Page 1

55

TESTATI PER VOI: Carthago l CI l Hymer l Roller Team l Sun Living Mensile n°55 del 4/07/2017 LUGLIO 2017 E 4,50 CH CT 10,00 Chf

Cagliari Dalmazia (Croazia) Francia Sassonia (Germania) Maremma Monte Amiata (GR-SI) Polignano a Mare (BA) Pozza di Fassa (TN) Sardegna Punta Aderci (Abruzzo) Sud Italia

LUGLIO 2017 - n. 55/anno V

A m m o r t i z z at o

ri

o elementi n o s i n io s n e p s Le so v ia g g ia r e r e p ti n a in rm dete c o m o d it à in s ic u r e z z a e

ACQUA POTABILE Sempre in camper

IL NOSTRO CLUB Di parco in parco

FAI DA TE

Montiamo il pannello solare CBE MF 120

SPECIALE DALMAZIA

Una delle regioni più amate della Croazia


studiobrand.it

Sommario l Luglio

Turismo

COPERTINA DEL MESE Carthago c-compactline l 143 (pag. 36)

90

Attualità Editoriale Lettere L’arte di viaggiare L’avvocato risponde L’assicuratore risponde News Concessionaria - Grosso Vcanze Inchiesta - Ammortizzatori

3 6 14 16 18 20 28 30

114

126

Speciale - Dalmazia centrale Viaggio - Incantevole Sassonia

104

134 90 104

Viaggio - Monte Amiata, fresco buon retiro 114 Viaggio - Terre incantate tra Calabria e Basilicata 126

Test

Lettori - Se a ispirarti è il Tour de France

134

IDEE PER UN WEEKEND Test - Carthago c-compactline I 143 36 Test - Hymer Exsis T 588 Performance 44 Colpo d’occhio - CI Magis 95 Integral 50 Colpo d’occhio - Roller Team Auto-Roller 284 TL S.E. 54 Colpo d’occhio - Sun Living S 70SP 58

Pozza di Fassa (TN), vacanza formato famiglia 148 La lunga Maremma

152

Cagliari, la città dei fenici

156

Polignano (BA), a un tuffo dal mare

160

Rubriche Accessori NonSoloCamper Secondamano Fai da te - Il pannello solare CBE MF 120 Fotografia in viaggio - Oltre lo scatto Outdoor In camper con fido Ricette a bordo Zero barriere - Sarrabus-Gerrei (Sardegna) Baby camperisti - Punta Aderci (Abruzzo) Vita di club Info turismo Location - Campeggi, agriturismi e soste Club CLife - Il divertimento è servito Mercatino

62 70 72 74 78 82 86 88 142 144 174 178 182 186 192

Gli eventi del mese 4

148

152

156

160 164


Test l Carthago c-compactline l 143 Testo e foto di Massimiliano Barberis

Agile, leggero e funzionale A tre anni dall’ultimo restyling e a quattro dal lancio per la gamma c-compactline cambiano gli interni con 2 nuove piante, le sedute si fanno più spaziose e aumenta l’offerta dei modelli, che sale a 4 tipologie. Ecco le impressioni del nuovo I143

L

a gamma dei motorhome c-compactline, con un peso in condizioni di marcia che parte da 2.830 kg, è la più leggera tra gli integrali di Classe Premium Carthago. Il tutto senza compromessi in fatto di qualità e comfort. Spiccano la larghezza esterna ridotta di 15

cm e quindi contenuta in 2 metri e 12, l’estrema maneggevolezza assistita dal telaio ribassato Al-Ko, proposto di serie per la meccanica del nuovo Fiat Ducato Euro 6. A questi “must” per la stagione 2018 si aggiungono nuovi interni che esaltano ulteriormente il design in-

36

dividuale, le migliori visuali esterne e l’eccezionale accoglienza degli spazi che hanno fatto la fortuna di questa serie apprezzata per la compattezza e il peso contenuto. Due le nuove piante: il c-compactline T 144 QB con letto queen-size e il c-compactline I 144 LE con letti


Test l Hymer Exsis T 588 Performance di Alessandro Cortellessa

Lo voglio sportivo! Hymer lancia per la gamma 2018 i rinnovati Exsis T, rifiniti semintegrali che hanno visto una concreta riduzione dei pesi a tutto vantaggio della portata utile. Disponibili anche in questa grintosissima versione Performance con cerchi in lega fino a 18”

A

nche se da noi in Italia l’uscita dalla crisi è decisamente più lenta e faticosa che nel resto del continente, in Europa le ultime due stagioni sono andate con il vento in poppa. Hymer non si è fatta trovare impreparata e ha registrato lusinghiere performance di crescita che l’hanno vista migliorare su tutti i fronti, con il settore dei van a marchio Hymercar che ha fatto letteralmente il ‘’botto‘’ raddoppiando le vendite nell’ultima stagione. La strategia della casa di Bad Waldsee ha visto quindi una serie di importanti investimenti, che porteranno all’aumento della forza lavoro nel corso di quest’anno a venire,

focalizzati soprattutto, per la stagione 2018, sul face lifting delle fortunate serie Exsis I e T (integrali e semintegrali), oltre che della gamma Tramp CL e ML, più la presentazione di una nuova linea di caravan Living in esclusiva per i mercati del Sud Europa. Il face lifting della gamma Exsis non si è fermato però all’esterno ma ha coinvolto tutta la struttura dei veicoli dove, con un gran lavoro di affinamento e miglioramenti dovuti a soluzioni tecnologiche, si è riusciti nella difficilissima impresa di contenere ancora di più le masse dei veicoli, sempre più stretti nella morsa dei fatidici 3.500 kg. Tutti i veicoli della classe Exsis, sia I che T, hanno

44

quindi limato via un po’ di chili, a tutto vantaggio della possibilità di carico che, specie ad esempio per questo modello T 588 dedicato alla coppia, consente margini davvero ampi grazie anche al gavone omologato fino a ben 350 kg di portata. Il restyling della linea, che ha interessato particolarmente la parte posteriore, rende piacevoli questi nuovi Exsis T della stagione 2018. La grintosa e colorata versione opzionale Performance, qui in foto, aggiunge a nostro parere un qualcosa che mancava sul mercato, salvo rarissimi casi, e dona un tocco di piacevole sportività estetica a una categoria di veicoli sempre abbastan-


Colpo d’occhio l CI Magis 95 Integral di Alessandro Cortellessa

Ottima proposta

Arrivano i motorhome CI Magis dal prezzo più contenuto,ma sempre con l’apprezzata formula “tutto incluso” dei precedenti Mizar stagione 2017. I nuovi interni, all’insegna della funzionalità, sono quelli della rinnovata serie. In anteprima il Magis 95 Integral

I

n una situazione di mercato che pare uscito dalla crisi, specie a livello europeo dove i grandi gruppi devono guardare per una più corretta valutazione globale, CI viaggia da un paio d’anni con il vento in poppa, raccogliendo riscontri lusinghieri tra il pubblico che apprezza sempre più i suoi prodotti. Supportata da una gamma di concessionari qualificata e motivata - è di poche settimane fa la premiazione dei migliori per la stagione 2016 (vedi anche news a pag. 26) - la casa sta spingendo per confermare le posizioni di vertice raggiunte con nuove proposte, miglioramenti tecnici e riorganizzazione della gamma in funzione di un mercato che si evolve.

La novità, o meglio la conferma della tendenza già vista da alcune stagioni, è il boom dei van, che raccolgono sempre più consensi a livello europeo ma con eccellenti risultati anche sul territorio italiano e aprono a nuove fasce di utenza che vedono i due estremi anagrafici, giovani e persone mature o anziani, scegliere i pratici furgonati, sempre più accessoriati e rifiniti e come sempre agili da guidare e parcheggiare. Sarebbe argomento assai interessante da sviscerare sino in fondo, grazie anche agli interessantissimi dati che la CI ha elaborato, non solo a livello di mera statistica e di freddi numeri, che pure parlano chiaro, ma anche da ampliare sulla base del

50

pregiato lavoro di analisi che la casa sta compiendo in maniera sistematica da due anni con interviste a clienti e rivenditori, con informazioni che fotografano il settore con dovizia di particolari. Ma di questo ne parleremo più ampiamente sul numero di settembre, dove CamperLife presenterà la consueta carrellata delle novità che vedremo in fiera. Quella sarà l’occasione per fare un check del mercato nel suo insieme. Qui vogliamo parlarvi dei nuovissimi motorhome Magis, che si presentano con un design del tutto nuovo, tante pregiate rifiniture e la ormai collaudata formula del “tutto incluso” che tanto è piaciuta sul mercato, puntualmente riproposta


Colpo d’occhio l Roller Team Auto-Roller 284 TL S. E. di Bruno Andrea Ciattini

Costo allettante

Ha un prezzo vantaggioso, una camera con letti gemelli, due ambienti nettamente separati per toilette e box doccia e il living con matrimoniale basculante. È l’AutoRoller 284 TL proposto, a fianco di altri 3 modelli, in versione “Special Edition”

P

ronti al debutto al Salone di Parma 2017 i quattro Roller Team Auto-Roller che, in coppia con gli altrettanti CI Elliot, definiscono a un prezzo molto competitivo una particolare “Special Edition” che semplifica la dotazione di serie, senza per questo pregiudicare più di tanto la qualità della vita a bordo. Mancano ad esempio di serie il tetto panoramico Open Sky, la finestra per la porta d’ingresso, le tende a pacchetto, l’oblò nel box doccia sostituito da un aeratore o gli attacchi a parete per il portabici, mentre il frigo slim ha una sola porta piatta

anziché le due porte con ante curve. Eliminando questi e altri elementi secondari, per altro in gran parte disponibili come optional anche in un secondo tempo, il prezzo scende di circa 3.500 euro rispetto al modello “normale” delle serie Auto-Roller. Una dimostrazione è questo Auto-Roller 284 TL Special Edition allestito su meccanica Ford Transit 2.0 TDI 130 cv o in opzione sul 170 cv. La pianta ripropone la sempre più richiesta camera in coda con letti gemelli che sovrastano garage e armadi. Separano la camera padronale dal resto dell’allestimento i

54

due vani fronteggianti riservati alla toilette e al box doccia. Il tutto isolabile semplicemente aprendo la porta del bagno. Di seguito troviamo la cucina a L con frigo slim 140 lt fronteggiante e infine la zona living che per la notte dispone di un letto basculante elettrico. Riconfermati i cinque posti omologati, l’ottima e collaudata abitabilità della pianta, la tecnica costruttiva della scocca EVO ExPS (Extreme Protection System) che offre una maggiore protezione contro agenti atmosferici e rumori, comprese le inedite soluzioni adottate su tutta la produzione Roller


Colpo d’occhio l Sun Living S 70SP di Bruno Andrea Ciattini

Spazi senza confini

È il nuovo corso di Sun Living, che ha rinnovato totalmente il marchio entry level di Adria. Tra le molte novità, il bagno che scompare dietro a una parete scorrevole dilatando lo spazio interno. In anteprima, ecco il semintegrale S 70SP con ampio garage e matrimoniale trasversale

D

ella passata produzione Sun Living è rimasto solo il nome e l’ottimo rapporto qualitàprezzo dell’offerta semplificata in furgonati, mansardati e semintegrali. Il resto è completamente nuovo: a partire dal logo, che adesso è nei sobri colori azzurro e grigio chiaro. Senza scendere nel dettaglio dei vari modelli di cui daremo ampio spazio a settem-

bre nella rassegna dedicata ai saloni, per il momento chiariamo la filosofia di fondo della nuova produzione tutta improntata alla semplicità nell’utilizzo, nell’innovazione delle soluzioni adottate e, non ultimo per importanza, nella convenienza sull’acquisto, uniformata a quella della passata produzione. Quindi nella fascia del primo prezzo che ruota intorno ai 50mila euro. Dei

58

nove nuovi semintegrali con lunghezze comprese tra i 5 metri e 90 e i 7 metri e 40, di cui sette con l’opzione del matrimoniale basculante, questo S 70SP è un valido esempio del nuovo corso del marchio “made by Adria-Mobil”. Lungo 6 metri e 99 ha quattro posti distribuiti nel matrimoniale trasversale e nella trasformazione del living, più due con l’opzione del sovrastante


ABBONATI

E VIAGGIA CON NOI PER 12 MESI VERSIONE CARTACEA + DIGITALE 12 MESI

40 EURO

NE O I S R E V E DIGITAL

* S I T A R G

PER GLI ISCRITTI AL CLUB CAMPERLIFE

PREZZO SCONTATO

36 EURO

VANTAGGI ABBONAMENTO CARTACEO: • Prezzo bloccato per un anno • Consegna con il servizio Posta Premium Press • La certezza di non perdere neanche un numero

* Per chi si abbona alla rivista cartacea, versione digitale per iOS e Android compresa VANTAGGI ABBONAMENTO DIGITALE: • Riviste disponibili prima dell’uscita in edicola • Funzioni interattive aggiuntive • Possibilità di archiviare tutte le riviste acquistate


Speciale l Dalmazia di Roberto Serassio

La Dalmazia centrale Un viaggio intrigante in una regione strettamente legata con la storia italiana, dove si possono ammirare località pregne di arte, di cultura e, perché no, anche di mondanità, e soprattutto un mare bellissimo. I giusti ingredienti per una vacanza completa ed equilibrata che dovrebbe soddisfare persone con gusti diversi

S

iamo in luglio, il mese che precede le agognate vacanze estive. Per molti camperisti i giochi sono fatti e la destinazione del camper è stata oramai decisa, ma per coloro che invece puntano sulla flessibilità del veicolo ricreazionale e

Hvar Sveta Nedjelja (© Ivo Biocina)

90


DATI E SEGNI PARTICOLARI

Paese: Germania. Capoluogo: Dresda. Lingue: tedesco, sorabo (lingua slava occidentale). Segni particolari: la Sassonia è la terra dei cosiddetti “principi elettori”, cioè i principi che in passato eleggevano l’imperatore del Sacro Romano Impero.

Incantevole Sassonia Vacanze estive in Germania e, più precisamente, in uno dei più bei land del Paese, ricco di città d’arte, paesaggi mozzafiato e festival musicali. Una regione ampissima, da visitare in più occasioni. Oggi vi portiamo a Dresda

L

a Sassonia (Sachsen in tedesco, Sakska in sorabo) è il luogo ideale dove passare l’estate, soprattutto per chi non ama particolarmente le destina-

zioni marittime. Qui c’è tutto ciò che si possa desiderare: castelli che sembrano usciti da una fiaba, bellissime città con viuzze acciottolate e palazzi signorili, e

105

una rigogliosa natura plasmata dalla presenza del fiume Elba che attraversa questa regione fino a raggiungere il Mare del Nord, arricchendo il territorio circostan-


Un fresco buen retiro Nel pieno della stagione estiva e turistica, una fuga verso la quiete del Monte Amiata, fra le province di Grosseto e Siena. I borghi ai piedi del rilievo offrono buona cucina, escursioni nei boschi, piccoli tesori d’arte, terme e tanti punti sosta per camper

I

l Monte Amiata è un vulcano spento. Si innalza inaspettato tra la campagna grossetana e senese con la sua sagoma imponente a forma di cono, ammantato di boschi. Sono principalmente faggi e castagni che lo ricoprono.

La faggeta, una delle più estese d’Italia, si trova alle quote più elevate, il bosco di castagni più in basso e spesso abbraccia i borghi e le tante frazioni. La storia dell’Amiata è anche la storia della cultura del castagno, che

115

ha permesso nei secoli una sicura fonte di sostentamento ai suoi abitanti. Dopo anni di abbandono, la popolazione sta tornando alla coltivazione del castagno per la produzione di castagne, marroni e derivati (info www.castagna-


Turismo l Calabria - Basilicata di Lucrezia Fraio

Terre incantate Fiumi spumeggianti, una manciata di dolci colline, paesaggi incorniciati dall'azzurro del mare, borghi pittoreschi e antichi siti archeologici sono gli ingredienti di un'estate che tocca rotte poco battute dal turismo di massa

L

'estate è il momento dell'anno in cui riprendersi il proprio tempo, dedicarsi ai propri affetti e alle passioni, spesso trascurate nei mesi invernali. L'Italia offre un ventaglio di luoghi meravigliosi dove apprezzare ogni minuto che passa. Il nostro Paese è

uno scrigno di tesori: corsi d'acqua incantevoli, natura rigogliosa, panorami che si perdono a vista d'occhio e sentieri silenziosi, che diventano un piacevole invito, a cui non poter mancare. L'itinerario che vi proponiamo attraversa alcuni di questi splendidi luoghi, partendo

Redentore (Š APT Basilicata)

126

dal fiume Lao, toccando le acque limpide di San Nicola Arcella e Maratea, perdendosi nelle viuzze dei borghi caratteristici di Rivello e Lagonegro, giungendo infine a Grumentum e al Lago Pertusillo. Centoventi chilometri di emozioni, tra Calabria e Basilicata.


Idee per un weekend l Pozza di Fassa (TN) di Monica Viganò

Vacanza formato famiglia Un weekend all’insegna del relax e del divertimento su misura di grandi e piccini, perfetto per chi non disdegna la montagna nemmeno in estate. Benvenuti in Val di Fassa, dove ogni panorama è da cartolina

N

el cuore delle Dolomiti, e più precisamente della Val di Fassa, sorge il paese di Pozza. Si tratta di un piccolo borgo che conta poco più di 2000 abitanti. Con la sua frazione Pera, è situato nell’area di maggiore ampiezza della valle nella confluenza dell’Avisio con il Rio San Nicolò ed è coronato da Cima Undici e Cima Dodici, con una

fantastica vista sulle imponenti ed eleganti Torri del Vajolet. Centro turistico per gli amanti del relax e della salute, è una meta ideale per chi ama le Dolomiti. Tante sono infatti le comode e attrezzate passeggiate di fondovalle perfette per le famiglie e altrettanto numerosi sono gli itinerari in quota, per avventurarsi nella Valle del Vajolet e dei Monzoni.

148

A ZONZO CON I BAMBINI

Pozza di Fassa pensa alle famiglie. Lungo la valle e in quota si possono trovare ben nove baby park, tanti sentieri a misura di bambino facilmente percorribili anche con il passeggino e ogni giorno tante proposte per lo svago di tutta la famiglia. Non mancano poi laboratori creativi,


Idee per un weekend l Grossetano di Massimiliano Barberis

La lunga Maremma Terra di butteri, bufale, fiumi, vini, paludi e isole fra Piombino e Civitavecchia. In 5.000 km2 affacciati sul mar Tirreno non c’è che l’imbarazzo della scelta per una vacanza al mare, ricca però di tanta storia

L

e Maremme sono tante, a mare e in terraferma. Per fare un poco di ordine potremmo iniziare dalla provincia di Livorno e da quella di Pisa, da Rosignano Marittimo e Piombino (con Cecina, Bolgheri e Suvereto) e scendere fino a quella grossetana, al centro fra il golfo di Follonica e il torrente Chiarone, con l’Argentario e la valle del fiume Ombrone e il monte Amiata (con Grosseto, Follonica e Orbetello). È questa la Maremma più famosa, che possiamo suddividere in 4 parti da Nord a Sud tutte legate a 4 fiumi (Pecora, Ombrone, Albegna e Fiora) e alle valli che hanno scavato. In fondo la Maremma laziale sotto Viterbo, le colline della Tuscia e i monti della Tolfa, che la dividono dall’agro romano. Buona parte di queste zone erano solo inospitali paludi fino ai primi dell’800, quando Ferdinando III e poi il figlio Leopolo II diedero avvio alla bonifica.

PIOMBINO E L’ACCIAIO

Proviamo a partire dal principato di

Piombino, nato nel 1399 sotto Gherardo Appiano e finito alla sorella di Napoleone, Elisa Bonaparte Baciocchi, nel 1799. Non più principato (il palazzo degli Appiano è in piazza Bovio), la città è il secondo porto toscano dopo Livorno e principale polo dell’industria siderurgica locale. A questa parte della cittadina è dedicato il romanzo “Acciaio” della scrittrice Silvia Avallone, libro che bene spiega come questa industria pesante abbia contribuito alla crescita demografica di Piombino e ne abbia dettato le sorti, non sempre felici. La città offre alcune belle chiese come la cattedrale di Sant’Antimo, la chiesa della Misericordia e quella dell’Immacolata, e alcuni palazzi come quello comunale, quello degli Appiano o la Casa delle Bifore, unica testimonianza cittadina di architettura civile del ‘200. Ma è piazza Bovio il cuore del borgo da visitare. La scenografica piazza è posta sulla punta del promontorio di Piombino, con una terrazza. Dalla piazza la vista spazia su tutto

Piombino, piazza Bovio

152

l’Arcipelago toscano e nelle giornate limpide si può arrivare a scorgere la Corsica e vedere anche tutta la lunga Maremma distendersi alla propria sinistra, così da carpirne la lunghezza e la vastità. Lasciata Piombino, possiamo iniziare il tour da Follonica, ad appena 30 chilometri di distanza. Nel centro abitato si trova l’Area ex Ilva divenuta Museo del Ferro e della Ghisa. Quest’area si trova in pieno centro abitato a Follonica e si tratta degli stabilimenti, oggi dismessi, delle fonderie dell’Ilva. Il complesso industriale si era sviluppato a partire dal 1546 con la costruzione della ferriera per la fusione del ferro e aveva seguito un costante processo di sviluppo fino a divenire una “città fabbrica” che nel 1831 si affermava come uno dei poli siderurgici più all’avanguardia d’Italia. Poi, con la nascita nel nuovo polo a Piombino, le fonderie follonichesi iniziarono un lento decadimento che si concluse con la chiusura degli stabilimenti avvenuta nel 1960. Attualmente tutta l’area è interessata da un importante progetto di recupero, è sede del Magma (il Museo delle Arti in Ghisa nella Maremma), della biblioteca e di una porta di accesso al Parco Tecnologico Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane. Meritano inoltre una visita la Chiesa di San Leopoldo, il Palazzo Granducale e i ruderi del Castello delle Valli. Sul litorale troverete numerose spiagge, tra cui merita una menzione particolare Cala Violina, dal suono che la sabbia emette quando calpestata. Da segnalare inoltre il Parco Costiero della Sterpaia, il Parco delle Colline Metallifere Grossetane, il Parco Naturale di Montioni e il vicino borgo di Gavorrano. Oltre al Parco Tecnologico e Archeologico delle Colline Metallifere, al borgo di Montemassi e alla Tenuta Rocca di


Idee per un weekend l Cagliari di Massimiliano Barberis

La spiaggia del Poetto (© G.Alvito - Teravista)

La città dei Fenici Mai città isolana potrà vantare la moltitudine di popolazioni che sono transitate dalla sua fondazione ai giorni nostri. Cagliari è un melting pot di culture e tutte hanno lasciato il segno. Ma è anche e soprattutto uno dei mari più belli del Mediterraneo

S

piagge bianche a pochi chilometri dal centro storico, come quella del Poetto, verso Villasimius, che si affaccia sul Golfo degli Angeli, nella costa centro-meridionale della Sardegna. Dune di sabbia bianchissima affacciate sul mare color topazio e dominate dal promontorio della Sella del Diavolo, che sovrasta il porticciolo di Marina Piccola e da cui si gode una vista spettacolare sino a Capo Carbonara e all’orizzonte. Questi elementi, oltre alla vicinanza alla città e all’animazione offerta dai baretti, fanno del Poetto la meta preferita dei cagliaritani nella stagione estiva e in qualsiasi giornata di sole durante il resto dell’anno. Sette chilometri di spiagge incontaminate fra cui annoverare quella di Calamosca, fra Capo Sant’Elia e il Poetto stesso, e quella di Cala Fighera, più rocciosa e impervia, a pochi passi dalle saline accese di ros-

so. L’acqua è poco profonda, tiepida e limpida. Uccelli marini come cormorani e rondini di mare volano, nuotano e si tuffano per pescare. Alle sue spalle si apre il parco di Molentargius, il magico luogo dei fenicotteri rosa. Uno straordinario ecosistema composto da due stagni, divisi in vasche di acque basse e collegati da canali. Qui convivono moltissime specie di uccelli ed è facile vedere anatre, folaghe, aironi, garzette, cavalieri d’Italia, avocette, cormorani, sterne. Nelle zone di osservazione si pratica il birdwatching, mentre un percorso ciclabile attraversa le saline passando fra impianti ormai inattivi, argini, vasche e canali. A fine estate le vasche salanti diventano di un rosso vivo orlato del bianco abbagliante del sale.

LA TERRAZZA SULLA CITTÀ Ma andiamo con ordine: per avere

156

subito il colpo d’occhio sulla città e carpirne sia forma che contenuto è inevitabile salire alla cattedrale di Santa Maria in piazza Palazzo, cuore pulsante di Cagliari su cui si affacciano il Palazzo reale e quello comunale. La chiesa si presenta come un connubio di diversi stili artistici e custodisce 7 secoli di memorie storiche della città. Costruita nel corso del ‘200 in stile romanico pisano (fu costruita all’interno della roccaforte pisana), venne elevata al rango di cattedrale nel 1258 con Cagliari capitale del Regno di Sardegna; al suo interno giuravano i rappresentanti dei 3 “stamenti”, i bracci del nuovo parlamento locale. Fra seicento e settecento la cattedrale fu rinnovata secondo i canoni dello stile barocco. Al secolo scorso si deve invece la facciata attuale in stile neoromanico e ispirata al prospetto del Duomo della città di Pisa. Fra le peculiarità esposte


Idee per un weekend l Polignano a Mare (BA) di Massimiliano Barberis La spiaggia in città (© Fabio Frisone)

A un tuffo dal mare A una manciata di chilometri da Bari, è una tappa obbligata per chiunque sia nei paraggi e cerchi un balcone sull’Adriatico, a cui abbinare ottimo cibo e una visita alle spettacolari grotte nel cuore della città

P

olignano in questi ultimi anni ha trovato una nuova collocazione turistica; più offerta, più locali notturni, una ricezione più seria e professionale, un lungo mare da poco completamente rifatto, anche con una nuova illuminazione che mette in risalto il bianco delle case e lo scuro del mare appena sottostante. Dal 2008 è sempre Bandiera Blu, riconoscimento conferito dalla Foundation for Environmental Education alle località costiere europee, che soddisfano criteri di qualità

delle acque di balneazione e del servizio offerto in relazione a parametri quali la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici. Insomma, se aggiungiamo i ristoranti dalla cucina specializzata in pesce appena pescato, Polignano deve fare parte di una tappa in un viaggio in Puglia e verso il Salento. Ricco di storia e così importante da essere sede di una zecca che coniava una propria moneta, il borgo marinaro è stato soggetto a numerose dominazioni: Unni, Ostrogoti, Longobardi, Bizantini,

160

Normanni e Saraceni di cui ancora oggi sono presenti visibili testimonianze. L’origine romana è datata 104 a.C. quando il console romano Caio Mario, navigando con la sua flotta nelle acque del Mare Adriatico per respingere l’invasione dei Cimbri e sorpreso da una tempesta, liberò il suo falchetto (u’castarille) alla ricerca di un approdo. Il volatile, la cui immagine è impressa sullo stemma di Polignano a Mare, si sarebbe posato su un’erta scogliera a picco sul mare, indicando il luogo nel quale sarebbe

Camperlife_luglio2017  

Questo mese abbiamo visto in anteprima i nuovi motorhome Carthago e messo alle strette il c-compactline I143, provato un Hymer Exsis T 588 P...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you