Issuu on Google+

La tecnologia nello studio medico del Medico di Famiglia: coniugare approccio olistico e high-tech

68째 CONGRESSO NAZIONALE 4-9 novembre 2013 Roma - Ergife Palace Hotel

Di che cosa parliamo in questo Congresso Donatella Alesso

Roma, 4 novembre 2013


Evolvere per non scomparire • Il mondo è in continua evoluzione • La crisi accentua i cambiamenti • Sopravvivono (e prosperano) le società che sanno interpretare il cambiamento • Anche il mondo della sanità è soggetto all’evoluzione • Anche nella sanità prospererà chi sa interpretare il cambiamento


Parafrasando Bob Dylan:

“Chi non si sforza di crescere si sforza di morire�


Medicina generale e cambiamento Punti di forza • Continuità dell’assistenza nel tempo

Punti di debolezza • Carenza di organizzazione territoriale

• Conoscenza globale del paziente

• Carenza di strumentazione diagnostico terapeutica

• Rapporto privilegiato di fiducia

• Identificazione nel ruolo di gate - keeper

• Snellezza ed economicità dell’erogazione delle cure

• Carenza di comunicazione con le altre figure sanitarie


Per crescere e cambiare

E’ fondamentale per la Medicina Generale: • non limitarsi all’attività di medicina di attesa • creare una organizzazione di lavoro • diffondere l’uso di tecnologie che permettano un approccio sistematico e longitudinale alle malattie croniche.


Tecnologia e medicina del territorio Sviluppo di nuove tecnologie: • apparecchiature diagnostiche di costi e dimensioni contenuti • crescita della telemedicina • diffusione capillare della e-comunication, della digitalizzazione • possibilità di dematerializzazione dei documenti e dei dati .


Ma non dimenticare … • La tecnologia non è un fine ma un mezzo • Si inserisce in un percorso di diagnosi e cura a complemento dell’approccio al paziente • Non può sostituirsi alla relazione con il paziente • Può essere utile ad accrescere la fiducia del paziente • Non deve snaturare il ruolo di medico della persona


Ma non dimenticare … Acquistare tecnologia è un investimento in denaro, tempo e lavoro e deve essere: • commisurato alle esigenze e caratteristiche del lavoro che si svolge • finalizzato allo sviluppo nell’ambito della Medicina generale • capace di produrre un reddito equo, ma giustamente remunerativo.


La tecnologia è uno strumento straordinario e la Medicina Generale, consapevolmente, se ne deve impadronire, senza però perdere le sue caratteristiche.


Organizzazione delle sessioni Al fine di consentire un percorso personalizzato • Plenarie molto ridotte • Grande spazio alle sessioni parallele • Affiancamento tra sessioni politico/sindacali e scientifico/professionali


Donatella Alesso