Page 1

22.05.2015 SICUREZZA Rumiana Bachvarova: garantire la sicurezza delle frontiere è di primaria importanza “Garantire il controllo e la sicurezza delle frontiere è di primaria importanza”, ha dichiarato il Ministro dell’Interno, Rumiana Bachvarova, all’apertura della conferenza ‘Rafforzare i rapporti tra Europa, il Vicino Oriente e l’Africa del Nord per la lotta contro il terrorismo, la radicalizzazione e i combattenti stranieri’. “Il Ministero dell’Interno si adopera con il massimo delle sue capacità in questo senso, mobilitando tutte le sue risorse umane, amministrative e logistiche”, ha aggiunto Bachvarova ed ha precisato che il suo dicastero lavora congiuntamente con l’esercito contando molto sul suo supporto tecnico. Rumina Bachvarova ha anche annunciato che lunedì prossimo si incontrerà con i Ministri dell’Interno della Turchia e della Grecia per firmare un accorto che sarà estremamente utile per rafforzare la sicurezza delle frontiere comuni dei tre Paesi. IMMIGRAZIONE Centocinquanta clandestini arrestati nel centro di Sofia Centocinquanta immigranti clandestini sono stati arrestati nella zona del ‘Ponte dei leoni’ a Sofia, nel corso di un’operazione su vasta scala della polizia e del reparto ‘Migrazione’ dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale (DANS). È stata avviata un’inchiesta sulla filiera attraverso la quale i clandestini raggiungono Sofia dal confine con la Turchia. Il Ministero dell’Interno ammette che dei trafficanti trasportano i clandestini dietro compenso prevalentemente di notte e li lasciano sull’autostrada all’ingresso della capitale. RETRIBUZIONI Il tribunale boccia il decreto governativo sull’aumento del salario minimo Il Tribunale supremo amministrativo ha bocciato un decreto del Governo dell’anno scorso che fissava il salario minimo in Bulgaria a 360 - 380 lev. In base a questo decreto, dal primo gennaio scorso lo stipendio minimo è salito a 360 lev, mentre dal primo luglio doveva salire ancora una volta fino a 380 lev. Tre delle principali associazioni dei datori di lavoro, però, hanno presentato ricorso contro il decreto in quanto il Governo non ha tenuto le consultazioni obbligatorie. Prima di prendere simili decisioni, infatti, l’esecutivo è obbligato a discutere di questi temi durante le riunioni del Consiglio nazionale per la cooperazione trilaterale, organismo che riunisce Governo, rappresentanti delle imprese e le organizzazioni sindacali. Per

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


questo motivo il tribunale si è espresso a favore degli imprenditori. La sentenza del tribunale può essere impugnata entro due settimane. EUROSTAT Otto delle dieci Regioni più povere dell’UE sono in Romania e Bulgaria Otto delle dieci Regioni con il prodotto interno lordo pro capite più basso dell’Unione Europea si trovano in Romania e in Bulgaria. È quanto emerge da una relazione dall’Eurostat, l’Ufficio statistico comunitario. I livelli più bassi sono stati registrati nella regione francese di Mayotte, dove il Pil pro capite raggiunge solamente il 27 per cento della media dell’UE. Seguono le regioni bulgare dello Severozapaden, dello Severen Tsentralen e dello Yuzhen Tsentralen con rispettivamente il 30, 31 e 32 per cento della media UE. La Regione romena del Nord-Est si ferma al 34 per cento e quelle bulgare del Severoiztochen e del Yugoiztochen al 35 e al 37 per cento. Chiudono la classifica delle Regioni più povere il Sud-Vest Oltenia e il SudMuntenia in Romania con entrambe il 41 per cento. Le aree più ricche d’Europa, al contrario, sono la Inner London nel Regno Unito (325 per cento), il Granducato di Lussemburgo (258 per cento), la Regione di Bruxelles in Belgio (207 per cento) e Amburgo in Germania (195 per cento).

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 22 05 2015  
News ccib 22 05 2015