Page 1

Siamo su internet all’indirizzo www.informatorepopolare.it

PERIODICO D’INFORMAZIONE POLITICA, CRONACA, CULTURA E SPORT DELL’ISOLA DI CAPRI ANNO XII N.39 del 3 novembre 2013


Il decoro urbano è un optional?

Decoro urbano, questo sconosciuto! Guardate con attenzione questa foto scattata in località Croce e pubblicata su Facebook nella pagina “Isola denuncia”. Tra tlecamere, pali della luce e lampioni, di differenti modelli e dimensioni, un caos e un disordine infinito. Alla faccia del decoro urbano e del buon senso.

Lavori in corso

Donna-prosciutto: la lettera 1

Il Sindaco di Capri, assolvendo una pubblicità indegna che offende la dignità umana e femminile, sostiene di non avere donne in giunta in quanto non elette. Il Sindaco aggiunge anche di non sentire il bisogno di un Assessorato alle Pari opportunità, non capendo che proprio la penuria di elette dimostra che un simile

2

assessorato sarebbe indispensabile. Il Sindaco fa propria la logica del non mi lavo perché non sono sporco, Totó da imperatore a sindaco di Capri. Raffaele Mastroianni

Donna-prosciutto: la lettera 2

Egr. Sindaco di Capri Sig. Ciro Lembo, raggiunto al telefono, dalla giornalista di Repubblica, a proposito della pubblicità nel Porto Turistico che ha fatto tanto scalpore finendo sulle testate di tutti i giornali, in radio, in televisione, Lei ha dato alcune risposte che, con sincerità, non mi sono piaciute. Per Lei la pubblicità non è offensiva e quindi per la Sua amministrazione non ci sono problemi, Lei ha detto. Mi consenta di dirLe che ha espresso un giudizio maschilista fino al midollo. Parole pesanti. Lei è proprio sicuro che i Suoi consiglieri e i suoi assessori concordano con le Sue parole? Ha parlato anche a loro nome. Si è mostrato fintamente dispiaciuto per la non presenza di donne nella sua maggioranza, perché “non sono state elette”, ha detto. Io direi piuttosto che non le avete fatte eleggere perchè non volete donne tra i vostri banchi. Tra maschi ci si capisce di più. E poi ha concluso che l’Assessorato alle Pari Opportunità è sostituito da quello ai Servizi Sociali. Direi che sono due cose distinte e separate e già in un’occasione, quest’anno, ho avuto modo di lamentarmi perché certe problematiche non possono essere affrontate da voi uomini, come quella del femminicidio, per esempio. A mio parere, avrebbe fatto meglio a rimanere sul vago, quando contattato


Lavori in corso

da Repubblica oppure, avrebbe dovuto esprimersi come ha fatto il Sindaco di Anacapri che si è messo dalla parte delle donne, discretamente, ma l’ha fatto. Io mi chiedo: se nella Sua maggioranza ci fosse stato l’Assessorato alle Pari Opportunità lei avrebbe detto le stesse cose o sarebbe stato più attento a non offendere le donne? Ecco, l’Assessorato alle Pari Opportunità serve anche a questo, a far capire a un Sindaco che certi concetti non si possono più esprimere, che la cultura maschilista, di cui la sua amministrazione è portavoce,

come Lei dice, non è più accettabile. Ma l’8 marzo lei non fa affiggere i manifesti in giro, in cui, a caratteri cubitali, usando parole di stima e di apprezzamento, augura alle donne di Capri tante belle cose? Allora la Sua è ipocrisia? Io mi auguro, anzi lo spero fortemente , che nella prossima maggioranza ci siano le donne, perché Capri ha bisogno anche di loro. Le donne all’opposizione, lo sappiamo, sono un po’ bistrattate, ma nonostante tutto, cerchiamo sempre di mantenere la testa alta. Anita de Pascale

3

*** Queste pagine sono a disposizione dei cittadini, dei movimenti e delle associazioni, per gli interventi, le lettere, i dibattiti, le interviste, i programmi, per aiutare i capresi ad orientarsi sui problemi presenti e futuri di Capri e per giungere alla scelta del nuovo Sindaco e della nuova amministrazione. Volete commentare gli interventi pubblicati questa settimana? Volete approfondire una nuova tematica? Volete dire la vostra su argomenti di stretta attualità? Per contattare la redazione potete scrivere a redazione@caprinews.it. Si pubblicano soltanto lettere o comunicati che ci pervengono rigorosamente firmati: non accettiamo lettere anonime ma comunque garantiamo la pubblicazione senza firma nel caso in cui ci venga richiesto dall’autore. Il contenuto degli interventi è libero e non necessariamente rispecchia la linea editoriale e il pensiero del giornale.


4 De Laurentiis torna all’attacco sul caso-Higuain e Aria di Capri ora se la prende con Cannavaro

Tornano d’attualità due notizie che hanno tenuto banco prepotentemente sulle cronache estive. Parliamo del caso di Alessia Tedeschi, la modella e attrice abruzzese vittima di un brutto incidente del mare di Capri, e della vicenda di Gonzalo Higuain, il calciatore del Napoli anch’egli coinvolto in una disavventura in acqua. Si ritorna a parlare della Tedeschi dopo la sua toccante intervista in diretta domenica scorsa nel salotto di Barbara D’Urso “Domenica Live” su Canale 5. Alessia, che era rimasta gravemente ferita a luglio nelle acque di Marina Piccola dopo essere finita sotto l'elica di un tender durante i giochi d'acqua, ha ripercorso quei terribili momenti dell'incidente e ha raccontato la lunga convalescenza nell'ospedale di Capri. Un pubblico ringraziamento

per il trattamento ricevuto nel presidio sanitario caprese è arrivato dalla mamma di Alessia Tedeschi, che, intervistata durante la trasmissione, ha detto: "Non farò mai a meno di ringraziare il dottor Ingrosso che, benchè quella sera fuori servizio, ha salvato la vita a mia figlia". E pochi giorni dopo si è riparlato nuovamente del caso-Higuain, del suo tuffo dalla barca a fine agosto che gli è costato dieci punti di sutura e che ha scatenato un vespaio di polemiche, alimentate dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che è arrivato ad annunciare una richiesta di danni a Capri. Il patron azzurro a distanza di due mesi esatti dall’episodio è tornato a ricordare quel fatto suscitando ancora una volta un’immancabile scia mediatica di polemiche. In un video girato

a Roma (di nascosto probabilmente) durante un incontro con gli studenti della Luiss Guido Carli, si sente il presidente affermare: “Cannavaro è uno stronzo, ha noleggiato una barca senza fatturare nulla, a nero, ha portato Higuain a Capri che poi è caduto sugli scogli”. Immediata la replica dell’agente di Paolo Cannavaro, Gaetano Fedele: “In un momento del genere perché dire questa cosa su Paolo? Io capisco che De Laurentiis sia un uomo di spettacolo, però nel mondo del calcio, secondo me, è sempre meglio dire una parola in meno.” De Laurentiis ha poi fatto una precisazione in un tweet: «Mi sorprende che vengano prese seriamente battute fatte in un chiaro momento goliardico. Anche con Paolo ora mi sono fatto 4 risate». Ma ormai la frittata era fatta.


5 Dal 4 novembre gli orari invernali Aria di Capri dei collegamenti marittimi

Al via da lunedì 4 novembre il piano orario invernale dei collegamenti marittimi nel golfo di Napoli. Come tutti gli anni, dopo il ponte di Ognissanti, cambiano gli orari delle corse marittime. La rivoluzione, rispetto all’estate, riguarda sia la Caremar che le compagnie private. Gli orari sono gli stessi dell’inverno scorso e sono consultabili sul sito ufficiale dell’Azienda di Turismo (www.capritourism.com) accessibile anche dalla sezione “orari traghetti e aliscafi” del nostro sito

www.caprinews.it. Non vogliamo fare i portatori di cattive notizie ma prevediamo fin da subito disagi negli spostamen-

ti. Le previsioni meteo tra l’altro indicano cattivo tempo nelle prossime ore. La ormai certa privatizzazione della Caremar, con il passaggio della flotta e delle corse alla Snav-Rifin, di sicuro porterà al completamento del monopolio nel golfo con inevitabili ripercussioni sulla mobilità dei capresi e dei pendolari. Il processo di privatizzazione ancora non è completato: ci vorranno alcuni mesi. Pochi mesi prima di vedere alla prova la nuova Caremar.


Distacchi delle forniture 6 idriche: la Gori e il Sindaco Aria di Capri di Capri al centro della bufera

Sono sempre più numerosi i distacchi selvaggi della fornitura idrica effettuati dalla Gori alle utenze morose nei comuni di Capri e Anacapri. L’interruzione della fornitura, prevista dalla normativa vigente e dal Regolamento del Servizio Idrico Integrato, non ha coinvolto utenti domestici, residenti e non, e diverse attività commerciali di varia natura. "Le attività di rimozione dei misuratori per morosità, così come quella relativa al distacco degli allacci idrici abusivi, proseguiranno senza sosta - fa sapere la società Gori in un comunicato - perché Gori ha il dovere di tutelare i cittadini che pagano regolarmente le fatture, contrastando in modo netto quei comportamenti che danneggiano la collettività e penalizzano gli onesti". L’attività di dis-

tacco della fornitura con lo smontaggio dei misuratori ha provocato non poche polemiche. Diverse segnalazioni sono giunte in redazione da parte di utenti letteralmente inferociti per essersi trovati da un momento all’altro senza acqua corrente. In alcuni casi si è trattato di distacchi di contatori idrici di abitazioni di residenti ritenuti morosi, come avvenuto per la famiglia di Salvatore Solla che in una lettera inviataci in redazione parla senza mezzi termini di “vergogna” e sottolinea la necessità di “combattere il monopolio che si è creato in tutti i settori gestionali della nostra isola”. Solla scrive di essersi trovato con il contatore dell’acqua staccato “senza preavviso” e senza che venisse chiarita “la posizione”. L’acqua deve essere pagata ed è

giusto perseguire i morosi, ma non si possono accettare distacchi selvaggi senza che siano state fatte le opportune ed effettive verifiche: è il commento di Costantino Federico. “Questi episodi aggiunge Costantino - sono la conferma del gravissimo errore fatto da Ciro Lembo quando accettò che il servizio all’epoca gestito dalla Capri Multiservizi rimanesse nella misura di almeno il 10 per cento sotto il controllo del Comune di Capri con la clausola che il responsabile fosse indicato dal Comune. Questo non è stato fatto. Ci si è accontentato soltanto di mantenere Michele Salvia come responsabile per Capri per pochi anni. Poi si è abbandonato tutto. Questo è uno dei tanti clamorosi errori commesi dal Sindaco Ciro Lembo che ha fatto perdere a Capri questo servizio, con gravi danni per i capresi. Anche il trasferimento della sede ad Anacapri si sarebbe potuto evitare se si fosse portata avanti la lotta. Allora era ancora possibile. Bastava una gestione più prudente e un’azione incisiva. Mi sono tanto speso - continua Costantino Federico - e sono riuscito, da Sindaco, a togliere alla Sippic il servizio idrico riuscendo a dare una gestione più equilibrata. Poi siamo finiti nelle braccia della Gori. Ed ecco i risultati: l’equivalente di Equitalia come terrorismo nel settore dei servizi”. Continuano ad arrivare al domicilio di molti utenti, infine, bollette con importi stratosferici, relativi a consumi in alcuni casi mai effettuati e in altri casi non facilmente dimostrabili.

Segreteria Pd di Capri: Mazzina riconfermata

La professoressa Paola Mazzina riconfermata segretario del circolo del Pd di Capri. Il rinnovo delle cariche si è svolto nello scorso finesettimana. Contemporaneamente gli iscritti capresi al Partito Democratico hanno votato per la segreteria provinciale, “premiando” Venanzio Carpentieri.


Una piacevole giornata nella magia della Valletta Aria di Capri di Cetrella

Si sale, sotto un'umida cappa di nebbia; la strada sassosa, di dura dolomia, ti affatica nello incedere verso il luogo più incontaminato e lussureggiante dell'isola. Ti senti spinto dalla voglia di esserci, per tuffarti tra le cose vere che accompagnano le nostre giornate. Folate impalpabili di bruma mattutina, avvolgono la vegetazione montana; si intravedono i contorni sfumati di chi ha sempre amato la "montagna" caprese e ti precede lungo il sentiero, che nelle limpide giornate di sole offre scorci di incomparabile bellezza. Per un istante, e solo per un brevissimo istante, per un leggero colpo di vento si apre uno squarcio tra la nebbia e, in fondo al lungo viale uno striscione, la linea di traguardo della tua gara in salita, ti dice che sei arrivato alla meta: lo straordinario scenario della Valletta di Cetrella è dinanzi ai tuoi occhi. Il rintocco ripetuto della Campanella della chiesetta dell'antico eremo annuncia la funzione religiosa propiziatoria: è l'inizio dell'edizione 2013 della Sagra della Castagna. Tantissima gente, insieme, per disegnare l'ologramma di un anticipato presepe vivente, fatto di figure tipiche che si

muovono lentamente, alla ricerca , tra la fitta macchia mediterranea, di un posto dove riposare e rifocillarsi. Ti domandi, perché è così forte il richiamo, retaggio di una storia antica, della montagna caprese. La risposta non la trovi tra i sapori della proposta gastronomica che, pur sempre è un motivo importante; non la trovi in un bicchiere

dell'ottimo vino che l'accompagna; non la trovi nella predica del prelato benedicente; ma nelle vigorose strette di mano, negli abbracci e nel sorriso di chi manifesta la gioia di ritrovarsi e di rinnovare una tradizione voluta dai severi custodi della valletta, gli Amici di Cetrella, per far conoscere un luogo unico al mondo: un autentico laboratorio a cielo aperto, dove la natura prepara i suoi capolavori : le cento specie dell'orchidea selvatica, il corbezzolo, la mortella, i tappeti di coloratissimi ciclamini, l'agrifoglio e il pungitopo, le siepi di rosmarino, i colori di una varietà infinita di flora spontanea, sorvegliati dall'alto dalla flotta aerea dei falchi pellegrino, delle poiane, dei mille uccelli riuniti in coro, per un armonioso inno alla vita. Ti lasci ammaliare, assapori il fascino della bellezza dei luoghi,

7

e avvolgere dal silenzio che, dopo una intensa giornata, trascorsa in letizia, cala sulla magica Valletta di Cetrella mentre la nebbia del mattino si dissolve rapida, ai primi raggi di un incipiente e rosso tramonto. Qualcuno reclamerebbe la cronaca della giornata: della salciccia e friarielli, della protagonista della festa, la castagna, dei giochi riservati ai piu' piccoli, ma ognuno amerà raccontarla come l'ha vissuta, alla propria maniera, felice di aver incontrato una amicizia, di aver riassaporato il piacere di un momento di aggregazione sociale che, con i tempi che corrono, non è poco. Da osservatori, una proposta al Corpo Forestale: la realizzazione, attraverso le alte conifere e il lussureggiante sottobosco, di un percorso verde che consenta a tutti di poterlo percorrere in sicurezza, per una sana e salutare attività sportiva. Agli Amici di Cetrella, un grazie infinito. Mancava il personaggio, temporaneamente impegnato altrove: Carmine, il responsabile dell'Eremo, ma non il suo caffè, il profumo di un amore che da sempre lo lega alla sua gente, agli ospiti e ai viaggiatori che salgono al Solaro e alla Valletta, servito con lo stesso entusiasmo dai suoi giovani e preziosi collaboratori. Alla prossima. Pinuccio De Gregorio


ISTITUTO COMPRENSIVO I. NIEVO - SCUOLA DELL’INFANZIA IV NOVEMBRE “GRAZIE NONNI CARI” Il 24 ottobre i bambini hanno festeggiato i loro nonni con gioiosi canti e una gustosa merenda di buon pane ed olio. La festa, che tradizionalmente è il 2 ottobre, è stata l’inno all’amore incondizionato dei nonni garanti della memoria e delle tradizioni, ma anche dolcissimi e premurosi custodi dei primi anni di vita, attenti compagni dei primi passi e preziose guide che non smettono mai di vegliare sui loro nipoti. Non saranno sufficienti tutti i grazie del mondo per ripagare ciò che fanno per la società.


Il mercatino si svolgerà l’8-9-10-11 novembre 2013 presso il Centro Congressi. Orario: 10.00/19.00


10 Lotta alla droga: esibizione delle unità cinofile Cronaca della Guardia di Finanza

Sport contro la droga: è questo lo slogan scelto anche quest'anno per la Giornata dello Sport, che venerdì 25 ottobre ha

dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli per sensibilizzare i ragazzi capresi sui pericoli dell'uso delle

animato l'isola di Capri radunando circa 800 giovani dell'isola. "Tutti in tuta contro la droga" è il titolo dell'evento che ha

sostanze stupefacenti. Le unità cinofile sono state protagonista di un'esibizione antidroga tra gli applausi e la curiosità

visto i partecipanti ritrovarsi in piazzetta e sui campi del tennis club per la kermesse sportiva con un messaggio forte contro l'uso degli stupefacenti. La terza edizione della Giornata dello Sport ha visto anche un'esibizione di due cani antidroga inviati

dei presenti. (Nelle foto: alcuni momenti della Giornata dello Sport)

Al Museo Cerio le straordinarie opere di Filippo De Pisis

Il Museo Cerio a Capri ospita fino al 12 novembre la mostra con cui l’Accademia della Bussola presenta in esclusiva la prima esposizione assoluta di due opere di straordinario valore storico ed artistico

di uno dei massimi maestri del Novecento: una Pietra Litografica ed un Autoritratto di Filippo De Pisis del 1943. Un evento straordinario già proposto a Venezia che ha consentito agli artisti dell'Accademia di esporre le proprie opere insieme a quelle del grande maestro in una mostra dal titolo “Sguardi – Omaggio a Filippo De Pisis” che intende celebrare lo Sguardo degli Artisti, la loro capacità di “vedere” oltre il guardare, la capacità di elaborare la realtà, i sogni, la fantasia, la linea e il colore con la propria sensibilità. Definito da Vittorio Sgarbi “il più poeta dei pittori”, Filippo De Pisis fu una delle più importanti figure del Novecento. Artista multiforme che seppe coniugare con stile personalissimo poesia, letteratura e pittura, affermandosi come uno tra i maggiori Maestri dell'arte italiana della prima metà del Novecento. Amico di Giorgio De Chirico, del fratello Alberto Savinio e di Carlo Carrà condivise con loro i fermenti che rinnovarono l'Arte italiana ma poi brevi soggiorni a Roma e a Parigi all'inizio degli anni Venti gli aprirono nuovi orizzonti pittorici. Iniziò così a rielaborare un suo stile fatto di suggestioni e soggetti del tutto originali, dove il tratto pittorico diventa spezzato, quasi sincopato in un modo che Eugenio Montale definì "pittura a zampa di mosca". Per citare ancora Sgarbi: “Se mai vi fu una leggerezza, se mai soavità, è questa, qui e ora...” Gli artisti che fanno da corona al grande maestro a Capri, presso il Museo Cerio, sono Genesio Carnevale, Lorenzo Cataneo, Antonio Cesarano, Federica Filippi, Rossana Liberalesso, Carmen Lietz, Rosy Muntoni, Sergio Muntoni, Roberta Papponetti, Chiara Scala, Ariane Schuchardt, Anita Scola, Daniele Stefano, Gabriella Tolli e Antonella Vocale. La mostra, curata da Beppe Palomba per l’Accademia della Bussola con la direzione scientifica della prof.ssa Assunta Cuozzo dell'Università Ca' Foscari di Venezia, è stata inaugurata giovedì 31 ottobre.


I racconti del maresciallo Cronaca Pensieri Burrasca

Si pescava tranquillamente totani al largo dei Faraglioni, tenendo di vista Marina Piccola e il suo faretto lampeggiante verde intermittente. La mia vecchia barca, da me sempre posseduta, Aveva le lucette di posizione accese, una rossa e una verde che risplendevano debolmente nell'uscurità della notte. La scialuppa, così la chiamavo io, seguendo il capriccio del vento, or galleggiava immobile, ora si spostava lentamente,e il mare era sempre calmo.Con me sulla barca, seduto a prora, c'era Fabio, desideroso di pescare, ma dopo alcuni beccheggi e rullii, il ragazzo incominciò a sentirsi male che alla fine vomitò. I suoi chiari occhi azzurri mi gettarono uno sguardo penoso, e mentre l'osservavo così in piedi, dinanzi a me, confuso e oppresso da una rassegnata saggezza a cui si mescolava qualcosa di assai simile alla profondà pietà di un vecchio quale ero, impotente a consolare il tormentoso dolore di un fanciullo. Lo vidi stringere convulsamente i pugni con un gesto disperato. Alle spalle di Fabio si apriva la nera notte punteggiata di stelle, il cui tremulo lucore provenendo da diversi piani cosmici, faceva perdere lo sguardo nella profondità di una notte ancora più

buia e misteriosa. Tuttavia, una luce strana, irreale, pareva illuminare la sua testa di fanciullo. Era come una luce che venisse da dentro di lui, quasi che in quell'attimo la sua giovinezza avesse dato un ultimo guizzo, dopo essersi sentito male.All'improvviso il tempo cambiò, il mare aumentava, il vento urlava. Non si distingueva nulla, in quella oscurità picea ( di pece ) e il mare sibilava come un migliaio di caffettiere che bollissero tutte insieme. Scendeva dal cielo acqua così intensa e violenta da non distinguere neppure il ragazzo davanti a me. Durò un bel po. Poi come era velocemente cominciato, velocemente smise. Ora sentivo quel silenzio del mare e del cielo, confusi entrambi in un unica, indefinibile immensità, una immensità calma e densa di morte che tutto avvolgeva. Che silenzio ! Soltando Dio, che aveva potuto mandare sul mare, e solo lui puo conoscere le sensazioni che quel silenzio provocò nel mio cuore. Poi mi dissi che in nessun mare del mondo potesse esistere un silenzio simile. Non si distingueva il mare dal cielo, non un barlume,non una qualsiasi forma concreta da sbirciare. Mi sentivo un piccolo nulla, entro il nulla più vasto che mi circondava. Tutto intorno un mare ondulato, un'aria immota,una notte profonda, un silenzio infinito. La burrasca era terminata. Finalmente il tremito del mare al primo bacio dell'aurora, come se le

11

acque avessero rabbrividito nel dare alla vita il globo di luce, mentre l'ultimo soffio della brezza notturna percorreva lievemente l'aria, come un sospiro. E fu vita, vita nuova. Franco Troccia poetafrancotroccia@teletu.it

***

PARROCCHIA DI S. STEFANO - CAPRI Si porta a conoscenza dei fedeli, devoti della Vergine Santissima, che di concerto ed in comunione con la Parrocchia di S. Stefano “Le Oasi di Maria Regina della Pace e della Famiglia” – Onlus, organizzano il Pellegrinaggio a Medjugorje, nel periodo dal 29 novembre al 6 dicembre 2013. I fedeli saranno guidati sul piano spirituale da un sacerdote dell’isola. Sul piano strettamente operativo i fedeli interessati possono chiedere ogni opportuna informazione e la copia del programma telefonando ai nn. 3381547739 e 3292083630.


Il racconto di Maria Astarita: Eventi a Capri Pane quotidiano

Una nuvola bianca si sperde nell’aria e come un vulcano la farina prende forma sul ripiano, accanto al calore del forno. Elementi essenziali alla sopravvivenza in tempi di magra non se ne poteva fare a meno e di cui l’uomo ha sempre disposto , farina, sale e acqua si fondono in un eterno connubio, per dare vita ad un alimento quotidiano tanto antico quanto elementare e irrinunciabile. L’aggiunta di lievito e olio e, oggi cuocere il pane è divenuta un’arte dalle tante sfaccettature ed in alcuni casi addirittura raffinata. Le ricette variano di paese in paese, ognuno ha la sua storia : filiformi baguette in Francia e pane nero in

Vestfalia, da noi il pane bianco offre una gamma di forme varie tra rosette, pagnotte, filoni e sfilatini che convivono allegramente tra profumi irresistibili nei banchi dei nostri fornai, in casa può mancare il companatico ma non il pane fresco, un’abitudine che ci accomuna, l’alimento principe non può mancare. Sta diventando quasi una ‘’moda’’ farsi il pane in casa vuoi per risparmiare, qualcuno lo trova distensivo, vuoi per cimentarsi in quella che è considerata una vera e propria arte, appannaggio esclusivo dei fornai con tanto di pala e baffi infarinati come dovevano esserlo quelli dei panificatori del patrio governo, per inten-

12

derci, quello delle tre ‘’effe’’: feste, farina e forche’’. Pane quotidiano : nelle mense povere era supporto e fedele compagno di più bicchieri rossi che facevano vedere una realtà che non era. L’ultima spiaggia in tempi di fame e carestia : accaparrarsi un pugno di farina bianca voleva dire sopravvivere. Molti fautori ha avuto il famoso ed accattivante (visto il nome) ‘’pane cafone’’ elargito a piene mani ed a prezzi competitivi da venditori ambulanti mordi-e-fuggi, tipo ‘’ ccà stà à pezza e ccà ‘o sapon’, ‘’. Entusiastici quanto ignari acquirenti hanno dovuto ben presto ricredersi e rinunciare, nonostante i prezzi seducenti , alle rotonde ed appetibili pagnotte non importa se talvolta assieme alla fragrante crosta ,sia capitato di mettere a repentaglio il costoso lavoro del dentista, addentando un corpo estraneo, vedi chiodo arrugginito o alla meno peggio pezzi di spago o schegge solide di dubbia provenienza. Addetti ai controlli hanno scoperto tutto un mondo ruotare all’incontrario nel campo della panificazione la quale avveniva, all’insaputa del consumatore, in luoghi sudici somiglianti ad una discarica a cielo aperto....e non solo. Gli antichi Egizi, i primi panificatori, non avrebbero mai immaginato che seimila anni dopo , nell’era elettronica ci saremmo ridotti a cuocere il pane con legna proveniente addirittura da fatiscenti casse da morto, (si spera senza contenuto). Con questi presupposti meglio rivolgersi al fornaio di fiducia, quello con cui scambiare quattro chiacchiere mentre si attende la seconda infornata, deliziati nell’olfatto, oppure, anche se la cosa non è affatto facile, non resta che concedersi la soddisfazione che deriva dal prepararsi il pane a domicilio e se riuscirà bene , avere un’ottima ragione per festeggiare l’avvenimento e continuare nella nobile arte che ha accompagnato l’evoluzione dell’uomo nel corso dei secoli. Il pane quotidiano: Qualcosa che accomuna da sempre la mensa del povero mortale e la tavola imbandita del ricco blasonato ...una sorta di ‘’livella’’ direbbe un famoso principe. Maria Astarita


Premio di giornalismo 13 “Roberto Ciuni” a Napoletano, Eventi a Capri Iovene e De Mistura

Roberto Napoletano, direttore del ''Sole 24 Ore'', e Bernardo Iovene, giornalista del settimanale televisivo ''Report'', sono i vincitori della seconda edizione del premio ''Capri-Roberto Ciuni'', promosso dalla Fondazione Capri e dall'Ordine dei giornalisti della Campania in ricordo del giornalista che visse a lungo nell'isola. La cerimonia di consegna dei premi si è svolta sabato 26 ottobre nel teatro del Quisisana. Nell'occasione è stato ricordato lo scrittore e giornalista Giuliano Zincone che fu tra i fondatori del premio. Un particolare riconoscimento è andato a Staffan De Mistura, a lungo inviato dell'Onu, ex sottosegretario agli Esteri e di recente nominato direttore della Fondazione ''Axel Munthe'' ad Anacapri. Prima della cerimonia Ernesto Auci ha coordinato una tavola rotonda sul tema ''Mezzogiorno, freno o risorsa per la crescita dell'Italia?'' a cui hanno partecipato tra gli altri Massimo Lo Cicero, Ernesto Mazzetti e Roberto Napoletano. Presenti alla cerimonia il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli e il caporedattore della Tgr Campania Antonello Perillo. La serata è stata presentata da Rossana Russo.


Annunci

Vendesi a Capri nella centralissima via Valentino (a pochi passi sia dalla Piazzetta sia da via Camerelle) locale circa 55 mq uso deposito/magazzino. Ideale come deposito per attività commerciale o come deposito per attività nel settore edilizia/artigianato. Tel. 377.6612008

Vendesi Anacapri, località Damecuta, villetta bifamiliare mq 130 o singola mq 60 con veranda mq 40 e ampio giardino attrezzato, senza vista mare. Tel. 081.8372107 338.2553659 ore serali

Capri vendesi appartamento piano superiore 63 mq zona mare panoramico camera pranzo cucinino 2 camere letto bagno + bagno servizio balconato terrazzino. Trattativa riservata. Tel. 338.2970881

Anacapri centro affitto anche per brevi periodi monolocale indipendente, aria condizionata, arredato, due posti letto, angolo cottura. Tel. 348.3827440 - 349.2234779

Anacapri, fittasi centralissimo locale affaccio piazza ca mq 30 da ristrutturare con licenza approvata, adatto qualsiasi attività commerciale studio fiscale, ingegneria, ufficio commerciale pub gelateria o negozio. Pasti e serali. Tel. 081.8371052

Fittasi nel centro di Capri, preferibilmente a italiani, bilocale. Affitto semestrale o tutto l’anno. Tel. 081.8377973 (ore 20-21)

Anacapri centro storico fittasi monolocale accesso indipendente adatto due persone oppure deposito o ambulatorio. Fitto economico.. Tel. 081.0320345 pomeriggio segreteria telefonica

Anacapri centro via Catena fittasi appartamento 60 mq composto da salone aperto con angolo cottura, camera da letto, passetto, bagno, con tetto terrazzato per vari usi. Tel. 347.3660833 Capri zona centrale fittasi appartamento.

Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 14 1 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (5 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, presso la redazione in via Li Campi 19 a Capri. Tel. 081.8377813 - 081.3653395

Napoli Parco San Paolo vicino università Monte Sant'Angelo fittasi appartamento ristrutturato arredato 2 camere letto 2 bagni angolo cottura soggiorno balconata (80 mq) anche non residenti. Tel. 333.4465094 - 338.4640374

Fittasi o vendesi Capri 100 mt dalla Piazzetta, via Castello 3, locale mq 60 circa più soppalco, vari usi. Tel. 06.9081511 serali

Fittasi o vendesi appartamento indipendente su due livelli con ampio terrazzo e giardino. L’accesso all’appartamento è disponibile sia dal primo che dal secondo livello. Aria condizionata calda/fredda, infissi di primissima qualità a norma con la legge risparmio energetico. Primo livello: camera da letto con armadi a muro, bagno, ampia camera per cucina/sala e cantina. Secondo livello: accesso possibile a mezzo scala di marmo e composto da bagno, camera da letto, verandina con piccolo terrazzo e cameretta. E’ possibile anche il fitto per livello in quanto tutto autonomo con contatori divisi. Appartamento disponibile dal 1 novembre 2013. Tel. 348.2659977

Fittasi monolocale ben accessoriato zona San Costanzo. Rivolgersi a Gigi. Tel. 331.4164654

Fittasi centro di Capri camera, angolo cottura, bagno, semestrale o tutto l’anno. Massimo due persone. Tel. 081.8377973 (ore 11-12) Anacapri località Damecuta vendesi terreno circa 380 mq. Tel. 338.1842572

Capri zona centro fittasi locale uso studio o deposito. Tel. 081.8377813-081.3653395

Anacapri vendesi terreno mq 1450 con acqua e luce fronte strada. Tel. 347.5980266

Capri piazzale Europa negozio con sottostante deposito fittasi anche separatamente. Tel. 081.8373649 Signora referenziata cerca lavoro come babysitter, donna delle pulizie, stiro, part time o ad ore. Tel. 392.5958747

Ragazza 21enne amante bambini cerca lavoro part-time come baby-sitter o anche durante il pomeriggio per compagnia ed aiuto nel fare i compiti. Tel. 333.5318317

Dog sitter offresi. Tel. 338.1970431

Laureata in lingue e letterature straniere offre ripetizioni di Inglese e Francese ed eventuale supporto per la preparazione di esami di Stato o licenza media. Tel. 334.9811212

Anacapri cercasi banconista cassiere/a fulltime. Tel. 339.1422710

Laureata in filosofia impartisce lezioni private a bambini di scuole elementari e medie in tutte le materie. A ragazzi di scuole superiori in materie umanistiche. Conoscenza della lingua inglese a livello universitario A1-2+B1-2 secondo il Quadro Europeo. Tel. 081.8371961

Laureata impartisce lezioni per scuole elementari, medie (no francese) e scuole superiori materie letterarie. Anacapri. Tel. 333.1688967

Signora italiana, assoluta affidabilità e riservatezza, offresi per custodia abitazione. Tel. 333.8093960

Offresi signora per lavori domestici o stiro. Disponibile solo part-time. Massima serietà. Tel. 342.3617446

Ford Fiesta 1300 16V 5 anno 2005 colore blu trattativa privata. Tel. 380.5236681 333.3113071 (ore pasti)


Cultura

A cura dell’Associazione di varia umanità

In occasione del Trentennale del Premio Capri – S. Michele, Giuseppe Lazzaro, già direttore dell’Editrice Studium e redattore responsabile della omonima, centenaria rivista culturale, che ha partecipato fin dalle prime edizioni alle manifestazioni del Premio, ci ha inviato la seguente

TESTIMONIANZA

A scorrere il Libro d’oro del Premio Capri – S. Michele, nella sua ormai lunga storia, si resta colpiti dal rilievo degli autori premiati, dalla qualità delle opere, dalla ricchezza e varietà dei temi affrontati, che mostrano una stretta aderenza al cammino del tempo e della storia. I titoli scelti sono specchio fedele del ricco, complesso, a volte tormentato scorrere dei nostri anni, e testimoniano il lavoro intenso, di riflessione e di elaborazione, compiuto da autori insigni, e da Case editrici serie e meritevoli che ne veicolano il pensiero. Nella lunga fedeltà a se stesso, nella serietà e nel rigore delle scelte operate, senza cedimenti alle mode o a condizionamenti di sorta, sta la ragione del successo e del significato crescente che il Premio ha assunto nel corso del tempo. Ma, nel suo intento di cogliere nel patrimonio del passato le ragioni di crescita culturale per il presente e il germe di nuova linfa vitale per il futuro, il Premio rappresenta anche una bella pagina di storia italiana, di un’Italia che forse mai come oggi ha bisogno di ritrovare il senso, smarrito, della propria straordinaria bellezza e della

15 Il Premio Capri S.Michele: una bella pagina della storia italiana sua storia culturale, e di ritrovare la serenità di una convivenza civile fondata sul rispetto reciproco, sulla cura del paesaggio, sul valore dato al lavoro, sull’impegno comune di costruire una nuova speranza per i giovani e per il futuro. La ricorrenza del trentennale suscita anche considerazioni personali. Il Premio rappresenta per me, che ho avuto la fortuna di seguirne le vicende fin dai primi anni, un luogo affettivo, un luogo dello spirito. E mi commuovo, scorrendo il Libro d’oro, nel ritrovare i nomi e i volti cari di autori di Studium che hanno avuto in questa manifestazione un alto riconoscimento. Penso agli storici Vittorio Giuntella e Pietro Scoppola, alla Signora Laura Satta Boschian, autrice di opere indimenticabili sulla cultura e sulla letteratura russa, per citarne solo alcuni. Accanto a loro figurano i nomi di giovani studiosi meritevoli, che hanno visto incoraggiato e sostenuto il loro impegno di ricerca e di insegnamento. Tutti sono tornati da Capri con un ricordo indelebile dei colori del sole e del mare di questi momenti meravigliosi, ma anche con il calore di un’amicizia vera e nuova, nata e cresciuta nell’incanto dell’isola. Nelle giornate del Premio, natura e cultura si incontrano in una cornice di straordinaria bellezza. Il pensiero illumina il paesaggio, e il paesaggio dà calore emotivo al pensiero, lo nutre della linfa vitale delle emozioni. Il Premio è allora momento privilegiato di incontro, occasione di amicizia e di scambio fecondo, per rinsaldare un patrimonio di valori condivisi e il proprio impegno di lavoro e di studio. Se l’isola di Capri è una perla nel Mediterraneo, il Premio Capri – S. Michele rappresenta una perla incastonata al suo interno, e la irradia della luce interiore che solo il pensiero può dare:

la luce dello Spirito. Un grazie sentito vorrei allora dire a chi tutto questo ha reso possibile nel corso degli anni, con un lavoro intenso, silenzioso e tenace: Raffaele Vacca con la sua famiglia, Marta Murzi Saraceno, il Presidente Franco Casavola, gli altri membri autorevoli della Giuria, gli amici tutti del Premio. A loro invio un caro saluto, con tanto affetto e un po’ di nostalgia. Giuseppe Lazzaro L’INFORMATORE POPOLARE Periodico d’informazione politica, cronaca, cultura e sport dell’isola di Capri Direttore: Manfredi Pagano Società editrice TPS S.R.L. Reg. Tribunale di Napoli Nr 5283 del 18/02/2002

Redazione: Via Li Campi, 19 80073 Capri (Na) Tel. 081.8383111 Fax 081.8370421

Sito internet: www.caprinews.it www.informatorepopolare.it Per scrivere alla redazione redazione@caprinews.it

Per la pubblicità tel. 081.8383111 Stampa: Rotostampa Lioni (Av)

(Si comunica che foto e documenti consegnati in redazione non saranno restituiti)


Informatore Popolare 39  

Numero 39 del 3 novembre 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you