Issuu on Google+

La comunicazione tra centro specialistico oncologico e territorio: l’imprescindibile ruolo del MMG

dr.ssa Luciana Cacciotti, medico di famiglia dr.ssa Vera Allocati, psiconcologa AIMaC

02.10.2012


La comunicazione tra centro specialistico oncologico e territorio: l’imprescindibile ruolo del MMG dr.ssa Luciana Cacciotti, medico di famiglia dr.ssa Vera Allocati, psiconcologa AIMaC


Quattro punti di partenza... 1.

Cambiamento della storia del cancro. E’ diventata una malattia plurifasica, cronica e multidisciplinare .

2.

Necessità di riorganizzare e riformulare una “medicina territoriale” adeguata ai nuovi bisogni dei pazienti .

3.

Presa in carico integrata del malato oncologico.

4.

“Continuità assistenziale reale, appropriata, equa ed efficace” come garanzia di un migliore risultato terapeutico sia in termini di aspettativa che di qualità di vita.


Rapporti Fimmg-AIMaC Nel febbraio 2011 convenzione tra FIMMG, AIMaC e FAVO per svolgere studi ed iniziative comuni in accordo al Piano Oncologico Nazionale 2011-2013. Partecipazione stabile di un rappresentante FIMMG ai lavori dell’Osservatorio permanente sulla condizione del Malato Oncologico. Collaborazione per la realizzazione del Rapporto annuale sulla condizione assistenziale dei malati oncologici.


Il ruolo del MMG Quale ruolo oggi per i MMG nel percorso diagnostico e terapeutico? “..il MMG, che avrebbe le competenze per occuparsi in modo multidimensionale del paziente, soffre di un meccanismo di delegittimazione che lo esclude dal percorso di cura e ne svaluta il ruolo” (G.Numico, contributo dell’AIOM sul Follow-up)


La medicina generale 1. “generale”: si rivolge ad un’ampia serie di problemi di salute e a tutta la popolazione senza distinzione di età, sesso o altro; 2. “di primo contatto”: è un servizio disponibile sempre e a breve distanza dal paziente; 3. “orientata al contesto”: considera la persona nel suo insieme e nelle sue circostanze di vita e di rete sociale;


La medicina generale 4) “continuativa”: copre longitudinalmente i bisogni del paziente; 5) “comprensiva”: comprende l’assistenza curativa, riabilitativa e di sostegno al paziente, la prevenzione e la promozione della salute; 6) ) “di coordinamento”: invia il paziente, se necessario, ad altri professionisti ed istituzioni sanitarie. (fonte: NIVEL)


Iniziative FIMMG 1. collegamento con AIMaC nel sito FIMMG; 2. pubblicizzazione dell’Osservatorio Permanente sulla condizione assistenziale dei malati oncologici (composizione, mission); 3. questionario di 6 domande a risposta multipla a tutti gli iscritti FIMMG, come primo tentativo di indagine conoscitiva e come stimolo ad un’attenzione sulla tematica “cancro come cronicità”.


Distribuzione geografica dei MMG che hanno risposto al questionario 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% Serie1

Centro

Nordest

Nordovest

Sud e isole

25%

21%

24%

31%


Suddivisione tra maschi e femmine dei MMG che hanno risposto al questionario 90% 80%

78%

70% 60% 50%

Maschi Femmine

40% 30% 22% 20% 10% 0% Maschi

Femmine


Risposte alle singole domande suddivise per aree geografiche


Superare gli interessi personali 1. Creare sinergie anziché separazioni, oggi ancora diffuse per l’eccessiva parcellizzazione delle competenze. 2. Definire chiaramente “chi fa che cosa, dove, quando, come”, scambiarsi i saperi, condividere i linguaggi, potersi integrare. 3. In definitiva, superare il “modello sequenziale” a favore del “modello integrato” della cura. (prof. Amadori, Roma 28/3/2012)


Una rete per il paziente oncologico


Il “fascicolo sanitario elettronico” (f.s.e.) a) insieme di dati e documenti digitali di tipo sanitario e socio-sanitario di un paziente; b) copre l’intera vita dell’assistito; c) viene alimentato dal S.S.N. e dai servizi socio-sanitari regionali; d) deve essere autorizzato dall’interessato; e) ha finalità di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione.


Grazie per l’attenzione


Il presente documento contiene contenuti a carattere riservato Questo documento contiene informazioni esclusive e riservate di proprietà della FIMMG ed è fornito in via esclusiva soltanto per consentire una valutazione di tutti i dettagli relativi ai prodotti e servizi della stessa. Questo documento (comprese le sue singole parti) non deve essere rivelato o diffuso senza previo consenso scritto di FIMMG e non può essere copiato o riprodotto in nessuna forma o con nessun mezzo ad eccezione del solo uso interno. Tutti i diritti riservati. © FIMMG 2012


relazione cacciotti