Page 1

20.06.2016 DIFESA Daniel Mitov: Sofia non si impegna a partecipare in formati regionali militari nel Mar Nero Il Ministro degli Esteri Daniel Mitov ha smentito le indiscrezioni di un’eventuale adesione di Sofia a una forza navale regionale con Romania e Turchia per contrastare la Russia nel Mar Nero. “La Bulgaria ha sempre difeso l'idea di addestramenti militari avanzati nel Mar Nero, ma solo sotto la bandiera della Nato”, ha aggiunto Mitov, che ha ribadito come la Bulgaria non abbia assunto alcun impegno a partecipare in qualsiasi formato regionale legato alla presenza navale della Nato nel Mar Nero. INVESTIMENTI Gli Investimenti Diretti Esteri sono in calo del 45,1 per cento Gli Investimenti Diretti Esteri (IDE) in Bulgaria hanno registrato una diminuzione del 45,1 per cento a livello annuo nei primi quattro mesi del 2016, scendendo a 429,1 milioni di euro. Lo riferisce la Banca centrale bulgara attraverso un comunicato, secondo cui il volume degli IDE in Bulgaria nel periodo gennaio-aprile è stato pari allo 0,9 per cento del Prodotto interno lordo. Il grande afflusso netto di investimenti diretti in Bulgaria nel periodo gennaio-aprile 2016 è arrivato dai Paesi Bassi, con 269 milioni di euro. ENERGIA Lo sviluppo delle capacità nucleari è legato alla situazione delle finanze pubbliche La Bulgaria è pronta a sviluppare nuove capacità nel settore nucleare solo a determinate condizioni. Lo ha dichiarato il Ministro dell’Energia, Temenuzhka Petkova. A suo dire, “lo Stato non può agire come investitore nel settore energetico, avendo l’obiettivo primario di salvaguardare l’equilibrio delle finanze pubbliche”. Temenuzhka Petkova ha aggiunto che “la futura espansione delle capacità nucleari della Bulgaria non dovrebbe arrivare ai danni di altri progetti già delineati, come l’allungamento della vita operativa delle unità 5 e 6 della centrale nucleare di Kozloduy”. Fra i piani energetici di Sofia c’è la costruzione di una nuova unità, la numero 7, nell’impianto di Kozloduy. DIFESA L’impresa VMZ prevede accordi per 100 milioni di lev Il produttore di armi VMZ ha dichiarato che si aspetta di firmare offerte per un valore complessivo di 100 milioni di lev dopo la sua partecipazione alla mostra internazionale su difesa e sicurezza Eurosаtory 2016. “Ci aspettiamo di concludere nuovi contratti per un valore di complessivo di 100 milioni di lev, dopo i colloqui che abbiamo avuto con le principali


aziende del mondo�, ha detto l’Amministratore delegato di VMZ Sopot, Ivan Getzov. La Fiera Eurosаtory 2016 si è tenuta a Parigi con 572 espositori provenienti da 56 Paesi partecipanti. Il Parlamento ha approvato a inizio mese, in prima lettura, l'inserimento degli impianti militari VMZ Sopot, Kintex Ead, e Niti Ead nella lista delle aziende che non possono essere privatizzate. I parlamentari avevano adottato due disegni di legge per modificare la norma sul controllo delle privatizzazioni e post-privatizzazioni. Entrambi gli emendamenti sono stati accolti a larga maggioranza.

News ccib 20 06 2016  

News ccib 20 06 2016