Page 1

05-06-2017 2 GIUGNO In Bulgaria la Festa Nazionale è stata celebrata nell’Ambasciata a Sofia La Festa Nazionale del 2 giugno è stata celebrata in Bulgaria con un ricevimento offerto dall'Ambasciatore d'Italia Stefano Baldi nella sua residenza a Sofia. Erano presenti personalità delle istituzioni e della vita culturale, sociale ed economica della Bulgaria, ambasciatori e funzionari del corpo diplomatico accreditato a Sofia, rappresentanti della comunità italiana in Bulgaria. Dopo l'esecuzione degli inni nazionali dell'Italia e della Bulgaria, l'Ambasciatore ha ribadito nel suo breve discorso gli ottimi rapporti in tutti i campi tra i due Paesi e ha rilevato il loro importante ruolo nel processo di integrazione europea. “In questo contesto va inquadrata la presenza italiana in Bulgaria che continua a svilupparsi con successo nel campo dell'economia, del commercio e della cultura”, ha detto l'Ambasciatore Baldi. Il diplomatico ha assicurato che “l'Ambasciata e le altre componenti del sistema Italia in Bulgaria continueranno ad essere impegnate al massimo a consolidare ulteriormente le relazioni tra i due Paesi”. EMERGENZA MIGRANTI Dieci clandestini sono morti in un incidente stradale Nove migranti sono morti e altri otto sono rimasti feriti dopo che il minibus sul quale viaggiavano verso Sofia si è ribaltato sull’autostrada Trakia nei pressi della città di Pazargik, nel sud della Bulgaria. Il Ministero dell’Interno ha reso noto che nell’incidente è morto anche il conducente, un sedicenne bulgaro recidivo e privo di patente di guida. Secondo la polizia i migranti coinvolti provengono da Siria, Pakistan e Afghanistan. Le vittime non avevano documenti di identità. CLIMA La Bulgaria rispetterà l'Accordo di Parigi sul clima Il Ministro dell'Ambiente e delle acque, Neno Dimov, ha dichiarato che la Bulgaria rispetterà gli impegni assunti nell'ambito dell'Accordo di Parigi in base alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. L'accordo è in vigore per la Bulgaria dal 29 dicembre 2016. La Bulgaria è uno dei pochi Paesi che ha una propria legge per frenare il cambiamento climatico. Gli Stati membri dell'UE, tra cui la Bulgaria, hanno un comune impegno giuridicamente vincolante per ridurre entro il 2030 le emissioni di gas serra nell'Unione del 40% rispetto ai livelli del 1990.

News ccib 05 06 2017  

News ccib 05 06 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you