Page 1

21-03-2017 ELEZIONI PARLAMENTARI Gallup International: sostanziale parità tra GERB e socialisti Il vincitore delle elezioni bulgare del 26 marzo sarà deciso dagli ultimi giorni di campagna elettorale. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio dell’agenzia Gallup International in merito alle elezioni parlamentari in Bulgaria. La rilevazione statistica indica una sostanziale parità fra il Partito Socialista Bulgaro (BSP) e GERB. Il BSP riceverebbe, infatti, il 30,3 per cento delle preferenze, mentre il Gerb il 29,9 per cento. A seguire il fronte nazionalista Patrioti Uniti, con l’11,5 per cento, il Movimento per i Diritti e le Libertà (DPS, partito della minoranza turca in Bulgaria) con l’8,1 per cento, il partito Volia (Volontà) dell’imprenditore Veselin Mareshki, con il 6,5 per cento. Il partito Volia di Mareshki, il “Trump bulgaro”, entra a sorpresa in Parlamento Domenica in Bulgaria si voterà per elezioni anticipate alle quali partecipano varie formazioni politiche, solo cinque delle quali, stando ai sondaggi, supererebbero lo sbarramento del 4% ed entrerebbero dunque nel Parlamento di Sofia. Fra queste c'è anche la lista di un ricco imprenditore, già ribattezzato “Trump bulgaro”, proprietario di una catena di farmacie e di pompe di benzina diffusi in tutto il Paese che praticano prezzi concorrenziali. Il sondaggio del Centro per analisi e marketing pubblicato a Sofia indica che ai primi due posti ci sono il partito conservatore GERB e i socialisti. Seguono il partito della minoranza turca DPS e la coalizione nazionalista. La sorpresa sarebbe il nuovo partito Volia (Volontà) dell'imprenditore Vesselin Mareshki, che, secondo le previsioni, dovrebbe piazzarsi al quinto posto delle preferenze. Mareshki, imprenditore della città di Varna, sul Mar Nero, è proprietario di una catena di farmacie nelle quali i prezzi dei medicinali sono del 5-10% più bassi rispetto alle altre farmacie. Ultimamente ha aperto alcune stazioni di rifornimento nelle quali il carburante si vende a prezzi più bassi del 15% e oltre. Al primo turno delle presidenziali nel novembre scorso aveva ottenuto a sorpresa l'11,17% dei voti, piazzandosi al quarto posto fra i candidati. Ora lo stesso Mareshki dichiara che Volia sarà la grande sorpresa al prossimo voto. L'imprenditore promette di raccogliere un miliardo di euro dalla lotta al cartello dei carburanti in Bulgaria, da investire nelle PMI, e un altro miliardo di euro dal contrasto al contrabbando. Il Presidente Radev convoca una riunione straordinaria con i servizi speciali Il Presidente Rumen Radev ha convocato una riunione straordinaria con il Procuratore capo Sotir Tsatsarov, il Direttore dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale Dimitar Gheorghiev e il Direttore dell’Agenzia di Intelligence Nazionale Dragomir Dimitrov. La riunione è stata convocata per affrontare temi legati all’organizzazione delle elezioni parlamentari in Bulgaria,


previste per il 26 marzo, e per la prevenzione di tentativi di influenza esterna sull’esito delle votazioni. Dopo l’incontro non ci sono state dichiarazioni per la stampa. “L'interferenza della Turchia nelle nostre elezioni è un dato di fatto, e questo è inammissibile”, aveva detto Radev nei giorni scorsi, ribadendo comunque l'intenzione di mantenere rapporti di buon vicinato con Ankara. “Le organizzazioni bulgare e servizi competenti stanno lavorando attivamente per impedire qualsiasi tentativo di interferenza nei processi elettorali del nostro Paese e nei nostri affari interni”, aveva aggiunto il Presidente. GIUSTIZIA Maria Pavlova: il Governo proseguirà il processo di riforma nel settore giudiziario Il Governo di transizione ha intenzione di proseguire il processo di riforma nel settore giudiziario del Paese, non solo in ottemperanza al Meccanismo di Cooperazione e Verifica (MCV), ma anche perché è nell’interesse per la società civile nel complesso. Lo ha dichiarato il Ministro della Giustizia ad interim Maria Pavlova durante l’incontro con il Vicesegretario generale della Commissione Europea Paraskevi Michou. Pavlova si è recata in visita a Bruxelles, dove ha presentato i progressi compiuti dalla Bulgaria nel rispettare gli indicatori stabiliti dal MCV, affermando la continuità nell’azione del Governo ad interim rispetto a quella del precedente esecutivo. EMERGENZA MIGRANTI Iliana Yotova: l’Europa ha bisogno di una nuova politica sull’immigrazione e l’asilo L’Europa ha bisogno di una politica interamente nuova nella sfera dell’immigrazione e dell’asilo. Lo ha dichiarato il Vicepresidente della Bulgaria Iliana Yotova. A suo dire la politica delle quote di distribuzione per i migranti in arrivo in Europa non sta funzionando, e le istituzioni di Bruxelles dovrebbero riconsiderare gli accordi con la Turchia sul tema migratorio. “Questo accordo ha un effetto diretto sulla Bulgaria, andando a bloccare gli accordi bilaterali fatti nel settembre scorso con la Grecia e la Turchia sulla riammissione dei migranti”, ha aggiunto Yotova.

News ccib 21 03 2017  

News ccib 21 03 2017