Page 1

20-03-2018 EUROPOL Cinquemila cittadini Ue tra i militanti dell’Isis “Sono circa cinquemila i cittadini dell'Ue che hanno militato tra le file dell'Isis, ottocento dei quali provenivano dai Paesi dei Balcani occidentali”. Lo ha dichiarato, citando dati dell'Europol, Tsvetan Tsvetanov, presidente della Commissione per la sicurezza e l'ordine pubblico del Parlamento nel corso della conferenza stampa al termine della seduta a Sofia del gruppo di controllo parlamentare congiunto (Parlamento europeo e parlamenti nazionali) delle attività di Europol. La seduta del gruppo era nell'agenda della presidenza di turno bulgara del Consiglio Ue. Da parte sua il commissario Ue per la sicurezza dell'Unione, Julian King, ha detto che quando inizieranno le trattative per i futuri rapporti tra la Gran Bretagna e l'Ue dopo la Brexit, si cercherà di raggiungere “la massima collaborazione per quanto riguarda la sicurezza”. “Le minacce alla sicurezza riguardano tutti e il contrasto potrebbe avere successo se tutti i paesi operassero congiuntamente”, ha aggiunto King. A suo avviso, il caso dell'avvelenamento in Gran Bretagna dell'ex spia russa Serghei Skripal e sua figlia, dovrebbe essere discusso nella prossima riunione del Consiglio europeo. “Ci sarà un chiaro messaggio dell'Ue nei confronti di coloro che stanno dietro questo orribile atto”, ha aggiunto. Il direttore di Europol, Rob Wainwright, ha rilevato che il lavoro della sua struttura non può andare avanti “senza un appoggio politico e senza le risorse necessarie”. In una intervista al canale televisivo bTV di Sofia, Wainwright ha detto che “tutti i paesi europei, compresa la Bulgaria, sono minacciati da atti terroristici e che nei loro territori sono circa 30 mila le persone che appartengono a organizzazioni terroristiche”. BULGARIA-SERBIA Forum economico a Nis: Abbattere le barriere di ogni tipo La volontà di Serbia e Bulgaria di eliminare le barriere di ogni tipo che frenano gli scambi e i contatti economico-commerciali fra i due Paesi è emersa a un Forum bilaterale svoltosi a Nis, nel sud della Serbia, con la partecipazione di decine di imprenditori e economisti serbi e bulgari. I rispettivi vicepremier, la serba Zorana Mihajlovic e il bulgaro Tomislav Doncev, si sono detti d'accordo sull'obiettivo di aumentare l'interscambio dal miliardo di euro attuale a 3,5 miliardi. È necessario, hanno detto, ridurre notevolmente i tempi di attesa delle merci ai posti di frontiera, in particolare nel trasporto ferroviario. Mihajlovic, che è ministro dei trasporti e infrastrutture nel governo di Belgrado, ha invitato le compagnie e le società bulgare a partecipare ai progetti di sviluppo infrastrutturale in Serbia, - ferrovie, strade, autostrade.


BULGARIA-RUSSIA Il presidente Radev si congratula per la rielezione di Putin Il presidente della Bulgaria Rumen Radev ha inviato un messaggio di congratulazioni all'omologo russo Vladimir Putin per la sua riconferma a capo della Federazione russa. Lo riferisce un comunicato della presidenza di Sofia. “Spero che lavoreremo insieme per sfruttare il potenziale esistente per una cooperazione reciprocamente vantaggiosa in una varietà di settori e nell'interesse dei due popoli", afferma Radev rilevando la “secolare vicinanza storica e culturale” tra la Bulgaria e la Russia. Il capo dello Stato russo uscente ha ottenuto circa il 76,6 per cento delle preferenze alle elezioni presidenziali, a fronte di un’affluenza alle urne pari al 67 per cento. TURISMO Oltre 1,2 milioni di visitatori in Bulgaria nella stagione invernale La stagione invernale si chiude in Bulgaria con un segno positivo. Secondo le stime dell'Istituto di analisi e valutazione del turismo bulgaro, il numero di turisti che hanno scelto il Paese quale meta per le loro vacanze invernali supera un milione e 200 mila di persone. Fra le mete invernali più gettonate, Bansko, località sciistica che ha visto circa 360 mila pernottamenti facendo così registrare un incremento delle presenze del 17%. Prospettive positive anche per Pasqua, aggiunge l'agenzia di stampa Novinite.com citando le previsioni dell'Istituto, con l'arrivo di numerosi turisti dalla Romania sulla costa del mar Nero.

News ccib 20 03 2018  
News ccib 20 03 2018  

News ccib 20 03 2018

Advertisement