Page 1

24-01-2017 PRESIDENZA Rumen Radev firma i primi decreti Il nuovo Presidente, Rumen Radev, ha firmato i suoi primi decreti in qualità di Capo dello Stato. Radev ha decretato la formazione di un consiglio che possa coadiuvare il Presidente e il Vicepresidente nel loro operato, coordinato da un Capo Segretario. Altre figure di rilievo saranno il Segretario per la Politica Estera, per la Presidenza della Bulgaria al Consiglio UE nel 2018, per la Sicurezza e la Difesa, per gli Affari Legali e l’Anticorruzione, per la Cultura, per lo Sviluppo Regionale, per l’Economia e gli Investimenti, per le Politiche Sociali e la Sanità, per l’Istruzione, per gli Affari Interni e la Società Civile e infine per le Pubbliche Relazioni. In aggiunta a queste cariche, Radev ha istituito cinque commissioni presso l’amministrazione presidenziale, per formulare linee guida e partecipare nel processo decisionale. Margarita Popova è stata nominata ai vertici dell’Associazione degli industriali Margarita Popova, ex Vicepresidente, è stata nominata a Segretario generale dell’Associazione degli Industriali Bulgari (BIA). Popova, Vice Capo dello Stato dal gennaio 2012 al gennaio 2017, si occuperà del settore legale della BIA, inclusa la corte d’arbitrato dell’organizzazione. Nei giorni precedenti alla fine del mandato di Popova come Vicepresidente della Bulgaria, il suo nome era stato collegato ad una poltrona ministeriale nel Governo ad interim che il nuovo Capo dello Stato, Rumen Radev, si è incaricato di formare. Popova secondo le indiscrezioni avrebbe dovuto assumere la carica di Vicepremier e Ministro della Giustizia. BULGARIA-UE Boyko Borissov smentisce le indiscrezioni sulla sospensione dei Fondi UE La Commissione Europea ha spiegato chiaramente che i fondi UE non saranno sospesi. Lo ha dichiarato il Premier dimissionario Boyko Borissov. Egli ha ribadito la posizione della Commissione UE, in risposta alle affermazioni degli esponenti del Partito Socialista Bulgaro (BSP), che avrebbero prospettato una sospensione dei Fondi Europei nei confronti di Sofia per colpa del suo Governo. Borissov ha ricordato come nel 2016 il Governo abbia dovuto spendere 2,5 miliardi di lev per pagare i debiti accumulati dalle precedenti amministrazioni socialiste, che potevano essere impiegati invece per le infrastrutture e i trasporti. “Devo ricordare che la Bulgaria ha ottenuto grazie all’affidabilità del nostro Governo 320 milioni di lev dal Consiglio UE a Bratislava, e che ho personalmente ottenuto uno sconto di 90 milioni di lev dalla Russia grazie ad un accordo con il presidente Putin”, ha commentato Borissov. ELEZIONI PARLAMENTARI


Tsvetan Tsvetanov: il GERB dovrà raccogliere almeno un milione di voti Il partito GERB dovrebbe ottenere almeno un milione di voti nelle elezioni parlamentari anticipate di questa primavera. Lo ha detto Tsvetan Tsvetanov, Vicepresidente del partito di centrodestra, parlando alla direzione della formazione politica a Sofia. Tsvetanov ha detto che il GERB deve cambiare il suo approccio durante la prossima campagna elettorale con un’attenzione particolare alle specifiche esigenze di ogni singola regione. Secondo il Vicepresidente del partito guidato dal premier dimissionario Boyko Borissov, la candidatura di Tsetska Tsaceva alle ultime elezioni presidenziali è stata “una scelta sbagliata”. A parere del numero due del GERB inoltre il suo partito non ha adeguatamente spiegato la scelta di sostituire Kristalina Gheorghieva al posto di Irina Bokova quale persona individuata per andare a ricoprire il ruolo di Segretario Generale ONU, causando un altro fallimento per il GERB. In Bulgaria dovrebbero svolgersi elezioni parlamentari anticipate nella primavera del 2017, dopo che il leader del GERB Borissov si è dimesso dall'incarico di Primo Ministro in seguito alla sconfitta del candidato da lui sostenuto alle elezioni per la nomina del nuovo Capo dello Stato. PARLAMENTO Tsetska Tsaceva convoca oggi una seduta straordinaria dei deputati Il Presidente del Parlamento, Tsetska Tsaceva, ha convocato per oggi una seduta plenaria straordinaria. Nell’agenda della seduta è previsto un dibattito per la seconda lettura di diversi disegni di legge, riguardanti temi civili e contrattuali. La seduta è stata richiesta da cinquanta deputati, rappresentanti del Blocco Riformista, del Fronte Patriottico, del Partito Socialista Bulgaro (BSP), dell’Alternativa per la Rinascita Bulgara (ABV), del Centro Democratico Bulgaro e di Ataka. TURISMO Parte la promozione di Plovdiv a Capitale Europea della Cultura Il Ministero del Turismo e la Fondazione Plovdiv 2019 hanno siglato un accordo relativo ad attività congiunte e cooperazione in sostegno alla città di Plovdiv, che nel 2019 sarà Capitale Europea della Cultura. La Fondazione si occuperà di organizzare e gestire il progetto, mentre il Ministero prenderà in gestione la campagna pubblicitaria, rilevando la storia millenaria di Plovdiv e le opportunità turistiche offerte dalla città. Il Governo promuoverà il logo di Plovdiv Capitale Europea della Cultura nel corso delle varie esposizioni internazionali a cui presenzierà il Ministero del Turismo.

News ccib 24 01 2017  

News ccib 24 01 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you