Page 1

25.05.2016 FESTA Celebrazioni in onore di Cirillo e Metodio, gli ideatori dell'alfabeto slavo Con affollate manifestazioni di piazza in tutta la Bulgaria si è celebrata ieri la Festa nazionale della scrittura e cultura slava, dedicata ai santi Cirillo e Metodio, i due fratelli che nel secolo IX idearono l’alfabeto cirillico, adottato con il passare degli anni da diversi popoli slavi in Europa. I fratelli Cirillo e Metodio furono canonizzati per la divulgazione in lingua protoslava della Bibbia, nonché per la diffusione del cristianesimo tra i popoli slavi nel Medioevo. Nell’anno 880 papa Giovanni VIII riconobbe come sacra la lingua e la scrittura slava, accanto all’ebraico, al latino e al greco. Il 30 dicembre 1980 papa Giovanni Paolo II dichiarò Cirillo e Metodio compatroni d’Europa. Il sepolcro di Cirillo si trova a Roma, nella basilica di San Clemente, dove ogni anno una delegazione ufficiale bulgara rende omaggio, il 24 maggio, alla sua memoria e poi si reca in udienza dal papa. Oggi la scrittura in cirillico è ufficiale in una decina di paesi tra i quali Bulgaria, Russia, Ucraina, Serbia, Macedonia, Mongolia. Il cirillico è il terzo alfabeto adottato nell’Ue, oltre a quello latino e greco. (ANSA) ITALIA-BULGARIA Gentiloni incontra Mitov alla Farnesina “Crediamo nel potenziale economico della Bulgaria e anche alla luce del trend positivo registrato finora, auspichiamo un ulteriore rafforzamento della nostra cooperazione in particolare nel settore energetico”. Così ha dichiarato il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, al collega di Sofia, Daniel Mitov, ricevuto alla Farnesina. Al centro dei colloqui gli eccellenti rapporti bilaterali, l'Italia è uno dei principali investitori esteri in Bulgaria, dove operano circa 1.000 imprese italiane, con un fatturato annuo di oltre 2 miliardi di Euro, pari al 5% circa del PIL bulgaro. Inoltre, nel 2015, l’Italia è divenuta il secondo partner commerciale di Sofia, con un interscambio che ha superato i 4 miliardi di Euro (+3,8% rispetto al 2014). Ampia anche la consonanza di vedute su tematiche di comune interesse, come la sicurezza energetica, e sulle tematiche migratorie. La Bulgaria ha accolto positivamente in ambito europeo il “Migration Compact”, condividendo l'urgenza di interventi a breve termine e l'importanza della cooperazione della UE con i Paesi di origine e transito. I due Ministri hanno poi approfondito l'accordo con la Turchia e le sue prospettive. L'incontro è stato infine un'occasione per un giro d'orizzonte sui principali temi dell'attualità internazionale, tra cui la situazione in Libia e Siria, la crisi ucraina e il contrasto al terrorismo.


Torna a Roma la Festa del cinema bulgaro Torna alla Casa del Cinema di Roma la Festa del cinema bulgaro. Nove anni di vita, per raccontare al pubblico italiano un cinema dalla straordinaria vitalità e ricchezza. Fra i titoli portanti di questa edizione - fino al 22 maggio – “I perdenti” di Ivailo Hristov, già vincitore del primo premio all'IFF di Mosca, con cui si è alzato il sipario sulla manifestazione. In programma anche un omaggio ad una firma storica della regia bulgara, Ivan Andonov, autore di alcuni dei maggiori evergreen della storia del cinema bulgaro, di cui la scorsa edizione era stato proposto “Ieri”. In programma anche la proiezione del film “Il turno delle Signore”. Non poteva mancare uno spazio dedicato alla televisione e alle serie tv. Fra i titoli la nuova stagione della serie tv di maggior successo degli ultimi anni, "Sotto copertura" (Undercover) e che, alla sua quinta stagione, ha visto fra i protagonisti anche l'italiano Mattia Sbragia, segno di una storica collaborazione di coproduzione fra Italia e Bulgaria. EMERGENZA MIGRANTI Ad aprile presentate 1.103 richieste di asilo politico Sono 1.103 le persone provenienti da 17 Paesi ad aver chiesto l'asilo politico in Bulgaria ad aprile. Lo si apprende dai dati dell'Agenzia nazionale per i rifugiati. La protezione è stata concessa a 74 persone nello stesso periodo, di cui 40 con lo status di protezione umanitaria e 34 di rifugiato. La protezione è stata invece rifiutata a 25 persone. Nel primo trimestre dell'anno hanno chiesto la protezione in Bulgaria 5.305 persone. Hanno ottenuto lo status di rifugiato 198 persone, mentre la protezione umanitaria è stata approvata a 142 persone nello stesso periodo. Sono invece state respinte 137 domande. Tra gennaio e aprile il numero di richiedenti iracheni (2.159) e afghani (2.156) ha superato le domande ricevute da cittadini siriani (606). Nei primi quattro mesi dell'anno, 3.411 dei richiedenti hanno terminato la procedura lasciando il Paese. Altri 146 km di filo spinato tra Bulgaria e Turchia Nei prossimi due mesi la Bulgaria poserà altri 146 chilometri di filo spinato lungo il confine con la Turchia con lo scopo di prevenire l'ingresso illegale di migranti. Lo ha annunciato il Ministro dell’Interno, Rumyana Bachvarova. “I cittadini bulgari devono sentirsi al sicuro, la barriera praticamente non lascia opportunità per gli attraversamenti non autorizzati, nemmeno nelle zone più difficilmente accessibili”, ha detto Bachvarova dopo aver effettuato un'ispezione al confine dove sono in corso i lavori.

News ccib 25 05 2016  

News ccib 25 05 2016