{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1

Rasputin a Capri ANNO II N.5 del 9 febbraio 2020

A pagina 2


Rasputin a Capri

Sarà Marino l’ultimo Sindaco di Capri a rinunciare al prestigio e alla autonomia della carica e a subire le indicazioni, le decisioni e i provvedimenti che gli vengono imposti dal Rasputin caprese di cui ha accettato la funzione di Consigliere? Marino non è certo libero di amministrare Capri come vorrebbe e secondo i piani e progetti che ha in capo. Il modello non è certamente lo zar Nicola II Romanov, ma come lo sfortunato ultimo zar di tutte le Russie, operare all’ombra di Rasputin fu pessima scelta. Ugualmente pessima la scelta di Marino di affiancarsi al Rasputin locale. Il monaco pazzo e falso terapeuta assomiglia fin troppo al Rasputin caprese, chiamato a curare e guarire le fin troppo gravi ferite provocate dalla cattiva gestione del Comune di Capri. Non sarà questa ombra sinistra sulla vita e sull’azione dell’attuale Amministrazione Comunale a rimettere in carreggiata la traballante poltrona del Sindaco di Capri. Il nostro Rasputin dovrebbe invece rivolgere le proprie attenzioni alla sua persona, con maggiore discrezione e cautela. Mai come in questo caso è adatto e conferente l’appello “medice, cura te ipsum”. Medico, cura te stesso. Il

nostro Rasputin in sedicesimo avrà senz’altro capito il significato del nostro appello. In passato, anche in quello recente, ci siamo occupati dei prostituti dell’informazione e l’opinione pubblica ha apprezzato i nostri giudizi e i relativi commenti. Particolare consenso ci è arrivato dai tredici lettori di questa pagina e ci aspettiamo uguale ma forse maggiore apprezzamento per il riferimento al Rasputin locale e al controllo esercitato sulla Amministrazione. Di certo non sarà lo stetoscopio maneggiato nella foto dal nostro Rasputin a risolvere i problemi. Marino ha fatto una scelta sbagliata, salvo condividere e accettare i rischi di una gestione da “anatra zoppa” (lame duck). Sappiamo che, ritornando alla memoria storica, Rasputin non portò fortuna a Nicola II Romanov ma anzi contribuì a provocare l’ottobre rosso con la rivoluzione bolscevica. Forse Marino ha ceduto su questa “alleanza” con la speranza di una comune azione di contenimento nei confronti del suo Vicesindaco, impegnato ogni giorno a dare un colpo di vanga alla buca che sta scavando per farvi precipitare il Sindaco. Basta citare solo alcune pratiche per capire l’importanza

della partita e la distanza delle posizioni. Trasferimento del parco giochi, funicolare Marina Grande – Anacapri, l’Area Marina Protetta, il pontile barche sono solo alcuni esempi della distanza astronomica tra Sindaco e Vicesindaco, ma arruolare Rasputin non porterà certo giovamento alla guida amministrativa del Paese e alla tranquillità del Sindaco che ora, vivendo giorno dopo giorno l’erosione della sua Maggioranza, ha scoperto come l’opposizione interna sia maggiore di quella praticata dall’Opposizione. Ritorniamo così all’ombra di Rasputin locale, terapeuta inaffidabile e suggeritore inacidito dai contenziosi personali. Al caro Sindaco non auguriamo di fare la fine di Nicola II Romanov, barbaramente trucidato dai bolscevichi, ma gli segnaliamo che è già iniziato l’assalto al “Palazzo d’inverno”. Forse è il caso di ricordare a Marino il noto appello secondo cui “dai nemici mi guardo io e dagli amici mi guardi Dio”. Spesso la saggezza viene apprezzata ma non praticata. Speriamo che questa volta almeno Rasputin non continui a dare suggerimenti perversi e comportamenti nefasti.


Sanità, l’isola abbandonata: non si riunisce più nemmeno il tavolo permanente

La Regione Campania ha deciso di spostare da Napoli a Salerno, vale a dire dall’Ospedale del Mare a Pontecagnano, l’elicottero dell’Alidaunia che avrebbe dovuto assicurare il servizio h24 di emergenza sanitaria fino al completamento dei lavori a Damecuta. Una clamorosa e contestata decisione, voluta dal governatore Vincenzo De Luca per non scontentare la sua Salerno, che ha lasciato Capri priva del servizio notturno di elisoccorso, visto che l’eliporto di Pontecagnano è aperto soltanto fino alle 17. A seguito di una riunione convocata d’urgenza dopo le polemiche, è stato assicurato che i voli notturni con Capri saranno tutti classificati come “primari” e garantiti dagli elicotteri dell’Elilombarda, azienda che purtroppo numerose volte anche nel recente passato ha sospeso il servizio per assenza dei visori notturni o per inadeguatezza della pista di atterraggio. Intanto, con una delibera di Giunta Comunale, dando seguito alla petizione sottoscritta da oltre tremila cittadini, l’Amministrazione di Capri ha deciso di dare mandato al settore Lavori Pubblici di individuare uno o più luoghi idonei all’insediamento di una piazzola o elisuperficie per atterraggio delle eliambulanze. L’Amministrazione caprese, in tante settimane di problemi e polemiche relativamente all’emergenza elisoccorso, è riuscita a partorire questa timida delibera di indirizzo all’Ufficio Tecnico. Davvero troppo poco. Peggio hanno fatto addirittura Regione e Asl che hanno lasciato ancora senza riscontro la petizione, con oltre tremila firme di capresi, anacapresi e habituè dell’isola, promossa dall’Unione Nazionale

Consumatori, inviata nelle scorse settimane al Presidente della Regione Campania De Luca, al direttore generale dell’Asl Napoli 1 Verdoliva e ai sindaci di Capri e Anacapri, con richiesta di individuazione di una nuova piazzola di atterraggio.   Amareggia il disinteresse e il silenzio in particolare della Regione, con il governatore Vincenzo De Luca che, malgrado sia il primo destinatario della sottoscrizione, non si è degnato neppure di inviare un cenno di risposta alle lettere giunte da Capri. Per De Luca forse Capri non esiste sulla carta geografica della Campania? Per non parlare delle promesse di Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl: nessun concreto passo avanti al Capilupi dal suo insediamento al vertice della Napoli 1, nessun evidente miglioramento nella sanità caprese ad eccezione di qualche assunzione e qualche servizio ambulatoriale. Perfino il tavolo di confronto permanente sui bisogni della salute, istituito da Verdoliva e che si sarebbe dovuto riunire a cadenza mensile, non risulta più convocato da molti mesi. Capresi abbandonati da tutto e da tutti in un settore vitale quale quello della sanità. Il gruppo consiliare CapriVera, per affrontare il nodo elisoccorso e le problematiche che investono la sanità sull’isola, dal rinvio dei lavori di ristrutturazione del Capilupi al mancato inizio dei lavori a Damecuta, ha chiesto l’urgente convocazione dell’Osservatorio sulla sanità delle isole chiedendo

di poter partecipare con un proprio rappresentante e avanzando una proposta alternativa per la gestione della salute nelle isole con la creazione di una Asl o un distretto autonomo con budget proprio. Intanto, un flash mob per il diritto alla salute e all’elisoccorso, organizzato da numerose associazioni, si terrà martedì 11 febbraio alle 11.30 nella Piazzetta di Capri in occasione della giornata mondiale del malato. Un incontro pubblico, infine, è stato promosso dal comitato civico Articolo 32 – Salviamo il Capilupi per giovedì 13 febbraio, alle ore 17.00, nella sala Luigi Pollio del centro polifunzionale di Capri. “Vi aspettiamo tutti. Si parla di Salute a Capri, quella che non ci viene garantita!”, afferma l’avv. Concetta Spatola, presidente del comitato che invita l’intera popolazione isolana a partecipare.

3


Il puntaspilli

Pubblichiamo in questa pagina denunce e segnalazioni (sia inviateci direttamente che attraverso i social network) di disservizi quotidiani, problemi piccoli e grandi. Facciamo da “puntaspilli” nei confronti dell’Amministrazione, degli enti e delle società di servizi. Per lettere, segnalazioni, foto, potete scriverci una mail all’indirizzo redazione@caprinews.it oppure redazione@mediacapri.it indicando nell’oggetto “Il puntaspilli”. Gli autori delle missive e delle segnalazioni, anche se pubblicate anonimamente o con pseudonimi, si assumono la totale responsabilità del contenuto delle stesse.

Al cinema scarsa e carente comunicazione, poca partecipazione

partecipazione di pubblico alle visioni dei film. Un appello all’Amministrazione: riuscite una volta e per tutte a rivalutare quella sala e a invogliare i cittadini a riempirla come ai bei tempi? Ha riaperto ormai da parecchie setOsservatrice caprese timane la sala cinematografica a Capri ma quasi nessuno sembra essersene accorto. Dopo la parente- Chiusura automatica si di Capri Hollywood e dopo un al cimitero di nuovo periodo di chiusura, al cineAnacapri, estendere ma di via Sella Orta sono riprese le proiezioni tra scarsa comunicazio- il sistema a Capri ne, pubblicità carente e intempesti- Gentile direttore, va e locandine pezzottate e poco ho notato con compiacimento che al invoglianti (foto) affisse alla men cimitero comunale di Anacapri un peggio. La conseguenza è la poca sistema sonoro automatico avvisa i presenti dell’imminente orario di chiusura, seguito poi dallo sbarramento, anche questo automatico, dei cancelli di ingresso. Nel caso in cui qualche visitatore sia rimasto nel cimitero e non abbia fatto in tempo a lasciare il luogo di riposo dei defunti, un pulsante solo dall’interno consente la riapertura temporanea del cancello per consentire al ritardatario l’uscita. Sarebbe auspicabile che un sistema simile a quello in essere ad Anacapri, con un automatismo della chiusura dei cancelli all’orario stabilito, venga adottato anche a Capri, evitando situazioni spiacevoli o inconvenienti vari. Lettera firmata

4


Dov’eravamo rimasti?

La maggioranza riparta dall’A.C.O.P.: Assessorato alle promesse e cambi di opinione

A.C.O.P. è un progetto nuovo che speriamo possa risolvere tante diatribe e anacronistici dibattiti all’interno dell’Amministrazione. Nasce infatti da una necessità. Ci siamo accorti da subito che le deleghe fossero state distribuite in modo un po’ bizzarro e confusionario, della serie “un po’ a te”, “un po’ a te”, e “un po’ a te”, per non fare dispiacere a nessuno. Visti gli scissionismi e le barricate del passato, è facile credere che il Sindaco non abbia voluto far torti a nessuno e distribuire un po’ di demani a destra e a manca. Ma è proprio a proposito di manca, che ci siamo accorti di quella che rappresenta effettivamente una significativa assenza in Municipio. È ormai indispensabile un nuovo Assessorato. All’inizio si è potuto andare avanti sgusciando tra dei sibillini “noi ora ci siamo insediati”, “il paese è allo sbaraglio” e altre frasi apocalittiche, che più che dagli amministratori del Comune di Capri, te le aspetteresti pronunciate da qualche inviato di guerra. Così con “le scolle in fronte” è passata l’estate. Obiettivamente, un’estate articolata, come ogni estate del resto ormai. La fine dell’estate però ha decreta-

to, con un effetto domino, la caduta di tutti i tasselli che i candidati, furbamente, avevano posizionato per convincere gli elettori durante la campagna del 2019. La sbandieratissima Via Krupp, un tarlo, per tre, quattro anni, è stata dimenticata. Insabbiata, nascosta. Sembra ieri che Marino voleva farsi incatenare al cancello gridando allo scandalo, e oggi? Sembra ieri che banchetti e banchettini raccoglievano firme, che i giornali “di partito” tuonavano contro “la vendita” della strada a qualche acquirente, e oggi? Dove sono finiti tutti questi buoni propositi, quell’animo pio, quello spirito combattivo, quelle risposte e soluzioni sempre pronte. Quell’accusa volta allo scandalo sempre in canna, pronta ad essere sparata fuori contro gli avversari politici al primo inciampo. Dove sono finiti tutti gli articoli citati dalla giurisprudenza, il bon ton, il buon costume, l’amore, la tutela? Forse non bisogna pensare subito a male, capita che la cattiva organizzazione tiri brutti scherzi. In quest’ottica è stato pensato A.C.O.P. Ovvero, l’Assessorato alle Promesse e Cambi D’Opinione. Gli impegni politici di Sindaco sono tanti e non è giusto che un solo individuo si faccia carico di così tanto a cui pensare. È necessario creare un organismo ad hoc che snellisca la burocrazia e faciliti la comunicazione da e verso il Comune di Capri. Soprattutto, è necessario instaurare un canale di ascolto con i cittadini. Qualcuno ha veramente creduto che le periferie sarebbero state attenzionate dalla politica! Che facciamo adesso, ce lo dimentichiamo? No, no. Gli elettori non dimenticano e A.C.O.P. sarà lì per

questo. “Ti ho promesso che riaprivo Via Krupp appena indossata la fascia, ma non è ancora successo? Rivolgiti ad A.C.O.P.! Ti ho promesso che aprivamo una struttura ospedaliera al posto dell’ex plesso alberghiero di Marina Grande ma ora non ne parlo più? Rivolgiti ad A.C.O.P! Un preparatissimo Consigliere Comunale ti illustrerà tutte le cose che vi avevamo detto avremmo fatto e che ovviamente non abbiamo mai avuto intenzione di fare davvero! Prendi il numero all’esterno del nostro ufficio, le promesse sono tante, e le spiegazioni da dare anche! Ma non preoccuparti, arrivato il tuo turno, saremo felicissimi di spiegarti perché le tue speranze saranno totalmente disilluse e spazzate via dalla nostra politica menefreghista e chiacchierona!”. Non escluderei di pensare a più sportelli. Ad esempio, vi immaginate un’unica fila per le spiegazioni sui posti barca dove arriverebbe? Oppure quella sul pontile fuori allo Smeraldo? Basta un po’ di organizzazione, e le promesse le smaltiamo tutte. Basta solo crederci! Come all’Hotel Grotta Azzurra del rinomato progettista Ciro Lembo. Ci abbiamo riso tutti sopra, però qualcuno ci ha creduto davvero. Perché l’illusione delle favole ci rende più dolce l’addormentarci. Il problema però è quando di dormire non si ha più intenzione. E quando si vuole stare svegli, non c’è favola che tenga! Scegli A.C.O.P., per un Comune più addormentato e un’Amministrazione più serena. Venere 5


Colpo di scena alla Palma: salvi i 40 dipendenti, lavori rinviati a dopo l’estate

Quando sembravano non esserci quasi più speranze, è arrivato il colpo di scena: la proprietà dell’hotel La Palma ha deciso di garantire l’attività durante la stagione turistica 2020 e di rinviare i necessari lavori di ristrutturazione a dopo l’estate. L’hotel di via Vittorio Emanuele, che di recente è stato acquisito da un fondo inglese con il controllo comunque di componenti della stessa famiglia ex proprietaria della struttura, riaprirà dunque per questa stagione. Salvi i circa 40 dipendenti che, se l’hotel non avesse assicurato la riapertura, sarebbero rimasti per la stragrande maggioranza senza lavoro. *** ANNUNCI IMMOBILIARI info@pipoloimmobiliarecapri.it - Cell. 328.4205196

Rif. 1331 Via Trav. Vigna – ANACAPRI In zona Vigna, proponiamo in vendita luminosa villetta con doppio ingresso, uno pedonale e l’altro carrabile con una superficie commerciale di 100 mq. La proprietà si sviluppa su di un livello ed è composta da soggiorno con cucina open space, tre camere da letto, due bagni, patio di 50 mq circa e una cantina di circa 20 mq. L’immobile è circondato da bellissimi spazi esterni in parte pavimentati e in parte adibiti a giardino per una superficie complessiva di 200 mq circa. Completa la proprietà un comodo posto auto. Richiesta: 900.000 euro.

Rif. 1394. Via Follicara ANACAPRI In un contesto tranquillo e silenzioso, a pochi passi da Piazza Caprile, proponiamo in vendita grazioso bilocale con una superficie utile interna di 40 mq circa. La proprietà è composta da salotto con cucina open space, camera da letto matrimoniale e bagno. Richiesta: 300.000 euro

Rif. 1385 Via Pagliaro – ANACAPRI Proponiamo in vendita appartamento collocato in un elegante condominio, a pochi minuti dal centro di Anacapri. La proprietà presenta una superficie interna di 100 mq ed è distribuita su due livelli. Il primo livello comprende un soggiorno, camera da letto matrimoniale con bagno en-suite, camera da letto doppia, disimpegno, bagno e terrazzo. Il piano terra invece ospita una cucina, cameretta di servizio e bagno. La proprietà dispone inoltre di posto auto. La proprietà è in ottime condizioni. Richiesta: 650.000 euro.

Rif. 1388 Via Caprile – ANACAPRI Proponiamo in vendita appartamento situato nel centro storico di

Anacapri, a pochi passi da Piazza Caprile. Si accede alla proprietà tramite una corte interna. La proprietà, situata ad un piano rialzato è distribuita su due livelli. Il primo livello dispone di un soggiorno e cucina. Tramite una scala interna si accede poi al terrazzino panoramico e al secondo livello, composto da due vani, di cui uno con balcone e bagno. La proprietà dispone inoltre di un terrazzo di copertura raggiungibile tramite una scala esterna a chiocciola. L’immobile necessita di interventi di ristrutturazione. Richiesta: 580.000 euro.

Rif. 1391 Via Trav. Follicara - ANACAPRI A pochi minuti da Piazza Caprile, proponiamo in vendita appartamento con una superficie interna di circa 70 mq. La proprietà è composta da salotto, camera da letto padronale, entrambe con uscita su balcone da cui si può ammirare un gradevole scorcio sul mare, cucina abitabile, 2 camere da letto doppie, disimpegno, bagno, terrazzino di ingresso. Completano l’immobile una cantina e un bagno adiacenti all’abitazione. La proprietà si presenta in buone condizioni e risulta luminosa e ariosa. Richiesta: 650.000 euro

Rif. 1346 Via Timpone - ANACAPRI Nel pieno centro di Anacapri, a pochi passi dalla Casa Rossa, proponiamo in vendita appartamento con doppio ingresso da ristrutturare con una superficie interna di 130 mq. La proprietà è composta da 8 vani distribuiti su due livelli. Completa la proprietà un terrazzo di copertura. La proprietà, grazie alla sua ottima posizione, rappresenta un ottimo investimento ed è una soluzione ideale per adibirla a casa vacanza/ b&b. Richiesta: 500.000 euro.

Rif. 1248a Via Don Giobbe Ruocco – MARINA GRANDE Nel cuore di Marina Grande, a pochi minuti di distanza dal porto e dalle bellissime spiagge, proponiamo in vendita appartamento sito al piano terra di una palazzina. La proprietà presenta una superficie interna di 70 mq circa ed è composta da salotto, cucina, camera da letto matrimoniale, cameretta e bagno. Richiesta: 480.000 euro.

Rif.1297 Via Cesina – CAPRI Appartamento sito al piano terra di una palazzina di tre livelli. La proprietà di 60 mq circa, completamente da ristrutturare, è composta da soggiorno, cucina, due camere da letto, bagno, disimpegno, ripostiglio e terrazzo a livello e giardino per una superficie di 100 mq circa. Richiesta 380.000 euro.

Rif. 1291 Via Padre Reginaldo Giuliani – CAPRI Appartamento di 70 mq circa sito a pochi minuti dal centro. La proprietà si presenta in ottime condizioni e vanta di un’ esposizione ottimale rendendo l’appartamento luminoso e soleggiato. Dispone di soggiorno con cucina open space, 2 camere da letto, 2 bagni, disimpegno e 2 balconi.

Rif. 1245a Via Sopramonte – CAPRI Nella centralissima Via Sopramonte, proponiamo in vendita appartamento distribuito su due livelli situato in un contesto tranquillo e signorile. La zona dove insiste l’immobile risulta essere silenziosa e ben servita, senza rinunciare alla comodità di essere a pochi minuti dalla Piazzetta. La proprietà presenta una superficie utile interna di circa 80 mq ed è composta da salone con uscita su terrazzo, cucina, bagno e camera da letto matrimoniale al piano terra. Al primo piano invece trovano collocazione una camera da letto matrimoniale, cameretta e bagno. Richiesta: 760.000 euro.

Rif. 1240a. Via Gradoni Sopramonte - CAPRI Vendesi a pochi passi dalla Piazzetta di Capri, in una delle caratteristiche traverse di Via Le Botteghe, appartamento posto al primo piano di un edificio storico. La proprietà presenta una superficie commerciale di 120 mq ed è attualmente così distribuita: ingresso, disimpegno, salotto, camera da pranzo, cucina, due ampie camere da letto, due bagni e balcone. Diverse sono le possibilità di utilizzo dell'immobile, soluzione ideale per chi ama essere nel centro di Capri, e si presta molto, considerata la posizione privilegiata, ad una struttura ricettiva di B&b o casa vacanza con la possibilità di realizzare 3/4 camere da letto, ognuna con accesso al balconcino. Ottimo investimento nel cuore dell’isola. Trattativa riservata.

Rif. 1239a Via Lo Capo - CAPRI Proponiamo in vendita appartamentino con ingresso indipendente situato al primo e ultimo piano di una palazzina. La proprietà è composta da salotto, cucina a vista, camera da letto matrimoniale con bagno. Completa la proprietà una stanza con bagno al piano terra accessibile dall’esterno. Grazie alle sue altezze, la proprietà risulta luminosa e ariosa e dalle finestre si può godere di una bella vista sul mare. Con degli interventi di ristrutturazione vi è la possibilità di collegare internamente i due piani. La proprietà presenta una superficie utile interna complessiva di circa 60 mq. Richiesta 395.000 euro.

Rif. 1204a Via Moneta – CAPRI Appartamento sito al primo piano con ingresso indipendente situato nella tranquillissima Via Moneta. La proprietà presenta una superficie utile interna di 75 mq circa ed è composta da cucina abitabile, soggiorno con camino, camera da letto matrimoniale, due camere da letto doppie, bagno e terrazzo panoramico di circa 65 mq. Completa la proprietà un locale adibito a cantina di 20 mq situato al piano terra. Richiesta: 550.000 euro

Rif. 1238a Via Tiberio - CAPRI In posizione panoramica e soleggiata, proponiamo in vendita accogliente appartamento inserito in un contesto di assoluta tranquillità. La proprietà, su un unico livello, è composta da due camere da letto, salotto, bagno, cucina, terrazzo con vista sul golfo di Napoli e un giardino a livello di oltre 550 mq. Richiesta: 690.000 euro.

6


Bus e funicolare, le card raddoppiano: due tesserini per Atc e Sippic Trasporto pubblico a Capri: residenti e pendolari dal primo marzo dovranno munirsi di due card per le tariffe agevolate e per gli abbonamenti, una per la funicolare e una per gli autobus. Da alcuni anni un unico tesserino consentiva di “caricare” biglietti e abbonamenti sia per l’Atc (servizio bus) che per la Sippic (servizio funicolare). Tra qualche settimana cambia tutto: sarà necessario un doppio tesserino. Quello attualmente già in possesso degli utenti potrà essere utilizzato solo per la funicolare, mentre il nuovo tesserino che sarà emesso servirà per le corse di autobus. Alle biglietterie dell’Atc è

esposto un avviso contenente tutte le informazioni, a iniziare dalla documentazione che occorre presentare per ottenere il rilascio della card che consente le agevolazioni tariffarie per residenti e pendolari. Ovviamente chi non intende rinnovare il tesserino potrà viaggiare soltanto acquistando il biglietto di corsa semplice a tariffa intera. Non è dato sapere, per ora, il motivo ufficiale per il quale le due aziende di trasporto pubblico locale abbiano deciso di sdoppiare la tessera; la card unica bus-funicolare sicuramente era molto comoda per gli utenti perchè consentiva un utilizzo multiplo.

7


Federalberghi striglia l’Amministrazione: “Priorità a quattro punti fondamentali”

Federalberghi Isola di Capri si rivolge all’amministrazione comunale di Capri con una lettera indirizzata al Sindaco Marino Lembo per manifestare la sua preoccupazione su quattro importanti problematiche che riguardano il territorio, sia a terra che in mare, e chiede che i due comuni isolani riprendano a dialogare. Il presidente di Federalberghi Isola di Capri, Sergio Gargiulo, commenta così la nuova iniziativa: “Abbiamo tutti a cuore la necessità di garantire la completa fruizione e la vivibilità di Capri e dell’isola intera in una logica di controllo e sostenibilità e siamo certi che l’amministrazione di Capri intenda procedere con la sua attività in questo senso ma non possiamo non sottolineare una sorta di blocco nell’avanzamento dello stato di soluzione dei problemi segnalati, a partire dall’annunciato progetto di riapertura di via Krupp al decongestionamento di Marina Grande, dall’individuazione di un sistema di mobilità differente fra Capri ed Anacapri fino alle problematiche che riguardano il porto, dalle biglietterie alla realizzazione del nuovo pontile e dell’Area Marina Protetta”. Di seguito, riassunti per punti, i temi su cui Federalberghi Isola di Capri ha sollecitato l’attenzione dell’amministrazione comunale di Capri: 1) Questione via Krupp “Nonostante i tempi brevi indicati durante il periodo pre-elettorale, si esprime forte preoccupazione per la attuale situazione di stallo sull’argomento. Le uniche iniziative intraprese finora paiono una delibera di giunta di indirizzo agli uffici (poi revocata e riapprovata per presunti vizi di legittimità) e l’affidamento ad una ditta specializzata dell’incarico di verificare semplicemente le strutture di protezione esistenti. La questione è certamente complessa ma in questi mesi nessun’altro atto gestionale pare essere stato pro-

dotto e oggi non si conosce ancora il percorso individuato per giungere, in tempi brevi, alla auspicata riapertura della strada. A tal proposito Federalberghi chiede che quantomeno sia edotta dello stato dell’arte, delle iniziative avviate e di quelle che si intendono avviare”. 2) Congestionamento di Marina Grande e progetto di un nuovo collegamento Marina Grande-CapriAnacapri “La revoca della delibera del Consiglio Comunale di Capri relativa allo studio di fattibilità per una nuova Funicolare di collegamento Marina Grande-CapriAnacapri ha determinato una preoccupante spaccatura tra le Amministrazioni dei due Comuni. Sull’argomento Federalberghi, nel confermare la sua posizione non preconcetta e che inserisce il tema in una visione generale di sviluppo sostenibile dell’isola, ritiene non più rinviabile che i due Comuni riprendano la strada del dialogo e a tal fine si rende disponibile ad un incontro urgente nell’ambito della Consulta Intercomunale sul Turismo”. 3) Chiusura dell’info Point comunale a Marina Grande e stop ai lavori di riqualificazione delle biglietterie “La decisione di chiudere l’info point comunale al porto inaugurato da pochi anni, dopo le numerose sollecitazioni pervenute soprattutto dalla nostra Associazione, ci vede fortemente contrari in considerazione del sempre maggiore congestionamento della zona e della conseguente crescente necessità di fornire informazioni e assistenza ai turisti in arrivo sull’isola. A questo si aggiunge la decisione di non procedere con i previsti lavori di riqualificazione delle biglietterie che oggi versano in uno stato di particolare abbandono. Si chiede pertanto di riconsiderare al più presto tali decisioni e, anche su questo punto, ci si rende disponibili ad un

incontro che giunga a soluzioni alternative, nel pieno rispetto delle esigenze di immobili comunali manifestate dall’Amministrazione”. 4) Nuovo pontile di sbarco e Area Marina Protetta “La notizia relativa alla realizzazione di un nuovo pontile di sbarco nell’area compresa tra lo stabilimento Lo Smeraldo e lo stabilimento Le Ondine, ci obbliga a esprimere la nostra assoluta contrarietà al progetto e a qualsiasi altra iniziativa che agevoli l’aumento (peraltro già in atto) degli sbarchi provenienti dalla terraferma. Si coglie questa occasione per ribadire invece il convinto appoggio della nostra Associazione alle iniziative intraprese a sostegno dell’istituenda Area Marina Protetta al fine di disciplinare, e non certo aumentare, le attività economiche che sfruttano le bellezze del nostro mare e della nostra costa”.

Un ricordo delle persone scomparse

Dopo una vita dedicata alla famiglia si è spenta serenamente nella sua casa di Anacapri Angelina Balsamo. I funerali sono stati celebrati nella chiesa di Santa Sofia. Ai figli, alle nuore, ai nipoti, alla sorella e ai fratelli il cordoglio di Costantino Federico e della redazione. Dopo una vita dedicata al lavoro e all’affetto della famiglia, si è spenta a Napoli Filomena Mascolo (vedova Lembo). L’estremo saluto è stato dato lunedì nella chiesa di Santo Stefano a Capri. Ai figli, alle sorelle, ai fratelli e ai nipoti le condoglianze di Costantino e della redazione. 8


Asl Na1 rischia scioglimento per camorra, concluso lavoro della commissione d’accesso

Il Prefetto di Napoli Marco Valentini, fresco di insediamento, ha ricevuto nei giorni scorsi la relazione sulle infiltrazioni della camorra nell’Asl Napoli 1 Centro che sarà poi esaminata e girata a Roma, per le valutazioni da parte del Viminale e per le decisioni finali del Consiglio dei Ministri. Se dovessero trovare fondamento le notizie dei gravi rilievi riscontrati, l’Asl, che ha competenza anche su Capri, rischia seriamente lo scioglimento. La relazione della commissione di accesso sugli atti dell’Asl Napoli 1, firmata da Santi Giuffrè, ex prefetto ed ex questore in pensione, giunge a conclusione di un'istruttoria e di un

lavoro certosino di oltre un anno. Sono stati passati al setaccio diversi atti amministrativi, un intero mondo è stato riletto alla luce delle competenze di una squadra di 007, nel tentativo di verificare la trasparenza di scelte adottate in questi anni in un territorio a rischio camorra. Ora il Prefetto ha 45 giorni per approfondire la relazione e tracciare le proprie conclusioni, da spedire al Ministero dell'Interno, cui toccherà prendere le decisioni finali. In linea teorica, si può sciogliere l'Asl e commissariarla, come avvenuto in passato per l'ospedale di Caserta e la Calabria, proporre soluzioni più blande o lasciare tutto invariato.

Decisioni che spetta al Prefetto e al Ministero prendere in considerazione, nei mesi caldi della corsa alle regionali in Campania. Quello che accadrà, in un senso o nell'altro, rischia infatti di avere una inevitabile ripercussione sotto il profilo politico, specie alla vigilia della campagna elettorale per le regionali che si terranno a primavera. Capri assiste, seppur a distanza, a quello che accadrà nell’Asl Napoli 1 e che potrebbe ripercuotersi sul futuro della gestione sanitaria sull’isola. In questo contesto può inquadrarsi la proposta, avanzata dal gruppo Capri Vera, di creare un distretto o una Asl autonoma per le isole del golfo.

9


Capri dimenticata dalla Regione: mai viste le pensiline sul porto promesse da De Luca

“Ci sono azioni simboliche che possono essere fatte nei primi cento giorni di governo. Un esempio concreto potrebbe essere la realizzazione di una pensilina nel porto – magari realizzata da un grande architetto, in modo che diventi anche un’attrazione – che ripari i visitatori dalla pioggia in inverno e dal sole in estate. Dobbiamo ripartire anche da queste piccole cose per mostrare la nostra vicinanza ai territori”. Lo diceva Vincenzo De Luca, in un incontro pubblico a Capri nel gennaio 2015. Il virgolettato è ancora presente sul web nei comunicati che furono diffusi all’epoca. Non era ancora governatore della Campania, ma prometteva ciò che avrebbe fatto una volta eletto presidente. Rimase infastidito, giustamente, dall’assenza di adeguate coperture e pensiline sul porto di Capri e promise un immediato intervento. Quanto bastava per conquistare applausi in sala e voti nell’urna. Peccato che le sue parole si sarebbero ben presto rivelate promesse da marinaio. Sono passati cinque anni, ben cinque anni, e ciò che avrebbe dovuto fare non solo non l’ha fatto nei primi cento giorni promessi ma nemmeno nell’intero mandato alla guida del governo regionale. Capri sta ancora aspettando da De Luca e dalla Regione le nuove pensiline sul porto, i lavori di rifacimento della pavimentazione e la realizzazione di un sistema di accoglienza degno del nome e dell’immagine dell’isola. Le elezioni regionali si avvicinano e, stando alle indiscrezioni di stampa, De Luca sarà di nuovo candidato alla presidenza della Regione a capo della coalizione di centrosinistra guidata dal Pd: stavolta cos’altro prometterà ai capresi?

Spinella continua a collezionare denunce: fissata nuova udienza per diffamazione

Continua a collezionare querele, denunce e conseguenti atti giudiziari per udienze e processi. Felice Spinella finisce ora al centro di un altro procedimento giudiziario. A seguito della denuncia presentata

dal dottor Mariano Bozzaotre, stimato medico caprese che si ritenne diffamato da un articolo pubblicato dallo Spinella il 21 aprile 2019 su Nuova Capri, il gip Maria Laura Ciollaro ha fissato l’udienza preliminare per il prossimo 3 marzo presso il Tribunale di Napoli. In quella sede il giudice stabilirà se Spinella, anche per questo articolo come avvenuto per diversi altri, dovrà andare a processo.

La fotonotizia di Costantino

Una discarica a Villa Jovis. Guardate le condizioni indecenti in cui versa il sito archeologico più importante dell'isola di Capri. Sacchi e cumuli di rifiuti di ogni genere, in vari angoli degli scavi, perfino elettrodomestici in disuso nella vegetazione. Il complesso imperiale in questo periodo è chiuso ai visitatori per l’abituale pausa invernale e per interventi di manutenzione ma la scarsa segnaletica e la facilità di ingresso lo rendono accessibile a chiunque. Seppur chiuso, quindi, quanto si vede nelle immagini testimonia ancora una volta la scarsa attenzione verso il sito archeologico maggiormente visitato della Campania dopo Pompei, Ercolano e Paestum. Purtroppo, anche nei periodi di apertura, secondo le segnalazioni dei visitatori, le condizioni di Villa Jovis non erano per niente confortanti. Anzi, il degrado regna da tempo, nel totale e completo disinteresse del Comune, che vanifica l’impegno e la cura che il personale locale della Soprintendenza ripone nella gestione dei siti monumentali dell’isola. Nel denunciare pubblicamente la vergogna delle condizioni attuali della villa di Tiberio, si chiede l’immediato intervento del Sindaco e della Amministrazione Comunale di Capri, da tempo a conoscenza del problema, affinché solleciti il Polo Museale alla rimozione dei rifiuti accumulati, conseguenza dei lavori di manutenzione, ridando a Villa Jovis l’attenzione, il rispetto e il decoro che merita.

10


Ludopatia e no slot, il modello Anacapri illustrato in un incontro a Napoli

No slot, il modello Anacapri continua a fare scuola. Si è tenuto nelle scorse settimane a Napoli, presso l’aula consiliare del complesso monumentale di Santa Maria La Nova, l’iniziativa dal titolo: “Incontro sul gioco d’azzardo patologico per un confronto sulle iniziative della Pubblica Amministrazione”. All’incontro, promosso dalla città Metropolitana di Napoli, sono intervenuti: Stefano Vecchio, direttore del Dipartimento Dipendenze ASL NA1; Virginia Amabile, assessore del Comune di Anacapri; Enrico Panini, vicesindaco del Comune di Napoli. I Comuni, nell’incertezza e nella frammentarietà degli interventi legislativi e giurisprudenziali, hanno adottato provvedimenti per tutelare la salute pubblica, determinando spesso un vasto contenzioso con gli esercenti in vario modo coinvolti nel problema. Le principali linee di intervento sono state quelle di regolamentare la materia e contrastare la diffusione del gioco d’azzardo, specie patologico. Queste iniziative si sono sviluppate su due direttive. La prima con l’adozione di provvedimenti che cercano di limitare la diffusione del gioco d’azzardo incidendo sulla redistribuzione e collocazione delle sale da gioco sul territorio. La seconda forma è rivolta a limitare gli orari di apertura e a dettare una serie di ulteriori prescrizioni a carico degli esercenti. In Campania, nonostante siano all’attenzione delle competenti Commissioni consiliare alcuni disegni di legge in materia, manca ancora una disciplina organica che consenta di uniformare le regole sul territorio regionale, si legge in una nota degli organizzatori dell’evento.

Tale normativa garantirebbe, tra l’altro, una maggiore efficacia alle misure adottate da alcune Amministrazioni locali, anche facenti parte della Città Metropolitana di Napoli, come ad esempio i Comuni di Napoli ed Anacapri, giusto per citare quelli la cui disciplina ha superato il vaglio della magistratura amministrativa di ogni grado. Comunque, non essendo la disciplina adottata dai singoli Comuni valida oltre i propri confini si cade nel paradosso che l’efficacia dei provvedimenti viene affievolita, se non vanificata, dalla possibilità per il giocatore ludopata di recarsi in un comune limitrofo. Ed è proprio quello che accade a Capri. Anacapri da anni è comune no slot, essendo vietate le macchinette in tutto il territorio comunale. Anacapri fu una delle prime amministrazioni italiane a disciplinare il settore, superando anche lo scoglio dei ricorsi da parte di gestori ed esercenti. Succede però che molti ludopati si siano trasferiti nel vicino comune di Capri, dove le slot machine continuano ad essere presenti. La precedente Amministrazione caprese ha provato a varare un regolamento che vietasse le slot, ma l’opposizione dell’epoca (che ora rappresenta l’Amministrazione) fece ostruzionismo e i gestori degli esercizi pubblici presentarono ricorso che venne accolto in sede amministrativa. La nuova Amministrazione Comunale nonostante la vastità del fenomeno non ha manifestato finora l’intenzione di voler intervenire con nessuna misura, per cui Capri continua ad essere un territorio ad alto tasso di ludopatia che si scontra con i grandi risultati in senso opposto ottenuti nel settore da Anacapri.

Figurine, che passione! Collezionisti riuniti per l’annuale scambio

Panini, che passione! Decine di bambini e ragazzi, ma anche molti adulti a testimonianza che quest’hobby non ha età, hanno risposto all’appello di Massimo Lionetti e Roberto Colavecchia partecipando alla giornata dedicata allo scambio delle figurine dei Calciatori. La seconda edizione ha bissato il successo dello scorso anno. Tutti riuniti nella chiesa di Santa Teresa, messa a disposizione dal parroco di Capri don Carmine Del Gaudio. Tra le novità la creazione di un bellissimo angolo vintage con album e collezioni degli anni precedenti.

11


Ad Anacapri il 16 febbraio la “Giornata internazionale del calcio”

Domenica 16 febbraio presso la Sala Multimediale Mario Cacace si terrà la “Giornata tradizionale del calcio” dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e nuovamente dalle ore 15.00 alle ore 19.00, evento organizzato dal Comune di Anacapri. “Il calcio è uno degli sport più amati e seguiti sulla nostra isola, ecco perché si è scelto di organizzare una giornata dedicata alle più classiche tradizioni legate al mondo del calcio, in modo che grandi e piccini possano divertirsi e rivivere vecchie passioni”, fanno sapere dall’Amministrazione. Gli intrattenimenti saranno molteplici: CALCIO BALILLA Durante tutta la giornata saranno posizionati 2 tavoli di biliardino, gentilmente forniti dall’A.C.R. di Anacapri per giocare liberamente. Dalle 10.30 alle 13.00 ci sarà un Torneo Open a coppie; per iscriversi basterà presentarsi entro le 10.30 nella sala e chiedere di partecipare; sarà possibile presentarsi anche singolarmente con compagno da trovare al momento. CALCIO TAVOLO (EX SUBBUTEO) Come per il calcio balilla, nella stessa sala, saranno posizionati – a cura dell’Associazione Calcio Tavolo Anacapri 2004 – 2 tavoli per giocare liberamente. Vi sarà anche la possibilità di poter ascoltare aneddoti sulla disciplina nonché confrontarsi con una realtà che gareggia con grande successo a livello nazionale. FIGURINE PANINI Non poteva mancare una mostra di album di figurine Panini Vintage, nonché scambio di figurine recenti e giochi tradizionali come lo struscio! MAGLIE DA CALCIO Nel corridoio adiacente al video-wall saranno esposte oltre 50 maglie da calcio da campo di diverse squadre.

QUIZ SUL CALCIO Per i più appassionati, durante l’arco della giornata, vi saranno 3 quiz sul mondo del calcio a premi (uno la mattina e due nel pomeriggio). Per partecipare basterà avere uno smartphone con connessione ad internet, il gioco si farà semplicemente aprendo un link. CONCORSO A PREMI PER BAMBINI Disegna il tuo calcio: tutti i bambini fino ai 10 anni potranno portare all’evento, entro le 13.00, un disegno su foglio A4 con una rappresentazione relativa al mondo del calcio; ogni

bimbo sarà libero di esprimere la propria fantasia come meglio crede! Sarà premiato il disegno più bello alle ore 17.30. Racconta il tuo calcio: tutti i bambini fino ai 13 anni potranno portare, entro le 13.00, un piccolo tema sul ricordo personale più bello legato al mondo del calcio. Sarà premiato il tema più emozionante alle ore 17.30. CLUB DI CALCIO ISOLANI Piccola esposizione di sciarpe dei vari Club Isolani di Calcio. Ogni attività sarà gratuita; all’ingresso sarà necessario registrarsi.

12


Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 2 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (10 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, in via Li Campi 19 a Capri.

VENDITE O ACQUISTI IMMOBILIARI Anacapri, Via Filietto 14, vendesi monolocale completamente ristrutturato con soppalco e terrazzino. A 2 minuti dalle fermate autobus per Capri, M. Grande, M. Piccola, Faro e Grotta Azzurra. Tel. 338.6153178 MOLISE Vendesi casa centro storico Campitello Matese (San Massimo). Piano terra: ingresso, cucina, soggiorno, caminetto, ripostiglio e bagno. Piano superiore: tre camere da letto, corridoio, bagno e balaconata. Tel. 360.436183 - 081.8371132

ANACAPRI località Linaro vendesi terreno mq 367 entrata privata. Tel. 338.8473542 – 3343067166. CAPRI Via Fuorlovado, 36 Multiproprietà Villa Igea - Vendesi monolocale tre persone, vista mare, servizio alberghiero, ingresso, letto, divano letto, angolo cottura, bagno. Prima e seconda settimana luglio. Tel. 347.3569781 ANACAPRI vendesi zona Caruso casetta nel bosco completamente ristrutturata negli anni 2000/2004 60 mq circa, veranda 18 mq circa, terrazzo 20 mq circa. A dieci minuti dalla piazza e in prossimità fermata autobus. Raggiungibile solo a piedi. Ideale per 4 persone. Trattativa riservata. Tel. 081.8373882 - 327.2610381 - 348.3779703

ANACAPRI vendesi terreno zona Caruso circa 1200 mq con due ruderi di cui uno accatastato. Energia elettrica e acqua. Euro 120mila trattabili. Tel. 081.8373882 - 327.2610381 - 348.3779703 FITTI ROMA Fittasi trilocale a partire dal 24 ottobre 2019 per professionisti dottorandi con referenze. Tel. 350.0403032 LANCUSI (SA) fittasi a studenti posto

letto in appartamento, piano rialzato, finemente ristrutturato , a poca distanza campus universitario di Fisciano, vicino a tutti i servizi e mezzi pubblici. 500 mt di distanza dalla stazione Trenitalia di Fisciano, direzione Napoli o Salerno. Trattasi di appartamento con ingresso indipendente composto da una camera con lettini singoli, cucina abitabile, bagno con box doccia, lavanderia con lavatrice. Luminoso, balconata con esposizione a sud, termoautonomo con posto auto condominiale nel parco. Escluso utenze. Tel. 333.1311575 FITTASI zona Tiberio località La Pietra villino bilocale ristrutturato con terrazzo di 100 mq e orto panoramico. Tel. 081.200642 - 333.6443131 FITTASI ristorante pizzeria con licenza, funzionante, Capri centro adiacente Piazzetta. Euro 6mila mensili. Tel. 081.8375620 - 333.5702921 - 081.8377791

LAVORO RICERCHIAMO addetta vendita per la stagione estiva 2020 nel settore calzature di lusso a Capri. Inviare il curriculum al seguente indirizzo: daniele.antoniacapri@gmail.com

Professoressa di lingue qualificata impartisce lezioni di Inglese a fini scolastici, lavorativi e/o per il conseguimento di certificazioni riconosciute a livello internazionale. Inoltre esegue traduzioni dall'Inglese e/o Spagnolo all'Italiano e viceversa. Tel. 338.1133556

RISTORANTE cerca un cassiere, un impiegato/a per ufficio anche prima esperienza. Tel. 338.7664461

ANACAPRI fittasi miniappartamento adatto per una persona da metà settembre, zona Via Tito Menniti (vicino scuola). Cell. 338.8139473 Emanuela

ANACAPRI Cafè Casa Oliv presso il Museo Axel Munthe / Villa San Michele in Anacapri ricerca commis di sala. Il candidato/a dovrà avere pregressa esperienza nel settore, essere di bella presenza e con buone capacità relazionali. E’ indispensabile una buona conoscenza dell’inglese, e preferibilmente di almeno un’altra lingua. La posizione è aperta ad ambo i sessi, italiani e stranieri purchè residenti sull’isola. Si prega di inviare il CV a kristina.kappelin@sanmichele.org e administration@sanmichele.org

COPPIA caprese referenziata cerca appartamento da fittare. Tel. 320.1180804 - 328.1986892

63ENNE srilankese cerca lavoro come badante giorno e notte. Tel. 334.2100398

FITTASI Anacapri monolocale anche a residenti in località La Guardia. Tel. 347.1502831 (dalle 17 alle 20)

FITTASI tutto l’anno monolocale 30 mq adiacente la Piazzetta. Tel. 371.3673392 ore 20.00 - 21.00

RISTORANTE in Capri cerca posti letto o piccolo appartamento da fittare per proprio personale. Tel. 334.8505837 CAPRI cerco monolocale in affitto per una persona, euro 500 mensili. Tel. 340.4734811

GIARDINIERE esegue lavori di giardinaggio e agricoli, zappature di terreni a mano, sistemazione e piantagione orti. Presso ville o abitazione. Tel. 338.6446660 DAMA di compagnia e badante colta, di bella presenza, referenziata ed esperta offresi giorno e notte. Tel. 389.5810872

ASSISTENTE infermieristica cerca lavoro come badante anche giorno e notte presso famiglia. Tel. 339.7937969


Come si visitava l’isola di Capri nell’ottobre del 1912 A cura dell’Associazione di varia umanità

Per far conoscere “l’incantevole isola di Capri”, “molte volte sognata”, a coloro che avevano partecipato al Congresso Nazionale di Ideologia e Climatologia, che si era concluso a Napoli il 5 ottobre del 1912, gli organizzatori avevano programmato per il giorno dopo una gita a Capri. Tutti i congressisti che non erano dovuti ripartire subito, con le loro mogli e con invitati napoletani si ritrovarono nel primo mattino nel porto di Napoli, e si imbarcarono sul piroscafo “Principessa Mafalda” appositamente noleggiato. Il piroscafo partì, come era stato previsto, alle 7,30 precise, lasciando a terra vari ritardatari che per raggiungere l’isola furono costretti a prendere o il “Posillipo” o il “Regina Elena” che erano della stessa Compagnia Napoletana di Navigazione del Golfo che, per loro quotidiane corse, partirono dopo. Il “Principessa Mafalda”, che era tutto imbandierato , seguì una rotta che costeggiava la penisola, in modo che i congressisti potessero meglio ammirare “lo spettacolo superbo del Vesuvio e delle campagne e città sottoposte”, e “quello dolcissimo della penisola sorrentina, ricca di verde e di azzurro, dalle spiagge scagliose, sormontate da hotels, da case, da ville di varia forma, di grandezza, di colori”. Poi invece di raggiungere Marina Grande tese verso la Grotta Azzurra. Qui si fermò per permettere ai congressisti di scendere nelle barche e visitare la Grotta. Dopo

che tutti l’avevano visitata ripartì e giunse a Marina Grande, dove non c’era il porto attuale ma si stava costruendo il secondo braccio del molo esistente. A Marina Grande furono ricevuti dal sindaco Carlo Ferraro, che esercitava la professione di farmacista, dai componenti della Giunta e del Consiglio Comunale, dal pretore e dal dottor Vincenzo Cuomo. Mediante la funicolare, in funzione da appena due anni, raggiunsero la Piazzetta di Capri, dove la Banda comunale li accolse suonando per essi alcuni inni. Si recarono poi alla Scuola Comunale situata nel Monastero del Santissimo Salvatore che aveva fondato Suor Serafina e che era stato soppresso nel 1808. Durante il cammino alle signore furono offerti mazzetti di fiori. Nella vasta Sala della Scuola ci fu il benvenuto del sindaco Ferraro, al quale rispose, per il Comitato organizzatore e per i congressisti, il professor De Renzi. Prese poi la parola il dottor Vincenzo Cuomo per svolgere la sua relazione su Il clima dell’isola di Capri.. Era suddivisa in quattro brevi parti: 1) Ambiente fisico, 2) Ambiente biologico; 3) Climatologia chimica; 3) L’isola di Cpri residenza estivo- invernale e stazione balneo marina. Fu calorosamente applaudita. Dopo la Conferenza i congressisti andarono a pranzo, distribuendosi nei ristoranti di tre alberghi, il Quisisana, il Royal e lo Splendid, dove fu servito lo stesso menù. Poi si sparsero per l’isola. Alcuni restarono sulla terrazza della funicolare, alcuni andarono a Villa Jovis, altri, su carrozzelle “trainate da cavalli vivacissimi, adorni di nastri e sonaglini”, se ne andarono

ad Anacapri, soffermandosi all’Hotel Molaro (l’attuale Albergo San Michele), all’Hotel Paradiso o andando alle pendici di Monte Solaro (allora non c’era ancora la seggiovia). Non mancarono alcuni che su asinelli si recarono a Marina Piccola. Mentre sentivano di essere come in un piacevolissimo sogno, i congressisti furono richiamati dal suono della sirena del piroscafo. Velocemente ridiscendescero a Marina Grande e si imbarcarono sulla “Principessa Mafalda”, che lasciò l’isola al tramonto. Le ombre della sera scesero mentre erano in vista di Sorrento. Raffaele Vacca

15


Profile for Caprinews

535 - L'informatore Popolare di Capri e Anacapri - ANNO II - N. 5/2020  

Numero 5 del 9 febbraio 2020

535 - L'informatore Popolare di Capri e Anacapri - ANNO II - N. 5/2020  

Numero 5 del 9 febbraio 2020

Profile for caprinews
Advertisement