Page 1

29.06.2016 BREXIT Daniel Mitov: la Brexit è frutto del populismo I populisti nel Regno Unito hanno creato aspettative poco ragionevoli fra gli elettori nella campagna per l'uscita del Paese dall'UE, e dovrebbero sostenere le conseguenze di questo risultato. Lo ha dichiarato il Ministro degli Esteri, Daniel Mitov. “Ci aspettiamo tutti che il Regno Unito informi gli Stati membri dell'UE circa le sue future intenzioni, così che anche noi potremo prendere delle decisioni e avere una discussione più approfondita nel formato UE 27”, ha spiegato Mitov. Il Ministro ha invocato un dibattito franco, responsabile e attento sulle conseguenze della Brexit, ma anche per un processo di riforma e di maggiore integrazione all'interno dell'UE. L'attuale situazione permetterebbe “di portare avanti il cambiamento dell'Unione e mettere in atto quelle politiche che non sono state approntate per decenni” ha concluso Mitov. EMERGENZA MIGRANTI Meglena Kuneva: la Bulgaria sta diventando destinazione finale dei migranti La Bulgaria si sta trasformando in una meta finale dei migranti provenienti da Siria e Afghanistan e non più soltanto un territorio di transito verso i Paesi dell'Europa occidentale. Lo ha dichiarato, senza però citare numeri concreti, il Vicepremier Meglena Kuneva, che è anche Presidente della Commissione per la lotta al traffico di esseri umani. Alcuni giorni fa il Premier Boyko Borissov e il Ministro dell'Interno Rumiana Bachvarova avevano però dichiarato che la Bulgaria continua a essere esclusivamente un Paese di transito e che finora nessuno dei migranti chiede di rimanere nel Paese. “Secondo il piano di Bruxelles, in Bulgaria dovrebbero essere ricollocati 1.200 migranti dalla Grecia e dall'Italia, ne sono arrivati due e uno di essi è fuggito, cosa dovremmo fare, imprigionarli per tenerli nel nostro Paese?” aveva osservato Boyko Borissov. GIUSTIZIA Esperti UE esaminano il lavoro della Procura Generale della Bulgaria La squadra di esperti inviata dall’Unione Europea per eseguire controlli sul funzionamento della Procura Generale bulgara ormai opera a Sofia. Lo riferisce un comunicato del Ministero della Giustizia, secondo il quale l’obiettivo degli esperti è di raccogliere opinioni sui modelli strutturali e funzionali della Procura, in altre parole il livello di cooperazione, di trasparenza, il carico di lavoro, la presenza di uffici speciali. Sebbene i compiti precisi della squadra di esperti non siano stati ancora resi pubblici, fonti giornalistiche riferiscono che i rappresentanti europei avranno una serie di incontri e studieranno sei indagini di una certa rilevanza, di cui tre scelte dalla Commissione Europea e tre scelte dall’Ufficio della Procura bulgara.


La missione segue la raccomandazione contenuta nell’ultimo rapporto del Meccanismo di Cooperazione e Verifica (MCV) pubblicato a gennaio. COOPERAZIONE Siglato un accordo con le Istituzioni cinesi nel settore dell’edilizia e delle infrastrutture Il Ministro per lo Sviluppo Regionale, Lilyana Pavlova, e il Ministro per le Abitazioni e lo Sviluppo Urbano e rurale cinese Chen Zhenggao hanno siglato un accordo di cooperazione fra i due dicasteri nel settore dell’edilizia. La firma del documento rafforzerà i rapporti bilaterali fra Sofia e Pechino e faciliterà la cooperazione a livello di imprese a gestione pubblico-privato, nello sviluppo delle aree urbane e nella lotta all’abusivismo edilizio. L’accordo prende atto del potenziale esistente negli scambi economici fra i due Paesi e nell’interesse reciproco di approfondire la dinamica di cooperazione. Il Ministro Pavlova ha inoltre affermato che un altro documento d’intesa verrà siglato fra la Camera per l’edilizia bulgara e la Compagnia cinese per le comunicazioni e l’edilizia, al fine di migliorare la cooperazione fra i due Paesi nel versante dei progetti infrastrutturali stradali e ferroviari. BULGARIA-USA Approvata la bozza d’intesa fra il Ministero dell’Interno e le forze speciali USA nell’antiterrorismo Il Governo bulgaro ha approvato la bozza di un documento di intesa fra il Ministero dell'Interno e la squadra di forze speciali statunitense Naval Special Warfare Group 2, per tenere attività di addestramento antidroga e di controterrorismo congiunte. Scopo delle esercitazioni è di migliorare le capacità del Ministero dell’Interno in risposta alla minaccia terroristica e di condurre operazioni efficaci nella lotta al narcotraffico. Le attività di addestramento congiunte sono un esempio dell’eccellente cooperazione bilaterale fra Bulgaria e Stati Uniti nella lotta contro il terrorismo e risponde agli obiettivi prioritari nel dialogo strategico fra Sofia e Washington, come dichiarato nel documento d’intesa.

News ccib 29 06 2016  

News ccib 29 06 2016