Page 1

23.06.2015 CRISI UCRAINA Tank Usa in Bulgaria per un’esercitazione della NATO I primi due carri armati americani M1A2 Abrams sono arrivati all’aeroporto di Burgas sul Mar nero a bordo di aerei da trasporto militari. Lo ha reso noto l'agenzia bulgara Dnes citando la pagina Facebook dell'Ambasciata USA a Sofia. I mezzi pesanti sono inviati dalla base statunitense di Ramstein in Germania, e parteciperanno la settimana prossima all’esercitazione militare Power Shock che si svolgerà nel poligono della base militare bulgara di Novo Selo, nei pressi di Sliven. Secondo fonti militari statunitensi citate dalle agenzie bulgare, l'esercitazione Power Shock ha lo scopo di testare “la capacità di dispiegare rapidamente le forze”. L'esercitazione fa parte delle manovre della NATO in Europa orientale nell'ambito del sostegno dell'Alleanza ai Paesi della regione in caso di un'eventuale aggressione da parte di Mosca. ENERGIA Mosca è disponibile a riprendere i negoziati sull’oleodotto BurgasAlessandropoli La Russia è disponibile a far ripartire i negoziati per la costruzione dell’oleodotto Burgas-Alessandropoli. Lo ha detto il Ministro dell’Energia russo, Aleksander Novak, durante il Forum economico di San Pietroburgo. Alcune settimane fa Nikolay Tokarev, Presidente della compagnia russa Transneft, aveva detto che la statunitense Chevron sarebbe interessata a prendere parte al progetto per l’oleodotto Burgas-Alessandropoli e cercherà di convincere il Governo di Sofia alla riattivazione del progetto. Il progetto prevede la costruzione di un oleodotto tra il porto bulgaro sul Mar Nero Burgas e quello greco sul mar Egeo Alessandropoli, per trasportare il petrolio proveniente dalla Russia. Secondo Tokarev, l’interesse della compagnia Chevron nel progetto è relazionato ai piani per l’espansione del Consorzio Gasdotti del Caspio, nel quale il gigante statunitense dell’energia ha già una partecipazione pari al 15 per cento. Nel 2007, Russia, Bulgaria e Grecia avevano firmato un accordo per la costruzione dell’oleodotto BurgasAlessandropoli. Il progetto è stato poi sospeso dal Governo di Sofia nel 2011, con motivazioni legate ai rischi per la sicurezza ambientale. DIMISSIONI In settimana le dimissioni del Governatore della Banca centrale Il Governatore della Banca centrale bulgara (Bnb) Ivan Iskrov ha manifestato la volontà di voler rassegnare le proprie dimissioni in settimana, secondo quanto sostenuto dal Ministro delle Finanze, Vladislav Goranov. Il mandato di Iskrov scade ad ottobre, ma le critiche relative allo scandalo che Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


ha coinvolto lo scorso anno Corporate commercial bank (CorpBank), potrebbero spingerlo a dimettersi anticipatamente. Ex quarto Istituto di credito bulgaro, CorpBank è stato prima posto sotto amministrazione controllata e si trova ora in stato di liquidazione. Questo dopo che è stato riscontrato un grave ammanco di liquidità all’interno della Banca stessa. Iskrov è stato più volte invitato da diversi politici a dimettersi, ma si è sempre rifiutato. PARATA Il 27 giugno prossimo sarà organizzato il gay pride a Sofia Il 27 giugno prossimo si terrà a Sofia il gay pride. Quest’anno l’attenzione della manifestazione sarà incentrata sulla questione delle discriminazioni nel campo dell’educazione. La parata fa seguito a quella dello scorso anno che, con la condanna da parte della Chiesa ortodossa e del partito della destra nazionalista Ataka, scatenò delle polemiche.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 23 06 2015