Page 1

Siamo su internet all’indirizzo www.informatorepopolare.it

PERIODICO D’INFORMAZIONE POLITICA, CRONACA, CULTURA E SPORT DELL’ISOLA DI CAPRI ANNO XII N.14 del 14 aprile 2013


“Welcome to Capri”

Lavori in corso

Egregio direttore, Ogni biglietto da visita che si rispetti ha il doveroso obbligo di lasciare un’impronta particolare a chi lo riceve. E non è l’unica regola che conta. Anche la prima impressione, nel mondo del commercio, è importante, se non essenziale. Il nostro biglietto da visita o primo impatto che si voglia dovrebbe darlo il porto di Capri, fulcro della vitalità isolana, punto nevralgico per chi arriva, sosta e parte. Purtroppo la realtà invece è lontana

tariffe che oramai sono al pari di veri e propri voli low-cost verso le migliori mete europee. Altra nota dolente ruota attorno al tema dell’inquinamento che avviene in forma ambientale ed acustica, temi lontani dalla nostra concezione. Per non parlare delle corse saltate, improvvise, mai effettuate al minimo segno di cattivo tempo senza garantire a pendolari e turisti almeno dei collegamenti base su cui fare affidamento. Una roulette russa avrebbe maggior esito. Mi sono chiesta spesso perchè le compagnie private vadano offrendo facilitazioni a quel famoso turismo

da ogni minima forma di parvenza: da anni il porto è causa di continui disagi, caos, lamentele, persino di scioperi e manifestazioni. Non ci siamo fatti mancare nulla. Immaginiamo di essere dei turisti e vestirne i loro panni, di partire carichi di aspettative e speranze per Capri, l’ISOLA per antonomasia. Il primo, tiepido impatto lo sia ha con le compagnie di navigazione: aliscafi vecchi, datati, corrosi che offrono una traversata a prezzi da furto in condizioni da rifugiati. Il pretesto che offrono sui rincari viene giustificato con supposti supplementi carburante e velocità,

mordi e fuggi rappresentato dai gruppi e ad una mia richiesta di una stessa riduzione a favore di chi soggiorna sull’isola e procura ulteriori benefici stia ancora aspettando illusoriamente risposta. Sarebbe coerente e produttivo permettere una riduzione del biglietto da far offrire alle categorie alberghiere e di settore per incentivare un turismo stabile e duraturo. Basti pensare ad un nucleo familiare di quattro persone che spende circa 160,00 euro per andare e tornare. Assurdo, direte. Ma non siamo tanto lontani dalla realtà. Potrei comprenderlo se offrissimo una realtà degna di

2

nota, ma non è cosi. L’amministrazione comunale dovrebbe indire un bando di concorso per concedere la liberalizzazione di licenza per una maggiore competitività e servizi degni di nota. Oramai è noto a tutti che gli operatori commerciali del porto sono quelli che hanno maggiori introiti. E’ cosa risaputa che il flusso dei visitatori verso la Grotta Azzurra sia calato in contrapposizione con l’aumento di quello a levante, con relativa perdita per le casse comunali e statali al fine di ingrossare quelle dei privati. Il risultato è un continuo crescendo sui costi di gestioni della Grotta Azzurra e pochi investimenti e manutenzione della stessa. Altra nota dolente, vera e propria spina del fianco, rimane il Porto Turistico: nessun caprese o la stessa amministrazione potrà mai sostenere costi di gestione e ristrutturazione cosi alti. Basterebbe individuare un potenziale industriale, un nome di spicco, che abbia il coraggio e la volontà di far diventare la Darsena la nostra Portofino del Sud, creando un polo attrattivo, signorile creando nuovi posti di lavoro oltre ad un nome di richiamo da far riecheggiare nei salotti del mondo. Ridiamo a Capri quello splendore che l’ha sempre contraddistinta. Regolamentare le entrate e le uscite dal porto commerciale, bonificare le spiagge e i maggiori luoghi di interesse, abbattere le barriere architettoniche per i portatori di handicap, promuovere la cultura e la bellezza storica che parla di noi, della nostra storia, della nostra esistenza. Agire affinchè quel turista possa ripartire con le sue aspettative pienamente ripagate. E non c’è soddisfazione commerciale più grande di questa. Poco, basterebbe poco ma fatto con profonda umiltà e tanta volontà. Virginia Esposito Africano


I problemi del servizio di trasporto anziani

Egr. Sindaco di Capri Sig. Ciro Lembo Egr. Ass. Politiche Sociali dott. Salvatore Ciuccio SEDE Oggetto: servizio trasporto anziani e cittadini con difficoltà motorie – zona Matermania. Io sottoscritta Anita de Pascale, capogruppo di “per Capri” non avendo ricevuto alcuna risposta in merito alla comunicazione del 25 ottobre 2012 relativa alle lamentele dei cittadini della zona Matermania a proposito delle poche corse effettuate da e per Matermania rispetto a Tiberio, informa che i cittadini over 70 residenti in via Tiberio, Cesina, Savardina, Caterola, Moneta, Lo Capo,Vanassina, Savardina sono 204, mentre i cittadini over 70 residenti in via Matermania, Arco Naturale, Dentecala, Semaforo, Tamborio e Cercola( sbocchi a via Matermania) sono 139. I dati mi sono stati forniti dall’ufficio Anagrafe. Il divario numerico non è poi così ampio, come l’Assessore faceva notare, ma il numero delle corse è sproporzionato : da e per Tiberio vengono effettuate 38 corse A/R ( che diventano 40 in estate) dalle 8.00 del mattino alle 20.00 della sera; da e per Matermania vengono effettuate, invece, solo 4 corse e in orari non proprio “comodi” (soprattutto in estate) e cioè alle 11.15 e alle 17.00 A/R. Pertanto , per una questione di equità sociale, gli over 70 della zona Matermania chiedono che il servizio venga implementato. Sentite le esigenze degli abitanti stessi, la soluzione sarebbe effettuare 3 corse tra le 9.30 e le 12.00 e tre corse tra le 17.00 e le 19.30. Il servizio risulterebbe così implementato di 4 corse (A/R )per un un totale di 12 corse. Quindi si avrebbero

Lavori in corso

30 corse per Tiberio e 12 per Matermania, il che mi sembra veramente più equo. In ogni caso sarebbe opportuno che l’Assessore Ciuccio incontrasse un portavoce dei cittadini residenti nella zona di Matermania, per concordare insieme l’orario più giusto. Si suggerisce, poi, di includere all’interno del regolamento che disciplina il servizio, una nota che stabilisca che gli abitanti di Matermania possono usufruire del trasporto fino alla Croce e dalla Croce al centro, cosa che in realtà già avviene al di là del regolamento. Inserendo questa nota i passeggeri diretti a Matermania non avranno più la sensazione di aver occupato il posto di qualcuno diretto a Tiberio e non avvertirà alcun disagio (sensazione che è stata riferita dagli stessi cittadini). Ne approfitto per informare l’assessore Ciuccio anche di un’altra richiesta da parte degli utenti del servizio, senza distinzione. Essi chiedono un punto di attesa più decoroso a Via Le botteghe, una pensilina per ripararsi dalla pioggia, una panchina per sedersi in attesa del carrello. Troppo spesso devono far ricorso alle sedie dei bar o a ricoveri improvvisati sotto le tende. Il che non è dignitoso per le persone anziane. Una soluzione, suggeriscono, potrebbe essere quella di creare una piazzola all’inizio di Via Croce, realizzata nel giardino di Villa Helios. Certa che, stavolta, ci sarà una risposta a questa mia comunicazione in segno di rispetto verso parte della cittadinanza che avverte la necessità di un servizio trasporto tramite carrello elettrico più equo e certa che , nel nome della concordia e della pace, gli abitanti della zona Tiberio capiranno lo spirito che muove questa richiesta, saluto cordialmente. Capri, 11 aprile 2013 Anita de Pascale SEGUONO FIRME

3

*** Queste pagine sono a disposizione dei cittadini, dei movimenti e delle associazioni, per gli interventi, le lettere, i dibattiti, le interviste, i programmi, per aiutare i capresi ad orientarsi sui problemi presenti e futuri di Capri e per giungere alla scelta del nuovo Sindaco e della nuova amministrazione. Volete commentare gli interventi pubblicati questa settimana? Volete approfondire una nuova tematica? Volete dire la vostra su argomenti di stretta attualità? Per contattare la redazione potete scrivere a redazione@caprinews.it. Si pubblicano soltanto lettere o comunicati che ci pervengono rigorosamente firmati: non accettiamo lettere anonime ma comunque garantiamo la pubblicazione senza firma nel caso in cui ci venga richiesto dall’autore. Il contenuto degli interventi è libero e non necessariamente rispecchia la linea editoriale e il pensiero del giornale.


Capri affonda ma la priorità del Sindaco Aria di Capri è prelevare il dna dei cani

Capri nel degrado. L’economia dell’isola è completamente in crisi, le attività imprenditoriali sono in affanno, le presenze turistiche sono in pauroso calo, le strade pubbliche e i siti di interesse storico versano nel completo abbandono, l’attività politico-amministrativa è del tutto paralizzata, eppure il Sindaco si dà da fare. Per cosa? Per l’anagrafe canina. Questa è la priorità del Sindaco nelle ultime settimane: pensate un po’! Mentre Capri affonda, Ciro Lembo pensa che per risolvere i problemi basti prelevare il dna

dei cani in modo da poter risalire agli animali sporcaccioni che lasciano i “ricordini” nelle strade. Sul sito istituzionale della Città di Capri da alcune setti-

4

mane è presente un avviso, firmato dal Sindaco, con il quale si invitano i possessori di cani a recarsi al centro veterinario di piazzale Europa, ogni martedì mattina mattina, per l’iscrizione all’anagrafe canina e per il prelievo ematico che servirà per effettuare l’esame per la leishmaniosi e la determinazione del dna. Iscrizione e prelievo sono obbligatori, pena una multa fino a 500 euro a cane. Sono esenti i cani dei turisti e comunque dei non capresi. Valanga di contestazioni a questa iniziativa.


5 Patrocinio dei Comuni di Capri ed Anacapri al raduno Aria di Capri gay di settembre, bufera

Dal 6 al 9 settembre prossimi l’isola di Capri sarà capitale del mondo omosessuale, ospitando la prima edizione di “Capri Rainbow”, manifestazione promossa dalla società Aura Capri. L’evento, che nelle intenzioni degli organizzatori sarà una grande kermesse di carattere storico e sociale e darà anche una boccata d’ossigeno all’economia locale, secondo molti rischia di traformarsi in un vero e proprio gay pride caprese, il primo della sua storia. Su Facebook, il più diffuso social

network, la notizia ha scatenato una marea di discussioni: molti tra i capresi i

contrari, pochi i favorevoli. Alcuni post pubblicati nel gruppo “Isola denuncia” su Facebook sono stati rimossi dagli amministratori visto che la discussione stava degenerando e si stava andando palesemente fuori tema. Ciò che più fa discutere e che ha creato una vera bufera è il patrocinio che le amministrazioni comunali di Capri ed Anacapri hanno concesso, con specifiche delibere di giunta, alla manifestazione sottolineandone i motivi turistici, sociali e culturali.


Polemiche sul convegno 6 dei giovani di Confindustria, Aria di Capri la posizione degli albergatori

Riportiamo di seguito una dichiarazione, diffusa attraverso un comunicato stampa, del Presidente Federalberghi isola di Capri Sergio Gargiulo, in merito alla paventata ipotesi che l’annuale convegno dei giovani industriali lasci Capri per emigrare a partire da quest’anno verso altre location. Dobbiamo smentire quanto asserito in un trafiletto apparso nella pagina V della edizione napoletana del quotidiano La Repubblica in data 5 aprile u.s. Le dichiarazioni del signor Silvio Ontario in merito alla possibilità che l'annuale Convegno dei Giovani di Confindustria venga spostato da Capri in altra sede a causa della mancata offerta di sconti degli albergatori isolani (che "anzi hanno aumentato i prezzi"), non trovano fondamento nella realtà. La Federalberghi Isola di Capri ha stabilito un tetto per le offerte degli hotel a 3 e 4 stelle, inferiore allo scorso anno, mentre le tariffe dei 5 stelle e 5 stelle lusso non

muteranno. Inoltre, quanto asserito dal Presidente del Comitato Mezzogiorno di

Confindustria, non trova conferma negli attuali responsabili per l'organizzazione dell'evento. Gli albergatori di Capri ed Anacapri sono ben consapevoli del momento di crisi anche perchè il turismo è uno dei settori più duramente colpiti - e la nostra Federalberghi è seriamente impegnata in una politica di comtenimento dei prezzi; ci auguriamo che il signor Ontario voglia prendere contatto con noi per poter verificare direttamente quali sono i nostri atti ufficiali.

Taxi Anacapri:  “Tariffe ritoccate nei periodi di bassa stagione”

Il presidente del consorzio taxi di Anacapri, Lucio Di Palma, in una comunicazione ufficiale diffusa attraverso i social netow ha affermato: “Il consorzio taxi di Anacapri è pronto a ritoccare le tariffe taxi al ribasso nei periodi di bassa stagione in accordo con alberghi e compagnie di navigazione”.


7 Istituto alberghiero di Capri, tour enogastronomico Aria di Capri in Costa Azzurra e Liguria

Si è concluso di recente il tour enogastronomico in Costa Azzurra e Liguria che ha visto coinvolti 30 studenti dell’isola di Capri, facenti parte del primo biennio dell’Istituto Alberghiero Axel Munthe di Marina Grande. Ai partecipanti è stato proposto un itinerario che, oltre a considerare le tappe culturali più importanti del circondario, ha inteso essere anche un’opportunità per approfondire le rispettive tipicità agroalimentari ad integrazione delle attività didattiche svolte in classe. Tra le varie tappe, una visita approfondita è stata fatta nel museo d’arte culinaria, che è consacrato a Auguste Escoffier, "Re dei cuochi e cuoco del re", creatore, fra l`altro, della ricetta della pesca Melba. Il museo presenta inoltre una ricca documentazione sull`arte culinaria, una collezione di 1500 menù e si trova nel grazioso villaggio di Villleneuve Loubet, vicino Nizza. La scolaresca è stata accolta dalla direttrice signora Julie Durand che ha guidato il gruppo con un’esauriente spiegazione. Il tour ha toccato anche la città di Nizza dove, oltre a visitare il centro storico, i ragazzi hanno fatto tappa alla storica pasticceria-pralineria “Maison Auer”. Dal 1820, le 5 generazioni di confettieri-cioccolatai Auer stuzzicano le papille gustative dei propri clienti. Situato di fronte all’Opéra, questo negozio dagli interni in stile fiorentino possiede un fascino innegabile. Gli eccellenti frutti canditi, sempre di produzione propria, e tutta una gamma di prodotti squisiti vengono venduti in eleganti confezioni, sempre apprezzate come idea regalo. Il negozio accoglie gruppi da 20 persone al massimo nel suo magazzino per illustrare i procedimenti di fabbricazione della frutta candita e di altre golosità. Anche il Principato di Monaco ci ha offerto una “dolce” occasione, visitando velocemente la “Chocolaterie de Monaco” e subito si è corsi verso la Rocca dei Grimaldi per assistere allo storico cambio della guardia. Cannes con il suo “chiacchierato” lungomare è stata un'altra tappa del tour didattico degli studenti capresi. Nello specifico, i ragazzi hanno visitato il centro

storico e, in appendice, il mercato ortofrutticolo ed ittico, situato in una tradizionale struttura coperta nel centro della città. Sul versante italiano, il programma ha previsto una tappa all’acquario e al museo del mare di Genova, dove i ragazzi hanno seguito un itinerario tematico sulla pesca sostenibile. L’Axel Munthe, con queste occasioni di approfondimento didattico, intende favorire per i propri alunni l’acquisizione di competenze professionali per offrire, al termine del percorso di studi, un personale tecnico qualificato per l’industria alberghiera locale.

Capri Campus 2013: due milioni di under 14 italiani soffrono di allergie

Sono ormai due milioni gli under 14 italiani che soffrono di allergie. Nonostante la primavera stia finalmente arrivando picnic e corse nei parchi saranno off limits per un milione di bambini italiani colpiti da allergie alle erbe piu' comuni. Un numero in costante ascesa, avvertono gli esperti della Federazione Italiana Medici Pediatri, a cui si aggiungono altrettanti bimbi che non possono mangiare qualche alimento. I piccoli pazienti, e' emerso durante la scuola di formazione sul tema durante il Capri Campus 2013 organizzato dall'associazione, sono raddoppiati negli ultimi 10 anni, mentre le visite specialistiche sono triplicate, e le proiezioni dicono che entro il 2020 meta' dei piu' piccoli avra' bisogno dell'allergologo. "Alla base c'e' una predisposizione genetica, che unita all'esposizione agli allergeni scatena la malattia - ha spiegato Luigi Morcaldi, coordinatore della scuola - ci sono pero' delle norme di prevenzione che si possono attuare. L'esposizione al fumo di sigaretta, gia' a partire dalla gravidanza, e' il principale, insieme all'inquinamento ambientale e all'igiene eccessiva". Anche le allergie alimentari, hanno sottolineato gli esperti, possono essere prevenute, esponendo i bimbi il prima possibile ai poten-

ziali allergeni. Sul podio degli alimenti piu' a rischio ci sono latte,con 100mila under 14 colpiti, le uova con 80mila e le noci e arachidi con 50mila, anche se si stanno affermando allergeni nuovi come la frutta esotica. Per quanto riguarda invece le allergie respiratorie, oltre al milione di pazienti che non puo' stare vicino alle piante, soprattutto graminacee, cipresso e olivo, ci sono cinquecentomila bimbi sensibili agli acari della polvere e duecentomila che devono rinunciare agli animali domestici. Diagnosi e terapie, hanno sottolineato gli esperti, nell'80-90% dei casi possono essere fatte dal pediatra di famiglia, se adeguatamente formato. Per capire se i sintomi sono associabili alla malattia ci sono la citologia nasale, che analizza 'in tempo reale' il muco, il test dell'ossido nitrico, i prick test, che consistono nell'inoculazione di piccole quantita' di allergene nella pelle per verificare la reazione:"Sono tutti test semplici ha spiegato il presidente Fimp Giuseppe Mele - e una volta individuato il problema le moderne terapie immunologiche aiutano a tenere a bada i sintomi. E' importante pero' che si evitino le cure fai da te". La 'bua', il dolore dei bambini, e' il motivo principale di meta' delle visite dal pediatra, che pero' non sempre e' in grado di capirne l'intensita', primo passo indispensabile per farlo passare. Ad ammetterlo sono gli stessi esperti della Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), che in una delle sessioni del Capri Campus 2013 ha formato un gruppo di formatori incaricati di diffondere l'uso dei 'termometri del dolore'. Il problema, avvertono i dottori, non va sottovalutato, perche' nel 2-3% dei casi e' il campanello d'allarme di patologie serie. "Nel bambino non e' facile individuare il dolore - spiega il presidente Fimp Giuseppe Mele - sia per le sue difficolta' nel comunicarlo sia perche', soprattutto nel caso di quello cronico, la sopportazione e' maggiore rispetto agli adulti. Il nostro impegno deve essere rivolto ad aiutare il bambino ad esprimere il suo dolore, valutandolo con le apposite scale ancora sottoutilizzate".


Emergenza 118: per ridurre 10 i costi l’Asl affida il servizio Cronaca ad una società privata

Servizio 118 a Capri semi-privatizzato. Dallo scorso primo aprile l’emergenza sanitaria sull’isola, come d’altronde avvenuto in molte altre zone sia della Campania che del resto d’Italia, è stata affidata ad una società privata che a sua volta opera in convenzione con il personale dell’Asl. Nuova ambulanza, nuovo personale. Solo i medici restano gli stessi e continuano ad operare alle dipendenze dell’Asl Napoli 1 Centro: il personale sanitario già in forza al 118 di Capri da ora in avanti lavorerà unitamente ad autisti e infermieri di una società privata, la Bourelly, che in regime di convenzione assicurerà il servizio 118 sull’isola dopo aver vinto una specifica gara d’appalto. In caso di telefonata

con richiesta di intervento per emergenza sanitaria, dunque, il 118 invierà sul posto l’ambulanza della Bourelly con a bordo l’autista e l’infermiere indicati dalla società privata e il medico che invece continuerà ad operare alle dipendenze dell’Asl. Una decisione, questa, che è stata assunta con l’obiettivo di ottimizzare le risorse e ridurre i costi per l’azienda sanitaria locale napoletana. Tutto questo mentre Capri auspica che riprendano i lavori di adeguamento e ristrutturazione della vecchia ala, ma le speranze sono davvero ridotte al minimo: l’Asl deve ridurre le spese per il servizio di emergenza sanitaria, figuriamoci se riesce a reperire i fondi per consentire la ripresa dei lavori.

Ascom Capri: corso di formazione per primo soccorso aziendale

Dall’Ascom Capri riceviamo e pubblichiamo. In riferimento a quanto previsto dal Decreto Ministeriale della Salute n. 388 del 2003 recante disposizioni sul Primo Soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 45, comma 3, del decreto legislativo 81\2008 s.m.i., entrato in vigore il 3 febbraio 2005 e che prevede adempimenti obbligatori per tutte le aziende, grazie alla consulenza della FIM Consulting Srl, questa Ascom organizzata un corso di formazione e di aggiornamento per gli operatori del Commercio, Turismo, Servizi e PMI, al fine di consentire agli stessi l’attestazione obbligatoria delle acquisizioni e delle competenze di Primo Soccorso Aziendale. Il corso, destinato alla formazione del Responsabile e Addetti del Primo Soccorso in Azienda, si terrà in prima sessione, giovedì 18 aprile p.v. presso la nostra sede al Centro Congressi, con inizio alle ore 10.00 ed ha un costo a partecipante di € 30,00. In quella sede sarà comunicata la successiva data, della seconda sessione di corso, che sarà effettuata successivamente. Al corso potranno partecipare tutti gli iscritti alla nostra Associazione, come pure i soci dell’Ascom di Anacapri, a tutti verrà rilasciato, successivamente, un apposito attestato ai sensi della vigente legge. Per i Non iscritti all’Associazione Ascom è previsto un costo di €.120,00 a persona. Ricordiamo brevemente che il decreto classifica le aziende in tre gruppi A-BC, in base alla tipologia dell'attività svolta, del numero di occupati e dei fattori di rischio. Per informazioni e prenotazioni contattare la nostra segreteria allo 0818377788.


Gita a Sant’Angelo in 11 Formis per la Federcacciatori Cronaca isola di Capri

Domenica 7 aprile la Associazione Federcacciatori dell’isola di Capri ha organizzato una gita a Sant’Angelo in Formis – Capua – presso la struttura di Tiro a Volo, Ennio Falco, fra le più belle e prestigiose d’Italia, con ben otto campi attrezzati per il piattello fossa, per il percorso di caccia e per le altre discipline della “pedana”. Ottime la condizioni climatiche che, insieme alla accoglienza della famiglia Falco hanno reso la giornata davvero piacevole. La struttura gestita dalla famiglia Falco, è stata intitolata ad Ennio Falco, grande appassionato di Tiro a Volo ma in primo luogo grandissimo subacqueo spesso a Capri per immersioni negli anni ’50. Più volte campione del mondo di discesa in apnea è stato anche inventore e collaudatore di nuove apparecchiature per la subacquea. Fu anche chiamato dal Governo americano a Capri per rintracciare e tentare di recuperare i corpi dei piloti di un aereo militare inabissatosi nelle acque antistanti Punta Carena. Come spesso purtroppo accade, proprio in mare perse la vita. Nipote del grande Ennio subacqueo, ora a gestire la prestigiosa struttura c’è il suo omonimo anch’egli campione ma questa volta di Tiro a Volo. Il gio-

vane Ennio Falco è infatti campione olimpico avendo vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atlante oltre a numerosi titoli italiani e mondiali. Alla gita hanno partecipato ben 40 concorrenti tra i quali i giovanissimi Aruta, Salvia e Santarpia oltre a Sara Aiello che dopo aver abbracciato il fucile per cimentarsi nel tiro ha poi abbracciato la macchina fotografica per immortale i momenti salienti della

bella giornata. Immancabile il pranzo presso il ristorante “Perla Nera” con un ottimo menù a base di pesce particolarmente gradito da tutti i presenti. Centrato l’obiettivo della Federcaccia di Capri, nelle persone del suo presidente Avv. Umberto Vuotto e di tutto il Consiglio Direttivo che nell’organizzare questi eventi contribuiscono ad alimentare non solo un patrimonio sportivo-agonistico per i molti giovani che si affacciano al bellissimo mondo del tiro a volo, ma servono anche a creare momenti di aggregazione. Si avvisano inoltre tutti i Federcacciatori che il giorno 28 aprile si terrà a Faicchio, una gara gastronomica con possibilità di allenare i cani già dal sabato, come da programma che sarà in seguito comunicato. Doverosa in ultimo una rettifica relativa all’articolo pubblicato su queste colonne nel numero 12 del 31.03.2013: si precisa che il vincitore del Trofeo Isola di Capri – Memorial Lola Vuotto, è stato Salvia Angelo e non Andrea.


12 Il racconto di Maria Astarita: Eventi a Capri Comunità contadina

Col senno di poi, a nascervi significava essere ricchi non di moneta ma di forza fisica, di tradizioni , continuare il percorso antico, affondare la zappa nelle zolle le stesse che non si erano mai consumate seppur calpestate, arate, seminate dagli antenati. Il senso di responsabilità del novello contadino,lo innalzavava, forte del mestiere appreso giorno dopo giorno, dandogli una personalità viva e pensante allo sguardo consumato e stanco dei genitori orgogliosi e fiduciosi che niente andasse perduto. la comunità decimata da emigrazioni di giovani paesani alla ricerca di un altra dimensione, di culture sconosciute e per questo più appetibili , poichè risvegliavano animi avventurosi sopiti da troppo tempo. Rinnegarono la realtà nella quale erano nati, non vollero più svegliarsi che era ancora buio tra l’odore pungente del letame, pulire dimore di bovini, suini, mungere, mietere erba e fieno per preparare il pasto a polli, galline, pecore, mucche, asini e quant’altro. Per il capo famiglia le 6 di mattina era come se rintoccasse la campana di mezzogiorno: di sicuro ci voleva più coraggio a restare. La domenica, le donne si facevano ‘’la croce’’ alla prima Messa e sgranando il Rosario, tra Pater, Ave e Gloria, si mettevano l’animo in pace assicurandosi il buon auspicio per per la settimana a venire. Il popolo della ‘’terra’’ era forte, potava, concimava col letame e pozzo nero, vigilava ad ogni stagione il germogliare dei rami , attendeva lo sbocciar delle prime gemme ,futuri frutti, via via che le stagioni si susseguivano la comunione con la natura diveniva sempre più intima e profonda nonostante tutto fosse in funzione degli agenti tellurici ed atmosferici che imprevedibili ed inarrestabili, rendevano vana ogni fatica, non si poteva andare contro la furia delle piogge, contro le forze superiori della natura .

Era dura ritrovarsi a mani vuote, ma credevano alla loro terra e non l’avrebbero tradita, così niente li fermava ,ricominciavano fortificandosi nel corpo e nel l’anima. Pazienti e fatalisti suscettibili di credenze popolari s’ingegnavano in riti propiziatori per esorcizzare malefici e negatività, talvolta parevano perseguitati dalla ‘’mala sorte’’. Soldi non se ne vedevano, ma in casa non mancava niente, le dispense era piene delle ricchezze dono della terra, non si faceva la spesa, le malattie, curate con rimedi naturali, a costo zero e la figura del dottore era sconosciuta, le famiglie meno abbienti non potevano permetterselo se non nei casi più gravi. Le donne anziane custodivano misteriosi tesori nelle ‘’cristalliere’’ chiuse a chiave, erano liquori fatti in casa, dolci secchi caramelle d’orzo e torroni fatti con zucchero e nocciole da conservare per le visite importanti come ricevere il Bambinello o benedire la casa. Gli uomini frequentavano la chiesa, erano cattolici, ma amavano rivolgersi al loro Santo protettore con una preghiera che disdegnava mediatori. La fede trasudava nei casolari,già all’ingresso ci si segnava sotto lo sguardo della Vergine Maria, nella camera patronale, era quasi un santuario. Al capezzale del letto troneggiava una suggestiva Sacra Famiglia, sullo sfondo palme e dune del deserto, messi in evidenza da una considerevole cornice in legno, il cui peso, penzoloni com’era sui dormienti, sarebbe bastato a mandarli al Creatore. Sul comò di fronte l’Immacolata, custodita sotto una campana di vetro, vestita di seta bianco azzurra, schiacciava la testa al serpente aggrovigliato sul globo terrestre, trionfo del bene sul male, a lato un leggiadro Angelo Custode, vegliava su Santini e immagini di defunti, che alla luce tremolante di candele e lumini sembravano animarsi e creare un filo d’unione col

mondo migliore. Era a loro che ci si rivolgeva nei momenti bui e tristi, e come oggi, si può mostrare all’ospite la nuova cucina superaccessoriata, allora una visita al cospetto dei defunti era d’obbligo, si raccontavano con impeto ed ardore i propri guai alla Madonna, le donne si battevano i n petto, piangendo affrante nella disgrazia, si rivolgevano ai Santi, con uno sguardo speciale ad un ... “fu Pasquale” o “fu Catello” quasi in deliquio, si accasciavano con mormorii indistinti. La sopravvivenza era anche isolarsi, perchè ‘’chi t’sap’ t’arap’’, poichè fuori attecchivano pettegolezzi, malelingue, diffamazioni e calunnie: la proprietà era motivo d’invidie. In cucina, non mancava l’immagine Sacra coadiuvata dall’ulivo benedetto ,a proteggere la mensa contadina , E pure nella stalla ci si segnava di fronte al Santo protettore degli animali. Nei pomeriggi di primavera le campane del catechismo chiamavano i bambini, prossimi alla comunione ,dalle campagne limitrofe. Imparare a memoria i 10 Comandamenti, le virtù teologali, i peccati veniali e mortali, l’Atto di dolore, il Credo, il Salve Regina in una cantilena cui dava l’avvio il parroco, tra rimproveri sempre più fiacchi. Ormai in là con gli anni non riusciva a contenere le esuberanze giovanili ma non mancava di distribuire all’uscita biscotti e caramelle a fanciulli che sciamavano come uccellini liberati da una gabbia insidiosa, sul sagrato. Qui al crepuscolo, sostavano i vecchi contadini sedevano sulle panchine, qualcuno di loro raccontava un fatto per lui importante, ripetuto decine di volte e accadutogli tanti anni fa, certi ascoltavano, qualcuno duro d’orecchi rimaneva curvo sotto il cappello logoro, grigio come il bastone su cui si appoggiava sonnecchiando aspettando di rientrare prima che cadesse l’umidità. Maria Astarita


13 Calcio: per Allievi Giovanissimi dell’Olimpia Eventi a Capri Capri una doppia vittoria

CAMPIONATO ALLIEVI ARES CASORIA 0 OLIMPIA CAPRI 1 OLIMPIA CAPRI : Zaccagnini, Vuotto, Esposito, Ipri, Giordani , Milano, Torelli, Pelli, Di Ruocco, D'Orsi, Yoursi- subentrati: Acampora, Tranchese, Cioffi, Di Stefano ----Allenatori: Pelli/Falciani Rete : D'Orsi Alla ripresa del campionato dopo il periodo pasqale gli allievi dell'Olimpia Capri vincono in trasferta a S.Pietro a Patierno con l' Ares Casoria, mantenendo il primato in classifica, pur disputando una partita non esaltante avendo avuto probabilmente un effetto non positivo sulla maggior parte dei componenti della squadra il lungo periodo di sosta. Zaccagnini tra i pali con compagni di difesa Vuotto, Esposito, Giordani e centrocampisti Milano e Pelli con Ipri e Torelli esterni ed attaccanti Yousi, D'Orsi e Di Ruocco. Subentravano in difesa Cioffi, a centrocampo Di Stefano ed in attacco Acampora e Tranchese. La prossima settimana nuovo turno di riposo per riprendere in casa la settimana successiva con i Brothers di Chiaiano.

CAMPIONATO GIOVANISSIMI OLIMPIA CAPRI 3 RECCA SPORTING 0 OLIMPIA CAPRI : Spinella , Oraldo, Farace, Maresca B., Santarpia L., Ruggiero L, Salvia, Parlato, Somma C.,Maresca G., Esposito D.----- subentrati: Cafiero, D'Esposito, Vito, Di Ruocco.-Allenatore Maresca M. Reti : Maresca G., Esposito D. ,Salvia C. Vittoria casalinga per la squadra dei Giovanissimi dell'Olimpia Capri, che superano con tre reti gli avversari del Recca e mantengono la 3^ posizione in classifica. Lo schieramento era quello delle precedenti gare con Spinella tra i pali, difensori centrali Maresca B. e SantarpiaL., esterni Oraldo e Farace, centrocampisti

Ruggiero, Maresca G. e Parlato ed in attacco Salvia, Somma ed Esposito D., subentrando poi tutti i componenti della panchina. La prossima gara i giovanissimi saranno impegnati a Ponticelli con il Mep calcio.

RECUPERO: 3 ^ CATEGORIA AZZURRA CAPRI 1 F. SOCCER 0 AZZURRA CAPRI : Sicignano, Grimaldi, Gargiulo C.,Anastasio S., Serena R.,Mariella,., Tizzano A., Scarfato, , Bajandoh, Ruggiero G. , Ramiro -.- panchina:Caso F,. Celentano,Anastasio M. Federico M., Ruocco, Russo ,De Mase---allenatore V. Scarfato Vittoria interna nel recupero disputato nel periodo pasquale dalla squadra isolana.dell'Azzurra Capri con una rete nel finale di gara di Vincenzo Scarfato, mister e calciatore della squadra. Schieramento dei disponibili della squadra simile a quello delle ultime gare, con utilizzazione anche di molti panchinari tra i quali Flavio Caso, col singolare record di 40 " in campo. La squadra festeggiava poi nel periodo pasquale la vittoria e lo svolgimento del campionato con una riuscitissima " grigliata" al campo San Costanzo con protagonista come abitualmente "

Ciacione" e questa volta anche Mario De Turris e la festosa partecipazione di tutti i componenti della squadra.

CAMPIONATO 3 ^ CATAGEORIA FULGOR S.GIORGIO 3 AZZURRA CAPRI 0 AZZURRA CAPRI : Sicignano V., Grimaldi. Gargiulo C., Serena, Mariella, Scarfato, Tizzano A,Aljure,Celentano., Ruggiero, Iaccarino. subentrati : Russo, Anastasio M. Allenatore Scarfato Sconfitta nella trasferta post-pasquale della squadra isolana di terza categoria che conferma risultati alterni tra gare casalinghe ed esterne con qualche difficoltà per la disponibilità di tutti per le trasferte in questo periodo e ripromettendosi di rifarsi nel prossimo incontro casalingo.


Annunci

Vendesi a Capri nella centralissima via Valentino (a pochi passi sia dalla Piazzetta sia da via Camerelle) locale circa 55 mq uso deposito/magazzino. Ideale come deposito per attività commerciale o come deposito per attività nel settore edilizia/artigianato. Tel. 377.6612008

Capri località Torra vendesi terreno piano panoramico accesso diretto strada, per impresa varia agricola, vivai, spazi espositivi ecc. circa 5.000 mq foglio 1 particelle 68 e 72 per euro 280.000. Tel. 081.8377073 339.2245719 Capri poco distante dalla Piazzetta fittasi per weekend camera 2 posti letto con bagno. Tel. 081.8377973

Via Vanassina fittasi da maggio a settembre appartamento mq 85, due stanze, doppi servizi, cucina, veranda, terrazzo. Completamente ristrutturato. Tel. 346.6845161 Capri zona centrale fittasi appartamento. Tel. 081.8377813 - 081.3653395

Capri zona centro fittasi locale uso studio o deposito. Tel. 347.0554592

Anacapri, fittasi centralissimo locale affaccio piazza ca mq 30 da ristrutturare con licenza approvata, adatto qualsiasi attività commerciale studio fiscale, ingegneria, ufficio commerciale pub gelateria o negozio. Pasti e serali. Tel. 081.8371052

Fittasi Anacapri centro appartamento arredato, 3 vani, bagno, cucina abitabile, terrazzi e giardino. Tel. 347.3156854 - 081.8372888

Capri fittasi bilocale nei pressi della piazzetta preferibilmente a persone italiane. Tel. (ore 20-21) 081.8377973

Fittasi in via Acquaviva n. 25/a locale di mq. 45 con bagnetto uso commerciale, studio, deposito. Tel. 081.8378140 ore pasti e cell. 380.4237484

Fittasi in via Valentino ufficio o deposito mq. 21 con piccolo bagno. Tel. 335.6601926

Anacapri fittasi appartamento composto da 2 camere letto cucina abitabile sala da pranzo e bagno anche a residenti. Tel. 081.8373698 - 328.9486685

Anacapri fittasi monolocale con cucina e bagno. Telefonare primo pomeriggio e sera. Tel. 081.8371874

Gli annunci vengono pubblicati a pagamento: il costo di ogni annuncio è 14 1 euro a uscita per un minimo di 5 pubblicazioni consecutive (5 euro a “pacchetto”). Il pagamento va fatto all’atto della consegna dell’annuncio, che è possibile dal lunedì al giovedì, dalle ore 10 alle ore 12, presso la redazione in via Li Campi 19 a Capri. Fittasi Anacapri centro piccolo locale (con servizi) per attività commerciale o ufficio. Tel. 081.8373429 ore serali oppure 335.8213174 Fittasi negozio ad Anacapri in via Giuseppe Orlandi a due passi dalla Casa Rossa. Anche uso ufficio. Tel. 333.3418558

Fittasi ad Anacapri appartamento di 45mq. 700 euro mensili. Tel. 338.9879450 Anacapri vendesi via Li Campi terreno pianeggiante di circa 700 mq. Tel. 347.5096205

Via Don Giobbe Ruocco fittasi, tutto l’anno anche a residenti, appartamento composto da camera da letto, camera da pranzo, cucina e bagno con ingresso indipendente. Tel. 329.6971993 All’interno di studio professionale in Capri, zona centralissima, fittasi stanza arredata uso ufficio-studio, con ingresso indipendente e con saletta di attesa e servizio condiviso. Tel. 340.9650725 Fittasi appartamento a Roma, università Tor Vergata, vicino metro. Arredato, ristrutturato, termoatuonomo, aria condizionata, 60 mq, composto da salone, camera, cucina, bagno e balcone. Tel. 338.6086788 Capri locale 45 mq ca. con 2 entrate e una vetrina grande fittasi per uso negozio ufficio o deposito in Via Padre R. Giuliani a 5 minuti dalla piazzetta. Tel. 081.995463

Capri centro fittasi appartamento con ingresso indipendente, terrazzo, soggiornino con angolo cottura, 2 stanze, bagno e ampio vano ripostiglio. Tel. 081.8379396

Condivido uso ufficio ubicato in Capri zona centralissima. Tel. 333.6713837

Centralissimo (Via Sant’Aniello numero 8) fittasi appartamentino 50 mq circa due stanze più servizi da marzo ad ottobre. Tel. 339.5052818

Centro storico Anacapri, fittasi ampio e luminoso monolocale arredato, dotato di cucinotto, bagno neoristrutturato, piccolo ripostiglio, terrazzo, lavanderia e cortile d’ingresso. Tel. 333.2389902

Signora caprese cerca lavoro come commessa con esperienza e buona conoscenza lingue straniere. Tel. 339.7638442 e 081.8378100 (ore serali)

Madrelingua inglese impartisce lezioni private ed effettua traduzioni. Tel. 338.7974598

Dog sitter offresi. Tel. 338.1970431

Esperta esegue bomboniere e altri splendidi lavori con l’uncinetto. Tel. 392.5958747

Madrelingua russa con carta di soggiorno, ottimo italiano parlato e scritto, cerca lavoro come domestica, cameriera in albergo o ristorante, baby-sitter, badante, assistente agli anziani ed ai malati, addetta alle pulizie. Tel. 333.8449837 Ragazza 35 anni ottima conoscenza computer, buona conoscenza inglese, ottime qualità organizzative e tanta volontà cerca lavoro. Disponibile da subito. Tel. 347.3356344

Ragazza caprese 22enne cerca lavoro come commessa o baby-sitter. Molto seria e affidabile. Tel. 329.2083629 Caprese signora massima serietà offresi per lavori domestici o stiro o come baby sitter. Tel. 346.6845161 Studentessa impartisce lezioni di inglese e francese a ragazzi di scuole medie. Tel. 366.47119399

Anacapri laureata impartisce ripetizioni per ragazzi di elementari e medie (no francese) e superiori (materie letterarie). Tel. 333.1688967 Ragazza anacaprese ventenne diplomata cerca lavoro come commessa o anche baby sitter con gia diverse esperienze. Tel. 081.8373411 - 331.6266265 Cerco lavoro presso alberghi o ristoranti, servizio ai tavoli, conoscenza lingue. Tel. 334.3063444 dopo le 16 Cerco lavoro come giardiniere, pulizie domestiche, stiratura, lavori in cucina, aiuti ad anziani. Disponibile da subito. Tel. 331.4303310

Signora esperta cerca lavoro come babysitter o donna delle pulizie, anche ad ore. Tel. 392.5958747 Signora straniera, a Capri da sette anni, cerca lavoro come babysitter o badante. Esperta affidabile e nolto amorevole con bambini e anziani. Tel. 331.5469490 Vendesi Aprilia Scarabeo 300 anno 2010 km 27000 ottimo stato completo di bauletto, 2 caschi parabrezza coprigambe Tufano gomme nuove. Tel. 392.8438099


Cultura

A cura dell’Associazione di varia umanità

Fin dalle prima apparizione come pontefice sulla loggia centrale della Basilica di San Pietro, Papa Francesco ha indicato una precisa strada: quella della semplicità. Questa non è da intendere come mancanza di scaltrezza, come dabbenaggine, come stoltezza che fa facilmente cadere nei raggiri e negli inganni degli altri, e porta all’abbassamento di ciò che è grande, nobile, alto. Non è il superficiale, ma l’essenziale, che dà giusto valore al materiale ed allo spirituale. Semplice è l’intero Vangelo che tuttavia contiene pagine tra le più alte che siano mai state scritte, e non solo per i credenti, ma per tutti gli uomini. Negli ultimi decenni la semplicità sembra essere scomparsa dal nostro vivere, insieme con la disposizione a pensare e ad agire con spontaneità e schiettezza, senza ipocrisie, malizie, complicazioni intellettualistiche. A sostenere la semplicità è il saper ascoltare quel che si ha nella mente e nell’animo, il pensarlo, il saperlo poi fedelmente esprimerlo. Ma espressioni di tal genere spesso sono considerate anacronistiche e rigettate, portando chi vorrebbe rivelare quel che ha in sé a ritenerlo nella mente e nell’animo. Semplice è ciò che è compiuto in sé, ciò dove tutto è perfettamente e limpidamente in armonia. Alla semplicità tendeva l’arte del passato, mentre quella dei nostri tempi è diventata sempre più complessa. Le più alte opere della scultura, della pittura che possediamo sono semplici, così come i più alti brani musicali e le più grandi poesie che tutti comprendono. Queste divengono complesse quando si studiano nelle scuole, con commenti che invece di far restare in esse

La semplicità di Papa Francesco allontanano da esse. Semplice è il cantico che apre la letteratura italiana, ispirato dall’amore per la natura e per la perfetta umiltà dell’uomo di fronte al suo Creatore. Non poteva essere altrimenti, perché è un’opera di San Francesco d’Assisi, che con grande semplicità incominciò a costituire una libera fraternità di laici votati alla povertà, alla vita comune ed alla carità, alla quale seguì una comunità femminile, guidata da Chiara, che si avviò verso la clausura. Nel passato le notizie dei fatti e degli avvenimenti si comunicavano semplicemente. Anche se nessuno l’aveva teorizzato, esprimevano il chi, dove, quando, come, perché, che poi ha teorizzato il giornalismo, il quale però ora spesso non si ferma a questo. Specialmente quello televisivo tende all’approfondimento della notizia, trasformandola da semplice in complessa. L’autentica semplicità non è una debolezza, ma una fortezza. Come tutte le virtù, che fortificano e non indeboliscono l’uomo, ha bisogno dell’ascolto, dell’osservazione, del raccoglimento e della contemplazione nella quiete e nel silenzio. Ma il mondo d’oggi al silenzio sostituisce il rumore ed il chiasso, alla quiete la fretta, alimentando la superficialità, che porta a ritenere che si sappia quel che invece non si sa. Testimonianze e modelli di semplicità l’uomo aveva quando era in armonia con la natura. Semplici apparivano, tra alti monti, i laghetti alpini dalle acque limpidissime; semplici gli stessi monti e non solo quando erano ammantati di neve; semplici gli alberi che fioriscono e si rivestono di verde in primavera, danno frutti d’estate, ingialliscono le loro foglie in autunno e diventano come morti d’inverno. Semplici apparvero ai visitatori nell’Ottocento i divini luoghi dell’isola di Capri, dove semplici sono rimasti almeno la Grotta Azzurra, i Faraglioni, la valletta di Cetrella, l’Arco Naturale.

15

Ritornare alla semplicità: far di se stessi un consapevole insieme, conoscendo il valore delle cose che si possiedono, e di quelle che si usano. La semplicità è in piena armonia con l’umiltà, altra virtù dei forti, che, come ricordava Romano Guardini, al quale papa Francesco dedicò la sua tesi di laurea,“non significa svilirsi, ma rinunciare a che l’essere debba esprimersi diversamente da come egli è per volontà di Dio”. Raffaele Vacca L’INFORMATORE POPOLARE Periodico d’informazione politica, cronaca, cultura e sport dell’isola di Capri Direttore: Manfredi Pagano Società editrice TPS S.R.L. Reg. Tribunale di Napoli Nr 5283 del 18/02/2002

Redazione: Via Li Campi, 19 80073 Capri (Na) Tel. 081.8383111 Fax 081.8370421 Sito internet: www.caprinews.it www.informatorepopolare.it Per scrivere alla redazione redazione@caprinews.it

Per la pubblicità tel. 081.8383111 Stampa: Rotostampa Lioni (Av) (Si comunica che foto e documenti consegnati in redazione non saranno restituiti)


Informatore Popolare 14  

Numero 14 del 14 aprile 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you