Page 1

10-05-2017 IL NOVE MAGGIO Rumen Radev: l’UE deve mantenere la propria coesione L’Unione Europea deve mantenere la propria coesione, ha dichiarato ieri, in occasione del nove maggio, il Presidente Rumen Radev. “Oggi celebriamo la Festa dell’Europa, ma anche il Giorno della Vittoria: senza i milioni di vittime della Seconda guerra mondiale, l’Europa non sarebbe la stessa di oggi”, ha affermato il Capo dello Stato. Radev ha poi invitato i cittadini “a dimostrare ogni giorno che la Bulgaria merita un posto in Europa e che il nostro futuro risiede nell’Ue”. PROCURA Daniel Mitov è accusato di malagestione dei fondi del suo dicastero L’ex Ministro degli Esteri Daniel Mitov è stato accusato di malagestione dei fondi assegnati al suo dicastero. Lo riferisce un comunicato della Procura, che accusa l’ex capo della diplomazia di Sofia di aver siglato contratti svantaggiosi con agenzie che si occupavano dei viaggi all’estero e relativi servizi per il Ministero. Dopo essere stato ascoltato dagli inquirenti, Mitov ha spiegato ai giornalisti di non ritenersi colpevole di nulla. Secondo l’accusa, Mitov non avrebbe posto la giusta attenzione nella gestione dei fondi ministeriali, causando perdite per circa 250 mila euro. COMMERCIO In crescita gli scambi commerciali con l’UE Gli scambi commerciali fra la Bulgaria e l’Unione Europea sono cresciuti in maniera considerevole all’inizio del 2017. Lo riferisce l’Istituto Nazionale di Statistica (NSI). Nel periodo gennaio-febbraio del 2017, le esportazioni dalla Bulgaria agli altri Paesi Membri dell’UE sono cresciute del 9 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un valore totale di 2,5 miliardi di euro. Al contempo, le importazioni dall’UE verso il mercato bulgaro sono aumentate del 12,2 per cento su base annuale, per un ammontare complessivo di 2,8 miliardi di euro. INDUSTRIA Aumentano i ricavi delle aziende nel settore degli armamenti L’attività delle aziende bulgare nel settore degli armamenti è in forte crescita, beneficiando dei conflitti diffusi a livello globale. Lo si evince in un rapporto sui risultati del 2016. Il principale produttore di armamenti in Bulgaria, la Sopot VMZ, sull’orlo del fallimento negli ultimi anni, ha aumentato i ricavi di quattro volte nel corso del 2016. Ottimi risultati sono stati conseguiti anche dalle compagnie Kintex e Niti-Kazanlak. La vendita di prodotti militari bulgari nel primo trimestre del 2017 ha già superato il totale registrato nell’intero 2016.

News ccib 10 05 2017  

News ccib 10 05 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you