Page 1

IL PIEDE DIABETICO VASCOLARE INQUADRAMENTO CLINICO ANDREA PIZZINI 02.10.2012


IL MEDEICO DI FAMIGLIA ED IL PIEDE DIABETICO

 Il Piede Diabetico è una delle classiche complicazioni del Paziente Diabetico  È la prima causa di amputazioni non traumatiche degli arti inferiori.  È una delle più frequenti cause di ricovero in Ospedale del Paziente diabetico

La probabilità di avere un’amputazione è 15 volte maggiore nel diabetico Il rischio di una seconda amputazione è del 50% in tre anni e la mortalità nei pazienti amputati è molto elevata. Harvard

Medical School


IL MEDEICO DI FAMIGLIA ED IL PIEDE DIABETICO

Un Medico di Famiglia ha bassa probabilità di avere un evento “amputazione” in uno dei suoi pazienti diabetici: •incidenza/anno è di 6-8 casi per 1.000 pazienti diabetici •la frequenza attesa è: 1 caso/MMG/10-13 anni • tuttavia un MMG ha in carico in media 7 Pazienti con problemi ai piedi (Prevalenza del 15% nella popolazione diabetica)

Le categorie più frequentemente colpite sono: •i soggetti di sesso maschile •quelli con maggior durata della malattia •le persone di basso livello socioeconomico

Harvard Medical School


PIEDE DIABETICO VASCOLARE Il problema, per quanto sia una manifestazione acuta, nasce e si sviluppa nel corso della vita del Paziente

decenni Cellule Schiumose

Strie Lipidiche

Lesione Intermedia

minuti Ateroma

Placca Fibrosa

Lesione/rottura complicata

Sintomi Fattori genetici SedentarietĂ Fumo Diabete Mellito Ipercolesterolemia Ipertensione Arteriosa

Harvard Medical School


PIEDE PIEDE DIABETICO DIABETICO VASCOLARE È dovuto ad una combinazioni di più problemi che si verificano nel paziente diabetico:

VASCULOPATIA NEUROPATIA DEFORMITÀ DEL PIEDE ULCERE Harvard Medical School


PIEDE DIABETICO VASCULOPATIA

Studio su 2559 DMT2 in 265 Centri Diabetologici Italiani che ha stimato: •prevalenza di ABI < 0,9 pari a 21% •diagnosi di claudicatio presente nel 7,3% dei pazienti •la cianosi dei piedi era osservata nel 3,4% •nel 33,5% si osservava atrofia degli annessi cutanei L’insieme di questi dati dimostra l’importanza di effettuare lo screening per il piede diabetico e per la vasculopatia periferica nei soggetti con diabete mellito. Prevalenza della AOCP: 1\3 delle persone sopra i 70 anni 1\3 delle persone sopra i 50 anni che hanno il Diabete o fumano

Harvard Medical School


PIEDE DIABETICO VASCULOPATIA

La vasculopatia periferica predispone alla comparsa dell’ulcera e si associa a un’incidenza 2‑4 volte più elevata di amputazioni. La visita del piede deve quindi includere anche lo screening per la vasculopatia periferica basato sull’anamnesi e sull’esame clinico dei polsi del piede.

Harvard Medical School


IL PERCORSO DIAGNOSTICO IN MEDICINA

IL MEDICO DI FAMIGLIA …Ultimo clinico rimasto sulla faccia della terra… che arriva sul posto “Povero” di strumentazione


In un paziente con sospetta vascolopatia periferica Reperto clinico

SensibilitĂ %

SpecificitĂ %

LR +

LR -

ulcere o piaghe ai piedi

2

100

7,0

Ns

anormalitĂ del colorito (pallido, rosso o blu)

35

87

2,8

0,7

10

98

6,1

0,9

63-72

92-99

14,9

0,3

20-50

98-99

7,3

0,7

Ispezione:

Palpazione: temperatura piedi asimmetrica Assenza dei polsi tibiale posteriore e pedidio

Auscultazione: presenza di soffio arti inferiori


In un paziente con sospetta vasculopatia periferica

Assenza polsi

Presenza polsi Assenza soffi

Presenza soffi Ulcere piedi Temp. asimm. Colorito


ABI INDEX


PIEDE DIABETICO NEUROPATIA

La neuropatia periferica e vegetativa determinano: •una riduzione della sensibilità (sensitiva) •alterazioni della cute: secchezza, edema (vegetativa) Queste alterazioni predispongono a ripetuti traumi al piede, frequente causa delle lesioni cutanee.

La neuropatia interessa circa il 20‑40% dei diabetici Tale prevalenza aumenta con la durata della malattia e in presenza di uno scarso compenso metabolico

Harvard Medical School


PIEDE DIABETICO

DEFORMITÀ DEL PIEDE Numerosi studi hanno dimostrato l’importanza dell’appoggio plantare e della biomeccanica nella genesi dell’ulcera. Sono segni clinici specifici: •un’area di ipercheratosi, che si forma quando vi è un aumento della pressione d’appoggio del piede e si associa a un maggiore rischio di ulcerazione • le deformità del piede, dovute alla neuropatia o alle pregresse amputazioni, sono un importante fattore di rischio per la formazione dell’ulcera e per nuove amputazioni La pregressa amputazione conferisce un altissimo rischio di mortalità (68% in 5 anni) e aumenta di 3 volte il rischio di una nuova ulcerazione

Harvard Medical School


PIEDE DIABETICO ULCERE

Fattori di rischio locali per l’ulcerazione sono: le deformità del piede e le callosità specie se associate alla neuropatia alla vasculopatia periferica.

Un’ulcerazione del piede è presente nell’85% dei casi di amputazione… … e la pregressa amputazione predispone a una ulteriore Harvard Medical amputazione. School


PIEDE DIABETICO Si viene così a formare il PIEDE

DI CHARCOT

COSA È IL PIEDE DI CHARCOT ACUTO? Si deve sospettare in un paziente con diabete e neuropatia che si presenta con un piede gonfio caldo.

Harvard Medical School


PIEDE DIABETICO

PERCHÉ LA DIAGNOSI È FACILMENTE MANCATA? La fase acuta può essere scambiata per cause più comuni di gamba o piede gonfio come: gotta, TVP o distorsioni. La diagnosi errata di distorsione della caviglia è particolarmente comune se il paziente racconta di un banale trauma.  Rx spesso normale nelle fasi iniziali.  Considerare RMN nel caso di forte sospetto

Harvard Medical School


â&#x20AC;&#x153;I Gemelli Medici Martiri S.Cosma e S.Damianoâ&#x20AC;? dipinto del XVI secolo Rappresenta il loro miracolo postumo piĂš famoso: la sostituzione della gamba incancrenita di un Sacrestano con quella di un Negro morto.

Pizzini Piede Diabetico  

Relazione piede diabetico