Page 1

11-05-2017 BULGARIA-UE Dopo cinque mesi Sofia propone la nuova Commissaria UE Dopo cinque mesi dall'addio di Kristalina Gheorghieva, andata a Washington come AD della World Bank, la Bulgaria ha finalmente nominato la sua futura candidata Commissaria UE, Maria Gabriel. La Commissione UE, ha annunciato il portavoce Margaritis Schinas, ha ricevuto stamattina la lettera formale da parte del Premier Boyko Borissov, dopo un colloquio telefonico lo scorso venerdì con il Presidente Jean-Claude Juncker. Juncker avrà un colloquio con la candidata la prossima settimana a Strasburgo, e in base all'esito deciderà quale portafoglio offrire alla nuova Commissaria bulgara. Gheorghieva era Vicepresidente in carica per il bilancio e le risorse umane, che nel frattempo è stato assegnato al tedesco Guenther Oettinger, precedentemente responsabile per il digitale. Ora è il Vicepresidente Andrus Ansip ad aver completamente assunto la responsabilità del dossier mercato unico digitale. Se alla neodesignata Commissaria bulgara Maria Gabriel fosse assegnato il portafoglio del digitale, potrebbe essere positivo in quanto, in vista delle prossime due presidenze UE estone e bulgara, potrebbe aiutare a far avanzare tutti i dossier sul mercato digitale che sono arenati. È la valutazione di Andrus Ansip. “Ci sono come sempre pro e contro”, ha premesso Ansip, ma dati i numerosi negoziati che dovranno essere portati a termine sotto le presidenze UE estone e bulgara nei prossimi mesi, dalla riforma delle regole tlc al copyright, “sarebbe addirittura una cosa positiva avere una Commissaria della Bulgaria responsabile per i dossier digitali”. E anche se la Bulgaria è uno dei Paesi maglia nera d'Europa in materia, ha aggiunto Ansip, “questo tipo di contrasti non gioca un ruolo così importante”. SONDAGGIO In calo l’indice di fiducia dei consumatori Nell’aprile 2017 l’indice sulla fiducia dei consumatori in Bulgaria è sceso dell’1,6 per cento rispetto al livello registrato a inizio anno. Lo riferisce l’Istituto Nazionale di Statistica. La diminuzione sarebbe da attribuire al calo della fiducia dei consumatori nella popolazione urbana, a sua volta testimone di una percezione negativa delle prospettive economiche nel Paese. TRASPORTI Vladimir Vladimirov è di nuovo Direttore della BDZ Il Ministro dei Trasporti Ivaylo Moskovski ha assegnato nuovamente Vladimir Vladimirov come Direttore della compagnia ferroviaria bulgara BDZ. Vladimirov è già stato direttore di BDZ dal novembre del 2014 al febbraio del 2017. Tuttavia, durante il mandato del Governo ad interim guidato da Ognyan Ghergikov, il Ministro dei Trasporti, Hristo Aleksiev, aveva rimosso Vladimirov dall’incarico.


BULGARIA-SVIZZERA Berna introduce la clausola di salvaguardia per bulgari e romeni La decisione del Consiglio Federale Svizzero di riattivare la clausola di salvaguardia per bulgari e romeni non ha sorpreso la Commissione Europea. È già successo in passato per altri Paesi, si legge in una nota della Commissione. Bruxelles si rammarica tuttavia della decisione di Berna, “soprattutto alla luce delle cifre in diminuzione di cittadini Ue che chiedono un permesso di dimora”. Il 18 aprile 2012 il Consiglio federale svizzero aveva deciso di attivare dal primo maggio successivo la clausola di salvaguardia prevista dall'accordo sulla libera circolazione delle persone nei confronti dei cittadini di otto paesi dell'Europa orientale: Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia, Slovenia e Repubblica ceca, mentre i due ultimi arrivati nell'UE, Romania e Bulgaria, non beneficiavano ancora della libera circolazione. Un anno dopo, il 24 aprile 2013, il governo elvetico aveva prorogato di un anno queste restrizioni nei confronti dei lavoratori dell'Est e le aveva estese ad altri membri dell'UE, frontalieri esclusi, ossia ai quindici membri “storici” più Cipro e Malta. Il primo giugno 2016 erano scadute anche le disposizioni transitorie con i contingenti per bulgari e romeni.

News ccib 11 05 2017  

News ccib 11 05 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you