Page 1

22-03-2018 BULGARIA-MACEDONIA Continua il miglioramento dei rapporti tra Sofia e Skopje Dopo un'interruzione di undici anni, si sono incontrati ieri a Sofia per la prima volta i gruppi parlamentari di amicizia fra Bulgaria e Macedonia, un incontro definito “storico” da ambo le parti. “Dopo la firma del trattato di amicizia e buon vicinato tra Sofia e Skopje, i rapporti tra i nostri due paesi sono entrati in una nuova fase”, ha dichiarato Boris Vanghelov, presidente del gruppo di amicizia Bulgaria-Macedonia del parlamento bulgaro. “Dobbiamo finalmente realizzare le infrastrutture comuni, costruire il corridoio paneuropeo 8, aprire nuovi valichi di frontiera, e tutto questo per poter incentivare il commercio nell'area tra il Mar Nero e il Mare Adriatico”, ha aggiunto Vanghelov. Da parte sua Frosina Tashevska, vicepresidente del parlamento di Skopje, ha detto che la presidenza di turno bulgara del Consiglio Ue nel primo semestre del 2018 “è un fatto rilevante per la Macedonia”. “Il nostro scopo strategico è l'ingresso nell'Ue e nella Nato”, ha aggiunto. Il trattato di amicizia, buon vicinato e cooperazione tra la Bulgaria e la Macedonia è entrato in vigore il 14 febbraio scorso. Il documento stabilisce i principi base su cui sviluppare le relazioni bilaterali: il rispetto reciproco, la fiducia, la comprensione e il buon vicinato. Crea inoltre le basi per celebrazioni congiunte di eventi storici comuni e per porre fine alla propaganda antibulgara in Macedonia. CRIMINALITÀ Sgominata una banda di falsari di banconote e documenti, sette arresti Nel corso di un'operazione del servizio bulgaro per la lotta alla criminalità organizzata (Gdbop) è stato sgominato un gruppo criminale che si occupava di produzione e spaccio di banconote e documenti d'identità falsi. Sono state arrestate sette persone. Lo hanno reso noto ieri in una conferenza stampa a Sofia il capo della procura speciale, Ivan Gheshev, e il vicedirettore del Gdbop, Stoyan Temelakiev, secondo il quale “questi gruppi criminali sono tra i più bravi in Europa in quanto dispongono di alta tecnologia e macchinari sofisticati”. L'operazione si è svolta nella capitale Sofia e in altre tre grandi città Plovdiv, Russe e Sliven, dove sono state perquisite oltre quaranta abitazioni e sequestrate banconote da 20, 100 e 500 euro per un ammontare complessivo di 500 mila euro. Sequestrati anche passaporti falsi turchi, danesi e spagnoli. L'operazione è stata coordinata da Interpol in collaborazione con i servizi speciali degli Usa, Spagna e Albania. L'operazione è scattata su segnalazioni delle autorità albanesi che hanno arrestato quaranta persone. I documenti falsi erano prodotti a Plovdiv e poi acquistati a Sofia da un gruppo criminale albanese che li utilizzava per traffico illecito di persone verso Usa, Canada e Gran Bretagna.


BULGARIA-TURCHIA-UE Mevlut Cavusoglu: Nessuna aspettativa dal prossimo incontro di Varna Ankara “non ha alcuna aspettativa per l’espansione dell’Unione Europea” anche alla Turchia o per un cambiamento dell’atteggiamento nei confronti di Ankara. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, parlando in una conferenza stampa ad Ankara. Rispondendo ad una domanda sul prossimo vertice Ue-Turchia in Bulgaria a Varna, il primo diplomatico turco ha rilevato: “Non abbiamo alcuna aspettativa per l'espansione dell'Ue o per l'atteggiamento che hanno nei confronti della Turchia. L'Ue dovrebbe riconsiderare tutte le sue politiche, a prescindere dalle sue relazioni con la Turchia, al momento c'è un’Unione europea che non sa cosa vuole o cosa sta facendo”. L'incontro Ue-Turchia si terrà il 26 marzo presso la residenza Evksinograd a Varna, in Bulgaria. Al vertice parteciperanno il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, il presidente della Commissione europea, JeanClaude Juncker, il premier bulgaro, Boyko Borissov, e il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. BULGARIA-UE Boyko Borissov: l’Ue dovrebbe consolidare i fondi sociali e di coesione L'Unione europea dovrebbe consolidare la sua strategia per i fondi sociali e di coesione. Lo ha detto Boyko Borissov, nella carica di premier della Bulgaria che detiene la presidenza di turno del Consiglio Ue, parlando a un incontro a Bruxelles dedicato alla crescita e all’occupazione. Il forum ha riunito i capi delle istituzioni europee e dei partner nel settore sociale, per discutere gli standard europei nel mercato del lavoro. Borissov ha affermato che la Bulgaria continuerà a lavorare attivamente per portare avanti la dimensione sociale in Ue, che è una priorità della presidenza prima dell'Estonia, ora di Bulgaria e poi di Austria. Borissov ha anche sollevato diverse questioni nel corso del suo intervento, tra le quali la disoccupazione tra i giovani, lo sviluppo delle risorse umane, il divario nei salari tra uomini e donne. Borissov ha rimarcato che il semestre europeo bulgaro sta facendo progressi rispetto al numero di dossier legislativi aperti e sulla direttiva sui lavoratori distaccati, rilevando la necessità che il prossimo budget europeo, nonostante la Brexit, si conformi agli alti obiettivi dei paesi europei in campo economico e sociale, che a loro volta richiedono più “forti fondi sociali e di coesione”.

News ccib 22 03 2018  

News ccib 22 03 2018

News ccib 22 03 2018  

News ccib 22 03 2018

Advertisement