__MAIN_TEXT__

Page 1

ANNO III N.2 del 17 gennaio 2021

Vaccino per i capresi e per i turisti


Vaccino in farmacia per i Capresi e per i turisti

Quante volte avete augurato buon anno a parenti, amici, conoscenti o anche a singoli sconosciuti? Di buono questo 2021 ci sembra stia portando ben poco. La pandemia da virus Covid-19, malgrado l’arrivo del vaccino, è entrata in una nuova fase più grave. Sembra che il virus si sia incazzato e deciso a contrastare le contromisure messe in campo da tutti gli Stati del mondo. Mentre la pandemia riprende allegramente alla grande, ecco che la politica ci regala una incomprensibile e devastante crisi di Governo. Non abbiamo avuto il tempo di stupirci per questi due eventi e quindi di accorgerci di un’altra piaga che si è abbattuta su questo martoriato Paese: il freddo polare e il susseguente corteo di alluvioni, esondazioni, frane, valanghe e slavine. Da questo cocktail di buone notizie salta fuori anche qualcosa che ci tocca direttamente. La crisi economica ha colpito l’intera Isola con il fermo del turismo, con la scomparsa totale di qualsiasi genere di visitatori. I provvedimenti che hanno martorizzato l’Italia, divisa in ridicole zone colorate scelte come fossero cravatte, hanno letteralmente imbalsamato l’Isola in cui oggi è impossibile soggiornare in uno degli iconici alberghi capresi o gustare i migliori piatti della tradizione culinaria in uno degli stellati ristoranti isolani. Si penserà che la nostra denuncia sia rivolta contro la scomparsa del turismo di fascia alta, mentre è invece il turismo organizzato dei tour operator e delle crociere a subire un’autentica disfatta di cui siamo consapevoli perché abbia-

mo monitorato le prenotazioni per la prossima stagione da marzo a ottobre, scoprendo che non vi sono prenotazioni dagli organizzatori e tour operator, che sono quelli che più velocemente comunicano rinunce e cancellazioni. Che fare? Dagli amministratori nessuna iniziativa, nessuna idea, nessuna proposta. Proviamo a fare qualche utile considerazione cominciando dal contrasto alla pandemia perché, se non si risolve il problema Covid-19, è inutile parlare di ripresa e rilancio del turismo caprese. Occorre liberare l’Isola dal virus cominciando dal vaccino, che deve essere somministrato ad almeno l’80% della popolazione caprese. Non va bene il calendario promosso dalle autorità politiche e quelle sanitarie. Il vaccino a tutti e subito e già il fatto di essere isolani ci autorizza a pretendere il vaccino per tutti e subito. Come già proposto a livello nazionale, si potrebbe condividere la proposta di consentire di istituire punti di somministrazione nelle farmacie dell’Isola. I costi di questa operazione dovrebbero essere coperti e garantiti dallo Stato come per i vari bonus o dai Comuni, o al limite a pagamento con tariffe veramente minimali. Per rendere accettabile questo servizio sarebbe indispensabile un “ristoro” economico adeguato. Nel giro di due mesi o anche meno si potrebbe raggiungere l’obiettivo di almeno l’80% di vaccinati e far ripartire tutte le attività senza limiti e senza condizionamenti. Sanificata così l’Isola, si pone il problema dei turisti che potrebbero anch’essi accedere gratuita-

mente alla somministrazione del vaccino nelle farmacie capresi che avessero aderito al progetto. Sarebbe interessante sottoporre la proposta del vostro modesto Catilina al giudizio dei social per commentarli poi in questa pagina. Potrebbe già esserci chi si chiederebbe se non potesse essere il Capilupi la sede idonea, ma rispondiamo subito di no per due motivi. Per i turisti ci sarebbe da superare quella resistenza psicologica a recarsi in un ospedale. Una farmacia dà un’immagine più rassicurante e poi l’ospedale dovrebbe rispettare le prescrizioni sulle priorità della somministrazione che darebbe risultati accettabili e cioè almeno l’80% per fine anno o quasi. Ai turisti e ai visitatori dell’Isola non potrebbe che far piacere questa offerta di vaccinazione gratuita. Maggiore sicurezza per noi residenti ma protezione anche per i turisti che avrebbero accesso al servizio. A me piace questa proposta dei punti di somministrazione nelle farmacie e aggiungiamo anche le parafarmacie. Mi piacerebbe conoscere il parere dei miei tredici lettori perché la proposta non è di poco momento. In particolare vorremmo sapere come la pensano i Sindaci di Capri ed Anacapri, cui spetterebbe la condivisione della proposta nonché tutte le attività amministrative e procedurali per questa originale caccia al virus. Facciamoci un pensiero e vediamo se è possibile riaprire la stagione turistica a marzo, diventando zona bianca.


Assegnazione dei posti barca, l’opposizione: “Discutere l’argomento in Consiglio”

Il gruppo consiliare CapriVera è artefice di un’interrogazione relativa all'assegnazione dei posti di ormeggio negli specchi acquei del porto commerciale denominati “Levante” e Ponente” e al servizio di battellaggio. Roberto Bozzaotre, capogruppo consiliare, ha scritto al Presidente del Consiglio Comunale di Capri, al Sindaco, all’Assessore delegato al Demanio Marittimo, al Segretario Generale e al Responsabile Ufficio Tecnico Settore Demanio, sottolineando che: con numerose note ed interrogazioni il gruppo Caprivera ha già segnalato e portato all'attenzione del Consiglio Comunale alcune palesi, confermate e gravi anomalie relative alla procedura di assegnazione dei posti di ormeggio negli specchi acquei denominati “Levante” e “Ponente” ubicati all'interno del Porto Commerciale; nel luglio 2020 il competente Settore Lavori Pubblici ha provveduto a pubblicare la graduatoria provvisoria relativamente alla sola categoria del diporto ad uso commerciale; con determina n. 452 del 04.09.2020, in ossequio a quanto richiesto dalla Giunta Municipale con delibera n. 113/2020, il medesimo Settore ha prorogato i contratti in essere per gli assegnatari delle categoria diporto a scopo ricreativo e servizio bigliettazione Grotta Azzurra, fino al 31.10.2020; pur essendo scaduta tale proroga non risultano ancora pubblicate le graduatorie relative al diporto a scopo ricreativo, al servizio di bigliettazione Grotta Azzurra e al servizio di trasporto, imbarco e sbarco passeggeri dalle navi da crociera da e per il porto di Capri. “A questo punto - aggiunge Bozzaotre - è evi-

dente il rischio che anche per la prossima stagione estiva il Comune non riesca a definire le graduatorie per le categorie sopra richiamate, con evidente danno per tutti i cittadini che hanno fatto istanza e soprattutto per quei diportisti che hanno acquistato le barche confidando in una assegnazione in tempi ragionevoli dei posti di ormeggio nel Porto Commerciale e che invece da 18 mesi sono costretti ad ormeggiare altrove con costi decisamente superiori”. “Oltretutto, a seguito di alcune sentenze del TAR Campania sui ricorsi di alcuni diportisti inizialmente esclusi dalla graduatoria di assegnazione del posto barca, i ricorrenti sono stati ritenuti idonei a tale assegnazione per cui anche la graduatoria per il diporto ad uso commerciale dovrà essere rivista alla luce di tali sentenze”, continua il capogruppo di opposizione. Inoltre, nel frattempo, aggiunge Bozzaotre, il Settore Lavori Pubblici ha provveduto ad affidare con determine nn. 362 del 23.07.2020 e n. 774 del 30.12.2020 per la durata di un mese e mezzo per ogni affidamento, alla “Cooperativa Battellieri Capresi a R.L.” il servizio di “battellaggio per trasferire gli assegnatari dei posti barca ubicati nello specchio d’acqua di Ponente, dal punto di approdo del molo “Banchinella” e viceversa, quale prestazione da svolgersi giornalmente nella fascia oraria dalle h. 7.00 alle h. 19.00, senza interruzioni”; tuttavia nella determinazione n. 774 del 30.12.2020 non viene indicato precisamente il periodo di un mese e mezzo in cui la “Cooperativa Battellieri Capresi a R.L.” svolgerà il servizio sopra

menzionato. Nell’interrogazione, CapriVera chiede di conoscere “quali sono le motivazioni per cui non si è ancora provveduto, nonostante le istanze dei cittadini siano pervenute entro il giorno 03.07.2020, alla pubblicazione della graduatoria relativa al diporto ad uso non commerciale; quali sono i tempi indicativamente previsti per la conclusione del procedimento amministrativo in parola; in quale periodo la ‘Cooperativa Battellieri Capresi a R.L.’ svolgerà il servizio affidatole con determina n. 774 del 30.12.2020”. Il gruppo di opposizione chiede che l’argomento venga discusso nel prossimo Consiglio Comunale.

Riprendono day surgery e chirurgia ambulatoriale al Capilupi

E’ ripartita lo scorso giovedì 14 gennaio all’ospedale Capilupi di Capri l’attività di day surgery (chirurgia con ricovero breve) con i primi interventi programmati. Contestualmente è ripresa anche l’attività chirurgica ambulatoriale. Entrambe erano state sospese per alcuni mesi, dopo l’esplosione della seconda ondata Covid. L’attività complessiva, dalla riapertura della sala operatoria avvenuta nel febbraio 2019 ad oggi, è stata di circa 390 interventi effettuati di cui 15 in regime di urgenza. La patologia più trattata è stata la riparazione di ernie inguinali e addominali con ben 110 interventi all’attivo e una onorevole e dignitosa nomina al 6° posto in classifica nazionale su un network dedicato agli ospedali. 3


Il puntaspilli

Pubblichiamo in questa pagina lettere, richieste, denunce e segnalazioni (sia inviateci direttamente che attraverso i social network) relative a proposte, idee, disservizi quotidiani, problemi piccoli e grandi. Facciamo da “puntaspilli” nei confronti dell’Amministrazione, degli enti e delle società di servizi. Potete scriverci una mail all’indirizzo redazione@caprinews.it oppure redazione@mediacapri.it indicando nell’oggetto “Il puntaspilli”. Gli autori delle missive e delle segnalazioni, anche se pubblicate anonimamente o con pseudonimi, si assumono la totale responsabilità del contenuto delle stesse.

L’incuria dei provvedimenti on line della Città di Capri

Indubbiamente il sito on line della Città di Capri risulta particolarmente funzionale e comodo sia per acquisire notizie sul territorio, sia soprattutto per essere aggiornati sulle iniziative e sui provvedimenti della Pubblica Amministrazione. Proprio per il richiamo che il nome di Capri ha a livello nazionale, il sito della Città sarà seguito da tantissime persone anche estranee all’isola. Ecco perché il livello delle divulgazioni dovrebbe mantenere una forma ed una qualità di livello adeguato, evitando pubblicazioni

di provvedimenti che, non si sa se per fretta o per incuria, si presentano poco decorosi oltre a far nascere dubbi e perplessità proprio sul perché siano stati emanati in quel modo come dimostra l’immagine allegata. Il criticone

Il bus sostitutivo a Piazza Ungheria ma la biglietteria della funicolare resta a Piazza Diaz

Per la ormai annuale periodica sospensione per manutenzione del servizio Funicolare, si è tornati, purtroppo, al servizio sostitutivo con i bus ATC che, naturalmente, risulta spesso fastidioso anche per le limitazioni sul trasporto imposte dalle norme anti covid. Ma a questo disagio per gli utenti, se ne

aggiunge un altro abbondantemente evidente e grave. La biglietteria del servizio Funicolare è rimasta a Piazza Diaz (terrazza Funicolare) per cui l’utente che deve acquistare il biglietto o verificare il suo abbonamento o caricare la propria card deve prima recarsi nella “storica” biglietteria della Funicolare e poi correre a Piazza Martiri d’Ungheria al capolinea degli autobus ATC. Eppure proprio a Piazza Ungheria c’è un doppio sportello che fu utilizzato per circostanze analoghe. Non mi sembra questo il miglior modo per agevolare l’utenza che già deve adattarsi ad una condizione certamente meno funzionale rispetto alla possibilità di utilizzare la Funicolare e costretta a servirsi di un servizio sostitutivo garantito da un parco macchine inadeguato. Un osservatore 4


Dov’eravamo rimasti?

Una terza via

Percorrere certe strade di Capri in inverno mette una malinconia addosso differente dalle altre. Ci sono strade sempiterne e che nel ritiro della fredda stagione assumono addirittura maggior fascino e carattere. In particolare i percorsi meno battuti, i sentieri più nascosti e i belvederi più lontani da raggiungere. Questi nella quiete dell’inverno divengono quasi luoghi magici da cui ammirare ed apprezzare l’Isola in tutta la sua bellezza, in tutta la sua grandezza. Ci sono angoli di Capri che ti fanno sentire sotto i piedi di abitare davvero quella “reina de roca” a cui Neruda dedicò i suoi versi. E tra visuali panoramiche che riescono a far toccare terra e mare sullo sfondo di un cielo azzurro capace d’essere in un attimo rosa, rosso o arancione possiamo guardare la costa stagliarsi sotto di noi, fino ad arrivare a toccare mano a mano l’acqua salata che la bagna. In alcuni punti possiamo sederci su una panchina e sentir soffiare forte il vento, in altri guardare come questo riesca ad alzare la bianca schiuma delle onde e in altri ancora guardare come le gocce di poggia restino sulle foglie degli alberi per cadere pian piano una alla volta. Quella è la Capri del sogno, dell’ispirazione, dei sospiri lenti e della mente che si rigenera. Il vero polmone verde dell’Isola che con assidua puntualità ogni anno ci ricorda non solo la propria presenza ma anche quanto essa sia fondamentale per la nostra vita insulare. Fatta di alti e bassi, di periodi frenetici e poi di lentissime pause. E poi, ci sono le strade principali. Quelle che nessuna

radura ricopre, che nessun tortuoso sentiero fa desistere dal raggiungere. Le strade che percorriamo ogni giorno (Covid escluso) per andare a scuola, a lavoro, a fare la spesa. La parte urbana, civilizzata. Zone dove il grigio del cemento ha avuto la meglio sul verde della natura. E dove la perfezione di quest’ultima, capace di autoregolarsi e rigenerarsi continuamente, ha lasciato spazio a tutta l’imperfezione umana, capace invece di immaginare la vita per poco più di tre mesi e nulla più. Via Camerelle, ad esempio, ben rappresenta questo mondo dualistico in cui le patinate vetrine estive lasciano spazio a una distesa di bui negozi per il resto dell’anno. C'è chi dice che si tratti di una forma di equilibrio. Che sia giusto così: avere una stagione di lavoro e averne altre di riposo. Eppure la frenesia dell’una contrapposta, spesso, alla depressione della seconda fa chiedere talvolta se sia davvero questa la verità. Se, visto che le cose vanno in questo modo, da sempre, allora inutile perdersi nelle solite chiacchiere ed immaginare situazioni differenti. Addirittura il Sindaco, in dichiarazioni di qualche tempo fa, asseriva che i capresi non avrebbero dovuto sentirsi turbati da ipotetiche restrizioni per il Coronavirus, poiché Capri in fondo è come se fosse sempre in lockdown d’inverno, strizzando quindi l’occhio alla normalità di questa situazione. Probabilmente la frase infelice voleva essere più di “ottimismo” che un’uscita male interpretabile, un modo di guardare il bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo

vuoto, e di contestualizzare la realtà. Passeggiando per queste strade dalla doppia personalità invece il sentimento appare ben altro. Perché sì, di questi tempi è abitudine, purtroppo, vedere tutte le saracinesche abbassate. Ma questo accade con una consapevolezza: ovvero che, a breve, si rialzeranno. Ad oggi questo lusso, questa rassicurante previsione è turbata da un futuro ancora incerto ed imprevedibile. E questa mancanza di alternative, questa totalità su cui si basa il sistema lo rende estremamente fragile, ponendoci nuovamente davanti al dilemma nella ricerca di una dimensione più sostenibile, fruibile tutto l’anno, godibile senza l’ansia di una vicinissima scadenza. Sembra di guardare un presepe: addobbatissimo e pieno di luci quando serve, spento e lasciato in soffitta quando è passato il suo tempo. È questo un discorso condivisibile per un luogo abitato, ricco e prospero come la Città di Capri? O esiste una terza strada ancora non percorsa? E se esiste, in che modo e in che misura è responsabilità della politica indicarne non tanto la direzione ma quanto meno aprire un dibattito a riguardo? È possibile immaginare accanto a questi due percorsi, fatti di luci e di ombre, una terza scelta, destinata a resistere anche al freddo, alle intemperie, alla quiete dell’inverno? Quasi sempre l’utopia resta utopia finché qualcuno non la concretizza. Verrà mai un momento per realizzare anche questa? Venere 5


Chiesto l’allestimento anche a Capri di un centro di somministrazione dei vaccini

Sono decine gli operatori sanitari, medici, infermieri e oss del Capilupi, medici di base, operatori del centro Anffas, tecnici del Cnsas di Capri sottoposti a vaccino anti-Covid. Sono stati vaccinati a Napoli all’Ospedale del Mare o alla Mostra d’Oltremare. Nella vicina Ischia le operazioni sono state agevolate dall’allestimento di un centro per la somministrazione dei vaccini sull’isola, a Capri invece non è avvenuto. Regione e Asl hanno negato questa possibilità. Ma sono ancora in tempo per correre ai ripari: basta volerlo. L’avv. Gaetano Simeoli, presidente dell’Associazione Nazionale Liberi Consumatori, ha scritto in proposito al governatore della Campania Vincenzo De Luca e al direttore generale dell’Asl Na 1 Ciro Verdoliva chiedendo di predisporre gli atti amministrativi e logistici per l’allestimento di un punto di somministrazione vaccini anche a Capri. Sulla necessità di dar vita a un’adeguata e massiccia campagna vaccinale per tutti rimandiamo all’approfondimento e all’articolo di Catilina a pagina 2. ***

ANNUNCI IMMOBILIARI info@pipoloimmobiliarecapri.it Cell. 328.4205196

Rif. 1257a Via Le Botteghe - CAPRI In un contesto tranquillo e silenzioso, ma al contempo centralissimo, proponiamo in vendita appartamentino all’ultimo piano di una palazzina con una superficie interna di circa 50 mq. La proprietà è composta da salotto, cucina, camera da letto matrimoniale, camera da letto singola, entrambe con bagno en-suite e terrazzo di copertura accessibile da una scala a chiocciola. La proprietà si presenta in buone condizioni, dotata di aria condizionata e infissi in PVC. Richiesta: 600.000 euro

Rif. 1262a Via Matermania - CAPRI Proponiamo in vendita appartamento con ingresso indipendente situato a 10 minuti dalla Piazzetta, nella bellissima via Matermania. L’immobile, sito al piano rialzato di una palazzina è composto attualmente da 4 vani, due bagni, cucina e ampio terrazzo da cui si può godere di una bella vista sul mare. La proprietà necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 440.000 euro

Rif. 1261a Villa Via Torina - CAPRI Proponiamo in vendita prestigiosa villa collocata in una delle zone più panoramiche, a pochi minuti dal centro di Capri. L’intera proprietà, con una superficie complessiva interna di circa 200 mq, gode di una meravigliosa vista sul mare e sul Castiglione. La villa si presenta in buone condizioni ed è distribuita su due piani. Il primo livello dispone di un’ampia zona giorno composta da salotto con camino, sala da pranzo, entrambe con uscita su balcone e terrazzo, cucina, camera di servizio e bagno. Il secondo livello invece è composto dalla zona notte dove trovano collocazione 3 ampie camere da letto di cui una con accesso ad un balcone privato e due bagni. Tramite una scala esterna si accede al piano seminterrato dove trova posto una cantina, che ben si presta a diverse progettazioni. La villa è circondata da ampi spazi esterni in parte pavimentati e in parte adibiti a giardino. Completa la proprietà una dependance con bagno en-suite. Ideale anche come soluzione da mettere a reddito a scopo di investimento. Richiesta: 1.600.000 euro

Rif. 1214a Via Sopramonte - CAPRI Appartamento collocato a pochi minuti dalla famosissima Piazzetta di Capri, ubicato in una delle strade più panoramiche dell'isola. L'immobile presenta una superficie di 100 mq così distribuiti: salotto, sala da pranzo, cucina, 2 camere da letto, disimpegno, bagno. La proprietà dispone di un balconcino da cui si può godere di una splendida vista sul mare e di un gradevole scorcio sui Faraglioni. Da ristrutturare. Richiesta 880.000 euro.

Rif. 1295 Via Matermania - CAPRI Richiesta ribassata. In posizione panoramica e soleggiata, proponiamo in vendita appartamento collocato al secondo piano di una palazzina distante 10 minuti dalla rinomata Piazzetta. La proprietà presenta una superficie interna di circa 100 mq ed è composta da soggiorno, cucina, tre camere, due bagni, balconcino e grazioso terrazzo da cui si può godere di una splendida vista sul mare. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 760.000 euro.

Rif. 1256 Via Marina Piccola-CAPRI Proponiamo in vendita appartamento situato all’inizio di Marina Piccola con una superficie utile interna di 70 mq. La proprietà vanta di una posizione strategica essendo collocata

a pochi minuti dalla Piazzetta e al contempo dalle spiagge. Situata al piano terra di una palazzina, l’appartamento è composto da salotto con cucina open space, due camere da letto matrimoniali, due bagni, disimpegno e terrazzino. Recentemente ristrutturato e dotato di aria condizionata. Richiesta: 680.000 euro

Rif. 1255a Via Castello - CAPRI Nella bellissima via Castello, a pochi minuti dalla celebre Piazzetta, proponiamo in vendita appartamento di circa 90 mq situato in un contesto signorile e tranquillo. La proprietà è composta da salotto con cucina open space con uscita su grazioso terrazzo, tre camere da letto, due bagni e terrazzino di servizio. Richiesta: 1.100.000 euro

Rif. 1399 Piazza San Nicola - ANACAPRI Proponiamo in vendita nel pieno centro di Anacapri, a pochi passi da Piazza San Nicola, appartamento di 90 mq distribuito su tre livelli situato in un contesto tranquillo e signorile. La proprietà è composta da disimpegno, camera da letto matrimoniale con bagno en-suite al primo livello. Il secondo livello invece dispone di una seconda camera da letto matrimoniale, bagno e disimpegno. Al terzo livello invece trova collocazione la zona giorno composta da ampio salotto con uscita su terrazzino a livello e cucina. La proprietà dispone inoltre di un terrazzo di copertura da cui si possono ammirare bellissimi tramonti tutto l’anno. Completa la proprietà un locale cantina/deposito. Ottimo anche come uso investimento per adibire l’immobile a casa vacanza. Richiesta: 800.000 euro

Rif. 1384 Vico Ariviello - ANACAPRI Nella centralissima piazza Boffe, nel cuore di Anacapri, proponiamo in vendita grazioso appartamento collocato al primo e ultimo piano di una palazzina composto da salotto, cucina, camera da letto matrimoniale, cameretta, bagno e balcone. Completa la proprietà un comodo deposito posto al piano terra. Grazie alle generose altezze degli ambienti, l’appartamento risulta luminoso e arioso e si presenta in buone condizioni. Richiesta: 495.000 euro.

Rif.1310 Via Carlo Ferraro - ANACAPRI Appartamento di 110 mq circa collocato in un complesso residenziale, a pochi passi dal centro di Anacapri. La proprietà è distribuita su due livelli così suddivisi: soggiorno con camino che affaccia su un grazioso terrazzo, camera da pranzo con veranda, cucina abitabile e bagno al primo livello. Mentre il secondo livello è composto da camera matrimoniale con terrazzino, ampio bagno e 2 camere da letto singole con terrazzino. La proprietà si presenta in ottime condizioni e gode di un’ottima esposizione al sole. Richiesta 680.000 euro

6


La torre campanaria “sfregiata” da tempo, i lavori affidati a maggio ma mai iniziati Come si chiama il Sindaco di Capri? Gaffe della Rai

Continua, esattamente da un anno, il vero e proprio scempio della torre campanaria, soprattutto sul lato “Funicolare”. Un grave sfregio che in tanti hanno notato: intonaco e pitture “a chiazze”, efflorescenze, discontinuità dei colori. Da un anno, proprio da un anno, il principale simbolo della Piazzetta è deturpato e violentato. Il sito monumentale, sottoposto alle regole ed ai vincoli della Soprintendenza, merita un’attenzione particolare. Eppure, sebbene sia in condizioni estetiche indecenti, non è stato possibile attuare ancora nessun intervento di sistemazione, a causa di problemi e lungaggini burocratiche nelle autorizzazioni da parte della Soprintendenza. L’Amministrazione dovrebbe necessariamente porre in primo piano l’immagine e il decoro del paese e la tutela e la salvaguardia dei suoi beni storici e monumentali, accelerando l’iter per il via ai lavori. Lavori annunciati da tempo dal Comune, con tanto di verbale di affidamento alla ditta incaricata avvenuto nel maggio 2020 con la formula della somma urgenza, ma mai iniziati.

pancia” errato. Lo scorso anno una gaffe memorabile fu commessa da Positanonews che, tradito dal web, chiamò il Sindaco di Capri Cirino Lembo, perfetta sinNon è passato inosservato l’errore tesi tra Ciro e Marino. della Rai. Durante una delle recenti edizioni della Tgr Campania, il telegiornale regionale in onda su Rai Tre, il Sindaco di Capri Marino Lembo è stato ribattezzato Ciro Lembo con tanto di “sotto-

La fotonotizia di Costantino

Questa foto testimonia il degrado e la scarsa attenzione sul territorio da parte delle autorità, del Sindaco e della Amministrazione. Ci troviamo in prossimità del viale di accesso alla Certosa di San Giacomo. Da mesi il tabellone pubblicitario si presenta in queste condizioni: abbattuto, lasciato così alle intemperie, senza essere stato rimosso. Più in fondo, lungo la discesa, si notano le mattonelle con la vecchia insegna, ormai usurata, del liceo ginnasio Publio Virgilio Marone: da anni l’istituto scolastico non esiste più, eppure resta la tabella mezza sgangherata. Cosa si aspetta a ripristinare un po’ di decoro?

8


Tra pozzanghere e dissesti il porto di Capri sempre più insicuro e pericoloso Lavori a via Roma: aperto il cantiere

Aperto il cantiere a via Roma. Sono iniziati i lavori, disposti dal Comune di Capri con la determina 193, mirati alla riqualificazione urbana e all’abbattimento delle barriere architettoniche in previsione della pedonalizzazione di via Roma nell’ambito di un ampio progetto che prevede anche l’ampliamento e la realizzazione del parcheggio interrato al Piazzale E’ in condizioni sempre più inde- Europa. A coordinare l’opera è il corose e indecenti la banchina responsabile del settore Lavori principale del porto di Capri. Pubblici Mario Cacciapuoti. Nelle giornate di pioggia a dominare la scena sono pozzanghere e La comunità piscine lungo l’intero molo, un pericolo costante anche in consi- srilankese ringrazia derazione di buchi e dissesti stra- per assistenza dali sul porto. Le responsabilità politiche sono enormi, tanto della e solidarietà ricevute Regione quanto del Comune. Il La comunità srilankese ha inviato vicesindaco Ciro Lembo, che si è al Sindaco di Capri una nota di sempre definito il sindaco di ringraziamento per l’aiuto e il Marina Grande, dove è finito? sostegno ottenuto dall’inizio della L’unico atto di cui si ha memoria pandemia. “Grazie a lei e ai capreè la buffonata delle inutili paglia- si ci è stato garantito un lavoro, un relle fatte montare sul porto a pasto caldo, accoglienza e solidapochi giorni dall’insediamento. rietà. Tutto questo ci ha dato la sensazione di stare a casa, per noi significa molto” scrivono. Sono La pandemia non centinaia i cittadini dello Sri ferma le demolizioni Lanka che vivono e lavorano sulad Anacapri l’isola nella stagione estiva, la Nemmeno la pandemia ferma le maggior parte dei quali non ha demolizioni. Nei giorni scorsi la potuto far rientro in patria questo Procura, nell’ambito del piano di inverno. Una comunità particolarabbattimenti, ha fatto eseguire il mente integrata nel tessuto sociale distacco delle utenze e lo sgombe- e produttivo messa a dura prova ro di un’abitazione realizzata abu- dal Covid-19 e che ha voluto pubsivamente negli anni ‘90, una blicamente inviare un messaggio “prima casa” oggetto di procedura di ringraziamento e riconoscenza Resa, ad Anacapri zona Mesola. al Sindaco, esteso all’intera cittaRespinto l’incidente di esecuzio- dinanza, nella speranza che “tutto torni presto alla normalità”. ne, a giorni la demolizione.

“Non distruggete lo scivolo”: centinaia di firme alla petizione

“Non distruggete lo scivolo di alaggio di Marina Grande”: è il titolo della petizione su change.org al Sindaco di Capri, indirizzata anche alla Regione, alla Capitaneria e alla Soprintendenza. Centinaia le adesioni e le firme raccolte. Tra i promotori Anita de Pascale che contesta la delibera con la quale la giunta comunale di Capri ha previsto i lavori di riqualificazione di Marina Grande tra cui l’ampliamento e la sistemazione di Piazza Vittoria e di via Cristoforo Colombo mediante il banchinamento dello scivolo di alaggio che distruggerebbe un pezzo di storia.

Un ricordo delle persone scomparse

E’ scomparso all’età di 66 anni il caro Michele Visalli, proprietario per anni con la famiglia del ristorante Mamma Giovanna di Anacapri. La salma è stata cremata. Alla moglie, ai figli e a tutti i parenti il cordoglio di Costantino Federico e della redazione.

A Vancouver, in Canada, è venuto a mancare Luigi Federico, Gigino. Originario di Capri, da moltissimi anni aveva lasciato l’isola. Alla moglie, ai nipoti e a tutti i parenti le condoglianze di Costantino e della redazione.

Marito, padre e nonno amorevole, è volato in Cielo all’età di 83 anni Dario Gentile. I funerali sono stati celebrati nella chiesa di Santa Sofia di Anacapri. A tutti i familiari il cordoglio di Costantino Federico e della redazione del giornale.

10


Sippic contro l’elettrodotto Terna, i giudici del Tar Lazio archiviano il ricorso

L’elettrodotto di Terna passa indenne l’esame del Tar. Il Tribunale Amministrativo del Lazio (Giuseppe Sapone presidente, Emiliano Raganella estensore) ha infatti deciso di archiviare, per sopravvenuta carenza di interesse, il ricorso presentato dalla Sippic. Uno stop pesante, ma anche scontato, per la Sippic che aveva provato a giocare la carta giudiziaria rivolgendosi ai giudici amministrativi per ottenere l'annullamento del decreto del 2012 con il quale era stato approvato il progetto definitivo del collegamento a 150 kv a corrente alternata pre-

valentemente in cavo sottomarino tra Torre Annunziata e Capri, della nuova stazione elettrica di Capri e delle opere accessorie. La Sippic aveva citato in giudizio una marea di enti, dai Ministeri alla Regione passando per Città Metropolitana e Comune. In sintesi la Sippic aveva impugnato gli atti di approvazione del progetto ed autorizzazione del collegamento tramite elettrodotto marino dell’isola di Capri con il continente, realizzato da Terna, in sostituzione della centrale elettrica a gasolio, e aveva impugnato, con motivi aggiunti, gli atti di approvazione di una variante

localizzativa delle opere sull’isola di Capri e l’avviso di approvazione del progetto definitivo, contenente la dichiarazione di pubblica utilità e l’imposizione di un vincolo preordinato all’asservimento coattivo. Il Tar, nel respingere e quindi archiviare il ricorso in quanto ritenuto “improcedibile”, ha evidenziato tra l’altro che “la convenzione sottoscritta in data 15 dicembre 2016, tesa a regolare i rapporti con Terna, è un atto univoco posto liberamente in essere dalla ricorrente, che dimostra la chiara e irrefutabile volontà di accettare gli effetti dei provvedimenti autorizzativi impugnati”.

11


Parte la nuova campagna di tesseramento dell’associazione Amici di Cetrella

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Come di consueto all’inizio dell’anno, diamo avvio alla campagna di tesseramento alla nostra Associazione per il 2021. Associarsi rappresenta la tangibile appartenenza ad un’Associazione che nella propria missione ha l’unico scopo di preservare, salvaguardare e valorizzare un patrimonio comune dell’isola quale la Valletta di Cetrella, esaltarne e garantirne la unicità e le caratteristiche, renderla godibile al maggior numero di persone possibili. Esserci finora riusciti non sarebbe stato possibile senza il supporto, l’aiuto, la solidarietà di tanti e anche e soprattutto, senza il concreto contributo degli Associati. La tessera di “Amico di Cetrella” non da luogo a nessun tipo di agevolazione, sconto, convenzione, etc.; rappresenta solamente la vicinanza, la condivisione e la partecipazione ad un progetto, la possibilità di poterlo portare avanti e implementarlo con nuove

iniziative. Oggi il nostro obiettivo è “aprirsi” alla Società isolana in maniera più ampia e coinvolgente; avere al nostro fianco e interessare sempre più persone; diventare una Comunità sempre più allargata, solida e coesa; attrarre e stimolare i più giovani a farne parte attiva e propulsiva; assicurarne un sereno e sicuro futuro. Per sostenere e garantire questo ambizioso programma, abbiamo ritenuto opportuno anche adeguare lo Statuto, recentemente approvato; per i più giovani, esso prevede una nuova specifica categoria di tesserati: i “Soci Junior”. Tesserarsi è semplice!! Per coloro già in possesso della tessera 2020, a meno di specifica richiesta di recesso, il rinnovo sarà automatico e analoga sarà la procedura di consegna e la riscossione dell’importo; a quanti desiderano associarsi per la prima volta, è solamente richiesta preventivamente, la presentazione su specifico modulo, di una formale istanza indirizzata al Presidente

dell’Associazione. Le quote di iscrizione per il 2021 sono le medesime del 2020, rimaste peraltro inalterate già da diversi anni; per i Soci Junior la quota annua è pari ad 1/3 di quella per i Soci Ordinari. L’importo della tessera può essere versato, contestualmente alla consegna della card, direttamente al Tesoriere dell’Associazione (tel.: 333 8834945) o ad un suo delegato; qualora il Socio preferisca corrispondere la quota a mezzo bonifico bancario (IBAN : IT04 R030 6939 7921 0000 0007 236), la tessera gli sarà successivamente inviata. info@amicidicetrella.it è l’indirizzo e-mail a cui rivolgersi per qualsiasi informazione. Associazione Amici di Cetrella Il Consiglio Direttivo

Sport di squadra e campionati, la voglia di ripartire quanto prima

Si attende con ansia il via libera alla ripresa delle attività sportive e delle attività agonistiche. I campionati sono fermi da mesi; alcuni non sono mai iniziati, altri sono stati interrotti bruscamente in autunno. A Capri e ad Anacapri la maggior parte delle società e delle associazioni sportive è in affanno: lo stop imposto dalla pandemia e dalle regole contro il Covid ha paralizzato ogni attività per quanto riguarda gli sport di contatto. Investimenti, energie, risorse, ambizioni, sogni, desideri, speranze, tutto fermo. Ma la grande voglia di ripartire quanto prima è forte, quella non muore mai. 12


Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 2 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (10 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, in via Li Campi 19 a Capri.

ingresso, letto, divano letto, angolo VENDITE IMMOBILIARI cottura, bagno – Prima e seconda NUDA PROPRIETA’ - ZONA settimana di luglio. Tel. DAMECUTA ANACAPRI - vendo 347.3569781 appartamento su due livelli, vista sul mare, grande terrazzo, giardiFITTI no, vicinissimo bus di linea. Primo livello due camere, cucina, bagno, CAPRI fittasi monolocale abitabigrande terrazzo. Secondo livello le o uso ufficio sottoposto ad. piazzetta tutto l’anno. Euro 600. Tel. due camere, cucina, bagno. 371.3673392 ore 20/21 Fornito di corrente trifase. Accessibile direttamente con auto. Tel. 081.8372098 (ore 9:00 – 17:00) LANCUSI (SA) fittasi a studenti posto letto in appartamento, piano MOLISE vendesi casa centro sto- rialzato, finemente ristrutturato, a poca distanza campus universitarico Campitello Matese (San Massimo). Piano terra: ingresso, rio di Fisciano, vicino a tutti i servizi e mezzi pubblici 500 mt di cucina, soggiorno, caminetto, ripodistanza dalla stazione di stiglio e bagno. Piano superiore: Trenitalia di Fisciano, direzione tre camere da letto, corridoio, Napoli o Salerno. Trattasi di bagno e balconata. Tel. 360.436183 appartamento con ingresso indi– 081.8371132 pendente composto da una camera ANACAPRI Vendesi appartamen- con lettini singoli, cucina abitabile, to in Via Trav. Follicara adiacente bagno con box doccia, lavanderia. Luminoso, balconata con esposifermata bus Caprile. zione a sud, termoautonomo con L'appartamento è composto da 2 posto auto condominiale nel stanze, soggiorno, cucina, bagno e parco. Escluso utenze. Tel. terrazzo di circa 30 mq. 333.1311575 Possibilità anche posto auto. Prezzo da concordare. Tel. ANACAPRI fittasi appartamento, 338.3893726 piano terra, completamente PENISOLA SORRENTINA, zona ammobiliato con terrazzo a livello. Tel. 348.4909545 Ciro Colli di Fontanelle, (S.Agnello) monolocale indipendente con giarSORRENTO fittasi due appartadino, in ottimo stato, posto auto. menti uno di 90 metri ed un altro Panoramicissimo. Tel. di 70 metri quadri in contesto 338.4646741 signorile con arredamenti moderni, entrambi recentemente ristrutCAPRI - Via Fuorlovado, 36 turati con posto auto e giardino Multiproprietà Villa Igea rivolto a referenziati/e. Non chiaVendesi monolocale tre persone, vista mare, servizio alberghiero, mare per 4+4 o 3+2. Prezzi a par-

tire da €750 mensili consumi esclusi. Tel. 350.0403032

LAVORO RISTORANTE al centro di Capri cerca cameriere bella presenza, conoscenza lingua inglese. Tel. 338.8638217 - info@martiniello.it

AMERICANA residente a Capri con certificazione all’insegnamento offre lezioni private di Inglese per tutte le età. Per contatti: inglesecapri@gmail.com +14404889899 whatsapp

CERCASI insegnante di supporto di doposcuola per materie di classe 2° e 3° media. Tel. 081.8370327 SRI LANKESE residente da 20 anni a Capri cerca lavoro come cameriere, badante giorno, notte, ad ore oppure come pulizie. Tel. 349.7387403

GIOVANE srilankese cerca lavoro come badante per uomo, possibilmente notte e giorno. Tel. 333.5348531 RAGAZZA srilankese cerca lavoro come badante o pulizie. Part time. Tel. 334.2168406

AUTO - MOTO Vendesi Kubo Fiat in buone condizioni. Immatricolato 2012. 95000 km. Prezzo da concordare. Tel. 334.8505837 Scooter Piaggio Beverly 500 ottimo stato vendesi. Tel. 371.3673392


Un preludio al tempo in cui siamo A cura dell’Associazione di varia umanità

Nel 2014, l’Armando editore pubblicò a Roma “La Tregua”, che ha per sottotitolo “Riflessioni inattuali sulla crisi religiosa, culturale, politica, sociale”. L’avevo scritta con l’intento che fosse anche espressione di quella cultura dell’Isola di Capri che vuol essere se stessa e non sottomessa all’industria culturale che viene dalle metropoli, la quale impone cosa pensare, cosa scrivere e come scrivere. Si era nel periodo della crisi economica che, all’improvviso, nel 2008, si era sviluppata negli Stati Uniti d’America, raggiungendo poi altri paesi. Aveva messo in pericolo e comunque rallentato il veloce tendere verso un sempre maggior benessere ed una sempre maggior prosperità, che si era sviluppato in tutto l’Occidente dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Lo considerai un inaspettato tempo per riflettere sul cammino che si era percorso, sulla situazione esistente e sul senso e l’orientamento da dare al futuro. L’opera, che aveva una lunga e concordata prefazione di Dario Antiseri, curatore della collana editoriale, è composta da trentadue capitoli, costituiti, per lo più, da articoli, attentamente riveduti, già pubblicati in quotidiani, settimanali e riviste mensili. In particolare dà una visione generale dell’Italia la quale, con una encomiabile opera di ricostruzione, era riuscita ad essere uno dei paesi più industrializzati del mondo, e quindi uno dei paesi più

ricchi di benessere. Ciò mentre si verificava un disintegrarsi del territorio, e del tessuto sociale; ed anche della cultura e della religione. “La Tregua”, senza staccarsi dalla visione generale, descrive particolari aspetti di questa che contribuiscono a determinarla ed a caratterizzarla. Contiene note di tentativi di orientamenti per migliorare la situazione spesso confusa, disagevole, di scarsa qualità, di mediocrità, di ignoranza. E dove, per lo più, le parole che si usano sono inattendibili, inautentiche e non favoriscono quell’indispensabile dialogo al quale l’opera invita singoli, istituzioni, comunità. La speranza era che l’inevitabile ripresa economica avvenisse dopo che si fosse preso atto della situazione esistente, la si fosse analizzata nel suo insieme e nei suoi molteplici aspetti, e si fosse determinata una nuova e precisa rotta, da perseguire con forza e con coraggio. Sette anni dopo, “La Tregua” si è rivelata come un preludio all’attuale tempo dell’epidemia globale, che ha sconvolto il vivere in ogni parte del mondo . Nel penultimo brevissimo capitolo, intitolato “Inaspettatamente” è detto che, talvolta, non solo in tempo di burrasca , ma anche in tempo di quiete, un inaspettato avvenimento rivela la fragilità di ogni cosa umana e di ogni uomo che si ritiene onnipotente. Ed indica la necessità che si sappia usar sapientemente quel che la scienza e la tecnica concedono. Nel capitolo successivo si sostiene che si è in un momento fondamentale della storia d’Italia, dell’Europa, dell’Occidente, della stessa Umanità, ma che i più non

sono consapevoli di questo e che nel miglior dei casi ne demandano la conoscenza agli esperti, in particolare ai professori universitari, mentre ritengono che ai politici spetti rendere sempre più agevole la loro vita personale. Si aggiunge che l’uomo decade sempre più per l’indebolimento del pensiero, della ragione, dello spirito critico e degli ideali. Or che siamo in un momento fondamentale della storia, la speranza è che i capitoli de “La Tregua”, scritti dopo lunghi studi e riflessioni, aiutino a comprendere la situazione nella quale siamo, e ad essere responsabili del proprio vivere e di quello della propria comunità. Raffaele Vacca

15


Profile for Caprinews

535 - L'Informatore Popolare di Capri e Anacapri - 02/2021  

ANNO III - N. 2 del 17 gennaio 2021

535 - L'Informatore Popolare di Capri e Anacapri - 02/2021  

ANNO III - N. 2 del 17 gennaio 2021

Profile for caprinews
Advertisement