Page 1

13.07.2015 ENERGIA La Bulgaria vuole esportare elettricità verso l’Italia La Bulgaria potrebbe utilizzare il collegamento elettrico ad alta tensione tra Montenegro e Italia, che ancora deve essere completato, al fine di esportare elettricità in Italia. È quanto dichiarato dal Premier Boyko Borissov durante l’incontro con il Presidente montenegrino Filip Vujanovic in visita a Sofia. Nell’incontro Borisov e Vujanovic hanno discusso anche sulle opportunità di cooperazione bilaterale nel settore dell’energia e del turismo. Borisov ha inoltre espresso il pieno sostegno di Sofia all’accesso di Podgorica alla comunità euroatlantica. CRISI UCRAINA Persi 80 milioni di euro a causa delle controsanzioni russe Le perdite subite dall’economia bulgara a causa delle restrizioni imposte dalla Russia sulle importazioni dei prodotti agricoli dalla Bulgaria sono state pari finora a 80 milioni di euro. Lo ha dichiarato il Premier Boyko Borissov a margine della sua visita nella città di Malko Tarnovo. “Alla prossima riunione del Consiglio europeo solleveremo la questione circa le grandi perdite di cui stiamo soffrendo a causa delle sanzioni imposte dalla Russia e delle controsanzioni imposte dalla Russia stessa”, ha dichiarato il Premier. BANCA CENTRALE L’elezione del nuovo Governatore della BNB attesa per domani Il Parlamento eleggerà domani il nuovo Governatore della Banca Centrale Bulgara (BNB). I deputati del Parlamento hanno deciso venerdì scorso di fissare per tale data una sessione straordinaria per la scelta di uno dei quattro candidati alla carica di Governatore della BNB. Le dimissioni del Governatore Ivan Iskrov, annunciate a giugno, sono divenute effettive venerdì scorso. Nella riunione di giovedì scorso la Commissione parlamentare per il Bilancio ha effettuato una sessione per valutare le posizioni dei quattro candidati. Secondo la stampa il candidato favorito per assumere l’incarico è Dimitar Radev, esperto economista del Fondo monetario internazionale, presentato dal partito di Governo GERB. PROTESTA Manifestazione a Sofia contro la polizia Si è svolta a Sofia una manifestazione in piazza contro le violenze della polizia e lo Stato in cui versa il Ministero dell’Interno. Il motto della protesta è stato “Qualità, non la quantità del Ministero dell’Interno”. Secondo gli organizzatori, la polizia si è trasformata in un “Istituto inutile, incontrollato e molto costoso”. A provocare la protesta è stato un video diffuso da alcuni Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


media in cui si vedono agenti di polizia che aggrediscono e maltrattano una giovane coppia. In merito alle proteste è intervenuto anche il Ministro dell’Interno, Rumiana Bachvarova, la quale ha assicurato che sono già in corso un procedimento disciplinare ed un’indagine interna per capire la dinamica dell’accaduto mentre i responsabili di quelle violenze sono già stati allontanati dalla polizia. EUROSTAT Nel 2014 calo della popolazione in Romania, Bulgaria, Grecia, Croazia, Serbia e Albania Nel corso del 2014 la popolazione è diminuita in Romania, Bulgaria, Grecia, Croazia, Serbia e Albania, mentre è aumentata in Slovenia, Montenegro, Macedonia e Turchia. È quanto emerge dai dati pubblicati dall’Eurostat, l’ufficio statistico comunitario, che in media nell’intera UE ha rilevato un aumento dello 0,22 per cento, con una popolazione passata da 506,86 milioni il primo gennaio 2014 a 508,19 milioni il primo gennaio 2015. In Bulgaria la popolazione è scesa da 7,24 a 7,20 milioni, in Grecia da 10,9 a 10,81 milioni, in Croazia da 4,25 a 4,23 milioni, in Romania da 19,95 a 19,86 milioni, in Serbia da 7,15 a 7,11 milioni e in Albania da 2,896 a 2,893. In Slovenia invece la popolazione è aumentata da 2,061 a 2,063 milioni, in Montenegro da 621 mila a 622 mila, nella Fyrom da 2,066 a 2,069 milioni e in Turchia da 76,67 a 76,7 milioni.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 13 07 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you