Page 1

13-02-2018 ISIS Un terrorista marocchino arrestato in Bulgaria La polizia di frontiera bulgara ha fermato al punto di controllo Kapitan Andreevo, al confine con la Turchia, un cittadino del Marocco ricercato dall'Interpol su richiesta di Rabat per la sua appartenenza all’Isis. L'uomo, le cui iniziali sono N.Z., ha tentato di entrare in territorio bulgaro affermando di essere un siriano. Il suo arresto è stato effettuato su mandato di cattura europeo in base al trattato di estradizione tra Bulgaria e Marocco. Secondo l'informazione fornita da Interpol, il marocchino svolgeva attività terroristiche in Siria. MIGRANTI Missione del Parlamento europeo al confine fra la Bulgaria e la Turchia Raccogliere informazioni sul campo riguardanti le operazioni di Frontex al confine con la Turchia. È la missione di una delegazione di europarlamentari della Commissione Giustizia e affari interni, arrivata ieri in Bulgaria. Il gruppo di sei deputati, del quale non fanno parte membri italiani, è guidato dalla francese Marie-Christine Vergiat (Sinistra unitariaGue), e si tratterrà nel Paese fino a mercoledì, quando è prevista una conferenza stampa finale. La trasferta prevede anche una visita al checkpoint di Kapitan Andreevo, dove l'agenzia europea Frontex supporta le autorità nazionali nelle operazioni di frontiera e di registrazione delle impronte digitali dei migranti. Sono previsti incontri anche con il Ministro dell'Interno, Valentin Radev, e i rappresentanti della polizia di frontiera, organizzazioni internazionali e Ong. BULGARIA- ARMENIA Incontro tra i Presidenti Radev e Sargsyan a Erevan L'attuazione del progetto di completamento del corridoio di trasporto internazionale Nord-Sud, tra il Golfo Persico e il Mar Nero, consentirà di beneficiare del rafforzamento delle relazioni bilaterali tra la Bulgaria e l'Armenia. Lo ha detto il Presidente Rumen Radev in una dichiarazione in conferenza stampa congiunta con l'omologo armeno Serzh Sargsyan a Erevan. Radev si trova in visita ufficiale in Armenia sino a oggi. “Il presidente Sargsyan e io abbiamo concordato che i nostri due Paesi devono capitalizzare sulla loro posizione strategica, lavoreremo quindi responsabilmente per l'attuazione del corridoio di trasporto multimodale Golfo Persico-Mar Nero, che ci consentirà di beneficiare del rafforzamento delle nostre relazioni i tutti i campi”, ha detto Radev al termine dell'incontro con Sargsyan a porte chiuse e dei colloqui plenari tra le due delegazioni ufficiali. Radev ha accolto con favore l'idea di Sargsyan di un incontro tra i Ministri dei Trasporti di tutti i Paesi interessati a questo progetto. “A questo punto, abbiamo bisogno soprattutto di trasporto, energia e connettività digitale per poter liberare il potenziale delle nostre economie”, ha affermato il Capo dello Stato bulgaro.


PRESIDENZA BULGARA Riunione informale a Sofia dei Ministri degli Esteri dei Ventotto La situazione in Siria, i Balcani occidentali e le tensioni con la Corea del Nord saranno i principali punti in agenda della riunione informale dei Ministri degli Esteri dell'Ue (Gymnich), che si terrà il 15 e 16 febbraio a Sofia. Secondo quanto riporta l'agenda della presidenza bulgara, venerdì 16 febbraio è prevista una sessione congiunta con i Ministri degli Esteri dei cinque Paesi con lo status di candidato all'Ue, ossia Albania, Macedonia, Montenegro, Serbia e Turchia.

News ccib 13 02 2018  
News ccib 13 02 2018  
Advertisement