a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

ANNO II N.11 del 22 marzo 2020

Il Capilupi: la prima difesa


Il Capilupi: la prima difesa Ci stiamo pericolosamente avvicinando al picco del contagio del Corona virus ed è quindi il momento del necessario sforzo per il contenimento alla sua diffusione. Il nostro presidio ospedaliero, il Capilupi, sarebbe in prima linea laddove anche a Capri, magari per la superficialità di qualche incosciente, dovesse registrarsi lo sbarco del micidiale virus. Ferma e continua deve essere la pressione sulla Regione, sulla ASL e sulle due Amministrazioni Comunali perché questi sono i referenti della società che ci riguardano. Sembreranno banalità, ma dobbiamo impegnarci affinché possano affrontare qualsiasi emergenza provocata dal Covid 19. Servono supporti di difesa passiva come guanti, mascherine, calzari, tute. Assicuriamoci che le ambulanze siano in perfette condizioni e pronte a trasporti di urgenza. La disponibilità deve riguardare anche i carrelli ambulanze elettrici. Se serve l’eliambulanza ci sono ancora possibilità di intralci di carattere burocratico o tecnico per la elisuperficie di Damecuta? Ci dobbiamo dare da fare per tutto quello che abbiamo elencato, ma intanto abbiamo bisogno di dimostrare l’attaccamento dei

Capresi al nostro ospedale. Oltre ai buoni sentimenti occorre anche mettere mano alla tasca con funzione di sigillo alla immagine e alla generale mentalità dei Capresi. Un’idea per soddisfare l’impegno di un consistente contributo potrebbe riguardare l’acquisto di macchine o strutture medicali. Che ne dite, ad esempio, di una macchina per radiografie portatile? Non so quanto può costare, ma so invece che un apparecchio per la ventilazione è stato già ordinato da Franco Senesi con destinazione Capilupi. Forse potremo dar vita ad una cordata di donatori per implementare la struttura sanitaria sul versante di apparecchiature medicali oggi assenti dal Capilupi, o se già presenti prevedere apparecchiature di riserva. Sul versante sanitario e sulla efficienza e importanza del Capilupi abbiamo scritto abbastanza, ma i conti col Corona virus li dobbiamo fare anche e soprattutto sul piano economico. Ristoranti, alberghi e negozi fanno a gara per chi è stato più punito dalla crisi. Ad essere ottimisti non basteranno due anni per recuperare i posti di lavoro perduti per il Corona virus e quante aziende finiranno gambe all’aria. Come un ritornello ricordo di

aver richiamato il tema del Comune unico, mai come in questo momento obiettivo utile ed essenziale per il futuro dell’Isola. Una delle conseguenze peggiori sarà invece la aumentata e irresistibile debolezza delle aziende legate al turismo e cioè in primis ristoranti, alberghi e negozi che stanno cedendo le rispettive aziende ai fondi di investimento stranieri o alle grandi multinazionali della moda e del lusso. Prevediamo infatti una presenza sempre più ampia di investitori a caccia di società in difficoltà. Avete provato a contare gli alberghi finiti nelle voraci fauci dei pescecani o quanti sono i ristoranti fuori della tradizionale cucina caprese, o ancora quanti sono i negozi con i grandi brand che hanno fatto shopping (nomen omen) sia delle mura che la gestione diretta dei negozi avviando la dismissione dei franchising? Questo processo, avallato e finanziato dalle banche presenti sull’Isola, sembra procedere senza che le Amministrazioni e i Sindaci diano segni di consapevolezza e pensino a qualche forma di contenimento e resistenza nei confronti di questo vento che ormai soffia con sempre maggiore forza.


Dramma sociale ed economico, insufficienti le misure previste dal Governo

Una bomba economica senza precedenti per Capri. La pandemia da covid-19, noto anche come coronavirus, oltre alle migliaia di morti e contagiati che hanno messo in ginocchio il sistema sanitario, nel giro di pochi giorni ha fatto collassare il tessuto economico e produttivo. Tra le attività in crisi nera tutte quelle legate al turismo, sia in maniera diretta che indiretta, in special modo nelle località a forte stagionalità. Sotto il profilo economico il dramma che sta vivendo l’isola di Capri è epocale. Dal dopoguerra a oggi è forse il momento più difficile della storia di Capri. Le attività commerciali, imprenditoriali e professionali sono ferme; pochissimi i lavori consentiti in questo periodo caratterizzato dal “restate a casa”. Imprese, famiglie e lavoratori sono in affanno. E gli aiuti annunciati dal Governo non serviranno a risollevare le sorti dell’isola. Anzi, sono in arrivo solo briciole. Un dato su tutti: solo 170mila lavoratori stagionali su un totale di 520mila, secondo l’associazione Anls, beneficeranno dell’assegno di 600 euro stanziato dal Governo nell’ambito del decreto “Cura Italia”. Una doccia fredda soprattutto per i tanti lavoratori di Capri e di Anacapri che non rientrano tra coloro che potranno ricevere il sussidio e che si ritrovano attualmente senza lavoro, senza Naspi perchè già terminata e anche senza la possibilità di usufruire delle 600 euro. Il “Cura Italia” a Capri scontenta praticamente tutti. Il Governo Pd-M5s non poteva fare di peggio. Commercianti, albergatori, imprenditori, i cococo e il popolo delle partite iva hanno ottenuto soltanto il rinvio delle scadenze di marzo, un assegno di 600 euro (non per tutti) e un parziale credito d’imposta sugli affitti delle attività commerciali. Aiuti che non serviranno a superare il periodo di crisi economica. Esclusi addirittura dagli interventi di sostegno

la maggior parte dei professionisti e degli autonomi. “No all’elemosina di Stato” è il grido lanciato dalle partite iva. Non basta far slittare il pagamento dei contributi, sarà necessario azzerarli se davvero si vuole puntare alla ripresa. Il gruppo consiliare CapriVera, rappresentato da Roberto Bozzaotre, Paolo Falco, Costantino Federico e Melania Esposito, ha chiesto alla Amministrazione Comunale l’immediato stop a qualsiasi scadenza di tasse, tributi e oneri comunali e il varo di misure speciali a sostegno dei capresi. Richiesta subito accolta: l’assessore al bilancio Salvatore Ciuccio ha confer-

mato l’intenzione di procedere con la sospensione di tutte le imposte comunali nell’attesa di mettere in atto un piano economico specifico per Capri. La situazione è drammatica. Tanto a Capri quanto ad Anacapri, il cui Comune per di più ha risorse a cui attingere molto limitate. Molte famiglie meno abbienti, monoreddito o le cui uniche entrate sono legate ad attività del settore turismo ora del tutto ferme, cominciano ad avere difficoltà a pagare gli affitti e a fare la spesa. Una situazione che rischia di protrarsi per le lunghe, visto che proprio a giorni è atteso il picco dei contagi al Sud Italia.

La fotonotizia di Costantino

Non c’è trippa per gatti. Amara constatazione per il pigro felino divenuto padrone della Piazzetta, abbandonata dagli umani causa Corona virus. Foto del giorno di San Giuseppe ma anche “festa del papà”. Il micio sembra occupare la Piazzetta completamente libera e sgombra e forse in attesa delle mitiche zeppole della tradizione che vuole per il 19 marzo, ormai trascorso, la mega frittura quest’anno prudentemente sospesa. Ci rivediamo l’anno prossimo anche con il gatto della foto, dopo aver superato la dura prova della pandemia. 3


Il puntaspilli

Pubblichiamo in questa pagina denunce e segnalazioni (sia inviateci direttamente che attraverso i social network) di disservizi quotidiani, problemi piccoli e grandi. Facciamo da “puntaspilli” nei confronti dell’Amministrazione, degli enti e delle società di servizi. Per lettere, segnalazioni, foto, potete scriverci una mail all’indirizzo redazione@caprinews.it oppure redazione@mediacapri.it indicando nell’oggetto “Il puntaspilli”. Gli autori delle missive e delle segnalazioni, anche se pubblicate anonimamente o con pseudonimi, si assumono la totale responsabilità del contenuto delle stesse.

La lettera: “Serve uno sforzo maggiore per uscire presto e bene dall’emergenza”

Gent. direttore, la situazione che stiamo vivendo è surreale e irreale. Un dramma, sanitario, sociale ed economico, di queste portate era inimmaginabile fino a pochi mesi fa. Ma dobbiamo tutti fare uno sforzo maggiore per uscire presto e bene da questa emergenza epocale. A Capri occorrebbero misure più incisive. Si pensi agli over 65, le fasce d’età più a rischio, molti dei quali tutti i giorni, con la scusa della spesa, sono in strada. Si pensi ai cantieri edili che continuano ad essere aperti e in piena attività con operai solo residenti sull’isola, con conseguente movimento di persone e possibilità di contatti. Il Sindaco ha il potere, tramite ordinanze, di interventi più incisivi. Servono e servono subito, senza tentennamenti. Grazie. Lettera firmata

4


Dov’eravamo rimasti?

Beni di prima necessità

Ce lo stanno ripetendo fino allo sfi- di qualche dubbio, l’idea che le edicole abbiano potuto continuare nimento. ad erogare il proprio servizio l’ho trovata un bel segno. Di casa, non bisogna uscire. Ma ci sono alcune ristrettissime eccezioni a questa regola aurea da rispettare per le prossime settimane, se vogliamo continuare a parlare appunto in settimane e non mesi e riguardano per lo più le urgenze e i beni di prima necessità.

Per una molteplicità di motivi.

riscontra quasi sempre difficoltà ad interagire nel mondo di internet, dei social e di tutto ciò che ci gravita attorno.

Quindi sì, le edicole sono indispensabili, ancora, per una fetta della nostra umanità. Quella che non può o non vuole adattarsi a quello che è succeduto alla carta stampata.

Il primo, è che sostanzialmente si è data all’informazione il ruolo che le spetta, soprattutto in una società moderna, contemporanea e democratica, introducendola così nel repertorio delle cose per noi “indi- Certo: non possiamo mettere al pari un giornale con le scorte di Tralasciando quelle sanitarie, spensabili”. cibo per una settimana di quaranteesempio emergenze legate al nostro stato di salute o l’acquisto di In secondo luogo, si è dato la pos- na, è naturale che l’una sia più farmaci, e quelle fisiologiche, ad sibilità e lo spazio, a tutti coloro indispensabile dell’altro. Ma finesempio legate ai nostri animali che non possono e/o non vogliono ché quest’ultima libertà ci è condomestici, una nicchia interessante utilizzare la tecnologia, per rima- cessa, quella di informare ed inforè stata quella dei beni di prima, e a nere aggiornati sullo sviluppo della marci, valorizziamola. malattia e delle strategie di reaziovolte discutibile, necessità. ne messe in atto in ciascun Paese. In tre settimane abbiamo visto il mondo cambiare, ogni giorno, Sulla questione ci si è già azzuffati parecchio: perché i negozi no, ma i Ormai diamo per scontato che tutti sempre di più. Abbiamo visto tabaccai sì, perché il giornale lo sappiano leggere il notiziario onli- aumentare i divieti, i blocchi e le posso comprare, ma non posso ne, che magari guardino Sky News zone rosse. appena svegli, o che sfoglino i passeggiare, etcetera, etcetera. Tutto allo scopo, supremo, di stare quotidiani sui tablet. bene e preservare l’unica necessità Se già di costituzione, l’italiano si lamenta, questa costrizione fisica e E dimentichiamo invece quella davvero indispensabile: la salute. mentale non ci fa per nulla bene sul fetta di persone che sono fuori dai piano degli scambi interpersonali. nostri circuiti ultramoderni, ultra Nessuno ci dice che anche le nostre care edicole, prima o poi, in questa Seppur attraverso strumenti che ci avanzati ed aggiornati. guerra subdola, debbano abbassare tengano a debita distanza infatti siamo abilissimi comunque a dire C’è chi la domenica si legge il le saracinesche. la nostra, anche quando, obiettiva- giornale in terrazza, chi se lo porta mente, non strettamente necessa- sotto il braccio durante la settima- Ma finché siam qui, e finché posna prima di andare a lavoro e chi se siamo, riflettiamo su questo diritto, rio. lo legge la sera prima di andare a su questo appiglio morale e psicologico che ci fa compagnia in giorSi pensi alle varie querelle su come letto. ni bui e nefasti. la Protezione Civile e il Governo Senza dimenticare che molti non stiano gestendo l’emergenza. riescono ad approcciare ad una Un diritto che ci salva dalla deleteIn questo miscuglio di obiezioni, fruizione più avanguardista o per ria morsa dell’ignoranza. ordinanze, cazziate, decreti e tirate mancanza fisica di strumenti – non di orecchie, sarà la deformazione tutti possono acquistare ad oggi pc, E della solitudine. professionale, ma se lasciare i smartphone e simili – o per gap Venere tabaccai aperti mi ha generato più generazionali: una persona anziana 5


In quarantena coloro che rientrano da altre località: arresto per chi non la rispetta

L’entra in Italia delle persone fisiche è regolata da un decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti redatto di concerto con il Ministero della Salute. Al fine di contrastare il diffondersi dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 (coronavirus), tutte le persone che fanno ingresso in Italia da paesi stranieri sono tenute a comunicarlo all’Asl e sono sottoposte alla sorveglianza sanitaria e a un periodo di isolamento fiduciario (quarantena) per 14 giorni. Coloro che rientrano a Capri o ad Anacapri da altre località italiane o estere devono contattare immediatamente il proprio Comuni, oltre all’Asl e al medico di famiglia. Chi non rispetta la quarantena rischia l’arresto. *** ANNUNCI IMMOBILIARI info@pipoloimmobiliarecapri.it - Cell. 328.4205196

Rif. 1338 Via Vico Portico – ANACAPRI Vendesi unità immobiliare con una superficie utile interna di 80 mq circa, situata in zona molto tranquilla e distante pochi minuti dal centro di Anacapri. La proprietà è raggiungile con motociclo con comoda possibilità di parcheggiare all’interno dell’abitazione.E’
composto da: ampio soggiorno, cucina, due camere da letto matrimoniali ognuna con bagno en-suite.
Completa il piano terra ampio terrazzo dove trascorrere momenti di relax. Completano la proprietà giardino e terrazzi per una superficie di 700 mq circa.
La proprietà, i cui lavori di ristrutturazione sono stati avviati ma non ultimati, è dotata di nuovi impianti idraulici ed elettrici. Da completare con infissi, pavimenti. intonaco e sistemazione degli spazi esterni. Richiesta 550.000 euro.

Rif. 1396 Via Catena – ANACAPRI Nel cuore di Anacapri, a pochi passi dalla Chiesa di Santa Sofia, proponiamo in vendita appartamento al piano terra di una palazzina con una superficie interna di 60 mq circa. La proprietà è composta da salotto con cucina, camera da letto matrimoniale, cameretta, bagno e vano lavanderia. Ottimo investimento per adibire l'immobile a casa vacanza, studio medico e/o ufficio. Richiesta: 380.000 euro.

Rif. 1331 Via Trav. Vigna – ANACAPRI In zona Vigna, proponiamo in vendita luminosa villetta con doppio ingresso, uno pedonale e l’altro carrabile con una superficie commerciale di 100 mq. La proprietà si sviluppa su di un livello ed è composta da soggiorno con cucina open space, tre camere da letto, due bagni, patio di 50 mq circa e una cantina di

circa 20 mq. L’immobile è circondato da bellissimi spazi esterni in parte pavimentati e in parte adibiti a giardino per una superficie complessiva di 200 mq circa. Completa la proprietà un comodo posto auto. Richiesta: 900.000 euro.

Rif. 1394. Via Follicara ANACAPRI In un contesto tranquillo e silenzioso, a pochi passi da Piazza Caprile, proponiamo in vendita grazioso bilocale con una superficie utile interna di 40 mq circa. La proprietà è composta da salotto con cucina open space, camera da letto matrimoniale e bagno. Richiesta: 250.000 euro

Rif. 1388 Via Caprile – ANACAPRI Proponiamo in vendita appartamento situato nel centro storico di Anacapri, a pochi passi da Piazza Caprile. Si accede alla proprietà tramite una corte interna. La proprietà, situata ad un piano rialzato è distribuita su due livelli. Il primo livello dispone di un soggiorno e cucina. Tramite una scala interna si accede poi al terrazzino panoramico e al secondo livello, composto da due vani, di cui uno con balcone e bagno. La proprietà dispone inoltre di un terrazzo di copertura raggiungibile tramite una scala esterna a chiocciola. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 580.000 euro.

Rif. 1391 Via Trav. Follicara - ANACAPRI A pochi minuti da Piazza Caprile, proponiamo in vendita appartamento con una superficie interna di circa 70 mq. La proprietà è composta da salotto, camera da letto padronale, entrambe con uscita su balcone da cui si può ammirare un gradevole scorcio sul mare, cucina abitabile, 2 camere da letto doppie, disimpegno, bagno, terrazzino di ingresso. Completano l’immobile una cantina e un bagno adiacenti all’abitazione. La proprietà si presenta in buone condizioni e risulta luminosa e ariosa. Richiesta: 650.000 euro

Rif. 1384 Vico Ariviello (Boffe) – ANACAPRI Nella centralissima piazza Boffe, nel cuore di Anacapri, proponiamo in vendita grazioso appartamento collocato al primo e ultimo piano di una palazzina composto da salotto, cucina, camera da letto matrimoniale, cameretta, bagno e balcone. Completa la proprietà un comodo deposito posto al piano terra. Grazie alle generose altezze degli ambienti, l’appartamento risulta luminoso e arioso e si presenta in ottime condizioni. Richiesta: 495.000 euro.

Rif. 1385 Via Damecuta. In posizione panoramica, in un contesto di tranquillità e relax, proponiamo in vendita affascinante villetta distribuita su due livelli raggiungibile comodamente in auto e dotata di parcheggio esclusivo. La proprietà, con una superficie interna di 120 mq è composta da soggiorno con uscita su terrazzo, zona pranzo e cucina. Al primo piano trovano collocazione due camere da letto matrimoniali, una con vista sul giardino e l’altra con una splendida vista sul mare, entrambe con bagno en-suite. Completano la proprietà spazi esterni in parte terrazzati e in parte adibiti a giardino per una superficie di oltre 700 mq e una dependance di 25 mq. Richiesta: 1.070.000 euro.

Rif. 1248a Via Don Giobbe Ruocco – MARINA GRANDE Nel cuore di Marina Grande, a pochi minuti di distanza dal porto e dalle bellissime spiagge, proponiamo in vendita appartamento sito al piano terra di una palazzina. La proprietà presenta una superficie interna di 70 mq circa ed è composta da salotto, cucina, camera da letto matrimoniale, cameretta e bagno. Richiesta: 480.000 euro.

Rif. 1291 Via Padre Reginaldo Giuliani – CAPRI Appartamento di 70 mq circa sito a pochi minuti dal centro. La proprietà si presenta in ottime condizioni e vanta di un’ esposizione ottimale rendendo l’appartamento luminoso e soleggiato. Dispone di soggiorno con cucina open space, 2 camere da letto, 2 bagni, disimpegno e 2 balconi.

Rif. 1245a Via Sopramonte – CAPRI Nella centralissima Via Sopramonte, proponiamo in vendita appartamento distribuito su due livelli situato in un contesto tranquillo e signorile. La zona dove insiste l’immobile risulta essere silenziosa e ben servita, senza rinunciare alla comodità di essere a pochi minuti dalla Piazzetta. La proprietà presenta una superficie utile interna di circa 80 mq ed è composta da salone con uscita su terrazzo, cucina, bagno e camera da letto matrimoniale al piano terra. Al primo piano invece trovano collocazione una camera da letto matrimoniale, cameretta e bagno. Richiesta: 760.000 euro.

Rif. 1240a. Via Gradoni Sopramonte - CAPRI Vendesi a pochi passi dalla Piazzetta di Capri, in una delle caratteristiche traverse di Via Le Botteghe, appartamento posto al primo piano di un edificio storico. La proprietà presenta una superficie commerciale di 120 mq ed è attualmente così distribuita: ingresso, disimpegno, salotto, camera da pranzo, cucina, due ampie camere da letto, due bagni e balcone. Diverse sono le possibilità di utilizzo dell'immobile, soluzione ideale per chi ama essere nel centro di Capri, e si presta molto, considerata la posizione privilegiata, ad una struttura ricettiva di B&b o casa vacanza con la possibilità di realizzare 3/4 camere da letto, ognuna con accesso al balconcino. Ottimo investimento nel cuore dell’isola. Trattativa riservata.

Rif. 1239a Via Lo Capo - CAPRI Proponiamo in vendita appartamentino con ingresso indipendente situato al primo e ultimo piano di una palazzina. La proprietà è composta da salotto, cucina a vista, camera da letto matrimoniale con bagno. Completa la proprietà una stanza con bagno al piano terra accessibile dall’esterno. Grazie alle sue altezze, la proprietà risulta luminosa e ariosa e dalle finestre si può godere di una bella vista sul mare. Con degli interventi di ristrutturazione vi è la possibilità di collegare internamente i due piani. La proprietà presenta una superficie utile interna complessiva di circa 60 mq. Richiesta 395.000 euro.

Rif. 1238a Via Tiberio - CAPRI In posizione panoramica e soleggiata, proponiamo in vendita accogliente appartamento inserito in un contesto di assoluta tranquillità. La proprietà, su un unico livello, è composta da due camere da letto, salotto, bagno, cucina, terrazzo con vista sul golfo di Napoli e un giardino a livello di oltre 550 mq. Richiesta: 690.000 euro.

6


Consentite sull’isola solo attività con personale stanziale: fermati i pendolari

Ordinanze dei sindaci di Capri e Anacapri, Marino Lembo e Alessandro Scoppa, ad oggetto “Provvedimento per la piena attuazione delle misure governative di contrasto alla diffusione del Covid19 sul territorio comunale in materia di attività commerciale”. Stop all’impiego di personale proveniente dalla terraferma e non stabilmente domiciliato sull’isola nel commercio al dettaglio, nei servizi per la persona, nei servizi bancari, finanziari, assicurativi, nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare, comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi. I sindaci hanno

disposto di sospendere ad horas fino al 3 aprile 2020, salvo proroghe delle misure statali, le attività commerciali operanti nel territorio comunale, laddove risulti presente anche un solo lavoratore non domiciliato nel comune di Capri o di Anacapri. Per il solo comune di Capri sono escluse dall’ordinanza le attività di vendita di prodotti ortofrutticoli, che possono continuare a lavorare anche con personale che non vive sull’isola: questa “deroga” concessa dal Sindaco di Capri ha suscitato qualche polemica tra la popolazione. I trasgressori alle ordinanze saranno puniti mediante l’applicazione della

sanzione pecuniaria da euro 25,00 a euro 500,00. In ogni caso per l’ipotesi di inosservanza del provvedimento verrà data comunicazione all’Autorità Giudiziaria, per gli eventuali provvedimenti di cui all’art. 650 del Codice Penale, salvo che il fatto non costituisca più grave reato. Intanto, nell’ultima settimana sono stati uleriormente ridotti orari e giorni di apertura al pubblico dell’ufficio postale di Capri e Anacapri. Chiusi sportello Gori e punto Inps, raggiungibili solo telefonicamente o telematicamente. Confermato il divieto di accesso agli uffici comunali.

7


Chanel annulla l’evento di maggio a Capri, si spera in un rinvio in estate

La notizia era nell’aria da molti giorni ed era stata già anticipata a voce a molti operatori del settore. La conferma è arrivata nella tarda serata di lunedì scorso. Annullato l’evento di moda del 7 maggio a Capri. La maison Chanel ha deciso di non presentare la sfilata della collezione Cruise 2021/2022 che avrebbe rappresentato un inizio in pompa magna per la stagione turistica caprese, con centinaia di stanze prenotate negli hotel, tante maestranze locali a lavoro, eventi esclusivi e una eccellente risonanza mediatica internazionale. Tutto saltato, si spera solo rinviato. “La nostra principale preoccupazione – precisa in una nota la casa di moda – è la tutela della salute e il benessere dei nostri dipendenti e dei nostri invitati. La maison sta riflettendo riguardo a modi alternativi per presentare la collezione Crociera a Capri, successivamente quando la situazione lo consentirà”. “Chanel – prosegue la nota – sta monitorando con grande attenzione l’evoluzione dell’epidemia del coronavirus Covid-19 al fine di assicurare la tutela dei dipendenti, dei clienti e dei fornitori in tutto il mondo. Chanel ha messo in atto tutte le misure preventive necessarie, in accordo con le raccomandazioni delle autorità sanitarie locali e mondiali. Questa situazione si sta evolvendo rapidamente, necessita di una procedura specifica che tiene conto delle regolamentazioni locali”. La maison “s’impegna pertanto a tutelare ogni singolo dipendente e ogni fornitore ovunque essi operino”. Si è ora al lavoro per individuare un’eventuale data alternativa, forse in estate, sempre a Capri. Ma tutto dipenderà da come evolverà l’emergenza coronavirus.

Per gli studenti non è Andrà tutto bene: un periodo di vacanza: i disegni di speranza a scuola le attività dei bambini dell’isola didattiche continuano “Andrà tutto bene” ripetono i bambini di Capri e Anacapri. Un augua distanza rio, un auspicio, una speranza dise-

In tutti gli istituti scolastici di ogni gnato su tanti bellissimi arcobaleni ordine e grado di Capri e Anacapri esposti ai balconi. Pubblichiamo le attività didattiche, ferme per l’e- una piccola galleria fotografica. mergenza coronavirus, proseguono a distanza tra lezioni digitali, prove e confronti tra insegnanti e alunni, compiti, lezioni, con modalità differenti. Plessi chiusi ma didattica pienamente funzionante con i metodi digitali. Come è giusto che sia.

8


Chiusi i cimiteri comunali di Capri e Anacapri: stop ai vivi, entrano solo i morti

Cimiteri di Capri e Anacapri offlimits: entrano solo i morti. Non è una battuta ironica o macabra ma è quanto realmente possibile da qualche giorno. Il Comune di Capri ha disposto, infatti, nell’ambito delle misure a contrasto della diffusione del virus covid-19, la chiusura all’utenza del cimitero comunale, fino al 3 aprile incluso, garantendo, comunque, la erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione anche previo accordo con le imprese dei servizi funebri per evitare servizi concomitanti e per limitare, quindi, la presenza contemporanea di persone. Il cimitero, quindi, è accessibile esclusivamente per consentire le operazioni cimiteriali, solo agli addetti alle operazioni di sepoltura e ai congiunti del defunto. L’accesso agli addetti ai lavori dovrà essere effettuato garantendo il pieno rispetto delle norme e la garanzia della distanza di sicurezza di almeno un metro tra gli utenti. Disposta anche la sospensione, all’interno del cimitero comunale, di ogni attività connessa ai servizi cimiteriali di iniziativa privata. Analoga iniziativa è stata assunta dal Comune di Anacapri che, “al fine di tutelare la salute pubblica”, ha chiuso il cimitero fino a nuova disposizione.

Operatori del Capilupi e delle ambulanze in trincea tra lavoro, speranza e flash mob

Lavoro, speranza e flash mob. In queste tre parole si può racchiudere il lo stato dei lavoratori del comparto sanità di Capri, in prima linea ad affrontare questa emergenza. In trincea al Capilupi come al fronte di una guerra, tra lavoro e accortezza, speranza che l’incubo passi quanto prima e

momenti di iniziative social come i flash mob che donano un sorriso alla comunità. Eccoli medici, infermieri, operatori socio sanitari, tecnici, del pronto soccorso e delle ambulanze, mentre in gruppo si mostrano “distanti ma vicini” o mentre partecipano all’iniziativa “Luci al cielo”.

no alla volta di un ospedale di terraferma con posto già dedicato che le attende. In questo frangente appare ancora più ovvio quanto sia importante avere in ospedale le ostetriche e i ginecologi in turno h24. Sono figure che non possono assolutamente essere sostituite da nessun altro operatore sanitario (cosa tra l’altro che ipotizza anche fattispecie di reato). In tutto questo sappiamo che ormai aliscafi e navi sono ai minimi termini e da ciò ne deriva una grossissima difficoltà di raggiungere a proprie cure la terraferma. Non è tanto quello che riusciamo a fare in questo periodo, ma questa ci sembra una ottima soluzione e mi sento per questo di ringraziare il Sindaco di Anacapri dott. Alessandro Scoppa per il suo supporto e per la sua disponibilità, unitamente ad un ringraziamento speciale al dott. Verdoliva, che mi sopporta, sempre disponibile per Capri”, ha concluso la presidente del Comitato.

Un percorso dedicato per le partorienti. Soprattutto in questi giorni di emergenza, con misure restrittive, difficoltà negli spostamenti e disagi anche a reperire una stanza di hotel o b&b a Napoli. Concetta Spatola, presidente del Comitato Civico Articolo 32 Isola di Capri, ha annunciato di aver richiesto un percorso ad hoc all’ospedale Capilupi per le donne che sono in procinto di partorire, richiesta subito accolta. “Abbiamo sollecitato il Direttore Generale che si è reso disponibile immediatamente. Le signore vanno assistite qui in ospedale a Capri dai nostri operatori sottolinea l’avv. Spatola - e quando sono in procinto di partorire partiran-

Preziosa iniziativa del gallerista d’arte Franco Senesi che ha deciso di ordinare con lo scopo di donare al personale del Capilupi e mettere a disposizione della comunità caprese un ventilatore per terapia intensiva, da utilizzare sull’isola in caso di emergenza. “La mia iniziativa - spiega il benefattore - ha un valore simbolico per far capire a tutti che dobbiamo difendere la nostra comunità. E’ importante che noi ci muoviamo, che non attendiamo che qualcuno faccia per noi. Il ventilatore per terapia intensiva è stato da me ordinato e arriverà tra qualche settimana”.

Un “percorso dedicato” a Capri per le partorienti

Il gallerista Senesi acquista per Capri un ventilatore per terapia intensiva

9


Restate a casa: controlli a tappeto sull’isola, decine di denunciati dalle forze dell’ordine

Decine di persone, circa 40 al momento in cui andiamo in stampa, sono state denunciate dalle forze dell’ordine dell’isola nell’ambito dei controlli per il rispetto del Dpcm contro la diffusione del coronavirus. Polizia, carabinieri, guardia di

finanza, polizie municipali e capitaneria di porto sono impegnati da giorni sull’intero territorio di Capri e Anacapri per verificare il rispetto del decreto e delle ordinanze collegate che impongono di restare a casa e di uscire muniti di autocertificazione solo per comprovate e documentate esigenze di necessità (ad esempio fare la spesa uno a famiglia, poche volte alla settimana e nel posto più vicino casa oppure recarsi in edicola o in tabaccheria), di salute (ad esempio recarsi in farmacia o dal medico) o di lavoro (per quelle poche attività ancora consentite). Agli over 65, vale a dire la fascia di età più a rischio, si sconsiglia vivamente di uscire di casa per qualsiasi motivo, compresa la spesa: se hanno bisogno di generi di prima necessità o di medicinali possono contattare la Protezione Civile. I dati provvisori parlano di numerosi denunciati dopo i controlli ai check-point delle forze dell’ordine, la maggior parte per violazione dell’articolo 650 del codice penale (si

rischia un’ammenda e nei casi più gravi l’arresto), sorpresi in strada senza giusto motivo, e in alcuni casi per aver reso dichiarazione mendace. Tra i numerosi casi si segnalano persone che avevano deciso di organizzare una partitella di calcio, alcuni che si erano recati a pesca, altri che avevano dichiarato di uscire per la spesa ma in realtà andavano a spasso con il carrellino vuoto. Controlli in corso anche sugli oltre cento cittadini di Capri e Anacapri

che si trovano in quarantena perché rientrati da altre zone d’Italia o da viaggi all’estero. Chi è in isolamento non può lasciare nemmeno per la spesa il proprio domicilio per un periodo di 14 giorni, pena l’arresto. Nei giorni scorsi il Sindaco di Capri Marino Lembo, attraverso un videomessaggio diffuso in rete, ha nuovamente lanciato un appello a restare a casa. “Troppe persone – ha detto il Sindaco – sono in strada, troppi vanno a passeggio. Non è consentito e non è tollerabile. Tanti stanno rispettando l’obbligo ma tanti altri non lo stanno facendo. Le uscite sono consentite solo per motivi urgenti, altrimenti bisogna restare a casa. Siamo sereni, andrà tutto bene e sicuramente ce la faremo solo se tutti rispettiamo le regole”. Nella galleria fotografica i controlli delle forze dell’ordine. 10


Scossa di terremoto nel mar Tirreno al largo di Capri a oltre 500 km di profondità

Scossa di terremoto lo scorso 15 marzo alle 12.29 nel mar Tirreno centrale, a largo della Campania, a circa 100 km dalle isole di Capri e Ischia che risultano alcune delle località più vicine. Dai dati ufficiali INGV il sisma di magnitudo 4.1 sulla scala richter è avvenuto a grandissima profondità. L’ipocentro è stato localizzato a ben 506 km di profondità, sotto la crosta terrestre all’interno del mantello superiore. Grazie all’ipocentro profondissimo, la scossa non è stata avvertita. Si è trattato di un sisma di subduzione, avvenuto a grande profondità per lo scorrimento della placca ionica sotto il bacino tirrenico.

Un ricordo delle persone scomparse

Rachele Ruocco. Al marito Gabriele Acampora, alle figlie Antonella e Veronica e al fratello Salvatore giungano le condoglianze E’ mancata all’affetto dei suoi cari di Costantino e della redazione. La all’età di 95 anni la signora Emilia salma è stata tumulata in loco. Di Stefano, vedova De Martino. Date le disposizioni di legge atte a E’ volata in cielo l’anima bella di prevenire la diffusione del contagio Lavinia Colambumbo. L’annuncio da coronavirus, la salma è stata por- è stato dato dagli amici fraterni tata direttamente al cimitero di Mario e Paola Coppola, unitamente Capri senza che potesse essere cele- a quanti l’hanno amata in vita, strinbrato il funerale. Ai figli, alla nuora, gendosi alla mamma Giannetta al genero, alle sorelle, ai fratelli e ai Mattioli, al marito avv. Gennaro nipoti il cordoglio di Costantino e Fredella e alle figlie Livia e Gaia. Si della redazione. associano alle condoglianze Costantino Federico e la redazione Si è spenta a Genova l’amata del giornale.

11


Parte da Capri l’originale progetto letterario “Il viaggio di Gù”

Parte da Capri uno dei progetti più originali ed affascinanti per gli appassionati della lettura e, perché no, anche della scrittura. Con il suo racconto ebook IL VIAGGIO DI GÙ, la caprese Costanza Cerrotta, che ha già pubblicato un romanzo collettivo due anni fa, torna in campo con un progetto molto interessante: leggendo il suo nuovo ebook, ogni lettore si troverà catapultato in un capitolo zero molto intrigante da cui partire per costruire il proprio personale racconto. La novità stavolta è geniale: Costanza ha pubblicato questo ebook ma autorizza chiunque lo abbia acquistato e letto a pubblicare a sua volta il Sequel. Ci troviamo davanti alla costruzione di una vera e propria collana di racconti a cui ognuno può partecipare con il proprio pezzo di storia, pubblicando un ebook di cui manterrà in ogni momento il diritto d'autore. Il tema è uno dei più amati da sempre: il viaggio. Il protagonista è il giovane Gustavo che parte da Capri per un'avventura a cui i successivi lettori-scrittori potranno dar vita nei loro personali racconti ebook. Il capitolo zero di Costanza Cerrotta è ricco di originalissimi spunti che ispireranno a mettere in moto la fantasia e la creatività. Gustavo trova sulla spiaggia un oggetto molto particolare che gli cambierà la vita per sempre e.... Buona lettura e buona creatività a tutti! Per ulteriori informazioni contattare l'autrice Costanza Cerrotta al suo indirizzo e-mail cercos77@libero.it (costo dell'ebook IL VIAGGIO DI GÙ-Racconto zero: 0,99 centesimi, sulle maggiori piattaforme online di acquisto libri).

Caccia al tesoro 2.0 “Il decameron” per esorcizzare il coronavirus

Una caccia al tesoro virtuale parte da Capri per incentivare 'a restare a casa' ma con un intrattenimento costruttivo e perché no culturale. Ed è stato 'Il Palillo', ovvero Andrea Esposito, avvocato e albergatore caprese a lanciare in rete una caccia al tesoro 2.0. Il 'titolo' scelto? 'Il Decameron', evocazione non casuale per esorcizzare il coronavirus ispirandosi proprio alla raccolta di novelle del Boccaccio del 1300. I giovani protagonisti del romanzo dell'epoca, infatti, optano per il rifugio in campagna fuori Firenze, mentre in città vigeva la 'dittatura' della peste nera. Esorcizzare 'la peste' di oggi, dunque, alias il coronavirus, con la regola base di partecipazione della caccia al tesoro, già partita e che durerà sino agli inizi della prossima settimana, secondo la quale nessuno dei partecipanti dovrà e potrà parlare di coronavirus. Un gioco virtuale e intelligente, quindi, sulla terra dei Faraglioni per provare a mantenere un minimo di spensieratezza in un momento difficile che capresi ed anacapresi, va detto, stanno vivendo rispettando con rigore e scrupolo le norme dettate dal decreto governativo su circolazione, divieto di assembramenti e obbligo di distanza di sicurezza. 'Il Palillo' così ribattezzato da sempre sull'isola azzurra dagli amici ha così lanciato un fantastico viaggio nel mondo degli enigmi. Ora più che mai è il momento dei contatti 'in rete' e 'virtuali' e dunque il 'campionato dei misteri' si sta facendo tutto rigorosamente in modalità on line,

con un'apposita pagina facebook e inviando enigmi e quesiti da risolvere in chat, whatsapp ed altre piattaforme web. “Caccia al tesoro on line - spiega Andrea Esposito - si gioca dal pc di casa, con una serie progressiva di enigmi le cui soluzioni rimandano a luoghi significativi della nostra isola”. Oltre duecento i partecipanti divisi in quindici gruppi di gioco, fasce d'età dai giovanissimi sino ai sessantenni e insieme ai tanti capresi, anche romani, milanesi e addirittura qualche francese, tutti habitué o amanti della storia isolana.

Tra Capri e Milano asta online #artists4italy: ricavato devoluto al Sacco e al Cotugno

L’arte può fare bene al cuore, specie in un momento così difficile. Ne sono convinti anche Marcello Polito e Nicolò Stabile, due giovani imprenditori non ancora trentenni che, seguendo la loro passione, hanno aperto a Milano e Capri la Plan X Art Gallery. In una situazione tanto delicata per il paese, hanno deciso di lanciare l’asta online #artists4italy. “Stiamo contattando artisti di tutto il mondo chiedendo loro di donare un’opera”, ha spiegato il duo creativo. L’obiettivo? Devolvere l’intero ricavato in beneficenza all’ospedale Luigi Sacco di Milano e al Cotugno di Napoli. L’asta si terrà sabato 21 e domenica 22 marzo. Si potrà accedere tramite il sito www.planxartgallery.com. A supportare la causa artisti di fama internazionale come Alec Monopoly, Fidia, Webb e molti altri.

12


Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 2 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (10 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, in via Li Campi 19 a Capri. VENDITE O ACQUISTI IMMOBILIARI

MOLISE Vendesi casa centro storico Campitello Matese (San Massimo). Piano terra: ingresso, cucina, soggiorno, caminetto, ripostiglio e bagno. Piano superiore: tre camere da letto, corridoio, bagno e balaconata. Tel. 360.436183 081.8371132

ANACAPRI località Linaro vendesi terreno mq 367 entrata privata. Tel. 338.8473542 – 3343067166. CAPRI Via Fuorlovado, 36 Multiproprietà Villa Igea - Vendesi monolocale tre persone, vista mare, servizio alberghiero, ingresso, letto, divano letto, angolo cottura, bagno. Prima e seconda settimana luglio. Tel. 347.3569781

ANACAPRI vendesi zona Caruso casetta nel bosco completamente ristrutturata negli anni 2000/2004 60 mq circa, veranda 18 mq circa, terrazzo 20 mq circa. A dieci minuti dalla piazza e in prossimità fermata autobus. Raggiungibile solo a piedi. Ideale per 4 persone. Trattativa riservata. Tel. 081.8373882 327.2610381 - 348.3779703 ANACAPRI Vendesi appartamento in Via Trav. Follicara adiacente fermata bus Caprile. L'appartamento è composto da 2 stanze, soggiorno, cucina, bagno e terrazzo di circa 30 mq. Possibilità anche posto auto. Prezzo da concordare. Tel. 338.3893726

ANACAPRI vendesi terreno zona Caruso circa 1200 mq con due ruderi di cui uno accatastato. Energia elettrica e acqua. Euro 120mila trattabili. Tel. 081.8373882

- 327.2610381 - 348.3779703

FITTI ROMA Fittasi trilocale a partire dal 24 ottobre 2019 per professionisti dottorandi con referenze. Tel. 350.0403032

LANCUSI (SA) fittasi a studenti posto letto in appartamento, piano rialzato, finemente ristrutturato , a poca distanza campus universitario di Fisciano, vicino a tutti i servizi e mezzi pubblici. 500 mt di distanza dalla stazione Trenitalia di Fisciano, direzione Napoli o Salerno. Trattasi di appartamento con ingresso indipendente composto da una camera con lettini singoli, cucina abitabile, bagno con box doccia, lavanderia con lavatrice. Luminoso, balconata con esposizione a sud, termoautonomo con posto auto condominiale nel parco. Escluso utenze. Tel. 333.1311575 FITTASI zona Tiberio località La Pietra villino bilocale ristrutturato con terrazzo di 100 mq e orto panoramico. Tel. 081.200642 333.6443131 FITTASI Anacapri monolocale anche a residenti in località La Guardia. Tel. 347.1502831 (dalle 17 alle 20)

COPPIA caprese referenziata cerca appartamento da fittare. Tel. 320.1180804 - 328.1986892

CERCASI piccola soluzione abitativa in affitto sull'Isola di Capri, con contratto a medio-lungo termine. Ben accette anche case fuori paese, immerse nella natura. Tel. 334.5988061 Laura RISTORANTE in Capri cerca posti

letto o piccolo appartamento da fittare per proprio personale. Tel. 334.8505837 CAPRI cerco monolocale in affitto per una persona, euro 500 mensili. Tel. 340.4734811

LAVORO CERCASI ragazzo apprendista con un minimo di esperienza nel campo idraulico. Tel. 333.6018332

RICERCHIAMO addetta vendita per la stagione estiva 2020 nel settore calzature di lusso a Capri. Inviare il curriculum al seguente indirizzo: daniele.antoniacapri@gmail.com

Professoressa di lingue qualificata impartisce lezioni di Inglese a fini scolastici, lavorativi e/o per il conseguimento di certificazioni riconosciute a livello internazionale. Inoltre esegue traduzioni dall'Inglese e/o Spagnolo all'Italiano e viceversa. Tel. 338.1133556 GIARDINIERE esegue lavori di giardinaggio e agricoli, zappature di terreni a mano, sistemazione e piantagione orti. Presso ville o abitazione. Tel. 338.6446660 63ENNE srilankese cerca lavoro come badante giorno e notte. Tel. 334.2100398

DAMA di compagnia e badante colta, di bella presenza, referenziata ed esperta offresi giorno e notte. Tel. 389.5810872

ASSISTENTE infermieristica cerca lavoro come badante anche giorno e notte presso famiglia. Tel. 339.7937969


La preghiera a S. Raffaele per i due medicinali e la forza interiore A cura dell’Associazione di varia umanità

Nel Libro di Tobia, uno dei libri dell’Antico Testamento, scritto intorno al terzo secolo a.C., e che Johann Wolfgang Goethe riteneva di per sé un gioiello letterario, vengono innanzitutto riportate le drammatiche preghiere a Dio di Tobit e di Sara. Dopo che era diventato cieco a causa del seppellimento di un compatriota, in violazione di una legge del re, ma in attuazione di una legge divina, e dopo gli insulti della moglie per quest’atto e le sue conseguenze, Tobit, che viveva nella grande città di Ninive, pregò Dio di ordinare di togliergli la vita e di farlo sparire dalla faccia della

terra. Nello stesso giorno Sara, che abitava con i genitori ad Ectabano, la principale città della Media, dopo essere stata insultata da una domestica del padre, per la morte dei sette mariti, e dopo aver pensato di impiccarsi, pregò Dio di farla sparire dalla terra. Avendo ascoltato le loro preghiere, Dio inviò in terra l’arcangelo Raffaele, affinché Tobit potesse rivedere la luce divina e Sara potesse essere liberata dal malvagio demonio Asmodeo che aveva ucciso i suoi sette mariti, e sposare Tobia figlio di Tobit e suo parente. Venuto in terra, Raffaele, sotto le sembianze di un israelita di nome Azaria, che aveva chiesto ed ottenuto un lavoro, stava accompagnando Tobia verso la Media quando un grosso pesce

tentò di morsicare il piede di Tobia mentre era nel fiume per lavarsi. Esortò allora Tobia ad afferrare il grosso pesce, e poi a trarre da esso due medicinali. Dal cuore e dal fegato quello che, posto su un bruciaprofumi avrebbe scacciato lo spirito cattivo (e noi potremmo paragonare ad un vaccino), dal fiele quello per far guarire dalla cecità. In considerazione di ciò è stata scritta la Preghiera a S. Raffaele da pronunciare nel segreto della propria anima, così come Tobit e Sara pronunciarono la loro. R.V.

15


Profile for Caprinews

535 - L'informatore Popolare di Capri e Anacapri - ANNO II - N. 11/2020  

Numero 11 del 22 marzo 2020

535 - L'informatore Popolare di Capri e Anacapri - ANNO II - N. 11/2020  

Numero 11 del 22 marzo 2020

Profile for caprinews
Advertisement