Page 1

05-07-2018 BALCANI Quadrilaterale Grecia-Bulgaria-Romania-Serbia, focus sui progetti comuni Il rafforzamento della collaborazione regionale nei Balcani, con particolare riguardo a progetti comuni nel campo delle infrastrutture e dell'energia, è stato al centro di una riunione quadrilaterale Grecia-Serbia-RomaniaBulgaria ieri a Salonicco. Il premier greco Alexis Tsipras ha accolto gli ospiti con i quali ha avviato le discussioni. Romania e Bulgaria sono presenti con i rispettivi capi di governo - Vjorica Dancila e Boyko Borissov, mentre a rappresentare la Serbia, unico dei quattro paesi a non far parte della Ue, è il presidente Aleksandar Vucic. Si tratta della quarta riunione di tale quadrilaterale balcanica, l'ultima si era tenuta a Bucarest a fine aprile, e i lavori si sono svolti alla vigilia di altri due importanti vertici regionali - il summit nel formato ‘16+1’ fra Cina e 16 paesi dell'Europa centrorientale in programma il 6 e 7 luglio a Sofia, e il nuovo vertice dei Balcani occidentali previsto il 9 e 10 luglio a Londra nell'ambito del ‘Processo di Berlino’. Lo scorso anno il vertice balcanico si era tenuto a Trieste. BULGARIA-VIETNAM Incontro tra i ministri degli Esteri a Sofia, focus sulla cooperazione tra i due paesi Il ministro degli Esteri bulgaro Ekaterina Zaharieva ha ricevuto l’omologo vietnamita Pham Binh Minh, che è stato in visita in Bulgaria. Al centro dei colloqui, la cooperazione tra i due paesi in diversi settori tra cui l’agricoltura, l’alta tecnologia e l’istruzione, come chiarito dalla stessa Zaharieva in una conferenza stampa al termine dell’incontro. Il capo della diplomazia di Sofia ha detto di aver concordato con Minh che i ministri dell'Istruzione di Bulgaria e Vietnam saranno incoraggiati a firmare un nuovo programma quadriennale di cooperazione. “La Bulgaria aumenterà le borse di studio a 8 all'anno con più corsi di lingua bulgara”, ha affermato Zaharieva rimarcando di essere il primo ministro degli Esteri bulgaro ad accogliere un omologo vietnamita dopo i “cambiamenti democratici in Bulgaria”. Zaharieva ha ricordato gli oltre 5 mila cittadini vietnamiti che hanno completato i loro studi in Bulgaria e la stessa comunità vietnamita (circa 1.200 persone) che vivono nel paese, rappresentando un “ponte importante per relazioni ancora più forti e migliori tra di noi”. INFRASTRUTTURE Stampa russa, la Bulgaria “sempre più vicina” al collegamento con il Turkish Stream La Bulgaria è sempre più vicina a rientrare nella seconda “gamba” del Turkish Stream. Secondo quanto riferito dal quotidiano russo ‘Izvestia’,


Sofia sta dimostrando apertamente il suo desiderio e la sua disponibilità a rientrare nel collegamento dell’infrastruttura energetica. “La Bulgaria ha tutte le infrastrutture necessarie per attuare il progetto Turkish Stream”, ha confermato il premier Boyko Borissov, mentre il servizio stampa di Gazprom ha dichiarato che la società non ha ancora preso una decisione definitiva sulla rotta della “seconda gamba”. Gli esperti, tuttavia, ritengono che sia economicamente e tecnicamente vantaggioso per la Russia avviare la seconda tappa del gasdotto in Bulgaria, e da lì in Ungheria, Serbia e Austria, rileva il quotidiano russo. Prima del 26 luglio, la Bulgaria stabilirà il vincitore di una gara d'appalto per la progettazione, la costruzione e la messa in servizio del gasdotto che attraverserà il paese dal confine turco. Sofia si sta preparando attivamente a ospitare la seconda linea del Turkish Stream, destinata all'approvvigionamento di gas nei Balcani e nell'Europa meridionale. In questo contesto, ricorda ‘Izvestia’, Borissov ha spiegato che il paese ha già tutte le infrastrutture necessarie, e l'unica cosa che resta da trovare è la giusta “formula amministrativa”.

News ccib 05 07 2018  
News ccib 05 07 2018  
Advertisement