Page 1

30-11-2017 BULGARIA-ARABIA SAUDITA Firmati accordi bilaterali a Riad Gli imprenditori dell'Arabia Saudita intendono venire in Bulgaria per investire nel campo dell'agricoltura, dell'industria chimica e farmaceutica, ma soprattutto nel turismo. Lo ha dichiarato il Premier della Bulgaria, Boyko Borissov, dopo il suo incontro a Riad con il re saudita Salman. A giudizio di Borissov, “lavorando insieme si potrà fare molto nel campo degli investimenti ma anche nella lotta contro il terrorismo, l'estremismo e il riciclaggio di denaro”. La visita di Stato di Borissov in Arabia Saudita è la prima di così alto livello nella storia delle relazioni bilaterali tra i due Paesi. Al centro dei colloqui, il rafforzamento della cooperazione economica in settori chiave come la difesa, l'energia, il commercio, i trasporti e il turismo. A Riad sono stati firmati due accordi di cooperazione tra Bulgaria e Arabia Saudita: per evitare la doppia tassazione e nel settore agricolo. Negato l’ingresso nello spazio aereo iraniano La autorità iraniane hanno negato l’autorizzazione ad entrare nel proprio spazio aereo all'Airbus sui cui viaggiava il Premier Boyko Borissov e la delegazione di Sofia, diretta in Arabia Saudita per la prima visita di Stato ad alto livello nella storia dei rapporti tra i due Paesi. Il volo è stato costretto a cambiare la rotta sorvolando i cieli iracheni per raggiungere Riad. Le autorità bulgare hanno chiesto chiarimenti su quanto accaduto a Teheran, richiamando al Ministero degli Esteri di Sofia l’Ambasciatore iraniano in Bulgaria, come spiegato dal capo della diplomazia bulgara, Ekaterina Zaharieva, anche lei membro della delegazione diretta a Riad. È emerso dai media internazionali che l'aeronautica iraniana non era a conoscenza che il Premier bulgaro fosse a bordo dell’aereo, dato che era stata registrata una leggera deviazione della rotta e chiesto all'equipaggio di lasciare lo spazio aereo iraniano. L'aereo a quel punto è tornato indietro verso la Turchia e continuato il viaggio attraverso l'Iraq. “Maggiori dettagli devono ancora essere stabiliti - ha detto Zaharieva – l'unico cambiamento per noi è stato il fatto che siamo atterrati in un altro aeroporto di Riad”. CIPRO-BULGARIA A Nicosia firmati memorandum di cooperazione tra i due Paesi Cipro e Bulgaria hanno firmato alcuni memorandum di cooperazione nel campo dei trasporti e sul programma triennale per la cooperazione nella cultura, istruzione e scienza. A siglare l'accordo a Nicosia, il Viceministro degli Esteri, Emilia Kraleva, e il Ministro dell'Agricoltura cipriota, Nicos Kouyialis, nell'ambito della visita di due giorni del Presidente Rumen Radev a Nicosia. Tra i temi affrontati da Radev con l'omologo cipriota Anastasiades, anche le priorità in vista della presidenza di turno di Sofia del Consiglio UE. “Sono fiducioso che le priorità della Bulgaria sono comuni per entrambi i


Paesi e che trovare un consenso, nei tempi dinamici in cui viviamo, è importante affinché l'Unione Europea sia unita e forte", ha spiegato Radev. ECONOMIA Le aziende svedesi apprezzano il potenziale imprenditoriale in Bulgaria Le aziende svedesi apprezzano il potenziale per lo sviluppo del business in Bulgaria, ha annunciato la Camera di commercio e industria bulgara. È quanto rilevato nel corso di una presentazione sul tema “Bulgaria - un mercato attraente per il business svedese”, organizzato in collaborazione con l'Ambasciata svedese. Da parte svedese, sono stati presentati i dati di un'indagine svolta in oltre quaranta società scandinave che operano in Bulgaria. Secondo il sondaggio, i principali incentivi per investire in Bulgaria sono la sua appartenenza all'UE, i bassi prezzi per il sostegno delle imprese, lo sviluppo delle infrastrutture, la posizione geografica e la bassa tassazione. I principali ostacoli sono la carenza di mano d’opera qualificata, la burocrazia e il sistema giudiziario non riformato.

News ccib 30 11 2017  
News ccib 30 11 2017  

News ccib 30 11 2017

Advertisement