Page 1

25-04-2017 CONSULTAZIONI Il Presidente Rumen Radev esorta i partiti alla coesione sui temi più importanti Il Capo dello Stato Rumen Radev ha invitato i partiti politici ad avere un atteggiamento responsabile e costruttivo presso l'Assemblea Nazionale e a restare uniti su temi importanti per il Paese. Il Presidente ha avviato le consultazioni per consegnare il mandato per formare un Governo. “I partiti politici rappresentati in Parlamento devono tralasciare la retorica elettorale e concentrarsi sulla soluzione dei problemi importanti della società bulgara, connessi al raggiungimento della crescita economica e all'incremento dei redditi, al superamento della crisi demografica, garantendo maggiore sicurezza ai cittadini”, ha affermato il Presidente Radev, che ieri ha tenuto consultazioni con i rappresentanti dei gruppi parlamentari di Volya (Volontà), Movimento per i Diritti e le Libertà (Dps) e Patrioti Uniti. Oggi il Capo dello Stato continuerà le consultazioni con i rappresentanti del gruppo parlamentare del Partito socialista bulgaro (BSP) e del Gerb. ENERGIA Sofia chiede ulteriori informazioni da Bruxelles sulle proposte della Gazprom russa Il Ministro dell'Energia ad interim Nikolay Pavlov ha dichiarato che le società energetiche statali Bulgargaz, Bulgartransgaz e Bulgaria Energy Holding hanno già elaborato una posizione sugli impegni proposti da Gazprom alla Commissione Europea. A metà marzo la Commissione ha invitato tutte le parti interessate a presentare entro il 4 maggio le loro posizioni sugli impegni antitrust assunti da Gazprom. Le tre società bulgare hanno preparato delle domande che saranno inviate alla CE perché le informazioni disponibili sarebbero insufficienti. Nel caso in cui tali informazioni non saranno fornite in tempo, Sofia chiederà l'estensione del termine per la presentazione della sua posizione finale. BULGARIA-UE Dimitar Glavcev ha preso parte alla Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti nazionali dell'UE “In qualità di titolare della Presidenza di rotazione del Consiglio dell'Unione Europea nel 2018, la Bulgaria agirà cooperando per una visione unificata sul futuro dell'Unione”, ha dichiarato il Presidente dell'Assemblea Nazionale, Dimitar Glavcev, nel corso della Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti Nazionali Europei che si è svolta a Bratislava, in Slovacchia. A suo dire, un ruolo più forte delle legislature nella determinazione e nell'esecuzione dell'agenda europea potrebbe essere la risposta giusta alle preoccupazioni e alla diffidenza dei cittadini europei. “La Bulgaria sta lavorando per una base stabile della futura Unione Europea che poggia sui principi della libertà, della democrazia e del


rispetto dei diritti umani, nonché sul principio della legge e dei diritti sociali fondamentali”, ha aggiunto Glavcev. ECONOMIA Il debito pubblico in Bulgaria è tra i più bassi nell’UE Calano il deficit e il debito pubblico dell'eurozona e dei Ventotto Stati membri, nel 2016 rispetto all'anno precedente. Lo comunica l'Eurostat, l'Ufficio statistico dell'Unione europea. Nell'eurozona il tasso del debito rispetto al Prodotto Interno Lordo (PIL) è calato dal 90,3 per cento del 2015 all'89,2 per cento del 2016, mentre nei Ventotto la flessione è dall'84,9 all'83,5 per cento. A calare anche il deficit pubblico, che nell'eurozona scende dal 2,1 per cento all'1,5 per cento nel 2016. Nei Ventotto la flessione è dal 2,4 per cento del 2015 all'1,5 per cento del 2016. Il debito pubblico più basso è stato registrato in Estonia (9,5 per cento), Lussemburgo (20 per cento), Bulgaria (29,5 per cento), Repubblica Ceca (37,2 per cento), Romania (37,6 per cento), Danimarca (37,8 per cento). Sei stati membri hanno avuto un debito pubblico rispetto al PIL più alto del 60 per cento: Grecia (179 per cento), Italia (132,6 per cento), Portogallo (130,4 per cento), Cipro (107,8 per cento) e Belgio (105,9 per cento).

News ccib 25 04 2017  

News ccib 25 04 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you