Page 1

15-11-2016 PRESIDENZIALI Dopo lo spoglio del 99% delle schede vince Radev con il 59,3%, a Tsaceva il 36% Dopo lo spoglio da parte della commissione elettorale del 99,3% dei voti espressi nel ballottaggio per le presidenziali di domenica scorsa si conferma il largo successo di Rumen Radev, il candidato dell'opposizione socialista, che ha ottenuto il 59,3% delle preferenze, rispetto al 36,1% andato a Tsetska Tsaceva, candidata del Partito Conservatore GERB al governo. L’affluenza alle urne è stata del 42%. Intanto ieri il Premier e leader del GERB, Boyko Borissov, ha presentato formalmente alla cancelleria del Parlamento la lettera di dimissioni annunciate subito dopo la sconfitta alle presidenziali del candidato del suo partito. Nella lettera Borissov rileva che l’esecutivo continuerà a funzionare fino alla nomina di un nuovo Governo. Il Parlamento esaminerà le dimissioni domani. Tusk: la nuova Presidenza rafforzi l’unità e la sicurezza del Paese Il Presidente del Consiglio dell'UE, Donald Tusk, ha inviato una lettera di congratulazioni a Rumen Radev per la sua elezione a Presidente della Bulgaria. “Il mio auspicio – si legge nella lettera – è che la sua Presidenza rafforzi l'unità, la prosperità e la sicurezza in Bulgaria, necessarie al Paese per continuare a svolgere il suo ruolo chiave nella regione e nell'Unione Europea, anche quando si tratta di proteggere la nostra frontiera esterna comune”. Pittella: Radev lavorerà in maniera efficace nella cornice dell’UE “I cittadini bulgari hanno mostrato di essere pronti per il cambiamento e per un futuro migliore”. Così il Presidente del gruppo socialdemocratico al Parlamento Europeo, Gianni Pittella, ha valutato l’esito delle elezioni presidenziali in Bulgaria. Pittella esprime “pieno supporto” al Presidente eletto, il candidato dell'opposizione socialista Rumen Radev, e si dice convinto che “lavorerà in maniera efficace nell'interesse della Bulgaria e nella cornice dell'UE”. Putin si congratula con Radev Vladimir Putin si congratula con il filorusso Rumen Radev per la vittoria alle presidenziali in Bulgaria. Lo fa sapere l'ufficio stampa del Cremlino. “Il Capo di Stato russo - si legge in una nota della Presidenza di Mosca - ha notato il significativo potenziale per l'ulteriore sviluppo delle relazioni russo-bulgare basate su tradizioni centenarie di amicizia e affinità culturale e spirituale”. Putin ha inoltre detto di augurarsi che “gli sforzi congiunti permetteranno di dare nuovo impeto al dialogo politico bilaterale e di estendere la


collaborazione costruttiva in varie aree nell'interesse dei popoli fratelli dei due Paesi”. BULGARIA – UE Non c'è una scadenza per la nomina del nuovo Commissario bulgaro Non c'è una “scadenza precisa” per la nomina del nuovo Commissario UE di nazionalità bulgara, dopo le dimissioni del Vicepresidente della Commissione UE responsabile per il bilancio, Kristalina Gheorghieva. Lo ha detto a Bruxelles il portavoce della Commissione UE, Margaritis Schinas. La Gheorghieva assumerà, infatti, l'incarico di AD della Banca Mondiale a partire dal 2 gennaio 2017. “Juncker – ha detto Schinas – ha piena fiducia nel sistema costituzionale e politico bulgaro, ed è sicuro che ci sarà un interlocutore appropriato per permettere di nominare un nuovo Commissario di nazionalità bulgara, quando verrà il momento”. FINANZIARIA Il Governo dimissionario non ritirerà la bozza di legge di bilancio 2017 Il Governo non ritirerà la bozza di legge di bilancio 2017, come riferito dall’ufficio stampa del Ministero delle Finanze. Tale notizia arriva dopo indiscrezioni circa la decisione del partito di governo GERB di ritirare il documento finanziario per il prossimo anno a seguito delle dimissioni presentate dall’esecutivo. La discussione interna al GERB ha però visto prevalere coloro che sostengono la necessità di votare comunque il disegno di legge. Nel caso la bozza di legge di bilancio non sia ritirata con le dimissioni del Governo, il documento potrebbe subire numerose modifiche prima della sua seconda lettura. Secondo il GERB, è giusto che i responsabili del prossimo esecutivo possano lavorare su una propria piattaforma finanziaria. LAVORO Il tasso di disoccupazione in calo rispetto all'anno precedente Il tasso di disoccupazione in Bulgaria, nel trimestre luglio-settembre 2016, si è ridotto dell'1,3 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo ha annunciato l'Istituto Nazionale di Statistica (NSI). Nel terzo trimestre di quest'anno sono stati rilevati 229 mila disoccupati, circa 50.300 in meno rispetto agli stessi mesi del 2015. Di questi, il 56,8 per cento erano uomini, mentre il 43,2 per cento donne. Il tasso di disoccupazione di lungo periodo per luglio-settembre era pari al 4,3 per cento, e, comparato allo stesso periodo del 2015, risultava inferiore dello 0,9 per cento. Sul totale delle persone disoccupate, l'NSI ha riferito che circa 41 mila, ossia il 18 per cento, erano in cerca del loro primo impiego. La forza lavoro, nel terzo trimestre del 2016, consisteva in 3,0527 milioni di


lavoratori dai 15 anni di età in su, tra i quali si potevano contare 1,623 milioni di uomini e 1,4291 milioni di donne. La percentuale di occupati sul totale della popolazione bulgara si attestava al 49,9 per cento, e si poteva notare una riduzione dello 0,4 per cento rispetto al medesimo periodo del 2015. Sul totale degli occupati, si poteva osservare il 3,5 per cento di datori di lavoro, il 7,6 per cento di lavoratori autonomi senza dipendenti, l'88,4 per cento di impiegati e lo 0,6 per cento di collaboratori familiari non retribuiti. Il 74,5 per cento degli impiegati lavorava nel settore privato, mentre il 25,5 per cento nel pubblico. Rispetto al trimestre luglio-settembre del 2015, il numero di impiegati si è ridotto in entrambi i settori quest'anno, rispettivamente dell'1 per cento nel settore privato e dello 0,6 per cento nel pubblico. Il tasso di occupazione per la fascia d'età compresa tra 15 e 64 anni risultava essere pari al 64,2 per cento. Per coloro la cui età oscilla tra 15 e 29 anni, il tasso si attestava al 38,9 per cento.

News ccib 15 11 2016  

News ccib 15 11 2016