Page 1

10.08.2015 BUSINESS Accordo di consulenza fra la Bulgarian Energy Holding e la Banca mondiale La Bulgarian Energy Holding (Beh), la società che racchiude tutte le compagnie bulgare del settore energetico, ha siglato un accordo con la Banca mondiale. Lo ha annunciato il Ministero dell’Energia. Alla cerimonia ha presenziato la titolare del dicastero, Temenuzhka Petkova. L’accordo prevede dei servizi di consulenza dell'istituzione finanziaria internazionale, fra cui un esame complessivo dello stato finanziario del settore energetico bulgaro e i passi da compiere verso la piena liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica entro la fine dell'anno. La Bulgaria da tempo è soggetta a gravi problemi a causa di una serie di squilibri che coinvolgono il mercato dell’energia elettric. La compagnia statale di produzione (“Nek”) soffre di gravi difficoltà economico-finanziarie, mentre le tre compagnie di distribuzione, le ceche “Cez” ed “Energo-Pro” e l’austriaca “Evn” ,spesso hanno dei contrasti con le autorità. A questo si aggiunge il problema ricorrente della produzione da fonti rinnovabili, la cui netta espansione ha acuito gli squilibri del mercato. COOPERAZIONE Bulgaria, Romania e Serbia valutano il collegamento delle loro telecomunicazioni Bulgaria, Romania e Serbia valutano l’opportunità di dare il via a un progetto congiunto che colleghi le loro reti di telecomunicazione. L'obiettivo principale del progetto trilaterale proposto dal Ministero dei Trasporti, della Tecnologia e delle Telecomunicazioni della Bulgaria è consentire alle istituzioni pubbliche nei tre paesi di utilizzare dei canali di trasmissione sicuri ad alta velocità per lo scambio di informazioni. È quanto si legge in una nota del ministero bulgaro, secondo cui a Sofia si sono riuniti i rappresentanti dei rispettivi dicasteri che hanno presentato dei parametri tecnici per le reti e le possibilità di collegarli. TURCHIA-BULGARIA Ankara chiede maggiore collaborazione a Sofia per contrastare il terrorismo La Turchia chiede di ricevere un maggiore volume di informazioni dai servizi di sicurezza bulgari per arginare il flusso di sospetti terroristi. È quanto affermato all'emittente radiofonica nazionale bulgara BNR dall’Ambasciatore turco presso la NATO, Mehmet Fatih Ceylan, secondo il quale per risolvere i reciproci problemi della sicurezza sarebbe opportuno intensificare la cooperazione e non costruire recinzioni, in riferimento all’infrastruttura di Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


difesa che le autorità di Sofia hanno costruito (e ora stanno ampliando) al confine bulgaro-turco. “Non ci sono ostacoli per incrementare uno scambio più intenso di informazioni di intelligence in modo che i combattenti di organizzazioni terroristiche straniere tra le quali lo Stato islamico vengano fermati”, ha detto l’Ambasciatore Ceylan. CONDANNA Ex direttore dell’Intelligence condannato a dieci anni di carcere Il Tribunale di Sofia ha condannato l'ex direttore dell'Intelligence, il generale Kircho Kirov, a dieci anni di detenzione per appropriazione indebita. Nel 2013 Kirov era stato accusato di essersi appropriato di fondi pubblici per quasi 5 milioni di lev per un periodo di cinque anni, fra il 2007 e il 2011. La sentenza nei suoi confronti è il minimo previsto dalla legge bulgara per questo tipo di reato.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 10 08 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you