Page 1

10-10-2016 PRESIDENZIALI Boyko Borissov: il GERB vincerà le elezioni al primo turno Il Premier Boyko Borissov si è detto ottimista sul fatto che il suo partito GERB vincerà le elezioni presidenziali al primo turno. Borissov ha parlato in occasione dell’apertura della campagna elettorale del GERB, a sostegno dei candidati alla presidenza e vicepresidenza Tsetska Tsaceva e Plamen Manushev. “Devo confessare di essere ottimista perché sono convinto che abbiamo fatto la scelta giusta”, ha detto Borissov riferendosi ai due candidati del partito. Il GERB ha svelato i propri candidati in netto ritardo rispetto alla maggioranza delle altre forze politiche bulgare. Il Partito Socialista non cercherà sostegno di altre forze politiche Il Partito Socialista Bulgaro (BSP) non cercherà il sostegno di altre forze politiche per le prossime elezioni presidenziali. Lo ha dichiarato il leader del BSP Kornelia Ninova. Il candidato del BSP, il generale in congedo Rumen Radev, non gode dell’appoggio ufficiale degli altri partiti della sinistra, che avevano partecipato in estate ai negoziati con i socialisti. “Al secondo turno, ci rivolgeremo a tutti i cittadini bulgari”, ha spiegato Ninova. Le elezioni presidenziali in Bulgaria si terranno il 6 novembre, e l’eventuale secondo turno è previsto per il fine settimana successivo. La Coalizione Nazionalista Patrioti Uniti lancia la campagna elettorale La Bulgaria ha bisogno di veri patrioti alla guida del Paese. Lo ha dichiarato il leader del gruppo parlamentare Fronte Patriottico, Valeri Simeonov, il quale è anche a capo della Coalizione Patrioti Uniti, formata dal Fronte nazionale per la Salvezza della Bulgaria (NFSB), VMRO e Ataka, in vista delle elezioni presidenziali del prossimo 6 novembre. Le parole di Simeonov sono arrivate in occasione dell’apertura della campagna elettorale della coalizione nazionalista. “Non è stato difficile rendersi conto che i nostri tre partiti condividono gli stessi obiettivi, ideali e principi politici”, ha spiegato Simeonov. I candidati della coalizione a Presidente e Vicepresidente sono rispettivamente Krassimir Karakachanov e Yavor Notev. FINANZE I depositi nel sistema bancario continuano a crescere I depositi nel sistema bancario della Bulgaria continueranno a crescere così come il credito. Lo si legge nell’ultimo rapporto pubblicato dal Ministero delle Finanze sulle previsioni economiche autunnali. Il dicastero ha rivisto le stime per il credito, che dovrebbe crescere dello 0,2 per cento nel 2016.


Nel 2017, il credito dei privati manterrà il trend di crescita, arrivando a quota 3 per cento. Anche gli stipendi dei dipendenti continueranno ad aumentare, e nel periodo 2016-2019 il costo del lavoro registrerà un incremento del 2,5 per cento in termini reali. Il Ministero delle Finanze prevede un indice di deflazione all’1 per cento nel 2016 e un ritorno dell’inflazione nel prossimo anno, con un dato dell’1,5 per cento. Le stime di crescita dell’economia bulgara sono state aumentate dal 2,1 per cento al 2,6 per cento per il 2016, in gran parte grazie all’incremento dei consumi interni e degli investimenti. L’FMI e la Banca Mondiale sono soddisfatti per le politiche fiscali di Sofia La Bulgaria ha ricevuto valutazioni positive dal Fondo Monetario Internazionale (FMI) e dalla Banca Mondiale per le politiche fiscali portate avanti nell’ultimo anno e mezzo. Lo ha annunciato il Ministro delle Finanze Vladislav Goranov, a margine degli incontri avuti a Washington con i rappresentanti delle due organizzazioni. “Sono molto impressionato dai progressi compiuti dal vostro Paese rispetto alla situazione di due anni fa. La Bulgaria è uno dei Paesi con i migliori indicatori macroeconomici dell’Europa orientale. La crescita economica sostenuta, la riduzione dell’inflazione e il miglioramento della situazione di bilancio sono veramente notevoli”, ha affermato il Vicepresidente della Banca Mondiale Cyril Muller durante l’incontro con Goranov. Parere simile ha espresso Mitsuhiro Furusawa, funzionario del FMI: “Di recente abbiamo avuto ottime notizie dalla Bulgaria. L’aumento degli introiti fiscali e la riduzione del deficit di bilancio sono molto incoraggianti e confermano le nostre previsioni per il prossimo biennio”. Durante le riunioni, Goranov ha sottolineato come l’istruzione sia una delle priorità per il Governo di Sofia, con ulteriori 223 milioni di lev da assegnare al settore. BCCI Allarme sulla corruzione diffusa nell'amministrazione La corruzione diffusa nel settore dell’amministrazione in Bulgaria limita i margini operativi delle compagnie nazionali. Secondo un sondaggio condotto dalla Camera di Commercio e dell’Industria Bulgara (BCCI), un totale del 46 per cento delle aziende del Paese ha ricevuto richieste di pagamenti illeciti da parte dei burocrati. Secondo il Presidente della BCCI, Tsvetan Simeonov, solo il 48 per cento delle compagnie non hanno toccato con mano gli effetti della corruzione dell’amministrazione: “Come sempre, quando gli affari sono legati ai pareri amministrativi si riscontrano eccessi, e più la legge permette ai burocrati di


dire ‘si’ o ‘no’ senza regole chiare, più spazio si apre per la corruzione”, ha commentato Simeonov. Secondo il sondaggio della BCCI, la corruzione è maggiormente avvertita nel settore degli appalti pubblici, mentre al secondo posto si colloca il sistema giudiziario.

News ccib 10 10 2016  

News ccib 10 10 2016