Page 1

22.07.2016 EMERGENZA MIGRANTI Clandestini bloccati al confine con la Serbia, arrestati tre trafficanti La polizia bulgara ha fermato presso il valico di Kalotina, alla frontiera con la Serbia, 26 migranti clandestini, dei quali 21 afghani e 5 siriani. I migranti erano a bordo di tre autoveicoli guidati da cittadini bulgari che sono stati arrestati. Inoltre, nei pressi dell'altro valico di Dragoman, sempre sulla frontiera con la Serbia, sono stati fermati altri 19 afghani e 11 migranti del Pakistan che pure cercavano di passare illegalmente in territorio serbo. La polizia bulgara ha sventato anche 7 tentativi di 114 clandestini di entrare illegalmente in territorio bulgaro provenienti dalla Turchia. Il Premier Borissov si congratula con le Forze Armate per l’aiuto ai controlli frontalieri Il Premier Boyko Borissov si è congratulato con l'esercito bulgaro per il successo nelle operazioni di assistenza per la protezione dei confini del Paese dalla pressione migratoria. “Ringrazio per l'aiuto fornito tutti i membri delle Forze Armate che hanno preso parte alle azioni congiunte con le unità del Ministero dell’Interno”, ha dichiarato Borissov durante una conferenza tenutasi a Sofia sui risultati del recente vertice NATO di Varsavia. Nel corso della conferenza, Borissov e i vertici dell'apparato militare della Bulgaria hanno discusso anche le misure prese dal Governo e dalle Agenzie di Sicurezza del Paese in seguito al tentato colpo di stato in Turchia. Il Premier ha spiegato come la situazione alla frontiera con lo stato vicino sia ora sotto controllo. Sofia ha schierato 230 truppe ulteriori per rinforzare i controlli ai confini con la Turchia nella giornata di sabato scorso, per poter mitigare un possibile aumento della pressione migratoria frontaliera. TURCHIA Il Presidente Plevneliev è preoccupato per la situazione in Turchia Il Presidente Rossen Plevneliev sta seguendo con grande attenzione gli sviluppi della situazione in Turchia, riaffermando il proprio supporto per le istituzioni elette democraticamente. Lo si legge in un comunicato della Presidenza di Sofia, pubblicato dopo la dichiarazione dello stato di emergenza in Turchia da parte di Recep Tayyip Erdogan. Plevneliev si è detto certo che la violenza non possa trovare risposta in altra violenza e le autorità turche dovrebbero prendere iniziative immediate per restaurare la legalità e lo stato di diritto nel Paese, e non devono permettere che la Turchia venga invischiata in una spirale di repressione senza fine. Plevneliev ha espresso grande preoccupazione per gli arresti di massa e i licenziamenti di accademici, insegnanti, magistrati e giornalisti turchi, così come per le intenzioni di restringere ulteriormente i diritti civili e la libertà dei cittadini sulla base solo di sospetti. ELEZIONI PRESIDENZIALI


Ivaylo Kalfin: Non sosterremo un candidato del Partito Socialista se si rivelerà di parte Il Partito Alternativa per la Rinascita Bulgara (ABV) non sosterrà un eventuale candidato di parte proposto dal Partito Socialista Bulgaro (BSP) per le elezioni presidenziali in autunno. Lo ha dichiarato il Vice Presidente dell’ABV, Ivaylo Kalfin, all’emittente televisiva Nova Tv. Kalfin ha dichiarato che i suoi colleghi all’interno dell’ABV stanno considerando “candidati di più ampie vedute”. “Se il BSP dovesse davvero proporre un candidato di parte, questo dimostrerà che in realtà non è cambiato nulla all’interno del Partito Socialista, nonostante che le dichiarazioni in merito dicano il contrario”, ha spiegato Kalfin, che come altre figure chiave dell’ABV faceva parte del BSP. Kalfin ha poi ribadito che né lui né il Presidente dell’ABV ed ex Capo di Stato Gheorghi Parvanov sono da considerare come candidati alla presidenza. VISITA Il Ministro degli Esteri Daniel Mitov è in visita negli Stati Uniti Il Ministro degli Esteri Daniel Mitov è in una visita di nove giorni negli Stati Uniti, che si concentrerà principalmente sulla cooperazione fra Sofia e Washington nell'ambito della sicurezza energetica e della difesa. Lo riferisce un comunicato pubblicato dal dicastero degli Esteri bulgaro. Mitov incontrerà il Vice Segretario di Stato USA, Antony Blinken, per discutere dei progressi nelle attività dei gruppi di lavoro istituiti l'anno scorso per migliorare il dialogo in aree strategiche di cooperazione fra Bulgaria e Stati Uniti. Il Ministro degli Esteri terrà inoltre riunioni con il Segretario all'Energia statunitense, Ernest Moniz, e con Amos Hochstein, coordinatore speciale USA per gli Affari Energetici Internazionali. Secondo quanto riferisce il comunicato stampa, tali incontri saranno focalizzati sulla cooperazione fra Stati Uniti e Bulgaria nell'ambito della sicurezza energetica e della diversificazione dei rifornimenti energetici. Durante la sua permanenza negli Usa, Mitov incontrerà inoltre il rappresentante per il Commercio statunitense Michael Froman. Nel calendario della visita è prevista infine la partecipazione di Mitov ad una conferenza organizzata dal Consiglio atlantico sui risultati del recente vertice NATO di Varsavia. PARLAMENTO Respinta la proposta per il servizio militare obbligatorio La Commissione Parlamentare per la Difesa ha respinto la proposta di istituire nuovamente nel Paese il servizio militare obbligatorio. La proposta era stata presentata dal gruppo parlamentare nazionalista Fronte Patriottico (PF) all’inizio del mese di luglio. Durante la discussione in Commissione, il Ministro della Difesa, Nikolay Nencev, ha rilevato come il servizio militare obbligatorio sarebbe in contrasto con gli ultimi emendamenti della Costituzione.

News ccib 22 07 2016  

News ccib 22 07 2016