Page 1

13-06-2018 DIETROFRONT Borissov smentisce le dimissioni del ministro del Lavoro Mossa a sorpresa ieri del premier Boyko Borissov, che ha smentito le dimissioni del ministro del Lavoro, da lui stesso accettate due giorni fa. “Bisser Petkov rimane ministro del Lavoro e delle politiche sociali”, ha dichiarato Borissov da Smirne, in Turchia, dove è stato ospite alla cerimonia di apertura del gasdotto trans-anatolico (Tanap). Due giorni fa Bisser Petkov ha annunciato le sue dimissioni, che sono state accettate dal premier. Il ministro si è dimesso per l'incapacità di affrontare le crescenti tensioni provocate dalle richieste dei genitori di bambini disabili. Questi, dall'inizio di giugno, hanno allestito una tendopoli manifestando di fronte al palazzo del Parlamento sotto il motto “Il sistema ci uccide”, in segno di protesta contro la mancanza di decisioni manageriali sulle loro richieste. I genitori di bambini disabili chiedono migliori servizi sanitari, maggiori finanziamenti per le cure mediche e adeguate scuole per i bisogni specifici dei bambini disabili. Ieri mattina però i manifestanti si sono schierati decisamente contro le dimissioni di Bisser Petkov. “Se è questo il ministro con il quale possono mettersi d'accordo, allora rimane al suo posto, ma rimarrà anche la tendopoli?”, ha aggiunto Borissov. “E ora cercate di mettere le cose a posto, tranquilli e in pace, ritornando alle vostre case”, ha concluso il premier bulgaro. TURCHIA-BULGARIA Il premier Borissov ricevuto dall’omologo Yildirim, a margine dell’inaugurazione del Tanap Il primo ministro Boyko Borissov ha incontrato l’omologo turco Binali Yildirim a Smirne sulla costa turca dell’Egeo. L’incontro si è svolto a margine della cerimonia di inaugurazione del gasdotto trans-anatolico (Tanap). Borissov ha rilevato che l’apertura del segmento di connessione tra il gasdotto turco e quello bulgaro potrebbe essere aperto alla fine di giugno. “Questo aumenterà le opportunità per il transito di gas naturale”, ha aggiunto Borissov. Dopo la visita in Turchia, Borissov oggi è in visita in Israele, dove incontrerà le massime autorità dello Stato ebraico. INCIDENTE Il ministero della Difesa apre un’inchiesta sull’elicottero militare precipitato Il ministro della Difesa, Krassimir Karakachanov, ha ordinato l’apertura di un’inchiesta per fare luce sullo schianto di un elicottero militare Mi-17 avvenuto nella serata di due giorni fa. Le indagini saranno condotte congiuntamente dalla polizia e dalla magistratura militare. Due giorni fa l'elicottero si è schiantato vicino alla base aerea militare di Krumovo, nei pressi dell’aeroporto di Plovdiv. Nell'incidente sono morti due dei tre membri dell'equipaggio. I due piloti, i capitani Plamen Pantaleev e Stoyan Nedelcev, sono stati ritrovati senza vita dai


soccorritori. Il tecnico di volo, Alexey Kamenov, è stato ritrovato invece in stato cosciente e subito trasferito nell’ospedale militare di Sofia, dove si trova ricoverato in condizioni stabili.

News ccib 13 06 2018  
News ccib 13 06 2018  
Advertisement