Page 1

09-05-2018 SONDAGGIO Il 60% dei bulgari ha fiducia nell’Ue I bulgari risultano essere decisamente europeisti e la fiducia nell'Unione europea è tornata ai suoi livelli abituali dopo che era cominciata a diminuire nel 2016 a seguito dell'ondata migratoria che ha colpito il confine bulgaro con la Turchia. È quanto risulta da un sondaggio della Gallup International, diffuso in occasione del 9 maggio, la festa dell'Europa. La Bulgaria è entrata nell'Ue a pieno titolo nel 2007. Oggi circa il 60% dei bulgari condivide la fiducia nell'Ue, mentre la sfiducia è di circa il 30%. A una domanda sulla percezione delle ideologie totalitarie, una maggioranza del 72% ha detto di rifiutare ideologie come il nazismo e il fascismo. Il 12% pensa che alcuni elementi di queste ideologie siano accettabili e il 3% le trova completamente accettabili. Per ciò che concerne comunismo, stalinismo e bolscevismo la situazione è diversa. Un terzo dei bulgari ritiene che alcuni elementi siano accettabili, il 6% degli intervistati accetta senza riserve queste ideologie mentre il 44% le rifiuta del tutto. ECONOMIA Le imprese tedesche in Bulgaria hanno problemi con la manodopera qualificata Quasi la metà delle imprese tedesche che operano in Bulgaria vorrebbero assumere nuovi dipendenti, ma fanno fatica a trovare staff adeguato alle proprie esigenze. Lo rivela un sondaggio della Camera di commercio bulgaro-tedesca (Ahk), riportato da Radio Bulgaria. Il sondaggio, realizzato ascoltando i membri della Ahk in Bulgaria, ha rivelato che il 48% del campione ha segnalato problemi relativi alla mancanza di forza lavoro. Secondo lo studio, a esacerbare il problema sono l'emigrazione, la crisi demografica e la non soddisfacente qualità della formazione nel Paese. Una misura concreta per affrontare il problema della carenza di manodopera qualificata è quello di sollecitare il ritorno dall'estero di lavoratori bulgari specializzati, hanno suggerito le imprese tedesche che hanno partecipato all'indagine. Il sondaggio ha rivelato al contempo che il 53% degli intervistati è soddisfatto dalla situazione economica in Bulgaria, ma un 72% si è detto scontento dei progressi fatti nella lotta alla corruzione e al crimine.


ENERGIA Le istituzioni finanziare bulgare acquistano obbligazioni della Energo Pro La compagnia ceca Energo Pro, competente per la distribuzione dell'energia elettrica nella parte nord-orientale della Bulgaria, ha reso noto che le istituzioni finanziarie bulgare hanno acquistato obbligazioni emesse dalla compagnia per un valore di 15 milioni di euro. Si tratta della seconda emissione dopo quella di 370 milioni di euro avvenuta a novembre dello scorso anno. Le agenzie di rating Standard&Poor's e Fitch danno entrambe una valutazione BB per le obbligazioni emesse da Energo-Pro. Al momento, la quota maggiore di investitori, il 25 per cento circa, proviene dal Regno Unito; il 21 per cento da Austria e Germania; il 14 per cento dalla Francia. Il gruppo opera attraverso impianti di produzione e di distribuzione in Europa centrale e orientale, Mar Nero e Caucaso. INFRASTRUTTURE Grecia, al via la costruzione della strada al confine con la Bulgaria Le autorità greche stanno iniziando la costruzione di una strada per i futuri collegamenti tra le località di Rudozem in Bulgaria e Xanthi in Grecia. Lo ha annunciato il governatore del distretto bulgaro di Smolyan, Nedialko Slavov, parlando con i cronisti locali dopo un incontro con i partner greci sul sito. L'autorità stradale greca firmerà un accordo con l'appaltatore per il tratto di 9,5 chilometri del confine sino al villaggio di Dimario. A maggio, le autorità bulgare pubblicheranno un bando per la costruzione dell'attraversamento della frontiera, come chiarito da Slavov. Quest'ultimo ha rilevato che con l'attuale ritmo di lavoro l'opera sarà completata entro la fine del 2019. All'incontro hanno partecipato rappresentanti dell'amministrazione stradale greca, dell'autorità di gestione nell'ambito del programma sostenuto dall'Ue che finanzia la costruzione di strade, la polizia di frontiera bulgara, il governatore regionale di Smolyan e rappresentanti delle autorità locali.

News ccib 09 05 2018  

News ccib 09 05 2018

News ccib 09 05 2018  

News ccib 09 05 2018

Advertisement