Page 1

10-11-2017 ITALIA-BULGARIA Zaharieva a Roma, colloqui con Alfano e Gozi Il Vicepremier e Ministro degli Esteri della Bulgaria, Ekaterina Zaharieva, è in visita di lavoro ieri e oggi in Italia. Oggi Zaharieva sarà ricevuta dal Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Angelino Alfano, e successivamente dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega agli affari europei, Sandro Gozi. Al centro dei colloqui le relazioni bilaterali con particolare attenzione alla difesa e al meccanismo di cooperazione e valutazione. Il Ministro Zaharieva illustrerà le priorità della presidenza bulgara del Consiglio dell'UE prevista per la prima metà dell’anno prossimo, nonché la visione bulgara nel dibattito sul futuro dell'Europa. Saranno affrontati anche temi quali la crisi migratoria e la riforma dello spazio Schengen. ECONOMIA Previsioni UE, crescita stabile in Bulgaria sostenuta dalla domanda interna L’economia della Bulgaria continuerà la sua crescita costante, trainata soprattutto dai consumi pubblici e privati, oltre che da una ripresa degli investimenti. È quanto si legge nelle previsioni autunnali rese note ieri dalla Commissione Europea. Bruxelles prevede una crescita continuata del Prodotto interno lordo (PIL), che dovrebbe segnare un +3,9% nel 2017, e proseguire l'andamento positivo nel 2018 (3,8%) e nel 2019 (3,6%). Il contributo rilevante dell'anno scorso alla crescita delle esportazioni nette dovrebbe diminuire quest'anno – osserva Bruxelles – poiché le importazioni stanno crescendo più rapidamente delle esportazioni. L'inflazione, che era stata negativa per tre anni, è divenuta positiva sulla scia della forte domanda interna. La disoccupazione continuerà a diminuire, scendendo dal 6,4% del 2017 al 6% nel 2018, con un successivo calo nel 2017 (5,7%). Si prevede un aumento consistente dei salari. In questo quadro macroeconomico favorevole, il bilancio della pubblica amministrazione dovrebbe rimanere equilibrato e trasformarsi lentamente in un surplus, nonostante gli aumenti dei salari e degli investimenti pubblici. Nello specifico si prevede un debito pubblico del 25,7% del PIL nel 2017, del 24,3% nel 2018 e del 22,8% nel 2019. BUSINESS Il Premier Borissov presenta possibili investimenti nel Paese a società statunitensi Il Premier Boyko Borissov, ha presentato ieri una serie di potenziali investimenti e un possibile piano di cooperazione industriale a dodici manager di società statunitensi. Lo riferisce il governo di Sofia in un comunicato stampa, ripreso dai media nazionali. I rappresentanti delle società sono parte di una missione commerciale organizzata dall'associazione “American-Central European Business”.


Le società statunitensi sono interessate a investire ed espandere le attività in Bulgaria, in particolare nel campo agricolo, farmacologico, tecnologico e alimentare. Borissov ha presentato le misure prese dal Governo per sviluppare il clima imprenditoriale nel Paese, ridurre gli oneri amministrativi e abbassare i costi di impresa. Rispetto al tema della prossima presidenza del Consiglio UE da parte di Sofia, Borissov ha rilevato il potenziale della regione balcanica e i progetti per mettere in sicurezza la connettività e lo sviluppo economico dei Paesi dell’area. DELINQUENZA Media, smantellato un gruppo criminale bulgaro in Spagna Un gruppo criminale bulgaro è stato smantellato a Madrid nel corso di un'operazione della polizia dal nome “Bulgaris”, rilevano i media di Sofia. La notizia è stata confermata dalle autorità spagnole al canale tv bulgaro Nova. Il gruppo era composto di 31 persone, fra le quali 19 donne e tra esse 11 minorenni. L'organizzazione aveva una rigida gerarchia ed era capeggiata da tre boss. I criminali rubavano prevalentemente portafogli e orologi a persone per strada. La polizia spagnola ritiene che i bulgari catturati sarebbero responsabili di oltre 180 casi di furto ma non esclude che nel corso dell'istruttoria il numero arrivi a mille. Il gruppo si spostava fra diverse città spagnole, nelle quali si organizzavano feste locali e gli abitanti si radunavano in piazza, dove i criminali sceglievano le vittime tra la folla. Secondo alcuni media di Sofia, il gruppo era composto esclusivamente da rom bulgari.

News ccib 10 11 2017  

News ccib 10 11 2017