Page 1

05.08.2015 ENERGIA Circa 400 impianti fotovoltaici rischiano il fallimento Circa 400 piccoli impianti fotovoltaici realizzati con i finanziamenti dell’UE rischiano il fallimento a causa delle modifiche apportate alla legislazione energetica lo scorso luglio. È quanto riferisce l’Associazione bulgara per il fotovoltaico (BFA). I rappresentanti del settore sostengono che le modifiche legislative hanno ridotto i prezzi dell’energia da loro prodotta di circa l’80% e per questo motivo cercheranno il sostegno delle istituzioni europee salvo che gli emendamenti non siano revocati. Meglena Russinova, Presidente della BFA, ha detto in un'intervista all’emittente televisiva nazionale BNT che agli impianti fotovoltaici di piccole dimensioni sarebbe preferibile chiudere i battenti e interrompere la produzione e per molti questo dovrebbe accadere nel mese di ottobre. I rappresentanti della BFA hanno protestato anche per la decisione di limitare le ore durante le quali l'energia rinnovabile può essere acquistata a tariffe preferenziali, descrivendola come una misura dannosa per il settore. La BFA ha avvisato che intende sottoporre la questione alla Commissione Europea, alla Presidenza della Repubblica e al Difensore Civico, mettendo in evidenza l'effetto retroattivo delle modifiche ai termini dei loro contratti. I rappresentanti della BFA hanno detto, inoltre, che stanno prendendo in considerazione l’opportunità di presentare il caso presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo. BILANCIO Il debito pubblico supera i 12 miliardi di euro A fine giugno il debito pubblico della Bulgaria supera i 12 miliardi di euro. Questo risulta dai dati resi noti dal Ministero delle Finanze. A seguito dei pagamenti effettuati nel mese di giugno, il debito pubblico è diminuito di oltre 50 milioni di euro rispetto al mese precedente. Il volume nominale del debito pubblico ammonta a 12 miliardi e 257 milioni di euro, ovvero il 28,7% del PIL, la maggior parte del quale è verso l’estero. La quota principale del debito pubblico spetta agli eurobond emessi sui mercati internazionali. Poco più del 35% del debito pubblico è formato nel mercato interno. LAVORO Cresce il numero dei posti di lavoro creati dagli investimenti stranieri In un’indagine della Ernst&Young, la quale abbraccia 43 Paesi europei, la Bulgaria si colloca al 12mo posto nella classifica per il numero dei posti di lavoro creati dagli investimenti diretti stranieri nel 2014. In Bulgaria sono stati creati 5.000 nuovi posti di lavoro che rappresentano un incremento del Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


3% rispetto l’anno precedente. La Gran Bretagna, la Germania e la Francia sono, secondo la Ernst&Young, i Paesi più attraenti per gli investimenti stranieri. Gli investitori rilevano che per poter rimanere attraente per gli investimenti stranieri, l’Europa dovrebbe continuare negli sforzi per snellire la burocrazia. UNIONE EUROPEA La Commissione UE esamina i progressi nella lotta alla corruzione in Romania e Bulgaria La Commissione Europea rimane in “contatto costante” con le autorità di Romania e Bulgaria per esaminare i progressi nella lotta contro la corruzione e la riforma della giustizia, dopo le raccomandazioni contenute nell'ultimo rapporto UE dello scorso gennaio. Lo ha affermato una portavoce dell'esecutivo comunitario, Mina Andreeva, spiegando che Bruxelles “monitora costantemente la situazione” e quanto fatto dai due Paesi sarà analizzato nel prossimo rapporto annuale del Meccanismo di cooperazione e verifica (MCV), la cui pubblicazione è prevista tra la fine del 2015 e l'inizio del 2016.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 05 08 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you