Page 1

26.09.2016 PRESIDENZIALI Tutte le forze politiche del Parlamento si sono registrate per il voto Tutti i partiti politici presenti nell’Assemblea Nazionale si sono registrati per partecipare alle elezioni presidenziali del prossimo 6 novembre. Lo ha reso noto la Commissione Elettorale Centrale di Sofia, dopo la chiusura della fase di registrazione per le forze politiche singole e le coalizioni. In totale, sono registrati dodici partiti e quattro coalizioni. La forza di Governo Gerb del Premier Boyko Borissov, si è registrata come partito, stessa scelta del Movimento per i Diritti e le Libertà (DPS), il terzo maggiore gruppo in parlamento. Il Partito Socialista Bulgaro (BSP), la principale forza di opposizione, parteciperà alla consultazione elettorale come “Comitato d’iniziativa” a sostegno del candidato Rumen Radev. Il partito Alternativa per la Rinascita Bulgara (ABV) parteciperà tramite una coalizione, “Kalfin presidente”; “Patrioti uniti” sarà invece la coalizione per le elezioni presidenziali dei due partiti costituenti il Gruppo Parlamentare Fronte Patriottico, vale a dire il Fronte Nazionale per la Salvezza della Bulgaria e VMRO, insieme al partito Ataka. Il Blocco iformista, gruppo parlamentare che include cinque partiti, si è registrato come coalizione, così come il Movimento 21 e il Movimento Nazionale per la Stabilità e il Progresso. Un altro comitato nazionale è stato istituito per sostenere Vesselin Mareshki, imprenditore del settore farmaceutico e dei carburanti. Le elezioni per scegliere il Presidente e il Vicepresidente della Repubblica si terranno il 6 novembre, e se nessuno dei candidati dovesse vincere al primo turno, si terrà un ballottaggio la settimana successiva, il 13 novembre. Tomislav Doncev: I lavori di preparazione per le elezioni prevedono attività anti-hacker Il Vicepremier Tomislav Doncev ha dichiarato che una parte considerevole dei lavori di preparazione in vista delle elezioni presidenziali bulgare si concentra sulla risposta a eventuali attacchi di hackeraggio. Doncev ha fatto riferimento in particolare all’attacco di hacker che nel 2015 bloccò i siti di alcune istituzioni bulgare, compreso quello della Commissione elettorale centrale. “Non solo abbiamo istituito un piano di risposta per tutti i tipi di attacco, ma stiamo anche predisponendo un addestramento preventivo contro gli hacker. Non posso assicurare la nostra totale invulnerabilità, ma siamo più preparati che mai”, ha affermato Doncev. FINANZE


Vladislav Goranov: Entro il 2020 i servizi doganali saranno completamente elettronici I servizi di dogana della Bulgaria diventeranno completamente elettronici entro il 2020, e i funzionari doganali faranno parte di un’amministrazione digitale. Questo è quanto previsto dalla strategia E-Customs 2016-2020, proposta dal Ministro delle Finanze Vladislav Goranov. Il documento in questione prevede una road map con le tappe da seguire e le rispettive scadenze. Entro il 2017 inizierà la costruzione di un sistema di gestione del traffico, che sarà applicato per un periodo di prova ad alcuni varchi di frontiera di minore importanza. L’obiettivo della strategia è di garantire che tutti i servizi amministrativi per i cittadini e gli affari possano essere a portata di mano a tutte le ore, da qualsiasi luogo e piattaforma elettronica. Le rimesse dall'estero arrivano a un miliardo di lev in nove mesi Le rimesse dei cittadini bulgari residenti all'estero hanno raggiunto un miliardo di lev dall'inizio del 2016. È quanto riferisce l'emittente televisiva Btv, che cita dati della Banca Centrale (BNB). La maggior parte delle rimesse è arrivata dai bulgari che vivono negli Stati Uniti, seguiti dai loro connazionali residenti in Spagna e Grecia. Secondo gli esperti il totale delle rimesse degli emigrati sarebbe equivalente ai fondi destinati al Paese dall'Unione Europea. ONU Rossen Plevneliev sostiene la candidatura di Irina Bokova Il Direttore dell’UNESCO Irina Bokova è un candidato di alto profilo per la carica di Segretario Generale dell’ONU. Lo ha dichiarato il Presidente Rossen Plevneliev nel suo intervento all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il Capo di Stato della Bulgaria ha definito Bokova “un vero leader, con esperienza internazionale ed eccellenti capacità manageriali” e “un candidato che merita la fiducia e il sostegno dell’Assemblea generale dell’ONU”. Bokova è il candidato ufficiale della Bulgaria per la carica di Segretario generale delle Nazioni Unite. Nei giorni scorsi è emersa la possibilità che le istituzioni di Sofia sostituiscano la sua candidatura con quella di Kristalina Gheorghieva, Vicepresidente della Commissione UE. Il Governo di Sofia ha smentito in seguito tali voci. CETA Andrey Kovacev: Nessun accordo di libero scambio Canada-UE senza la rimozione dell’obbligo di visto L'eurodeputato bulgaro Andrey Kovacev ha dichiarato che Sofia e Bucarest rifiuteranno di firmare il trattato sul libero scambio tra l’Unione Europea e Canada (CETA) se il Paese non acconsentirà a rimuovere l'obbligo del visto per Bulgaria e Romania.


“Stiamo portando avanti negoziati diretti con il Canada, con il sostegno dell'Unione Europea�, ha detto Kovacev in un’intervista alla Radio Nazionale Bulgara (BNR). All'inizio di quest'anno il Canada ha dichiarato che non avrebbe rimosso l'obbligo del visto per Bulgaria e Romania. I due Paesi hanno quindi minacciato di bloccare i negoziati con l'UE.

News ccib 26 09 2016  

News ccib 26 09 2016

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you