Page 1

11-04-2017 GOVERNO Proseguono i negoziati per la formazione del Governo fra GERB e Patrioti Uniti Il partito conservatore GERB e il fronte nazionalista Patrioti Uniti hanno trovato un punto d’incontro sul tema delle pensioni, nel contesto dei negoziati per la formazione del nuovo esecutivo. Lo ha dichiarato alla stampa locale Valeri Simeonov, leader del Fronte Nazionale per la Salvezza della Bulgaria (NFSB), uno dei principali esponenti di Patrioti Uniti. Il dialogo fra le due formazioni politiche proseguirà, ha assicurato Simeonov, senza specificare se il fronte nazionalista è pronto a fare un passo indietro sulla richiesta di fissare la pensione minima in Bulgaria a 300 lev. Il Vicepresidente del GERB, Tsvetan Tsvetanov, si è detto convinto che per la fine di questa settimana si potranno definire i punti chiari della nuova coalizione di governo, così da dare vita ad un esecutivo stabile, “che possa durare 4 anni, con Boyko Borissov come Premier”. Sia Simeonov sia Tsvetanov hanno sottolineato la mancata discussione delle cariche ministeriali durante i negoziati tenutisi finora. Una nuova riunione fra le delegazioni di GERB e Patrioti Uniti è prevista per oggi. BULGARIA - UE Vera Jourova: la Bulgaria è sulla giusta strada per la riforma del sistema giudiziario Bulgaria e Romania sono sulla giusta strada nella riforma dei rispettivi sistemi giudiziari. Lo ha dichiarato il Commissario UE per la Giustizia, Vera Jourova, commentando l’ultimo rapporto della Commissione Europea in tema di sistemi giudiziari dei Paesi Membri. Jourova ha aggiunto che Bulgaria e Romania “non stanno andando peggio di altri Stati membri”. Nel rapporto Ue si rileva che la Bulgaria deve ancora intraprendere misure per la riforma del sistema giudiziario, in particolare per quanto concerne la lotta al crimine organizzato e al riciclaggio di denaro, oltre che nel contrasto alla corruzione. Jourova ha spiegato di aver cercato sempre di mantenere il Meccanismo di Cooperazione e Verifica (MCV) “il più concreto possibile”, così da costituire “un esempio per Bulgaria e la Romania, in modo da sapere cosa ci aspettiamo dai due Paesi e quali passi avanti si aspetta la Commissione”. “Siamo stati chiari e precisi negli ultimi rapporti del MCV, per far capire che vogliamo risultati tangibili e sostenibili, e che i due Paesi stanno andando nella giusta direzione. Abbiamo però bisogno di risultati concreti”, ha aggiunto Jourova. ECONOMIA Le esportazioni sono in crescita nei primi due mesi del 2017 Le esportazioni della Bulgaria nei primi due mesi del 2017 sono aumentate del 12,7 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo dimostrano i dati pubblicati dall’Istituto Nazionale di Statistica di Sofia. I


beni esportati nel gennaio e febbraio 2017 hanno avuto un valore di 3,97 miliardi di euro. Allo stesso tempo, le importazioni sono ammontate a 4,4 miliardi di euro, con un incremento rispetto al primo bimestre del 2016 pari al 18,5 per cento. BULAGRIA – ROMANIA Bucarest non accetta il nuovo sistema di incasso del bollo auto introdotto dalla Bulgaria L'ente nazionale romeno delle strade statali intende segnalare davanti alla Commissione Europea la situazione concernente il nuovo sistema di incasso del bollo auto introdotto dalla Bulgaria. Sofia ha eliminato la possibilità di acquistare il bollo auto anche dai distributori di benzina, il che porta ogni giorno alla formazione di file chilometriche di TIR al valico di frontiera tra Giurgiu (Romania) e Russe (Bulgaria), in uscita dal territorio romeno. Stando all'ente romeno, la parte bulgara ha respinto finora tutte le proposte di Bucarest che riguardavano lo snellimento del traffico. Giurgiu Russe è il principale valico di confine tra la Romania e la Bulgaria, con un transito di circa mille TIR al giorno.

News ccib 11 04 2017  

News ccib 11 04 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you