBRE 2011

NOTIZIARI

41

ADESSO CI METTIAMO LA FACCIA

EDIZIONE SPECIALE HYM TRIESTE


COS’E’ IL CLUB 41 ITALIA Il Club 41, oggi ormai una realtà mondiale, é sorto con lo scopo di offrire ai membri della Round Table che hanno superato i 40 anni ed ai loro amici la possibilità di continuare a vivere lo spirito di associazionismo e di amicizia che la contraddistingue. E' formato da uomini che sono legati tra loro non da interessi economici, di gruppo o di partito, ma da spirito di amicizia, stima reciproca e dal rispetto che nasce dalla comune volontà e consapevolezza di perseguire gli stessi ideali.  Il Club 41 si colloca in un'area precisa, essendo in gran parte costituito da ex soci di un service club ben noto: la Round Table , che sancisce statutariamente i 40 anni come limite massimo di età per i suoi membri. Così, al fatidico scoccare degli "anta" molti Tabler devono, seppure a malincuore, uscire dalla Round Table, ed acquisiscono nel contempo la facoltà di entrare nel Club 41, dove ritrovare  vecchi amici e farsene di nuovi, proseguendo così le intese di amicizia e tolleranza. Nel 1981 Trieste, grazie alla infaticabile iniziativa di alcuni Tabler Triestini quarantenni  ed allo sprone del Club 41 Villach (Austria) é stata la prima città italiana ad avere un Club 41. All'iniziativa triestina, ha fatto seguito la fondazione degli altri Club 41 Italiani. Il Club 41 ha allacciato contatti in altre città per ampliare la sua presenza in città sede di Round Table.

Club

Presidenti

Presidenti Nazionali

1

Trieste

2011-1012 Zago Glauco

Pietro MODENESE (Rovereto)

2

Livorno (1985)

Bindi Nicola

3 Bassano del Grappa (1988) Campagnaro Gabriele Venezia (1988) Russo Mario 4

1991

1992

1992

1993

1993

1994

1994

1995

1995

1996

1996

1997

1997

1998

1998

1999

1999

2000

2000

2001

2001

2002

2002

2003

2003

2004

2004

2005

2005

2006

Paolo BONAGURA (Merano)

2006 2007

2007 2008

Diego GIACOBONI (Ascoli)

2008

2009

Augusto FERRARI (Bologna)

2009

2010

Paolo SANTANIELLO (Ancona) 2010

2011

Alvise BENVENUTI (Venezia) Antonio PAVANELLI (Ferrara) Pietro ZAMBONIN (Verona)

5 6 7

Verona (1990)

Colombo Luca

Maurizio VETTORI (Rovereto)

Ferrara (1991) Vicenza (1992)

Menini Antonio Burul Rodolfo

Paolo ANDREATTA (Trento)

8

Rovereto (1992)

Pozzati Giovanni Pietro

9

Trento (1993)

Gardumi Giancarlo

10

Brescia (1994)

Esti Giovanni

Renato BONFINI (Livorno) Alberto BARIONI (Ferrara) Giorgio SCLISIZZI (Venezia)

11

Mantova (1995)

Aporti Francesco

Alfredo SAMARITAN (Trieste)

12

Merano (1996)

Riedlinger Randolph

Leo VIVIAN (Rimini)

13

Rimini (1997)

Pietanesi Riccardo

Reinhard EDER (Merano)

14

Milano (1998)

Sala Gianni

Paolo ALESSI (Trieste)

15

Ancona (1999)

Di Fabio Francesco

Luigi LAMBERTI (Mantova)

16

Torino (1999)

Rispoli Vincenzo

Luigi LAMBERTI (Mantova)

17

Ascoli Piceno (2000)

Vannicola Domenico

18

Bologna (2001)

Monti Tullio

19

San Marino (2003)

Chezzi Alberto

20

Mestre (2003)

Malaguti Fabio

21

Modena (2004)

Cuoghi Andrea

22

Parma (2005)

Dormio Alberto Ivo

23

Castiglioncello (2005)

Bottici Roberto

24

Alba (2007)

Ferrero Romano

25 26 27

Alessandria (2007)

Giannini Gilberto Moauro Emilio Carrino Salvatore

28

Riccione (2007) Vicenza (2008) Taranto(2008)

29

Ravenna (2009)

Turchi Mario

30

Roma (2009)

Attisani Mario

31

Teramo (2009)

Licursi Luigi

32

Faenza (2010)

Donatini Pierluigi

33

Stresa in Formazione

Matasci Claudio

Lecce Giuseppe

Anno

Nuccio STECCA (Milano)

Il Comitato Nazionale 2011-2012 Presidente Paolo Pisani Past Presidente Paolo Santaniello Vice Presidente Stefano Cera IRO Giuseppe Giacomelli IRO Young Francesco Bassi Consigliere Maurizio Belli Segretario Andrea Petti Editore Nuccio Stecca Tesoriere Gianluigi Egidio Presidente On. Alfredo Samaritan Gestore Materiali Andrea Ruffini Consigliere IS Ettore Maranesi Webmaster Carlo Bertoli

www.club41italia.it

Paolo Pisani Presidente Nazionale 2011-2012 Il Saluto del Presidente Carissimi Soci, carissimi Amici, sono veramente onorato della fiducia che mi avete accordato nell’eleggermi Presidente Nazionale del Club41 Italia. Ho vissuto l’AGM di Ancona in maniera veramente emozionante ed intensa. Ora sento l’impegno di dover affrontare un anno ricco di appuntamenti; spero di viverlo con gioia, in armonia e in sincera amicizia. Il motto che ho adottato quest’anno è “condivisione e partecipazione” Condividere con Voi tutti questo anno che deve essere di sviluppo della nostra Associazione, di crescita in tutti i sensi, promuovendo e divulgando il concetto di associazionismo, consolidando le vecchie amicizie e promuovendone nuove , nel rispetto delle regole e dei principi base del nostro sodalizio. Il nostro non è un “club Service”, ma “partecipando” tutti insieme facciamo in modo che la solidarietà e l’amicizia siano la nostra bandiera. “Possano le catene dell’amicizia non arrugginire mai”


SOMMARIO Adesso ci mettiamo la faccia................pag.1 Cosè il Club 41 Italia ......................2 Sommario ...........................................3 Editoriale ...........................................4 Alfredo Samaritan ................................5 Un Pisani di Modena Presidente pag.....6 Un acquisto di valore per il C41 ..........8 Un IRO young nell’Arena .....................9 AGN francese a Tolosa..........................11 Il VPN racconta....................................12 Un Presidente per Amico........................13 AGM Club 41 Italia............................15 Primo CN Nazionale a Modena.............16 Balneare il 2° CN a Riccione.................17 HYM Internazionale ...........................18 Riunione dei Delegati HYM Int.............20 The Hinge...........................................21 Waterloo AGM Belgio...........................22 I 150 anni dell’Italia Unita.............pag.23 Alla ricerca delle nostre radici (RT).........24 Amicizia e Tolleranza (RT)...................25 Artù (RT) ..........................................26 L’Amicizia prima di tutto (LC)...............27 Piccole in Italia, Grandi nel mondo (LC).28 Ladies Circle Milano (LC).....................29 Agorà (Agorà).......................................30 Charter Meeting Agorà Modena..............31 ONNA una scommessa vinta.............pag.32 Tragedia del terremoto............................33 L’avventura di Onna..............................34

Trieste: un tavolo per servire............pag.35 14°Festa della Triestinità....................36 I Collari girano..................................37 Trieste racconta..................................38 HYM Italia......................................39 Family Fest Bassano...........................40 Elisyr d’Amore...................................41 Il 41 nella città di Giulietta e Romeo....42 Cronaca di una notte...........................43 Il 41 Mantova riscatta.......................44 La festa sull’Aia................................45 Castagnata di Merano........................46 Il 41 di Rimini, la città dei................47 41 Milano........................................49 Amicizie oltre confine..........................50 Milano Summer Party........................51 Raphael Herbig ad Onna....................52 41 Family day Ascoli.........................53 Ascoli in Bianco.................................54 Ascoli Maial Fest...............................55 Lo spirito goliardico del 41 Bologna.....56 La Coppa Vetro alloggia a ..................57 Bel Suol d’Amore...............................58 Il 41 Mestre all’Eurosail....................59 Rombano i motori al Gran Prix...........60 Il Motogiro di Parma.........................61 Club 41 Castiglioncello......................62 Festa dell’Estate di Alba.....................63 Il 41 di Vicenza nella città del ...........64 I bambini in Festa a Ravenna.............65 Club 41 di Stresa in Formazione.........66 Programma AGM Italia 2012...........67 AGM 2012 a Modena......................68


HYM 41 ITALIA 19 novembre 2011

AMICIZIATOLLERANZA

editoriale

club 41 italia nuccio stecca

Adesso ci mettiamo la faccia! Ci mettiamo in gioco per realizzare un Progetto di Comunicazione per il nostro Club con il contributo di tutti. Iniziamo con la Rivista e diamo la possibilità a tutti i soci di raccontare la vita dei loro Club inserendo nei contenitori disponibili on line su Web le notizie, le cronache e le emozioni che costituiscono i momenti più importanti e significativi dell’attività sociale. E’ una grande opportunità di condividere con gli amici quei valori che rappresentano le fondamenta e il collante del Club 41 Italia. Segnalatemi le Vostre osservazioni e gli errori che troverete nella lettura di queste pagine.

Ringrazio i 18 Club che hanno collaborato alla redazione degli articoli e sono certo che gli altri 14 lo faranno per la prossima edizione. Ma perchè scomodare un PPN per ricoprire una carica importante come quella dell’Editore Nazionale? Se lo sono chiesto in molti .. e naturalmente anch’io. Quando si sostiene da sempre che le cariche rappresentano un servizio alla Associazione della quale si fa parte allora prevale la volontà di dare una mano per costruire insieme una comunicazione al passo con i tempi che stiamo attraversando, dove Facebook e You Tube, con i Magazine on Line, hanno aperto nuove e interessanti prospettive.

Questo non significa tralasciare la carta stampata ma riflettere sui contenuti che vogliamo trasmettere ed evitare di stampare cose che interessano pochi e obsolete rispetto ai tempi in cui sono avvenute. I costi della carta stampata inoltre ci obbligano a valutare gli aspetti fondamentali che caratterizzano il Club 41 Italia come i valori e tradizioni inequivocabilmente legati alla storia Round Table da cui il Club trae origine. In questa linea intendo muovermi convinto che assieme ai Club del territorio si possa rafforzare una identità unica e inimitabile come quella del CLUB 41 ITALIA. ns


HYM 41 ITALIA 19 novembre 2011

41ITALIAVENTENNALE

ALFREDO SAMARITAN (intervista) Presidente onorario Club 41 Italia Alfredo Samaritan

Cari amici soci del Club 41 Italia, tra qualche settimana andremo a celebrare il ventennale di fondazione del Club 41 Italia, momento importante per tutti noi. Per me personalmente motivo di profonda soddisfazione e anche di legittimo orgoglio. Come socio fondatore e primo presidente nazionale di questo club non posso che esprimere il mio compiacimento per quanto si è fatto in questi venti anni come presenza alla realtà associativa ed alla esigenza di partecipare alla vita sociale. L’aver saputo dare costante contributo di idee e di iniziative

non solo all’interno dei nostri club ma anche in campo nazionale e internazionale dimostra quanto sia radicata la concezione del servizio. Il ventennale non deve essere un punto di arrivo ma una tappa di un lungo percorso che ci attende; un momento di riflessione ed anche di festa per noi riprendere il cammino verso un futuro di crescita sia nei numeri sia dando dei contenuti forti visibili ed incisivi inserendosi nella vita sociale al livello locale e nazionale. Questo potrebbe significare anche nuova linfa partecipativa.

Importante è pure che nei singoli club sia sempre forte la volontà di perseguire l’amicizia e tutto ciò che questo termine implica attraverso la tolleranza il rispetto, la lealtà, la solidarietà. Cari amici il mio saluto va a tutti voi unito al ringraziamento a tutti i Presidenti Nazionali e i membri dei Comitati Nazionali che si sono succeduti in questi venti anni come pure ai due Presidenti Internazionali. Tutti insieme uniti dagli stessi ideali abbiamo contribuito ad onorare il Club 41 in Italia e nel mondo e le catene della nostra amicizia non arrugginiscano mai. Alfredo Samaritan


07 ottobre 2011

41 MAGAZINE NLINE

Paolo Pisani

Un Pisani di Modena Presidente Nazionale del Club 41 Italia Un anno da VPN 2010-2011 Paolo Pisani

Il mio trolly e il mio beauty hanno subito uno shock durante lo scorso anno sociale. Quasi tutti i fine settimana si era pronti a partire: vestito grigio, cravatta bordeaux, camicia del club, pin (divisa d’ordinanza) , smoking e gemelli. Non si contano le volte che se facevo la valigia io e non Titti, mancava qualcosa‌. ma lo spirito di Club è quello che conta, e con quello in valigia si affronta qualsiasi avventura! Sono veramente tanti i ricordi che mi sono portato nel mio trolly: ricordi legati ad eventi, ad amici, al loro caloroso benvenuto, al dispiacere che il farewell

1

www.club41italia.org


brunch è proprio un farewell e si deve ripartire. L’anno appena trascorso mi ha visto partecipare ad una trentina di eventi in Italia ed in Europa, solo per il piacere di rappresentare il Club41 Italia , cercando di mantenere saldi i rapporti e le amicizie, disinteressatamente, mantenendo le catene dell’amicizia libere dalla ruggine. Ho percorso migliaia di chilometri da solo o con l’insostituibile Titti o con Paolo il Presidente, o con altri amici del C.N.: da Faenza alla Francia, dalla Svizzera ad Ascoli, da Onna a Ravenna, a Verona, da Rovereto a Mantova, da Alba ad Alessandria, da Bologna a Venezia, da Ferrara a Parma, etc.etc. Tutte esperienze bellissime , ritrovando sempre grande spirito di club, grande senso di appartenenza . E’ impossibile scegliere quelle migliori, ma posso scegliere quelle documentate da discrete immagini. Ora inizia un nuovo anno sociale che mi vedrà impegnato fortemente: ma sono pronto a mettere di nuovo in movimento il mio “trolly”, con tanto entusiasmo e vi assicuro tanto impegno. V.i.C Paolo Pisani

2

www.club41italia.org


41MAGAZINEONLINE Gianluigi Egidio. 47 anni imprenditore nel setttore della metalmeccanica di precisione. Sposato con Nicoletta ha due figli Francesca e Giacomo. Ex Round Table entra nel 41 nel 2004. E’ Vicepresidente della Associazione di Volontariato SAN MARTINO ONLUS MISSIONE ITHANGA che gestisce diverse missioni in Kenia e Tanzania. (www.forithanga.org

Un acquisto di valore nella squadra del Club 41 Italia ... Il Tesoriere Cari Amici, ringrazio sinceramente tutti Vo i p e r l a f i d u c i a a c c o r d a t a m i nominandomi Tesoriere Nazionale. Un ringraziamento particolare va al mio fraterno amico Marcello che già dalla primavera del 2010 mi esortava a candidarmi al Comitato Nazionale; più volte abbiamo parlato se avevo le giuste caratteristiche per un impegno così importante, io avevo dei dubbi ma ogni volta con le sue belle parole vinceva lui e così mi convinse ad intrap(rendere l’avventura il cui inizio si è concretizzato nella splendida cornice dell’AGM di Ancona. Mi dispiace immensamente non condividere questo momento con Marcello ma è a Lui che dedico il mio anno da Tesoriere Nazionale. Non dimenticherò che a farmi lo stesso invito sono stati anche tanti altri Amici sia di Bologna che di altri Club … è questo per me è il riconoscimento più grande in quanto vuol dire che ricevo e che do AMICIZIA.

3

A tal proposito, in passato più volte mi sono chiesto cosa bisogna fare o come bisogna essere per costruire e mantenere una Amicizia e la definizione che più mi piace e che desidero trasmetterVi è: “Essere Amico vuol dire sacrificare una parte di se stesso per donarla all’altro”. Come ho fatto fin dai tempi della Round Table, continuerò ad essere al servizio del Club. Indosserò il Collare e il Pin con ancora più orgoglio e senso di appartenenza al nostro magnifico e unico sodalizio che considero essere una grande Famiglia ove ci si vuole bene, ci si aiuta, ci si rispetta e ci si diverte; lasciamo da parte il resto e cogliamo ogni attimo che ci viene offerto e viviamolo intensamente in sincera Amicizia. Svolgerò il mio ruolo con immediatezza e con massima trasparenza nel pieno rispetto delle regole sancite dal nostro statuto. In qualsiasi momento mi verrà richiesto, renderò noto il rendiconto finanziario sia

www.club41italia.org

al Comitato Nazionale e sia al Collegio dei Revisori e sarò a disposizione dei Presidenti sia in sede di HYM che di AGM. Ai Presidenti e ai Tesorieri dei singoli Club chiedo cortesemente collaborazione, comprensione e rispetto (ovviamente reciproci) per il mio ruolo; fate in modo di rispettare i termini per quanto dovuto al Nazionale. Allo stesso modo io sarò tempestivo negli eventuali interventi a favore dei singoli Club. Mi piacerebbe molto evitare i solleciti e per qualsiasi cosa non esitate a telefonarmi in quanto sentire la voce di un Amico è molto più bello che ricevere una mail … e poi da cosa nasce cosa. A presto vederci in giro per i Club, sia nazionali che internazionali, in quanto solo così si apprezza totalmente la vera essenza del Club 41. Evviva il Club 41. Gianluigi Egidio … per gli amici Gigi.


41MAGAZINEONLINE

Un IRO Young nell’Arena Internazionale 2010-2011 Giuseppe Giacomelli

A gennaio, insieme al Presidente Internazionale ed al Past-President internazionale, alla Presidente Nazionale del Ladies Circle, ad un delegato della Round Table ed al presidente della Onna Onlus, ci siamo trovati ad Onna per celebrare il primo anniversario dell’inaugurazione della Casa Polifunzionale per i Giovani. Cerimonia molto toccante durante la quale ci siamo resi conto di quanto sia importante per la popolazione locale e non solo, la struttura che abbiamo realizzato. Ai primi di marzo abbiamo avuto a Venezia l’Interboard Italia/Francia, organizzato grazie alla collaborazione dei Club di Mestre e Venezia al quale hanno partecipato il Presidente Nazionale francese Roger Gautier, il Vice-Presidente Daniel Zanoletti, il Vice-Presidente Internazionale JeanLouis Boileau e l’IRO Remy Senicourt durante il quale i francesi hanno illustrato le loro proposte da presentare all’AGM di Tolosa e cioè quella di attribuire il diritto di voto, nel Consiglio Internazionale, anche ai non ex-tablers e di permettere anche ai paesi con meno di 3 clubs di partecipare alle AGM ed alle HYM, ma per il momento senza diritto di voto in attesa che venga nominato un gruppo di lavoro, sotto la supervisione dell’International Board, per valutarne il relativo aspetto. Noi ci siamo detti d’accordo sulla loro prima proposta e un po’ titubanti sulla seconda ritenendo che forse sarebbe opportuno regolamentare prima l’aspetto relativo al voto, però abbiamo garantito il nostro appoggio, in sede di AGM, alle loro proposte. E’ stato inoltre proposto di organizzare un Meeting dei Club 41 che appartengono all’area mediterranea per approfondire e sviluppare i sentimenti di amicizia fra questi Clubs e promuovere, insieme alla Round Table, la costituzione di Club 41 in quei paesi in cui ancora non esistono ed è stato deciso di organizzare a Marsiglia il 10 settembre p.v. il I° Meeting dei Club 41 dell’Area Mediterranea, mentre l’anno successivo sarà organizzato da noi. L’incontro è stato comunque molto positivo ed è servito a rafforzare la storica amicizia con i Giuseppe Giacomelli Laureato in Economia a Verona ha sviluppato la sua attività di imprenditore nel settore delle Spedizioni Internazionali. Sposato con Annamaria ha un figlio di 32 anni. Nel 41 da circa 10 anni.

4

www.club41italia.org

francesi che si sono impegnati ad organizzare il prossimo meeting, ai primi di marzo del prossimo anno, a Versailles. Complimenti agli organizzatori per la location molto suggestiva sul Canal Grande, per la calorosissima accoglienza e per essere riusciti ad organizzare l’evento in contemporanea allo svolgimento del Carnevale di Venezia. A distanza di un mese poi, è stato organizzato a Bologna l’Interboard Italia/Svizzera/Austria/ Germania al quale hanno partecipato il Presidente e l’IRO austriaco, i due IRO tedeschi, il VicePresidente Svizzero ed il Convenor Svizzero per l’AGM del prossimo ottobre. Qui la Germania si è detta contraria alla proposta francese di ammettere al voto nel Consiglio Internazionale i non ex-tablers, contrariamente all’Austria, mentre per quanto riguarda l’ammissione dei paesi con meno di 3 Clubs, concordano sul fatto di fissare prima le regole. I tedeschi ci chiedono poi di appoggiare la loro proposta in AGM di affiancare all’International Board le figure del Web Master e dell’Archivista, ottenendo il nostro consenso. E’ stato ribadito da tutti i convenuti l’importanza di questi incontri per confrontarsi sulle idee da proporre e gli austriaci hanno espresso il desiderio di organizzare il prossimo meeting a Vienna a metà marzo dell’anno prossimo. A fine marzo ho partecipato poi all’AGM in Finlandia insieme al Segretario Nazionale Domenico Vannicola ed al presidente di Ascoli Fabio Petroni. Erano presenti varie delegazioni straniere, oltre naturalmente al presidente ed al vice-presidente internazionale ed è stata un’ulteriore occasione per approfondire i legami di amicizia con gli stranieri. Interessante è stata la visita che hanno organizzato ad una miniera di carbonato di calcio e, per chi ha avuto il coraggio, la sauna finlandese con bagno nel lago ghiacciato. A metà aprile sono andato ad Ipswich all’AGM inglese dove ho avuto modo di fare conoscenza con il nuovo presidente nazionale e con il nuovo IRO Dave Campbell che ha sostituito il simpatico Andy White. (continua)


MODAMENSILMENTE 19 luglio 2011

AGN Francese e AGM Internazionale a Tolosa

Hotel Chateau des Ducs de Joyeuse 3-5 giugno 2011 Francesco Bassi

La delegazione italiana è composta da Paolo Pisani con Titti, dal Past Paolo Santaniello, dal modenese Alessandro Tullio con Federica, dal PPN Augusto Ferrari con la Presidente Agorà di Bologna Elisabetta, da Antonio Mazza con Maria, a cui si erano aggiunti il nostro Past-President Internazionale Randolph Riedlinger, l’Iro Senior Giuseppe Giacomelli con la consorte Annamaria, i toscani Duccio Arrighi, Maurizio Belli con la compagna Eleonora, Massimo Nenciati, e gli ascolani Domenico Vannicola e Fabio Petroni.

Molto bella la cena di gala, caratterizzata dalla presenza di ben 1.200 partecipanti, allietati da uno spettacolo di cantanti e ballerine stile “folies bergères”.

Cena del venerdì sera in un ristorante panoramico, allietata dal canto di brani di musica operistica ben interpretati da giovani cantanti di scuola parigina. Graziosissima in particolare la soprano venticinquenne, fortunatamente seduta, insieme agli altri del gruppo, al nostro tavolo.

Francesco Bassi

In quella occasione, oltre a colloqui interessanti con i nostri vicini di tavolo (nel caso di noi Iro i simpaticissimi austriaci che saremmo poco tempo dopo andati a visitare in occasione del loro AGM), si sono gettate le basi per alcuni possibili futuri gemellaggi con Clubs Francesi.

Nella giornata del sabato si sono svolti i lavori dell’AGM.

Francesco Bassi classe 49 parmigiano purosangue. Ingegnere edile e imprenditore nell’azienda di famiglia. In Round Table dal 1977 è tra i fondatori del Club 41 di Parma nel 2005. IRO YOUNG del Club 41 Italia per l’anno 2011-2012

I francesi puntavano a due risoluzioni: la possibilità per i non ex-tablers di rappresentare i propri paesi in sede internazionale, e la deroga alla regola che prescrive almeno la presenza di tre clubs per poter essere ufficialmente presenti e votare, come nazione, in occasione degli AGM e HYM internazionali. Le due modifiche non sono passate. Al termine dei lavori, i delegati hanno sancito l’arrivo alla Presidenza internazionale del francese JeanLoouis Boileau, il passaggio a Past-President del bravissimo finlandese Matti Hinttala (che si è molto commosso), la nuova vicepresidenza indiana di Krishna Kumar. Il nuovo Presidente Nazionale francese Daniel Zanoletti, eletto a latere, in una vastissima sala riunioni, da un’impressionante quantità di delegati, era visibilmente contrariato con i paesi nordici che avevano costituito un fronte maggioritario ultraconservatore, secondo lui (e anche secondo noi) nocivo per gli sviluppi possibili del Club 41. E va sottolineato che Zanoletti, che tra l’altro non nasconde le sue origini italiane e parla benissimo la nostra lingua, è un ex-tabler, a differenza del suo predecessore, il simpaticissimo Roger Gautier. E’ andata a buon fine, invece, nonostante qualche problemino tecnico, la presentazione dell’HYM Internazionale di Castiglioncello, grazie alla consueta simpatia dell’irresistibile Duccio.

6

www.club41italia.org


41 MAGAZINE ON LINE (Continua) Dopo l’AGM di Ancona, a fine maggio, a cui hanno partecipato il Presidente Internazionale, il Past-President Internazionale, il neo-Presidente Nazionale tedesco Raphael Herbig, il Vice-Presidente francese Daniel Zanoletti, il VicePresidente Nazionale svizzero, quello del Sud Africa Bruce Mckay, gli IRO di Francia, Austria, Germania e molti altri delegati, si è svolta, la settimana successiva l’AGM Internazionale di Tolosa alla quale abbiamo partecipato con una folta delegazione rappresentata, oltre che dal sottoscritto, dal nostro Presidente Paolo Pisani, dai Past-president Paolo Santaniello ed Augusto Ferrari, dal Consigliere Maurizio Belli, dal nuovo IRO Francesco Bassi, dal Probo-viro Duccio Arrighi, dal Past-President Internazionale Randolph Riedlinger e dal socio di Bologna Antonio Mazza. Il Vice-Presidente Internazionale Jean-Louis Boileau, ha per l’occasione organizzato un pre-tour per gli stranieri che ci ha permesso di trascorrere alcuni giorni in grande amicizia e simpatia. I lavori dell’AGM hanno visto l’elezione a Presidente Internazionale, come previsto, di Jean-Louis Boileau ed a Vice-Presidente dell’indiano Krishna Kumar. Le proposte francesi non sono passate ma verranno rimodulate e presentate all’HYM Internazionale della Costa Etrusca, mentre sono state approvate quelle tedesche. Sono diventati membri di diritto del Consiglio Internazionale il Marocco e l’Islanda. E’ stato anche stabilito che il 21 aprile del 2012 ci sarà l’AGM Internazionale a Chennai (India), che il 1° settembre 2012 ci

5

sarà l’HYM Internazionale a Tampere (Finlandia) e che nel 2013/14 la Danimarca avrà la vice-presidenza. Nel nostro intervento abbiamo fatto presente la situazione del Club 41 Italia che si presenta molto rosea, avendo in previsione entro il prossimo anno il Charter di 5 o 6 nuovi Club e molto dinamica essendoci fatti promotori dei due Interboard e dell’HYM Internazionale. Abbiamo nuovamente ringraziato per il contributo per Onna dicendo che il Progetto sta ancora andando avanti con la fornitura di quelle infrastrutture che man mano ci vengono richieste. Inoltre il Convenor dell’HYM Internazionale Duccio Arrighi ha proiettato una presentazione dell’evento con grande passione, invitando naturalmente tutti i presenti ad intervenire. La grandiosa cena di gala del sabato, con oltre 1600 invitati ed uno spettacolo degno del “Moulin Rouge”, ha sancito la fine dell’AGM. E’ stato quindi un anno abbastanza impegnativo, anche se di grande soddisfazione, per i rapporti umani ed i vincoli di amicizia che si sono instaurati e che mi hanno ulteriormente arricchito e mi auguro di essere riuscito, durante questo mio primo anno di mandato, di farmi conoscere e spero apprezzare all’estero, cercando di tenere così alta la considerazione del Club 41 Italia nel resto del mondo. Giuseppe Giacomelli

www.club41italia.org


41MAGAZINEONLINE

Il VPN racconta: un anno da Consigliere Nazionale Stefano Cera

Un anno intenso e piacevole, caratterizzato dall’amicizia, dalla rispetto reciproco e dalla serenità e usando un termine marinaro con mare piatto senza le burrasche dell’anno precedente. Questo successo bisogna attribuirlo a tutti i componenti del Comitato Nazionale che con intelligenza e lo spirito giusto hanno condotto il Club nei numerosi appuntamenti Nazionali ed Internazionali. Ho partecipato a tutti i comitati ad eccezione di uno a causa di stampelle, le stesse stampelle munite di catene mi hanno condotto alla Maial Fest innevata. Con gli Amici di Mestre e grazie anche a Venezia ho organizzato un magico Interboard. Italia/Francia a Venezia in pieno carnevale. Tra le manifestazioni ufficiali AGM, HYM, Interboard, i vari passaggi di consegne, feste degli auguri, interclub ecc… i momenti più emozionanti sono stati :

Stefano Cera 51 anni veneziano DOC é Agente Immobiliare e Amministratore. Sposato con Chiare ha un figlio di 19 anni. In Round Table dal ’90 fonda nel 2003 il Club 41di Mestre.

7

www.club41italia.org

Osservare il Comitato Nazionale impaurito all’interno del sinistro castello di Dracula in Transilvania (HYM 41international) E nell’anniversario di Onna di gennaio quando il parroco ha interrotto la funzione religiosa per ringraziare pubblicamente i soci del 41 quali benefattori del centro polifunzionale. Vi garantisco una grandissima emozione In chiusura allego le foto di consegna degli scudetti in occasione di un piacevole interclub Mestre/Venezia ai due ex Presidenti Nazionali assenti all’A.G.M. di Ancona nonché ventennale del Club 41 Italia. GIORGIO SCLISIZZI P.N. anno 1992/1993 ALVISE BENVENUTI P.N. anno 1999/2000 ViC Stefano Cera


HYM TRIESTE 19 NOVEMBRE 2011

UN PRESIDENTE PER AMICO

AGM DI PORTONOVO ANCONA

Il Presidente del dialogo Paolo Santaniello Paolo Santaniello

Cari amici e soci del Club 41 Italia, riassumere in poche righe un anno dedicato al nostro amato Club non è certo semplice, senza tra l’altro rischiare di scendere nella retorica ed ancor peggio annoiare chi, con franceschiana pazienza, si cimenterà nella lettura di questo mio articolo. Il mio primo pensiero vola sui tanti chilometri percorsi e sul tempo rubato ad altro ( famiglia, lavoro, ecc.) per dedicarlo alla gestione del nostro club. Seneca diceva che ogni piacere ha il suo momento culminante quando sta per finire e l’eredità di un collare così “pesante” si è fatta sentire ogni giorno in cui lo indossavo. Sono consapevole che, in termini di impegno, questo è stato un anno


HYM DI TRIESTE 19 N0VEMBRE 2011

particolarmente duro, ma nello stesso tempo caratterizzato da risultati importanti per il nostro Club. Tutti si aspettavano da me una svolta ed l’azzeramento dei tanti problemi che si erano accumulati, di veder risolte annose diatribe con la speranza di poter riprendere quel cammino di serenità che tutti si auspicano per la vita “normale” di un club come il nostro. Il mio impegno, così come quello di tutti i membri del Comitato Nazionale, è stato rivolto proprio a questo, e spero di esserci (in parte) riuscito.Tanti comitati, tante serate, tante chiacchiere…….ma è bello voltarsi indietro e rendersi conto che è stato portato a termine un cammino costellato di grandi soddisfazioni. Ho ricevuto molto ma, con un pizzico di presunzione, ho dato anche molto…!!! Sta per iniziare il mio 4° anno di Comitato Nazionale, con fedeltà e dedizione ho cercato di contribuire alla crescita qualitativa del nostro Club 41. U T S E M E N T E M F E C E R I S, I TA METES…….come avrai seminato, così raccoglierai. E nella speranza di aver degnamente operato e seminato sono riconoscente a chi, stimolando una maturazione interiore, mi ha indotto a profonde e struggenti riflessioni sul significato dell’Amicizia. Ancor più ringrazio i soci che hanno supportato e sopportato la mia ineluttabile ambizione donandomi la loro Tolleranza, gratificandomi della loro Stima e della loro Lealtà. Un pensiero lo rivolgo a chi sta pensando di intraprendere la “Carriera Nazionale”.Il Club 41 è oramai una grande realtà e come tale ha necessità che tutti i ruoli vengano ricoperti da persone dinamiche e soprattutto “disponibili”. Il mandato presuppone rinunce e sacrifici, oltre ad un forte spirito di abnegazione. Al termine, un saluto particolare lo vorrei rivolgere a tutti i miei compagni di “viaggio”, coloro che in questi anni di comitato mi hanno insegnato, seguito e che, oggi, ancora hanno “voglia” di ascoltare qualche mio consiglio. Ho trascorso un anno da Presidente all’insegna dell’amicizia…….si, amicizia, incontrando e conoscendo una miriade di amici nuovi. Fare un elenco delle serate o di nomi potrebbe significare anche poter fare errori di dimenticanza, e non lo vorrei. Tutti sono e resteranno nei miei pensieri e nel mio cuore. Lasciatemi solamente un unico e particolare saluto a Paolo, che è stato davvero un autentico amico, una persona “degna” di rivestire la carica di Presidente Nazionale, a cui non farò mancare mai il mio appoggio durante questo suo mandato. Mi mancherete. Un abbraccio Paolo (il Past)


CLUB 41 ITALIA

41 FLASH NEWS !

02 OTTOBRE 2011

AGM CLUB 41 ITALIA 27-28-29 MAGGIO 2011

Positivo, se non entusiastico, il bilancio

IRO!

dell’AGM 2011 conclusosi qualche ora fa a Portonovo (AN). Oltre 200 i partecipanti al

TESORIERE!

GIANLUIGI EGIDIO

EDITORE!

NUCCIO STECCA

gala di sabato sera nel Fortino Napoleonico situato in una spettacolare insenatura della costa del Conero vicino a “La Fonte Hotel” dove si sono svolti i lavori. 29 Club Italiani, 6 delegazioni straniere e l’intero Consiglio Nazionale Italiano partecipano all’Assemblea presieduta dal PN Paolo Santaniello. Il 41 International è rappresentato dal Presidente Matti, il PP Bellwood e il Segr. Illingworth e dai PP Italiani Zago e Riedlinger. Dopo gli interventi di rito degli stranieri prendono avvio le relazioni interne dei componenti il CN sulle attività svolte nell’anno, in un clima sereno e costruttivo. Nel pomeriggio si vota sulle proposte di modifica allo statuto presentate dai Club e

!

FRANCESCO BASSI

GESTORE MAT. ANDREA RUFFINI REVISORE !

ANTONIO MENINI

Il Neopresidente indica i nomi delle cariche non elettive: Segretario:!

ANDREA PETTI

Webmaster:!

CARLO BERTOLI

Dopo il banner exchange si raggiunge la terrazza del Fortino Napoleonico dove ci attende un ricco buffet. La serata si conclude con la splendida cena nel salone delle feste. Di grande emozione la consegna della Targa Bidorini a Luigi Lamberti e delle Targhe ai Presidenti Nazionali in occasione della Celebrazione del Ventennale del Club 41 Italia (19912011). Il farewell conclude la maratona con gli

approvate alla HYM di Livorno lo scorso novembre 2010. Infine si procede alla ele-

occhi velati di commozione nel salutare gli amici e i due Paolo rilasciano una ine-

zione dei candidati alle cariche del nuovo

dita intervista al neoeditore. (VIDEO) (VIDEO1)

CN 2011-2012 PRESIDENTE

PAOLO PISANI

VICEPRES.

STEFANO CERA

CONSIGLIERE! MAURIZIO BELLI

Complimenti sinceri al Club di Ancona e al suo Presidente Francesco Di Fabio per la organizzazione ottimale del meeting.

PAGINA 8


CLUB 41 ITALIA

41 FLASH NEWS!

12 GIUGNO 2011

PRIMO CONSIGLIO NAZIONALE H 10.00 del 12 giugno 2011: Esordisce a Modena la squadra del Nuovo CN che affiancherà Paolo Pisani al timone del Club 41 Italia. Condivisione e Partecipazione E’ il motto del nuovo Presidente Paolo Pisani per l’anno 2011-2012. Un legittimo imbarazzo e una certa emozione accompagnano i componenti della squadra di “governo” nuova di zecca . Il tema di maggiore rilievo è il calendario delle manifestazioni in programma nel primo semestre dell’anno sociale: in primis l’HYM Internazionale a Castiglioncello il 14-15-16 ottobre 2011 un evento che pone l’Italia in vetrina nel contesto Internazionale che mette alla prova la nostra abilità organizzativa.

Una agenda impegnativa quella che affrontano i nuovi membri del Consiglio Nazionale. Sono presenti, oltre a Paolo Pisani e Paolo Santaniello, Gianluigi Egidio (Tesoriere), Antonio Menini (Revisore dei Conti), Nuccio Stecca (Editore), Giuseppe Giacomelli (IRO), Francesco Bassi (IRO Young), Duccio Arrighi (Probo Viro), Maurizio Belli (Consigliere),

Ettore Maranesi (Consigliere Incarichi Speciali), Carlo Bertoli (Webmaster), Andrea Petti (Segretario). Ci accoglie il Presidente del Club 41 di Modena Gianluca Brandoli nell’Agriturismo Aggazzotti a Colombaro di Formigine dove si svolge il cerimoniale di Passaggio delle Consegne e l’ingresso del nuovo socio Enrico Fontana ex tabler modenese.

E’ IMPORTANTE COMUNICARE! ... COSA? Bella domanda! La pone il nuovo editore al CN quando prende la parola nei tre minuti assegnati alle “varie ed eventuali” dell’ordine del giorno. Per il prossimo CN a Rovereto il 9 luglio cerchiamo di raccogliere il materiale per pubblicare il nostro magazine a settembre 2011 e porre le basi per un nuovo progetto di comunicazione che ci consenta di crescere anche in termini qualitativi.

Da segnalare la manifestazione del 9-10-11 settembre 2011 a Marsiglia organizzata dai francesi che riunisce Round Table e Club 41 del bacino del Mediterraneo passando poi il testimone agli italiani per il 2012.

Altri tre minuti sono a disposizione dell’Webmaster per fare il punto della situazione coscienti che l’WEB è parte integrante del progetto di comunicazione. Carlo Bertoli ha messo in piedi una squadra che può guarire l’attuale apatia di alcuni club verso l’uso appropriato dello strumento informatico e propone un meeting degli webmaster per il mese di settembre 2011.

PAGINA 7


CLUB 41 ITALIA

41 FLASH NEWS

!

29 AGOSTO 2011

BALNEARE IL 2° CN A RICCIONE IL 23 LUGLIO 2011 Ore 11.00 Bagno 105 -Convention del del lungomare di Mediterraneo a Riccione .. l’equipaggio Marsiglia con i Club 41 è pronto a salpare con il e Round Table. timoniere Paolo Pisani. -Half Year Meeting L’idea è del neo Internazionale a tesoriere che ci accoglie Castiglioncello. in bermuda e maglietta -Half Year Meeting in spiaggia. del 41 Italia a Trieste in Tutti presenti i membri del CN che relazionano sui primi passi delle attività sociali. Densissimo il programma di autunnale che vede impegnati i club nelle serate di apertura e IRO e Presidente Nazionale nei primi impegni internazionali. In particolare:

occasione del Tretennale dalla fondazione. Infine viene ribadito l’impegno di produrre un numero unico della rivista del Club per l’HYM nazionale di Trieste con il contributo di tutti i membri del CN e dei Club. Missione Speciale a Taranto per crescere insieme al Sud con il contributo del Club Padrino di Ascoli Piceno

CRESCE LO SPIRITO DI GRUPPO NEL TEAM

ONNA E’ SEMPRE NEL NOSTRO CUORE Domenico Vannicola ci aggiorna sul Progetto di Intervento ormai in fase conclusiva sul Centro Polifunzionale creato con il contributo dei Club Nazionali e Internazionali (41, RT, LC, Agorà) consentendo la perfetta fruibilità da parte della ONLUS che lo gestisce anche nei periodi estivi.

!

PAGINA 2


HYM INTERNAZIONALE 13-15 OTTOBRE 2011

HYMINTERNAZIONALE

RIVA DEGLI ETRUSCHI

il Symposium Internazionale del Club 41 Due sono le manifestazioni di caratura mondiale del nostro Club ogni anno ; una è assegnata d’ufficio al paese di residenza del Presidente Internazionale entrante ed è l’AGM Internazionale che quest’anno si è svolta in Francia a Toulouse , l’altra è assegnata dal Board a un Club Nazionale secondo criteri di scelta del tutto selettivi e a richiesta diretta. Due anni orsono il Club 41 Italia venne scelto per essere l’organizzatore di questa importantissima e ambita manifestazione : l’INTERNATIONAL HALF YEAR MEETING 2011 Il Club Castiglioncello Costa Etrusca 23 riuscì poi ad aggiudicarsi l’incarico di portare a termine questa impresa ed io mi proposi e fui accettato come “Convenor”. Non era una cosa da poco . Ben conoscevo la gravità e l’onerosità di una tale organizzazione , nei miei lunghi anni di vita di Club e grazie alle numerosissime partecipazione agli AGM e HYM Internazionali mi ero formato una idea molto reale, ma mi piaceva poter affrontare questa sfida.

1

Ad Ottobre 2010 ero a Brasov con delle splendide “brochures” già pronte per l’ottobre 2011. Fin dall’estate infatti ero in giro per identificare la location più adatta tenendo presente l’esigenza di concentrare in un unico ambiente tutta la manifestazione con le sue più diverse necessità. Mi occorreva un posto semplicemente bello, elegante , accogliente che offrisse al suo interno luoghi di lavoro , di cene e di relax . In posizione favorevole per l’esecuzione di gite nel corso del “Pre Tour”. Non lontano dagli aeroporti e dall’autostrada ,in una parola facilmente raggiungibile. Il complesso di “Riva degli Etruschi” a San Vincenzo si è dimostrato infine il posto ideale e per di più i suoi manager ci hanno immediatamente aiutato con una forma di sponsorizzazione sia con la stampa del materiale pubblicitario che con i prezzi di assoluta convenienza, in considerazione dello “standing” della struttura. Era importantissimo questo fattore , infatti il costo promesso per l’HYM doveva rientrare in limiti molto bassi , ma io volevo che gli amici che sarebbero venuti avessero il meglio

indipendentemente dal prezzo pagato. Avrebbero dovuto lasciarci con la nostalgia nel cuore e solo perché non potevano fare diversamente. Messa questa base poi c’è stato un anno di duro lavoro, di progetti di programmi di confronti . Viaggi (in privato) ai vari AGM nazionali e all’Internazionale . Inserimenti dei programmi in internet ed invii ai vari IRO dei Clubs stranieri. Contatti con un insieme di persone che avrebbero dovuto garantire la soddisfazione di tutte le esigenze peculiari di una tale organizzazione. Vi risparmio tutti i particolari. Sappiate solo che Virginia, mia più indispensabile collaboratrice , un notte mi ha profetizzato : “Duccio se continui così te a ottobre non c’arrivi”. Ha rischiato di essere una Cassandra : ad aprile sono stato vittima di un ictus celebrale, che non attribuisco certamente a questo mio impegno specifico, ma certo ……………….. Comunque ci vuole ben altro ! Certo l’energia ricevuta dalla moltitudine di amici che ci hanno raggiunto da tutto il mondo è stata una sicura panacea a tutti i miei mali .


HYM INTERNAZIONALE 13-15 OTTOBRE 2011

2

Avrebbero dovuto lasciarci con la nostalgia nel cuore e solo perché non potevano fare diversamente. Messa questa base poi c’è stato un anno di duro lavoro, di progetti di programmi di confronti . Viaggi (in privato) ai vari AGM nazionali e all’Internazionale . Inserimenti dei programmi in internet ed invii ai vari IRO dei Clubs stranieri. Contatti con un insieme di persone che avrebbero dovuto garantire la soddisfazione di tutte le esigenze peculiari di una tale organizzazione. Vi risparmio tutti i particolari. Sappiate solo che Virginia, mia più indispensabile collaboratrice , un notte mi ha profetizzato : “Duccio se continui così te a ottobre non c’arrivi”. Ha rischiato di essere una Cassandra : ad aprile sono stato vittima di un ictus celebrale, che non attribuisco certamente a questo mio impegno specifico, ma certo ……………….. Comunque ci vuole ben altro ! Certo l’energia ricevuta dalla moltitudine di amici che ci hanno raggiunto da tutto il mondo è stata una sicura panacea a tutti i miei mali . Bruce Mc Kay ha il primato della distanza, è arrivato da Città del Capo con uno splendido bastone intarsiato come regalo per aiutarmi a camminare , splendido esempio di Amicizia in Club 41 ! E poi fin dalla domenica sono arrivati in 25, sia dalla Finlandia che dalla Germania e dall’Inghilterra , e così via ogni giorno arrivi importanti . Importanti perché ogni membro del Club 41 che lascia il suo paese per ritrovare altri Amici è una persona estremamente importante. Qualcuno è arrivato ad inviarmi anche 8 email in due settimane per avere chiarimenti e precisazioni sui prezzi. Chi voleva la camera vicina al mare chi doveva essere preso all’aeroporto di Bologna , di Roma o di Firenze . Quello che veniva dalla Norvegia con la famiglia e voleva prolungare e c’è stato anche chi ha scaglionato l’arrivo della moglie o della figlia. Centinaia di email e telefonate nel corso di alcuni mesi ma la concentrazione delle ultime settimane è stata impressionante. Infine circa un centinaio di stranieri per 16 Nazioni rappresentate . Tutto il Board Internazionale , naturalmente con Jean-Luis Boileau in testa e Matti Inttala arrivato con 5 giorni di anticipo. Il nostro Segretario Denis Beck mi avrà raccomandato mille volte che tutto filasse al puntino per i lavori del Board. Il microfono, il tavolino per le proiezioni, lo schermo, le penne , le poltrone ecc. ecc. Poi il venerdì mattina il grande capo decide di stravolgere tutto . Nessun problema, la forza di noi italiani è la fantasia e l’improvvisazione . In un’ora era tutto ricambiato come il Presidente voleva E tutto andato a meraviglia. L’ambiente favorito dalla natura e dal sole che ha dominato tutta la manifestazione sono riusciti a smussare anche gli aspri angoli formatisi tra i pro ex tablers ed i pro non ex tablers. Tutto tranquillo con lavori producenti e

soddisfacenti. Anche per i Delegati YAP e soprattutto per me e per i miei “Brothers” dei Golden Stomach. E’ diventato quest’ultimo veramente un gruppo importante e molto unito , vi fanno orgogliosamente parte vari Past Presidenti Nazionali ed Internazionali oltre gli IRO passati e presenti. Tutti uniti dall’amore per il nostro Club senza ambizioni o presunzioni . Eravamo 20 e ora tutti “collarati” con fierezza e pur con modestia. Il nostro motto “May your stomach never rust” sta indicare anche lo spirito goliardico , nel complesso , del nostro Brotherhood. Ma devo confessare quella che è stata la mia più grande soddisfazione : la presenza di quasi 100 italiani in rappresentanza di 25 Club per la festa dell’Italia Unita. Una serata, il venerdì, in Verde Bianco e Rosso piena di allegria e amicizia dove anche gli stranieri si erano “coccardati”. Ho notato molti italiani e stranieri seduti allo stesso tavolo bere insieme e poi anche ballare e poi seguire il nostro inno nazionale ed il nostro “Volare” con entusiasmo e partecipazione sincera. E poi i complimenti di tutti i nostri ospiti , la loro soddisfazione per aver partecipato ad una manifestazione che li ha stupiti e soddisfatti in tutti i modi . Hanno fatto il bagno e giocato a tennis, hanno sfruttato il centro benessere e girato nei più bei posti della nostra Toscana da Siena a Lucca, da Volterra a Massa Marittima, da Pisa a Populonia. Entusiasti è dire poco . L’Italia ha ancora una volta dimostrato di saper accogliere con generosità e bellezza , ospitalità e cultura raramente riscontrabili in altri paesi. Infine la ciliegina sulla torta me l’ha messa proprio Jean – Luis Boileau in Presidente Internazionale domenica 16 , quando quasi tutti erano partiti ed ero tornato alle 14 dall’ultimo viaggio all’Aeroporto, siamo andati a pranzo insieme e , nel volerlo per forza offrirlo a me e Virginia ed a Maurizio Belli ed Eleonora mi ha confermato che era arrivato con tanti dubbi sulla riuscita della manifestazione ma che veramente era rimasto entusiasta. Non finiva di ringraziare per come il “suo” HYM era riuscito me e Maurizio, e poi mi ha scritto per riconfermarmi l’affetto e la stima. Io ho voluto e voglio ancora coinvolgere tutto il Club 41 Italia in questo riconoscimento e ringraziamento. Perché ognuno di noi è una particella di un tutto senza il quale però non servirebbe a niente . Il nostro splendido sodalizio ci riunisce, ci stimola e ci mette in condizione di dare il meglio per l’Amicizia che ci lega. POSSANO LE CATENE DELL’AMICIZIA NON ARRUGGINIRE MAI Vostro n Club 41 Duccio


MODAMENSILMENTE 06 novembre 2011

La Riunione dei Delegati dei Club all’HYM Internazionale di Riva degli Etruschi un confronto franco tra diverse culture Positivo il risultato della lunga riunione dei Delegati dei Paesi intervenuti all’HYM Internazionale lo scorso 13-15 ottobre a Riva degli Etruschi. Così ha dichiarato Jean Louis Boileau (1°PARTE) (2°PARTE) nella intervista rilasciata all’Editore Nazionale subito dopo il meeting che ha occupato l’intera giornata di sabato 14 ottobre.

3

Dopo le relazioni dei delegati (Beat Bergher) il momento di maggiore “suspance” si è avuto con l’intervento atteso di Daniel Zanoletti Presidente del Club 41 Francese che ha prospettato l’uscita della Francia dal 41 Internazionale qualora non venisse accettata la proposta di riconoscere uguali diritti ai non ex-tabler in merito al voto nella Assemblea Internazionale.


Issue 12, October 2011

1.

An Icelandic ritual?

2.

Stepping stones to success!

3.

Say cheese

4.

A prize for a prize!

5.

Blessings from Sir John

6.

Cheers

7.

If music be the food for friendship play on

8.

Chugging along the narrowest street

The Magazine for

41 INTERNATIONAL International Association of Former Members of Round Table “May the Hinges of Friendship Never Rust�


AGM CLUB 41 BELGIO 06 novembre 2011

4

Waterloo

AGM

Oltre 100 Club 41 all’AGM Belga Quest’anno l’AGM belga era organizzato dal Club di Waterloo, nel cuore dell’omonima cittadina, che sorge immersa nel verde a pochi chilometri dalla capitale Bruxelles. In Belgio il club 41 è importante e sentito, e vanta ben 1.800 soci, molto affiatati ed entusiasti. All’avvenimento, in rappresentanza dell’Italia, ci siamo presentati in due: il sottoscritto Iro-young, e il past president di Ascoli Fabio Petroni. Purtroppo il clima, fino a pochi giorni prima quasi estivo anche lassù, non è stato benevolo. Pioggia e freddo, ma ce lo aspettavamo. Splendida invece l’accoglienza. Oltre a noi, erano rappresentati gli svizzeri (dal “quasi nostro” Claudio Matasci), gli indiani (dal vicepresidente internazionale), gli inglesi, i tedeschi, i lussemburghesi, i rumeni (dai rispettivi Iro), nonché i francesi (dall’amicissimo Iro Rémy Senicourt e da numerosi presidenti delle varie zone). Simpaticissime le serate. Quella del venerdì, svoltasi, dopo il saluto del sindaco di Waterloo, nei locali della palestra di una scuola, hanno visto schierati ai margini tutti i club del Belgio, ognuno dei quali portava le proprie specialità, fredde e calde, e soprattutto le proprie bevande. Oltre ai vini, birre artigianali spettacolose e praticamente introvabili altrove. Il tutto allietato sia dall’esibizione di una organizzatissima banda locale composta da una ventina di elementi, sia dalla sfilata allegra di alcune maschere locali, in una marcetta scandita da tamburi che finiva col coinvolgere tutti.

BELGIO A WATERLOO Francesco Bassi

Quella del sabato, il gala, è stata allestita in un suggestivo locale storico (“la sucrière”) annesso all’ hotel ove quasi tutti soggiornavamo. Era d’obbligo l’abito elegante o, in alternativa, l’abbigliamento storico che riportasse all’epoca della famosa battaglia napoleonica. Qui il vostro Iro, unico tra gli stranieri ad essersi preoccupato di portarsi da casa un costume, si è presentato in abito da ufficiale dei dragoni francesi. La cosa ha rappresentato una gradita sorpresa per gli amici belgi, per la verità un po’ perplessi per l’abito “da giorno” con cui il sottoscritto si era presentato al “banner exchange”. I complimenti si sono sprecati. Oltre le due cene, vi è stata la presenza delle delegazioni all’apertura dell’AGM, una visita “subacquea” al centro di Bruxelles, e infine una bellissima chiusura, la domenica

mattina, con un farewell brunch organizzato, sempre purtroppo ma suggestivamente sotto una pioggia insistente, in una zona che riproduceva un campo militare, poco lontano dal monumento rievocativo (“the lion”) della battaglia. Qui abbiamo potuto assistere alla riproduzione delle manovre di una piccola compagnia di militari in costume, con tanto di impressionante (data l’età delle armi, tutte autentiche), serie di scariche di fucileria. Insomma, un bellissimo week end, utilissimo per rinsaldare, proprio nel luogo sede delle strutture della comunità europea, quei legami internazionali che sono fondamento e base del nostro amato club. Francesco Bassi – Iro young


I “ 1 5 0 A NNI ” DELL’I TA LI A U N I TA

MILANO, 17 MARZO 2011 ORE 12.00 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO PERCORRE LA GALLERIA VITTORIO EMANUELE DA PIAZZA DELLA SCALA A PIAZZA DUOMO A PIEDI TRA GLI APPLAUSI DEL PUBBLICO, L’INNO NAZIONALE E LO SHOW DELLE BANDE. IN PIAZZA L’ESERCITO DI AUSTRIACO AI TEMPI DELLE 5 GIORNATE DI MILANO I QUADRI RIPORTATI SONO ESPOSTI IN UNA SALA DEL


Parliamo di ...

ROUND TABLE

... è qui che la nostra storia ha avuto inizio

http://www.roundtable.it/

ALLA RICERCA DELLE NOSTRE RADICI Ripercorriamo insieme alcuni passi della storia RT ben noti agli ex tabler per comprendere i principi ispiratori del nostro Club 41. Cos’è la Round Table Italia? La Round Table Italia è un service club dedicato a giovani lavoratori, professionisti, dirigenti, uomini d'affari e di cultura che cercano di svolgere al meglio le rispettive attività. Si propone di promuovere l'amicizia tra i propri membri e, soprattutto, iniziative al servizio della collettività, differenziandosi da altre analoghe organizzazioni per il fattore dell'età, in quanto si perde il diritto di appartenervi al raggiungimento del quarantesimo anno d'età: è, quindi, un club di giovani e per i giovani e il motto “Adopt, Adapt, lmprove” (adottare, adattare e migliorare) coglie appieno lo spirito dell’associazione, i cui membri si impegnano e si adoperano in prima persona in ogni iniziativa, cercando costantemente di far tesoro dell’esperienze del passato e di migliorare la propria attività per il presente e il futuro. L’associazione, le cui origini risalgono al 1926 in Inghilterra, è ora presente in oltre 60 nazioni. In Italia si è sviluppata dal 1958 ed esistono a oggi sul territorio

nazionale oltre 60 club detti “Tavole”. Ognuna è composta da almeno dieci membri detti “tablers” fino a un massimo di quaranta, dei quali non più di due possono esercitare la stessa professione. L’ambito dell’attività di servizio, scelta annualmente, si svolge a livello nazionale e locale. Tra le molteplici opere di beneficenza, si possono ricordare: la costruzione di una Scuola Elementare ad Amaro, paese del Friuli colpito dal terremoto del 1976, la realizzazione e promozione della linea telefonica nazionale "S.O.S. Infanzia Telefono Azzurro", la divulgazione e promozione della "Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia", approvata dall'Assemblea Generale dell’Onu nel 1989, attività per cui la Round Table Italia è stata nominata Ambasciatrice Unicef, l'appoggio ed il sostegno a favore dell'Associazione Internazionale per le Cardiopatie Infantili, l'appoggio ed il sostegno a favore dell'A.I.L - Associazione Italiana Leucemie.

[2]

adapt adopt improve


AMICIZIA E TOLLERANZA I TABLER e la loro storia italiana all’origine del CLUB 41 ITALIA I membri che costituiscono il

e meglio rispondente ai

club service Round Table sono

progetti e alla mentalità

chiamati TABLER.

di giovano uomini avviati

L’affiliazione al club avviene solo

a ricoprire ruoli

su invito: è necessario che un

professionali nella

garante, già socio Round Table,

società.

sponsorizzi o proponga la candidatura di un nuovo

L’anno successivo, al

potenziale membro. In seguito

Congresso delle

ERMINIO WILLIAM LOUIS MARCHESI

alla partecipazione dell’invitato a Industrie Britanniche di qualche evento conviviale, i

Birmingham, il Principe di

Tavola a Milano. Nel novembre di quello stesso anno, la R.T. 1

dirigenti locali di Round Table si

Galles incoraggiò i giovani

riuniscono allo scopo di

uomini d’affari e professionisti del

Milano iniziava la sua attività con i

confermare o respingere

paese a riunirsi intorno a un tavolo

soci Maurizio Fusi, Luciano Dinelli,

l’ingresso.

per adottare metodi di lavoro

Aldo Sacchi, Giancarlo Falcone,

dimostratisi validi nel passato,

Alberto Piaggi, Lodovico Barassi ed

Questa rappresenta la prassi

adattarli alle mutevoli necessità dei

altri ancora.

standard definita dal regolamento.

tempi e migliorarli.

Il 2 maggio 1964, su impulso della Round Table Francia, Round Table

Molto più spesso, è sufficiente che il nuovo potenziale socio dimostri, con

Quei tre verbi, ADOTTARE,

International autorizzava la

il suo comportamento, un reale,

ADATTARE, MIGLIORARE,

costituzione di ROUND TABLE

onesto e sincero interesse a

apparentemente insignificanti, erano

ITALIA.

diventare socio. Esiste uno Statuto

invece i punti cardinali intorno a cui

generale che regola Round Table

fa ruotare ROUND TABLE. Il nome

Il 19 settembre 1964, in occasione

Italia, ma, di fatto, le uniche vere

del nuovo Club era uscito così,

del Charter di Cesena, le tre sole

regole da seguire per essere socio

naturalmente, senza che alcun

Tavole italiane esistenti convocavano

sono: AMICIZIA e TOLLERANZA.

romantico riferimento ad Artù e ai i

l’Assemblea Nazionale ed eleggevano

suoi cavalieri.

il primo Comitato.

STORIA Nel lontano 1926, Louise Marchesi,

Trent’anni più tardi, nel 1957, Lucien

ventisettenne membro del Norwich

Paradis, fondatore della Round Table

Rotary Club in Inghilterra, maturò

Francia, invitava Nicolò Caimi e

l’idea di dar vita a un Club più vicino

Carlo Cordano a costituire una

Service Nazionale

Soprattutto i capoluoghi di Provincia vedranno numerosi stand che offriranno il Ciclamino della Ricerca ed altri simpatici gadgets. Dall'1 al 17 ottobre sarà attiva la Campagna dell'SMS solidale. Oltre a Delegazioni e Gruppi FFC, che già si stanno organizzando, scenderanno in campo altre organizzazioni di volontariato,

in particolare i giovani professionisti, con il loro volontari, della Round Table Italia. L'obiettivo è quello di attivare 300 piazze. Saranno preparati nuovi manifesti, nuovi spot TV e Radio e tutte le reti italiane TVRadio ed altri media (giornali, internet) saranno sensibilizzati alla collaborazione.”

ARTU’

[3]

Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica Onlus


[4]


"L'AMICIZIA PRIMA DI TUTTO" ELENA LITARDI

Il Ladies' Circle è un Club Service internazionale fondata in Gran Bretagna nel 1930 da un  gruppo di mogli dei soci della Round Table ed è oggi presente in 35 paesi del mondo con circa 13.000 socie attive.  Il Ladies' Circle Italia è sorto a Rimini nel 1974 e attualmente è presente a Cesena, Vicenza,   Pisa, Milano,   Taranto, Verona, Ancona e Roma. Il Ladies' Circle Italia ha un proprio Consiglio Direttivo Nazionale dal 1984 e dal 1986 è diventato paese Full Member del Ladies' Circle International. Da quella data i circoli italiani lavorano sotto la supervisione del Consiglio Direttivo Nazionale che ha il compito di:  - Coordinare e supportare l'attività dei singoli clubs;  - Organizzare e gestire le Riunioni del Consiglio Nazionale;  - Organizzare e gestire l'Annual General Meeting nazionale;  - Mantenere i contatti internazionali;   - Rappresentare l'Italia agli incontri internazionali:   Annual " General Meeting e Mid-Term Meeting; Associazione No Profit • Come club service, ogni anno il Ladies' Circle si propone come " obiettivo di promuovere: • un service internazionale, gestito dal Charity Fund Project, per " raccogliere fondi per i Paesi più bisognosi;  • un service nazionale, gestito direttamente dal Consiglio " Nazionale; • vari services a livello locale promossi e gestiti dai circoli delle singole città di appartenenza, a favore di realtà più deboli o a sostegno del nostro • patrimonio artistico-culturale. Vengono inoltre organizzati incontri approfondire la conoscenza di temi e problematiche di attualità.

Charity Projects Italia "Progetto per Onna"Casa Polifunzionale GOLF CUP 2010 - 2011 sostiene: l'ASSOCIAZIONE "AMICI DI MANAUS ONLUS"

e

conferenze

per


LADIESCIRCLEMILANO

LADIESCIRCLEITALIA

Alcune rappresentanti dei Circoli Italiani in parata alll’AGM internazionale svoltasi quest’anno ad Amburgo.

Piccole in Italia, grandi nel mondo Golf Cup, beneficenza giocando Ladies: Daniela Bergantino e Sonia Pasini

Chi sono le Ladies in Italia? Pochi circoli, sparsi in poche regioni d’Italia dal nord al sud, mediamente composti da un numero contenuto di donne, tante idee, tanto entusiasmo condiviso, con energia e concretezza ed una grande determinazione che a fine agosto ci ha spinte fino ad Amburgo alla AGM Internazionale per presentare la proposta di service italiana. ... ma chi ci ferma?! é vero siamo piccole in Italia, il Ladies’ Circle in altri Paesi ha altre capacità d’aggregazione, (oggi i Ladies’ Circles nel mondo accolgono 13000 socie attive e sono presenti in 36 Paesi). I nostri buoni propositi però, seppure sostenuti da tanto impegno e spirito di squadra,

hanno bisogno dell’amicizia e dell’aiuto di chi condivide le nostre iniziative, le nostre idee e ci vuole dare una mano. Quello che è stato all’inizio un piccolo progetto milanese: una gara di Golf per raccogliere fondi destinati alla beneficenza, ora è diventato un piccolo circuito su tutto il territorio nazionale: la Ladies’ Circle Italia Golf Cup, giunta ormai all’ottava edizione! Quest’anno il ricavato delle gare sarà devoluto alla Fondazione Doppia Difesa, l’associazione nata da un incontro casuale tra l’Avv. Giulia Bongiorno e Michelle Hunziker, che vuole aiutare tutti coloro che hanno subìto, sul lavoro o fra le pareti domestiche, discriminazioni, violenze e abusi ma non

hanno il coraggio, o le capacità, di intraprendere un percorso di denuncia. Il circuito prevede 14 gare con 18 buche stableford, 3 cat.: la scelta è stata quella di avvicinare qualsiasi tipo di giocatore, compreso chi, anche se non esperto, decide di partecipare per spirito di solidarietà. Ogni gara viene personalmente seguita dalle Ladies del circolo di riferimento per l’area dove si trova il Golf Club: un occasione per conoscere e farsi conoscere.


LADIESCIRCLEMILANO

Ladies circle milano i nostri progetti Lady: Sonia Pasini

Ladies Circle Milano è: donne di varie provenienze per luoghi, cultura, e professionalità, con i più svariati interessi, sposate o single, con molti figli o nessuno, tutte legate da vera amicizia ed il desiderio di aiutare con il proprio impegno realtà più deboli. Molti amici dei circoli a noi vicini, come: Agorà, Club 41, Round Table, o di altri di più larga diffusione in Italia come i Lions’ Club ci conosco per quelle che siamo e perchè

“Crediamo nella forza sinergica del circolo, delle associazioni di volontariato, delle Onlus che promuovono l’uomo e il suo lavoro, conoscersi e collaborare per la nostra esperienza ha sempre significato promuovere in amicizia il nostro impegno sociale.”

In questa direzione abbiamo sempre cercato di operare, con gioia e buona volontà, fiduciose verso sempre rinnovati incontri, abbiamo visto spesso fiorire nuove occasioni di crescita; e ... che non sono solo semplici parole, ve lo potrebbero dire i ragazzi di una scuola di Milano che si sono messi in contatto con i ragazzi di una piccola comunità in Monzambico, aiutati dal nostro progetto “i bimbi aiutano i bimbi”; o le nostre Ladies che hanno toccato con mano la realtà ecuadoregna del progetto “Women for Life” andando nei luoghi dove opera con generosità e grande amore, la nostra amica Irene Spreafico; o semplicemente chi nella nostra realtà cerca di far conoscere con la sua testimonianza cosa significhi essere Lady.

Progetti milanesi “Women for Life” donne che aiutano le donne, dieci anni di solidarietà e cura verso le donne ecuadoregne che vivono nelle foreste pluviali. Locale e decisamente meneghino, la promozione dei panettoni e dei prodotti dell’Onlus “Alle Cascine”.

Come? ad esempio lo scorso anno partecipando ad iniziative comuni volte a far conoscere alla cittadinanza la rete del volontariato del nord Milano, la sua presenza capillare e la sua forza propulsiva (al centro commerciale il Vulcano, con gli open day nelle scuole sestesi, ed altro) mobilitando forze politiche, facendo nascere tavoli di lavoro che hanno portato al primo centro italiano per le bambine affette dalla sindrome di Rett. Con questo spirito ci siamo potute riconoscere nell’entusiasmo del neonato circolo di Roma, ci siamo ritrovate “a casa nostra” nella moderna Tel Aviv, avvolte dalle antiche tradizioni delle amiche Israeliane che ci hanno accolto nelle loro calde abitazioni, abbiamo gioito della presenza festosa delle amiche scandinave in visita a Milano, ad Amburgo con orgoglio abbiamo avuto la soddisfazione di presentare “Women for Life” alla universalità delle Ladies. Chi guarda solo ai numeri può pensarlo come un fallimento, perchè è stato votato un altro progetto, per noi e per il riscontro pubblico che ne abbiamo avuto, resta ed è comunque un successo. Siamo certe che gli amici del Club 41 possano andar fieri della nostra amicizia! A breve vi aspettiamo, per un evento particolare quest’anno, di grande emozione, un coro di voci bianche terrà il concerto di Natale il 16 dicembre, a Milano nella chiesa di S. Marco (Brera) , un augurio per le feste e un’occasione per non dimenticare chi in Ecuador è meno fortunato di noi! Sarete numerosi, vero? ci contiamo! “L’unione fà la forza.”


AGORA’ L'AGORA’ club e' un club service per donne che hanno compiuto 42 anni con DONATA PICCINI professioni , hobbies e interessi diversi. E' un club aperto sia a donne che PRESIDENTE AGORA’ hanno avuto esperienze in altri circoli femminili sia a donne interessate ITALIA 2011-2012 all'associazionismo. E' un club internazionale che ha obiettivi comuni con i club   Ladies'Circle, Round Table, Club 41  legati tra loro dal motto " Four clubs, one vision". L' Agora Italia si propone i seguenti scopi: Favorire l'amicizia fra i suoi membri a livello locale, nazionale e internazionale. Promuovere i valori morali e  culturali  fra i suoi membri. Organizzare attivita' sociali e benefiche Agire in conformita' al motto internazionale "Donner et tolerer" Essere apolitico e non settario Nel 1987 un gruppo di donne che erano state socie nel Ladies' Circle, hanno creato il primo Agora Club in Francia. Poi , a seguire sono sorti altri club in Olanda, Belgio, Estonia, Finlandia, Germania, Italia, Romania, SudAfrica, Svizzera, Zambia, Israele e recentemente in Inghilterra, America, Marocco. Ogni club Agora decide come partecipare a un service. Generalmente sono progetti rivolti alle persone più deboli della societa' con particolare attenzione a   donne e bambini in difficoltà. Organizzazione a livello locale, nazionale e internazionale Ogni anno viene instaurato un nuovo Board formato da una Presidente, una Vice-presidente, una Segretaria, una Tesoriera e una Past President. In Italia i club locali sono 6: Cesena1, Vicenza 2, Bologna 3, Merano 4, Milano 5 e recentemente Livorno 6.        In formazione: Modena 7 Ogni club locale organizza mensilmente degli incontri. Tutti i club sono membri di diritto a livello nazionale e internazionale. Il Club Agora Nazionale organizza ogni anno un incontro generale , aperto a tutti i suoi membri. Il Club Agora Nazionale e' responsabile della nascita e charterizzazione di nuovi club. Il Club Agora Internazionale riunisce tutti i club dei Paesi membri e organizza ogni ottobre un'assemblea generale.

Il Direttivo Nazionale per l'anno 2011-2012: Presidente.                                            Donata Piccini Vice-presidente.                                      Elisabetta Ferin Segretaria.                                              Stefania Cinefra Tesoriera.                                               Luisa Maria Tabacco Past-presidente.                                      Teresa Agostini Il Direttivo Internazionale per l'anno 2011-2012 Presidente.                                            Elisabeth Hiller Vice-presidente.                                     Veerle de Jonge Segretaria.                                             Karen von Koschitzky Tesoriera.                                              Nicole  Rueger Past-president.                                      Nikkie Grewar

Di recente si e' tenuto a Cesenatico l'Annual International General Meeting. La manifestazione , che ha avuto la regia e la supervisione del club Cesena 1, ha riscosso plauso e approvazione da parte di tutte le socie e ospiti dei Paesi membri partecipanti. Nei giorni 2-3-4 dicembre 2011 accoglieremo nella grande famiglia Agora le socie di Modena . L'AGM nazionale si terra' a Vicenza nei giorni 9-10 giugno 2012 Come Presidente, spero in una partecipata presenza a queste future manifestazioni di coloro che possono essere interessati a saperne di piu' della nostra associazione.                   Donata Piccini.                                            Stefania Cinefra          Presidente Club Agora Italia.                          Segretaria Club Agora Italia

AGORA BOARD INTERNAZIONALE AGM CESENATICO 30/9 1-2/10/2011

AGM CESENATICO MERCATINO BENEFICO

CHARTER MEETING AGORA LIVORNO 6   4-5-6/11/2011


HYM 41 ITALIA 19 novembre 2011

ONNASERVICE

STIAMO PORTANDO A TERMINE IL NOSTRO PROGETTO, MA POTETE ANCORA AIUTARCI CON UN VERSAMENTO SUL CONTO CORRENTE DEL CLUB 41 ITALIA:

ONNA una scommessa vinta grazie a “Four Club One Mission” Domenico Vannicola

A cinque giorni dal tremendo terremoto che aveva distrutto L'Aquila, alcuni indomiti soci del Club 41, guidati dall'allora Presidente Nazionale Diego Giacoboni, visitano i luoghi del dolore ed ad Onna incontrano Celso Cioni, ex- Tabler, già targa Lucien Paradis Round Table, che ironia della sorte, si era occupato come unico referente del service Round Table International pro terremoto dell'Irpinia nel 1980, al quale promettono un aiuto concreto, un "centro di incontro giovanile"; tra lacrime e ricordi, Celso Cioni esclama davanti alle telecamere del TG1 > domani è Pasqua, mi fate un grande regalo, grazie amici e non dimenticatevi di noi, abbiamo bisogno di voi> .L'idea del progetto, in quei giorni era pura utopia, nel disastro generale, ma nei giorni a venire, prendeva corpo e iniziava una raccolta fondi che non aveva avuto precedenti, coinvolgendo Club 41 Italia ed International, Round Table, Lady Circle ed Agorà nel progetto " Four Club, One Mission". Poi si susseguivano incontri, discussioni, ipotesi di progetti, service locali, che impegnavano tutto e tutti, in un crescendo che portava l'allora Presidente Nazionale Augusto Ferrari a firmare

la convenzione, attuare il progetto ed assistere alla posa della prima pietra a soli sei mesi dal terremoto. Diceva ancora Celso Cioni > quando le cose si vogliono fare, si possono fare, questo è un successo fatto di tenacia, perseveranza, abnegazione e presenza continua, grazie ancora> A Natale 2009, il "Centro Polifunzionale Giovanile" veniva consegnato alla Onna Onlus, che ora lo gestisce, ed il Presidente Franco Papola diceva > finalmente la gente di Onna, la mia gente, ha un luogo d'incontro stabile, accogliente, riscaldato e sicuro, che non è il solito tendone> Il "Centro Polifunzionale Giovanile" è perennemente in uso a tutta la popolazione, anche limitrofa, per meeting, feste, conviviali, corsi di formazione,discussioni sulla ricostruzione, incontri musicali, culturali, sportivi ecc. , in due anni dice ancora Papola > è stato utilizzato in oltre 200 situazioni diverse, da tutti>. Proprio l'utilizzo costante e di massa, ha suggerito al Club 41 ed agli altri Club Service, di finanziare un progetto di miglioramento funzionale della climatizzazione, coordinato dal presidente del Club di Ascoli Domenico Vannicola, che è stato già

realizzato e che lo ha reso ancora più fruibile. >I giovani di Onna non finiscono mai di ringraziarvi> dice ancora Franco Papola, > e speriamo che qui dentro, ritorni la voglia di aggregazione e di rinascita di cui abbiamo tanto bisogno> Tanti i big dei Club Internazionali, che non hanno fatto mancare la loro presenza ogni 23 gennaio, per commemorare l'evento, da Randolph Riedglinger a John Bellwood a Matti Hittala, da Bob Parton a Raphael Herbig a Claudio Matasci, cosi come i Presidenti Nazionali che si sono susseguiti, da Paolo Santaniello a Paolo Pisani, come la Round Table, il Lady Circle e l'Agorà che proseguono nella raccolta fondi per il service di Onna, rivolto principalmente alla vitalità funzionale del Centro Giovanile, vero e quasi unico motore di rinascita del territorio, duramente provato, ora che i riflettori mediatici su L'Aquila si sono quasi spenti. Domenico Vannicola Presidente Club 41 Ascoli Piceno


LA TRAGEDIA DEL TERREMOTO IN ABRUZZO Entrando in una città come l’Aquila trovi macerie, edifici lesionati e desolazione e ti rendi conto che è una città fantasma un luogo dal quale gli uomini sono fuggiti lasciando tutto: casa, uffici, negozi, affetti. Entrando nei paesi del circondario è ancora peggio, Onna, ad esempio, piccolo centro di 365 abitanti sino a pochi giorni fa era in piedi ed oggi è completamente distrutto. Ti si stringe il cuore ed hai una profonda tristezza e sgomento nel pensare che 48 abitanti dei 365 che abitavano il paese oggi non ci sono più, bambini, ragazzi giovani e anziani portati via dalla forza della natura. Tanti di quei morti erano GIOVANI tra i quattordici ed i trentadue anni e questo ti angoscia, ti fa piangere e ti sconforta. Ad Onna non c’è solo un paese distrutto ma ci sono famiglie distrutte, uomini e donne tristi senza futuro, con i loro timori e le loro paure. In ogni famiglia del paese manca qualcuno, qualcuno che non c’è più, che non dividerà più con i suoi cari le gioie ed i dolori della vita. Nelle strade dove correvano bambini e passeggiavano anziani oggi ci sono macerie, distruzione, morte. Per questa situazione occorre che gli uomini dalle grandi idee guardino all’interno del proprio cuore, per questa situazione occorre un GRANDE AIUTO, occorre un GRANDE CUORE, occorre una GRANDE FORZA.

AIUTO, CUORE e FORZA del CLUB 41 INTERNATIONAL In Abruzzo, a l’Aquila e ad Onna il CLUB 41 VUOLE ESSERCI, vuole impiegare la sua forza e le sue energie, impiegare i suoi uomini in un PROGETTO PER ONNA. L’idea è quella di realizzare un CENTRO di AGGREGAZIONE GIOVANILE per un paese che non c’è più. Là dove c’è oggi un rudere si vuole realizzare una struttura comune per dar un luogo di ritrovo per gli abitanti del paese, un luogo di ritrovo per i tanti giovani che sono la risorsa più importante del luogo. Un luogo di ritrovo per fare si che i giovani non se ne vadano e non si disperdano.

Il CLUB 41 per ONNA un AIUTO, con il CUORE e con la FORZAe l’ENERGIA di chi vuol fare e realizzare.


L’AVVENTURA DI ONNA


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

CLUB 41 TRIESTE

N.1 GIU-AGO 2011

2011 trent’anni ben portati

NEWS Notizie e cronache dal primo Club 41 italiano

TRIESTE

Castello di San Giusto – Piazzale delle Milizie

TRIESTE: UN TAVOLO PER SERVIRE TUTTI INSIEME LA CITTA’ Una iniziativa presa dalle associazioni locali che hanno a cuore il futuro delle persone e del territorio

30 GIUGNO 2011 La città di Trieste ha, come tutte le città del mondo, molti aspetti particolari, noti a pochi privilegiati, che per impegno o curiosità personale, cercano di conoscere al meglio il territorio ed i suoi abitanti. Uno di questi aspetti, forse anomalo, se rapportato al numero degli abitanti, è la presenza dell'associazionismo nei suoi più diversi aspetti. Non si contano le associazioni culturali proiettate verso gli interessi più diversi, non si contano quelle volontarie dedite al benessere dei concittadini meno abbienti, non si contavano, fino ad un anno fa, quelle dedite al Service di britannica matrice. La Round Table 9 Trieste, memore, forse, di tentativi sporadici, fatti a suo tempo dal Club 41 Trieste, ma finalizzati a particolari situazioni contingenti di emergenza cittadina, ha voluto, quest'anno, riprovare a tessere la riunione di tutti i Service Club finalizzandola ad un servizio reso a tutta la città, con il proposito di reiterare annualmente questa sinergia. Il Presidente Andrea Plani, nella scorsa estate, ha avuto la pazienza certosina di prendere contatto con tutti i presidenti dei Service Club cittadini, per avviare delle riunioni comuni e cercare di “fare” qualcosa, tutti insieme, al servizio della città. Non sto a citare i singoli Club, ma invito voi tutti a visitare il sito web che è stato formato per avere uno strumento collegiale di reciproco contatto: www.faretrieste.com Troverete 18 Club, che si occupano di Service e che sono inseriti nelle proprie Organizzazioni a livello nazionale ed internazionale, ognuno con le sue proprie caratteristiche e peculiarità (ed Orgoglio di appartenenza!). Questo orgoglio è un tratto caratteristico delle genti triestine, e, sapendo un tanto, ritengo che sia un grande merito di Andrea, l'essere riuscito a portare i presidenti attorno ad un tavolo per “FARE” qualcosa in comune.

L'obiettivo, accettato da tutti, tra le varie proposte presentate dai singoli Clubs, ha cercato, per quest'anno, di collaborare con un'istituzione del Comune di Trieste, che si occupa del patrimonio figurativo, storico, ma inserito nella realtà documentale quotidiana, delle stampe e delle fotografie che riguardano Trieste, la sua storia, i suoi musei, la sua evoluzione architettonica, il suo modo di vivere: “La Fototeca digitale” L'istituzione ha, nei suoi archivi, un patrimonio di più di quattro milioni di documenti, raccolti in anni di paziente lavoro, arricchito da donazioni e lasciti personali di grande importanza storica, in grado di documentare l'evoluzione complessiva del territorio triestino. Questo tesoro di informazioni, conservato acconciamente in originale, viene, poco alla volta, digitalizzato con le più moderne tecniche di conservazione per essere fruito da tutti coloro che dispongono di una connessione col Web. (vedi il link all'interno del sito)

TEATRO

I presidenti dei vari Club hanno coinvolto (con qualche polemica e qualche voce discordante) i loro Soci ed alla fine dell'anno sociale 2010 – 2011, hanno organizzato il 30 giugno 2011 una riunione conviviale comune nella cornice del Castello di San Giusto per concludere l'attività svolta, mettendo a disposizione della Fototeca una somma di denaro e l'opera attiva di alcuni di noi in aiuto alla struttura. L'auspicio, sottolineato dal presidente della Round Table Trieste è che tale metodo di lavoro comune continui negli anni, con lo stesso obiettivo del “Fare insieme” a favore di qualcosa che ci unisca in uno scopo comune a favore della città di Trieste. Glauco Zago

3


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

TRIESTINI ... SI NASCE

XIV Festa della

Triestinità 18 Maggio 2011 Trieste è una città strana. In essa convivono da lungo tempo etnie e religioni diverse. Da secoli, complice la sua posizione geografica e l'orgoglio triestino per la propria Terra, greci, turchi, ebrei, tedeschi, ungheresi, italiani, boemi, croati, veneti ed americani sono sempre convissuti in armonia, custodi gelosi del proprio retaggio culturale, ma aperti alle interazioni amichevoli, complice lo scopo del vivere bene, lavorando in armonia. Da questa storica mescolanza di razze e culture sono discesi negli anni lo spirito associazionistico ed il fattore comune della triestinità. Il Club 41 di Trieste, conoscendo e riconoscendo tale particolarità, ha iniziato molti anni or sono ad evidenziare per i propri Soci e per chiunque altro volesse approfondire tale specialità, onde far “capire” meglio il Territorio nel quale viviamo. Motore primo di questa attività è il nostro consocio Paolo Alessi, noto a tutti i Soci del 41 Italia, quale Editore Nazionale prima e Presidente Nazionale poi. In questa quattordicesima edizione della Festa della Triestinità, Paolo ci ha regalato una serata bellissima, facendoci conoscere i presidenti delle quattro Comunità più numerose, presenti a Trieste: Damir Murkovic Presidente della Comunità Croata Antonio Sofianopulo Presidente della Comunità Greca

N.1 GIU-AGO 2011 Bogoljub Stojicevic Presidente delle Comunità Serba Dusan Udovic Rappresentante della Comunità Slovena Difficoltà di carattere puramente organizzativo (capienza della sala conviviale dell'”Antica Trattoria Suban”) ci hanno impedito di invitare anche i rappresentanti delle altre Comunità presenti a Trieste. La serata è trascorsa in grande serenità, come si addice al Club 41, ma, soprattutto, come si addice allo spirito tollerante dei triestini. Paolo, rispettando le consuetudini della reciproca convivenza locale, ha saputo guidare la serata in modo che non ci fossero motivi (di matrice politica) di attrito, ma, anzi, che tutti i lati positivi apportati dalle Comunità, venissero messi in luce per il maggior bene della Comunità Triestina alla quale tutti apparteniamo. Gli oratori hanno dato il meglio nell'illustrare la vita attuale dei loro componenti, tralasciando ogni spigolosità e conducendo i loro interventi nel moderno spirito europeo, già in nuce secoli or sono a Trieste. La conclusione della serata, data dalle parole del Presidente Zago, ha rilevato lo spirito di amicizia e tolleranza che esiste spontaneo nel nostro Club 41 per la rilevanza delle conoscenze internazionali che ci contraddistinguono, ma che, in particolare a Trieste, ha trovato fertile e spontaneo humus locale per lo sviluppo, come dimostrato dagli illustri oratori. Per la prossima edizione della Festa della Triestinità, Paolo ci ha promesso una riunione all'insegna delle Religioni presenti a Trieste, culla, anche in questo caso, veramente ecumenica. Glauco Zago

Trieste partorisce il primo Club 41 Italiano .. Per permettere una migliore conoscenza della situazione interetnica triestina, è a disposizione di chi vorrà richiedercelo, il Giornalino 41 edito nell'occasione.

4


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

I Collari girano e ... in 30 anni ne hanno viste di tutti i colori AQUILEIA 18 GIUGNO 2011

E passiamole queste consegne tra il vecchio ed il ....quasi nuovo Consiglio Direttivo!! Per noi triestini è diventata un'operazione tradizionale, statutaria, annuale, e chi più ne ha, più ne metta...Dopo trentanni di vita in club, i Soci si conoscono bene e un consiglio direttivo vale l'altro, tanto che, mediamente si rimane in carica per due anni di fila. La consuetudine non è stata interrotta, ma non sto a tediare con elenchi nominativi in quanto l'ottimo web master nazionale ha raggiunto finalmente il suo scopo iniziale ed è riuscito ad inoltrare a tutti i club il nuovo Annuario 2011 -2012 in tempi strettissimi. La novità del rito di passaggio è stata quella di avere graditi ospiti per l'occasione gli amici del Club 41 di Villach, che, con gioia immediata hanno accolto il nostro invito di celebrare il loro momento di passaggio delle consegne insieme a noi nella storica Terra di Aquileia. Il nostro rapporto con gli amici austriaci in generale, ma con quelli di Villach in particolare data ormai dal lontano 1967, fondazione della Round Table 9 di Trieste. I nostri, reciproci, rapporti sono orami così stretti, che tre generazioni familiari si conoscono di nome e di fatto. L'incontro è riuscito al di là di ogni aspettativa, sia per la partecipazione numericamente importante, sia per la presenza di alcuni figli e nipoti, sia per le visite di contorno, sia, non ultima, per l'elevata qualità enogastronomica trovata in loco.

N.1 GIU-AGO 2011

Il fattore linguistico è stato tranquillamente superato grazie allo spirito di Amicizia ed al piacere di ritrovarsi insieme. La visita ai mosaici, recentemente scoperti e valorizzati dal Museo aquileiense ha riscontrato l'interesse di tutti, pilotato da una guida validissima, che è uscita dalla tradizionale presentazione per accogliere e soddisfare tutte le richieste dei partecipanti.

TRIESTE MIA

La giornata estiva è stata temperata da una visita alla Ca' Tullio, un'enoteca – cantina locale che, nel fresco delle sue sale, con la competenza della sua direttrice alle relazioni esterne, signora Patrizia, ha fatto rivivere le atmosfere delle osterie romane di due millenni or sono. Il ristorante “Ai due leoni” ci ha accolto con tale entusiasmo e disponibilità, da farci rinunciare alla seconda fase della giornata, che prevedeva una gita in barca al Santuario Mariano di Barbana (Abbazia francescana del VI secolo eretta sulle fondamenta di un tempio romano dedicato ad Apollo Beleno). La qualità e la cortesia del proprietario, detto ormai amichevolmente Camillo il Cairota, sono stati determinanti. Le ore sono trascorse così velocemente da rendere impossibile il rispetto della pianificazione temporale prevista. In queste circostanze i momenti del passaggio delle consegne tra i Presidenti ed i loro collaboratori sono sfilati in grande armonia: Helmuth Höher ha assunto la presidenza del Club 41 di Villach e Glauco Zago è partito per il secondo mandato consecutivo a Trieste. Alla fine della giornata, baci, abbracci ed un caldo arrivederci alle Robert, Glauco, prossime occasioni.

Camillo, Rossana

Glauco Zago

Helmuth (P), Robert (PP), Glauco (PP,P) Horst (HM interprete ufficiale)

30 ANNI DI PASSIONE PER IL CLUB 41

5


1981-2011

all’Olio Novello di Verona, alla Cacciuccata di

singoli temi, dedicate ai Ricreatori giovanili

Castiglioncello e via dicendo).

(peculiarità nostrana di matrice austro-ungarica), le Società artistiche, culturali e di ricerca scientifica (alcune delle quali di matrice

TRIESTE RACCONTA

ottocentesca) presenti nel territorio, gli enti letterali che coltivano e sviluppano gli studi e le

Dopo le manifestazioni del 25° anniversario dalla

opere nel dialetto triestino, ovvero ancora le varie

sua fondazione (1981-2006) il Club 41 n. 1 di

comunità di diversa estrazione religiosa da tempo

Trieste ha proseguito nel suo percorso, che ora lo

esistenti in una società laica e cosmopolita come

porta alla celebrazione del suo trentennale. In

Trieste, con la accentuata tradizione marinara ed

questo ultimo lustro la vita del sodalizio si è

emporiale dei secoli scorsi.

delineata nelle consolidate scansioni, che via via hanno comunque presentato tratti di novità nella tradizione. Innanzi tutto, i rapporti internazionali. Nel settembre 2008 sono giunti a Trieste 30 soci del Club 41 della Nuova Zelanda, facendo tappa nell’ambito di un mass-tour mondiale che, nell’arco di oltre due mesi, li ha portati a visitare vari Club gemelli nell’ambito dei singoli Paesi. Nelle due giornate della loro permanenza sono stati accolti ed ospitati con grande calore: anche dal profilo storico sussiste, infatti, un intenso significativo legame fra Trieste e la Nuova Zelanda, in quanto sono stati proprio i soldati di questa Nazione ad entrare per primi nella Città Alabardata, alla fine della seconda guerra mondiale, dopo le occupazioni tedesca e titina. Presentazioni ufficiali, intervento del Sindaco e delle autorità cittadine, visita alla città ed ai suoi più caratteristici monumenti, conviviali vissute in gioia e vera amicizia, con brindisi e canti, hanno suggellato l’intenso legame che subito si è instaurato, e che perdura tuttora del tempo, con i soci dell’altro emisfero. Privilegiati, come sempre, i rapporti con il Club 41 padrino di Villaco (Austria). Quanto mai auspicata e gradita la presenza degli amici austriaci nelle conviviali di rilievo del Club triestino e dei soci triestini in quelle del sodalizio Carinziano (oltre a quelle omologhe, ricordiamo la festa del maiale del mese di novembre), l’evento più importante è rappresentato dal tradizionale incontro dell’Immacolata (8 dicembre), ove nella suggestiva Chiesa di Maria Gail, in una toccante cerimonia religiosa, vengono ricordati gli amici di Trieste e di Villaco che, nel corso degli anni, hanno abbandonato la vita terrena, privandoci del bene della loro presenza, ma la cui amicizia rimane sempre nitida nell’affettuoso ricordo. Da un paio d’anni, inoltre, si è rinverdita la consuetudine di un incontro primaverile (nel mese di maggio) ad Aquileia con visita al celebre sito archeologico. Scontato e doveroso rimarcare la presenza nelle varie manifestazioni nazionali (le varie AGM, HYM, i charter per i Club 41 di nuova costituzione) ovvero dei singoli sodalizi (dal Maialfest di Ascoli alla Asparagiata di Bassano,

Si aggiunga

Infine, le conviviali ordinarie mensili, ove

l’incontro, che ora dovrebbe ripresentarsi

vengono trattati i temi più attuali della vita

periodicamente, di una conviviale fra i sodalizi

interna del Club (ultimamente è stata effettuata

viciniori (come Mestre, Venezia, Bassano) in una

anche una revisione delle sue norme

località geograficamente centrale fra le singole

regolamentari), ovvero di rilievo o di interesse

località. Di rilievo l’attenzione posta ai rapporti

cittadino o nazionale. In questa ultima ipotesi

interclub. Prima fra questi, ovviamente, la

sono sempre stati invitati illustri ospiti relatori

Round Table 9 di Trieste: costante la

che, con la loro esperienza e sapienza, hanno

reciproca presenza nelle rispettive conviviali e dei

potuto offrire le linee interpretative di quanto

Presidenti sempre ospiti d’onore nelle cerimonie

oggetto della comune attenzione. Fra i vari temi

ufficiali, e dei rapporti interpersonali sempre

ed i relativi relatori ricordiamo, a titolo

perseguiti e ben saldi. Nel presente anno sociale,

meramente esemplificativo, il Magnifico Rettore

inoltre, la Tavola si è fatta carico di fungere da

dell’Università prof. Francesco Peroni, che,

collante fra i service club triestini (oltre la

appena eletto (era e rimane tuttora il più giovane

ventina!) per un service comune a favore della

rettore d’Italia), ha delineato il profilo di Trieste

città: un po’ sull’onda della nostra, fortunata ed

come città universitaria, il prof. Sergio

efficace iniziativa di alcuni anni prima. Ne è

Paoletti, che ha intrattenuto i soci sulla Carta dei

risultato un service comune atto alla

doveri dell’uomo, proposta a Trieste dal Nobel

scannerizzazione e messa in rete sul web di decine

Rita Levi Montalcini, il prof. Maurizio

di migliaia di foto d’archivio relative alla storia,

Zenezini, che da economista ha cercato di

recente e non, della Città di Trieste.

spiegare ai profani la crisi finanziaria attuale e le sue matrici, la dott. Rossella Fabiani, che ha

Tre le manifestazioni peculiari: la Festa

delineato gli aspetti meno noti del celebre

degli Auguri, la Festa delle Palme e la Festa

Castello di Miramare e del suo Museo, che con

della Triestinità. La prima, che ha luogo in

passione e competenza dirige, l’Ing. Roberto

prossimità del Natale, aperta alle famiglie ed agli

Carollo, che ha evidenziato le problematiche del

amici dei soci, si impernia non solo sul sereno

funzionamento del ferrovie e l’importanza dello

porgersi i migliori auspici per il nuovo anno, e con

storico Museo ferroviario affidato alle sue cure, e

reciproco scambio dei doni (rigorosamente casuali

molti altri. Come nota di chiusura si rimarca come

e non preordinati in ordine al singolo

il Club sia sempre stato presente, ove invitato,

destinatario), ma anche su una lotteria, con

nelle cerimonie e manifestazioni della Città, sia

diversi premi di varia natura, il cui introito viene

nei suoi organi istituzionali, sia nelle varie entità

destinato al service degli amici della Round Table

associative locali, sia per i singoli appuntamenti:

triestina. La seconda ha luogo, come dice

dalla festa della Repubblica del 2 giugno al

l’intestazione stessa, nella domenica precedente la

passaggio delle consegne nelle varie associazioni,

Pasqua, con un pranzo auspicabilmente fuori

alla tappa triestina delle Universiadi e molte altre

porta, rivolto alle famiglie dei soci in un atmosfera

ancora.

di clima primaverile, che unisce alla resurrezione dello spirito quello del superamento della stagione

Quanto espresso non vuole essere una mera

più rigorosa verso la solarità dei mesi successivi.

elencazione formale delle attività e delle scadenze

La terza è quanto mai propria e caratteristica del

del Club 41 di Trieste, ma solo espressione di

Club: istaurata una dozzina d’anni fa e tuttora

quanto, a volte con sacrificio, a volte forse in

curata dall’infaticabile Paolo Alessi, consiste in

modo non adeguato, ma sempre con entusiasmo i

una serata dedicata a temi, tratti, profili, elementi

soci cercano di intraprendere per rendere onore ai

caratteristici della città e dalla più svariata natura.

princìpi di amicizia e di tolleranza che ispirano il

Degli ultimi anni ricordiamo le Feste della

loro agire. Glauco Zago

Triestinità, sempre con vari ospiti esperti dei

[5]


HALF YEAR MEETING CLUB 41 ITALIA TRIESTE 19 NOVEMBRE 2011 Cari Amici di tutto il Mondo 41, Ho il grande onore d'invitare Voi tutti alla grande festa che si terrà nel prossimo mese di novembrea Trieste per ricordare la fondazione del nostro Club 41 e l'HYM del Club 41 Italia. I 41 triestini sono lieti di accogliere tutti coloro che vorranno raggiungerci per festeggiare insieme 30 anni di Amicizia internazionale.

TRENTENNALE CLUB 41 TRIESTE TRIESTE - 18, 19, 20 NOVEMBRE 2011

Trent'anni di vita nel segno del 41, dopo anni di scuola Round Table sono un traguardo importante, ma vogliono essere, soprattutto, un momento di ricordo e di gioia spontanea nell'incontro con tanti Amici, che ci hanno dimostrato realmente che“le catene dell'Amicizia non arrugginiscono MAI!” Benvenuti a Trieste!

[6]


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

N.2 SET-DIC 2011

FAMILY FEST SUL MONTE GRAPPA

25 settembre 2011 E’ ALLA TERZA EDIZIONE LA FAMILY FEST ORGANIZZATA DAGLI AMICI DEL 41 DI BASSANO Russo, oltre ad un buon numero di  gentili Signore e di Anche quest'anno un successo. Il Club 41 n.3 di Bassano del Grappa ha

bambini.

organizzato il 25 Settembre scorso sul massiccio del

Sin dal mattino gli ospiti hanno potuto gustare la

Monte Grappa in località Val delle Foglie la terza

"sopressa e la pancetta" del Grappa servite con

Edizione della Family Fest.

pane casereccio vino e bibite varie.

La bella giornata ed il luogo adatto ad una festa

A seguire il pranzo alla montanara terminato con la

all'aperto hanno richiamato oltre 90 partecipanti in

gara delle torte portate dalle Signore .

rappresentanza di ben 8 Clubs.

I dolci sono stati distribuiti, poi, ai partecipanti che li

Accolti dal Presidente di Bassano Gabriele

hanno meritevolmente apprezzati.

Campagnaro il Presidente Nazionale Paolo Pisani e il Vice

Il clima di festa e di amicizia nel miglior spirito del 41 ha

Presidente Stefano Cera, i Presidenti di Mestre Fabio

pervaso l'intera giornata che si è chiusa con un allegro

Malaguti, di Verona Luca Colombo, di Vicenza 7 Rodolfo

"arrivederci nel 2012”.

Burul, di Vicenza 27 Salvatore Carrino, di Venezia Mario

Gabriele Campagnaro

[3]


L’ELISIR D’AMORE DI DONIZZETTI AL 41 DI VERONA

A PALAZZO CAMOZZINI SI APRE IN MUSICA L’ANNO SOCIALE DEL 41 DI VERONA Sulle note magiche de “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, si è aperta l’annata del Club 41 di Verona. Ospiti della serata il Dott. Paolo Pisani, Presidente Nazionale, l’Avvocato Giovanni Marino Presidente Round Table 36 e l’architetto Lorenza Romano, Presidente Ladies Circle Verona. Nell’atmosfera magica di Palazzo Camozzini, sontuosa dimora cinquecentesca nel cuore del Centro storico di Verona, a pochi passi da piazza Erbe, i soci del Club e le loro compagne sono rimasti soggiogati da questo “modo” nuovo ed esaltante di

vivere l’Opera, allestita in spazi esclusivi ed eleganti nello stile del salotto musicale, dove la vicinanza degli artisti con il pubblico amplifica le emozioni e fa sembrare tutto reale. Cantanti affermati si sono esibiti in ricercati costumi di scena con accompagnamento di pianoforte e la sapiente regia del Maestro Riccardo Serenelli ha trasmesso “emozione pura” creando scenette ad hoc legate al Club che hanno strappato applausi a scena aperta. Apprezzatissimo anche “L’elisir d’amore e di lunga vita”, il vino gentilmente offerto da Alberto Zenato, socio del Club.

[9]


IL 41 NELLA CITTA’ DI GIULIETTA E ROMEO

IL 41 DI VERONA RINNOVA I RANGHI DELLA SQUADRA Cambio della guardia nel Club 41 di Verona. Nuova linfa sta dando il neo Consiglio Direttivo costituito per il 90% da nuovi soci entrati negli ultimi due anni. “L’intento – dice Luca Colombo Presidente del Club è quello di essere più vicini al nostro Presidente Nazionale e collaborare con i Club del nostro territorio per sviluppare le amicizie, lo scambio e il confronto di idee” In tal senso stanno dando un grande contributo come sempre i soci storici Pietro Zambonin e Giuseppe Giacomelli sempre presenti alle iniziative del Club a livello locale, nazionale ed internazionale. E l’attività del Club è in fermento, dopo l’apertura con l’Opera “L’elisir d’amore” e l’incontro con Paolo Valerio, direttore del Teatro Stabile di Verona, si

aspetta con interesse la notte degli “ossi de porco” sui Monti Lessini. Dopo la tradizionale Cena di Natale, il nuovo anno aprirà con due eventi molto importanti: una Festa di carnevale organizzata in collaborazione con la Round Table e il Ladies Circle di Verona con il ricavato che andrà devoluto ad una Associazione di volontariato ed il 29 aprile la Festa del Riso all’Antica Riseria Ferron in intertavola con il Club 41 di Mestre. Buon riso a tutti!

[10]


IN SCENA IL 41 A BRESCIA

CRONACA DA UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Dopo aver invitato tutti i componenti del Club 41 Brescia sul palco, consegna il collare al nuovo presidente Nino Esti augurandogli due anni di fecondo lavoro. Grande tributo da parte dei soci Lino Ferrari Bellissima serata, il tempo con noi è stato che, durante il suo mandato con il suo clemente, non poteva essere altrimenti! impegno e la sua disponibilità ha Con specifico mandato del nostro consolidato in tutti noi l’amicizia che ci presidente Lino Ferrari, il Consigliere lega. Nazionale , Ettore Maranesi, fresco di Beppe Rocca, ristoratore di lungo corso, nomina, ha ottemperato con successo anche questa volta si è fatto onore! all’incarico “speciale” conferitogli. Cena deliziosa, libagioni di raffinato gusto Concordare con l’addetto del Paradiso, vini di Franciacorta. settore Meteo , una mite serata nella data La serata è trascorsa con piacevolezza ed del 2 Luglio 2011 , giorno della nostra armonia, allietata da ottimi musicisti. festa. Confortati da tale assicurazione, il comitato La cordialità degli ospiti , la piacevolezza delle indossatrici che sfilavano mostrando organizzatore dell’evento ha optato per un prestigioso sito con giardino ove la festa si è la collezione creata dalla stilista eoliana, Maria Grazia Torre, ci hanno svolta . Palazzo Gambara, antica dimora settecentesca, maestosamente allocata fra le accompagnato al momento magico della serata ,” l’artista ospite”. Lauretta, comico dolci colline adiacenti il Lago di Garda, in di mestiere.. bravo!… molto bravo! quel ridente borgo, adorno di uliveti … Novanta minuti di risate senza soluzione di Bedizzole. continuità. L’impatto scenico all’arrivo è di Nel frattempo, l’organizzazione vendeva straordinaria suggestione, magnifico biglietti della lotteria. Importanti premi giardino racchiuso in una corte delimitata da austeri colonnati. Nel verde prato, tavole offerti dagli sponsor hanno permesso un ricavo importante. imbandite rischiarate dalla calda luce di Il buon Ettore, concordando con il Padre innumerevoli candele, tanta gente, Eterno una serata di buon tempo aveva bellissima. promesso in cambio una grossa In effetti, eravamo in molti, circa beneficienza da donare ai figli meno duecento….bellissimi e bellissime. Forse esagero troppo, diciamo molto simpatici…i fortunati di questa terra. Obbiettivo centrato, una parte del ricavato è stato maschi. Le donne sono sempre bellissime. assegnato a S.E. Mons. Giuseppe Franzelli Vescovo bresciano nella città di Lira in Iniziamo la serata, tutti in piedi, busto Uganda con l’intento di aiutare la scolarità eretto, mano destra al cuore, suona l’inno in quel paese e una parte ad una di Mameli. L’Italianità unisce sempre e Associazione Umanitaria che costruirà in rallegra. Lino Ferrari, nostro presidente uscente, apre Brasile, in quel di Bahia , una Casa della Solidarietà intitolata al Club 41 Brescia. la parte ufficiale della festa, ringrazia il Presidente Nazionale , Paolo Pisani, ospite Uno strepitoso spettacolo pirotecnico ha concluso la serata. d’onore, l’immancabile amico Pietro Bella festa, tanta amicizia, arrivederci alla Zambonin e tutti gli ospiti intervenuti. prossima. Ettore Maranesi

[13]


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

N.2 SET-DIC 2011

17 SETTEMBRE 2011

CLUB 41 DI MANTOVA serata di apertura dell’anno sociale 2011-2012

IL 41 DI MANTOVA RISCATTA LO STENDARDO Pagato il riscatto con una cassa di Lambrusco Mantovano al 41 di Modena. Si è tenuta sabato 17 la serata di apertura dell'anno sociale del Club - metà novembre "Castagnata" alle Cantine Poggi di Affi, ormai 41 di Mantova presieduto per il 2° anno dal Dr. Francesco Aporti, appuntamento tradizionale,con assaggi dei prestigiosi vini in noto agriturismo della provincia, alla presenza di circa 60 soci e - serata degli auguri a metà dicembre amici. Serata particolarmente piacevole e risultata - serata con relatore a metà febbraio importante anche per la presenza del Presidente - pure a febbraio visita al Teatro Farnese di Parma, assieme ai Nazionale, Dr. Paolo Pisani e consorte Maria Club di Parma e Modena Letizia, del Consigliere Nazionale Maurizio Belli - fine aprile / primi maggio gita in Francia per incontro con il L’articolo è giunto da Livorno, dei Presidenti del Club 41 di Club gemellato di Arles comparso nella Modena Dr. Andrea Cuoghi e di Parma Ing. Ivo - metà maggio giornata  "per  serre e per piante" nei Vivai di “Voce di Mantova” Dormio, con seguito di soci delle rispettive città. Canneto, organizzata dai soci Massimo Bonetti e il 20 settembre Alla serata erano pure presenti i Past Presidenti Gianfranco Spitti Nazionali Dr. Paolo Andreatta di Trento e l'avv. Luigi - primi giugno Festa sull'Aia, per la prima volta di sera, nella Lamberti. splendida cornice della Corte Melone messa a disposizione dal Dopo i saluti di rito del Presidente Francesco Aporti e del socio Leonardo Soana. Presidente Nazionale e dei Club presenti, è stato presentato il La piacevole serata è terminata con la restituzione da parte del   calendario delle prossime attività sociali che comprendono: Club di Modena dello Stendardo del Club di Mantova (contro - serata ordinaria a metà ottobre con soci della Round Table consegna di bottiglie di lambrusco!), sottratto in occasione - una giornata  congiunta con Parma e Modena ai primi di novembre dell'ultima Festa sull'Aia. nel "tempio del culatello", a Polesine Parmese, con visita agli Francesco Aporti impianti di stagionatura del prelibato prodotto

[2]


LA FESTA SULL’AIA A CORTE MELONE IL 19 GIUGNO 2011 Oltre 100 amici sono presenti alla tradizionale Festa sull’Aia organizzata dal Club 41 di Mantova nella dimora storica della famiglia Soana. Il Presidente Francesco Aporti presenta la ricerca storica sulle origini della Corte condotta dall’amico Leonardo Soana che ha raccolto scritti e testimonianze comprovanti le origini seicentesche della dimora. Francesco Aporti consegna la Targa di Affiliazione al Club 41 di Mantova al Past President Giorgio Gorreta.

Apprezzata la presenza degli amici francesi di Arles che hanno ricostituito il Club 41 nella città della Camargue dopo la chiusura di due anni. Il momento clou è certamente riservato alla cerimonia di passaggio di un grosso

personaggio dal Club di Mantova al Club di Milano che lo riceve con l’abbraccio del suo Presidente Gianni Sala: si tratta del milanese Giorgio Gorreta che non trattiene la commozione quando si rivolge agli amici di 13 anni di vita associativa. (VIDEO) Indimenticato Segretario Nazionale del BiPresidente Luigi Lamberti, Giorgio entrerà ufficialmente a far parte del Club milanese al 41 Summer Party di Milano il prossimo 25 giugno (INVITO). Amici dal Club 41 del Sudafrica hanno voluto essere presenti con Luigi Lamberti e Nora alla Festa ospiti legati da antiche e indissolubili amicizie.

CORTE MELONE DIMORA STORICA DELLA FAMIGLIA SOANA

H 10.00 WEBMASTERS A CONSULTO NEL “TINELLO” DEI SOANA Mentre fervono i preparativi della Festa sull’Aia Luigi Rotteglia, Emanuele Lelli e Carlo Rizzo si riuniscono sotto la guida dell’Webmaster Nazionale Carlo Bertoli per organizzare l’Help Desk Informatico come supporto ai Club nell’utilizzo dei servizi presenti nel Sito Nazionale del Club 41 Italia.

www.club41milano.org

23


[20]


IL 41 DI RIMINI , LA CITTA’ DEI MALATESTA

Dalla Serata di Fine Estate a ... Un Programma intenso per gli amici riminesi Il problema più grande nel diventare Presidente di un Club 41, Mario Vicini. E’ stato un successo vista la presenza di più di soprattutto se i soci sono numerosi, è il coinvolgerli nel 70 persone di cui fortunatamente neanche una fuggita partecipare alla maggior parte degli eventi, proprio per quando io e Fabrizio Santarini abbiamo preso in questo abbiamo pensato di creare numerose commissioni mano il microfono. e cercare di diversificare gli appuntamenti. Il 27 Agosto è stato dedicato ad una delle Il nostro anno è iniziato il 20 Luglio con una serata manifestazioni più importanti dell’anno “La Male suada Quis informale, dove una “vecchia” “sfoglina” Serata di fine Estate”. romagnola ci ha fatto degustare piada e tagliatelle Una serata svoltasi fino a “tarda notte” sulla Dolor alla vecchia maniera, in questa serata svoltasi bellissima terrazza del Nettuno, allietata dalle Set Ipsum all’insegna del buon umore è stato illustrato il musiche di un bravissimo DJ che ci ha fatto programma dell’anno sociale ed ho investito il ballare fino al “sorgere del sole” e terminata con nuovo socio Mauro Merli. una scorpacciata di bomboloni caldi… Sabato 6 Agosto ci siamo poi ritrovati per una cena a base In questa splendida serata ci hanno onorato della di pesce denominata “bermuda e maglietta”, sulla sabbia della loro presenza l’amico Luigi Prioli, Presidente del spiaggia di Rimini. Rotary Rimini, Norma Renzi, presidentessa del Lady Cirle Fulcro della serata è stata l’esibizione canora di “tutti” i membri Rimini, e soprattutto il Presidente del Club 41 Riccione Emilio del club in un simpatico “Karaoke”, passando dalla bellissima Moauro in compagnia di altri amici riccionesi. voce dell’Elena, figlia del vice presidente, a Claudio Onofri e

LA SERATA DI FINE ESTATE

LA RIMINI DEI MALATESTA

GRADARA

[14]

MADONNA DI SINIGALLIA

WEEK I PIADA


Settembre si è aperto con il nostro primo relatore Jerry Douglas, un “ragazzo americano” che qualche anno fa ha avuto la disgrazia di combattere in Vietnam, questo patriota ci ha esposto il vero senso di quella guerra, una lotta tra giovani che si battevano per l’interesse dei propri grandi Stati, una storia totalmente diversa da quella immaginaria descrittaci dai media. E’ stata anche la lieta occasione per l’ingresso di un nuovo socio, Daniele Pozzi, che oltre ad essere il dirigente di una grossa banca è soprattutto un grandissimo DJ, passione che lo farà diventare un’importante risorsa per il nostro Club visto che le nostre signore amano particolarmente ballare. L’anno è continuato con una bellissima gita a Punte Alberete a cui non ho potuto partecipare per un malanno e che il nostro valente corrispondente Vittorio Soave ha così raccontato: 25.9.2011 A spasso nella natura. Giornata dedicata a camminate nella natura incontaminata di Punte Alberete e della pineta di San Vitale. Sembra incredibile che a pochi passi dalla affollata spiaggia di Marina di Ravenna ci si possa immergere in un paesaggio primordiale fatto da una vegetazione spontanea e rigogliosa che offre rifugio a centinaia di specie di uccelli; aironi bianchi e cinerini, folaghe, germani, cormorani, cavalieri d’Italia ecc. che abbiamo potuto osservare mentre se ne stavano tranquillamente adagiati sulle acque salmastre della laguna o si alzavano in volo quando, passando loro vicino, turbavamo la quiete dell’ambiente con il nostro vociare. Il percorso della mattina si è sviluppato all’interno dell’oasi naturale di Punte Alberete, una foresta allagata dove, purtroppo, a causa della mancanza di pioggia degli ultimi due mesi alcuni laghetti si sono prosciugati. Nonostante questo piccolo inconveniente lo spettacolo offerto dalla natura è stato avvincente. Un serpente umano formato da 45 persone, fra adulti e bambini, si è snodato lungo un

sentiero immerso nel verde, attraversando ponticelli di legno, passando sotto tronchi di alberi caduti e staccando dalle vesti gli arbusti spinosi che vi si impigliavano, per non parlare della continua lotta con le fameliche zanzare del ravennate che né l’autan né i più recenti ritrovati riescono a tenere a distanza. Tutto questo in un silenzio surreale interrotto solo dal calpestio dei nostri passi, dal canto di qualche uccello e dal fruscio delle folaghe che prendevano il volo al nostro passare. Per la gioia dei bambini, e non solo, c’è stato un incontro ravvicinato con una giovane nutria che, per niente intimidita dalla nostra presenza, si è lasciata tranquillamente avvicinare. Anche troppo, dato che qualche incauto, dimenticando che si tratta pur sempre di un animale selvatico, ha imprudentemente avvicinato una mano provocando una immediata reazione dell’animale che per poco non gli azzannava un dito. Dopo la piacevole camminata, una meritata sosta al ristorante “Cà del pino” dove un’abbondante ed apprezzatissimo pranzo ci ha rifornito delle energie necessarie per una seconda camminata all’interno della pineta di San Vitale. Un rilassante percorso nella rigogliosa vegetazione ci ha condotti alla “Piallassa della Baiona”dove la fitta pineta che fa da sfondo si specchia nelle acque della palude su cui si posano aggraziati aironi e maestosi cigni reali. Ci si è poi addentrati lungo i canali caratterizzati da un susseguirsi di capanne di legno da cui si protendono nell’acqua le reti per la pesca e da ricoveri per le classiche barche a fondo piatto adatte alla navigazione in quelle acque basse. Un meritato plauso va all’amico Fabrizio Mariotti che ancora una volta ha dimostrato le sue capacità di

[15]

organizzatore e di guida, offrendoci una perfetta giornata di trecking grazie all’accurato studio dei percorsi che si sono rivelati adatti alle esigenze di tutti i partecipanti. Vittorio Soave Finalmente è arrivato il periodo dei funghi ed allora il 7 Ottobre con la magica organizzazione di Ruggero Cantelli e di sua moglie Roberta ci siamo seduti a tavola e ne abbiamo gustato il magnifico sapore: in questa occasione alcuni di noi hanno sfoggiato grembiuli con disegni tipici romagnoli che ci serviranno durante l’anno per reclamizzare il WEEK I PIADA, manifestazione a base di piadina romagnola che il 41 Rimini organizzerà dal 27 al 29 Aprile 2012. Il piccolo dono alle signore presenti è stato realizzato da ragazzi disabili della nostra città permettendoci di dare un piccolo aiuto a chi è meno fortunato di noi. Il 9 Ottobre ci siamo recati a visitare Mantova, una scappata dalla mattina alla sera, organizzata stupendamente dal nostro cerimoniere Massimo Berardi che ci ha permesso di vedere e conoscere questa meravigliosa città. Riccardo Pietanesi


41 MILANO Amici,

partecipiamo spesso ai loro eventi ed abbiamo la mia faccia la vedete... vi fornisco organizzato eventi comuni, qualche dettaglio: sono Gianni Sala, come la Festa degli presidente del C41 di Milano. 61 anni, Auguri di fine anno. Sono medico e più precisamente dermatologo convinto della necessità di libero professionista in 2 studi a Milano mantenere o costruire, anche ed a Cesano Maderno (sono brianzolo di a livello nazionale, rapporti nascita) dopo oltre 20 anni di carriera stretti con i nostri club ospedaliera. Sono felicemente sposato e “gemelli” e sposo senza padre di 2 ragazzi liceali...... riserve l'ottica del Presidente Ma la storia della mia vita non è certo Nazionale Paolo Pisani “four l'argomento di queste pagine! Parliamo clubs-one vision”. piuttosto del C41 di Milano di cui ho Un evento del tutto l'onore di essere il Presidente. particolare caratterizza il C41 di Milano: il Vorrei parlarvi delle attività che noi di legame di quadri- gemellaggio con le Milano abbiamo svolto, delle relazioni con città di Lione, Anversa e Francoforte. gli altri Clubs, delle nostre idee, A rotazione, ognuna delle città organizza programmi ed aspettative...in poche un meeting nel mese di settembre... parole rendervi partecipi della vita del quest'anno era di turno Francoforte, che nostro club. ha organizzato un riuscitissimo evento con Come tutti gli altri C41, anche noi la partecipazione di italiani, belgi e organizziamo eventi per divertirci francesi. L'incontro con la realtà europea insieme, per incontrare vecchi e nuovi del C41 è entusiasmante! amici e promuovere la nostra visibilità. Si crea immediatamente una atmosfera di Una particolare attenzione al grande amicizia e coesione....in un “territorio”della nostra area è d'obbligo: intreccio di lingue che talvolta crea quest'anno abbiamo organizzato una qualche incomprensione....ma i sorrisi ed visita al Palazzo Borromeo-Arese di il calore umano sono universali! Posso Cesano Maderno, complesso solo auspicare che anche altri C41 italiani architettonico di grande interesse storico e seguano il nostro esempio. culturale (uno dei più riusciti esempi di ...Ed il futuro? A breve, dicembre 2011, è barocco lombardo) poco noto ai più; e la in programma una Festa degli Auguri “Cassoeulata”, la degustazione della congiunta che vede la partecipazione ad mitica Cassoeula, piatto lombardo di un evento comune dei quattro C41 antica tradizione, espressione anch'esso del NordOvest: Torino, Alessandria, della cultura storica del milanese. Alba e Milano. Sono molto contento Tra i nostri eventi di quest'anno segnalo della cosa, perchè ritengo che sia il modo ancora la visita alla Pinacoteca di migliore di creare rapporti di amicizia tra i Brera e la gita a Vercelli, alla mostra vari clubs. Gugghenheim sull'arte italiana del Nel gennaio 2012 riproporremo la XX° secolo, ricca di capolavori che “Cassoulata”, che ha riscosso un buon descrivono la genesi, gli sviluppi e la successo “di critica e di pubblico”; nel maturazione della ricerca artistica del mese di marzo 2012 avrà luogo un evento '900 in Italia. dal quale mi aspetto molto: si tratta del Siamo in ottimi rapporti con il Ladie's viaggio tra Tirano e S.Moritz, sul Circle e con il Club Agorà di Milano: mitico Trenino Rosso del Bernina. Il

[18]

programma (sabato e domenica) prevede anche la visita alle cittadine di Tirano e S. Moritz e mi pare originale, divertente ed anche contenuto nei costi. Nei mesi successivi organizzeremo altri eventi culturali che stiamo ancora valutando; parteciperemo certamente ad eventi organizzati dagli altri clubs (C41, Ladies e Agorà)......Ed a settembre saremo in Francia, ospiti del C41 di Lione che organizzerà il meeting del quadri gemellaggio di cui vi ho già parlato. Infine, voglio ricordare il grande sforzo del C41 di Milano nella possibile, futura formazione di un nuovo C41, quello di Stresa; processo complesso che ha coinvolto addirittura il C41 francese e svizzero! Come vedete le idee e gli impegni non mancano...espressione di un Club vitale ed attivo! Le mie aspettative per il futuro? Un Club sempre più coinvolgente...con il piacere di incontrare nuovi amici! “possano le catene dell'amicizia non arrugginire mai!” Vostro in Club Gianni Sala www.club41milano.org per saperne di più consulta il NOTIZIARIO 41 MI (segue)


AMICIZIE OLTRE CONFINE

ANNUALE APPUNTAMENTO DEI QUATTRO CLUB GEMELLATI DI MILANO, LYON II, OT-13 FRANKFURT E ANTHWERP 25

9-11 Set 2011

al “Frankfurt for friends”

Venerdì 9 settembre Ore 7.40 Aeroporto di Linate check-in presso la Air France. Gianni Sala Presidente del 41 Milanese con Carlo Rizzo e Nuccio Stecca con Rosanna decollano verso il la Capitale del Sacro Romano Impero. Quest’anno è toccato a Francoforte organizzare il tradizionale meeting che mette insieme gli amici dei Club gemellati. Impegnativo e denso di cose da vedere il programma messo a punto dallo staff tedesco.

www.club41milano.org

Dopo una passeggiata nel centro della città ci ritroviamo alle 17.00 al Villa Orange con Thomas Paetzold (IRO) con Ariane e Stefan Freichel (President) con Birgit e gli altri amici tedeschi per l’Aperitivo di Benvenuto. In auto da Lione arrivano François Gerardine, il Presidente Michel Bertrand con Evelyne e Janine Lescelet e da Anversa Willy Verhaghen (Presidente) con Paul Vanhees e Raimond Clauwers con Karin. Sabato il gruppo viene condotto da Bettina e Ulrich Haussler a scoprire i tesori della città: il Giardino Cinese, il Duomo, la Casa di Goete e l’Opera.

La Serata di Gala è al Ristorante dell’Opera con Brindisi di benvenuto sulla Terrazza e vista sullo spettacolare scenario dei grattacieli delle Grandi Banche. La cena “tre stelle” è allietata dalla Performance di Willy (VIDEO) durante lo scambio dei gagliardetti. Domenica, dopo il Farewell e le promesse di rivederci a Lyon nel 2012, ci rechiamo al Museo d’Arte Moderna. Causa Temporale (?) il volo viene cancellato e ... si torna a casa il 12 mattina dopo una notte ospiti dell’Air France al Intercity Hotel dell’Aeroporto.

27


MILANO 41 SUMMER PARTY 2011 - 25/6 L’Abbazia di Morimondo fa da cornice a!a investitura di nuovi soci nel 41 di Milano Alle ore 17.00 il 41 di Milano è a Morimondo per la visita alla Abbazia recentemente restaurata e aperta al pubblico. La scelta del luogo non è casuale e rientra nella ricerca dei valori che il nostro territorio esprime in termini di storia e cultura presenti da sempre nel DNA del Club milanese.

La guida Carla Del Frate ci illustra l’origine storica della Abbazia intorno all’anno 1134 d.c. e ci conduce nelle sale conventuali restaurate

L’intervista agli autori del libro Il Marchio di Cristo ci svela il legame di questi luoghi con i misteri del Santo Gral che tanto appassionano i lettori di tutto il mondo. Adelio Debenedetti e Massimo Ferrari Trecate, alla loro prima esperienza come scrittori di romanzi, rispondono da professionisti alle domande sul romanzo e sul significato del loro progetto editoriale.

Con grande simpatia e calore viene accolto il milanese Past Segretario Nazionale Giorgio Gorreta tra le fila del 41 di Milano dopo la militanza mantovana di 13 anni. Il Presidente Gianni Sala celebra l’investitura di due nuovi soci: Riccardo Pellegatta presentato da Francesco Quaranta e Giuliano Monizza presentato da Nuccio Stecca. Accompagnati da un grande applauso vengono pin - nati i nuovi amici visibilmente emozionati.

Alla serata hanno partecipato anche Claudio Matasci Vicepresidente Nazionale 41 Suisse con Giuseppe Grassi Past President Nazionale Round Table e l’amico Fabio Buzzati del 41 di Alba con Augusta

41 MILANO? ... UN CLUB IN CRESCITA! L’ingresso di tre nuovi soci è sicuramente un evento importante nella storia del Club 41 di Milano nato il 7 marzo del 1998 con il Charter alle “Stelline” di Milano. Oltre al contributo in termini di esperienza di Giorgio da notare l’osservazione di Riccardo “nelle associazioni c’è la parte migliore della società” e di Giuliano “possiamo crescere insieme anche nelle relazioni internazionali”. www.club41milano.org

25


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

N.1 GIU-AGO 2011

41 FR NT LINE NEWS

Notizie dai club: Linea diretta con i soci dei Club 41 italiani.

RAPHAEL HERBIG AD ONNA: Il Presidente Nazionale del Club 41 Germania viene ad Onna per rendere omaggio all’impegno italiano nel Progetto Onna. Il 25 Maggio 2011, con grande sorpresa, Raphael Herbig, Presidente Nazionale del Club 41 Germania, giunto in Italia per l'AGM, ha voluto visitare  ad Onna,  dove è stato accompagnato dal Segretario Nazionale Club 41 Italia Domenico Vannicola e dal Past President Nazionale Diego Giacoboni,  il “Centro Polifunzionale per i Giovani”, che è stato realizzato a tempo di record  con la raccolta fondi promossa dai Club Service, Round Table, Ladies’ Circle, Agorà e Club 41 sia Italiani che Internazionali e dove il Club 41 Tedesco ha profuso molte energie. Poi insieme al Presidente della Onna Onlus dott. Franco Papola, ha visto le rovine del paese a seguito del terremoto del 2009. Raphael Herbig, accompagnato dalla consorte, è rimasto molto colpito da quanto è accaduto e si è complimentato con il Club 41 Italia, per aver ideato e coordinato la bellissima iniziativa, che da oltre  un anno è attiva sul territorio, divenendo punto di riferimento per molte iniziative di socializzazione, incontro e lavoro per le comunità locali e si è fatto portavoce dell'aiuto che il Club 41 Germania, continuerà a dare nel futuro, per il miglioramento ed il funzionamento del Centro Polifunzionale, a fronte di progetti reali e fattibili: Il Segretario Vannicola ha presentato il progetto  per il “Miglioramento

Funzionale del Centro”, con un impianto di climatizzazione adeguato alle esigenze della Sala Polivalente, utilizzata ogni giorno da decine di persone, già messo in cantiere dal Club 41 Italia, , che ha raccolto il plauso di Herbig. Poi il Presidente Tedesco, ha raggiunto  Ascoli Piceno ospitato dal Club 41 locale, dove Petroni, Vannicola e Giacoboni, lo hanno accompagnato  in un lungo tour, a San Benedetto per un pranzo  di pesce particolarmente apprezzato, poi ad   Acquaviva Picena, Offida, Castignano con una sosta ad Appignano, dove all'agriturismo Conca D'Oro ha consumato una merenda con l'olio biologico che ha molto gradito. Infine, ritorno ad  Ascoli,  dove è stato accolto da altri amici del Club 41, per la cena in Piazza del Popolo, con le immancabili “olive ascolane”, con scambio di gagliardetti e doni, tra cui vini piceni ed Anisetta Meletti, e la promessa che tornerà a Gennaio per il nostro Maialfest, insieme ovviamente ad altri amici tedeschi, perchè è rimasto affascinato dalla straordinaria bellezza della nostra città e dalla nostra simpatia, intanto lo abbiamo vestito con la mitica "parnanza del decennale". L'indomani si è diretto ad Ancona per l'AGM del Club 41 Italia. Domenico Vannicola

1


CLUB 41 ITALIA

41 FRONT LINE NEWS !

Il 41 di Ascoli lancia una nuova iniziativa che coinvolge il territorio:

41 FAMILY DAY 19 giugno 2011 Bella iniziativa quella del Club 41 Ascoli, che ha impegnato i soci con famiglie al seguito in una fantastica giornata dove si sono mescolati, cultura, storia, sport,enogastronomia e tanto divertimento in un bellissimo luogo del piceno. Il "  41 Family Day" , nelle intenzioni del Club 41 Ascoli, vuole essere un momento di conoscenza e condivisione tra il club, le famiglie ed il territorio e cade  tra l'anniversario della nascita del Club 41 Internazionale (14) e Club 41 Italia (29), come ricordo. Guidati dal presidente Fabio Petroni, si sono trovati a Castignano, dove accolti dall'assessore comunale Antonio Angelozzi, che ha fatto da cicerone alle bellezze del centro storico e del  meraviglioso Museo delle arti  e delle icone sacre, uno dei più importanti del centro Italia, poi, sapientemente edotti dal presidente della pro loco Lino Corradetti, hanno visionato un video con la storia di Templaria, manifestazione medievale che si svolge ogni anno dal 16 al 19 agosto proprio nel centro storico di Castignano, con centinaia di figuranti e tutto il paese coinvolto e dove quest'anno sarà presente una nutrita delegazione del Club, tanto è piaciuto il video. Poi l'allegra comitiva si è trasferita in un agriturismo biologico di Montedinove, dove tra un assaggio e l'altro di specialità locali, il Presidente Petroni ha colto l'occasione per  fare il punto sui suoi 2 anni di presidenza del

Club 41 di Ascoli, che oramai ha fama internazionale. L'assessore Angelozzi, ha voluto ringraziare il Club 41 per aver scelto Castignano , per il "Family Day ", valorizzando cosi paesi e bellezze del nostro meraviglioso territorio, divulgandole e facendole conoscere a tutti, soprattutto agli stranieri, visto che erano presenti Jorg e Jutta Breuer del Club 41 di Amburgo, residenti per buona parte dell’anno a Montegiberto. Poi  tutti a tuffarsi  in piscina, con gare di tuffi e nuoto, dove hanno prevalso i più piccoli. Infine la tanto attesa  "gara di biliardino", dove si sono svolti i tornei maschile, femminile, a coppia, misto e dove dopo sfide all'ultima pallina, sono prevalsi  Pasqualino Del Bello, Sabrina Di Bitonto, Domenico ed Annarita Vannicola ed Jorg e Jutta Breuer. La sfida è stata particolarmente apprezzata, tanto da dichiarare che questo "1  41 Family Day" è stato un successo che si ripeterà ciclicamente per dare modo a tutti di apprezzare luoghi, specialità  e ricchezze del nostro bellissimo territorio. Prossimo appuntamento il 10 Luglio per il “Passaggio del Collare”, tra il Presidente Fabio Petroni ed il neo eletto Presidente Domenico Vannicola, stimato imprenditore che già si è fatto apprezzare nel ruolo di   Segretario Nazionale nell'anno appena   trascorso. Hanno confermato  la loro presenza moltissimi amici dei Club di Ancona, Parma e Castiglioncello che per l'occasione, alcuni di loro, la sera del 9 luglio assisteranno alla edizione in notturna della Quintana di Ascoli, ed il giorno dopo, allo Chalet Altamarea  di Cupramarittima , dopo una giornata di mare, ci sarà , tra una portata e l'altra di specialità marinare, l'atteso “Passaggio delle Consegne” e poi ci attenderà un anno  fantastico, iniziando con il White Party il 10 Settembre,  mentre gli amici venuti da lontano, rimarranno qualche giorno per godersi il nostro amato mare. Domenico Vannicola

N.1 GIU-AGO 2011

19 GIUGNO ’11

2


CLUB 41 ITALIA

ASCOLI IN BIANCO 10 settembre 2011

41 FRONT LINE NEWS !

IL 41 DI ASCOLI FESTEGGIA L’ESTATE IN “BIANCO” La gettonatissima Festa del Club 41 Ascoli, che oramai chiude la lunga estate della riviera delle palme, quest'anno ha calamitato arrivi da molte parti d'Italia, infatti sono arrivati da Roma, Livorno, Teramo, Ancona ed addirittura da Amburgo, a salutare gli amici di Ascoli con i loro ospiti, che al Kontiki, sul lungomare sambenedettese, rigorosamente vestiti di bianco, dopo ricche libagioni di pesce, innaffiati dai pregiati vini di "Tenute del Borgo", si sono scatenati in balli anni ‘70 fino a tarda notte. La festa, giunta oramai alla terza edizione, organizzata dal Presidente del Club Domenico Vannicola, è stata tutto un susseguirsi di avvenimenti piacevoli, mentre su uno schermo gigante scorrevano le foto delle innumerevoli manifestazioni che il club ha organizzato o partecipato nell'ultimo anno, i tanti amici presenti portavano i saluti dei propri club, come hanno fatto Maurizio Belli Consigliere Nazionale Club 41 Italia, Mario Attisani Presidente Club 41 di Roma, Francesco Di Fabio Presidente Club 41 di Ancona, Luigi Licurzi Presidente Club 41 di Teramo, Angelo Galeati Past President 4 Zona Round Table Italia, Luca Vallorani Vice Presidente Round Table 27 Ascoli, Alberto Amici Past President Lions Urbs Turrita di Ascoli, Emilio Pignoloni Presidente Panathlon Club di Ascoli e Battista Faraotti Presidente Croce Rossa di Ascoli, tutti si sono complimentati per l'ottima organizzazione della bella serata e per il clima festoso ed amichevole che si respirava. Poi durante la serata, tra un ballo che vedeva sconfinare lo scalmanato trenino bianco fin sul lungomare e sulla spiaggia, ed un brindisi ad

[1]

N.2 SET-DIC 2011

augurare il nuovo anno sociale, il Presidente Vannicola annunciava la proclamazione, con la lettura della motivazione, di un nuovo "membro onorario" del Club 41 Ascoli, e precisamente di Jorg Breuer, architetto e professore tedesco, di Amburgo, già membro del Club 41 Germania, che ora vive dalle nostre parti , a Montegiberto per sei mesi all'anno, e partecipa attivamente a tutte le nostre manifestazioni insieme alla moglie Jutta. Jorg, visibilmente commosso ha ringraziato con un discorso in un improbabile italiano, molto sentito, tutti gli amici del Club che lo hanno accolto con un lungo applauso. A tarda notte, con una gustosa torta commemorativa, veniva festeggiato a sorpresa l'ospite Emilio Pignoloni, Presidente del Panathlon che compiva gli anni, poi man mano con il divenire delle ore piccole, la musica si affievoliva ed in tanti sciamavano lentamente verso il lungomare, ancora pullulante di giovani che tiravano tardi, ma noi del "41 non lo siamo tanto più, e pigramente tornavamo verso le nostre case, stanchi ma felici di aver passato un'altra serata indimenticabile. L'indomani, il presidente Vannicola accompagnava il Consigliere Nazionale Belli ad Onna, per visionare i lavori di miglioramento funzionale dell'impianto di climatizzazione del " Centro Polifunzionale Giovanile" che Il Club 41 Italia, insieme a Round Table, Lady Circle, Agorà Italia e Club 41 International ha finanziato e realizzato nella frazione dell'Aquila, con i proventi raccolti dopo il terremoto del 6 aprile e già consegnato nel Natale 2009, utilizzato ogni giorno per numerosi eventi e manifestazione da tutta la popolazione limitrofa, e dove sono stati accolti dal Presidente della Onna Onlus Franco Papola, che li ha ringraziati per il costante impegno che tutti noi continuiamo a profondere incessantemente, in un momento in cui i riflettori si sono spenti da tempo sulla reale situazione della ricostruzione post terremoto e dove tutto si è fermato. Il Club 41 Ascoli è sempre stato impegnato, sia nella promozione, che nella realizzazione del "Centro Polifunzionale" , ed ora su indicazione del Comitato Nazionale, nel monitoraggio del funzionamento e miglioramento dello stesso. Domenico Vannicola


N.2!

CLUB

41

I T A L I A!

GEN-MARZO 2011

41F L AS H N E W S

DECENNALE DEL ASCOLI MAIAL FEST NEL MESE DI GENNAIO: UN APPUNTAMENTO IMPERDIBILE PER LA PASSIONE E L’IMPEGNO DEGLI AMICI ASCOLANI.

ASCOLI MAIAL FEST 21-23 gennaio 2011 preciso come uno svizzero Claudio Matasci passa a prendere Nuccio Stecca e Carlo Rizzo a Milano con destinazione Ascoli. Gianni Sala, Remo Arduini e il figlio Riccardo con la fidanzata scenderanno sabato mattina. L’Home Porky si consuma al Sestiere di Porta Majore con spettacolo in tema Mediovale Quintanaro con musiche della tradizione rurale ascolana e gara di Pork Zelig.

Sono presenti Matti Presidente int., Bob Parton Past Segretario Int. e John Belwood Past President International. Armati di Paranza sabato mattina siamo da “Costantini” noto prosciuttificio ascolano a un’ora di Bus. A causa della pioggia incessante annulliamo la gara sportiva di tiro con l’arco e ci concentriamo su due porchette sublimi e su salsicce scottate. Impegnativa e coinvolgente la gara di produzione delle salsicce riservata alle signore che hanno dimostrato una straordinaria abilità nel maneggiare la salsiccia.

SESTIERE DI PORTA MAJORE

OFFIDA - VINEA RISTORANTE

Venerdì alle 13.00 CRONACA MILANESE

http://www.youtube.com/watch?v=S0yOZmPoDlA

www.club41milano.org

Al rientro ad Ascoli si ritrovano Claudio con Carlo e Nuccio al Torrione del Sestiere appena restaurato per una visita alla mostra di arte contemporanea. Al Gala Medioevale con spettacolo di arti varie e canti partecipano anche autorità locali e regionali. Vengono premiati i vincitori delle gare e gli ospiti internazionali. Dopo una romantica passeggiata per Offida sotto la neve, l’indimenticabile serata si conclude con canti alpini del coro della “Corriera” in notturna rientrando in albergo.

PORK MEDIOEVAL GALA 11


41 BOLOGNA CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI:

UNO SPETTACOLO DI: Giovanni Gotti

Giuseppe: Eugenio Bortolini Santino: Filippo Pagotto Milvia: Vanessa Caruso Teresa: Elisa Pizzolo Antonietta: Raffaella Bergamini Ernestina: Valentina Grasso

REGIA DI: Matteo Cotugno

Serata di beneficenza a favore di: ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MISSIONE ITHANGA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PADRE KOLBE con il contributo di: MECCANICA DI PRECISIONE

Audi Zentrum Bologna S.p.A.

Broker Assicurativo

MARTEDI’ 29 NOVEMBRE 2011 ORE 21:00

CLUB 41 BOLOGNA PRESENTA

con la partecipazione di: Eugenio Maria Bortolini

uno spettacolo di: Giovanni Gotti

regia di:

Filippo Pagotto Matteo Cotugno Alessandro Pilloni Raffaella Bergamini

Matteo Cotugno

Valentina Grasso

bel SUol one 41 D’aMoRe battagli

SeRata Serata Di di benefiCenZa beneficenza a favoRe favore Di: di: lilt - lega italiana PeR la lotta ContRo i tUMoRi ZanZibaR - nel Pallone e non Solo

Siamo negli anni immediatamente antecedenti il secondo conflitto mondiale: uno scalcinato branco di soldati italiani spedito in uno sperduto avamposto militare in Tripolitania, decide, per passare il tempo e sconfiggere la noia, di allestire in mezzo al deserto una rivista di varietà “alla Wanda Osiris”.

Lo Spirito gogliardico del Club 41 Bolognese ha contagiato tutti. Il Club41 Bologna è un’Associazione relativamente giovane, essendosi costituita poco più di una decina di anni fa, il 7 aprile 2001. Sembra ieri, ma da allora ne è passata di acqua sotto i ponti: in tutti questi anni non sono però mai mancati ai suoi Soci la spinta e l’entusiasmo per dedicare tempo ed energie all’aiuto di gente che ne ha tanto bisogno. Agli inizi, sfruttando soprattutto la spontanea passione di alcuni e le artistiche capacità di altri, ci si è limitati (si fa per dire, visto l’impegno comunque profusovi!) all’incisione di alcuni CD, dove, accanto a svariate canzoni spesso rivisitate in testi ed arrangiamenti, si sono interpretati anche brani assolutamente inediti: scritti, musicati ed arrangiati per l’occasione unicamente da Soci del Club. I lusinghieri riscontri ricevuti ci hanno quindi convinto ad alzare il tiro ed il prossimo 29 novembre per il settimo anno consecutivo saliremo sul palco con l’unico scopo di sostenere concretamente due nuove associazioni Onlus. Nel corso di quest’anno sociale faremo certamente molte cose, alcune anche assolutamente inedite, come l’organizzazione di concerti di musica classica, ma la nostra attività sarà primariamente imperniata, soprattutto nel periodo autunnale, nell’allestimento della nostra nuova commedia.

Le cose andrebbero certo per il meglio se lo spettacolo non fosse interrotto sul più bello dall’improvviso ed inatteso arrivo addirittura di Mussolini e di alcuni gerarchi…

[7]

Il divertente spettacolo si chiamerà Bel Suol d’Amore – Battaglione 41 e sarà ambientato in Tripolitania negli anni immediatamente antecedenti la II.a Guerra Mondiale. Allestimento dei testi e delle colonne sonore, nottate in sala d’incisione per preparare le basi musicali, lunghe sedute di prove in teatro, spesso saltando anche la cena perché vi si arriva direttamente dal lavoro: tutto ciò è reso possibile perché esiste un gruppo di Amici che mette da parte le proprie individualità, ruba tempo alle proprie occupazioni, agli affetti, alle famiglie ed anche al riposo soltanto per sostenere concretamente chi soffre. Il piacere dello stare in compagnia, il sapere che da qualche parte nel mondo qualcuno sorriderà, l’emozione nel ricevere una fotografia oppure una lettera da una Missione lontana o anche il solo vedere il “nostro” Teatro delle Celebrazioni sempre pienissimo: questa è la nostra unica moneta ed il nostro stimolo ad adoperarci con sempre crescente passione. Ed il bello è che la fatica non si sente o, meglio, è come se non ci fosse proprio. Si passa tanto tempo insieme, impariamo a conoscerci e ad apprezzarci sempre più: ci impegniamo molto, è vero, ma ci distraiamo e svaghiamo almeno altrettanto, ed alla fine puntualmente ci rendiamo conto che, oltre ad aver certamente contribuito ad un nobile scopo, ci siamo, soprattutto, anche tanto divertiti. Ed è proprio questo ciò che rende il nostro Club uno dei più apprezzati e più fantastici d’Italia.


LA COPPA VETRO ALLOGGIA A BOLOGNA Tre grandi sfide per la squadra del 41 bolognese nel 2011 Tre sono stati gli eventi importanti che hanno caratterizzato l’ attività del Club Bolognese nell’ anno sociale 2010/2011. Dapprima, a fine Novembre, lo spettacolo teatrale che, per il sesto anno, ha permesso di raccogliere fondi a beneficio di due associazioni Onlus operanti in Africa ed in Brasile. Con la solita verve è stata rappresentata dai soci bolognesi una commedia ambientata nella riviera romagnola degli anni ’60, con gran profusione di canzoni dell’epoca opportunamente riadattate nei testi e negli arrangiamenti. Grande è stato il successo ancora una volta ottenuto e cospicuo il ricavato della serata. In Gennaio, poi, gli agguerriti bolognesi si sono presentati sulle nevi di Andalo per partecipare alla Coppa Vetro, che si sono ovviamene portati a casa con irrisoria facilità. La superiorità manifestata sia con le carte che sugli sci è stata così schiacciante che sono state fatte diverse pressioni affinché i felsinei rinuncino almeno per qualche anno a difenderla. ADDIO, GRANDE ED INSOSTITUIBILE AMICO DI TUTTI NOI !

A tal proposito sappiamo per certo, anche se ciò non è evidentemente molto sportivo, che più di un’ allettante offerta è stata in tal senso inoltrata al nuovo Presidente e staremo a vedere quel che succederà! Il terzo evento di rilievo è stato, in Aprile, l’ organizzazione a Bologna del I° Interboard con Austria, Germania e Svizzera, abbinata al decennale del Club bolognese. Grande è stata la partecipazione di Presidenti ed ospiti italiani e stranieri, per una tre-giorni vissuta proficuamente sia per i lavori svolti, sia per il clima di grande giovialità ed amicizia sempre presente nell’arco della manifestazione. Non sono mancati i momenti toccanti, come il ricordo del Socio fondatore e quarto Presidente del club felsineo Marcello Cantagalli o la consegna del ricavato dello spettacolo ai rappresentanti delle due associazioni Onlus.

FABIO E GIGI CON DAVID ILLINGWORTH ALLA AGM DI PORTONOVO 2011

IL TORTELLINO

[8]

LA CARTA RAPITA: UNA STORICA RICORRENZA

BOLOGNA LA DOTTA


MARTEDI’ 29 NOVEMBRE 2011 ORE 21:00 CLUB 41 BOLOGNA con la partecipazione di:

PRESENTA

Eugenio Maria Bortolini Filippo Pagotto

uno spettacolo di:

Matteo Cotugno

Giovanni Gotti

Alessandro Pilloni

regia di:

Raffaella Bergamini

Matteo Cotugno

Valentina Grasso

1 4 e n bel SUol o i l g a t t a b D’aMoRe

SeRata Serata Di di benefiCenZa beneficenza a favoRe favore Di: di: lilt - lega italiana PeR la lotta ContRo i tUMoRi ZanZibaR - nel Pallone e non Solo

[21]


L’EQUIPAGGIO

IL 41 DI MESTRE ALL’EUROSAIL 2011 VINCE IL TROFEO IN GRECIA

Marco Calzavara Tiziano Folin Valerio Cerello Pierino Casarin Gigi Martini Carlo Fabretti Ermes Costa   ( Olimpionico )

L’equipaggio del 41 di Mestre al TOP Anche quest'anno il fortissimo equipaggio del Club 41 Mestre ha ottenuto un prestigioso risultato all'Eurosail 2011 tenutosi nelle acque greche. I mestrini capitanati da Marco Calzavara , Presidente del Club per l'anno 2010-11, hanno vinto il Trofeo Eurosail per la classe 39 piedi. Risale al lontano 1994 la prima partecipazione di un club Italiano in quella che si può giudicare la più impegnativa settimana di vela europea in ambito Round Table e Club 41. E sono sempre gli stessi mestrini , che un tempo rumoreggiavano in ambito Round Table ed ora in

ambito Club 41, che primeggiano in questa manifestazione. Ricordiamo che nella passata edizione tenutasi sempre nel mese di settembre nel Lago di Costanza, l'equipaggio di Mestre ha portato a casa il Trofeo dei trofei, ovvero la Coppa Eurosail, stracciando tutti gli avversari in regate tecniche a bordo di monotipi Bavaria 35 Match. Esprimiamo un augurio di "buena suerte" a questo magnifico team anche in vista della manifestazione del prossimo anno che si terrà nelle fredde acque del Mar Baltico, patria della vela nordica. LO STEMMA DI “MESTRE FEDELISSIMA”

MESTRE : LA TORRE DELL’OROLOGIO

[11]


IL 41 DI MODENA

ROMBANO I MORORI AL GRAND PRIX DEL 41 DI MODENA Modena frizza, come il suo lambrusco. Già prima della serata di apertura è stato organizzato il I^ G.P. CLUB 41 Modena, evento irrinunciabile nella capitale dei motori da corsa. Si è trattato di una gara di Go Kart disputata sul circuito di Rastellino, aperta anche ai soci della RT8 ed agli amici. Articolata in tre manches, e perfettamente organizzata dallo staff del kartodromo, la corsa è stata vinta da Massimiliano Cuoghi, giovane e rampante fratello del Presidente. Al secondo e terzo posto, rispettivamente, Marco Vandelli (41 Modena) e Simone Maffei (Presidente RT8). L’ottima riuscita della manifestazione ha indotto il Club a ripetere l’esperienza anche per i prossimi anni, magari allargandola anche agli altri 41 italiani.

ciò, valga la serata di apertura dello scorso 30 settembre. Nella suggestiva ed elegante cornice del ristorante Europa 92, locale legato indissolubilmente al grande Luciano Pavarotti, si sono date appuntamento ben 90 persone tra soci dei due club, ospiti ed un folto numero di amici provenienti da altri club 41. (Bologna, Parma, Mantova, Faenza, Rovereto) Nell’occasione si sono ritrovati fianco a fianco i Presidenti Nazionali Pisani e Dalla Vecchia: una circostanza che non si presenta tanto frequentemente e che è stata occasione per rinfrescare i rapporti tra 41 e RT. Nutritissimo e variegato il programma delle prossime iniziative, tra cui una visita guidata all’Accademia Militare recentemente ristrutturata, un week end sulle nevi del nostro Appennino con le famiglie, la ormai tradizionale serata per soli uomini a base di rum, cioccolato e sigari, la partecipazione al Charter dell’Agorà di Modena che vede Titti

Pisani quale prima presidentessa.

Fervono anche i preparativi per l’AGM che riserverà parecchie ed interessanti sorprese. Per ora è ancora tutto secretato, ma siamo sicuri che riusciremo ad organizzare un evento memorabile.

Sono inoltre frequenti le visite reciproche e le iniziative con i club di Parma, Mantova e gli altri club limitrofi con cui stiamo coltivando i già consolidati rapporti di amicizia.

L’anno sociale sarà in ogni caso contraddistinto da iniziative che coinvolgeranno la locale Round Table, nello spirito di amicizia che lega fraternamente i due sodalizi. A riprova di

In prospettiva anche il gemellaggio con il club francese di Grasse. Lambrusco e Champagne: pourquoi non?

DIARIO DI BORDO DELLE ATTIVITA’ DEL CLUB 41 DI MODENA

[16]

Andrea Cuoghi


IL MOTOGIRO E NON SOLO NEL PROGRAMMA 2011 DEL 41 DI PARMA Parma, nel secondo anno di presidenza dell’ottimo Giuseppe Saccardi, ha rispettato le sue tradizioni. Cene al giovedì sera di ogni fine mese, cene degli auguri a Natale e Pasqua, qualche evento locale come la “october fest” (birrata tra amici in locale tipico), la “maialata” di fine gennaio (quando freddo e gelo invitano a riscaldarsi con salumi, costine, piedini e lambrusco..), il compleanno del club (con la significativa partecipazione di tanti amici dei club vicini) e soprattutto splendida chiusura, la sera di San Giovanni, con la tradizionale “tortellata” parmigiana. In quella serata all’aperto, allietata dalla presenza di molti graditi ospiti (Presidente Nazionale compreso) provenienti da Modena, Mantova, Bologna ed Ascoli, abbiamo festeggiato il passaggio di collare da Giuseppe ad Alberto Ivo Dormio, e l’ingresso di un nuovo socio. In precedenza, a fine maggio, avevamo avuto la nostra manifestazione di interesse nazionale, il “motogiro”, incontro tra appassionati che affonda le sue radici nei gloriosi tempi della “Round Table”. Certo, ormai i bollenti spiriti giovanili si sono un tantino attenuati, ma lo spirito motociclistico è sempre vivo, specie nei romagnoli (due Bmw da Rimini), e negli amici di Rovereto (partiti all’alba e presentatisi puntualissimi a Fornovo). Da citare poi la moto “ascolana” con Domenico e Diego, subito persi al primo bivio e miracolosamente recuperati a Berceto dopo che avevano percorso in solitaria tutta la statale della Cisa, nonchè il brillante Past President Lamberti su scooterone veloce e i numerosi (attrezzatissimi e disciplinatissimi) amici modenesi. Per quanto riguarda lo scrivente, tradizionalmente incaricato di condurre il gruppone, i guasti non ancora riparati

dell’incidente in garage (record mondiale..) dell’anno precedente, che avevano danneggiato oltre il previsto la mia mitica Honda Vfr rossa vintage 1988, mi hanno costretto a presentarmi in sella ad una nera Yamaha Teneré, presa a nolo. Moto nuovissima, talmente nuova che, il giorno precedente, mi aveva lasciato a piedi dopo tre chilometri tre a causa di un guasto alla centralina elettronica, poi immediatamente sostituita (ah, le moto di una volta, che queste cose non le facevano..). Altro inconveniente della medesima, una stratosferica altezza della sella dal suolo, che mi costringeva ad acrobazie per salire e scendere, con l’intermezzo di un’innocua ma comicissima caduta quando, arrivato al Passo del Cirone, fermo sul ciglio della strada, ho tentato inutilmente di trovare terra sul lato dove questa scendeva rapidamente verso valle.. Il giro comunque è stato bellissimo e credo unanimemente apprezzato, lungo strade poco frequentate, ricche di curve e di boschi suggestivi, nel cuore di un appennino dolce e verdissimo, apprezzato pure da chi, come i livornesi (anzi, castiglioncellesi) Maurizio ed Eleonora , ci seguiva in auto. Al termine, come da tradizione, dopo l’aperitivo nella piana di Lagdei, l’accoglienza stupenda del mitico ristorante “Ghirardini” a Bosco di Corniglio. Mangiatona, bevutona, premiazioni di chi era venuto da più lontano e più numeroso, inni del club 41 tra valligiani sorpresi e stupiti, e infine discesa a valle con sosta e visita (per chi ne aveva ancora) al suggestivo Castello di Torrechiara. Il tutto allietato da una splendida, tiepida e soleggiata domenica di tarda primavera. Adesso è iniziato un nuovo anno sociale, sotto la presidenza di Alberto Ivo Dormio, e, a giudicare dal successo di adesioni alla nostra prima manifestazione nazionale d’autunno (“sulla strada del culatello”) il contributo di Parma a rinsaldare le catene d ell’amicizia sarà sempre più vivo e proficuo. Francesco Bassi

[17]

PARMA DOCET


CLUB 41 ITALIA

41 FLASH NEWS

!

29 AGOSTO 2011

CLUB 41 di CASTIGLIONCELLO Il 9 luglio 2011 alle 20.30 ci si vede al REX di Antignano per la Serata dell’Estate in chiave Vernacolare.

“La Fondazione di Livorno in 11 capitoli” Eclettico e comunicatore esperto, Beppe Ranucci, regista e attore ormai consumato presenta il suo recente impegno editoriale accompagnato da un DVD. Simpatica e irridente come solo i livornesi sanno fare la performance (VIDEO) che descrive le caratteristiche peculiari del Livornese DOC. Accompagnato dal bravo Sandro Andreini che interpreta il ruolo di un livornese all’esame di Livornesità Beppe recita nel ruolo a Lui confacente di Professore.

Gli amici di Castiglioncello si danno l’appuntamento all’Hotel Rex con vista mare per il saluto estivo e per il passaggio del collare che resta saldamente nelle mani di Roberto Bottici affiancato da Duccio Arrighi regista della serata. Un nuovo socio, Colonnello d’Aviazione Vincenzo Lanza

presentato da Enzo Quattrini entra far parte del Club. L’amico Franco Vaselli del Club 41 di Livorno consegna a Renato Bonfini la Targa dedicata ai Past President Nazionali, ricevuta alla AGM di Portonovo nella occasione del Ventennale del Club 41 Italia.

PROGETTO “OVERLAND FOR SMILE” DI SOLIDARIETA’ PER UN GRUPPO DI ORFANI ADULTI AUTISTICI IN ROMANIA E’ quello che ci presenta la dr.ssa Monia Fazzari impegnata nel sociale e rappresentante della Associazione Internazionale “Overland For Smile”, odontoiatra con la missione di raccogliere fondi per aiutare questa comunità di orfani priva del sostegno vitale per una vita dignitosa.

PAGINA 3


FESTA DELL’ESTATE DI ALBA 2 LUGLIO 2011 L’appuntamento è alla maison di Augusta e Fabio Buzzatti, località Madonna dei Cavalli, a Canale d’Alba. E’ quì che da quattro anni si danno appuntamento i Club di Alba, Alessandria e Torino per “lo scambio dei collari”. Lo scenario è suggestivo, a dir poco, con vigneti di uve Barbera e Arneis ovunque! Presenti gli amici di Sallanches con Philipe Dieupart neo Presidente della Region Rhone-Alpes che rilascia una intervista sul Progetto Savoia (VIDEO). Partendo dal gemellaggio Alba- Sallanches sancito al Charter di Alba il 10 marzo 2007, i club del Piemonte AlbaAlessandria-Torino e otto club della Savoia promuoveranno un programma di incontri annuali rispolverando gli elementi di storia e cultura che rappresentano le radici comuni del territorio piemontese-savoiardo. Il club di Milano è presente come osservatore interessato! A cosa? Il CN è presente con Maurizio Belli Consigliere Nazionale e l’Editore che Vi scrive.

I COLLARI PASSANO ... L’AMICIZIA RESTA! ...Giannini fa il bis ad Alessandria. Dulcis in fundo il torinese Vincenzo Rispoli viene incollar-ato da Sergio Cammarata.

Il collare di Alba passa da Claudio Paolazzo a Romano Ferrero, mentre Gil ...

...LA LIESON HA ORIGINI ANTICHE! Sono ormai pronte le anteprime della Carta Fondativa del Progetto Savoia che vedrà la luce all’inizio del prossimo anno! www.club41milano.org

24


IL 41 DI VICENZA 27 NO LIMITS CLUB 41 DI VICENZA 27

IL 41 VICENZA CITTA’ DEL PALLADIO L’anno sociale è iniziato il 26 settembre con la cena di apertura a casa del nostro vicepresidente,

A conclusione, un cenno su quali sono i proponimenti e le buone intenzioni per quest’anno di presidenza.

cena alla quale hanno partecipato anche gli amici della Round Table dando prova di grande perizia nella cucina della carne alla griglia; l’abnegazione dimostrata nell’affrontare le braci è da ritenersi almeno pari a quella di coloro che nella mitica epopea della transiberiana si incaricavano di caricare il carbone nelle caldaie delle locomotive.

Il club 41 è un associazione che vuole sviluppare l’amicizia, le intese e la tolleranza. In questi anni ho avuto modo di conoscere personalmente molti degli associati e mi ha particolarmente colpito la carica umana che contraddistingue ciascuno di loro, a dimostrazione che non sempre il passare del tempo scalfisce l’ entusiasmo e la voglia di condividere le proprie emozioni; cito ad esempio gli amici di Trieste o Bassano la cui

Cari Tabler vicentini, onore al merito! Proseguendo, sono al vaglio del direttivo alcune proposte per conviviali simili a quella, riuscitissima, organizzata a Caorle il 7 ottobre scorso. Una data ormai certa è quella del 23 novembre al Giardinetto dove, insieme agli amici dell’altro club 41 di Vicenza, avremo ospite l’enogastronomo Stefano Cantiero che ci intratterrà sulle raffinatezze della cucina veneta. Se qualche amico dei 41 vicini fosse interessato a partecipare non esiti a contattare me o il prode segretario Enrico Dalla Valle.. Altro evento che potrebbe avere un qualche rilievo è la creazione del nostro sito www.club41-vicenza27.it/blog ad opera sempre del buon Enrico, spazio sul quale dare e ricevere notizie, commenti consigli ed aggiornamenti.

allegria e voglia di fare è ammirevole e da portare sugli scudi. Il mio compito sarà quello di agevolare sempre più le relazioni con i vari Club , a cominciare con quelli più vicini, cercando anche di rivolgere attenzione alle esigenze del territorio, in modo che il 41 abbia la visibilità che merita. Chiudo con la frase di Saint Exupery che secondo me meglio di tutte rappresenta quello che ci proponiamo: “ ESISTE UN SOLO VERO LUSSO, ED E’ QUELLO DEI RAPPORTI UMANI “. V.I.C. Salvatore Carrino

[12]


41 RAVENNA

Anche quest’anno il Club 41 no.29 come quelli veri” ma sono molte altre e la Round Table 11 di Ravenna le attività e i giochi pensanti per hanno collaborato organizzando coinvolgere grandi e piccini: “Da grande farò il pompiere: improvvisiamoci Vigili del Fuoco”, “Trucchiamo i bambini come i nostri personaggi preferiti”, “Giochiamo con le sculture di palloncini”, “Il fascino della Giostra e l’arrampicata sui Anche quest’ anno il Club 41 no.29 e la Gonfiabili”, “Sfidiamoci con i giochi da Round Table 11 di Ravenna sono tavolo della ludoteca”, Conosciamo lo arrivati al capolinea e Venerdì 11 spazio e le stelle con gli “spettacoli del Novembre 2011 presso il Ristorante planetario”, e molto altro ancora Cappello si svolgerà la cerimonia di Il ricavato della manifestazione sarà consegna dell’assegno atto finale di un devoluto all’Associazione A.G.E.O.P. lavoro durato un anno. Un particolare (www.ageop.org), nata nel 1982 per ringraziamento va a Enrico Liverani volontà di un gruppo di genitori e Gabriele Turchi. stimolati dal Direttore della Clinica Quest’anno la raccolta con l’aiuto di Pediatrica professor Guido Paolucci, tanti amici sponsor, delle Istituzioni e con l’intento di migliorare la qualità della manifestazione ”i Bambini in della degenza e dell'assistenza ai Festa” effettuata presso i giardini piccoli pazienti affetti da leucemie, pubblici di Ravenna il 12 giugno 2011, linfomi e tumori solidi e alle loro che ha raggiunto somma di euro famiglie. Nel 1985 ad A.G.E.O.P. si è 40.000 (quarantamila euro) Un affiancata Ricerca sui tumori e dato, nei sei anni della manifestazione leucemie del bambino per completare sono stati raccolti euro 117.200 con il supporto alla scienza e alla (centodiciassettemiladuecento euro). ricerca medica, l'impegno e la Cinquemila bimbi e genitori anche dedizione dei genitori. Ha sede presso quest’anno si sono ritrovati ai Giardini la Clinica Pediatrica Universitaria del pubblici di Ravenna per la sesta policlinico Sant'Orsola Malpighi di edizione dell’iniziativa benefica . Una B o l o g n a , d i r e t t a d a l p r o f e s s o r giornata all’insegna del divertimento e Massimo Masi. La tradizione di del gioco, organizzata da Round ricerca universitaria del Policlinico Table 11 Ravenna, dal Club 41 in vanta una lunga storia: il reparto di collaborazione con A.G.E.O.P. O n c o l o g i a P e d i a t r i c a , i n f a t t i , ( A s s o c i a z i o n e G e n i t o r i inaugurato nel 1967, è uno tra i primi Ematologia Oncologia Pediatrica) d'Italia, ed oggi, è tra i centri più e con il patrocinio di Comune e avanzati nella ricerca e nella cura dei Provincia di Ravenna. tumori dell'età pediatrica. Denso di appuntamenti il programma della giornata con spettacoli e Il presidente Mario Turchi intrattenimenti come il viaggio su treni perfettamente funzionanti e costruiti

“I BAMBINI IN FESTA”

[22]


Club 41 di Stresa in formazione?

Club 41 Français

Si ricomincia da capo un anno dopo ..con rinnovato impegno! Daniel ZANOLETTI PRESIDENT NATIONAL Versailles le dimanche 28 août 2011 A l’attention de Monsieur Canio Di Milia, Maire de Strésa

29 agosto 2011 ore 9.00 Fabrizio Bertoletti (Segretario del Club 41 di Stresa in formazione), Claudio Matasci (Presidente del Club 41 di Stresa in formazione) e Nuccio Stecca (Editore Nazionale Club 41 Italia) si trovano al Municipio di Stresa per incontrare Canio Di Milia (Sindaco di Stresa). Obbiettivo il rilancio del Progetto Stresa nato l’anno scorso proprio nell’ufficio del sindaco con Daniele Zanoletti (Presidente del 41 Francese). Dopo un esame della situazione si decide di programmare una Presentazione del Club 41 ad un

Sicuramente ambizioso l’obbiettivo che si sono posti gli amici negli uffici del sindaco. L’impegno e la determinazione di Fabrizio Bertoletti e www.club41milano.org

gruppo di candidati nel mese di ottobre presso una sede del Comune di Stresa dove rappresentanti del Club 41 illustrano la Mission del Club 41 Italia e il Progetto Stresa.

Monsieur le Maire, Vous nous avez accordé un rendez vous pour lundi 29 août à 9h00 , et mon emploi du temps m’a rappelé à Versailles, et je ne pourrais accompagner mes amis au cours de cette rencontre. Vous m’aviez reçu, au mois d’août 2010, et j’en avais été très honoré. Je vous avais exposé notre intention de créer un Club 41 à Strésa, afin que la capital du Lac Majeur soit présente dans le sein du Club 41 Italien. Cet objectif prenait toute sa dimension internationale dans la mesure ou les Bureaux Nationaux Italien, Suisse et Français souhaitaient parrainer ce nouveau Club. Pour la partie française, j’ai demandé le parrainage à mon Club de Versailles, qui me l’a accordé, et qui se fait une joie de cette perspective. D’autre part, et pour votre information, les Clubs italiens de la région Piémonte et les Clubs français de la région Savoie vont organiser un jumelage de région au mois de mai 2012, symboliquement à Chambéry, ex capitale de la Grande Savoie. Au bout d’un an de travail, la situation n’a pas avancé comme nous l’espérions. En effet, certaines personnes que nous avions espérées, nous ont fait défaut, pour des raisons de travail ou de santé. Mes amis vous l’exposerons de vive voie, mais nous souhaitons votre aide pour contacter avec votre recommandation, des personnes représentatives de votre ville, de plus de quarante an, et pouvant adhérer à la création du Club 41 de Strésa. Nous sommes bien conscient que cette demande va prendre sur votre emploi du temps déjà chargé, mais nous pensons que cette démarche va également servir à la notoriété et au renom de votre ville. Pour ma part vous connaissez l’attachement que je porte à votre Région par mes racines familiales ... et l’organisation annuelle dans la ville de Strésa de la commémoration du 14 juillet, montre bien votre attachement aux relations italofrançaises.

La création d’un Club 41 à Strésa servira également au del Presidente Claudio rayonnement de votre ville. Matasci non lasciano dubbi: vous remercie par avance de la suite favorable que vous con l’appoggio del Sindaco Je voudrez bien donner à notre demande et vous prie d’agréer Monsieur le Maire en l’expression de ma profonde considée con uno Sponsor come ration. Daniel Zanoletti il 2012 D.ZANOLETTI sarà l’anno del Charter!

... Auguri Stresa!

Président National du Club 41 Français 26


PROGRAMMA VENERDI 1GIUGNO 2012 Ore 16.41: Registrazione Hotel Canalgrande **** Ore 20.41: “Get together” Hosteria Vecchia Pirri” SABATO 2 GIUGNO 2012 Ore 09.41: “AGM” presso Teatro Fondazione San Carlo Ore 10.41: Visita guidata alla città Ore 12.41: Lunch: Ristorante “ La Secchia Rapita” Ore 14.41: AGM Ore 14.41: Visita guidata “Abbazia di Nonantola” Ore 14.41: Vista guidata “Galleria Ferrari” Ore 19.41 “Banner Exchange” - Cocktail del Presidente Ore 20.41 SERATA DI GALA DOMENICA 3 GIUGNO 2012 Ore 09.41: “Farewell Brunch” : Hotel Canalgrande

HOTEL HOTEL CANALGRANDE **** HOTEL CENTRAL PARK**** HOTEL ESTENSE *** COSTO TOTALE  MANIFESTAZIONE  €160.00 TOTAL COST OF THE EVENT  €160.00 Booking and Payment before 01/05/2012

Prenotazioni on line: www.club41italia.org


NOTIZIARIO 41 ITALIA  

EVENTI NAZIONALI E NON DELL'ULTIMO ANNO

Advertisement